2015-03-17

Fabio Volo - Tutte le frasi più belle

Raccolta delle migliori frasi e citazioni di Fabio Volo (nome d'arte di Fabio Bonetti) tratte dai suoi romanzi. Fabio Volo non è soltanto scrittore, ma anche attore, conduttore radiofonico e televisivo; a questo proposito ha detto: "Io non sono niente delle cose che faccio, questa è la mia fortuna. Non sono scrittore, non sono attore, non sono neanche DJ perché non so mettere bene i dischi. Sono io che mi metto in gioco e racconto quello che vedo attraverso la mia creatività, con qualsiasi mezzo di comunicazione". (2003).
Fabio Volo, nonostante il grande successo ottenuto in [quasi] tutti i campi in cui si è cimentato, ha sempre dovuto difendersi dalle critiche, ma lo ha fatto sempre in maniera brillante grazie alla sua inconfondibile autoironia: "Io ho successo in Italia, perché questo è un Paese che premia la mediocrità. Se fossi bravo, andrei all'estero. Quando faccio l’attore, dico che sono un DJ, quando scrivo dico che faccio il presentatore. Così sono sempre fuori dal mirino". (Millionaire 2011).
Fabio Volo ha venduto milioni di libri in vari paesi del mondo, e a chi lo ha criticato di essere un autore troppo "commerciale" ha risposto: "Nel nostro Paese c’è una strana gara all'insuccesso: ho scritto un libro che non ha venduto perché il pubblico non mi capisce, non è all'altezza. Un alibi perfetto che riduce il successo a una forma di tradimento, all'aver ceduto alle lusinghe del pubblico, alla gente, ai grandi numeri. Si è venduto, commercializzato, abbassato. Io in realtà questo atteggiamento lo percepisco solamente come l’espressione di un totale disamore per gli altri. (Corriere della Sera, 2013).
C'è stato qualcuno che ha persino insinuato che a scrivere i libri di Fabio Volo ci sia qualcuno che lavora dietro le quinte; al che, con l'ironia che lo contraddistingue, il nostro autore ha affermato: "Se usassi un ghost writer, me ne sarei trovato uno che scrive meglio!". In appendice a questa raccolta sono riportate anche alcune frasi di altri autori (indicate con un asterisco) che Fabio Volo ha citato nei suoi libri. 
Fabio Volo (1972) attore e scrittore italiano
Esco a fare due passi
© Mondadori 2001 - Selezione Aforismario

C'è chi cerca l'altra metà della mela, io sto cercando ancora la mia mezza. Sono uno spicchio di me stesso.

Ci sono diversi modi per educare un figlio e sono tutti sbagliati.

Come dice il mio salumiere: "Il nostro unico scopo è quello di riprodurci, quindi di scopare, non vedi che tutto è una metafora per ricordarcelo? Impazziamo per il calcio perché la porta è un’enorme vagina da penetrare (il portiere è il clitoride). Il biliardo: palle, buche e stecche, il golf, il basket, tutto è lì per ricordarcelo".

Credo che chiunque non riesca a stare bene da solo non possa conoscere il vero amore; dubito sempre di chi dice "non posso vivere senza di te".

Questa è la differenza tra il sesso e l’amore: il sesso svuota, l’amore riempie. Che è pressappoco come quella frase famosa che dice: L’amore va nel profondo, il sesso solo qualche centimetro.

Si ha voglia dell’amore, anche se spesso ci accorgiamo di non avere delle buone carte, ma si ha voglia ugualmente di giocare, di rilanciare, per desiderio di un brivido maggiore, per il fascino del rischio, o anche semplicemente per l’idea di avere una gabbia da cui poter scappare.

Una donna che non sa fare il caffè per me può essere solo un’avventura.

Se nella mia vita il sesso è stato soprattutto una grande scopata, l’amore è stato spesso una grande inculata, ma è bello per questo.

Quanto dolore c’è nella vita, è vero, ma quanta vita c’è nel dolore?

Onestamente, la realtà cosa può fare? È un po' come quando vai a vedere il film del tuo libro preferito: una delusione.

Non ci si può fare niente, le persone che amano si finisce sempre per amarle. È una legge della natura.

A volte è il nostro talento che ci penalizza.

I veri eroi sono quelli che ogni giorno si alzano dal letto e affrontano la vita anche se gli hanno rubato i sogni e il futuro. Quelli che alzano la saracinesca di un bar o di un'officina, che vanno in un ufficio, in una fabbrica. Che non lottano per la gloria o per la fama, ma per la sopravvivenza.

In tutto questo delirio di vita, la musica è una certezza. Farsi una canna la sera e ascoltarsi un cd in cuffia è ancora una cosa che si può catalogare sotto la “I” di impagabile.

Ogni giorno della vita è unico, ma abbiamo bisogno che accada qualcosa che ci tocchi per ricordarcelo.

Molti credono che la fantasia serva solo per sfuggire alla realtà, mentre quasi sempre serve per capirla e interpretarla meglio.

Molti di noi vivono circondati dalle proprie balle, dalle bugie che continuiamo a raccontarci. Diventano come bolle di sapone che ci volteggiano intorno. Quando ci si fermano davanti agli occhi, falsano qualcosa, distorcono l’espressione. Ma noi viviamo facendo finta di niente nella speranza che se ne vadano via da sole. Ci sono giorni però che le bolle diventano di marmo e non si può più fingere.

Le disgrazie e le gioie sono sempre dietro l’angolo.

Lei era entrata in quella parte del cuore dove ci sono le cose più buone, quella simile a una credenza dei dolci dove c’è la Nutella, i biscotti, le merendine, la marmellata; quell'angolo di cuore dove quando uno ci entra, succeda quel che succeda, da lì non uscirà mai.

Paura d'amare. Credo sia restare soli per paura di rimanere soli.

Innamorarsi è una droga, amare è una medicina.

Ci sono persone che da quando le conosci non smetti mai di volergli bene.

C’è chi decide di rimanere a casa perché sta bene e non ha bisogno di andare a scoprire il mondo, e chi invece lo deve girare, provare, fare esperienze, per capire che magari non c’è niente di particolarmente nuovo ma per capirlo ha bisogno di viaggiare.

Ogni volta che ho viaggiato sono riuscito a riflettere sulla mia vita, perché guardandola da lontano riesci a «figurartela» meglio. È come se guardassi la vita di un altro e non la tua, e poi quando sei lontano da tutto e da tutti capisci quali sono le cose a cui tieni di più, che ti premono veramente.

Nella semplicità si nasconde il divino.*

Ci sono due tipi di problemi nella vita. Quelli senza soluzione e quindi è inutile preoccuparsi e quelli che una soluzione ce l’hanno e quindi è inutile preoccuparsi.*
Paura d'amare. Credo sia restare soli per paura di rimanere soli. (Fabio Volo)
È una vita che ti aspetto
© Mondadori 2003 - Selezione Aforismario

Nell'amare ci può anche essere una fase di innamoramento, ma non sempre nell'innamoramento c'è vero amore.

Le donne sono belle da respirare.

Nell'amare ci può anche essere una fase di innamoramento, ma non sempre nell'innamoramento c'è vero amore.

Nell'arco della vita puoi incontrare un sacco di persone e di qualcuna diventare veramente amico. Ma chi ha passato con te il periodo dell'adolescenza conserva un posto speciale. Forse più ancora dei compagni dell'infanzia.

Solitamente, in una vera storia d'amore, la persona con cui stai è lo specchio migliore per vedere i tuoi difetti e i tuoi limiti.

Forse la libertà non è nemmeno poter fare ciò che si vuole senza limiti, ma piuttosto saperseli dare. Non essere schiavi delle passioni, dei desideri. Essere padroni di se stessi.

Rinunciare a se stessi, non amarsi è come sbagliare a chiudere il primo bottone della camicia. Tutti gli altri poi sono sbagliati di conseguenza. Amarsi è l’unica certezza per riuscire ad amare davvero gli altri.

Tutto è neutro. Sei tu che dai il sapore alle cose, incontrandole.

Le donne sono come fiori: se cerchi di aprirli con la forza, i petali ti restano in mano e il fiore muore. Perché solamente con il calore si schiudono. E l’amore e la tenerezza insieme sono il sole per una donna.

Pare che i notai guadagnino molto perché hanno dovuto studiare parecchio. Sembra che quel parecchio sia a spese nostre. Forse pensano che, quando loro stavano studiando, noi eravamo in giro a non fare un cazzo.

Se vuoi essere felice, se vuoi essere libero, impara ad amare. Ad amare, e a lasciarti amare.

Mi piaceva pensare che magari in metropolitana potevo incontrare uno sguardo di complicità, potevo incontrare lei, o una lei. Come quando vai alle feste e, invece di portarti una ragazza, ci vai solo perché così hai tutte le possibilità aperte, e se c’è quella che ti piace non ci devi rinunciare. Sei libero di agire.

Ci sono cose che non puoi spiegare. Sono cose che puoi capire solo vivendole.

Lo schiavo non è chi ha la catena al piede, ma chi non riesce più a immaginare una vita in libertà.*

Ci sono cose che non puoi spiegare.
Sono cose che puoi capire solo vivendole. (Fabio Volo)
Un posto nel mondo
© Mondadori 2006 - Selezione Aforismario

La bellezza non è altro che la promessa che ognuno di noi ha di diventare se stesso.

Il contrario dell'amore non è l'odio. L'odio è assenza d'amore, così come il buio è assenza di luce. L'opposto dell'amore è la paura.

Amare veramente una persona significa anche gioire della sua felicità altrove.

Fai vedere al tuo sogno che veramente ci tieni a incontrarlo, senza pretendere che lui faccia tutta la strada da solo per arrivare fino a te, poi le cose accadono. I sogni hanno bisogno di sapere che siamo coraggiosi.

Chi non si ama può darsi a chiunque. L'amore per sé è il ponte necessario per arrivare all'altro.

In qualsiasi momento della vita si può prendere in mano le redini e cambiare il proprio destino.

Ognuno di noi è fatto da tanti se stesso e non solamente da uno. Diciamo che siamo come un'assemblea condominiale composta da tante persone diverse.

Forse è vero che quando una persona se ne va continua a vivere dentro di noi: bisogna ospitarla nella propria intimità costringendosi quasi a donarle la vita più felice che si può.

La prima cosa che due persone si offrono stando insieme dovrebbe essere un sentimento d'amore verso se stessi. Se non ti ami tu, perché dovrei amarti io?

Ogni cammino è personale e si deve fare soli: in due è una scampagnata.

L'età delle donne la si può solamente percepire osservandole nei loro molteplici cambiamenti. Non sono mai la stessa cosa. Le donne non sono la somma di anni ma di attimi.

Le cose non si vedono per ciò che sono ma per ciò che sei!

Spesso l'odio è solamente l'ombra di qualcos'altro. L'odio appartiene ad attimi di impotenza.

Pensare a se stessi non è egoismo. Egoismo semmai è occuparsi solo di se stessi.

Ci amiamo ma ognuno di noi appartiene a se stesso, per questo ci desideriamo. Come si può altrimenti desiderare una cosa che si ha? Le persone non si possono possedere, si può solo averne l'illusione.

Gli infelici valutano costantemente gli altri, criticano continuamente il loro comportamento e spesso su di loro sfogano il proprio personale malessere o fallimento.

La felicità non è che sia fare sempre quello che si vuole, semmai è volere sempre quello che si fa.*

A ogni funerale c'è sempre da ridere. Non so se succeda perché la situazione è talmente grottesca o se viene da ridere per sopravvivenza.

È pazzesco e difficile da dire quanto ci sia da ridere a un funerale. Quanta ironia si possa trovare in una situazione tanto drammatica. Forse c'è bisogno, dopo giorni di tensione e aria pesante, di ridere un istante per alleggerirsi, per usare i polmoni. Sembra impossibile da credere, lo so, ma succede.

Si dice che a Natale siano tutti più buoni. Non ho mai capito se sia vero o no. Sicuramente lo si è ai funerali. Ai funerali siamo tutti più buoni.

Spesso si vive come se fosse per sempre e ci si dimentica degli attimi. (Fabio Volo)
Il giorno in più
© Mondadori 2007 - Selezione Aforismario

A volte avrei bisogno di un abbraccio, di arrendermi e perdermi tra le braccia di un uomo. Un abbraccio che mi faccia sentire protetta anche se so proteggermi da sola.

Avrei voluto essere quell'abbraccio in cui desiderava perdersi.

Le persone che non si conoscono bene diventano nella nostra testa più interessanti, ciò che noi vogliamo che siano. Come le persone che si incontrano al semaforo: dopo averti sorriso, scatta il verde e partono. Si ha la sensazione che siano quelle che stavamo cercando da anni.

La vecchiaia è un posto dove vivi di ricordi. Per questo, quando sei giovane, vivi creandotene di belli.

Spesso ciò che è meglio non è quello che fa stare bene.

Spesso si vive come se fosse per sempre e ci si dimentica degli attimi.

Vietato dire "per sempre". Il per sempre è un'illusione. Troppo comodo, noi siamo per l'adesso.

Può anche succedere che una persona ti ami e tu non te ne accorga. Ma quando una che ti ha amato smette di farlo è impossibile non accorgersene.

Forse le cose spaventano quando non si capiscono, perché se non capisci non controlli.

I nostri genitori si sono dannati per non farci mancare niente quando a noi sarebbe bastato così poco per stare bene. Una parola, una carezza, un abbraccio, uno sguardo di approvazione.

Potresti essere la mia perdita di equilibrio. L'equazione del mio caos.

Morire è una vera stronzata. Darei la vita per non morire.*

Ciò che dai è tuo per sempre.*

Vale sempre la frase famosa: "La vita non è ciò che ci accade, ma ciò che facciamo con ciò che ci accade".*

Non si smette di giocare perché si diventa vecchi, ma si diventa vecchi perché si smette di giocare.*

Il problema non è quanto aspetti, ma chi aspetti.*

Volevo bene al mondo intero e lo avrei abbracciato continuamente, talmente forte da farmi lasciare il segno dell’equatore sulla pancia.

Il talento è un dono, ma il successo è un lavoro. (Fabio Volo)
Il tempo che vorrei
© Mondadori 2009 - Selezione Aforismario

A volte succede che amiamo una persona più per il bene che le abbiamo fatto che per quello che ha fatto a noi.

Nulla è più duraturo di una cosa provvisoria.

Non stare più con la persona con cui vorresti stare significa semplicemente tornare indietro. Guardare indietro molto più che avanti. È un viaggio che fai appoggiato alla ringhiera di poppa, non di prua.

A volte anche quando non ci si ama più e ci si rende la vita impossibile a vicenda si continua a essere gelosi. E non ci si lascia solo per impedire ad altri di avvicinarsi.

Rubare è un po' alla base di qualsiasi lavoro creativo.

Come vampiri, i creativi succhiano il sangue da qualsiasi forma di vita. Sentono per caso una parola, una frase o un concetto e, come una lampadina che si accende, si accorgono che era proprio quello che stavano cercando. E non pensano che stanno rubando, pensano che sia semplicemente lì per loro.

Devi capire quali sono i tuoi limiti e per capirlo bisogna che ti spingi fino al confine.

Il senso della vita non lo capivo, però avevo capito che la vita stessa era l'unica occasione che avevo per scoprirlo.

La vita non è in garanzia. Non è una lavatrice che se si rompe qualcuno te la ripara.

Leggere mette in moto tutto dentro di te: fantasia, emozioni, sentimenti. È un'apertura dei sensi verso il mondo, è un vedere e riconoscere cose che ti appartengono e che rischiano di non essere viste. Ci fa riscoprire l'anima delle cose. 

Non sforzarti di essere ciò che non sei, ma lotta per rimanere ciò che sei.

Vivere è l'arte di diventare quello che si è già.

I personaggi, le frasi e le parole trovate nei libri sono come ponti che ti permettono di spostarti da dove sei verso dove vuoi andare, e quasi sempre è un ponte che unisce il tuo vecchio io a quello nuovo che ti attende.

Nessuno può entrare nella solitudine di un altro.

Non stai vivendo se non sai di vivere.

L'amore è come la morte: non si sa quando ci colpirà.

L'odio non si può fingere, l'amore sì. Anche se non per molto.

Solitamente le persone che fingiamo di amare imparano ad accontentarsi, forse perché, anche se l'amore che si riceve non è vero, è però vera l'offerta, l'intenzione.

La scuola quasi sempre non premia le persone intelligenti, piuttosto quelle con buona memoria. Avere buona memoria non significa essere intelligenti.

Io vivo come se fossi sempre a un party e ho paura che un giorno questa festa finisca, le persone interessanti e da amare se ne siano già andate con qualcun altro, mentre io rimango lì, da solo, a far scoppiare i palloncini.

È curioso come nelle grandi città vieni giudicato per ciò che fai, in provincia per ciò che sogni di essere.

Ci sono donne alle quali è meglio non chiedere nulla perché ti direbbero comunque di no. Perché dicono di sì solo a chi non chiede.

Magari in una storia di cinque anni si è stati innamorati e ci si è amati solamente per due, o tre, o quattro. Per questo la qualità di una storia non può essere misurata dalla durata. Non conta il quanto, ma il come.

Quando leggi un libro che ti piace le pagine un po' ti cambiano; quando rileggi, sei tu che cambi loro.

Se non ti perdi, non trovi strade nuove.

Stare con tante donne alla fine è solo un buon metodo per stare soli.

Il talento è un dono, ma il successo è un lavoro.

Il coraggio di rischiare è il metro per misurare le persone.

Più bello dell'eterno sono gli attimi di eternità.

Spesso i simpatici sono insopportabili.

Tutti criticano l'ego, ma sono pronti ad applaudire chi si è distinto grazie a quello.

Le donne sono belle da respirare. (Fabio Volo e la moglie Johanna Hauksdottir)
Le prime luci del mattino
© Mondadori 2011 - Selezione Aforismario

Ci sono momenti in cui la vita regala attimi di bellezza inattesa. Smetti di fare una cosa e ti accorgi che attorno a te tutto è perfetto, il dono di un Dio meno distratto del solito.

Ci sono giorni però in cui tutto mi stanca, anche le cose non fatte.

Ogni donna dovrebbe incontrare un uomo che la prenda per mano e la guidi verso la propria intimità. Un uomo in grado con un solo abbraccio di riconsegnarti una vita intera.

“Costruire un rapporto”: quante volte ho sentito questa frase. Ma i rapporti non si costruiscono, si vivono e nel viverli si rafforzano.

È impossibile rinunciare alla felicità, si può solo se non la si è mai conosciuta.

Forse c’è qualcosa di peggio dei sogni svaniti: la non voglia di sognare ancora.

Mentre pensavo alla mia vita, mi sono chiesta quanti uomini ci sono voluti perché potessi essere pronta per quello di oggi. In realtà ho capito che la domanda era sbagliata: quante donne ho dovuto indossare per essere pronta per l’uomo di oggi?

Nella vita ci sono attimi, istanti, frazioni di secondo in cui un “no” può diventare un “sì”.

Per anni ho aspettato che la mia vita cambiasse, invece ora so che era lei ad aspettare che cambiassi io.

Quando stai con qualcuno, non puoi chiedergli garanzie, perché non puoi chiederle neanche a te stesso. L’amore è un rischio che una persona si assume. Per questo il vero amore è per i coraggiosi.

Concediti un errore: lo spazio di un errore è uno spazio di crescita.

Nessuno ti cambia facendoti diventare una cosa che non sei, ti cambia portando alla luce una parte di te che non conoscevi ma che ti appartiene. Si cambia diventando una persona che si è già.

Incredibile come cambia tutto quando incontri la persona che ami, incredibile quanto velocemente quella persona ti possa bastare.

Se ci si ama si impara ad amare.

Per quanto un sogno sia bello prima o poi ci si sveglia.

La strada verso casa
© Mondadori 2013 - Selezione Aforismario

Servono coraggio e forza per accogliere quello che ci fa stare bene quando abbiamo costruito un’intera vita sullo stare male.

Un vecchio rocker nostalgico gli aveva detto che i giovani d’oggi sono una generazione di sfigati: mangiano male, scopano male, si drogano male e ascoltano musica di merda, e anche quella la ascoltano male. Nei loro iPhone.

Oggi la promessa, così come gli oggetti, è meno eterna, tutto dev'essere consumato e non conservato, se una cosa non funziona la si butta e se ne prende un’altra. Quella del padre invece era una generazione in grado di riparare ciò che si guastava.

L’altro giorno sono passato davanti alla piazzetta dove ci si trovava il pomeriggio e non c’era nessuno. Dove sono i ragazzi adesso? A casa su Facebook.

La gente ama le persone interessanti, non quelle buone.

Ci pensi mai che le donne non lo immaginano neanche che un sacco di uomini si masturbano pensando a loro? Uomini di cui non sanno nemmeno l’esistenza.

Il vero segreto per divertirsi alle feste è capire quando è il momento giusto di andarsene.

Le notti in cui rimani sveglio a fare l’amore, chiacchierare e ridere fino all'alba, in cui ci si confessano cose intime, cose di cui ci si è sempre vergognati. Sono le notti in cui ti senti così vicino che nessuna distanza ti separa dalla persona al tuo fianco. Si è complici in tutto.

Le notti in cui la bellezza dilata il tempo, in cui il presente è così perfetto e lo si indossa così bene che si cominciano a fare promesse, giuramenti, patti, perché quella bellezza fa sentire dentro di sé una spinta verso il futuro.

Quelle notti in cui è giorno all'improvviso e si rimane stupiti. E senti che hai fame, fame di tutto: pane, burro, marmellata, soprattutto fame di Vita. In quelle notti è tutto così bello e si è così felici che, quando ci si gira su un fianco per addormentarsi, in qualche angolo profondo di sé si avverte una punta di dolore. Un dolore primordiale, ignoto, che appartiene a tutti.

Sarò lì prima ancora che tu cada per afferrarti in tempo.

Quando una donna vuole una cosa tremano le montagne, si muovono le maree, quando una donna vuole un uomo trema l’universo intero.

Può esistere al mondo un posto sereno per una persona che non si è sentita a suo agio a casa sua?

È tutta vita
© Mondadori 2015 - Selezione Aforismario

Per una coppia felice nulla è più pericoloso di un figlio. Un figlio non è un collante, ma un detonatore che può scaraventare lontani, ai lati opposti di una stanza. Bisogna voler stare insieme con tutte le proprie forze, essere disposti a lottare per ritrovare una vicinanza, per poter allungare una mano e trovare ancora l’altro. Senza volontà, senza desiderio di stare insieme, i figli possono essere un’ottima scusa per andarsene.

Il desiderio nasce sempre da una mancanza, da un’assenza. Da qualcosa che non si ha e che si vuole avere. Se un’assenza diventa presenza, il desiderio svanisce. Si può ancora volere ciò che si ha, si può amare ma non è più possibile desiderare.

Il segreto di una relazione non è continuare ad amarsi, ma far andare d’accordo le due persone che si diventa stando insieme.

Le relazioni intime sono una ricerca della verità. Sono uno specchio che costringe a vedere le proprie fragilità, le paure, i limiti.

Spaventa l’idea di avere a che fare con una persona che non conosci e che non è l’altro, ma sei tu, un nuovo te che non sapevi di essere.

Non so se esiste un disegno divino, se le persone che s’incontrano sono destinate a farlo o se la vita è solo una serie di coincidenze, di incognite che casualmente si impongono. Non ho mai avuto un’idea chiara a riguardo, posso solamente dire che alcuni eventi della nostra vita si muovono in maniera così sincronizzata da far pensare a qualcosa che li guidi.

Quando ti nasce un figlio una parte di te in quell'istante muore.

Se vuoi far sparire una cosa dalla vista non serve nasconderla, basta averla costantemente sotto gli occhi: un soprammobile, un tatuaggio, una moglie.

Rubare è un po' alla base di qualsiasi lavoro creativo. (Fabio Volo)
*Frasi fatte e rifatte
Qui di seguito, alcune frasi di diversi autori citate, "scopiazzate" o rimaneggiate dal simpatico Fabio Volo nei suoi fortunatissimi romanzi. In alcuni casi Fabio Volo nomina l'autore citato, in altri no (per cui si riportano le fonti); in altri casi ancora, quella che appare come una copiatura può essere una semplice coincidenza; non è raro, infatti, che due o più autori possano avere pensieri simili senza saperlo. A mo' d'introduzione, ecco due brani sul tema tratti da altrettanti romanzi di Fabio Volo:
"Io e Francesca in quel periodo eravamo simili in tante cose e sicuramente ci accomunava quella caratteristica che appartiene alle persone mediocri: avere una serie di frasi o concetti che, siccome ci piacevano, tiravamo fuori spesso per sembrare acuti".
(Fabio Volo, Un posto nel mondo, 2006)

"Rubare è un po' alla base di qualsiasi lavoro creativo. Anch'io e Nicola lo facciamo. Si ruba da film, da canzoni, da conversazioni sentite mentre si è in coda al supermercato o su un treno. Come vampiri, i creativi succhiano il sangue da qualsiasi forma di vita. Sentono per caso una parola, una frase o un concetto e, come una lampadina che si accende, si accorgono che era proprio quello che stavano cercando. E non pensano che stanno rubando, pensano che sia semplicemente lì per loro. Per questo le parole di Jim Jarmusch sono la Bibbia per un creativo: 'Il punto non è da dove prendete le cose, il punto è dove le portate'".
(Fabio Volo, Il tempo che vorrei, 2009)
Questa è la differenza tra il sesso e l’amore: il sesso svuota, l’amore riempie... 
Fabio Volo, Esco a fare due passi, 2001

Il sesso allevia le tensioni e l'amore le provoca.
(Sex alleviates tension and love causes it).
Woody Allen (Andrew), in Una commedia sexy in una notte di mezza estate, 1982

*****
...pressappoco come quella frase famosa che dice: L’amore va nel profondo, il sesso solo qualche centimetro.
Fabio Volo, Esco a fare due passi, 2001

L'amore penetra nel profondo, il sesso è solo questione di pochi centimetri.
(Love is very deep, but sex only has to go a few inches).
Stacy Nelk (Rita), in Pallottole su Broadway, Woody Allen, 1994

*****
Nella semplicità si nasconde il divino. 
Fabio Volo, Esco a fare due passi, 2001

Dio si nasconde nella semplicità, e si rivela poi allo stesso modo.
(God Hiding Himself in Simplicity, Then Revealing Himself in the Same)
William Marrion Branham, La Rivelazione dei Sette Sigilli, 1963

*****
Ci sono due tipi di problemi nella vita. Quelli senza soluzione e quindi è inutile preoccuparsi e quelli che una soluzione ce l’hanno e quindi è inutile preoccuparsi.
Fabio Volo, Esco a fare due passi, 2001

Se c'è una soluzione perché ti preoccupi? Se non c'è una soluzione perché ti preoccupi?
Anonimo, Detto orientale attribuito ad Aristotele e altri - vedi "Citazioni errate" su Aforismario)

*****
Non amarsi è come sbagliare a chiudere il primo bottone della camicia. Tutti gli altri poi sono sbagliati di conseguenza.
Fabio Volo, È una vita che ti aspetto, 2003

Chi sbaglia la prima asola non si corregge abbottonandosi.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

*****
Amarsi è l’unica certezza per riuscire ad amare davvero gli altri.
Fabio Volo, È una vita che ti aspetto, 2003

Senza amare sé stessi non è possibile amare neanche il prossimo.
Hermann Hesse, Il lupo della steppa, 1927

*****
Le tue paure, le tue ansie sono dovute al fatto che tu esisti ma non vivi. Sei castrato nei sentimenti. Sei bloccato. Ti ricordi quella frase di Oscar Wilde? Diceva che vivere è la cosa più rara al mondo. La maggior parte della gente esiste, e nulla più.
Fabio Volo, È una vita che ti aspetto, 2003

Vivere è la cosa più rara al mondo. La maggior parte della gente esiste, e nulla più.
(To live is the rarest thing in the world. Most people exist, that is all).
Oscar Wilde, L'anima dell'uomo sotto il socialismo, 1891

*****
“Il sapere dà dolore, il dolore dà sapere” avevo letto un giorno su un libro.
Fabio Volo, È una vita che ti aspetto, 2003

Sapere è soffrire, e soffrire dà sapere.
Eschilo, Agamennone, 458 a.e.c.

*****
"Lo schiavo non è chi ha la catena al piede, ma chi non riesce più a immaginare una vita in libertà" come ho sentito dire un giorno da un poeta a un programma radiofonico.
Fabio Volo, È una vita che ti aspetto, 2003

Lo schiavo non è tanto quello che ha la catena al piede quanto quello che non è più capace di immaginarsi la libertà.
Silvano Agosti, Il discorso tipico dello schiavo (intervista radiofonica con Fabio Volo, 2008)

*****
C’è una frase famosa che dice: vivere come se morissi il giorno dopo, pensare come se non morissi mai.
Fabio Volo, È una vita che ti aspetto, 2003

Vivi come se tu dovessi morire subito. Pensa come se tu non dovessi morire mai.
Julius Evola (1898-1974 - vedi Citazioni errate)

Se volete un motto che vi ispiri e vi rafforzi, ricordate: Vivi come se tu dovessi morire subito. Pensa come se tu non dovessi morire mai.
Giorgio Almirante, Autobiografia di un fucilatore, 1973

*****
La felicità non è che sia fare sempre quello che si vuole, semmai è volere sempre quello che si fa.
Fabio Volo, Un posto nel mondo, 2006

Il segreto della felicità non è di far sempre ciò che si vuole, ma di voler sempre ciò che si fa.
(The secret of happiness is not in doing what one likes, but in liking what one does).
 Lev Tolstoj, Pensieri inediti (attribuito anche a James Matthew Barrie)

*****
Al liceo avevo letto una frase e ora capivo veramente cosa intendevano i latini quando dicevano: "Porta itineris dicitur longissima esse", "la porta è la parte più lunga di un viaggio"; detto in parole povere, il primo passo è il più difficile da compiere.
Fabio Volo, Un posto nel mondo, 2006

Porta itineris dicitur longissima esse. (Si dice che la porta sia la parte più lunga di un viaggio).
Detto latino

*****
A volte trovavo frasi sottolineate da lui e le vivevo come se fossero delle parole che diceva a me. La prima frase sottolineata da Federico che ho letto me la sono imparata a memoria: "È ricercando l'impossibile che l'uomo ha sempre realizzato il possibile. Coloro che si sono saggiamente limitati a ciò che appariva loro come possibile non hanno mai avanzato di un solo passo". Erano parole di Bakunin.
Fabio Volo, Un posto nel mondo, 2006

Cercando l'impossibile, l'uomo ha sempre realizzato e conosciuto il possibile, e coloro che si sono saggiamente limitati a ciò che sembrava possibile non sono mai avanzati di un sol passo.
Michail Bakunin, Considerazioni filosofiche sul fantasma divino, il mondo reale e l'uomo, 1871

*****
Il cammino si fa da soli: in due è una scampagnata.
Fabio Volo, Un posto nel mondo, 2006

Per essere davvero piacevole, un giro a piedi dev'essere fatto da soli. Se lo fate in gruppo, o anche in due soltanto, al giro a piedi resta solamente il nome, diventa qualcos'altro che ricorda più il picnic.
Robert Louis Stevenson, Walking Tours, in Essays, 1918


*****
Ciò che dai è tuo per sempre.
Fabio Volo, Il giorno in più, 2007

Ciò che tu dai è tuo per sempre, ciò che tieni è perso per sempre.
Omar Sharif, in Monsieur Ibrahim e i fiori del Corano, 2003

Avrai sempre quelle sole ricchezze che avrai donate.
Marziale (I sec.)

*****
Darei la vita per non morire.
Fabio Volo, Il giorno in più, 2007

Frase anonima attribuita a Jim Morrison

*****
Il problema non è quanto aspetti, ma chi aspetti.
Fabio Volo, Il giorno in più, 2007

−Aspetta da molto?
− Non importa quanto si aspetta, ma chi si aspetta.
Marilyn Monroe e Tony Curtis, in A qualcuno piace caldo, 1959

*****
Un giorno ho anche letto una frase che diceva: “Non si smette di giocare perché si diventa vecchi, ma si diventa vecchi perché si smette di giocare”.
Fabio Volo, Il giorno in più, 2007

Non si smette di giocare perché si invecchia, si invecchia perché smette di giocare.
(We don't stop playing because we grow old; we grow old because we stop playing).
Granville Stanley Hall, Adolescenza, 1904 (variamente attribuita anche a: George Bernard Shaw, Benjamin Franklin, Oliver Wendell Holmes o Herbert Spencer).

*****
Mentre camminavamo, mi era venuta in mente quella frase famosa che dice: “L’amore tra due persone non è guardarsi l’un l’altro, ma guardare tutti e due nella stessa direzione”.
Fabio Volo, Il giorno in più, 2007

Amore non è guardarci l'un l'altro, ma guardare insieme nella stessa direzione.
(Aimer, ce n'est point nous regarder l'un l'autre, mais regarder ensemble dans la même direction).
Antoine de Saint-Exupéry, Terra degli uomini, 1939

*****
Valeva sempre la frase famosa: “La vita non è ciò che ci accade, ma ciò che facciamo con ciò che ci accade”.
Fabio Volo, Il giorno in più, 2007

L’esperienza non è ciò che accade a un uomo, ma ciò che un uomo fa utilizzando ciò che gli accade.
(Experience is not what happens to a man; it is what a man does with what happens to him).
Aldous Huxley, Testi e pretesti, 1932

*****
Nulla è più duraturo di una cosa provvisoria.
Fabio Volo, Il tempo che vorrei, 2009

Soltanto il provvisorio dura.
Henri-Frédéric Amiel, Diario intimo, 1839/81 (postumo, 1976/94)

Nulla è più duraturo del provvisorio
Luigi Sturzo, Sinistrismo economico, su Il Giornale d'Italia, 1955

*****
Ogni muro è una porta
Fabio Volo, Il tempo che vorrei, 2009

Ogni muro è una porta. (Every wall is a door).
Ralph Waldo Emerson (1803-1882) (vedi Citazioni errate)

*****
L'importante è che provi a sorridere, anche quando ti sembra inutile. Non si sa mai che qualcuno possa innamorarsi del tuo sorriso. 
Fabio Volo (Fonte sconosciuta)

Non smettere mai di sorridere, nemmeno quando sei triste, perché non sai mai chi potrebbe innamorarsi del tuo sorriso.
(Nunca dejes de sonreír, ni siquiera cuando estés triste, porque nunca sabes quien se puede enamorar de tu sonrisa).
Frase da un testo anonimo attribuito erroneamente a Gabriel García Márquez e noto col titolo di 13 spunti per la vita.

Libri di Fabio Volo consigliati

È una vita che ti aspetto 
Editore Mondadori, 2003

Questo libro parla di Francesco che non era felice e invece poi sì. Finito. Un ragazzo di oggi, un trentenne qualunque, con un lavoro stressante, storie di sesso con ragazze diverse, la paura di restare fuori dal branco, la difficoltà di comunicazione con i genitori, il rimpianto e il ricordo dell'infanzia, il rito delle canne e il mito dell'amicizia, quella vera. Un ragazzo che un giorno si accorge di esistere senza vivere davvero, e decide che così non va. Con una buona dose di coraggio e tanta autoironia affronta la depressione, l'ipocondria, il torpore esistenziale. Come? Chiedetelo a Francesco. E a Ilaria. Perché non vorremmo anticiparvelo, ma in questa storia c'è anche un lieto fine... Fabio Volo esplora con un linguaggio semplice il complesso mondo interiore di tutti e di ognuno. E racconta come nessun altro l'umorismo, le folgorazioni e le malinconie struggenti di un ragazzo normale.

Il tempo che vorrei
Editore Mondadori, 2009

Elena non è soddisfatta della sua vita. Il suo matrimonio si trascina stancamente, senza passione né curiosità. Suo marito è diventato ormai come un fratello. Ha sempre deciso in anticipo come doveva essere la sua vita: la scuola da fare, l'università, l'uomo da sposare... perfino il colore del divano. È diventata moglie prima di diventare donna.
Finché un giorno sente che qualcosa inizia a scricchiolare. La passione e il desiderio si affacciano nella sua quotidianità, costringendola a mettersi in discussione. Elena si rende conto che un altro modo di vivere è possibile. Forse lei si merita di più, forse anche lei si merita la felicità. Basta solo trovare il coraggio di provare, di buttarsi, magari di sbagliare.

Le prime luci del mattino
Editore Mondadori, 2011

Lorenzo non sa amare, o semplicemente non sa dimostrarlo.
Per questo motivo si trova di fronte a due amori difficili da riconquistare, da ricostruire: con un padre che forse non c'è mai stato e con una lei che se n'è andata. Forse diventare grandi significa imparare ad amare e a perdonare, fare un lungo viaggio alla ricerca del tempo che abbiamo perso e che non abbiamo più. È il percorso che compie Lorenzo, un viaggio alla ricerca di se stesso e dei suoi sentimenti, quelli più autentici, quelli più profondi. Questo libro di Fabio Volo è forse il più sentito, il più vero, e la forza di questa sincerità viene fuori in ogni pagina. Ci si ritrova spesso a ridere in momenti di travolgente ironia. Ma soprattutto ci si ritrova emozionati, magari commossi, e stupiti di quanto la vita di Lorenzo assomigli a quella di ciascuno di noi.

Nessun commento: