2015-03-13

Pensiero - Frasi sul Pensare e sui Pensatori

Raccolta dei migliori aforismi e delle frasi più intense sul pensare e sui pensatori. In appendice è riportato un approfondimento sulla celebre locuzione di Cartesio: "Cogito ergo sum" (Penso dunque sono). Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa dedicate alla riflessione e alla meditazione.
Il pensiero fa la grandezza dell'uomo. (Blaise Pascal)
1. Pensiero
© Aforismario

Semina un pensiero e raccoglierai un'azione, semina un'azione e raccoglierai un'abitudine, semina un'abitudine e raccoglierai un carattere, semina un carattere e raccoglierai un destino.
Anonimo (attribuito a Charles Reade, Buddha e altri - vedi Citazioni errate)

Veri sono solo i pensieri che non comprendono sé stessi.
Theodor Adorno, Minima moralia, 1951

La mancanza di pensiero − l'incurante superficialità o la confusione senza speranza o la ripetizione compiacente di «verità» diventate vuote e trite − mi sembra tra le principali caratteristiche del nostro tempo.
Hannah Arendt, La condizione umana, 1958

Se il pensiero è sicuramente inefficace senza azione, l'azione senza pensiero lo è altrettanto.
Zygmunt Bauman, Paura liquida, 2008

Tutto quello che siamo è il risultato di quello che abbiamo pensato; si trova nei nostri pensieri; è costituito dai nostri pensieri. Se qualcuno parla o agisce sulla base di un pensiero puro, la felicità lo segue come un'ombra che mai lo abbandona.
Siddhārtha Gautama Buddha, Dhammapada (Versi della Legge), V sec. a.e.c.

Controlli il saggio i suoi pensieri, perché essi sono difficili da percepire, assai abili, ed essi accorrono verso ogni stimolo: i pensieri ben controllati portano la felicità.
ibidem

Si possono ripetere le azioni: i pensieri non ritornano mai identici.
Francesco Burdin, Un milione di giorni, 2001

Leggere pensieri altrui stimola il cervello a produrne di propri: come guardare le donne degli altri eccita il desiderio sessuale. Ma come le donne non appartengono a nessuno, anche i pensieri non hanno padrone.
Francesco Burdin, Un milione di giorni, 2001

Il primo uomo cui venne in testa un pensiero, lo avrà scacciato come sintomo di una brutta malattia.
Pino Caruso, Ho dei pensieri che non condivido, 2009

Il pensiero consola di tutto, a tutto rimedia. Se talvolta è lui a farvi del male, chiedetegli il rimedio relativo: lo avrà senz'altro.
Nicolas de Chamfort, Massime e pensieri, 1795 (postumo)

Ogni pensiero dovrebbe richiamare la rovina di un sorriso.
Emil Cioran, Sillogismi dell'amarezza, 1952

Il pensiero è il più grande nemico della perfezione.
Joseph Conrad, Vittoria, 1915

La mente si comporta come quei giovani dissoluti che corrono dietro alle ragazze con l'aria sventata, il volto sorridente, l'occhio vivace e il nasino all'insù, corteggiandole tutte senza attaccarsi a nessuna di loro. Ecco: i miei pensieri sono le mie puttane.
Denis Diderot, Il nipote di Rameau, 1762

La forma è la carne del pensiero, come il pensiero è l'anima della vita.
Gustave Flaubert, Memorie di un pazzo, 1838

Niente è più potente della parola: una catena di forti ragioni e di alti pensieri è un legame che non si rompe. La parola, come la fionda di David abbatte i violenti e fa cadere i forti. È l’arma invincibile. Se così non fosse, il mondo apparterrebbe ai bruti armati. Chi invece li tiene lontani? Solo, nudo ed inerme, il pensiero.
Anatole France, Il signor Bergeret a Parigi, 1901

Tutti i pensieri intelligenti sono già stati pensati; occorre solo tentare di ripensarli.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

Se non si può pensare completamente un pensiero, a uno pare di perdere una parte del suo io, anzi quasi, come se fosse intimamente legato in qualche posto e se ne fosse tentato invano di liberare. Ogni pensiero è un possesso che bisogna conquistare all'universo, alla potenza che lo tiene stretto.
Christian Friedrich Hebbel, Diario, 1835/63

Soltanto il pensiero vissuto ha valore.
Hermann Hesse, Demian, 1919

I pensieri sono veramente cose, e per giunta potenti, specie se li si abbina alla chiarezza di intenti, alla tenacia e al desiderio ardente di tradurli in ricchezze o altri oggetti materiali.
Napoleon Hill, Pensa e arricchisci te stesso, 1938

Scambiandosi i loro pensieri, gli uomini comunicano come nei baci e gli abbracci; chi accoglie un pensiero non riceve qualcosa, ma qualcuno.
Hugo von Hofmannsthal, Il libro degli amici, 1922

Nei nostri pensieri ha molta più parte la volontà che l'intelligenza.
ibidem

Troppi pensieri nel mondo d'oggi; non grandi pensieri.
Joseph Joubert, Pensieri, 1838 (postumo)

Sembra che gli uomini abbiano avuto il dono della parola non per nascondere i pensieri, ma per nascondere il fatto che non hanno pensieri.
Søren Kierkegaard, Diario, 1834/55

I propri pensieri non devono essere sempre necessariamente nuovi. Ma è facile che colui che ha un nuovo pensiero lo abbia da un altro.
Karl Kraus, Detti e contraddetti, 1909

Ci sono dei precursori che imitano gli originali. Se due hanno un pensiero, esso non appartiene a quello che lo ha avuto prima, ma a quello che lo ha avuto meglio.
Karl Kraus, Pro domo et mundo, 1912

Pensare, senza comunicare ad altri il proprio pensiero, non procura nessuna attrattiva. Solo l'uomo povero di idee, dopo averne scovata una con grande fatica, la nasconde prudentemente per incollarle più tardi l'etichetta col proprio nome. L'uomo ricco di intelligenza trabocca di pensieri, e li semina a piene mani.
Pëtr Kropotkin, La morale anarchica, 1890

I grandi pensieri vengono dalla mente e non dal cuore come si è sostenuto, ma è dal cuore che essi traggono la loro forza.
Gustave Le Bon, Aforismi dei tempi presenti, 1913

Il pensiero senza azione è una vana illusione, l'azione senza il pensiero uno sforzo vano.
ibidem

Essendo il Pensiero quel che c'è di più nobile nell'uomo, non vedo perché non vi possa andare unito qualche rischio di sofferenza e persino di morte.
Charles Maurras, su Gazzette de France, 1898

Molti pensieri inquieti e inquietanti affollano l'oscurità nei meandri della mente perché temono la luce.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Diffidare dei pensieri che si affollano alla mente a frotte. Quello eletto fa il vuoto intorno a sé e avanza solitario.
ibidem

Pensieri che temono la luce, si affacciano timorosi e palpitanti alla mente nel buio come farfalle notturne.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

I pensieri sono azioni.
Friedrich Nietzsche, Frammenti postumi, 1869/89

Il pensiero fa la grandezza dell'uomo.
Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo)

Ma che cosa è questo pensiero? Quanto è insulso! Lo spirito di questo sovrano giudice del mondo non è cosi indipendente, che non è soggetto ad essere turbato dal primo rumore che gli si produca attorno. Non occorre il rombo di un cannone per impedirgli di pensare: basta il cigolio d'una banderuola o d'una carrucola. Non meravigliatevi se in questo momento non ragiona bene; una mosca gli ronza intorno agli orecchi; ce n'è abbastanza per renderlo incapace di ben giudicare. Se volete che possa trovare la verità, scacciate quella bestiola che tiene la sua ragione in scacco, e turba quella potente intelligenza che governa città e regni. Ameno questo iddio! O ridicolissimo eroe!
Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo)

Il pensiero può essere elevato senza avere l’eleganza, ma, nella misura in cui non avrà eleganza, gli verrà meno la capacità di agire sugli altri. La forza senza la destrezza è una semplice massa.
Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

I nostri pensieri sono le ombre delle nostre azioni.
Francis Picabia, Scritti, 1975/78 (postumo)

La nostra testa è rotonda per permettere ai pensieri di cambiare direzione.
Francis Picabia, La Pomme de pins, 1922

Come ci sono figli illegittimi, ci sono anche pensieri bastardi.
Luigi Pirandello, Ciascuno a suo modo, Milano, 1924

Il pensiero è soltanto un lampo tra due lunghe notti, ma questo lampo è tutto.
Henri Poincaré, Il valore della scienza, 1905

Esprimi il tuo pensiero in modo conciso perché sia letto, in modo chiaro perché sia capito, in modo pittoresco perché sia ricordato e, soprattutto, in modo esatto perché i lettori siano guidati dalla sua luce.
Joseph Pulitzer (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La profondità di un pensiero non è di per sé una qualità. Un pensiero ci appare profondo quando è chiaro, forte e genuino, cioè quando è circonfuso dal soffio dell'esperienza vissuta alla quale deve la sua origine. Talvolta però la profondità di un pensiero si palesa solo tramite la forma d'arte con cui viene espresso, e certo, ancor più di frequente, è soltanto simulata.
Arthur Schnitzler, Il libro dei motti e delle riflessioni, 1927

A dare maggior profondità di pensiero non è tanto una grande intelligenza, quanto un profondo dolore.
Giovanni Soriano, Maldetti, 2007

I pensieri poco o per nulla ordinari sono prerogativa del genio, del folle e del bambino.
ibidem

La storia della filosofia, in fondo, non è che la storia dei limiti del pensiero umano.
ibidem

I pensieri migliori sono quelli che si staccano da soli dalla mente come frutti maturi dall’albero.
Giovanni Soriano, Maldetti, 2007

Cioran ambiva a concepire «un solo e unico pensiero – ma che mandasse in frantumi l’universo». Io, piú modestamente, mi accontenterei di un pensiero che, da solo, giustificasse un’esistenza. La mia.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Non c’è forse oggetto al mondo che contenga, nella forma piú variegata, un maggior numero di corbellerie, errori e astrusità di un manuale di storia della filosofia. Se, poi, si considera che un testo del genere riassume il meglio, l’essenza del pensiero umano, le conclusioni che se ne possono trarre sono davvero sconfortanti.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Niente è più pericoloso d'un grande pensiero in un piccolo cervello.
Hippolyte-Adolphe Taine, Le origini della Francia contemporanea, 1875/93

La parola è stata data all'uomo per nascondere il pensiero.
Charles-Maurice di Talleyrand-Périgord (attribuito - vedi Citazioni errate)

Ogni piccola pozzanghera, anche fangosa, riflette sempre il cielo. Il nostro pensiero fa altrettanto. Ecco di che inorgoglirci.
Jules Tannery, Pensieri, 1911 (postumo)

I grandi pensieri vengono dal cuore.
Luc de Clapiers de Vauvenargues, Riflessioni e massime, 1746

Gli uomini usano il pensiero per giustificare le proprie ingiustizie, e le parole solo per nascondere i loro pensieri.
Voltaire, Dialoghi, 1763

Se pensi come la maggioranza, il tuo pensiero diventa superfluo. (Paul Valéry)
2. Pensare
© Aforismario

L’uomo è nato per pensare, perciò non c’è momento in cui non lo faccia; ma il puro pensiero, che lo renderebbe felice se potesse sempre sostenerlo, lo affatica e lo abbatte. È una vita uniforme a cui non può adattarsi; egli ha bisogno di movimento e d’azione, cioè ha bisogno di essere talora scosso dalle passioni, di cui sente di aver nel cuore sorgenti tanto vive e profonde.
Anonimo, Discorso sulle passioni d'amore, XVII sex. (attribuito a Blaise Pascal)

Pensare è dire no.
Alain (Émile-Auguste Chartier), Il cittadino contro i poteri, 1926

Tra tutte le cose che la pigrizia umana odia, quella che più odia è pensare. Per alcune nature, una cosa sola è qualche volta ancora più dura che pensare, ed è volere.
Henri-Frédéric Amiel, Grani di miglio, 1854

Bisogna agire da uomo di pensiero e pensare da uomo d'azione.
Henri Bergson, Messaggio al congresso Descartes, 1937

L’arte di pensare è un’arte che va stimata e riverita; ma il farlo sempre si assomiglia all’avaro che conta e riconta perpetuamente i suoi scudi: qualche volta bisogna spendere, qualche volta bisogna non pensare; se no all’ultimo, spesso, invece di una scoperta, ti trovi di aver pensato un’emicrania.
Carlo Bini, Manoscritto di un prigioniero, 1833

Bisogna vivere come si pensa, altrimenti, presto o tardi, si finirà per pensare a come si è vissuto.
Paul Bourget, Il demone meridiano, 1914

Quel che si pensa ogni giorno può anche non essere sempre importante. Ma enormemente importante è quel che ogni giorno… non si è pensato.
Elias Canetti, La provincia dell'uomo, 1973

Chi vuole pensare deve rinunciare a darsi da fare.
Elias Canetti, La tortura delle mosche, 1992

Pensare è un piacere faticoso, come fare sport.
Antonio Castronuovo, Se mi guardo fuori, 2008

Sono felici solo coloro che non pensano mai, vale a dire coloro che pensano giusto il poco che basta per vivere.
Emil Cioran, Al culmine della disperazione, 1934

Pensare significa smettere di venerare, significa levarsi contro il mistero e proclamarne il fallimento.
Emil Cioran, La tentazione di esistere, 1956

Occorre pensare veramente, sentendo di pensare ciò che è assolutamente vero, trasfondersi interamente, perdersi nel proprio pensiero. E perdersi per ritrovarsi, perchè ogni soluzione è sempre un nuovo problema.
Francesco Coppola, Politica, 1926

Pensare come i nostri contemporanei è la ricetta della prosperità e della stupidità.
Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, 1977/92

Pensare non prepara a vivere, né vivere prepara a pensare.
ibidem

Spesso il pensare si riduce a inventare ragioni per dubitare dell'evidente.
ibidem

Avere opinioni è il modo migliore per eludere l'obbligo di pensare.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

L'importante è pensare meno, ricordare e immaginare e aspettare meno. Prendere subito quello che c'è e basta.
Andrea De Carlo, Di noi tre, 1997

È il ben pensare che conduce al ben dire.
Francesco De Sanctis, La giovinezza, 1889 (postumo)

Si pensa come si vive.
Demostene, Olintiache, 348/49 a.e.c.

Io penso, dunque sono
René Descartes (Cartesio), Discorso sul metodo, 1637

Che cosa, dunque, io sono? Una cosa che pensa. Che cos'è una cosa che pensa? Una cosa che dubita, concepisce, afferma, nega, vuole, non vuole, immagina e sente.
René Descartes (Cartesio), Meditazioni metafisiche sulla filosofia prima, 1641

Cogito ergo sum. (Penso, dunque sono)
René Descartes (Cartesio), Principi di filosofia, 1644

Il fine dell'uomo consiste nel pensare, non nell'agire. Qualsiasi sciocco è in grado di agire.
Friedrich Dürrenmatt, Giustizia, 1985

Pensare non è essere d'accordo o in disaccordo: questo è votare.
Robert Frost (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

È comodo pensare come gli altri. Ma pensare come gli altri significa spesso non pensare.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Il pensar bene non è di molti; e il far pensar e altrui è di pochi
Pietro Giordani, Istruzione per l’arte di scrivere, 1821

Arriviamo a capire che cosa significa pensare quando noi stessi pensiamo. Perché un tale tentativo riesca, dobbiamo essere preparati ad imparare a pensare. Non appena ci impegniamo in questo imparare, abbiamo già anche confessato che non siamo capaci di pensare. Eppure, l'uomo significa colui che può pensare, e ciò a giusto titolo.
Martin Heidegger, Che cosa significa pensare?, 1954

Molte persone credono di pensare, ma in realtà stanno solo riorganizzando i loro pregiudizi.
William James (attribuito)

Tutta la vita dello Stato e della società è fondata sul tacito presupposto che l'uomo non pensi. Una testa che non si offra in qualsiasi situazione come un capace spazio vuoto non avrà vita facile nel mondo.
Karl Kraus, Detti e contraddetti, 1909

Chi poco pensa, molto erra.
Leonardo da Vinci, Codice H, 1492-1516

Spesso chi pensa non è sicuro di pensare, il suo pensiero ondeggia fra l'accorgersi e il sognare, gli sfugge di tra le mani, rifiuta di lasciarsi afferrare e configgere sulla carta in forma di parole. Ma invece chi soffre sì, chi soffre è ahimè sicuro sempre, sicuro di soffrire ed ergo di esistere.
Primo Levi, Lilít e altri racconti, 1982

Quando tutti pensano nello stesso modo, nessuno pensa molto.
Walter Lippmann, Le sfide della diplomazia, 1915

Pensa, è gratis.
Joaquín Lorente, Pensa, è gratis, 2010

Spesso la pensiamo in modo diverso da come ce la raccontiamo tra noi; e a volte persino da come ce la raccontiamo a noi stessi.
Gianni Monduzzi, Orgasmo e pregiudizio, 1997

Per sottrarsi alla fatica di pensare, i più sono persino disposti a lavorare.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Uno si smarrisce pensando troppo, come pensando poco.
Giovanni Battista Niccolini, in Atto Vannucci, Ricordi della vita e delle opera di G. B. Niccolini, 1866

Chi pensa molto, chi pensa cioè oggettivamente, dimentica facilmente le proprie vicende, ma non dimentica i pensieri che da quelle sono suscitati.
Friedrich Nietzsche, Umano, troppo umano, 1878

La piena risolutezza del pensare e del ricercare, ossia il libero pensiero divenuto proprietà del carattere, rende moderati nell’agire: giacché indebolisce la cupidigia, trae a sé molta dell’energia disponibile a vantaggio di scopi spirituali e mostra la quasi inutilità o l’inutilità e pericolosità di tutti i mutamenti repentini.
ibidem

Quando uno pensa molto e intelligentemente, non solo il suo volto, ma anche il suo corpo acquista un aspetto intelligente.
ibidem

L'uomo non è che un fuscello, il più debole della natura, ma è un fuscello che pensa.
Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo)

L'uomo è visibilmente fatto per pensare; è tutta la sua dignità e tutto il il suo mestiere; e tutto il suo dovere è pensare come si deve.
ibidem

Pensa male, non ti sbaglierai.
Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935/1950 (postumo, 1952)

Vivere è non pensare.
Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

Mai si è vissuto tanto come quando si è pensato molto.
ibidem

Si può pensare a fondo soltanto ciò che si sa, perciò bisogna imparare qualcosa, ma si sa, altresì, soltanto ciò che si è pensato a fondo.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Se l'uomo fosse destinato a pensare, non avrebbe gli orecchi.
Arthur Schopenhauer, Scritti postumi, 1804/60 (postumo 1966/75)

A pensar male del prossimo si fa peccato, ma si indovina.
Marchetti Selvaggiani (attribuito a Giulio Andreotti - vedi Citazioni errate)

Niente di più naturale del pensare. Eppure, quanti sono capaci di un solo pensiero che possa dirsi davvero originale?
Giovanni Soriano, Maldetti, 2007

Si può essere instancabilmente attivi, zelanti sul lavoro, sempre in cerca di compagnia e distrazioni varie, persino logorroici o grandi divoratori di libri, e tutto pur di non pensare, o, meglio, di non pensarsi.
ibidem

È inutile sforzarsi di pensare con la propria testa quando non se ne possiede una.
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

Quando si metteva a pensare era come uno che andasse a tentoni.
ibidem

Quanti son pochi che pensano giustamente dei pochi che pensano! / Quanti non pensano mai che credono di pensare.
Jane Taylor, Saggi in rima, 1816

Se pensi come la maggioranza, il tuo pensiero diventa superfluo.
Paul Valéry, Cattivi pensieri, 1942

Pensare è difficile, però si può benissimo parlare e scrivere senza pensare.
Anacleto Verrecchia, Rapsodia viennese, 2003

Un esperto è un uomo che ha smesso di pensare. Perché dovrebbe pensare? È un esperto.
Frank Lloyd Wright (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

A pensar male si fa peccato, ma quasi sempre si indovina.
Proverbio

È un pensatore: vale a dire
è bravo a vedere le cose più semplici di quel che sono. (Friedrich Nietzsche)
3. Pensatore
© Aforismario

L'autore instancabile di pensieri non per ciò è un pensatore: così come un macellaio di agnelli non può pretendere il titolo di assassino.
Francesco Burdin, Un milione di giorni, 2001

I nostri tentennamenti sono il segno della nostra probità, le nostre sicurezze quello della nostra impostura. La disonestà di un pensatore si riconosce dal numero di idee precise che afferma.
Emil Cioran, Sillogismi dell'amarezza, 1952

Qualunque pensatore, all’inizio della sua carriera, sceglie, suo malgrado, fra la dialettica e i salici piangenti
ibidem

Se si potesse far uso in questioni strettamente letterarie del brutto vocabolo di plagiario, tutti gli scrittori, gli artisti, i pensatori sarebbero plagiari; perché tutti si riattaccano all'arte e al pensiero precedente, svolgendolo e variandolo.
Benedetto Croce, su La Critica, 1903

Il pensatore che si propone di sedurre finisce tra braccia licenziose.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

Il pensatore originale è difficile senza essere oscuro. L'oscurità nasce sempre dall'imperizia con cui i discepoli adoperano il linguaggio del maestro.
ibidem

Ci sono libri e giornali che fanno gli uomini pensatori in camera e sciocchi nel mondo.
Angelo Gatti, Le massime e i caratteri, 1934

Solo un libero pensatore può permettersi di non pensare.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

La felicità suprema del pensatore è sondare il sondabile e venerare in pace l'insondabile.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

Tutti gli uomini pratici cercano di rendersi il mondo adoperabile; tutti i pensatori vogliono renderselo pensabile. Quanto ci riescano gli uni e gli altri, vedano essi stessi.
ibidem

Ogni pensatore che vorrà diventare oratore, ogni uomo di spirito e di cuore che vorrà diventare ed essere eloquente, muovere le masse, dominare le assemblee, agitare gli imperi con la sua parola, non avrà da far altro che passare dalla ragione delle idee al dominio dei luoghi comuni.
Victor Hugo, Oceano, 1989 (postumo)

I Tedeschi si definiscono anche il popolo di Schopenhauer, mentre Schopenhauer era così modesto da non ritenersi affatto il pensatore dei Tedeschi.
Karl Kraus, Di notte, 1918

Date al solitario pensatore la più cara delle sue gioie, quella di sapersi vivo nella vita di tutti.
Paolo Mantegazza, Elementi d'igiene, 1867

Il vero pensatore rasserena e allieta sempre, sia che egli esprima la sua serietà o il suo scherzo, la sua penetrazione umana o la sua indulgenza divina; senza atteggiamenti tetri, mani tremolanti, occhi acquosi, ma sicuramente e semplicemente, con coraggio e vigore, forse con un certo fare cavalleresco e duro, in ogni caso però come vincitore; e proprio ciò rasserena più profondamente e intimamente: vedere il dio vincitore accanto a tutti i mostri che egli ha combattuto.
Friedrich Nietzsche, Schopenhauer come educatore, 1874

Come può uno diventare pensatore, se non passa almeno una terza parte di ogni giorno senza passioni, uomini e libri?
Friedrich Nietzsche, Umano, troppo umano II, 1879/80

Ci sono sorgenti minerali scroscianti, scorrenti e stillanti ; e analogamente tre specie di pensatori. Il profano li valuta in base alla massa d'acqua, il conoscitore in base al contenuto dell'acqua, ossia in base a ciò che in essi appunto non è acqua.
Friedrich Nietzsche, Umano, troppo umano II, 1879/80

È un pensatore: vale a dire è bravo a vedere le cose più semplici di quel che sono.
ibidem

Più d’uno non diventa pensatore sol perché la sua memoria è troppo buona.
Friedrich Nietzsche, Umano, troppo umano II, 1879/80

In primo luogo ci sono i pensatori superficiali, in secondo luogo i pensatori profondi – quelli che nelle cose vanno a fondo –, in terzo luogo i pensatori radicali, che vanno alla radice delle cose – il che è molto più importante dello scendere soltanto nelle loro profondità! – ci sono infine quelli che ficcano il capo nel pantano: il che però non dovrebbe essere segno né di profondità né di radicalità! Sono i nostri cari pensatori del sottosuolo.
Friedrich Nietzsche, Aurora, 1881

Pensatore a catena. A uno che ha molto pensato, ogni nuovo pensiero che sente o legge, appare subito in forma di catena.
Friedrich Nietzsche, La gaia scienza, 1882

Allegoria. Quei pensatori in cui tutte le stelle si muovono in orbite cicliche, non sono i più profondi; chi scruta entro se stesso come in un immenso spazio cosmico e porta in sé vie lattee, sa anche come siano irregolari tutte le vie lattee: esse conducono fin dentro al caos e al labirinto dell'esistenza.
Friedrich Nietzsche, La gaia scienza, 1882

Dio è una risposta grossolana, una indelicatezza verso noi pensatori.
Friedrich Nietzsche, Ecce Homo, 1888

Un moralista è il contrario di un predicatore di morale; è un pensatore che vede la morale come sospetta, dubbiosa, insomma come un problema. Mi spiace di dover aggiungere che il moralista, per questa stessa ragione, è lui stesso una persona sospetta.
Friedrich Nietzsche, Frammenti postumi, 1869/89

I pensatori della politica si dividono generalmente in due categorie: gli utopisti con la testa fra le nuvole, e i realisti con i piedi nel fango.
George Orwell, Gli anni dell'Observer, 1942/49

L'ignoranza è la vera innocenza. Il grande pensatore è lo scaltro per eccellenza.
Fernando Pessoa, La divina irrealtà delle cose, 2003 (postumo)

Scienza e religione non sono in contrasto, ma hanno bisogno l'una dell'altra per completarsi nella mente di ogni uomo che seriamente rifletta. Non è certo un caso che proprio i massimi pensatori di tutti i tempi siano stati anche nature profondamente religiose, benché non svelassero volentieri il sacrario del loro animo.
Max Planck, Legge di causalità e libero arbitrio, 1923

Chi non ha idee le sostituisce con un sistema. I sistematizzatori sono stati gli uomini che non hanno avuto che una idea. I cosiddetti pensatori organici sono pensatori poveri, dotati della facoltà di sviluppare assimilare trascrivere fatti e teorie. I pensatori disorganici sono quelli che non costruiscon sistema per abbondanza di idee, ne prendono una, la seguitano un poco, poi ne trovano un'altra che piace di più e lasciano la prima. E così via, Don Giovanni di idee. Per fare sistemi bisogna avere i paraocchi come i muli; non vedere che una sola strada. Fare sistemi è un segno di povertà; le isole piccole hanno clima unito, i grandi continenti ne hanno parecchi; e così è delle menti.
Giuseppe Prezzolini, Il Centivio, 1906

I grandi pensatori sono tutti contemporanei tra loro e si richiamano, per amicizie o inimicizie ideali, al di là dei secoli e dei millenni.
Mario Andrea Rigoni, Variazioni sull'impossibile, 1993

Il cristiano moderno è divenuto certamente più tollerante, ma non per merito del cristianesimo. Questo addolcimento del costume è dovuto a generazioni di liberi pensatori, che dal Rinascimento a oggi hanno provocato, nei cristiani, un senso di sana vergogna per molti dei loro tradizionali pregiudizi.
Bertrand Russell, Perché non sono cristiano, 1927

Anche nei pensatori più liberi si trova spesso una certa mancanza di libertà, una certa cautela, per non dire codardia, non appena il discorso cade sull'ambito che si suole definire religioso. Pur avendo rinnegato qualsiasi timore reverenziale, di fronte a certi concetti della tradizione, di fronte a parole legate a concetti religiosi, quel timore sopravvive ancora.
Arthur Schnitzler, Il libro dei motti e delle riflessioni, 1927

Prima di bruciare vivo Vanini, un pensatore acuto e profondo, gli strapparono la lingua, con la quale, dicevano, aveva bestemmiato Dio. Confesso che, quando leggo cose del genere, mi vien voglia di bestemmiare quel dio.
Arthur Schopenhauer, Scritti postumi, 1804/60 (postumo 1966/75)

Lo scrittore di aforismi è spesso un pensatore stanco.
Giovanni Soriano, Maldetti, 2007

Qualunque pensatore che, in parole o scritti, oggi – dopo Feuerbach, dopo Darwin, dopo Nietzsche, dopo Freud, dopo Carnap – abbia ancora l’improntitudine di nominare il nome di dio invano, cioè come se la parola “dio” indicasse un’entità in qualche modo “reale” e non un atavico errore d’interpretazione della realtà, non dovrebbe potersi fregiare del titolo di “filosofo”, ma, piuttosto, dovrebbe essere relegato nella piú infima categoria di ciarlatani che esiste nel campo della metafisica, quella dei “teologi”.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Un nuovo atto di pensiero, un immaginare privo di precedenti discernibili, è l'ambizione, riconosciuta o meno, degli scrittori, dei pittori, dei compositori, dei pensatori.
George Steiner, Dieci (possibili) ragioni della tristezza del pensiero, 2005

I pensatori e i filosofi di tutte le epoche e di tutti i paesi parlano dei loro tempi, come di tempi eccezionalmente scellerati. È logico arguire che gli uomini siano stati scellerati in ogni tempo.
Iginio Ugo Tarchetti, Pensieri, 1869

Cogito ergo sum - Penso dunque sono (René Descartes - Cartesio)
Cogito ergo sum
"Penso dunque sono" è una celebre affermazione del filosofo e matematico francese René Descartes (Cartesio, 1596-1650), il quale la scrisse per la prima volta in francese nel Discorso sul metodo (Discours de la méthode, 1637): "Je pense donc je suis"; e successivamente in latino in Principi di filosofia (Principia philosophiae, 1644): "Cogito ergo sum". Ecco il brano in italiano in cui si trova la frase tratto da: Discorso sul metodo, Mondadori, 1993 (traduzione di Marcella Renzoni):
"Poiché ci sono uomini che si ingannano nei loro ragionamenti, anche in quelli che riguardano i più semplici argomenti di geometria, e cadono in paralogismi, io allora, giudicando che ero soggetto a sbagliare come qualsiasi altro, respinsi come falsi tutti i ragionamenti che prima avevo accolto come dimostrazioni. Considerando infine che gli stessi pensieri che abbiamo da svegli possono venirci anche quando dormiamo, senza che in tale occasione ce ne sia nessuno vero, decisi di fingere che quanto fino ad allora avevo accolto nella mia mente, non fosse più vero delle illusioni dei miei sogni. Subito dopo però mi accorsi che nel momento stesso in cui volevo pensare che tutto fosse falso, era necessario che io, che così pensavo, fossi qualche cosa. Notai, allora che la verità: io penso, dunque sono era così solida e certa, che non avrebbero potuto rimuoverla neppure le più stravaganti supposizioni degli scettici, e quindi giudicai che potevo accoglierla senza esitazione, come primo principio della filosofia che andavo ricercando".
La locuzione "Cogito ergo sum" o "Penso dunque sono" è stata ripresa e variata in tutti i modi. Qui di seguito alcuni esempi.

Ora penso, e ora sono.
Parfois je pense; et parfois je suis.
Paul Valéry, Varietà (Variété, 1924/44)

Dubito, quindi penso.
Fernando Pessoa, La divina irrealtà delle cose, 2003 (postumo)

Cogito ergo sumus. E che ci posso fare?
Joan Fuster, Giudizi finali (Judicis finals, 1960/68)

Il Cartesio della contestazione: coito ergo sum.
Raffaello Franchini, 99 aforismi, 1976

Penso, dunque sono. Credo.
George Carlin, Napalm and Silly Putty, 2001

Coito ergo sum.
Dino Risi, Vorrei una ragazza, 2001

Rogito, ergo sum.
Antonio Romano, Sedotto e abbottonato, 2004

Cogito ergo boom!
Susan Sontag, Diari e taccuini (Reborn: Journals and Notebooks, 1947/63, postumo)

Cogito ergo est
Susan Sontag

Penso, quindi Cartesio esiste.
I think, therefore Descartes exists.
Saul Steinberg

Penso, dunque sono single.
I think, therefore I'm single.
Lizz Winstead (n. 1961)

Penso, quindi sono. E non faccio un cazzo.
Altan

Non cogito, sum.
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

Respiro, dunque sono.
Vito Mancuso, Io e Dio, 2011

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: RiflessioneMeditazione - Idee

Nessun commento: