2015-03-09

Plagio - Citazioni ed esempi di frasi Plagiate

Raccolta di aforismi, frasi celebri e battute divertenti sul plagio, con una serie di esempi di pensieri plagiati. Come afferma Elias Canetti: "Leggendo i grandi autori di aforismi, si ha l'impressione che si conoscessero tutti bene fra loro". Il rischio maggiore per uno scrittore di aforismi, dopo quello di scrivere banalità, è quello di ripetere pensieri già detti da altri. Tale rischio è evitato in maniera drastica da chi plagia consapevolmente, forse travolto dalla bellezza di un aforisma che avrebbe voluto scrivere lui, e del quale si impossessa ri-scrivendolo. Ma accade più spesso che il plagio sia involontario, e si scriva un aforisma che si avvicina molto nella forma e nel contenuto a una frase già scritta da un altro autore, di cui magari non si è mai sentito parlare. Il plagio involontario può comprendere un sottotipo di plagio, che possiamo definire inconscio, per cui si può scrivere in tutta buona fede un aforisma che si pensa originale e frutto della propria creatività, mentre in realtà si tratta di una riflessione che, magari, si era letta in passato e che era rimasta inconsapevolmente nella memoria. Scrive Umberto Galimberti: "Il plagiarismo inconscio può essere definito come una rievocazione senza riconoscimento, come nel caso di musicisti ο scrittori che, senza rendersene conto, adottano temi di altri musicisti ο scrittori precedentemente ascoltati ο letti". [Dizionario di psicologia, 1992].
In questa pagina sono riportati alcuni casi di "plagio" di frasi e pensieri altrui (in rosso); alcuni di essi sono plagi evidenti, ma per la maggior parte non possiamo sapere se siano volontari, involontari o inconsci; in ogni caso, mostrano quanto sia difficile anche per i grandi autori evitare di ripetere il già detto. Se conosci altri casi di "plagio aforistico" oltre a quelli riportati qui, puoi segnalarli ad Aforismario tramite il form dei Contatti nella colonna a destra. Per la quantità elevata di frasi "fatte e rifatte", ai seguenti autori è stata dedicata, rispettivamente, una pagina a parte: Roberto BenigniDaniele Luttazzi e Fabio Volo. Puoi trovare ognuno di questi autori facendo una ricerca nel sito attraverso l'apposita casella posta nel menu a destra. La raccolta dei vari plagi aforistici, volontari o no, è preceduta, a mo' d'introduzione, da una serie di citazioni sul plagio, che in poche parole può essere definito come l'imitazione d'idee o di scritti altrui, fatti passare come originali e come frutto della propria creatività.
Se copi da un autore, è plagio; se copi da tanti, è ricerca.
1. Plagio
© Aforismario

Chi molto legge prima di comporre, ruba senza avvedersene e perde originalità, se ne avea.
Vittorio Alfieri, Vita di Vittorio Alfieri scritta da esso, 1804 (postumo)

Un plagio è la prova del fallimento intellettuale di uno scrittore incapace di digerire le idee degli altri e di riprodurle mediante un proprio lavoro intellettuale, sotto forma originale. Cosí agiscono solo gli uomini sprovvisti di capacità intellettuali o disonesti per vanità, i corvi con penne di pavone.
Michail Bakunin, Stato e anarchia, 1873

Plagiare. Riprendere concetti o stile da un altro scrittore che non si è mai assolutamente letto.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Plagio. Coincidenza letteraria composta da una prima messa in dubbio e da una onorevole posterità.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Vuoi plagiare senza essere scoperto? Plagia i capolavori.
Anselmo Bucci, Il pittore volante, 1930

Curioso quanto io ami plagiarmi. Preferisco sempre ribadire una modesta menzogna detta dodici volte alla inedita e piacevole verità che pur mi viene alle labbra.
Gesualdo Bufalino, Il malpensante, 1987

Cerco di plagiare il lettore e non è bello.
Gesualdo Bufalino, Bluff di parole, 1994

Il lettore nutrito di buone letture diventa l'involontario ma impietoso testimone dei plagi di cui si nutrono i nuovi libri. Perciò è guardato con rancore dai giovani scrittori.
Francesco Burdin, Un milione di giorni, 2001

L’unico modo per evitare il plagio è scrivere battute che non fanno ridere.
Paolo Cananzi (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Libro pieno di citazioni virgolettate. Il vero scrittore mira invece a rubare senza farsi beccare.
Antonio Castronuovo, Se mi guardo fuori, 2008

Le "fonti" di uno scrittore sono le sue ignominie: colui che non ne scopre dentro di sé, o che vi si sottrae, è destinato al plagio o alla critica.
Emil Cioran, Sillogismi dell'amarezza, 1952

La paura della sterilità induce lo scrittore a produrre al di là delle sue risorse e ad aggiungere alle menzogne vissute tante altre menzogne che prende in prestito o forgia. Sotto le "Opere complete" giace un impostore.
Emil Cioran, Sillogismi dell'amarezza, 1952

Quasi tutte le opere sono fatte con sprazzi di imitazione, brividi appresi ed estasi plagiate.
Emil Cioran, Sillogismi dell'amarezza, 1952

Esistere è un plagio.
Emil Cioran, Squartamento, 1979

Un artista originale non può copiare. Per essere originale non ha, dunque, che da copiare.
Jean Cocteau, Il Gallo e l'Arlecchino, 1918

Se rubiamo pensieri dai moderni, sarà giudicato plagio; se dagli antichi, sarà considerato erudizione.
[If we steal thoughts from the moderns, it will be cried down as plagiarism; if from the ancients, it will be cried up as erudition].
Charles Caleb Colton, Lacon, 1820/22

Se si potesse far uso in questioni strettamente letterarie del brutto vocabolo di plagiario, tutti gli scrittori, gli artisti, i pensatori sarebbero plagiari; perché tutti si riattaccano all'arte e al pensiero precedente, svolgendolo e variandolo.
Benedetto Croce, su La Critica, 1903

Copiare da un altro autore è un reato che si chiama "plagio". Copiare da più autori, invece, è una opera meritevole che si chiama "ricerca".
Luciano De Crescenzo, I pensieri di Bellavista, 2005*

A proposito di tedeschi, diceva Tacito: "Germani fingunt et credunt", cioè i tedeschi prima s'inventano le cose e poi si convincono che sono veramente accadute. E' quello che capita a me con i pensieri: se ne sento uno che mi piace lo vado subito a raccontare in giro e poi a forza di raccontarlo mi convinco di esserne stato io l'autore. Ho preso allora questa saggia decisione: ogni volta che ho qualche dubbio sulla paternità di un pensiero la dichiaro subito senza problemi. D'altra parte, se il pensiero è bello, che importanza ha se sono io l'autore o se è un altro? Sono stato tentato addirittura di citare come mio il "Quant'è bella giovinezza, che si fugge tuttavia!"; poi ho capito che non mi conveniva.
Luciano De Crescenzo, I pensieri di Bellavista, 2005

Il rovesciare l'idea altrui è già plagio.
Carlo Dossi, Note azzurre, 1870/1907 (postumo 1912/64)

I poeti immaturi imitano; i maturi rubano.
[Immature poets imitate; mature poets steal].
Thomas Stearns Eliot, Il bosco sacro: saggi sulla poesia e la critica, 1920

Coloro che pubblicano, spacciandoli per propri, gli scritti altrui e valendosi dell'apparenza trasferiscono sulla propria persona una gloria che è frutto del faticoso impegno d'altri, fidano su questo, che se anche saranno accusati di plagio, tuttavia, per qualche tempo, avranno tratto vantaggio dall'inganno.
Erasmo da Rotterdam, Elogio della follia, 1509

Il plagio è una cosa negativa non tanto perché è un furto, quanto perché è una ridondanza.
Joan Fuster, Giudizi finali, 1960/68

L'arte è o plagio o rivoluzione.
Paul Gauguin (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Il plagio è un atto di omaggio. Chi copia ammira.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Il plagio è la base di tutte le letterature, eccettuata la prima, peraltro ignota.
Jean Giraudoux, Siegfried et le Limousin, 1922

L'abbiccì dell'arte è il plagio.
Domenico Giuliotti e Giovanni Papini, Dizionario dell'omo salvatico, 1923

Che cosa vuol dire poi inventare e chi può dire di aver inventato questo o quello? Così anche è in genere una vera stoltezza fare storie di priorità; giacché è solo per inconsapevole presunzione che non ci si vuole riconoscere onestamente come plagiari.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

Ridire le cose già dette e far credere alla gente di sentirle per la prima volta, in ciò consiste l'arte di scrivere.
Remy de Gourmont, Pensieri inediti, 1920/24 (postumo)

Tutta la storia non è che una lunga ripetizione: un secolo plagia l'altro.
Victor Hugo. I miserabili, 1862

L'originalità, temo, è spesso soltanto un plagio non rilevato e frequentemente inconscio.
William Ralph Inge, in Wit and Wisdom of Dean Inge, 1927

Un pensiero è legittimo soltanto se si ha la sensazione di essere colti in flagrante plagio di sé stessi.
Karl Kraus, Detti e contraddetti, 1909

Anche in arte il povero non può prendere niente al ricco; mentre il ricco può prendere tutto al povero.
Karl Kraus, Pro domo et mundo, 1912

Oggi un originale è chi ha rubato per primo.
Karl Kraus, Pro domo et mundo, 1912

Ci sono ingegni, se posso dirlo, inferiori e subalterni, che sembrano fatti per essere il repertorio, il registro o il deposito di tutte le produzioni degli altri ingegni: sono plagiari, traduttori, compilatori; non pensano affatto, dicono quanto altri autori hanno pensato; e siccome la scelta dei pensieri è invenzione, la loro è cattiva, poco esatta e li induce a riportare molte cose, piuttosto che eccellenti cose; non hanno nulla di originale e di loro proprio; non sanno ciò che hanno imparato, e imparano esclusivamente ciò che tutti vogliono decisamente ignorare, una scienza arida, sfornita di attrattive e di utilità, che è esclusa dalla conversazione, che è bandita dal commercio, simile a una moneta fuori corso: si è stupefatti dalla loro lettura e insieme annoiati dal loro colloquiare o dalle loro opere. Sono proprio costoro che i potenti e il volgo scambiano per eruditi, e che i saggi rimandano alla pedanteria.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

I plagiari hanno sonni tranquilli; la Musa, che è donna, difficilmente farà sapere chi fu il primo.
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

Copiare. È proibito, ma si può plagiare.
Luigi Mascheroni, Manuale della cultura italiana, 2010

I cattivi artisti copiano, i geni rubano.
Pablo Picasso (attribuito - vedi "Citazioni errate" su Aforismario)

Di scrittori originali non ce ne sono e si è sempre il plagiario di qualcuno.
Pitigrilli (Dino Segre), Dizionario antiballistico, 1953

Citare è un’arte difficile. Non è appropriarsi di una espressione, ma farla propria. Diceva Virgilio, a quelli che lo accusavano di plagio: «Perché non tentano anche loro gli stessi furti? È più facile strappare la clava a Ercole che un verso a Omero».
Giuseppe Pontiggia, Prefazione a Guido Morselli, Diario, 1938/73

Il plagio si opera a freddo, l’influenza avviene per potere medianico, incoscienza; non è disonesta.
Pierre Reverdy, Il guanto di crine, 1927

I titoli peggiori sono quelli rubati, vale a dire quei titoli che sono già stati di un altro libro: essi sono, in primo luogo, un plagio e, in secondo luogo, la dimostrazione più convincente della più totale mancanza di originalità: perché colui che non ne ha tanta da escogitare un titolo nuovo per il suo libro sarà ancor meno capace di mettervi un nuovo contenuto.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

I buoni compositori non imitano, rubano.
Igor' Stravinskij (attribuito - vedi "Citazioni errate" su Aforismario)

Il furto letterario si chiama plagio o cultura.
Italo Tavolato, Giubbe Rosse, 1913

Il plagio consiste nel presentare come vostre le opere altrui, nel cucire nelle vostre rapsodie lunghi passi di un buon libro con qualche cambiamento. Ma il lettore illuminato, vedendo un pezzo di drappo dorato su un abito di bigello, riconosce subito il ladro maldestro.
Voltaire, Dizionario filosofico, 1764

Le accuse di plagio provengono o dalle sottili e incolori labbra dell'impotenza o dalle bocche grottesche di coloro che, non possedendo niente di proprio, s'illudono di farsi passare per ricchi gridando "al ladro!".
Oscar Wilde, Il critico come artista, 1889

Il segreto dell'originalità è saper celare le proprie fonti.
Aforismario (?)

Autori sconosciuti
  • Adamo è stato l'unico a non poter essere accusato di aver plagiato qualcuno.
  • I bravi artisti copiano, i grandi artisti rubano. [attribuito a Pablo Picasso, Igor Stravinskij e Steve Jobs - vedi "Citazioni errate" su Aforismario].
  • Se copi da un autore, è plagio; se copi da tanti, è ricerca. [If you steal from one author it's plagiarism; if you steal from many it's research - attribuito a Wilson Mizner e altri].
I poeti immaturi imitano; i maturi rubano. (Thomas Stearns Eliot)
Plagio di Aforismi e Pensieri
© Aforismario

L'esperienza è la somma dei nostri disinganni.
Paul Auguez, Moderno e rococò, 1854

L'esperienza non è che la somma delle nostre delusioni.
Henri Frédéric Amiel, Diario intimo, 1839/81 (postumo, 1976/94)

*Questo è un esempio di "plagio involontario", perché probabilmente nessuno dei due autori era a conoscenza del pensiero dell'altro.

*****
L'umorismo serve a ricordarci che, per quanto sia alto il nostro trono, vi stiamo seduti poggiando sempre il didietro.
Romano Battaglia, Sulla riva dei nostri pensieri, 2000

Anche sul trono più alto del mondo, si sta seduti sul proprio culo.
Michel de Montaigne, Saggi, 1580/95

*****
La felicità più grande consiste nell'accettare i nostri limiti e amarli.
Romano Battaglia, La strada di Sin, 2004

La felicità sta nel conoscere i propri limiti e nell'amarli.
Romain Rolland, Gian Cristoforo, 1904/12

*****
Ci sono persone che [...] mostrano sempre la faccia cupa e non si rendono conto che il giorno più sprecato è proprio quello in cui non hanno mai sorriso.
Romano Battaglia, Silenzio, 2005

La più perduta di tutte le giornate è quella in cui non si è riso.
Nicolas de Chamfort, Massime e pensieri, 1795 (postumo)

*****
Il tempo non ha lasciato nessun segno di saggezza nell'animo umano e non si è ancora capito che quanto maggiore è il potere tanto più pericoloso è l'abuso.
Romano Battaglia, Silenzio, 2005

Quanto più grande il potere, tanto più pericoloso l'abuso.
Edmund Burke, Discorso, 1771

*****
La speranza illumina il cammino futuro ed è un prestito fatto alla felicità.
Romano Battaglia, Silenzio, 2005

La speranza è un prestito fatto alla felicità.
Antoine Rivarol, Massime e pensieri, 1808

La speranza è un prestito fatto alla felicità.
Véra de Bénardaky de Talleyrand-Périgord, Nuovi pensieri e vecchi ricordi, 1912

*****
Quante volte crediamo di provare nostalgia per un certo luogo lontano, mentre quello che sentiamo è il rimpianto per i giorni trascorsi in quel posto quando eravamo ragazzi.
Romano Battaglia, Silenzio, 2005

Talvolta noi crediamo di sentire la nostalgia di un luogo lontano, mentre in verità abbiamo nostalgia del tempo che laggiù abbiamo trascorso, quando eravamo più giovani e più freschi.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

*****
Persino gli stolti quando tacciono passano per persone intelligenti.
Romano Battaglia, L’uomo che vendeva il cielo, 2011

Anche lo stolto, se tace, passa per saggio e, se tien chiuse le labbra, per intelligente.
Libro dei Proverbi, Antico Testamento, V sec. a.e.c.

*****
La politica è il modo migliore di servirsi delle persone facendo credere loro di servirle.
Romano Battaglia, L’uomo che vendeva il cielo, 2011

La politica è l'arte di servirsi degli uomini facendo loro intendere di servirli.
Louis Dumur, Piccoli aforismi, 1892

*****
La condizione essenziale per essere felici è una buona digestione.
Romano Battaglia, L’uomo che vendeva il cielo, 2011

La condicio sine qua non della saggezza e della felicità, è una buona digestione.
Charles Lemesle, Misophilanthropopanutopies, 1833

*****
La noia è la malattia delle persone che stanno bene e non hanno pensieri. I disgraziati non si annoiano mai perché hanno troppo da fare per sopravvivere.
Romano Battaglia, L’uomo che vendeva il cielo, 2011

La noia è la malattia delle persone felici; i disgraziati non si annoiano, hanno troppo da fare.
Abel Dufresne, Pensieri, massime e caratteri, 1826

*****
Le parole eleganti non sono sincere. Le parole sincere hanno vestiti semplici.
Romano Battaglia, L’uomo che vendeva il cielo, 2011

Le parole sincere non sono belle, le belle parole non sono sincere.
Lao Tzu, Tao Te Ching, ca. V sec. a.e.c.

*****
Quando ti guardi allo specchio, ti illudi di essere sempre lo stesso e di portare bene gli anni. La realtà è che con il tempo ti si è abbassata la vista.
Romano Battaglia, L’uomo che vendeva il cielo, 2011

Quando invecchiamo, Dio fa in modo che la nostra vista s'indebolisca così che guardandoci allo specchio possiamo dire: "Non sono cambiata affatto".
Helen Hayes (Fonte sconosciuta)

*****
I torti ricevuti li incidiamo sulla pelle, i benefici li scriviamo sull’acqua.
Romano Battaglia, L’uomo che vendeva il cielo, 2011

Gli uomini, se qualcuno gli fa un brutto tiro, lo scrivono nel marmo; ma se qualcuno gli fa un favore, lo scrivono sulla sabbia.
Thomas More, Storia di re Riccardo III, XVI sec. (postumo)

*****
Beati quelli che hanno fame e sete di giustizia, perché saranno giustiziati.
Piergiorgio Bellocchio, Dalla parte del torto, 1989

Beati gli assetati di giustizia, perché saranno giustiziati.
Angelo Cecchelin (1894 -1964)

*****
In certi casi la donna può sostituire la masturbazione, certo che richiede molta più fantasia.
Romano Bertola, Le caramelle del diavolo, 1991

Talvolta la donna è un utile surrogato della masturbazione. Naturalmente ci vuole un sovrappiù di fantasia.
Karl Kraus, Detti e contraddetti, 1909

*****
Capita a volte di sentirsi per un minuto felici. Non fatevi cogliere dal panico: è questione di un attimo e passa. 
Gesualdo Bufalino, Il malpensante, 1987

Ci sono momenti in cui tutto va per il verso giusto. Non occorre spaventarsi. Sono momenti che passano.
Jules Renard, Journal, 1887-1910 (postumo 1925-27)

*****
È incredibile con quanta prontezza e buona grazia ci rassegniamo alle disgrazie altrui.
Francesco Burdin, Un milione di giorni, 2001

Tutti abbiamo forza sufficiente per sopportare i mali altrui.
François de La Rochefoucauld, Massime, 1678

*****
Il fatto che sono morti non testimonia affatto che siano vissuti.
Francesco Burdin, Frammenti di un mondo in bilico, 1991

Il fatto che sia morto, non significa affatto che sia vissuto.
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

*****
La maldicenza rende peggiore chi la usa, chi la ascolta, e talora anche chi n'è l'oggetto.
Cesare Cantù, Attenzione!, 1871

La maldicenza rende peggiore chi parla e chi ascolta, e per lo più anche chi n'è l'oggetto.
Alessandro Manzoni, Osservazioni sulla morale cattolica, 1819

*****
Chi viaggia ha scelto come mestiere quello del vento.
Fabrizio Caramagna, su Aforisticamente, 2014

Il viaggiatore viaggia solo e non lo fa per tornare contento, / lui viaggia perché di mestiere ha scelto il mestiere di vento.
Mercanti di Liquore, Il viaggiatore, in La musica dei poveri, 2002

*****
Gli italiani non hanno tempo di leggere libri perché sono troppo impegnati a scriverli.
Pino Caruso, Appartengo a una generazione che deve ancora nascere, 2014

Se in Italia si leggono pochi libri, è solo per mancanza di tempo: sono tutti impegnati a scriverne.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

*****
Dio può tutto tranne che suicidarsi.
Pino Caruso, Ho dei pensieri che non condivido, 2009

Dio può tutto – tranne suicidarsi.
Malcolm de Chazal, Senso plastico, 1948

*****
A guardare il mondo tutto il giorno, il sole, al tramonto, scappa rosso di vergogna.
Pino Caruso, Ho dei pensieri che non condivido, 2009

Il sole arrossisce di sera per quello che ha visto di giorno.
Proverbio

*****
Molti ospiti, molta canaglia.
Guido Ceronetti, Pensieri del tè, 1987

Dove si trovano molti ospiti, vi è molta canaglia, anche se tutti quanti avessero delle decorazioni sul petto.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851


*****
C'è un solo modo per possedere tutto: non desiderare niente.
Emil Cioran, Quaderni 1957-1972 (postumo, 1997)

Non desiderando nulla, si possiede tutto.
Ippolito Nievo, Le confessioni di un italiano, 1867 (postumo)

*****

Prima trovare. Poi cercare.
Jean Cocteau, Diario di uno sconosciuto, 1952

Dopo aver trovato, è allora che bisogna cercare.
Mino Maccari, Fogli da un taccuino, 1948

*****
Il grado di civiltà di una società si misura dal numero di parassiti che tollera.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92 [cfr. citazione di Friedrich Nietzsche]

Ancora nessun pensatore ha avuto il coraggio di misurare il grado di salute di una società, e dei singoli, dalla quantità di parassiti che essa può sopportare.
Friedrich Nietzsche, Aurora, 1881
*****

Copiare da un altro autore è un reato che si chiama "plagio". Copiare da più autori, invece, è una opera meritevole che si chiama "ricerca".
Luciano De Crescenzo, I pensieri di Bellavista, 2005*

Quando rubi da un autore, è plagio; quando rubi da tanti, è ricerca.
Wilson Mizner (1876-1933, attribuito)

*Straordinario caso di "plagio al quadrato": copiare da un altro autore un aforisma che parla di plagio!

*****
In genere passiamo la gioventù a rovinarci la salute e la vecchiaia a curarla.
Luciano De Crescenzo, I pensieri di Bellavista, 2005

L'uomo passa la prima metà della vita a rovinarsi la salute, e la seconda metà a guarirsi.
Joseph Léonard (Cheverry), Debutto poetico, 1823

*****
Buona Pasqua e Buon Natale, e poi ancora Buona Pasqua e Buon Natale, e così, senza che uno se ne accorga, passa la vita.
Luciano De Crescenzo, I pensieri di Bellavista, 2005

Le Pasque, i Ferragosti, i Natali... I Natali, le Pasque, i Ferragosti... Così se ne va la nostra vita.
Gesualdo Bufalino, Bluff di parole, 1994

*****
Speranza – sogno di chi veglia.
Carlo Dossi, Note azzurre, 1870/1907 (postumo 1912/64)

La speranza è un sogno fatto da svegli.
Aristotele, in Diogene Laerzio, Vite dei filosofi, III sec.

*****
L’assenza è all'amore come il vento al fuoco: spegne il piccolo, fa avvampare il grande.
Umberto Eco, L’isola del giorno prima, 1994

La lontananza fa all'amore quello che il vento fa al fuoco: spegne il piccolo, scatena il grande.
Roger de Bussy-Rabutin, Storia amorosa delle Gallie, 1666

*****
Iniettarsi eroina si dice in italiano "bucarsi". Il corpo si fa "abisso", che etimologicamente significa "senza fondo". Allo stesso modo in francese "essere alcolizzato" si dice "bere come un buco" (boire comme un trou). Tossici e alcolizzati parlano in greco antico e descrivono la loro incapacità di "contenere" con immagini platoniche. 
Umberto Galimberti, L'ospite inquietante, 2007

Iniettarsi eroina si dice, in italiano, bucarsi... Il corpo si fa abisso − che significa, etimologicamente, "senza fondo"... Essere alcolizzato si dice, in francese, boire comme un trou, bere come un buco... E anche se non parlano il greco antico, lo dicono con immagini platoniche.
Giulia Sissa, Il piacere e il male, 1999

*****
Cinico. Un uomo che conosce il prezzo di ogni cosa e non conosce il valore di nessuna.
John Garland Pollard, A Connotary, 1932

Un cinico è un uomo che conosce il prezzo di tutto e il valore di nulla.
Oscar Wilde, Il ventaglio di lady Windermere, 1892

*****
Ci affliggiamo per un nonnulla perché un nonnulla basta ad affliggerci. 
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Basta poco per consolarci perché poco basta per affliggerci.
Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo)

*****
Il pentimento, più che dal rimorso del peccato, nasce dal timore del castigo.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Il nostro pentimento non è tanto un rimorso per il male che abbiamo fatto, quanto un timore per quello che ce ne può venire.
François de La Rochefoucauld, Massime, 1678

*****
La vita è un pendolo fra lo sbadiglio e il pianto, la noia e l'angoscia.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

La vita oscilla come un pendolo, di qua e di là, tra il dolore e la noia, che sono in realtà i suoi veri elementi costitutivi.
Arthur Schopenhauer, Il mondo come volontà e rappresentazione, 1819

*****
Non basta fare le cose buone; bisogna anche farle bene.
Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

Non basta fare il bene, bisogna anche farlo bene.
Denis Diderot, Lettera a Sophie Volland, 1762

*****
Il pessimista è uno che si è informato.
Carlo Gragnani, A conti (quasi) fatti, 1989

I pessimisti sono soltanto degli ottimisti meglio informati.
Detto russo

*****
Alle donne piacciono gli uomini silenziosi: credono che le ascoltino.
Massimo Gramellini, L'ultima riga delle favole, 2010

Alle donne piacciono gli uomini silenziosi. Credono che ascoltino.
[Les femmes aiment les hommes silencieux. Elles croient qu'ils les écoutent].
Marcel Achard (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

*****
Gli intellettuali si sforzano di stabilire certezze, mentre il loro mestiere è seminare dubbi.
Giordano Bruno Guerri, Pensieri scorretti, 2007

Il compito degli uomini di cultura è più che mai oggi quello di seminare dei dubbi, non già di raccogliere certezze.
Norberto Bobbio, Politica e cultura, 1955

*****
In un mondo ben fatto si dovrebbe poter cambiare una donna di quarant'anni con due di venti.
Roland Jaccard, Dizionario del perfetto cinico, 1982

La mia idea di una moglie di quarant'anni, è che un uomo dovrebbe poterla cambiare, come una banconota, con due di venti.
Douglas Jerrold, Wit e opinioni di Douglas Jerrold, 1859 (postumo)

*****
Secondo matrimonio. Trionfo della speranza sull'esperienza.
Roland Jaccard, Dizionario del perfetto cinico, 1982

Un secondo matrimonio è il trionfo della speranza sull'esperienza.
Samuel Johnson, Vita di Samuel Johnson, 1791

*****
Alcuni scrivono soltanto perché non hanno carattere sufficiente per non scrivere.
Hanns-Hermann Kersten (1928-1986)

Perché scrive certa gente? Perché non ha abbastanza carattere per non scrivere.
Karl Kraus, Detti e contraddetti, 1909

*****
L'assenza attenua le passioni mediocri e aumenta le grandi, come il vento spegne le candele e ravviva il fuoco.
François de La Rochefoucauld, Massime, 1678

La lontananza fa all'amore quello che il vento fa al fuoco: spegne il piccolo, scatena il grande.
Roger de Bussy-Rabutin, Storia amorosa delle Gallie, 1666

*****
Certi aiuti giungono ad un solo patto: che non se ne abbia bisogno.
Mattia Limoncelli, Un mondo in frantumi, 1936

Volete aver molti in aiuto? Cercate di non averne bisogno.
Alessandro Manzoni, I promessi sposi, 1840/42

*****
Amare una donna intelligente è da pederasti.
Marcello Marchesi, Il malloppo, 1971

Amare le donne intelligenti è un piacere da pederasta.
Charles Baudelaire, Razzi, 1855/62 (postumo 1887-1908)

*****
Quando il piacere ha esaurito l'uomo, questi è convinto di essere stato lui a esaurirlo; allora ti racconta, serio e grave, che non vi è nulla che possa soddisfare il cuore umano.
William Somerset Maugham, La giostra, 1904

Quando i piaceri ci hanno esauriti, noi crediamo di aver esauriti i piaceri; e diciamo allora che nulla può appagare il cuore dell'uomo.
Luc de Clapiers de Vauvenargues, Riflessioni e massime, 1746

*****
Che Dio ti perdoni. E ti perdonerà. È il suo mestiere.
Marcello Marchesi, Il malloppo, 1971

"Sicuro che [Dio] mi perdonerà; è il suo mestiere".
Heinrich Heine, 1856. (Risposta data dal poeta, sul letto di morte, al prete che lo richiamava al pensiero della grazia di dio, facendogli sperare di trovare presso di lui il perdono dei suoi peccati).

*****
Mi piacciono tanto i bambini. Specialmente quando piangono. Così li portano via.
Marcello Marchesi, Il malloppo, 1971

Adoro i bambini, specialmente quando piangono, perché a quel punto qualcuno li porta via.
Nancy Mitford, The Water Beetle, 1962

*****
Nessuno è ateo in trincea.
Marcello Marchesi, Il malloppo, 1971

Non ci sono atei in trincea.
Anonimo (attribuito a William Thomas Cummings e altri - vedi "Citazioni errate" su Aforismario)

*****
Niente di più eccitante che passare da stupido agli occhi di un cretino. Sapendolo.
Marcello Marchesi, Il malloppo, 1971

Passare per idiota agli occhi di un imbecille è voluttà da finissimo buongustaio.
Georges Courteline, La filosofia di Georges Courteline, 1922

*****
Quando il piacere ha esaurito l'uomo, questi è convinto di essere stato lui a esaurirlo; allora ti racconta, serio e grave, che non vi è nulla che possa soddisfare il cuore umano.
William Somerset Maugham, La giostra, 1904

Quando i piaceri ci hanno esauriti, crediamo di aver esaurito i piaceri, e diciamo che niente può riempire il cuore dell'uomo.
Luc de Clapiers de Vauvenargues, Riflessioni e massime, 1746

*****
Ammazzare il tempo nell'attesa che il tempo ci ammazzi.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Diciamo di ammazzare il tempo come se, purtroppo, non fosse il tempo ad ammazzare noi.
Alphonse Allais, Il gatto nero, 1890

Il tempo: ciò che l'uomo è sempre intento a cercar di ammazzare, ma che alla fine ammazza lui.
Herbert Spencer (1820-1903)

*****
Lo stupido dice sciocchezze; l'intelligente le fa.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

La gente stupida dice stupidaggini; quella intelligente le fa.
Marie von Ebner-Eschenbach, Aforismi, 1880

*****
Che necessità c'è di agire contro la legge, quand'è così facile compiere azioni illegali al suo riparo.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Perché, o stolti, far birberie fuor della legge? c'è tanto posto di farne dentro!
Carlo Dossi, Note azzurre, 1870/1907 (postumo 1912/64)

*****
Nessuna disgrazia è più facile da sopportare della disgrazia del vicino.
Multatuli, Idee, 1862/77

Tutti abbiamo forza sufficiente per sopportare i mali altrui.
François de La Rochefoucauld, Massime, 1678

*****
A: "Si è lodati solo dai nostri pari!". B: "Sì! E chi ti loda, ti dice: tu sei mio pari!".
Friedrich Nietzsche, La gaia scienza, 1882

Se si loda qualcuno, ci si mette a suo pari.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

*****
Pensa male, non ti sbaglierai.
Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935/1950 (postumo, 1952)

A pensar male si fa peccato, ma quasi sempre si indovina.
Proverbio

*****
Una volta al giorno anche gli orologi fermi dicono la verità.
Pitigrilli, Dizionario antiballistico, 1953

Anche un orologio fermo segna l'ora giusta due volte al giorno.
Hermann Hesse, Il gioco delle perle di vetro, 1943

*****
Rileggere. Si usa per i classici che si leggono la prima volta.
Giuseppe Pontiggia, Le sabbie immobili, 1991

I classici sono quei libri di cui si sente dire di solito: "Sto rileggendo..." e mai "Sto leggendo...".
Italo Calvino, Perché leggere i classici, 1991 (postumo)

*****
Non ho mai conosciuto in vita un uomo che non sapesse sopportare le sventure altrui con perfetta rassegnazione cristiana.
Alexander Pope (1688-1744)

Tutti abbiamo forza sufficiente per sopportare i mali altrui.
François de La Rochefoucauld, Massime, 1678

*****
Coito ergo sum.
Dino Risi, Vorrei una ragazza, 2001

Il Cartesio della contestazione: coito ergo sum.
Raffaello Franchini, 99 aforismi, 1976

*****
Era un buono a nulla, capace di tutto.
Dino Risi, Vorrei una ragazza, 2001

Buoni a nulla, ma capaci di tutto.
Leo Longanesi, La sua signora, 1957

*****
“Ama il prossimo tuo come te stesso”. E se io mi odiassi?
Guido Rojetti, L'amore è un terno (che ti lascia) secco, 2014

Ama il prossimo tuo come te stesso. E se ti odi?
Pino Caruso, Ho dei pensieri che non condivido, 2009

*****
Ho visto per anni e anni uomini sudare e raddoppiare gli sforzi per raggiungere obiettivi che nel frattempo si erano dimenticati.
Paolo Rossi, Si fa presto a dire pirla, 1992

Il fanatismo consiste nel raddoppiare gli sforzi quando si è dimenticato lo scopo.
George Santayana, La vita della ragione, 1905/06

*****
La bellezza è una lettera aperta di raccomandazione che conquista subito i cuori.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

La bellezza è la migliore lettera di raccomandazione.
Aristotele, attribuito in Diogene Laerzio, Vite dei filosofi, III sec.

*****
Ci sono due tragedie nella vita. Una non ottenere ciò che si desidera ardentemente, l'altra ottenerlo.
George Bernard Shaw, Uomo e superuomo, 1903

A questo mondo ci sono due sole tragedie: una è non ottenere quello che si vuole, l'altra è ottenerlo.
Oscar Wilde, Il ventaglio di Lady Windermere, 1892

*****
La civiltà di un popolo si misura dal modo con cui tratta gli animali.
Anacleto Verrecchia, Diario del Gran Paradiso, 1997

La civiltà di un popolo si misura dal modo in cui tratta gli animali.
Gandhi (fonte sconosciuta)

*****
Chi sa tace; chi non sa parla.
Amadeus Voldben (Amedeo Rotondi), Pensieri per una vita serena, 2008 (postumo)

Chi sa non parla, chi parla non sa.
Lao Tzu, Tao Te Ching, ca. V sec. a.e.c.

Note
  1. Se conosci altri casi di plagio di pensieri altrui, puoi segnalarli ad Aforismario per un eventuale inserimento in questa raccolta.
  2. Se cercavi frasi e citazioni sul plagio mentale, vedi: Lavaggio del Cervello

Nessun commento: