Stagioni dell'Anno e della Vita - Frasi e citazioni

Raccolta di aforismi, frasi celebri e proverbi sulle stagioni dell'anno e sulle stagioni della vita. È abbastanza comune paragonare l'alternarsi delle stagioni con le diverse fasi o età della vita, per cui: la primavera rappresenta la fanciullezza; l'estate la giovinezza; l'autunno la maturità; l'inverno la vecchiaia e l'approssimarsi della morte. Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulle singole stagioni dell'anno e sulle varie età della vita [trovi i link in fondo alla pagina].
Centinaia di fiori in primavera, la luna in autunno, la brezza fresca d'estate,
la neve in inverno. Se non occupi la tua mente in inutili cose,
ogni stagione è per te una buona stagione. (Wu-men)
Stagioni
© Aforismario

È il dolore il vero maestro dell'anima; un uomo che conosce solo estati non impara dagli inverni a coprirsi le spalle.
Mirko Badiale (Aforismi inediti su Aforismario)

L'estate è bella d'inverno.
Mirko Badiale (Aforismi inediti su Aforismario)

Spesso cerchiamo disperatamente la felicità rincorrendo chimere, senza accorgerci che sono le semplici cose a rallegrarci il cuore: la natura con le sue stagioni, gli amici, l'amore, le risate, una passeggiata sulla riva del mare.
Romano Battaglia, Sulla riva dei nostri pensieri, 2000

Il vero amore non muore mai. Non conosce stagioni: le ore, i giorni, gli anni sono soltanto frammenti di stelle spente, brandelli di tempo.
Romano Battaglia, Com'è dolce sapere che esisti, 2006

La nostra vita dovrebbe essere semplice e spontanea come le stagioni, con il freddo dell'inverno, il tepore della primavera, il caldo dell'estate e la dolcezza dell'autunno.
Romano Battaglia, Incanto, 2008

Ogni giorno prendi tutto quello che puoi e cerca di farne tesoro perché al mondo non c’è un’altra stagione migliore della vita.
Romano Battaglia, L’uomo che vendeva il cielo, 2011

Oggi nell’aria c’è un presagio di primavera… Primavera, estate, autunno, inverno… Quattro stagioni in tutto, e noi lì a belare: «Che meraviglia!» In realtà questo pianeta ha meno programmi di una lavatrice. Una volta bisognava esserci, ragazzi! Quando le stagioni erano più di mille! Allora sì che ne vedevi di cose: nevicate color genziana… Alberi volanti… Arcobaleni di ghiaccio… Margherite grosse come giostre! Poi la Terra, girando, s’è incantata come un disco e ora ripete l’ossessivo refrain primaveraestate-autunnoinverno… Ma basterebbe una piccola scossa, l’urto di una meteora e ricomincerebbe la sinfonia delle mille stagioni!
Romano Bertola, Le caramelle del diavolo, 1991

Ogni stagione è legata all'altra, incontri e addii formano il cerchio, il sacro centro è la nostra armatura, dove tutto cambia, tutto è eguale.
Marion Zimmer Bradley, L'alba di Avalon, 2004

“Qui avrò la mia dimora estiva, qui quella invernale, qui quella per la stagione delle piogge.” Cosi l'inconsapevole fa progetti, senza soffermarsi un attimo sull'imprevedibilità della morte.
Siddhārtha Gautama Buddha, Dhammapada (Versi della Legge), V sec. a.e.c.

L'uomo dovrebbe, nel corso dell'anno, amare almeno quattro donne diverse: ciascuna che somigli a una diversa stagione.
Gesualdo Bufalino, Il malpensante, 1987

Cosa c'è, per esempio, di più contro Natura che il matrimonio? Se desse retta alla Natura, l'uomo cambierebbe moglie a ogni stagione; e viceversa.
Dino Buzzati, Siamo spiacenti di, 1960

La gente non si accorge se è estate o inverno quando è felice.
Anton Čechov, Tre sorelle, 1900

Nel ciclo della natura, non esistono né vittoria né sconfitta: esiste solo il moto del cambiamento. L'inverno lotta per imporre il suo regno ma, alla fine, è costretto ad accettare la vittoria della primavera, che porta fiori e allegrezza. L'estate cerca di estendere il dominio dei suoi giorni caldi, giacché è convinta che il calore sia un elemento benefico per le genti. Ma finisce per piegarsi all'arrivo dell'autunno, che regala un meritato riposo alla terra.
Paulo Coelho, Il manoscritto ritrovato ad Accra, 2012

La stagione bianca (l'inverno) - la verde (la primavera) - la rossa (l'estate) - la gialla (l'autunno).
Carlo Dossi, Note azzurre, 1870/1907 (postumo 1912/64)

Ogni giorno è un piccolo anno. Ci trovi la primavera nella mattina - l'estate nel mezzodì - l'autunno al dopopranzo - e l'inverno di notte. E così ogni anno è un gran giorno.
Carlo Dossi, Note azzurre, 1870/1907 (postumo 1912/64)

Fuggiremo il riposo, fuggiremo il sonno, supereremo in velocità l'alba e la primavera. E prepareremo giorni e stagioni a misura dei nostri sogni...
Paul Eluard (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Tra un uomo e una donna ciò che chiamano amore è una stagione. E se al suo sbocciare questa stagione è una festa di verde, al suo appassire è solo un mucchio di foglie marce.
Oriana Fallaci, Lettera a un bambino mai nato, 1975

Non c'è che una stagione: l'estate. Tanto bella che le altre le girano attorno. L'autunno la ricorda, l'inverno la invoca, la primavera la invidia e tenta puerilmente di guastarla.
Ennio Flaiano, Diario degli errori  1968

"Ogni frutto ha la sua stagione". Purtroppo.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Che si partecipi distrattamente, senza stupore e gratitudine, a eventi cosmici come il cambio delle stagioni, è triste.
Fausto Gianfranceschi, Aforismi del dissenso, 2012

Se avverti l'armonia del mondo (le stelle, la natura, le stagioni) cerca di atteggiarti affinché di questa armonia il tuo essere sia un elemento.
Fausto Gianfranceschi, Aforismi del dissenso, 2012

I monti, gli alberi e i fiumi mutano il loro aspetto con l’avvicendarsi delle ore e delle stagioni, come un uomo cambia con le esperienze e le emozioni.
Kahlil Gibran, Le ali spezzate, 1912

Se voi sapeste tenere il cuore in stato di meraviglia di fronte ai quotidiani miracoli della vita, il dolore vi apparirebbe non meno mirabile della gioia; E voi accogliereste le stagioni del vostro cuore, così come sempre avete accolto le stagioni che si susseguono sui vostri campi.
Kahlil Gibran, Il profeta, 1923

Voi siete come le stagioni, e sebbene nel vostro inverno neghiate la vostra primavera, tuttavia la primavera, che riposa dentro di voi, sorride nella sua sonnolenza e non è sminuita.
Kahlil Gibran, Il profeta, 1923

Che cosa sono le stagioni degli anni se non i vostri pensieri che cambiano? La primavera è un risveglio nei vostri petti, e l’estate nient’altro che il riconoscimento della vostra fecondità. E non è l’autunno l’antico che canta in voi una nenia al fanciullo che ancora è nel vostro essere? E che cosa, vi chiedo, è l’inverno se non un sonno gonfio dei sogni di tutte le altre stagioni?
Kahlil Gibran, Il giardino del profeta, 1933 (postumo)

La vita è come le stagioni dell’anno. Il malinconico autunno viene dopo la gioiosa estate, e il furioso inverno viene dietro il triste autunno, e la bella primavera appare dopo il terribile inverno.
Kahlil Gibran, Un autoritratto, lettere 1904-1930 (postumo 1959)

Possiamo cambiare con le stagioni, ma le stagioni non potranno cambiare noi.
Kahlil Gibran, Massime spirituali, 1962 (postumo)

Saggio è colui che all'età proporziona gli offici, e quelli che appartengono a una stagione della vita non impone ad un'altra.
Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

Le cose medesime che tentate in tempo sono facili a riuscire anzi caggiono quasi per loro medesime, tentate innanzi al tempo, non solo non riescono allora, ma ti tolgono ancora spesso quella facilitá che avevano di riuscire al tempo suo; però non correte furiosi alle cose, non le precipitate, aspettate la sua maturitá, la sua stagione.
Francesco Guicciardini, Ricordi, 1512/30

− Questo è il mio appartamento. Ti piace? È arredato in stile invernale.
− E com’è d’estate?
− Con le finestre aperte.
Judd Hirsh (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Nel momento in cui abbandoniamo l'illusione di un'eterna primavera, l'eterno volgere di estate e inverno diviene una benedizione.
Bruce Lee, Pensieri che colpiscono, 2000 (postumo)

Ogni uomo lega sé stesso con i ceppi dell'ignoranza, della pigrizia, della preoccupazione per sé stesso
e della paura. Deve liberarsi, accettando il fatto che siamo in questo mondo, e quindi "d'estate sudiamo, d'inverno tremiamo".
Bruce Lee, Pensieri che colpiscono, 2000 (postumo)

Nella primavera l’uomo suole sentirsi più scontento del suo stato, che negli altri tempi. Così ancora nella state più che nel verno. La cagione è che allora l’uomo patisce meno. Però desidera più il godimento e il piacere diretto. Nella primavera poi tanto più sensibile è questo desiderio, quanto è più sensibile la privazione del patimento e dell’incomodità che reca il freddo, la qual cessa allora appunto. La infermità, il timore, il patimento di qualunque sorta volgono l’amor del piacere nell’amor del non patire, o del fuggire il pericolo. l’animo in quello stato, è meno esigente. Il non patire è più possibile ad ottenersi che il godere. Però nell’inverno si sente meno la scontentezza del proprio essere, che nella buona stagione. Nella quale l’animo ripiglia la sua avidità del piacere; e, come è naturale, non lo ritrova mai.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

E come il vento / odo stormir tra queste piante, io quello / infinito silenzio a questa voce / vo comparando: e mi sovvien l'eterno, / e le morte stagioni, e la presente / e viva, e il suon di lei.
Giacomo Leopardi, L'infinito, ca. 1819

Con te conversando, dimentico ogni tempo e le stagioni e i loro mutamenti: tutte mi piacciono allo stesso modo.
[With thee conversing I forget all time; all seasons, and their change, all please alike]. 
John Milton, Paradiso perduto, 1667

Se tornassi al mondo, vorrei soltanto scaldarmi d’inverno e mangiar gelati d’estate.
Charles-Louis de Montesquieu, I miei pensieri, 1716/55 (postumo 1899/01)

L'avvicendarsi delle stagioni si compie, entro di noi, mille volte al giorno.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Forse la nuova aspra realtà dell'uomo si riassume nella constatazione che non esiste più una stagione spensierata.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

L'anno si snoda in quattro stagioni diverse, come se cercasse d'imitare la nostra vita. Tenero, come un bambino che succhi ancora il latte, è l'anno a primavera: allora l'erba fresca e ancora elastica è turgida, morbida, e incanta di speranze i contadini; allora tutto fiorisce e del colore dei fiori sorride la campagna in sboccio, ma nelle fronde ancora non c'è forza. Dopo primavera, l'anno invigorito si trasforma in estate crescendo in baldo giovane: non c'è infatti stagione più robusta, stagione più feconda o ardente dell'estate. E viene l'autunno che, perduto il fervore della giovinezza, è maturo e mite, giusto in equilibrio fra un giovane e un vecchio, con qualche capello bianco sparso sulle tempie. Infine con passo incerto, senile e squallido, giunge l'inverno, spoglio dei suoi capelli o, se qualcuno gliene rimane, canuto. Anche il nostro corpo si modifica senza sosta, continuamente, e domani più non saremo ciò che siamo stati o che siamo.
Publio Ovidio Nasone, Metamorphoseon (Metamorfosi), I sec..

Era la primavera, secondo le favole antiche, la stagione de' rinnovati o comincianti amori: e anche questa è leggenda. Gli uomini, più insaziabili delle bestie, non hanno più, e forse non hanno mai avuto, una sola stagione per la conoscenza dell'amore. E semmai l'hanno trasferita all'incandescente estate: già l'antichissimo Esiodo aveva notato che nell'agosto son più lascive le donne. Ma tutti i mesi, per l'uomo, sono ugualmente propizi.
Giovanni Papini, La spia del mondo, 1955

Le stagioni siamo Noi. L’autunno non è malinconia, perché dovrebbe esserlo? L’inverno non è gelo d’anima, perché dovrebbe esserlo? È tra le nostre ciglia che si nasconde tutta la meraviglia del mondo. Se sappiamo aprire il cuore, se lo faremo davvero, allora la neve ci scalderà come lana e la pioggia ci proteggerà come un abbraccio d’amore.
Selene Pascasi, In attesa di me, 2015

L'uomo è come un albero e in ogni suo inverno levita la primavera che reca nuove foglie e nuovo vigore.
Vasco Pratolini, Cronaca Familiare, 1947

La donna non dovrebbe vivere che una stagione su quattro. Dovrebbe ricomparire tutti gli anni.
Jules Renard, Diario, 1887/1910 (postumo, 1925/27)

Le mutevoli stagioni del cuore. Ho visto amori nascere e sciogliersi come neve dopo il gelo d’inverno, rinverdire al tepore della primavera, per poi risplendere al fulgido sole dell’estate, prima di cadere e disperdersi nel vento come foglie in autunno.
Guido Rojetti, L'amore è un terno (che ti lascia) secco, 2014

Finchè la vita, e la stagion d'amore / ad amare ci invitano / vieni amor mio, e sia colma la deliziosa messe dei baci.
Pierre de Ronsard, Poesie, XVI sec.

Tutto quello che sembra perire muta soltanto. L’uomo è destinato a tornare alla vita, e perciò deve uscirne serenamente. Osserva il ciclo attraverso cui le cose ritornano tutte in se stesse: vedrai che nulla in questo mondo si estingue, ma con moto alterno tramonta e risorge. Se ne va l’estate, ma per tornare l’anno successivo. Passa l’inverno, ma riapparirà nella sua stagione. La notte nasconde il sole, ma subito dopo il giorno porta via la notte.
Lucio Anneo Seneca, Lettere a Lucilio, 62/65

Non desidero una rosa a Natale più di quanto possa desiderar la neve a maggio: d’ogni cosa mi piace che maturi quand’è la sua stagione.
William Shakespeare, Pene d'amor perdute, 1593/96

Ti amo per l'inverno, perché lievita la vita, / ti amo per la primavera perché sgorga la vita, / ti amo per l'estate perché esplode la vita, / ti amo per l'autunno perché si spegne la vita. / Ti amo per la vita perché non sei per una stagione.
Fran Tarel (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

V'e un'eccitazione nella primavera, quando essa sboccia e fiorisce − v'e una felicita nell'estate − una contentezza nell'autunno − un paziente riposo nell'inverno. La Natura non fa nulla in prosa
Henry David Thoreau, Diario, 1837/61

Non più furori reca a me l'estate, / né primavera i suoi presentimenti; / puoi declinare, autunno, / con le tue stolte glorie: / per uno spoglio desiderio, inverno / distende la stagione più clemente!...
Giuseppe Ungaretti, Giorno per giorno, Il dolore, 1940/46

L’avvicendarsi delle stagioni è il cambiamento di scena della natura per non diventare monotona.
Anacleto Verrecchia, Diario del Gran Paradiso, 1997

La maturazione del frutto si attua soltanto quando la pianta riceve gli influssi di ognuna delle quattro stagioni.
Amadeus Voldben (Amedeo Rotondi), Pensieri per una vita serena, 2008 (postumo)

La sofferenza è un solo, lungo momento. Non possiamo dividerla in stagioni.
Oscar Wilde, De Profundis, 1897 (postumo, 1962)

Centinaia di fiori in primavera, la luna in autunno, la brezza fresca d'estate, la neve in inverno. Se non occupi la tua mente in inutili cose, ogni stagione è per te una buona stagione.
Wu-men (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Di primavera fa pasti leggeri. D'estate ricorda che troppo cibo è nocivo. In autunno sta bene attento alla frutta, che non ti faccia male. D'inverno mangia e bevi quanto vuoi.
Regole Sanitarie Salernitane, IX-X sec.

− Tesoro, ho vinto un miliardo alla lotteria! Presto prepara la valigia!
− Fantastico! E cosa devo metterci, roba d’estate o d’inverno?
− Mettici tutto che vai fuori dalle balle!
Anonimo
La gente non si accorge se è estate o inverno quando è felice. (Anton Čechov)
Proverbi sulle Stagioni
  • Frutto fuor di stagione è del ricco o del minchione.
  • La bella stagione viene volando e la brutta nuotando.
  • Metti roba in un cantone e verrà la sua stagione.
  • Ogni cosa ha la sua stagione.
  • Ogni frutto ha la sua stagione.
  • Ogni frutto vuole la sua stagione.
  • Ogni stagione ha il suo frutto.
  • Stagione vende merce.
  • Tutto è buono alla sua stagione.
La lingua dell'uomo è come la pioggia della stagione secca, quella della donna come la pioggia della stagione delle piogge.
Proverbio africano

Si succedono le stagioni, il sole alla luna, la semina al raccolto. Ma solo i grandi saggi e gli stupidi non cambiano mai.
Proverbio cinese

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Primavera - Estate - Autunno - Inverno - Età della vita

Nessun commento: