2015-03-18

Uccelli - Aforismi, frasi e proverbi

Raccolta di aforismi, frasi celebri e proverbi sugli uccelli in genere e su alcune specie di volatili in particolare: cigni, colibrì, colombe, corvi, gabbiani, pappagalli, passeri, rondini. Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sull'aquila e sugli uccelli rapaci (falco, avvoltoio, gufo).
Gli uccelli nati in una gabbia pensano che volare sia una malattia. (Alejandro Jodorowsky)
1. Uccelli
© Aforismario

Fra i pensieri, i sospetti sono come i pipistrelli fra gli altri uccelli [1]: volano nel crepuscolo.
Francis Bacon, Saggi, 1597/1625

Nessun uccello vola troppo in alto, se vola con le proprie ali.
William Blake, Proverbi infernali, in Il matrimonio del Cielo e dell'Inferno, 1790/93

È meglio avere un uccello in mano che uno sopra la testa.
Arthur Bloch, Settima (e poco conosciuta) legge di Newton, La legge di Murphy, 1977

Gli uccelli canteranno dolcemente quando gli uomini si saranno del tutto sterminati. E avranno nostalgia di noi, e gli uccelli parlanti serberanno ancora a lungo memoria dei nostri discorsi.
Elias Canetti, La provincia dell'uomo, 1973

Invidio all'uccello le sue ali, non il suo essere uccello.
Pino Caruso, Ho dei pensieri che non condivido, 2009

Mercato degli uccelli. Quale forza, quale determinazione in quei minuscoli corpi frenetici! La vita risiede in quel nulla costernante che anima un tantino di materia e che esce tuttavia da quella materia stessa e svanisce con essa. Ma la perplessità resta: impossibile spiegare quella febbre, quella danza perpetua, quella rappresentazione, quello spettacolo che la vita offre a se stessa. Che teatro è il respiro!
Emil Cioran, Squartamento, 1979

Noi vediamo l'aspetto della natura brillare di prosperità, e vi ravvisiamo una sovrabbondanza di nutrimento; noi dimentichiamo che la maggior parte di tanti uccelli che cantano intorno a noi, vivono solo d'insetti o di sementi, e per conseguenza distruggono continuamente altri esseri viventi.
Charles Darwin, Sull'origine delle specie, 1859

Prima di poter volare, l'anima deve fare un bagno di polvere, come gli uccelli.
Maura Del Serra, Aforismi, 1995

Sposare una donna per la sua bellezza non ha più senso che mangiare un uccello perché canta bene.
Charles Frazier, Cold Mountain, 1997

L’uccello ha un merito che l’uomo non ha. L’uomo vive nelle trappole delle leggi e delle tradizioni che egli stesso ha costruito; ma gli uccelli vivono secondo la naturale legge di Dio, che fa girare la terra intorno al sole.
Kahlil Gibran, Massime spirituali, 1962 (postumo)

L'anima aiuta il corpo e in certi momenti lo solleva. È l'unico uccello che sostenga la sua gabbia.
Victor Hugo, I miserabili, 1862

Gli uccelli nati in una gabbia pensano che volare sia una malattia.
Alejandro Jodorowsky (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Una gabbia andò in cerca di un uccello.
Franz Kafka, Quaderni in ottavo, 1916/18

La dignità umana è riconosciuta ancora dalla natura: poiché quando si vogliono cacciare gli uccelli dagli alberi, si mette un fantoccio che assomiglia a un uomo e anche se si tratta di una somiglianza lontana con l'uomo, qual e lo spaventapasseri, essa è sufficiente a incutere rispetto.
Søren Kierkegaard, Aut-Aut, 1843

Sono gli uccelli naturalmente le più liete creature del mondo. Non dico ciò in quanto se tu li vedi o gli odi, sempre ti rallegrano; ma intendo di essi medesimi in sé, volendo dire che sentono giocondità e letizia più che alcuno altro animale.
Giacomo Leopardi, Elogio degli Uccelli, in Operette morali, 1827/34

Fra i volatili terrete in abominio questi, che non dovrete mangiare, perché ripugnanti: l'aquila, l'ossìfraga e l'aquila di mare, il nibbio e ogni specie di falco, ogni specie di corvo, lo struzzo, la civetta, il gabbiano e ogni specie di sparviere, il gufo, l'alcione, l'ibis, il cigno, il pellicano, la fòlaga, la cicogna, ogni specie di airone, l'ùpupa e il pipistrello.
Levitico, Antico Testamento, VI-V sec a.e.c.

Vi sono molti uccelli socievoli che trasferiscono sull'uomo i loro impulsi sociali, e che, se presi da giovani, possono stabilire con l'uomo un contatto assai stretto. Lo storno, il ciuffolotto e il lucherino possono affezionarsi deliziosamente, e i grossi corvidi, i pappagalli, le oche e le gru sotto questo aspetto gareggiano addirittura col cane.
Konrad Lorenz, L'anello di re Salomone, 1949

Le nostre emozioni stanno nelle nostre parole come uccelli impagliati.
Henry de Montherlant, Taccuini, 1924/72

Volare come un uccello: ecco il sogno; correre sulla bicicletta: ecco oggi il piacere. Si torna giovani, si diventa poeti.
Alfredo Oriani, La bicicletta, 1902

Da sempre le uniche due maniere con cui nel nostro felice paese si entra in contatto con gli uccelli sono gabbia e fucile. Ai due milioni di cacciatori che li usano come bersaglio si contrappongono migliaia e migliaia di «ornitofili» il cui unico piacere è quello di tenerli in gabbia.
Fulco Pratesi, prefazione a Tony Soper, La gabbia senza sbarre, 1990

Vasari: “Spesso passando da i luoghi dove si vendevano uccelli, di sua mano cavandoli di gabbia e pagatogli a chi li vendeva il prezzo che n’era chiesto, li lasciava in aria a volo, restituendoli la perduta libertà”. Quando si ricorda la grandezza di Leonardo, non ci si dimentichi di questo gesto.
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

Bisogna essere leggeri come un uccello e non come una piuma.
Paul Valéry, Tal quale, 1941/43

Per una mente filosofica l'uccellino che pigola nel nido perché ha fame è più eloquente dei libri di un Hegel o di un Heidegger.
Anacleto Verrecchia, Rapsodia viennese, 2003

È una buona cosa che esista la gravità, altrimenti gli uccelli morti seguiterebbero a svolazzare in cielo.
Steven Wright (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Sembra esserci nell'uomo, come nell'uccello, un bisogno di migrazione, una vitale necessità di sentirsi altrove.
Marguerite Yourcenar, Il giro della prigione, 1991

Proverbi sugli Uccelli
  • A chi non sa allevare un uccello viene affidato un cavallo.
  • Al canto l’uccello, al parlare il cervello.
  • All’apparir degli uccelli non gettar seme in terra.
  • All’uccello ingordo crepa il gozzo.
  • Dalle penne si conosce l’uccello e dalla fatta l’animale.
  • E`in giro l’uccello padulo che vola basso all'altezza del culo.
  • Falco col gozzo pieno lascia volare i colombi
  • Guai a quell'anno che l'uccel non fa danno.
  • L’uccello non vola finché non gli son cresciute le ali.
  • L’ " " si conosce più dal canto che dalle piume.
  • L’ " " si riconosce dal becco.
  • L' " " dal becco grosso non può cantar fine.
  • L' " " in gabbia è come un uomo sposato.
  • L' " " in gabbia non canta per amor, canta per rabbia.
  • L' " " mattiniero cattura il verme.
  • La carne dell'allodola piace a ognuno.
  • Meglio un uccello nel piatto che cento sul ciliegio.
  • Ogni uccello conosce il grano.
  • Ogni uccello dal becco torto vive di preda.
  • Ogni uccello è buono per il becco suo.
  • Ogni uccello fa il suo verso.
  • Povero quell'uccello che capita in mano a un altro uccello.
  • Quando gli uccelli vanno a stormi s’avvicina il temporale.
  • Quando l’uccello è sazio le ciliegie diventano amare.
  • Son magri gli storni perché vanno a stormi.
  • Tristo è quell’uccello che ha bisogno dell’altrui penne per volare.
  • Tristo è quell’uccello che nasce in cattiva valle.
  • Uccel di fronda non conosce padrone.
  • Uccel di stormo non è mai grasso.
  • Uccello che non canta, non dà augurio.
  • Uccello in gabbia, se non canta per amore, canta per rabbia.
Che gli uccelli dell’ansia e della preoccupazione volino sulla vostra testa, non potete impedirlo; ma potete evitare che vi costruiscano un nido.
Proverbio Cinese

2. Cigno
© Aforismario

Non importa nascere in un pollaio... quando si ha poi la fortuna di diventare un cigno.
Hans Christian Andersen, Il brutto anatroccolo, 1843

I cigni mettono continuamente la testa sott’acqua per l’ossessione di avere le scarpe slacciate.
Romano Bertola, Le caramelle del diavolo, 1991

Non è possibile che un poeta sia chiamato cigno da alcuni senza che sia chiamato oca da altri.
Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

3. Colibrì
© Aforismario

Il colibrì non è un uccello come gli altri: ha un ritmo cardiaco di 1200 battiti al minuto, le sue ali sbattono ottanta volte al secondo. Se gli impedisci di battere le ali, lui muore in meno di dieci secondi. Questo non è un uccello qualunque, questo è una specie di miracolo. Hanno rallentato le sue ali col cinematografo e sapete cosa hanno visto? Che le punta delle ali fanno così... E cosa rappresenta il numero otto come simbolo matematico? L'infinito!
Mike Clark (Jared Harris), in Il curioso caso di Benjamin Button, 2008

Colomba
4. Colomba
© Aforismario

Sia costante la tua volontà nell'operare il bene: se ad esso non puoi spingerti col volo robusto dell'aquila, abbandonati collo slancio placidissimo della colomba.
Ambrogio Bazzero, Lacrime e sorrisi, 1873

Io vi mando come pecore in mezzo ai lupi; siate dunque prudenti come i serpenti e semplici come le colombe.
Gesù di Nazaret, in Vangelo secondo Matteo, I sec.

Siate astuti come i serpenti e puri come le colombe.
Gesù di Nazaret, in Vangelo di Tommaso, I-II sec.

L'astuzia del serpente ammaestri la semplicità della colomba, e la semplicità della colomba moderi l'astuzia del serpente.
Gregorio Magno, Moralia in Job, 590

Lo Spirito Santo ha manifestato la sua presenza agli uomini sotto forma non soltanto di colomba, ma anche di fuoco. Nella colomba viene indicata la semplicità, nel fuoco l'entusiasmo per il bene.
Gregorio Magno, Moralia in Job, 590

Esser civile, vuol dire proprio questo: − dentro, neri come corvi; fuori, bianchi come colombi; in corpo fiele; in bocca miele.
Luigi Pirandello, L'uomo, la bestia e la virtù, 1919

Né colomba né falco ma il volo.
Emilio Rega, Casus irreducibilis, 1998

Così come si beccano i colombi si vorrebbero mordicchiar gli sposi.
William Shakespeare, Come vi piace, ca. 1600

Amor si nutre solo di colombe, e questo genera calore al sangue e caldo sangue fa caldi pensieri, caldi pensieri fanno calde azioni, e queste calde azioni son l’amore.
William Shakespeare, Troilo e Cressida, ca. 1601

L'amicizia fugge dalla ricchezza, come colomba dal falco.
Niccolò Tommaseo, Pensieri morali, 1845

Se la colomba sulle acque inondanti non trova dove si riposi, e ritorna; stendete la mano, e riponetela in salvo. Chi, disingannato, v'invoca amatelo più caramente che mai.
Niccolò Tommaseo, Pensieri morali, 1845

Proverbi sulle Colombe
  • I pensieri e le colombe quando volano via, non tornano mai soli.
  • Le colombe che rimangono in colombaia, sono sicure dal nibbio.
  • Il colombo che rimane in colombaia è al sicuro dal falco.
  • Quando il colombo ha il gozzo pieno, le vecce gli sembrano amare.
Corvo
5. Corvo
© Aforismario

È meglio capitare tra i corvi che tra gli adulatori: gli uni divorano i cadaveri, gli altri i vivi.
Antistene, Frammenti, V-IV sec. a.e.c.

Non datevi pensiero per la vostra vita, di quello che mangerete; né per il vostro corpo, come lo vestirete. La vita vale più del cibo e il corpo più del vestito. Guardate i corvi: non seminano e non mietono, non hanno ripostiglio né granaio, e Dio li nutre. Quanto più degli uccelli voi valete!
Gesù di Nazaret, in Vangelo secondo Luca, I sec.

La critica è indulgente coi corvi e si accanisce con le colombe.
Decimo Giunio Giovenale, Satire, II sec.

L'occhio che guarda con scherno il padre e disprezza l'obbedienza alla madre sia cavato dai corvi della valle e divorato dagli aquilotti.
Libro dei Proverbi, Antico Testamento, V sec. a.e.c.

Come sarebbe monotona la neve se Dio non avesse creato i corvi!
Jules Renard, Diario, 1887/1910 (postumo, 1925-27)

Un'idea morta produce più fanatismo di un'idea viva; anzi soltanto quella morta ne produce. Poiché gli stupidi, come i corvi, sentono solo le cose morte.
Leonardo Sciascia, Nero su nero, 1979

Proverbi sui Corvi
  • Corvi con corvi non si cavano gli occhi.
  • Gli ipocriti sono peggiori dei corvi, che cavano gli occhi soltanto ai morti, mentre essi accecano i vivi.
  • Nutri il corvo e ti caverà gli occhi.
  • Se il padrone dice che il corvo è bianco, il servo non deve dire che è nero.
Gabbiano
7. Gabbiano
© Aforismario

I gabbiani, lo sapete anche voi, non vacillano, non stallano mai. Stallare, scomporsi in volo, per loro è una vergogna, è un disonore.
Richard Bach, Il gabbiano Jonathan Livingston, 1970

Ciascuno di noi è, in verità, un'immagine del grande gabbiano, un'infinita idea di libertà, senza limiti.
ibidem

La maggior parte dei gabbiani non si danno la pena di apprendere, del volo, altro che le nozioni elementari: gli basta arrivare dalla costa a dov'è il cibo e poi tornare a casa. Per la maggior parte dei gabbiani, volare non conta, conta mangiare.
Richard Bach, Il gabbiano Jonathan Livingston, 1970

Più alto vola il gabbiano, e più vede lontano.
ibidem

Quei gabbiani che non hanno una meta ideale e che viaggiano solo per viaggiare, non arrivano da nessuna parte, e vanno piano. Quelli invece che aspirano alla perfezione, anche senza intraprendere alcun viaggio, arrivano dovunque, e in un baleno.
Richard Bach, Il gabbiano Jonathan Livingston, 1970

Il tuo cuore è un gabbiano che vola libero nei cieli della vita. Lascialo andare senza paura, ti saprà condurre alla felicità.
Sergio Bambarén, L'onda perfetta, 1999

Penso che per avvertire la nostra voce interiore si debba fare come i gabbiani che volano su spiagge solitarie e si nascondono fra i cespugli di erbe e di canne.
Romano Battaglia, Silenzio, 2005

La felicità a cui si anela può soltanto essere sfiorata come i gabbiani fanno con l’acqua.
Romano Battaglia, Fra le braccia del vento, 2012

I gabbiani sono capaci di gesti sublimi, di comportamenti che ci lasciano stupefatti. Si affezionano all'uomo e lo seguono ovunque, anche in capo al mondo. Si innamorano e rimangono fedeli al compagno o alla compagna per tutto il tempo della loro vita. Quando avvertono l’approssimarsi della loro fine, volano su spiagge solitarie, si nascondono dietro ai rovi e muoiono vicini l’uno all'altro.
Romano Battaglia, Fra le braccia del vento, 2012

Quando i gabbiani seguono il peschereccio è perché pensano che delle sardine stanno per essere gettate in mare.
Éric Cantona, alla BBC News, 1995

Non so dove i gabbiani abbiano il nido, / ove trovino pace. / Io son come loro, / in perpetuo volo. / La vita la sfioro / com'essi l'acqua ad acciuffare il cibo.
Vincenzo Cardarelli, Gabbiani, 1936

Al mare si sta fermi; movenze del gabbiano che affronta il vento. Vita sospesa.
Antonio Castronuovo, Se mi guardo fuori, 2008

Su quella costa normanna, a un'ora così mattutina, non avevo bisogno di nessuno. La presenza dei gabbiani mi disturbava: li feci fuggire a sassate. E udendo i loro gridi, di uno stridore soprannaturale, capii che proprio quello che mi occorreva, che solo il sinistro poteva calmarmi, e che proprio per incontrarlo mi ero alzato prima dell'alba.
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973

L'uomo è anche un gabbiano, misterioso e bianco, in cerca di se stesso, che disegna nel vento inediti sentieri, inventati, trasparenti.
Juan Baladán Gadea, Di solitudine e amore, 1998

Un bubbolìo lontano... / Rosseggia l’orizzonte, / come affocato, a mare: / nero di pece, a monte, stracci di nubi chiare: / tra il nero un casolare: / un’ala di gabbiano.
Giovanni Pascoli, Temporale, Myricae, 1891-1903

8. Gazza
© Aforismario

Gazza. Uccello la cui disposizione al furto ha suggerito a qualcuno l'idea che le si potrebbe insegnare a parlare.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

10. Pappagallo
© Aforismario

Il parrocchetto [2] è fedele alla sua compagna al cento per cento, finché rimangono chiusi nella stessa gabbia.
Will Cuppy (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Mi pare aggiungere l'insulto all'ingiuria, come disse il pappagallo quando non solo lo portarono via dal suo paese, ma gli insegnarono poi a parlar la lingua inglese.
Charles Dickens, Il Circolo Pickwick, 1836

Mentire alla propria maniera è quasi meglio che dire una verità che appartiene ad altri; nel primo caso, tu sei una persona, ma nel secondo sei solo un pappagallo!
Fëdor Dostoevskij, Delitto e castigo, 1866

Una volta hanno incrociato un pappagallo con una tigre. Non sanno cosa sia diventato, ma quando parla tutti lo ascoltano.
Henny Youngman (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Proverbi sui Pappagalli
  • I pappagalli parlano finché non li impagliano.
  • I più sono stati a scuola dal pappagallo.
  • Il pappagallo non toglie mai il piede se non ha attaccato il becco.
  • La comare fa come il pappagallo: Cioè ripete male quello che ha sentito dire.
  • Parlano i pappagalli e tacciono i gufi.
11. Passero
© Aforismario

Quando i passeri becchettano le briciole che hai messo per loro sulla soglia di casa, sono felici. Un po’ di quella felicità torna anche a te.
Romano Battaglia, L’uomo che vendeva il cielo, 2011

D’in su la vetta della torre antica, / passero solitario, alla campagna / cantando vai finché non more il giorno; / ed erra l’armonia per questa valle.
Giacomo Leopardi, Il passero solitario, 1835

Proverbi sui Passeri
  • Chi vuol prendere il passero gli metta il sale sulla coda. [3]
  • Ci son più passeri che beccacce.
  • Il passero che ha cervello fa il nido sul tetto del granaio.
  • Il passero non intende il canto dell’usignolo.
  • Passero vecchio non entra in gabbia.
  • Quando si leva un passero si leva lo stormo.
12. Rondine
© Aforismario

Una rondine non vola solo e sempre a primavera.
Aldo (Aldo Baglio), in Tre uomini e una gamba, 1997

Dove si posavano le rondini prima dell'invenzione del telefono?
Grégoire Lacroix, Les Euphorismes de Grégoire, 2006

Inverno in Egitto, giugno a Parigi. Snobismo delle rondini.
Paul Morand, Il viaggio, 1927

Ritornava una rondine al tetto:/ l’uccisero: cadde tra spini:/ ella aveva nel becco un insetto:
la cena de’ suoi rondinini.
Giovanni Pascoli, X Agosto, 1891-1903

Proverbi sulle Rondini
  • Per san Benedetto, la rondine è sotto il tetto.
  • Una rondine non fa primavera.
  • Una rondine e un ospite recano fortuna in casa.
Stormo di uccelli
Note
  1. All'epoca di Francis Bacon i pipistrelli erano considerati degli uccelli e non erano ancora stati classificati tra i mammiferi. La frase di Bacon in lingua originale inglese: Suspicions amongst thoughts are like bats amongst birds, they ever fly by twilight.
  2. Il parrocchetto dal collare (Psittacula krameri) è un uccello della famiglia degli Psittacidi, termine scientifico dei volatili comunemente chiamati pappagalli.
  3. E' una burla che si fa ai bambini, facendo loro credere che, essendo gli uccelli ghiotti di sale, si possano catturare mettendo loro del sale sulla coda, che i volatili si fermerebbero a beccare. Ma si usa anche per significare che se uno desidera proprio avere una cosa deve escogitare il modo di procurarsela in qualche maniera, anche strana e improbabile. (Carlo Lapucci, Dizionario dei proverbi italiani  © 2007 Arnoldo Mondadori Editore).
  4. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Aquila e Uccelli rapaciVolo e Ali per Volare

Nessun commento: