2015-03-18

Virus e Batteri - Frasi su Germi e Microbi

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sui virus, i batteri, i germi e i microbi. Com'è noto, la natura di organismi viventi dei virus è, a oggi, ancora discussa, tuttavia si è scelto per semplice comodità di considerarli insieme agli altri microrganismi. "Alla domanda se i virus siano organismi viventi oppure no si può rispondere in entrambe le maniere. La vita può essere definita come una serie complessa di processi che derivano dall'azione di proteine codificate dagli acidi nucleici. Gli acidi nucleici delle cellule viventi sono costantemente attivi. Poiché fuori delle cellule ospite i virus sono inerti, in questo senso essi non sono considerati organismi viventi. Tuttavia, dopo l'ingresso del virus in una cellula ospite, gli acidi nucleici virali diventano attivi e. di conseguenza, avviene la moltiplicazione del virus. In quest'altro senso, i virus sono vivi quando si moltiplicano nelle cellule ospiti che essi infettano. Ancora, da un punto di vista clinico, i virus possono essere considerati vivi perché causano infezione e malattia, proprio come i batteri, i funghi e i protozoi patogeni. Perciò, a seconda del punto di vista, un virus può essere considerato come un aggregato eccezionalmente complesso di sostanze chimiche non viventi. oppure come un microrganismo vivente eccezionalmente semplice". (AA.VV., Elementi di microbiologia © Pearson, 2008) Nella sezione "Medicina" del sito Aforismario trovi anche una raccolta di frasi correlata a questa dedicata all'influenza.
Il virus è l'ultimo predatore dell'uomo. (Robin Cook - foto: virus H5N1)
1. Virus
© Aforismario

I virus non sono cellule viventi ma possono agire da vettori per il trasferimento di geni: sono piccoli pacchetti di materiale genetico che si sono evoluti come parassiti sul macchinario riproduttivo e biosintetico delle cellule ospiti. Essi si replicano in una cellula, ne emergono con un involucro protettivo e quindi entrano in un'altra cellula, che può essere della stessa specie o di una specie diversa, e la infettano.
Bruce Alberts, Alexander Johnson, Julian Lewis, Martin Raff, Keith Roberts e Peter Walter, Biologia molecolare della cellula, 1983-2008

Chi si sente forte e ignora che basta un virus invisibile che si attacchi al torace e morsichi la radice di uno soltanto dei nervi intercostali per fiaccarlo e farlo piangere di dolore, non è un uomo, ma un esaltato, uno che delira, e il delirio è un'errata interpretazione del mondo.
Vittorino Andreoli, L'uomo di vetro, 2008

Influenza H1N1, l'Oms dichiara conclusa la pandemia. Farmindustria invita comunque a non sottovalutare la fregnaccia dell'anno prossimo. (Il problema è che quando arriverà davvero il virus che ci sterminerà tutti non ci crederà nessuno).
Stefano Andreoli e Alessandro Bonino (a cura di), Spinoza. Una risata vi disseppellirà, 2011

Creato il virus in grado di uccidere metà della popolazione mondiale. Mi affido al suo buonsenso.
Stefano Andreoli e Alessandro Bonino (a cura di), Spinoza. Qualcosa di completamente diverso, 2012

I test di laboratorio hanno portato alla scoperta di un farmaco che combatte tutti i virus. L'unica controindicazione è che bisogna essere dei topi.
ibidem

Degenerazione. Virus che vive e vegeta in tutto ciò che è generato.
Dino Basili, I violini di Chagall, 1991

L'Africa ha l'Aids − L'America del Sud ha la droga − l'Islam ha il terrorismo − il Terzo mondo ha il debito. Gli unici successi occidentali sono i virus elettronici e il crack della borsa.
Jean Baudrillard, Cool memories II 1987-1990, 1990

I rapporti umani non trasmettono il virus.
Campagna per una corretta informazione sull'AIDS, 1987

Il virus è l'ultimo predatore dell'uomo.
Robin Cook, Outbreak, 1987

I virus possono essere geni evasi da "colonie" simili a noi. I virus consistono di Dan puro (o di una molecola simile che si autoreplica) circondato da un rivestimento proteico e sono tutti parassiti. L'idea è che si siano evoluti da geni "ribelli" che sono fuggiti e che ora viaggiano da un corpo all'altro direttamente attraverso l'aria, invece che per mezzo di veicoli più convenzionali
come gli spermatozoi o le cellule uovo. Se questo è vero, potremmo considerare anche noi stessi come colonie di virus!
Richard Dawkins, Il gene egoista, 1976

Il modo migliore per comprendere la ragione per cui libri sconosciuti si trasformino improvvisamente in bestseller, oppure l'aumento del fumo tra gli adolescenti, o ancora il fenomeno del passaparola o qualsiasi altro cambiamento misterioso che segni la vita di ogni giorno, è quello di considerarli come epidemie. Idee, prodotti, messaggi e comportamenti si diffondono proprio come fanno i virus.
Malcolm Gladwell, Il punto critico, 2000

Gente, siamo dei virus con le scarpe. Ecco cosa siamo.
Bill Hicks, Live at Igby's, 1993

Viviamo in competizione evolutiva con microbi, batteri e virus. Non c'è nessuna garanzia che saremo noi a sopravvivere.
Joshua Lederberg (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Batteri e virus sono organismi asessuati. Ad ogni divisione cellulare si modificano, moltiplicano e mutano molto meglio e più velocemente di noi. E a questo noi rispondiamo con la più potente delle armi: il sesso. Due individui mescolano i loro geni, mischiano le carte e creano un individuo che resiste assai meglio ai virus, non importa se sia maschio o femmina. Siamo quindi gli inconsapevoli contendenti in una guerra tra due sistemi di riproduzione?
Nemo Nobody (Jared Leto), in Mr. Nobody, 2009

Si è disposti a scusare un colpevole se si pensa che le sue cellule cerebrali furono viziate da qualche virus. Ma se esse lo furono da un cattivo gene? Per conservare i nostri rigori morali, approfittiamo della rozzezza del nostro sapere.
Jean Rostand, Pensieri di un biologo, 1954

Tutti i mammiferi di questo pianeta d'istinto sviluppano un naturale equilibrio con l'ambiente circostante, cosa che voi umani non fate. Vi insediate in una zona e vi moltiplicate, vi moltiplicate finché ogni risorsa naturale non si esaurisce. E l'unico modo in cui sapete sopravvivere è quello di spostarvi in un'altra zona ricca. C'è un altro organismo su questo pianeta che adotta lo stesso comportamento, e sai qual è? Il virus. Gli esseri umani sono un'infezione estesa, un cancro per questo pianeta.
Agente Smith (Hugo Weaving), in Matrix, 1999

La ridicola presunzione dell’umano che si considera l’incontrastato dominatore di tutti gli esseri della terra perché tiene il cane al guinzaglio e il leone in gabbia, dimenticando che virus e batteri tengono lui per le palle.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Se non ti piacciono i batteri, sei sul pianeta sbagliato.
(Stewart Brand - foto Escherichia coli)
2. Batteri
© Aforismario

Se non ti piacciono i batteri, sei sul pianeta sbagliato.
Stewart Brand, Whole Earth Discipline, 2009

Poiché noi umani siamo creature abbastanza grandi e intelligenti da produrre e usare antibiotici e disinfettanti, ci autoconvinciamo facilmente di aver relegato i batteri ai margini dell'esistenza: be', non contateci. I batteri non costruiscono città e non hanno una vita sociale molto interessante, questo è vero; ma quando il Sole esploderà, saranno ancora qui. Questo è il loro pianeta, e noi lo abitiamo solo perché loro ce lo consentono.
Bill Bryson, Breve storia di (quasi) tutto, 2003

Due miliardi di anni fa i remoti progenitori dei mitocondri erano batteri che se ne andavano in giro liberamente. Insieme con altri batteri di diverso tipo, essi si stabilirono all'interno di cellule più grandi. La comunità che ne era inizialmente risultata - quella dei batteri «procarioti» - si trasformò in ciò che oggi definiamo le grandi cellule «eucariote». Ciascuno di noi è una comunità di centinaia di milioni di milioni di cellule eucariote reciprocamente dipendenti. Ciascuna di esse è a sua volta una comunità di migliaia di batteri addomesticati per una funzione specifica e interamente racchiusi all'interno della cellula, dove si moltiplicano alla maniera dei batteri.
Richard Dawkins, Il fiume della vita, 1995

Quando ti ammali tutto comincia da un singolo batterio. Un intruso, solitario e virulento. Molto presto l'intruso si replica... diventano due. Poi quei due diventano quattro. E quei quattro diventano otto. E poi, prima che il corpo se ne accorga, sei già sotto assedio. È un'invasione. La domanda per un medico è: una volta che gli invasori sono atterrati, una volta che hanno occupato il tuo corpo... come diavolo ti libererai di loro?
Meredith Grey (Ellen Pompeo), in Grey's Anatomy, 2005/13

Poiché ci definiamo intelligenti, anche se forse con motivi poco fondati, noi tentiamo di considerare l'intelligenza una conseguenza inevitabile dell'evoluzione, invece è discutibile che sia così. I batteri se la cavano benissimo senza e ci sopravvivranno se la nostra cosiddetta intelligenza ci indurrà ad autodistruggerci in una guerra nucleare.
Stephen Hawking, L'universo in un guscio di noce, 2001

Grande è il potere delle tigri e degli elefanti, più grande quello delle termiti e delle cavallette, ancora maggiore quello dei batteri e dei virus.
Hans Jonas, Il principio responsabilità, 1979

Un medico animato da fede religiosa? Può contestare il fatto che la Chiesa abbia lo stomaco buono. Ma che nell'acqua benedetta ci siano batteri, lo deve ammettere per forza!
Karl Kraus, Die Fackel, 1906/13

Se bisogna proprio credere in qualcosa che non si vede, allora preferisco comunque credere ai miracoli che ai bacilli.
Karl Kraus, Detti e contraddetti, 1909

Come la maggior parte degli organismi viventi non possono creare la loro sostanza che a spese d'altri organismi, così la maggior parte degli artisti impiegano nelle loro composizioni una materia già elaborata da altri. Ci sono tuttavia quelli che, simili ai batteri autotrofi, sanno utilizzare direttamente gli elementi grezzi del reale.
Jean Rostand, Pensieri di un biologo, 1954

Se gli esseri umani, nella loro smania di distruzione, invocheranno l'aiuto degli insetti e dei microrganismi, e certamente lo faranno nella eventualità di una nuova grande guerra, non è affatto improbabile che gli insetti ne escano come gli unici vincitori. Forse, da un punto di vista cosmico, non dovremmo rammaricarcene; ma come essere umano non posso non sospirare sulla sorte della mia specie.
Bertrand Russell, Elogio dell'ozio, 1935

Essere stati – se proprio si doveva essere – qualunque cosa, ma non un vivente, e se proprio un vivente, un batterio, una cimice, un acaro, ma non – un umano.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Mettete dei batteri in una provetta, con nutrimento e ossigeno ed essi prolificheranno in modo esplosivo, raddoppiando di numero ogni venti minuti circa, fino a formare una massa visibile e solida. Ma a un certo punto la moltiplicazione cessa, man mano che i microbi vengono avvelenati dai loro stessi prodotti di rifiuto. Nel centro di questa massa verrà così a costituirsi un nucleo di batteri morti o morenti, tagliati fuori dal nutrimento e dall'ossigeno del proprio ambiente dalla solida barriera dei loro vicini. Il numero dei batteri viventi si ridurrà quasi a zero, a meno che le materie di rifiuto non vengano eliminate. L'umanità si trova oggi in una situazione simile. La popolazione sta aumentando in maniera esplosiva, ma i prodotti di rifiuto della tecnologia cominciano a esigere il loro tributo.
Gordon Rattray Taylor, La società suicida, 1970

3. Germi
© Aforismario

Pazzo è quello che impone la maggioranza. Prendi i germi per esempio. I germi. Ah-ah. Nel diciottesimo secolo non esistevano mica. Nada. Niente. Chi avrebbe mai partorito un'idea del genere? Certo non uno sano di mente. Poi arriva questo dottore...Semmelweis! Semmelweis! Semmelweis [1] un bel giorno arriva e cerca di convincere la gente e gli altri medici soprattutto che esistono questi piccoli invisibili cosi chiamati "germi" che entrano nel corpo e ti fanno ammalare. Li convince. Convince i dottori che è giusto lavarsi le mani? Che cos'è questo? Un pazzo!
Jeffrey Goines (Brad Pitt), in L'esercito delle 12 scimmie, 1995

I germi non esistono, sono soltanto un'invenzione creata apposta per vendere disinfettanti e saponi.
ibidem

Germi, malattie, tossine, il nostro corpo entra continuamente in contatto con i pericoli, nascosti appena sotto la superficie. Che tu lo sappia o no, il tuo corpo si protegge costantemente. Ogni volta che batti le palpebre espelli migliaia di microbi indesiderati e quando respiri troppo polline involontariamente, starnutisci. Il corpo sa quando incontra qualcosa che non gli appartiene, il corpo rivela l'intruso, rilascia i globuli bianchi e attacca.
Meredith Grey (Ellen Pompeo), in Grey's Anatomy, 2005/13

4. Microbi / Microrganismi
© Aforismario

Nel XIX secolo gli uomini hanno perso il loro timore di Dio e hanno acquisito la paura dei microbi.
Anonimo

«Proteggo la vacca, e anche il ragno». Ma se ti chiederanno conto delle zanzare? dei microbi che hai sterminato fin da prima di nascere?
Guido Ceronetti, Il silenzio del corpo, 1979

Così come bisogna essere in due per fare un litigio, bisogna essere in due per prendere una malattia: il microbo e il suo ospite.
Charles Value Chapin, Principi di epidemiologia, 1928

L'uomo è una creatura composta da milioni e milioni di cellule: un microbo da una soltanto, ma nel corso dei secoli i due sono stati sempre in conflitto.
Andrew Barnett Christie, Malattie Infettive, 1987

Non tutti i microrganismi nel cibo sono nocivi. Un pranzo a base di yogurt, pane e formaggio, sciacquati con un bel bicchiere di birra o vino, è uno dei migliori pasti microbici che possiate fare.
Richard W. Hartel e Anna Kate Hartel, Sai Cosa Mangi?, 2008

Nonostante il crescente allarmismo per le infezioni alimentari e le contaminazioni microbiche dei nostri prodotti alimentari, non tutti i microrganismi presenti nei cibi sono nocivi. Molti di essi, come i batteri, i lieviti, ma anche le muffe, vengono usati per la produzione di diversi alimenti. In realtà, alcune delle caratteristiche più importanti e probabilmente più piacevoli di tali prodotti sono dovute
proprio a essi. Senza i microrganismi, non avremmo il formaggio e lo yogurt, il pane, i sottaceti, i crauti e alcuni insaccati, per non parlare della birra e del vino.
Richard W. Hartel e Anna Kate Hartel, Sai Cosa Mangi?, 2008

La moda dei prodotti probiotici [2] è fonte di grande profitti non solo per i produttori di yogurt. Uno specifico settore dell’industria alimentare è alla continua ricerca di metodi per incorporare questi microrganismi negli alimenti che consumiamo quotidianamente. Dai cereali contenenti colture di Lactobacillus (ma anche estratto di broccoli!) alle barrette dietetiche di cioccolato “contenenti oltre cinque volte le colture attive presenti in uno yogurt”, i cibi probiotici vengono immessi sul mercato con l’obiettivo di contribuire a migliorare le condizioni generali di salute (e di vendere bene).
Richard W. Hartel e Anna Kate Hartel, Sai Cosa Mangi?, 2008

Note
  1. Ignác Semmelweis (1818-1865) medico ungherese. Per il suo importante contributo nello studio delle trasmissioni batteriche da contatto e specialmente nella prevenzione della febbre puerperale è conosciuto anche come il "Salvatore delle Madri".
  2. Il termine "probiotico" deriva dal greco: pro e bios, che insieme vogliono dire “a favore della vita”. I probiotici sono organismi viventi che, in seguito alla loro ingestione in adeguati quantitativi, apportano benefici per la salute non desumibili da una normale alimentazione.
  3. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Raffreddore e Influenza

Nessun commento: