2015-03-09

Roberto Benigni - Frasi e battute divertenti

Le migliori citazioni, le frasi più scanzonate e le battute più divertenti di Roberto Benigni (Manciano La Misericordia 1952), attore, comico, regista e sceneggiatore italiano. In fondo alla pagina sono riportate anche alcune frasi che circolano su internet attribuite a Benigni, ma che questi ha solamente ripreso da altri autori.
Roberto Benigni
E l'alluce fu
© Einaudi 1996 - Selezione Aforismario

Certe volte faccio veramente schifo, altre volte faccio godere come delle vipere chiunque mi si avvicini.

Questi politici sono tutti, come si dice in Scozia, figli di mignotta.

A me mi hanno rovinato le donne: troppo poche!

Perché non ho scritto La Divina Commedia? Perché non ci ho pensato.

Quelli che ci governavano prima erano cattivi, quelli di adesso sono scemi. Io preferisco i cattivi perché almeno ogni tanto si riposano.

Le donne possono fare l'amore solo se sono già incinte e non c'è pericolo, ma per rimanere incinte bisogna che facciano l'amore senza essere incinte, ma allora hanno paura di rimanere incinte... Non lo potranno fare mai!

Un giorno Dio inventò la superbia. Ma chi c’è più superbo di lui che si è fatto chiamare Dio? Metti caso che si fosse chiamato Guido, insomma, fosse stato un po’ più umile, sarebbe andata diversamente.

Il cervello non è lo strumento adatto per dimostrare l'esistenza di Dio. E come voler sentire il sapore del sale col naso. Non c'è riuscito Lui stesso mandando Suo figlio in terra, figurati noi che non siamo neanche parenti alla lontana!

Quando dai poesia non fa differenza se è attraverso il riso o il pianto.

Per me il cinema è parola. Dire che è immagine è una scemenza. L'intervento sul cinema Si fa con la parola. Dio come intervenne sul mondo? Col verbo. Mica disse:" Il mondo è immagine". E Michelangelo quando fece Mosè non gli disse: "Perché non vedi?", gli disse: "Perché non parli"? Dire che il cinema è immagine è banale come dire che la radio è un mezzo che si ascolta. Ci sono tante cose da vedere nella radio, come ci sono tante cose da ascoltare nel cinema.

L'ora legale è l'unica cosa legale che resta in Italia. (Roberto Benigni)
Battute varie
Almeno una volta al giorno bisognerebbe dire: grazie Maria. Non si sa perché, però qualcosa ce l'ha data.

Le mogli dei politici fanno tutte beneficenza. Per forza! Hanno il senso di colpa per quello che rubano i mariti.

Scegliere se stessi al posto del bene o del male è un cammino senza ritorno: bisogna sempre scegliere. Quando si sa che il giusto sta da una parte non è bello mantenersi neutrali.

La Bibbia è l'unico caso in cui l'autore del libro è anche l'autore dei lettori.

La poesia è parola, il contrario della politica, che dovrebbe essere "fatti, non parole".

La felicità non sta nell'assenza dei contrasti, ma nell'armonia dei contrasti. È questa armonia a essere costruttiva.

Quando un uomo con la pistola incontra un uomo con la biro, l'uomo con la pistola è un uomo morto; perché la biro dà l'eternità.

Se ci chiudono la porta dei sogni, siamo già morti.

Il mistero svelato è svilito.

Quando ci si innamora di una donna, non è che quando si fa all'amore con quella donna si fa all'amore con quella, si fa all'amore con tutte le donne del mondo.

L'Italia è l'unico Paese al mondo dove è nata prima la cultura e poi la nazione, non esiste nessun altro luogo al mondo.

L'amore è come la morte: o sei innamorato o non sei innamorato, o sei morto o non sei morto... non sei mai troppo morto.

Un Paese che non difende i suoi valori con forza è pronto per l'oppressione e la servitù.

Quelle che noi giudichiamo debolezze, agli occhi di Dio sono grandezze.

"Onora il padre e la madre". Un comandamento solenne, dolce... Oggi però dovrebbe essere esteso anche alla nonna e al nonno.

Cos'è che arde e non consuma? L'amore. Quando siamo innamorati si brucia, si arde, ma non si consuma.

Frasi fatte e rifatte
Qui di seguito, alcune frasi e battute generalmente attribuite a Roberto Benigni, ma che in realtà sono citazioni di altri autori riprese dal comico toscano nei suoi film e nei suoi monologhi.

A volte basta un mal di denti per negare l'esistenza di Dio!
L'ultimo del Paradiso, Rai 1, 2002

Basta un mal di denti per non farci credere nella bontà del Creatore.
Basta un dolor de muelas para no creer en la bondad del Creador.
Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

*****

Se uno non corre qualche rischio per un'idea, o non vale niente l'idea o non vale niente lui.
L'ultimo del Paradiso, Rai 1, 2002

Se un uomo non è disponibile a correre qualche rischio per le proprie idee, o le sue idee non valgono nulla o è lui che non vale nulla.
If a man isn't willing to take some risk for his opinions, either his opinions are no good or he's no good.
Ezra Pound, Selected Prose 1909-1965, 1973

*****

Morire non mi piace per niente. È l'ultima cosa che farò.
Presentazione del film La tigre e la neve, la Repubblica, 2005

Morire, caro il mio dottore, è l'ultima cosa che farò!
Die, my dear Doctor, that's the last thing I shall do!
Henry John Temple Lord Palmerston - Ultime parole prima di morire

*****

Il mondo è cominciato senza l’uomo e finirà senza di lui.
La tigre e la neve (Fuad / Jean Reno), 2005

Il mondo è cominciato senza l’uomo e finirà senza di lui.
Le monde a commencé sans l'homme et il s'achèvera sans lui.
Claude Lévi-Strauss, Tristi tropici, 1955

*****

Un bravo comico deve sempre difendere il suo Paese da chi lo governa.
Corriere della Sera, 2007

Un patriota deve essere sempre pronto a difendere il proprio Paese contro il suo governo.
A patriot must always be ready to defend his country against his government.
Edward Abbey, A Voice Crying in the Wilderness, 1989

*****

Non è che le fiabe dicono ai bambini che esistono i draghi, no! I bambini che esistono i draghi lo sanno già da soli. Le fiabe dicono ai bambini che i draghi possono essere sconfitti!
Vieni via con me, Rai 3, 2010

Le favole non dicono ai bambini che i draghi esistono. Perché i bambini lo sanno già. Le favole dicono ai bambini che i draghi possono essere sconfitti.
Fairy tales do not give the child his first idea of bogey. What fairy tales give the child is his first clear idea of the possible defeat of bogey.
Gilbert Keith Chesterton, Enormi sciocchezze, 1909

*****

Non è possibile che una persona buona non si adiri contro il male, è proprio naturale, ti viene proprio spontaneo, anche perché se non si denuncia il male si invita a farlo.
Vieni via con me, Rai 3, 2010

Chi non punisce il male, comanda che si facci.
Leonardo da Vinci, Codice H, 1492-1516

*****

È stata una sorpresa la vita, sarà una sorpresa anche la morte.
Vieni via con me, Rai 3, 2010

La vita è una grande sorpresa. Non vedo perché la morte non potrebbe esserne una anche più grande.
Life is a great surprise. I do not see why death should not be an even greater one.
Vladimir Nabokov, Fuoco pallido, 1962

*****

Quando per un ideale si uccide una persona non è che, diciamo, si raggiunge l'ideale: si uccide una persona e basta, non si raggiunge niente.

Uccidere un uomo non è difendere una dottrina, è uccidere un uomo.
Tuer un homme, ce n'est pas défendre une doctrine, c'est tuer un homme.
Sébastien Castellion, Contro il libello di Calvino nel quale si sforza di mostrare che gli eretici devono essere puniti con la spada, 1554 (postumo, 1612)

*****

L'unica maniera per realizzare i propri sogni è svegliarsi.
Festival di Sanremo, 2011

Il modo migliore per realizzare i propri sogni è svegliarsi.
La meilleure façon de réaliser ses rêves est de se réveiller.
Paul Valéry (Fonte sconosciuta)

*****

Non deve essere cara la felicità. Se è cara non è di buona qualità.
Festival di Sanremo, 2011

La vera felicità costa poco; se è cara, non è di buona qualità.
Le vrai bonheur coûte peu; s'il est cher, il n'est pas d'une bonne espèce.
François-René de Chateaubriand, Memorie d'oltretomba (1849/50, postumo)

*****

Se qualche volta la felicità si scorda di voi, voi non vi scordate della felicità.
Festival di Sanremo, 2011

Anche se la felicità ti dimentica un po', tu non dimenticarla mai del tutto.
Même si le bonheur t'oublie un peu, ne l'oublie jamais tout à fait.
Jacques Prévert, Intermède, Spectacle, 1951

*****

Ogni felicità è una forma d'innocenza.
Il più grande spettacolo dopo il weekend, Rai 1, 2011

Ogni felicità è un'innocenza.
Tout bonheur est une innocence.
Marguerite Yourcenar, Alexis, 1928

*****

Quando si sa che il giusto sta da una parte non è bello mantenersi neutrali.
Che tempo che fa, Rai 3, 2012

Se si sa che il giusto sta da una parte, non è bello mantenersi neutrale.
Wenn man weiß, aus einer Seite sei das Recht, So ist das Neutralbleiben schlecht.
Ignaz Franz Castelli, Gedichte, 1844

Libri di Roberto Benigni
E l'alluce fu... 
Monologhi e gag
Autore Roberto Benigni
Curatore Marco Giusti
Editore Einaudi, 1996

Marco Giusti ha scelto e montato dagli spettacoli di Benigni degli ultimi dieci anni il meglio della sua scatenata comicità, quell'inconfondibile misto di allegra ferocia giullaresca, irriverenti provocazioni, estri linguistici, gusto del nonsense, che è arrivato ad una surreale riscrittura della Bibbia. È la prima volta che Benigni accetta di raccogliere in volume il meglio del suo lavoro teatrale e televisivo, in cui ha dato voce satirica alle rabbie e alle frustrazioni degli italiani, prendendo di mira il lungo crepuscolo della prima repubblica, con la sua fauna di incredibili personaggi.

Note
Vedi anche battute divertenti e barzellette di: Gino Bramieri

Nessun commento: