2015-04-06

Auto, Guida, Traffico e Parcheggio - Frasi e Battute divertenti

Grande raccolta di aforismi e battute divertenti sull'automobile (o macchina, come viene comunemente chiamata), gli automobilisti, il guidare autoveicoli, gli incidenti stradali, il traffico, il semaforo, il parcheggio (o posteggio), la benzina e le stazioni di servizio. In appendice, una raccolta di frasi divertenti da utilizzare come adesivi per la propria auto. Una raccolta correlata a questa, che puoi trovare nel sito attraverso la casella di ricerca qui a fianco, è dedicata alle frasi e agli auguri per la patente da dedicare a chi è stato promosso alla scuola guida.
Alcuni modelli storici di auto FIAT
1. Automobile
© Aforismario

Il nostro secolo è stato dominato dalla creatività americana. Quasi tutti i beni di consumo sono stati inventati o prodotti in massa negli Stati Uniti. Gli imprenditori hanno cercato di interpretare le fantasie e i desideri profondi del pubblico. In Europa no. In Europa le élites temevano il cambiamento. L'idea di Ford di dare una automobile a tutti i lavoratori era considerata ad un tempo folle e pericolosa.
Francesco Alberoni, L'ottimismo, 1994

Un automobilista pericoloso è quello che vi sorpassa malgrado tutti i vostri sforzi per impedirglielo.
Woody Allen (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Noi tutti ci lamentiamo per l'inquinamento e per il disagio dovuti alla privatizzazione del "problema dei trasporti" attuata nella forma del commercio di automobili, ma la maggior parte di noi si opporrebbe decisamente all'abolizione delle auto private, mentre un'alta percentuale si guadagna da vivere, direttamente o indirettamente, con attività legate al prospero mercato automobilistico. Di conseguenza, ogni rallentamento nella produzione di automobili viene per lo più interpretato come una catastrofe nazionale.
Zygmunt Bauman, Le sfide dell'etica, 1996

Dopo l'era in cui l'energia sessuale doveva essere sublimata per tenere in funzione la catena di montaggio della fabbrica di automobili, è giunta l'era in cui c'è stato bisogno che l'energia sessuale venisse nutrita, lasciata libera di scegliere qualsiasi canale di sfogo disponibile e incoraggiata a dilagare, di modo che le automobili che lasciavano la catena di montaggio potessero essere desiderate come oggetti sessuali.
Zygmunt Bauman, Amore liquido, 2003

Quando pensi che a nessuno al mondo importi se sei vivo, prova a non pagare per due mesi la rata della macchina.
John Belushi [1]

La mia auto è molto vecchia. Le mie luci di posizione hanno la cataratta!
Milton Berle [1]

Non viaggio mai in aereo. Il viaggio verso l’aeroporto mi fa venire il mal d’auto.
Milton Berle [1]

Il primo insetto a spiaccicarsi sul parabrezza pulito lo farà esattamente di fronte agli occhi del guidatore.
Arthur Bloch, Legge di Drew sulla biologia autostradale, La legge di Murphy II, 1980

Lavare la macchina per far piovere non funziona.
Arthur Bloch, Legge dell'inapplicabilità, La legge di Murphy II, 1980

Se lasci passare una macchina, o a) starete andando nello stesso posto e occuperà l'ultimo parcheggio disponibile; oppure b) procurerà un incidente tale da bloccare tutto il traffico per diverse ore.
Arthur Bloch, Leggi di Athena sulla cortesia stradale, La legge di Murphy II, 1980

Un automobile e un camion che viaggiano in direzioni opposte lungo una strada altrimenti deserta, si incontreranno sul ponticello.
Arthur Bloch, Legge di Quigley, La legge di Murphy II, 1980

L'amore è come un'automobile senza problemi. I problemi sono solo nel guidatore, nei passeggeri e nella strada.
Arthur Bloch, Osservazione di Kafka, La legge di Murphy sull'Amore, 1993

Mai prestare la tua auto a qualcuno che hai messo al mondo.
Erma Bombeck [1]

Uno dei grandi misteri della vita: cosa ne fa un nudista delle chiavi dopo che ha chiuso la macchina?
Jacob M. Braude [1]

Il fascino dell'automobile è questo: si è eroici e seduti.
Anselmo Bucci, Il pittore volante, 1930

Ai gatti neri porta sfortuna essere attraversati da un’auto?
Paolo Cananzi [1]

Confrontare con Une charogne. [2] Ecco a una svolta, spuntare la macchina morta, la carognaautomobile, e si può vedere la sua decomposizione, la ruggine, gli sfondamenti, i visceri esposti, manca però il suono, la strana musica degli insetti, e soprattutto l'odore: si tratta di una decomposizione che ha qualcosa di metafisico, più immateriale che materiale, di un automa che ha vissuto, che ha sentito il conatus, senza mai acquistare una caratteristica umana, e che disumanamente, come ha vissuto, si decompone.
Guido Ceronetti, Il silenzio del corpo, 1979

Oggi i funerali si fanno in automobile per non interrompere il ritmo della vita moderna.
Jean Charles [1]

Non sono le macchine che spingono il civilizzato alla rovina; semmai, questi le ha inventate perché già vi era avviato; mezzi, ausili per raggiungerla più rapidamente e più efficacemente. Non contento di andarci di corsa, ha voluto andarci in auto.
Emil Cioran, La caduta nel tempo, 1964

A uno ho detto: "Tu camminerai…" e dopo due giorni… gli hanno rubato la macchina!
Raul Cremona

«Cosa ne pensi del mare inquinato pieno di chiazze di catrame?» «Ma il mare è così perché non l’hanno ancora finito. Quando l’avranno asfaltato tutto si potrà andare a Cagliari direttamente in macchina.»
Bruno D’Alfonso [1]

Quattro cose dicono alla gente com'è un uomo: la sua casa, la sua macchina, sua moglie e le sue scarpe.
Gavin D'Amato (Danny De Vito), in La guerra dei Roses, 1989

Il proprietario della macchina targata «New York BL 758367458999999473628847456578954125963657784», è pregato di spostarla. La sua targa sta bloccando il traffico.
Bill Dana

La migliore auto è il taxi. Ti porta sempre dove devi andare e non ti crea il problema del parcheggio. Oggi solo i poveri hanno l'automobile.
Luciano De Crescenzo, I pensieri di Bellavista, 2005

L'automobile ci separa dalle cose, la moto invece le fa vivere da dentro.
Antonello De Sanctis, Nel mondo degli uomini, 2012

Il negato. È l’automobilista unanimemente riconosciuto per una sola essenziale caratteristica: non sa guidare, ma continua a guidare lo stesso. Ha ottenuto la patente per pura combinazione e non è mai migliorato, neanche un po’. In compenso, è convinto di cavarsela più che bene.
Gioele Dix, Manuale dell’automobilista incazzato, 2007 [3]

Noi automobilisti non pensiamo altro che al nostro stretto bisogno, ci spazientiamo in un secondo quando qualcosa ci crea fastidio e non facciamo mai lo sforzo di provare a capire che cosa succede al di là del nostro parabrezza.
ibidem

In molti, periodicamente, alzano la voce indignati contro l’esagerata diffusione delle auto blu e, più volte in questi ultimi anni, si è parlato di ridurle drasticamente nel numero. Ma il risultato più evidente è stato l’aumento di macchine nere, grigie metallizzate e persino bianche che svolgono la stessa funzione.
Gioele Dix, Manuale dell’automobilista incazzato, 2007 [3]

Costruirò un’automobile per le moltitudini. Sarà abbastanza grande da poter essere usata da un’intera famiglia e abbastanza piccola da essere guidata e curata da una sola persona. Sarà costruita con i migliori materiali, dagli operai migliori e con le tecniche più semplici che l’ingegneria moderna possa escogitare… Costerà tanto poco che chiunque abbia un buon salario se la potrà permettere.
Henry Ford, su Ford Times, 1913

Quando vedo un'Alfa Romeo mi tolgo il cappello.
Henry Ford, in conversazione con il presidente dell'Alfa Romeo Ugo Gobbato, 1939, cit. in Griffith Borgeson, Alfa Romeo, 1990

Ogni buona automobile dovrebbe durare quanto un buon orologio.
Henry Ford (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Prima mettiamo le auto in circolazione, poi vengono anche le strade.
Henry Ford (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

In questo processo, dove il principio della distruzione è immanente alla produzione, l'uso delle cose deve coincidere il più possibile con la loro usura. E se questo non è possibile per. l'intero prodotto perché nessuno l'acquisterebbe, è sufficiente che lo sia per i pezzi di ricambio, il cui costo deve essere portato a livelli tali che persino piccole riparazioni vengono a costare, se non di più, almeno come un nuovo acquisto. Se questo non basta sarà la pubblicità a persuaderci che, anche se la nostra automobile tecnicamente funziona ancora nel migliore dei modi, è il caso di sostituirla, perché "socialmente inadatta" e in ogni caso "non idonea al nostro prestigio".
Umberto Galimberti, I vizi capitali e i nuovi vizi, 2003

Nel tempo che un russo impiega a presentarsi con nome e patronimico, Michail Serghieievic, Michail Ivanovic, Boris Nikolajevic, i giapponesi fabbricano un’altra automobile.
Bruno Gambarotta [1]

Automobile. La carrozza diabolica dell'arricchito e del nobile involgarito e incanaglito.
Domenico Giuliotti e Giovanni Papini, Dizionario dell'omo salvatico, 1923

Oggi, le distanze medie che si percorrono in automobile sono: una tonnellata, il peso dell'auto, per portare cento chili, il proprietario, la velocità media è dodici chilometri all'ora, un viaggio medio è cinque chilometri. Portare cento chili a dodici chilometri all'ora per cinque chilometri. Sono le prestazioni del mulo. Identiche.
Beppe Grillo, Tutto il Grillo che conta, 2006

L'automobile ha cambiato il nostro modo di vestire, i costumi, le abitudini, le vacanze, la forma delle nostre città, le modalità d'acquisto dei consumatori, i gusti e le posizioni nei rapporti sessuali.
John Keats, I carri insolenti, 1958

E che? L'umanità istupidisce per favorire il progresso meccanico e noi non dovremmo almeno trarne vantaggio? Dovremmo dialogare con la stupidità, quando è possibile sfuggirle con un'automobile?
Karl Kraus, Detti e contraddetti, 1909

C'è solo una possibilità di salvarsi dalla macchina. E cioè quella di adoperarla. Solo con l'auto si torna in se stessi.
Karl Kraus, Pro domo et mundo, 1912

La moderna fine del mondo si compirà in questo modo: in occasione dell'ultimo perfezionamento delle macchine si dichiarerà la incapacità a circolare degli uomini. Le automobili non riescono a portare avanti gli autisti.
Karl Kraus, Pro domo et mundo, 1912

Gli uomini non la smetteranno mai di trattare la macchina meglio della fidanzata. Anche perché non rompe le palle, la macchina, è muta, se vuol dirti qualcosa accende le lucine, invece la morosa parla, non è dotata di cruscotto, purtroppo.
Luciana Littizzetto, La principessa sul pisello, 2002

Noi donne abbiamo una dote meravigliosa che per loro [gli uomini] è un'onta imperdonabile: non riusciamo mai a distinguere i modelli delle auto. Visto che hanno tutte mediamente quattro ruote, una manciata di fari e un volante, per noi una vale l'altra.
Luciana Littizzetto, La principessa sul pisello, 2002

L'automobile per le donne non è mai una Golf, una Mégane, una Delta, una Marea. Per noi un'auto è: lunga, grossa, piccola, alta, bella, brutta. E volendo anche rossa, nera, bianca, verde o carta stagnola. Stop. Il nostro infinito automobilistico si ferma qui.
Luciana Littizzetto, La principessa sul pisello, 2002

Limitiamo pure la velocità. Aumentiamo pure i controlli e i poliziotti che fanno il palloncino. Ma c’è un modo per fare andare ’sti ragazzi più piano in macchina. Una maniera sicura e semplice. Ve la dico? Costruire macchine che vanno più piano. Fine. Punto. Che genialata vero? Peccato che questa sia la prima cosa che viene in mente a una persona normale. Ci sono i limiti di velocità? Che vuole dire che più forte di così non si può andare? Perfetto. E allora fammi delle macchine che non possono superare i 140. Così almeno siamo sicuri che ai 180 o ai 200 all’ora non si schianta più nessuno.
Luciana Littizzetto, La Jolanda furiosa, 2008

Un tempo i produttori di automobili le costruivano per potersi comperare dei quadri; oggigiorno i pittori fanno dei quadri per potersi comperare delle automobili.
Vladimir Majakovskij (fonte sconosciuta)

La magnificenza del mondo si è arricchita di una bellezza nuova; la bellezza della velocità. Un automobile da corsa col suo cofano adorno di grossi tubi simili a serpenti dall'alito esplosivo... un automobile ruggente, che sembra correre sulla mitraglia, è più bello della Vittoria di Samotracia.
Filippo Tommaso Marinetti, Manifesto del Futurismo, 1909

Un’auto è inutile a New York, ed è essenziale in ogni altro posto. Esattamente come le buone maniere.
Mignon McLaughlin [1]

L'automobile è diventata un articolo di vestiario senza il quale ci sentiamo nudi, incerti e incompleti.
Marshall McLuhan, Gli strumenti del comunicare, 1964

L'automobile è divenuta il carapace, il guscio protettivo ed aggressivo, dell'uomo urbano e suburbano.
Marshall McLuhan, Gli strumenti del comunicare, 1964

Le automobili ci hanno permesso di riscoprire quegli spazi che separano una città dall'altra.
Paul Morand (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Certo, è difficile crederci / ma il verde che c'era prima ormai non c'è più / e il grigio ha preso il suo posto. / Certo, vorrei non fosse vero / ma ciò che c'era prima... e ciò che c'è adesso... / La linea è netta… / La linea è irrimediabilmente netta… / Porca puttana! Mi hanno proprio rigato la macchina!
Flavio Oreglio, Poesie catartiche, 2003

Cantico dell'automobilista. Laudato si' / mi' motore...
Gino Patroni, Un giorno da beone, 1969

Il turista è una persona che viaggia mille miglia per farsi una foto accanto alla sua macchina.
Bob Phillips [1]

Le macchine nuove, all'inizio, si presentano come belle sconosciute che, a seconda di come vengono trattate, degenerano rapidamente in musone screanzate o addirittura storpie, oppure si trasformano in amiche bonaccione, sane e durature.
Robert Maynard Pirsig, Lo Zen e l'arte della manutenzione della motocicletta, 1974

Credete che i verdi vadano in bicicletta per tenere pulita la città? Vi sbagliate: vanno in bicicletta per tenere pulita l’auto!
Gabriella Ruisi [1]

Quando raggiunsi il diciottesimo anno di età mio padre mi diede le chiavi della macchina. Se mi avesse dato anche le chiavi del garage per uscire...
Bob Saget [1]

Prendi la maggior parte della gente, hanno il pallino delle macchine. Sudano freddo per un graffio alla carrozzeria, e non la finiscono piú di raccontarti quanti chilometri fanno con un litro, e se prendono un nuovo modello già pensano di cambiarlo con un altro ancora piú nuovo. A me non mi piacciono nemmeno le macchine vecchie, figurati. Voglio dire, non mi interessano nemmeno. Preferirei avere un maledetto cavallo. Almeno un cavallo è umano.
Jerome David Salinger, Il giovane Holden, 1951

L'uomauto è una creatura a quattro ruote, con una carrozzeria esterna che funge da vestito per il prestigio e da abitazione permanente.
Piero Scanziani, Entronauti, 1983

Auto, clacson, moto, sirene, trapani, antifurti, martelli pneumatici, aspirapolvere, schiamazzi, persino campane di chiesa; fortunato, oggi, chi ha la possibilità, quando lo desideri, di godersi ancora un angolo di silenzio.
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

Oggigiorno un'automobile forma parte integrante della vita di ciascuno, è l'accompagnamento sonoro e visivo di tanti pensieri, sentimenti, conversazioni e decisioni, che viene ad assumere l'importanza di una delle stanze di casa. E il separarsene, quali che ne siano le deficienze, è come il perdere un elemento del proprio ambiente familiare.
Jan Struther, La signora Miniver, 1939

La macchina si è fermata? Il motore starnuta? Mettiamo un'aspirina nel carburatore.
Totò (Antonio De Curtis), in Sua Eccellenza si fermò a mangiare, 1961

Nessun ciclista morirà per la sua bicicletta. Sospetto invece che l'automobilista ne sia capace per la sua macchina. O quanto meno che sia capace di uccidere. Perché è proprio questa voglia che gli può far venire la vista della sua carrozzeria rigata. Il proprietario di una bicicletta parcheggiata che ritrovi il suo bene rigato sul telaio non se ne accorgerà neppure; oppure alzerà le spalle come a dire che del resto questo è il destino della bici in città e che tutto sommato va ancora, e questo è l'essenziale.
Didier Tronchet, Piccolo trattato di ciclosofia, 2000

Nella società barbara, il pedone e il cavaliere erano due classi distinte. L'automobile non differenzia la società meno del cavallo da sella.
Lev Trotsky, La rivoluzione tradita, 1938

Tutto nella vita è altrove, e ci si arriva in auto.
Elwyn Brooks White, One Man's Meat, 1942

La gente non è che voglia una macchina a poco prezzo. La gente vuole una macchina carissima che costi meno.
Steven Wright [1]

Un polacco aveva chiuso la macchina con le chiavi dentro. Gli ci sono volute un paio di ore per riuscire a tirar fuori la moglie.
Henny Youngman [1]

Lo sguardo di ogni uomo quando la propria donna sta guidando.
2. Guida di autoveicoli
© Aforismario

Non guidare più velocemente di quanto sappia volare il tuo angelo custode.
Anonimo

Tenete la morte lontana dalle strade. Guidate sul marciapiede.
Anonimo

«Stai attenta! Ma come guidi?»
«Sono un po’ miope, ma gli occhiali non li metto mai perché invecchiano da morire...»
«Pensa che anch’io ho un amico zoppo che preferisce attraversare la strada strisciando piuttosto che portare il bastone...»
Diego Abatantuono, in Eccezzziunale... veramente, 1982

Le donne guidano oramai come gli uomini. Quello che mi meraviglia è che ne sono fiere.
Marcel Achard (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Si, viaggiare / evitando le buche più dure / senza per questo / cadere nelle tue paure / gentilmente / senza fumo con amore / dolcemente viaggiare / rallentando per poi accelerare / con un ritmo fluente / di vita nel cuore / gentilmente / senza strappi al motore.
Lucio Battisti e Mogol, Sì viaggiare, 1977

Quando sento la sirena di un’autoambulanza mi si stringe il cuore pensando a quel disgraziato che attraversa la città indifferente e lui lì, a guidare, per giunta con un rompiballe dietro che si lamenta.
Romano Bertola, Le caramelle del diavolo, 1991

Mia sorella è una laureata di Vassar. Supersofisticata. Aveva l’abitudine di guidare con le gambe accavallate.
Ed Bluestone [1]

Solo dopo aver visto i guidatori in Indonesia si capisce perché la religione abbia un ruolo così fondamentale nella loro vita.
Erma Bombeck [1]

− Scusi, da quanto tempo guida?
− Io? Da... da quasi dieci minuti.
− Ah!, pensavo meno.
Nicoletta Braschi e Roberto Benigni, in La vita è bella, 1997

In auto. La moglie al marito che sta guidando: "Volta a destra! Attento! Rallenta!"
La suocera: "Gira a sinistra! Dai, vai tranquillo! Vai un pochino più svelto!"
"Ma insomma" sbotta lui rivolto alla moglie. "Decidetevi: chi è che guida? Tu o tua madre?".
Gino Bramieri, Io Bramieri vi racconto 400 barzellette, 1976

Gente che va su e giù per le scale mobili, negli ascensori, che guida automobili, le porte dei garage che si aprono schiacciando un pulsante. Poi vanno in palestra per smaltire il grasso.
Charles Bukowski, Il Capitano è fuori a pranzo, 1998 (postumo)

È un vero peccato che tutte le persone che sanno come far funzionare il paese siano troppo occupate a guidare taxi o a tagliare capelli.
George Burns [1]

Vi siete mai accorti di una cosa strana? Chiunque guidi più lentamente di voi è un coglione e chiunque vada più velocemente è un imbecille.
George Carlin [1]

Ci sono padri - le mamme non lo farebbero mai - che tengono i loro bimbi davanti al volante e li fanno guidare come dei deficienti. Non i bambini, i padri.
Gioele Dix, Manuale dell’automobilista incazzato, 2007 [3]

Il negato. È l’automobilista unanimemente riconosciuto per una sola essenziale caratteristica: non sa guidare, ma continua a guidare lo stesso. Ha ottenuto la patente per pura combinazione e non è mai migliorato, neanche un po’. In compenso, è convinto di cavarsela più che bene.
Gioele Dix, Manuale dell’automobilista incazzato, 2007 [3]

Scrivere un romanzo è come guidare una macchina di notte: non puoi mai vedere oltre i fari, ma puoi viaggiare liberamente sulla strada.
Edgar Lawrence Doctorow, su Writers at Work, 1988

Non dico che l’autobus fosse affollato, ma anche il guidatore stava in piedi.
Leopold Fecthner [1]

Una volta ho attraversato la California in macchina in 6 giorni. Mi ci sono voluti 4 giorni per guidare e 2 per ripiegare le cartine.
Buddy Hackett [1]

Come potete pensare che sia tanto da fighi guidare come pazzi con l’alcol che vi sprizza dalle orecchie e la testa gonfia di cannoni? Non è da fichi. È da pirla. È da pisquani. Non c’è niente di più scontato, di più banale, di più trito, che andare veloci in macchina. Son capaci tutti. Anche quelli che non hanno la patente. Basta schiacciare fino in fondo l’acceleratore, finché il ginocchio non si appiattisce e la gamba si fa dritta come un bastone. Fatevi furbi amici, che i platani non si spostano.
Luciana Littizzetto, La Jolanda furiosa, 2008

Con le donne sono sempre stato un disastro, fin da bambino. Quando si giocava al dottore a me facevano guidare l’autoambulanza.
Boris Makaresko [1]

La mia ragazza guida così male che quando c'è lei al volante il navigatore satellitare, non parla. Prega.
Leonardo Manera

Meditare è un lavoro molto faticoso; dopo due o tre ore si è esausti come dopo aver guidato un'automobile per ottocento chilometri, e si desidera solo riposare.
William Somerset Maugham, Il filo del rasoio, 1944

Non capisco gli stati dove si guida a sinistra. Secondo me, la Gran Bretagna dovrebbe cambiare la direzione della circolazione stradale. Il miglior modo sarebbe farlo in modo graduale: prima i camion, dopo un mese gli autobus e alla fine le auto.
Mauroemme

Il 50% degli automobilisti non sa guidare. Il restante 50% sono uomini.
Marco Mezzetti

Ci sono due cose che nessun uomo ammetterà mai di non saper fare bene: guidare e fare l'amore.
Stirling Moss

È cominciata la campagna di sicurezza per le strade. Lo slogan: Non bevete quando guidate... potreste macchiarvi la camicia.
Aldo Vincent

Se non ti piace il modo con cui guido, scendi dal marciapiede.
Lotus Weinstock [1]

Quando mia moglie, guidando, sterza in corrispondenza di una curva, è una coincidenza.
Henny Youngman

Donna al volante, pericolo costante.
Proverbio

Un banale incidente automobilistico
3. Incidente stradale
© Aforismario

Non sono un atleta. Ho cattivi riflessi. Una volta sono stato investito da un'automobile con una gomma a terra, spinta da due tizi.
Woody Allen, The Sensitive Kid (monologo), 1964

Ho visto un ragazzo con la testa rapata che somigliava a un naziskin uscire da una discoteca, ubriaco, alle quattro di mattina. L’ho visto salire su una macchina, sgommare e schiantarsi a 180 all’ora contro un albero. E ho pianto... Ho pianto perché era un albero bellissimo. Un tiglio.
Gino e Michele [1]

Fanno le macchine di due tonnellate, supersicure, con due air-bag e diciotto valvole. Due tonnellate, doppio airbag, cinture pre-tensionate... Sei sicuro se hai centocinquanta milioni per comprarti questa macchina qui! Cioè, sei sicuro se sei in quella macchina lì, ma se sei nell'altra dove va a cozzare quella lì che è un bulldozer... Allora la sicurezza è il "Si salvi chi può".
Beppe Grillo, Tutto il Grillo che conta, 2006

Mentre attraversava la strada s’accorse che un’auto stava per investirlo. Si buttò sulle strisce pedonali. Per morire in regola.
Gianni Monduzzi, Orgasmo e pregiudizio, 1997

Si è maggiormente in pericolo di essere investiti quando si è appena scansata una vettura.
Friedrich Nietzsche, Umano, troppo umano, 1878

Più si resta sulla strada e più aumentano le occasioni di incidenti. La prudenza consiglia quindi dì avere un’auto veloce e di circolare alla massima velocità.
Lucie Olbrechts-Tyteca [1]

Non hai idea di quanti pezzi sia fatta una macchina fino a quando non ti scontri con un Tir.
Herbert V. Prochnow e Herbert V. Prochnow jr. [1]

Nella nostra organizzazione civile e sociale, l’uomo viene per primo, poi viene la macchina. Quindi l’ambulanza.
ibidem

Che differenza c’è tra una puzzola arrotata da un’auto sulla strada e un avvocato che ha fatto la stessa fine? Per la puzzola c’è una traccia di frenata.
Michael Rafferty [1]

Cent’anni fa eravamo molto più furbi: allora si viveva fino a quando non si moriva e non fino a che qualcuno non ti investiva con la sua auto.
Will Rogers [1]

«Ho fatto un incidente con la macchina che mi hai prestato.»
«Si è rovinata molto?»
«Quello col carro attrezzi ha detto: “Meno male che si è salvato il portacenere, altrimenti non sapevamo dove mettere la macchina!”»
Francesco Salvi [1]

Sono un Volvovegetariano. Mangio animali solo se uccisi accidentalmente da macchina in corsa.
Ron Smith [1]

Con i suoi 10.000 morti l'anno nella sola Francia, l'automobile è diventata il primo predatore dell'uomo. Ciò nonostante la crescita dell'industria automobilistica è considerata un indicatore di prosperità. Nessun altra specie nella storia della creazione ha mai generato il proprio predatore con tanto entusiasmo.
Didier Tronchet, Piccolo trattato di ciclosofia, 2000

State guidando su di una stretta strada di montagna quando all’improvviso un cane balza davanti alla vostra auto. Non c’è tempo per frenare e, se sterzate per evitarlo, quasi certamente finireste nella scarpata. Che cosa usate per togliere il sangue dal paraurti?
Tom Weller [1]

L'automobile del futuro sarà più veloce del suono. Così il guidatore sarà all'ospedale prima di accendere il motore.
Henny Youngman [1]

Se bevi mentre stai guidando, bada che l'autoradio sia a volume massimo. Questo per non sentire il crash!
Henny Youngman [1]

Gli ingorghi piacciono, altrimenti non vi parteciperebbe tanta gente. (Pino Caruso)
4. Traffico stradale
© Aforismario

In città, un funerale è solo un'interruzione del traffico. In un paese è una forma d'intrattenimento.
George Ade

Gli ingorghi piacciono, altrimenti non vi parteciperebbe tanta gente.
Pino Caruso, Ho dei pensieri che non condivido, 2009

Io credo nella catastrofe finale. Sarà per un po’ più avanti. Non so che forma assumerà, ma sono assolutamente certo che è inevitabile. Qualsiasi previsione è arrischiata e ridicola. Ma si avverte benissimo che siamo a una brutta svolta, e che le cose non possono andare a finire bene. A un tale che continuava a domandarmi una argomentazione, ho raccontato questo aneddoto. Un giorno stavo andando verso il Louvre e dovevo attraversare la Senna. C’è sempre una quantità enorme di macchine nella strada lungo l’alzaia. Non avevo guardato il semaforo e andavo avanti. Improvvisamente mi sono trovato bloccato in mezzo alla carreggiata, circondato da centinaia di auto... Allora ho veramente avuto come una illuminazione: siamo spacciati! Com’era possibile una cosa simile! Mostruoso! Che l’uomo sia potuto arrivare a tanto! Basta! Non c’è bisogno di spiegare. Siamo spacciati!
Emil Cioran, Un apolide metafisico, 1995

Il mondo del traffico obbedisce a ruvide norme non scritte, che bandiscono ogni forma di compiacimento e complicità. Chi è forte ottiene rispetto, ma niente di più. Mica siamo boy-scout.
Gioele Dix, Manuale dell’automobilista incazzato, 2007 [3]

Stare incolonnati per ore è un’esperienza dura e dolorosa, alla quale nemmeno i più previdenti e fortunati automobilisti riescono a sfuggire almeno una volta nella vita. Mentre la maggioranza di noi ci finisce in mezzo mediamente due volte al giorno.
ibidem

La coda è uno stress a gradazione progressiva. Prima la speranza consolatoria (“Vedrai che dura poco, non c’è mai a quest’ora”). Poi l’illusione percettiva (“Vedi che si muove? Lentamente, ma si muove”). Poi la consapevolezza razionale (“Non si muove per niente, ci vorrà almeno un’ora”). Poi la rabbia indiscriminata (“Ma perché non si muove, che fanno questi bastardi?”). Poi la disperazione solitaria (“Perderò minimo due ore, come faccio?”). Poi il risentimento universale (“Siamo troppi! L’abbiamo voluta la libera circolazione? Eccolo qua, la democrazia! Ritiriamo su il Muro di Berlino!”). Poi la rassegnazione filosofica (“Prima o poi tutto finisce, ne verremo fuori, fossero tutti questi i guai nella vita”). Rassegnarsi da subito farebbe molto meglio alla salute, ma mica siamo tutti filosofi.
Gioele Dix, Manuale dell’automobilista incazzato, 2007 [3]

Il traffico ha reso impossibile l'adulterio nelle ore di punta.
Ennio Flaiano, Frasario essenziale per passare inosservati in società, 1969 (postumo, 1986)

Chi va in macchina e si lamenta del traffico è come una baldracca che deplori la decadenza dei costumi.
Fausto Gianfranceschi, Elogio della nostalgia, 2002

Il progresso si riconosce dal fatto che i voli sono sempre più brevi e i tragitti in macchina per l'aeroporto sempre più lunghi.
Alberto Sordi [4]

La pennica è sacra: un'ora e mezza a letto ogni giorno dopo pranzo. Sto disteso e godo nel sentire i clacson in lontananza. Quelli della gente che sta in macchina, in coda, suda, si affanna. Io ridacchio fra me e me e penso: ma 'ndo annate?
Alberto Sordi [4]

Chi fa tanti figli è convinto che il traffico urbano non sia un grande problema.
Mirco Stefanon [4]

Non avrei paura della morte, se fossi in te: avrei più paura a guidare nel traffico nelle ore di punta.
Ninny Threadgoode (Jessica Tandy), in Pomodori verdi fritti, 1991

5. Semaforo
© Aforismario

Il semaforo è il mezzo per far arrivare i pedoni senza pericolo al centro della strada.
Antonio Amurri, Qui lo dico e qui lo nego, 1990

La crisi è talmente evidente che ieri il lavavetri al semaforo mi ha chiesto se avevo bisogno di qualcosa.
Stefano Andreoli e Alessandro Bonino (a cura di), Spinoza. Un libro serissimo, 2010

Se è verde, non hai fretta.
Arthur Bloch, Legge dei semafori, La legge di Murphy II, 1980

A Napoli il semaforo rosso non è un divieto, è solo un consiglio.
Luciano De Crescenzo, I pensieri di Bellavista, 2005

I ciclisti non hanno soltanto e sempre ragione. Non quando si considerano, a propria volta, totalmente incorporei ed esonerati dal rispetto di qualunque legge fisiodinamica. Se, per esempio, non si fermano all’incrocio perché detestano il semaforo rosso, c’è caso che io, che invece adoro il semaforo verde, li centri prima che sgombrino il campo.
Gioele Dix, Manuale dell’automobilista incazzato, 2007 [3]

In Italia, teniamo alle nostre abitudini e non ci piace cambiare. Ci conosciamo bene e sappiamo di non essere adatti alla rotatoria. È soprattutto un problema di testa. Noi abbiamo bisogno del semaforo. Se c’è il semaforo, noi - più o meno - gli diamo retta. (Più o meno, nel senso che: passiamo col verde, su questo non ci piove; passiamo col giallo, su questo pure non ci piove, quasi mai; e passiamo anche con un certo tipo di rosso. Per la precisione, noi passiamo sia con l’appena rosso, che è il rosso acerbo, quello con un minimo residuo di ancora giallo; sia col troppo rosso, che è il rosso maturo, quello che consideriamo a tutti gli effetti un quasi verde. In sostanza, l’unico che noi rispettiamo sul serio è il rosso pieno, ossia quello centrale, quello che dura il giusto. E quant’è che dura il giusto? Lo sentiamo a pelle, a istinto. Dopo di che è normale che, seppur lentamente, ci si sganci dalla linea di arresto. Ora basta, su andiamo, è quasi verde...”.)
Gioele Dix, Manuale dell’automobilista incazzato, 2007 [3]

Lavavetri. Nessuno probabilmente poteva immaginare che l’invenzione del semaforo avrebbe fatto nascere un giorno una nuova categoria di lavoratori precari.
ibidem

L’automobilista davanti a te procede lentamente in mezzo alla carreggiata. A poche centinaia di metri c’è un semaforo, conosciuto in tutta la regione per la durata infinita del suo rosso, tre minuti abbondanti. Al momento, naturalmente, è verde, ma l’automobilista che ti precede non pare comprendere la necessità di accelerare per superarlo in tempo. Eppure ha la strada totalmente sgombra davanti a sé. Tu scalpiti, controlli con sguardo lungo il semaforo e intanto gli fai pressione, suonando più volte il clacson e aggiungendo continui lampeggiamenti anabbaglianti. Il calvario prosegue per interminabili secondi fino a che, giunti entrambi a pochissimi metri dall’incrocio, scatta il giallo. L’automobilista rallenta ulteriormente, ma non arresta del tutto la sua corsa. È quanto basta perché il semaforo diventi rosso. Ma il cretino passa e tu: fermo. Come reagisci? a)Penso a Gesù Cristo, che raccomanda di rispondere sempre con l’amore. b)Tiro fuori dal cruscotto il sudoku e tento di finirlo, il tempo c’è. c) Immagino di avere un optional fornitomi dal Pentagono: schiaccio un bottone, mi si apre il radiatore ed esce fuori un bazooka intelligente, che colpisce il cretino con assoluta precisione.
Gioele Dix, Manuale dell’automobilista incazzato, 2007 [3]

Come due strade che provengono lontane, dai due capi opposti del mondo e si incontrano. Questo è l'amore. Altri più semplicemente lo chiamano incrocio e ci mettono un semaforo.
Fabio Fazio (fonte sconosciuta)

Da noi non c'è automobilista che, fermo a un semaforo, non abbia fatto esperienza della povertà. E allora, un po' per tacitare la coscienza, un po' per toglierci il fastidio, apriamo il finestrino e facciamo l'elemosina, ben sapendo che l'elargizione di denaro non risolve il problema né a breve né a lungo termine.
Umberto Galimberti, I miti del nostro tempo, 2009

Voglio parlare del cervello. L'emisfero destro, quello razionale, e l'emisfero sinistro, quello della fantasia. Quello che fa credere all'automobilista costretto a fermarsi col rosso che è il semaforo ad avercela con lui.
Beppe Grillo, in Cervello, Genova, 1997

Il rosso «stacca», il rosso attrae. Il rosso, in definitiva, è quanto di meglio, per comunicare visivamente. Del resto non è forse rosso il segnale del semaforo che ci impone il più importante tra i messaggi che convoglia?
Danilo Mainardi, Dalla parte degli animali, 1990

Io amo le macchine imprecise, i computer che sbagliano, i semafori che s'incantano.
Giorgio Manganelli, Improvvisi per macchina da scrivere, 1989

Il paese dove abito è così vecchio, ma così vecchio, che i semafori sono in bianco e nero.
Mauroemme

Quando una donna ti dice di sì, è la vita che ti offre il semaforo verde.
Gianni Monduzzi, II morbo di Monduz, 1988

Per aumentare le probabilità di sopravvivenza la mamma affianca l’Onnipotente vigilando sulla tua guida e trovando da ridire su tutto: l’aria condizionata (strumento malsano, focolaio di polmoniti), l’acceleratore, i sorpassi («che fretta c’è di andare all’obitorio?»). Davanti al semaforo la sua prudenza supera ogni limite: pretende che ti fermi anche se è verde. Trova più saggio aspettare il rosso, così riparti con un verde in gioventù, che ha tutta la vita davanti.
Gianni Monduzzi, Manuale per difendersi dalla mamma, 1991

Ti accorgi di essere sereno e in pace col mondo, quando ti fermi volentieri ai semafori.
Leonardo Morini [4]

Il traffico in questa città è così terribile, che i semafori hanno tre segnali: Alt, Avanti e Cuccato!
Robert Orben [1]

Le persone che non si conoscono bene diventano nella nostra testa più interessanti, ciò che noi vogliamo che siano. Come le persone che si incontrano al semaforo: dopo averti sorriso, scatta il verde e partono. Si ha la sensazione che siano quelle che stavamo cercando da anni.
Fabio Volo, Il giorno in più, 2007

   Non sostare senza di te
Un romantico divieto di sosta (fonte: web - autore sconosciuto)
6. Parcheggio
© Aforismario

La stupidità non è considerata una disabilità. Parcheggia altrove.
Anonimo (vedi "Cartelli e avvisi divertenti" su Aforismario)

Dio non è morto. Sta solo cercando un posteggio.
Anonimo (attribuito a Woody Allen)

Se l'universo si espande, perché non riesco mai a trovare un parcheggio?
Woody Allen 

Una vergine è come una zona per parcheggiare. Non ce ne sono molte in giro, e appena ne avvisti una, un furbastro te la frega proprio sotto gli occhi!
Milton Berle

Non appena hai deciso di parcheggiare a due chilometri di distanza, quattro posti si libereranno simultaneamente sotto casa.
Arthur Bloch, Postulato del parcheggio, La legge di Murphy II, 1980

Abito in un quartiere di teppisti incredibili. Per dirne una: ieri ho preso la macchina, l'ho parcheggiata, l’ho lasciata aperta, ma giusto tre minuti, il tempo di bere un caffè. Sono uscito dal bar e l’ho trovata chiusa!
Antonio Cornacchione [1]

Il parcheggio per l’automobilista non è un problema, è il problema.
Gioele Dix, Manuale dell’automobilista incazzato, 2007 [3]

L’automobile rende l’uomo più solo e più libero, ma è solo il parcheggio che lo libera dall’automobile.
ibidem

Nel mondo ci sono più auto che posti-auto. Non è una questione di spazio fisico, perché in tante aree geografiche parcheggiare si può, però non conviene. Trasferirsi in un deserto - ad esempio - risolverebbe soltanto a metà: ottimo parcheggio, ma vita sociale azzerata.
ibidem

Parcheggio sotterraneo o multipiano. C’è un’unica differenza fra i due parcheggi di questo tipo. Nel parcheggio sotterraneo, si trova posto soltanto al piano - 8, a sessanta metri di profondità sotto il livello del mare, fra muffe e altre sconosciute forme di vita. Nel parcheggio multipiano, si trova posto esclusivamente in terrazza, dove l’esposizione a condizioni climatiche avverse - sole a picco bruciante, grandine in chicchi da un chilo, tormente di neve - sconsiglierebbe il parcheggio a qualunque automobilista sensato.
Gioele Dix, Manuale dell’automobilista incazzato, 2007 [3]

Stabilito che il posteggio sul marciapiede è un’operazione a rischio, bisogna attrezzarsi a compierla con un approccio psicologico del tutto speciale. La parola d’ordine è: disinvoltura. Se l’automobilista si mostra sufficientemente sicuro di sé, il più è fatto.
Gioele Dix, Manuale dell’automobilista incazzato, 2007 [3]

Quando Salomone disse che c'è un tempo e un luogo per ogni cosa non aveva affrontato il problema di parcheggiare la sua automobile.
Bob Edwards [4]

Chi tardi arriva male parcheggia.
Marcello Marchesi, 100 neoproverbi, 1965/68

Pedone: un tizio che è riuscito a parcheggiare l'automobile.
Ugo Tognazzi

Oggi le donne esercitano le più svariate attività: sono diventate fantini, giocatrici di baseball, scienziate atomiche, dirigenti d'azienda e forse un giorno impareranno anche a parcheggiare la macchina.
Bill Vaugham

Mi piace prendere la macchina, andare in periferia, trovare un parcheggio e mettermici senza scendere dall'auto, e poi contare quanta gente arriva e mi chiede se me ne sto per andare.
Steven Wright [1]

Le cose vanno sempre peggio. Ho visto un uomo a terra, immobile. Sono sceso dal marciapiede e gli ho chiesto: "Sta male?". E lui: "No, è che ho trovato un parcheggio e così ho mandato mia moglie a comprare una macchina".
Henny Youngman [1]

7. Benzina
© Aforismario

Tutti sono sempre più impazienti, più agitati e irrequieti. Le autostrade e le altre strade d'ogni genere sono affollate di gente che va un po' da per tutto, ovunque, ed è come se non andasse in nessun posto. I profughi della benzina, gli erranti del motore a scoppio.
Ray Bradbury, Fahrenheit 451, 1953

Gli uomini mettono nella loro automobile non meno amor proprio che benzina.
Pierre Daninos, Vacances à tous prix, 1958

Il fai da te è un sistema che consente, a fronte di uno sconto irrisorio, di imbrattarsi le mani e far colare il carburante risparmiato lungo la fiancata dell’auto.
Gioele Dix, Manuale dell’automobilista incazzato, 2007 [3]

Essence benzina e gasolina / soltanto un litro e in cambio ti do Cristina / se vuoi la chiudo pure in monastero / ma dammi un litro di oro nero.
Rino Gaetano, Spendi spandi effendi, 1977

La benzina dovrebbe costare diecimila lire al litro e tu avere una macchina che con due litri fa cento chilometri. Il costo del tuo spostamento non cambia, è giusto? Se tu hai una macchina da due litri per cento chilometri e la benzina costa cinque volte, tu consumi cinque volte meno, chi se ne frega? Però con quei soldi copri i costi del petrolio e tu ti inquini cinque volte di meno. Ci vorrebbe, direte voi, la macchina che va con due litri di benzina ogni cento chilometri, la macchina del futuro, e chi la fa? E chi la fa la macchina del futuro? E con due litri, e chi la fa? Dov'è? Dov'è la macchina del futuro, porca Eva! Eccola qui la macchina del futuro! [Grillo mostra la foto di un 'automobile.] Questa con due litri e mezzo fa cento chilometri, centotrenta chilometri all'ora, costa nove milioni, è ultrasicura, si chiama Renault Vesta Due. Sapete dov'è la macchina del futuro? Al museo dell'automobile di Parigi! Allora a noi ci vendono delle macchine per farci consumare petrolio - perché droga e armi vanno a braccetto, petrolio e macchine vanno a braccetto -, e loro ci fanno la Twingo: la Twingo ha un motore di quindici anni fa, fatto da un ingegnere della Ddr, aste e bilancieri, che consuma come un Tir. Ma allora dovremmo noi pagare la benzina diecimila lire e avere una macchina così. Non ce la danno.
Beppe Grillo, Tutto il Grillo che conta, 2006

Primavera. Quella stagione nella quale tutti corriamo all'aperto per respirare finalmente un po' di fresche esalazioni di benzina.
Carlo Manzoni (fonte sconosciuta)

Se in questo paese sappiamo fare le automobili, dobbiamo saper fare anche la benzina.
Enrico Mattei, Lettera a Vittorio Valletta

Le stazioni di servizio vendono più caramelle e bibite gassate che benzina.
Morgan Spurlock, in Super Size Me, 2004

Frasi per Adesivi auto
  • Una raccolta di frasi divertenti o utili da usare come adesivi per auto.
  • Bebè a bordo
  • Bimbo a bordo
  • Chi segue gli altri non arriva mai primo
  • Chi va piano va sano e va lontano
  • Davanti a me nessuno dietro solo polvere
  • Fermate il mondo, voglio scendere!
  • Ho famiglia!
  • Ho la patente da due giorni!
  • Io amo l'umanità; è la gente che non sopporto!
  • Io freno senza motivo
  • L'auto è OK. Il guidatore necessita di manutenzione
  • La Ferrari è in garage
  • Mamma a bordo
  • Mantieni le distanze
  • Nel dubbio accelero
  • Non cercare guai: saranno loro a trovarti.
  • Non guidare più velocemente di quanto sappia volare il tuo angelo custode
  • Odio il traffico!
  • Oggi è il primo giorno del resto della tua vita
  • Più conosco gli uomini, più amo gli animali
  • Prima di ridere della mia auto, finite di pagare le rate della vostra
  • Scusatemi se volo a bassa quota
  • Se stai leggendo questo significa che sei appena stato superato da una ragazza
  • Se leggi questo sei troppo vicino
  • Se leggi qui è perché siamo fermi al semaforo
  • Se riesci a leggere fino in fondo mi hai già tamponato!
  • Se riesci a leggere mi sono ribaltato [Scritta al rovescio]
  • Se tutti ti vengono incontro, sei nella carreggiata sbagliata.
  • Sono fuori del letto e vestito, che vuoi di più? 
  • Sorridi... domani sarà peggio!
  • Sorridi, sei vivo!
  • Stai alla larga!
  • Suocera a bordo!
  • Tutto nella vita è altrove, e ci si arriva in auto
  • Va' piano!
Note
  1. Gino e Michele, Anche le formiche nel loro piccolo s'incazzano. Opera omnia, Baldini e Castoldi, 1995.
  2. Une charogne: Una carogna, poesia di Charles Baudelaire.
  3. Gioele Dix, Manuale dell’automobilista incazzato © 2007 Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.
  4. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  5. Vedi anche: Frasi di Auguri per Patente di Guida

Nessun commento: