2015-04-24

Letteratura - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta di aforismi e frasi sulla letteratura, i letterati, la vita letteraria e sul confronto tra poesia e prosa. Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulla poesia e sul romanzo.
Il mio gatto fa quello che io vorrei fare, ma con meno letteratura.
1. Letteratura
© Aforismario

La letteratura non ha messaggi né valori morali da proporre, e quando ne ha, si tratta di un genere di cattiva letteratura. Il suo solo compito è di rappresentare la contraddittoria esperienza del tutto e del nulla della vita, del suo valore e della sua assurdità.
Corrado Augias, Leggere, 2007

La vita contemporanea, all'apparenza così piena di luce (in tutti i sensi), contiene in realtà vaste zone d'ombra, dove solo la letteratura e le arti sono in grado di penetrare.
Corrado Augias, Leggere, 2007

La letteratura e la matematica non sono altro che specchi in ciascuno dei quali la verità − o, per usare un'espressione meno impegnativa, la varietà dell'universo − si riflette solo in maniera parziale.
Claudio Bartocci, Racconti matematici, 2006

L'arte è una faccenda di cinquanta persone, di cui poi trenta non sono normali. Quello che pubblicano le grandi case editrici non è arte, bensì lavoro di gente che scrivendo soddisfa la propria mediocrità.
Gottfried Benn, Lettera a Paul Zech, 1913

Il principale dovere di un letterato ignoto è d'essere interessante. Il diritto d'esser noioso spetta soltanto ai letterati celebri.
Emile Berr (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La letteratura non è altro che un sogno guidato.
Jorge Luis Borges, Il manoscritto di Brodie, 1970

Quando ci si può guardar soffrire e raccontare quello che si è visto, significa che si è nati per la letteratura.
Édouard Bourdet, Vient de paraître, 1927

La letteratura è una delle più tristi strade che portano dappertutto.
André Breton, Manifesto del Surrealismo, 1924

Chissà perché è invalso in letteratura quel principio dà modiste, secondo il quale è sublime il cappellino che si porta quest'anno mentre sono ridicoli quelli degli anni passati.
Gesualdo Bufalino, Il malpensante, 1987

Con la letteratura ho rapporti tempestosi, come con Dio. Non ci credo ma la bestemmio e la prego.
Gesualdo Bufalino, Il malpensante, 1987

Più m’incaponisco a capirle, più vita e letteratura mi paiono le due facce d’un medesimo abrakadabra.
Gesualdo Bufalino, Bluff di parole, 1994

L'eccessiva ambizione dei propositi può essere rimproverabile in molti campi d'attività, non in letteratura. La letteratura vive solo se si pone degli obiettivi smisurati, anche al di là d'ogni possibilità di realizzazione: solo se poeti e scrittori si proporranno imprese che nessun altro osa immaginare la letteratura continuerà ad avere una funzione.
Italo Calvino, Lezioni americane, 1988 (postumo)

Da quando la scienza diffida delle spiegazioni generali e delle soluzioni che non siano settoriali e specialistiche, la grande sfida per la letteratura è il saper tessere insieme i diversi saperi e i diversi codici in una visione plurima, sfaccettata del mondo.
Italo Calvino, Lezioni americane, 1988 (postumo)

Una letteratura disperata è una contraddizione in termini.
Albert Camus, L'estate, 1954

Per essere grandi nella letteratura, o per lo meno, per operarvi una rivoluzione sensibile, bisogna, come nella politica, trovare un ambiente già predisposto e nascere al momento giusto.
Nicolas de Chamfort, Massime e pensieri, 1795/1953 (postumo)

Ogni grande opera letteraria è allegorica; allegorica sotto un certo aspetto dell'intero universo. L'Iliade è grande solo perché la vita di tutti è una battaglia, l'Odissea solo perché la vita di tutti è un viaggio, il libro di Giobbe perché la vita di tutti è un enigma.
Gilbert Keith Chesterton, L'imputato, 1901

La letteratura, per essenza prolissa, vive della pletora dei vocaboli, del cancro della parola.
Emil Cioran, Sillogismi dell'amarezza, 1952

Fare dei libri e mostrarsene fieri costituisce uno degli spettacoli più pietosi: quale necessità spinge uno scrittore che ha già scritto cinquanta volumi a scriverne ancora un altro? perché questa proliferazione, questa paura di essere dimenticati, questa civetteria di bassa lega? Il solo che merita indulgenza è il letterato per bisogno, lo schiavo, il forzato della penna. Comunque, non c'è più nulla "da costruire", né in letteratura né in filosofia. Solo quelli che ne vivono, materialmente s'intende, dovrebbero dedicarvisi.
Emil Cioran, La tentazione di esistere, 1956

"Nessuna parola può sperare altro che la propria disfatta" (Gregorio Palamàs). Una condanna
così radicale di ogni letteratura poteva venire solo da un mistico, da un professionista dell'Ineffabile.
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973

Il rimprovero più grave che si possa muovere ai regimi polizieschi è che obbligano a distruggere, per misura di prudenza, lettere e diari, ossia quel che vi è di meno falso in letteratura.
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973

Un capolavoro letterario non è altro che un vocabolario in disordine.
Jean Cocteau, Le Potomak, 1919/24

La letteratura consiste nell'arte di scrivere qualcosa che sarà letto due volte, il giornalismo in quella di scrivere ciò che deve essere compreso immediatamente.
Cyril Connolly, I nemici dei giovani talenti, 1938

Appartengono alla letteratura tutti i libri che si possono leggere due volte.
Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, 1977/92

Per il lettore che sa leggere tutta la letteratura è contemporanea.
Nicolás Gómez Dávila, ibidem

La letteratura, se diverte chi la fa, annoia chi la legge.
Nicolás Gómez Dávila, ibidem

Scienza è quel che interessa tutti in generale e nessuno in particolare. Letteratura è quel che interessa solo in particolare.
Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, 1977/92

La letteratura contemporanea, in qualsiasi epoca, è il peggior nemico della cultura. Il tempo limitato
del lettore si consuma leggendo mille libri mediocri che ottundono il suo senso critico e feriscono la sua sensibilità letteraria.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

C'è chi confessa, senza vergognarsi, di «studiare» letteratura.
Nicolás Gómez Dávila, ibidem

Chi crede senza riserve che la letteratura sia espressione della società rischia di usare come documento storico semplici formule di retorica tradizionale. La letteratura è di solito espressione della letteratura precedente.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

Come nella nostra società trionfano i bassi fondi sociali, così nella nostra letteratura trionfano i
bassifondi dell'anima.
Nicolás Gómez Dávila, ibidem

Da Omero a Yeats i valori plebei hanno vissuto inerti nei sobborghi delle lettere come proletari
oppressi. La letteratura attuale è scritta da Tersite.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

Della letteratura del passato l'illetterato apprezza solo ciò che gli ricorda l'arte contemporanea che
ammira.
Nicolás Gómez Dávila, ibidem

Dopo millenni di letteratura dovremmo ormai sapere che più importante della verità è il talento
con cui uno scrittore si sbaglia.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

I tre nemici della letteratura sono: il giornalismo, la sociologia, l'etica.
Nicolás Gómez Dávila, ibidem

In qualsiasi epoca viva, lo scrittore puro non si cura di appartenere alla letteratura contemporanea.
Per il vero scrittore letteratura contemporanea è quella che fa lui.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

L'importanza di un «messaggio», in letteratura, dipende dalla qualità del messaggero.
Nicolás Gómez Dávila, ibidem

La «aletteratura» ha come finalità di mettere in risalto tutto quello che la letteratura si proponeva intenzionalmente di tralasciare. Lo scrittore odierno divulga di preferenza quello che lo scrittore di ieri taceva non per inesperienza o paura, ma per disprezzo. Per essere noioso e grossolano c'è bisogno di meno talento di quanto si creda.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

La decadenza di una letteratura comincia quando i suoi lettori non sanno scrivere.
Nicolás Gómez Dávila, ibidem

La letteratura muore quando ci sono cento pubblici specializzati anziché uno colto.
Nicolás Gómez Dávila, ibidem

La letteratura pone i problemi dell'uomo nella lingua dell'intelligenza e non in un esperanto dell'intelletto.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

La letteratura è troppo ricca e la nostra memoria troppo limitata per non avvertire lo scrittore che il
mero talento non basta.
Nicolás Gómez Dávila, ibidem

La recente comparsa di una letteratura di professori ci ha riconciliato con la letteratura di giornalisti.
Nicolás Gómez Dávila, ibidem

La storia letteraria insegna che l'opera di qualsiasi grande poeta si divide in due parti: quella che
continuiamo ad ammirare e quella che ha influenzato la letteratura.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

Oggi nelle lettere si fa carriera rinnegando la letteratura, come rinnegando la borghesia si fa carriera tra i borghesi.
Nicolás Gómez Dávila, ibidem

Nonostante i suoi pruriti di originalità, la letteratura moderna è scritta da pudibondi bibliotecari.
Nicolás Gómez Dávila, ibidem

La letteratura non è «espressione della società». Ciò che una letteratura esprime non esiste come realtà indipendente dalla sua espressione letteraria. La definizione completa di una società, tuttavia, comprende la letteratura che vi si scrive.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

Qualunque letteratura prettamente contemporanea è sempre coriacea. Per assaggiarla conviene aspettare che frolli.
Nicolás Gómez Dávila, ibidem

Lo storico di una letteratura utilizza il termine «genio» un numero di volte inversamente
proporzionale all'importanza di quella letteratura.
Nicolás Gómez Dávila, ibidem

Verità o autenticità non sono fini della letteratura, ma qualità, utilizzabili letterariamente, di certe proposizioni, come la loro musica verbale o il loro grafismo evocativo.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

La vera letteratura contiene sempre pietas che è osservazione cosciente del mondo, comprensione profonda dell’animo umano, in tutte le sue sfaccettature. La narrativa priva di pietas spesso risulta secca, asciutta, puro mimetismo, se non sterile esercizio formale.
Alice Di Stefano, su Il Messaggero, 2013

Fare della buona letteratura è come nuotare sott'acqua trattenendo il fiato.
Francis Scott Fitzgerald, Taccuini, 1978 (postumo)

Il mio gatto fa quello che io vorrei fare, ma con meno letteratura.
Ennio Flaiano, Taccuino del marziano, 1960 (postumo, 1974)

Quanto poco si è scritto di tutto ciò che è accaduto e quanto poco si è salvato di tutto ciò che è stato scritto! La letteratura è frammentaria fin dall'origine, essa contiene monumenti dello spirito umano solo in quanto essi siano stati fissati negli scritti e si siano alla fine conservati.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

La letteratura è il frammento dei frammenti. Solo una parte minima di quello che accadde fu scritta e fu detta, e solo una parte minima di quello che fu scritto è rimasta.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

La letteratura si corrompe solo nella misura in cui gli uomini diventano più corrotti.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

Nonostante ogni incompletezza della letteratura, noi troviamo ripetizioni a migliaia, donde consegue
quanto sia limitato lo spirito e il destino dell'uomo.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

Erra chi dice che le lettere guastano e' cervelli degli uomini, perché è forse vero in chi l'ha debole; ma dove lo truovano buono, lo fanno perfetto; perché el buono naturale congiunto col buono accidentale fa nobilissima composizione.
Francesco Guicciardini, Ricordi, 1512/30

Lo svantaggio della grande letteratura sta nel fatto che ogni stronzo ci si può identificare.
Peter Handke, Il peso del mondo, 1978

La letteratura, come la nobiltà, è nel sangue.
William Hazlitt (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Dovete credere che la bocca parla dell’abbondanza del cuore. Se siete un bel cuore e un bel cervello creerete bellezza. Altrimenti creerete bruttezza, perché il demone non crea bellezza. I creatori di sublime erano sublimi nella vita. La bassezza della letteratura del XX secolo deriva dal fatto che questa è un’epoca mediocre, calcolatrice, l’inventrice dell’arte di arrangiarsi e di altre ignominie.
Max Jacob, Consigli a un giovane poeta, 1922

In principio era la copia per recensione, e uno la riceveva dall'editore. Poi scriveva una recensione. Poi scriveva un libro, che l'editore riceveva e rispediva come copia per recensione. Il prossimo a cui arrivava faceva lo stesso. Così è nata la letteratura moderna.
Karl Kraus, Detti e contraddetti, 1909

La letteratura nasce sempre da un attrito, da un contatto elettrico tra la lingua e qualcosa che comunque sfugge al nostro controllo, si tratti della società circostante o dei fantasmi della propria interiorità.
Gabriele La Porta, Meno letteratura, per favore!, 2010

La letteratura parla molto di sesso e poco dell'avere dei bambini; la vita è esattamente l'opposto.
David Lodge (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La letteratura comincia nel punto in cui la mia impressione è che non saprei scrivere quel che ho davanti.
György Lukács, Pensiero vissuto, 1983 (intervista di István Eörsi)

La letteratura, ben lungi dall'esprimere la "totalità dell'uomo", non è espressione, ma provocazione; non è quella splendida figura umana che vorrebbero i moralisti della cultura, ma è ambigua, innaturale, un poco mostruosa. Letteratura è un gesto non solo arbitrario, ma anche vizioso: è sempre un gesto di disubbidienza, peggio, un lazzo, una beffa; e insieme un gesto sacro, dunque antistorico, provocatorio.
Giorgio Manganelli, Il rumore sottile della prosa, 1994

Finché c'è al mondo un bimbo che muore di fame, fare letteratura è immorale.
Giorgio Manganelli, Il delitto rende ma è difficile, 1997

La vera letteratura non è quella che lusinga il lettore, confermandolo nei suoi pregiudizi e nelle sue insicurezze, bensì quella che lo incalza e lo pone in difficoltà, che lo costringe a rifare i conti col suo mondo e con le sue certezze.
Claudio Magris, Danubio, 1986

Nella letteratura, come nella vita, solo chi tace è "sincero": nell'attimo in cui qualcuno parla a un pubblico non è più "sincero", ma scrittore, o attore, perciò uomo che civetta.
Sándor Márai, Terra, Terra!, 1972

La letteratura esaltò fino ad oggi l’immobilità pensosa, l’estasi e il sonno. Noi vogliamo esaltare il movimento aggressivo, l’insonnia febbrile, il passo di corsa, il salto mortale, lo schiaffo ed il pugno.
Filippo Tommaso Marinetti, Manifesto del Futurismo, 1909

La conoscenza di diverse letterature è il modo migliore di liberarsi dalla tirannia di una sola.
José Martí, Oscar Wilde, 1882

Ciò che non è in mezzo alla strada è falso, derivato, vale a dire: letteratura.
Henry Miller, Primavera nera, 1936

Una reputazione letteraria dipende più dalla moda che un abbigliamento di grande stilista… e declina più in fretta.
Francis de Miomandre, La moda, 1927

Un titolo ben concepito dovrebbe rendere superflua la lettura del testo. Sicché si potrebbe ipotizzare tutta una letteratura formata da soli titoli.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

L'amore ha sulla coscienza menzogne infamie tradimenti delitti, ma soprattutto molta cattiva letteratura.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

La letteratura è un gigantesco millenario campo di battaglia di contendenti della parola, dove i superstiti si contano.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Se gli scrittori non leggessero e i lettori non scrivessero, gli affari della letteratura andrebbero straordinariamente meglio.
Giovanni Papini, Il sacco dell'orco, 1933

La letteratura è una difesa contro le offese della vita.
Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935/50 (postumo 1952)

Senza la letteratura non si saprebbe quel che pensa un uomo quando è solo.
Georges Perros, Papiers collés, 1960/78

La letteratura non è tutto quando diventa tutto per un uomo; è tutto quando l’uomo potrebbe farne
senza.
Georges Perros, Papiers collés, 1960/78

La letteratura, che è arte coniugata al pensiero e realizzazione senza macchia della realtà, mi sembra che sia il fine cui dovrebbe tendere ogni sforzo umano, se fosse veramente umano, e non il superfluo della parte animale.
Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

La letteratura è il modo più gradevole di ignorare la vita.
Fernando Pessoa, ibidem

La letteratura, come tutta l'arte, è la confessione che la vita non basta.
Fernando Pessoa, Obra em Prosa, 1974

Le nostre cosiddette Facoltà di Lettere, fondate sulla teoria che per mezzo di un'educazione letteraria e storica si può introdurre lo studente nella vita spirituale dell'uomo, sono diventate obsolete nella loro forma attuale. Non ci può essere storia dell'uomo che escluda la rievocazione delle sue lotte e conquiste intellettuali, e non ci può essere storia delle idee che escluda la rievocazione delle idee scientifiche. Ma l'educazione letteraria ha anche un aspetto più grave. Non solo essa non riesce a educare lo studente, che spesso poi diventerà un insegnante, alla comprensione del più grande movimento spirituale del proprio tempo, ma spesso non riesce neppure a educarlo all'onestà intellettuale. Soltanto se lo studente fa la diretta esperienza di quanto facile sia errare e di quanto difficile sia fare anche un piccolo progresso nel campo della conoscenza, soltanto in tal caso egli può percepire il significato dei criteri di onestà intellettuale, può giungere al rispetto della verità e al disprezzo dell'autorità e della presunzione.
Karl Popper, La società aperta e i suoi nemici, 1945

La grande letteratura è semplicemente linguaggio carico di significato al più alto grado possibile.
Ezra Pound, ABC del leggere, 1934

Malgrado tutto, i letterati rimangono persone di qualità intellettuale, e ignorare certi libri, certe peculiarità della scienza letteraria, resterà sempre, quand'anche si tratti di un uomo di genio, un segno di rozzezza intellettuale.
Marcel Proust, Sulla lettura, 1905

La letteratura è un mestiere nel quale bisogna sempre ricominciare da capo a dimostrare che si ha del talento a della gente che non ne ha.
Jules Renard, Diario, 1887/1910 (postumo, 1925-27)

Chi mette troppo della sua vita nella sua letteratura, spesso mette troppa letteratura nella sua vita.
Jean Rostand, Pensieri di un biologo, 1954

Una volta la letteratura era un'arte e la finanza un mestiere; oggi è tutto il contrario.
Joseph Roux, Pensieri, 1866

L'illusione dell'arte è far credere che la letteratura sia rappresentazione della vita ma in realtà accade l'opposto.
Françoise Sagan (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Il mondo può benissimo fare a meno della letteratura. Ma ancor meglio può fare a meno dell'uomo.
Jean Paul Sartre, Situazioni, 1947/76

La noia in letteratura e l’incomprensibilità in filosofia, sembra siano i principali criteri adottati per stabilire il valore di scrittori e filosofi.
Giovanni Soriano, Maldetti, 2007

In letteratura – e nell’arte in genere – non c’è niente di piú triste, e nello stesso tempo di piú ridicolo, di quegli autori privi di talento cui manca qualsiasi consapevolezza circa la loro mediocrità, e che ogni volta pubblicano le proprie opere con l’aria di chi stia presentando al mondo chissà quali capolavori. Il fenomeno è talmente diffuso (basta dare uno sguardo ai numeri dell’editoria a pagamento per rendersene conto), che si può dire sia necessario del talento già soltanto per arrivare a capire quanto se ne possiede realmente.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

La letteratura è lo sfogo alla vita come il Nulla lo sfogo alla letteratura.
Jude Stéfan, Gnomiche, 1985

La letteratura e le arti tendono troppo a semplificare l'uomo ai nostri occhi, a mostrarlo più logico di quanto sia. Ma la vita di tutti i giorni, se la si capisce bene, ci proverebbe che siamo degli esseri profondamente illogici.
Maxence Van der Meersch, Perché non sanno quello che fanno, 1933

Quali sono le due supreme e somme arti? La Vita e la Letteratura, la vita e la perfetta espressione della vita.
Oscar Wilde, Il critico come artista, 1889

Gli storici antichi ci hanno lasciato una letteratura dilettevole sotto forma di fatti; i romanzieri moderni ci offrono fatti noiosi sotto forma di letteratura.
Oscar Wilde, La decadenza della menzogna, 1889

"Che differenza c'è fra la letteratura e il giornalismo?". "Oh, il giornalismo è illeggibile, e la letteratura non viene letta. Tutto qui".
Oscar Wilde, Il critico come artista, 1889

2. Poesia e Prosa
© Aforismario

Le parole sono la prosa dell'amore: i baci, la poesia.
Anonimo

Per scrivere in prosa bisogna avere assolutamente qualcosa da dire. Per scrivere in versi non è indispensabile.
Louise-Victorine Ackermann Choquet, Pensieri di una solitaria, 1882

Sii sempre poeta, anche in prosa.
Charles Baudelaire, Razzi, 1855/62 (postumo 1887-1908)

Per scrivere bene, in versi come in prosa, niente eguaglia l'avere davvero qualcosa da dire.
Paul Brulat, Pensieri, 1919

"Che differenza c'è fra poesia e prosa?" "La poesia dice troppo in pochissimo tempo, la prosa dice poco e ci mette un bel po'."
Charles Bukowski, Storie di ordinaria follia, 1972

Un cane è prosa. Un gatto è poesia.
Jean Burden (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Scrivere prosa non dovrebbe essere diverso dallo scrivere poesia; in entrambi i casi è ricerca d'un'espressione necessaria, unica, densa, concisa, memorabile.
Italo Calvino, Lezioni americane, 1988 (postumo)

Per svilupparsi la prosa richiede un certo rigore, uno stato sociale differenziato e una tradizione: è premeditata, costruita; la poesia "sgorga", è diretta, oppure totalmente artificiale; appannaggio dei trogloditi e dei raffinati, non fiorisce che ai margini della civiltà, la precede oppure la segue. Mentre la prosa esige un genio maturo e una lingua cristallizzata, la poesia è perfettamente compatibile con un genio primitivo e una lingua informe. Creare una letteratura significa creare una prosa.
Emil Cioran, La tentazione di esistere, 1956

Prosa = parole nel miglior ordine possibile; poesia = le migliori parole possibili nel miglior ordine possibile.
Samuel Taylor Coleridge, Table Talk, 1835 (postumo)

Non v'è lettura più stucchevole e più nociva che la lunga e continuata lettura della prosa della vita. Perciò, se volete durare a vivere, dopo aver letto un volume di quella prosa, procurate di leggere una pagina almeno di poesia.
Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

Quegli che nella così detta prosa della vita sa scoprir più poesia, quegli è più poeta.
Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

La prosa per esser veramente bella (conforme era quella degli antichi) e conservare quella morbidezza e pastosità composta anche fra le altre cose di nobiltà e dignità, che comparisce in tutte le prose antiche e in quasi nessuna moderna, bisogna che abbia sempre qualche cosa del poetico.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

Poesie che, a volerle tradurre in prosa, evaporano.
Friedrich Nietzsche, Frammenti postumi, 1869/89

L'acqua è la prosa dei liquidi, l'alcol ne è poesia.
Ferdinand Reiber (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La letteratura sta alla poesia come la menzogna alla verità.
Umberto Saba, Quel che resta da fare ai poeti, 1912

Il misticismo senza poesia è superstizione, e la poesia senza misticismo è prosa.
Lev Tolstoj, Resurrezione, 1899

Ciò che in poesia è strabiliante diventa brusco in prosa, la forza diventa brutalità, la vivacità ardore e l'audacia sfacciataggine.
Vasilij Andreevič Žukovskij (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Poesia e Poeti

Nessun commento: