2015-08-17

Fiori - 150 Frasi profumate e "petalose"

Grande raccolta di aforismi, frasi e proverbi sui fiori, sul loro sbocciare, il loro profumo e il loro appassire. Un paragrafo è dedicato al [non] raccogliere i fiori, in cui si sottolinea la cattiva abitudine, specie in Occidente, di staccare i fiori dalle loro piante con troppa facilità. La raccolta comprende anche alcuni paragrafi dedicati a varie specie di fiori come: il girasole, la margherita, la peonia, ecc. Alla "regina dei fiori", cioè alla rosa, è stata dedicata una pagina a sé.
Come introduzione, riportiamo una bella descrizione dell'amante dei fiori fatta da Jean de La Bruyère: "Un appassionato di fiori possiede un giardino in un sobborgo; vi corre al levar del sole e se ne vien via al tramonto; lo vedete, piantato e come radicato in mezzo ai suoi tulipani e, davanti al solitario, spalancare gli occhi, fregarsi le mani, abbassarsi, guardalo più da vicino: mai l’aveva visto così bello, il cuore gli si apre di gioia; lo lascia per l’orientale, di qui si dirige al vedovo, passa al drappo d’oro, da questo all'agata, di qui ritorna infine al solitario: ove si fissa, si stanca, si siede, dimenticando di pranzare; esso è pure sfumato, bordato, oleoso, composito; ha un bel vaso o un bel calice; egli lo contempla, lo ammira. In tutto questo, Dio e la natura sono in ciò che lui non ammira; non va oltre la cipolla del suo tulipano, che non cederebbe per mille scudi, che darà per niente quando i tulipani saranno trascurati e avranno prevalso i garofani. Quell'uomo ragionevole, che ha un’anima, un culto e una religione, se ne torna a casa stanco, affamato, ma assai contento della sua giornata: ha visto dei tulipani. [I caratteri, 1688].
Quando un uomo porta dei fiori a sua moglie senza motivo, un motivo c'è.
Molly McGee (Marian Jordan)
1. Fiori
© Aforismario

Diciamo di amare i fiori, e li strappiamo. Diciamo di amare gli alberi, e li abbattiamo. E c'è gente che ancora si chiede perché alcuni hanno paura quando gli si dice che li si ama.
Anonimo

Conta i fiori del tuo giardino, mai le foglie che cadono.
Romano Battaglia, Alle porte della vita, 1996

Una bambina collezionava i fiori del bosco raccolti nel corso degli anni. Li aveva messi in ordine: quelli gialli raccontavano dell’inverno con i venti freddi del Nord che penetrano nelle pieghe più nascoste irrigidendo anche i pensieri. Quelli rosa della primavera rappresentavano l’inizio della vita con i colori delicati e la trama ben delineata. Infine i fiori rossi dell’estate erano l’ultimo canto melodioso che precede il decadimento. La bambina li aveva raccolti appena sbocciati conservandoli in una vetrina. Quando l’apriva nella casa passavano tutte le stagioni.
Romano Battaglia, L’uomo che vendeva il cielo, 2011

Un fiore in bocca può servire sai / più allegro tutto sembra.
Lucio Battisti e Mogol, La canzone del Sole, 1971

Per un fiore appassito nel libro dei ricordi rugiada è una lacrima di dolore.
Ambrogio Bazzero, Lagrime e sorrisi, 1873

I fiori hanno un'espressione del viso, così come gli uomini o gli animali. Alcuni sembrano sorridere; alcuni hanno un'espressione triste; alcuni sono pensierosi e diffidenti; altri ancora sono semplici, onesti e retti, come il girasole dalla grande faccia e la malvarosa.
Henry Ward Beecher, Star Papers, A Discourse of Flowers, 1855

I fiori sono le cose più dolci che Dio abbia mai creato e ha dimenticato di infondergli un'anima.
Henry Ward Beecher, Pensieri di vita, 1858

I fiori hanno un' influenza misteriosa e sottile sui sentimenti, analogamente a certe melodie musicali. Rilassano la tensione della mente. Dissolvono in un attimo la sua rigidità.
Henry Ward Beecher [1]

Legge dei regali. Se le regali dei cioccolatini, è a dieta. Se le regali dei fiori, è allergica.
Arthur Bloch, Legge di Murphy sull'Amore, 1982

Spero un giorno d'incontrare Dio, perché voglio ringraziarlo per i fiori.
Robert Brault [1]

I fiori e il sole sono la sola bellezza che renda tollerabile la vita.
Virgilio Brocchi, Le aquile, 1949

Come un bel fiore, pieno di colore ma privo di profumo, sono le belle ma inutili parole di colui che non agisce in accordo con esse. Ma, come un bel fiore, pieno di colore e ricco di profumo, sono le belle ma efficaci parole di colui che opera in accordo a esse.
Virgilio Brocchi, Le aquile, 1949

Il culto di queste meravigliose creature della terra e del sole non ha epoche.
Aldo Busi, Manuale della perfetta Gentildonna, 1994

Un fiore in bocca può servire / non ci giurerei...
Luca Carboni, Farfallina, 1987 (cfr. citazione di Lucio Battisti e Mogol)

Mi piace quando un fiore o un piccolo ciuffo d'erba crescono attraverso una fessura nel cemento. È così maledettamente eroico!
George Carlin (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

In tutto il mondo / si sente un grande profumo / che ogni fiore / sprigiona come un addio / lasciando all'uomo / il ricordo dei bei colori / che ormai più non vede.
Adriano Celentano, Uh... uh..., 1982

Essere come il fiore; nasce e aperto / respira in pace, canta sotto il cielo, / nella luce, benché la morte esista.
Luis Cernuda, Le nubi, 1940/43

Non c’è nessun male se la natura sogna mandorli fioriti a novembre, che sorprendono chi passa.
Guido Ceronetti, Insetti senza frontiere, 2009

Non ci sono fiori nelle abitazioni degli assassini.
ibidem

I fiori sanno ridere, i fiori sanno sorridere, i fiori sanno anche assumere un’aria triste, giungendo persino alla disperazione – ma nessun fiore sa piangere. La natura è totalmente stoica; per questo ci offre il più sublime esempio di coraggio ed è la nostra maggiore consolatrice.
Malcolm de Chazal, Senso plastico, 1948

Non c’è forma d’arte che il fiore non c’insegni.
ibidem

Contro il cielo scuro, tutti i fiori appaiono come fuochi d'artificio. C'è qualcosa di strano in loro, e allo stesso tempo di vivace e segreto, come fiori tracciati dal fuoco nel fantasmatico giardino di una strega.
Gilbert Keith Chesterton, Alarms and Discursions, 1910

I fiori sono i geroglifici degli angeli, amati da tutti gli esseri umani per la bellezza del loro carattere, sebbene pochi riescano a decifrare anche solo qualche frammento del loro significato.
Lydia M.Child [1]

Concepire un amore più casto di una primavera che – rattristata dalla fornicazione dei fiori – piangesse sulle loro radici...
Emil Cioran, Sillogismi dell'amarezza, 1952

Qualsiasi parola mi fa male. Eppure, quanto mi sarebbe grato sentire i fiori chiacchierare della morte!
ibidem

Si dice nello Zohar: "Appena è apparso l'uomo, subito sono apparsi i fiori". Io penso invece che esistessero molto prima di lui, e che la sua venuta li abbia gettati tutti in una stupefazione dalla quale non si sono ancora ripresi.
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973

Un fiore è piccolo, ma la gioia che dona in un minuto / non è di quelle cose che hanno un inizio o una fine.
Paul Claudel, L'annunciazione fatta a Maria, 1912

Non mandatemi fiori quando sarò morto. Se vi piaccio, mandatemeli quando sono ancora vivo.
Brian Clough [1]

Un giorno Budda era atteso da una grande folla riunita per ascoltare uno dei suoi meravigliosi discorsi. Giunse, finalmente... Tutti quegli uomini e donne, tutta quella moltitudine, erano come un alito ansioso che saliva a lui. Era un silenzio colmo di respiri, dove anche gli animali e gli alberi respiravano l’attesa. Budda allora pronunciò il suo discorso: lo fece senza aprire la bocca. Tese verso la folla un fiore; nient’altro. Alzò il fiore e lo tese... E non solamente il discepolo Mahakassyapa, al quale poi Budda donò il fiore, ma tutti gli uomini, tutte le donne, tutti gli animali, tutte le piante, tutti compresero il discorso del Fiore; ogni essere vivente a modo suo lo comprese, come la sua mente e il suo cuore glielo suggerivano.
Carlo Coccioli, Budda e il suo glorioso mondo, 1990

Un bel fiore è tanto impenetrabile quanto una bella donna
Colette, Per un erbario, 1948

Dai diamanti non nasce niente / dal letame nascono i fior.
Fabrizio De André, Via del Campo, 1967

La terra ride nei fiori
Ralph Waldo Emerson, Hamatreya, 1846

È un perdente nato: gli sono morti i fiori di plastica.
Leopold Fechtner [2]

Grazie dei fiori, anch'io ti farò un mazzo così!
Roberto "Freak" Antoni, Non c'è gusto in Italia ad essere intelligenti, 1991

L'uomo: fiore appassito all'occhiello di Dio.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

I fiori - come i gigli evocati da Gesù, e come tante altre cose che brillano nel mondo - sono importanti perché
anzitutto suscitano il nostro stupore. Gli studi degli specialisti sui fiori e su altre meraviglie sono secondari.
Fausto Gianfranceschi, Aforismi del dissenso, 2012

Quando si fa sera il fiore chiude i petali e dorme, abbracciando il suo desiderio. Sul far del mattino schiude le labbra per ricevere il bacio del sole. La vita del fiore è desiderio e appagamento. Una lacrima e un sorriso.
Kahlil Gibran, Una lacrima e un sorriso, 1914

Una radice è un fiore che disdegna la fama.
Kahlil Gibran, Sabbia e spuma, 1926

Mettete dei fiori nei vostri cannoni / perché non vogliamo mai nel cielo / molecole malate, ma note musicali / che formino gli accordi per / una ballata di pace.
I Giganti, Proposta, 1967

Il tentativo gentile di crescere, il desiderio garbato di esistere dei fiori, la mia quasi estasi a esistere fra loro.
Allen Ginsberg, Urlo e altre poesie, 1956

Il fiore è la poesia della riproduzione. È un esempio della seduzione eterna della vita.
Jean Giraudoux, XX sec. [1]

Il fascino di un fiore sta nelle sue contraddizioni − così delicato nella forma così forte nel profumo, così piccolo nelle dimensioni così grande nella bellezza, così breve nella vita così lungo il suo effetto.
Terri Guillemets, su quotegarden.com

Nessuno può aggiungere niente a un albero, a un fiore. Così una vera opera d'arte.
Christian Friedrich Hebbel, Diario, 1835/63

Il danaro è un afrodisiaco potente. Ma i fiori funzionano quasi altrettanto bene.
Robert Anson Heinlein, Lazarus Long l'Immortale, 1973

Se Dio non avesse creato la donna, non avrebbe creato il fiore.
Victor Hugo, Le contemplazioni, 1856

È probabile che ai fiori piaccia essere annusati, così come alle donne piace che sia dato loro del tu.
Victor Hugo, Oceano, XIX sec. (postumo 1989)

La femmina della specie umana è costruita psicologicamente in maniera tale che non può aprire un biglietto d'accompagnamento a un mazzo di fiori senza sperare che un nuovo delizioso amante stia per entrare in scena.
Erica Jong Serenissima, 1987

Si paragonano i fiori alle donne. Ciò è sbagliato. Tra di loro ci sarà sempre la differenza che i fiori sono belli... e non lo sanno.
Alphonse Karr, XIX sec. [1]

Il fiore perfetto è una cosa rara. Se si trascorresse la vita a cercarne uno, non sarebbe una vita sprecata.
Katsumoto (Ken Watanabe), in L'ultimo samurai, 2003

La persona di moda somiglia a un fiore azzurro che cresce spontaneamente nei solchi, dove soffoca le spighe, riduce il raccolto e occupa il posto di una cosa migliore; che trae valore e bellezza unicamente da un labile capriccio, spuntato e tramontato quasi nello stesso istante: oggi è ricercato, le donne se ne adornano; domani sarà negletto e restituito al popolo. Per contro, una persona di merito è un fiore che non viene indicato con il suo colore, ma designato col suo nome e coltivato per la sua bellezza o per il suo profumo; una delle grazie della natura, una di quelle cose che abbelliscono il mondo, che è di tutti i tempi e di una usanza antica e popolare; che i nostri padri hanno apprezzato e noi, dopo di loro, continuiamo ad apprezzare; cui non potrebbe nuocere la ripugnanza o l’antipatia di qualcuno: un giglio, una rosa.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

I fiori sulla tomba del nemico hanno sempre un profumo inebriante.
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

Se un uomo si ritrova con del pane in entrambe le mani, dovrebbe scambiare una pagnotta con dei fiori; perché il pane nutre il corpo, certo, ma i fiori nutrono l'anima.
Maometto, VII sec. (attribuito - cfr. proverbio cinese)

Possiamo immaginare cosa sarebbe stata l'umanità se non avesse conosciuto i fiori?
Maurice Maeterlinck, Old-fashioned Flowers, 1906

Dal mio fioraio le corone da morto le fa la nonna così si abitua all'idea.
Marcello Marchesi, Il malloppo, 1971

Ci sono fiori ovunque per chi è disposto a vederli.
Henri Matisse, XX sec. [1]

Mi pare che tutti noi siamo come boccioli chiusi, e la più parte di ciò che leggiamo non ha su di noi alcun effetto, ma ci sono certe cose che hanno un particolare significato e che fanno aprire un petalo: poi i petali si aprono uno a uno e alla fine ecco il fiore.
William Somerset Maugham, Schiavo d'amore, 1915

Quando un uomo porta dei fiori a sua moglie senza motivo, un motivo c'è.
Molly McGee (Marian Jordan), in Fibber McGee and Molly, 1935/59

Un cinico è uno che, quando sente profumo di fiori, si guarda in giro per vedere dov'è la bara.
Henry Louis Mencken, XIX-XX sec. [1]

Il giardinaggio è un’attività che ho imparato nella mia giovinezza quando ero infelice. Forse devo ai fiori l’essere diventato un pittore.
Claude Monet, XIX-XX sec. [1]

L'odore è l'intelligenza dei fiori.
Henry de Montherlant, Taccuini, 1924/72

In qualche momento, l'allegrezza trionfale della natura mi vinceva, trascinandomi a esaltazioni straordinarie. I fiori fantastici dei vulcani, che invadevano ogni pezzo di terreno incolto, sembravano spiegarmi per la prima volta certi motivi deliziosi della loro forma e dei loro colori, invitandomi a una festa gioiosa, cangiante... Ma subito mi riprendeva la solita collera sconsolata, resa più acre dalla vergogna di quel mio vano trasporto. Non ero una capra, o una pecorella, per saziarmi d'erbe e di fiori! E per vendicarmi, devastavo il prato, strappando i fiori, pestandoli ferocemente sotto i piedi.
Elsa Morante, L'isola di Arturo, 1957

Gli abitanti provenienti da un pianeta senza fiori penserebbero che noi dovremmo essere sempre pazzi di gioia per avere simili cose intorno a noi.
Iris Murdoch, Una sconfitta quasi onorevole, 1970

Essere avvinti dal profumo dei fiori è una deliziosa forma di sconfitta.
Beverly Nichols, cit. in Susannah Seton, I semplici piaceri del giardino, 1998

Si deve essere ancora vicini ai fiori, alle erbe e alle farfalle come i bambini, che non sono molto più alti di loro. Noi adulti invece siamo cresciuti molto più alti di loro e ci dobbiamo chinare fino ad essi; voglio dire che le erbe ci odiano, quando dichiariamo il nostro amore per esse. - Chi vuoi prendere parte a ogni cosa buona, in certe ore deve anche saper essere piccolo.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano II, 1879/80

− L'amore è come un fiore, va innaffiato.
− Vabbè amore, l'innaffiamo domani. Tanto pe' 'na notte, mica si secca!
Ana Cristina de Oliveira e Biagio Izzo, in Amore con la "S" maiuscola, 2002

Se i fiori sono il linguaggio dell’amore, con quello che costano non posso permettermi neanche una stretta di mano.
Robert Orben [2]

Tu sei un fiore, non lasciare che ti calpestino più.
Melissa Panarello, 100 colpi di spazzola prima di andare a dormire, 2003

Poveri fiori nelle aiuole dei giardini regolari. / Sembra che temano la polizia...
Fernando Pessoa, Il guardiano di greggi, 1911/12

A guardarli bene, ad odorarli, i fiori conservano, nella loro brevissima giornata terrena, una traccia vaga, indefinibile di un mondo che, essendo misterioso, apre il cuore dell'uomo alla speranza; ma soprattutto all'amore, che è insieme verità e bellezza della vita. Ed è così che i fiori c'insegnano a sorridere. 
Marino Piazzolla,  I fiori c'insegnano a sorridere, 1973

Il fiore che tieni nelle tue mani è nato oggi e ha già la tua età.
Antonio Porchia, Voci, 1943

I fiori sono senza speranza. Perché la speranza è domani, e fiori non hanno un domani.
ibidem

L'artista è il confidente della Natura. Gli alberi, le piante gli parlano come degli amici. [...] I fiori s'intrattengono con lui attraverso la graziosa curvatura del loro stelo, attraverso i toni cadenzati dei loro petali: ogni corolla nel prato è una parola affettuosa che gli rivolge la Natura.
Auguste Rodin, Per l'artista tutto è bello in natura, 1911

È bene inviare fiori, ma non lasciate dire tutto ai fiori. I fiori hanno un vocabolario limitato. Il meglio che essi possano dire è che avete ricordato. Le vostre parole dicano il resto.
Jim Rohn [1]

Amore e fiori non durano che una primavera.
Pierre de Ronsard, Sonetti per Elena, 1578

I fiori sembrano destinati al conforto della gente comune
John Ruskin, Pittori moderni, 1843/60

Se qualcuno ama un fiore, di cui esiste un solo esemplare in milioni e milioni di stelle, questo basta a farlo felice quando lo guarda.
Antoine de Saint-Exupéry, Il piccolo principe, 1943

Da milioni di anni i fiori mettono le spine. Da milioni di anni le pecore mangiano ugualmente i fiori. E non è forse una cosa seria cercare di capire perché i fiori si danno tanta pena per mettere spine che non servono a niente?
Antoine de Saint-Exupéry, Il piccolo principe, 1943

I fiori sono deboli. Sono ingenui. Si rassicurano come possono. Si credono terribili con le loro spine...
ibidem

Se tu vuoi bene a un fiore che sta in una stella, è dolce, la notte, guardare il cielo. Tutte le stelle sono fiorite.
Antoine de Saint-Exupéry, Il piccolo principe, 1943

Ci sono delle strane sere in cui i fiori hanno un'anima. / E, quelle sere, io m'intenerisco come una donna.
Albert Samain, Au jardin de l'infante, 1893

Com'è spesso poco chiara l'idea che gli uomini hanno di sé stessi! C'è chi ama il profumo dei fiori e si considera un botanico, e c'è chi conta i filamenti e si ritiene un naturalista appassionato.
Arthur Schnitzler, Il libro dei motti e delle riflessioni, 1927

Trovai un fiore di campo, ammirai la bellezza e la perfezione di tutte le sue parti, ed esclamai: "Ma tutta questa magnificenza, in questo fiore e in migliaia di fiori simili, splende e fiorisce non contemplata da alcuno, anzi spesso nessun occhio la vede". Il fiore rispose: "Stolto! tu credi che io fiorisca per essere visto? Io fiorisco per me e non per gli altri, fiorisco perché questo mi piace: nel fatto che fiorisco e sono consiste appunto la mia gioia e la mia voluttà".
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Grazie alle gocce di rugiada il fiore ha occhi per vedere la bellezza del cielo.
Ramón Gómez de la Serna, Greguerías, 1917/60

Prendi l'aspetto del fiore innocente, ma sii il serpente sotto di esso.
William Shakespeare, Macbeth, 1605/08

Una delle cose più affascinanti dei fiori è il loro splendido riserbo.
Henry David Thoreau, Diario, 1837/61

Una donna non si picchia nemmeno con un fiore; si rovina il fiore.
Gabriel Timmory [1]

Che l'amore abbia le sue spine, sia pure: è un fiore; ma perché dovrebbe averne l'amicizia, che è appena un legume?
Paul-Jean Toulet, I tre impostori, 1922 (postumo)

Tra un fiore colto e l'altro donato / l'inesprimibile nulla.
Giuseppe Ungaretti, Eterno, L'allegria, 1916/42

Capita di vedere per una strada di montagna, in mezzo o ai margini della strada, fra sassi e brecce, un fiore meraviglioso dai colori incantevoli che nessuno ha piantato lì, sorto come per incanto, che in nessun giardino curato e coltivato sarebbe venuto così bello. Sono i miracoli che la natura sa fare. Talvolta sono rimasto a contemplarlo, estasiato. Mi pareva di assistere ad un prodigio.
Amadeus Voldben (Amedeo Rotondi), Pensieri per una vita serena, 2008 (postumo)

Le donne sono come fiori: se cerchi di aprirli con la forza, i petali ti restano in mano e il fiore muore. Perché solamente con il calore si schiudono. E l’amore e la tenerezza insieme sono il sole per una donna.
Fabio Volo, È una vita che ti aspetto, 2003

Gli uomini non riescono a dire "Mi sono sbagliato", loro mandano i fiori.
Charlotte York (Kristin Davis), in Sex and the City, 1998-2004

Tu sei un fiore, non lasciare che ti calpestino più. (Melissa Panarello)
2. Sbocciare dei fiori
© Aforismario

I miracoli sono sull'uscio di casa. Basta saperli accogliere come fiori sbocciati in un deserto di sabbia.
Romano Battaglia, Il mare in discesa, 2003

Nei momenti di scoraggiamento dovremmo pensare agli alberi e ai fiori che hanno tanta serenità, sanno attendere la loro ora per nascere, crescere, sbocciare e per dare frutti in abbondanza.
Romano Battaglia, Incanto, 2008

Un vero amore non può morire, perché è come il fiore delle grandi altitudini che sboccia anche fra il gelo delle nevi.
Romano Battaglia, Oltre l'amore, 2010

Se il tuo cuore è un vulcano, come puoi sperare che nella tua mano sboccino i fiori?
Kahlil Gibran, Sabbia e spuma, 1926

Se sbocciasse un fiore ogni volta che ti penso, ogni deserto ne sarebbe pieno...
Kahlil Gibran (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

L'amore è il sole che fa sbocciare i fiori dell'anima.
Alphonse Karr, XIX sec. [1]

Il fiore che sboccia nelle avversità è il più raro e il più bello di tutti.
Mulan, 1998

Ciascun fiore è un'anima che sboccia nella Natura.
Gérard de Nerval, Les Chimères, 1854
Nulla è più fugace della forma esteriore, che appassisce e muta
come i fiori di campo all'apparire dell'autunno. (Severino Boezio)
Autori sconosciuti
  • Anche i fiori piangono, e ci sono stupidi che pensano sia rugiada. (attribuito a Jim Morrison)
  • Compro il riso per vivere e i fiori per avere una ragione per cui vivere. (attribuito a Confucio)
  • I fiori della primavera sono i sogni dell'inverno raccontati, la mattina, al tavolo degli angeli.(attribuito a Khalil Gibran).
  • La vita è come un fiore, ha bisogno del sole e della pioggia per crescere.
  • Potranno recidere tutti i fiori, ma non potranno fermare la primavera.(attribuito a Pablo Neruda)
  • Se potessimo vedere chiaramente il miracolo di un unico fiore, l'intera nostra vita cambierebbe. (attribuito a Buddha).
  • Tre cose ci sono rimaste del Paradiso: le stelle, i fiori e i bambini.(attribuito a Dante Alighieri - vedi "Citazioni errate" su Aforismario).
Solo il fiore che lasci sulla pianta è tuo. (Aldo Capitini)
3. [Non] Raccogliere fiori
© Aforismario

Le cose sono unite da legami invisibili. Non puoi cogliere un fiore senza turbare una stella.
Anonimo (attribuito erroneamente a Galileo Galilei - cfr. citazione di Francis Thompson).

Toccami, piano piano sono un fiore fragile / che libera un profumo dolce e amabile / se mi raccogli tutto finirà.
Biagio Antonacci, Fiore, 1989

Fiore sai, non ti raccolgo voglio farti vivere / guardare i tuoi colori mentre cambiano / innamorarmi un po' di te.
Biagio Antonacci, Fiore, 1989

Come l'ape raccoglie il succo dei fiori senza danneggiarne colore e profumo, così il saggio dimori nel mondo.
Siddhārtha Gautama Buddha, Dhammapada (Versi della Legge), V sec. a.e.c.

La morte porta via l'uomo che trascorre il tempo a raccogliere fiori e la cui mente è distratta, come un'alluvione trascina via le case di un villaggio addormentato.
Siddhārtha Gautama Buddha, Dhammapada (Versi della Legge), V sec. a.e.c.

Solo il fiore che lasci sulla pianta è tuo.
Aldo Capitini, Atti della presenza aperta, 1943

Chi cerca di possedere un fiore, vede la sua bellezza appassire, ma chi lo ammira in un campo, lo porterà sempre con sé. Perché il fiore si fonderà con il pomeriggio, con il tramonto, con l'odore di terra bagnata e con le nuvole all'orizzonte. 
Paulo Coelho, Brida, 1990

Niente è più bello di un bimbo in mezzo a un prato fiorito che coglie una violetta: il sole lo bacia e ride, la mamma lo guarda e intenerisce, la violetta lo guarda e muore.
Ivan Della Mea [2]

Guardai i fiori e vidi gocce di rugiada sgorgare come lacrime dai loro occhi. Dissi: «Perché piangete così, bei fiori?». E uno di loro levò il capo in risposta e disse: «Piangiamo perché gli uomini verranno a tagliare le nostre teste, e ci porteranno in città per venderci, noi che siamo liberi, come schiavi. E al calar della sera, quando saremo appassiti, ci getteranno nell'immondizia. Come potremmo, quindi, non piangere, quando gli uomini, nella loro crudeltà, stanno per separarci dai campi, la nostra casa?».
Kahlil Gibran, Una lacrima e un sorriso, 1914

[In Giappone] all'epoca della festa dei ciliegi in fiore, nessuno stacca fiori dagli alberi, anche se i rami bassi proprio a questo sembrano invitare i passanti. Perfino nel più umile coolie si può osservare un sentimento delicatissimo nei confronti dei fiori, e tale amore per la natura si esprime in lui sinceramente e senza artificio. Di rado un passante coglierà un fiore sul proprio cammino, preferendo che viva là dov'è spuntato.
Gusty Herrigel, Lo Zen e l’arte di disporre i fiori, 1956

Chi sente soltanto il profumo di un fiore, non lo conosce, e non lo conosce nemmeno chi lo coglie solo per farne materia di studio.
Friedrich Hölderlin (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Ahimè, il solo fiore con le ali è la farfalla; tutti gli altri sono inermi, immobili davanti al loro carnefice umano. Se nella loro agonia si lamentano, il loro grido non arriva alle nostre orecchie indurite. Non avete osservato come i fiori, di anno in anno, si vanno facendo più rari? I loro saggi, forse, gli hanno consigliato di fuggire davanti alla crescente crudeltà dell’uomo. Sia lode a chi ha cura di piante: l’uomo del vaso di fiori è infinitamente più umano dell’uomo armato di forbici.
Okakura Kakuzō, Il libro del tè, 1906

Un fiore è bello soltanto sul suo albero.
Lao She, XX sec. [1]

La felicità è un fiore che non bisogna raccogliere.
André Maurois [1]

Grave divien la vita / se non ne cogli il fior.
Vincenzo Monti, All'amica, XIX sec.

Cogliere un fiore non è una gran cosa. È facile ed irrevocabile.
Alan Moore e David Lloyd, V per Vendetta, 1982/88

Se ami un fiore, non raccoglierlo. Perché se lo raccogli, esso muore e cessa di essere ciò che amavi. Se ami un fiore lascialo vivere. L'amore non è possedere; l'amore è saper apprezzare.
Osho, Discorsi, 1953/90

L'amore è un fiore delizioso, ma bisogna avere il coraggio di andare a coglierlo sui bordi di un precipizio spaventoso.
Stendhal, Sull'amore, 1822

Fiore in un muro screpolato, / ti strappo dalle fessure, ti tengo qui, radici e tutto, nella mano, / piccolo fiore - ma se potessi capire che cosa sei, / radici e tutto, e tutto in tutto, / saprei che cosa è Dio e cosa l'uomo.
Alfred Tennyson, XIX sec. [1]

Non puoi cogliere un fiore / senza disturbare una stella.
Francis Thompson, The Mistress of Vision, 1913

Conta i fiori del tuo giardino, mai le foglie che cadono. (Romano Battaglia)
4. Appassire dei fiori
© Aforismario

L'appassire delle donne è ancora più straziante dell'appassire dei fiori.
Natalie Clifford Barney, Pensieri di una Amazzone, 1920

Per un fiore appassito nel libro dei ricordi rugiada è una lagrima di dolore.
Ambrogio Bazzero, Lagrime e sorrisi, 1873

Nulla è più fugace della forma esteriore, che appassisce e muta come i fiori di campo all'apparire dell'autunno.
Severino Boezio, VI sec., cit. in Umberto Eco, Il nome della rosa, 1980

Chi cerca di possedere un fiore, vede la sua bellezza appassire, ma chi lo ammira in un campo, lo porterà sempre con sé. Perché il fiore si fonderà con il pomeriggio, con il tramonto, con l'odore di terra bagnata e con le nuvole all'orizzonte.
Paulo Coelho, Brida, 1990

Conosco bene il sentimento di tristezza che ispira la precarietà delle cose, lo provo ogni volta che un fiore appassisce.
Hermann Hesse (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Ciò che simboleggia meglio la vanità di tutte le cose, fama letteraria compresa, è il fiore di zucca: dura appena lo spazio di un giorno, poi appassisce e muore.
Anacleto Verrecchia, Rapsodia viennese, 2003

La terra ride nei fiori. (Ralph Waldo Emerson)
5. Fiori vari
© Aforismario

Le margherite sono il mio fiore preferito, perché una di loro mi ha confidato che la mia donna mi ama. Anche se lei voleva che rimanesse un segreto.
Anonimo (attribuito a Marcel Proust!)

Come una melodia / blu, su la riva dei colli ancora tremare una viola…
Dino Campana, Viaggio a Montevideo, Canti orfici, 1914

Non capisco perché mi ritrovo sempre a chiedere miracoli personali, individuali ed egoistici quando ogni anno ci sono miracoli come il corniolo bianco.
Anne Morrow Lindbergh, Portami un unicorno, 1972

È arrivata l'estate. I glicini sbocciano con furia, le petunie si schiudono con audacia, le graminacee esultano soddisfatte e i nasi degli allergici colano come rubinetti mal chiusi.
Luciana Littizzetto, Rivergination, 2006

Nessun fiore fiorisce quanto la peonia. Confronto a lei, gli altri fiori sembrano imprecare a denti stretti.
Amélie Nothomb, Diario di rondine, 2006

Non temo il tuo uomo / e ho rubato una rosa per te. / Non temo il tuo uomo / e ho rubato una viola per te. / Non temo il tuo uomo / e ho rubato un ciclamino per te. / Non temo il tuo uomo... / però ho il fioraio alle calcagna.
Flavio Oreglio, Poesie catartiche, 2003

Il giglio è un fiore assolutamente cretino.
Jules Renard, Diario, 1887/1910 (postumo, 1925/27)

La mimosa è, tra i fiori, quello che è il canarino tra gli uccelli.
Jules Renard, Diario, 1887/1910 (postumo, 1925/27)

Tre cose ci sono rimaste del Paradiso: le stelle, i fiori e i bambini.
Proverbi sui Fiori
  • Anche l’ortica fa il suo fiore.
  • Anche se costa un quattrino un mazzo di fiori non sta bene in mano a tutti.
  • Anche se manca un fiore si fa comunque il mazzo.
  • Chi non fa fiori non fa frutti.
  • Chi porta un fiore sente d’amore.
  • Dallo stesso fiore l’ape succhia il miele e il ragno veleno.
  • Fin che i fiori son nei campi fan contenti tutti quanti.
  • Fiore in testa donna onesta; fiore in bocca donna sciocca; fiore in petto donna di rispetto.
  • Fiori e frutti accettar si può da tutti.
  • Gennaio ingenera, febbraio intenera, marzo imboccia, aprile sboccia, maggio fiorisce.
  • I fiori più belli non hanno odore.
  • I fiori tanto profumano per i poveri come per i ricchi.
  • L’uomo che porta un fiore o sente di pazzo o sente d’amore.
  • Non a tutti s’addice un fiore in testa.
  • Oggi fiore e domani fieno.
  • Ogni bel fiore perde l’odore.
  • Quando la pianta fa il fiore il frutto muore.
  • Quel che Dio nega al fiore in splendore, glielo dà in odore.
  • Tanti sono i fiori quanti l’amore ha dolori.
  • Un bel fiore non rimane per molto tempo lungo la strada.
  • Un fiore è sempre bello, ma non sta bene a tutti.
  • Una donna non si tocca neanche con un fiore.
Proverbi cinesi
  • Guardare i fiori è facile; farli crescere è molto più difficile.
  • I fiori domestici non sono fragranti come quelli selvatici, ma questi ultimi non durano quanto i primi.
  • Quando rimani con due soldi soltanto, compra una pagnotta di pane con uno, e un giglio con l'altro. (cfr. citazione attribuita a Maometto)
Mettete fiori nei vostri cannoni.
Slogan hippy

Canzone del fiore
Kahlil Gibran, Una lacrima e un sorriso, 1914

Sono una parola gentile pronunciata dalla Natura, / e poi ripresa / e celata nel suo cuore, / e di nuovo pronunciata. / Sono una stella caduta dal cielo blu / su un verde tappeto. / Sono figlio degli elementi: / concepito d’inverno, / generato dalla Primavera, / allevato dall'Estate; / seppellito dall'Autunno. / Sono un dono per gli innamorati / e una corona nuziale. / Sono l’ultima offerta dei vivi ai morti. / All'arrivo del mattino / insieme alla brezza / proclamo la luce. / Di sera io e gli uccelli le diciamo addio. / Ondeggio sulle pianure / e le abbellisco. / Diffondo nell'aria la mia fragranza. / Abbraccio il sonno, / e i tanti occhi della notte mi osservano a lungo, / mentre io attendo il risveglio per guardare l’unico occhio del giorno. / Bevo l’inebriante rugiada / e presto ascolto al canto del merlo. / Danzo al ritmo delle vibrazioni dell’erba; / guardo sempre in cielo per vedervi la luce, / e non la mia immagine. / Questa è la saggezza che l’uomo deve ancora imparare.

Agavi in fiore
Curiosità
Forse non tutti sanno che le agavi hanno una fioritura che dura diversi mesi e richiede grande dispendio di energie, dopo la quale la quasi totalità delle specie muore. La fioritura avviene lungo uno stelo legnoso che può raggiungere in pochi mesi anche i dieci metri di altezza.

Note
  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. Battuta tratta da Gino e Michele, Anche le formiche nel loro piccolo s'incazzano. Opera omnia, Baldini e Castoldi, 1995
  3. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Rose - Piante - Giardino

Nessun commento: