2015-08-25

Nebbia, Foschia e Rugiada - Citazioni e proverbi

Raccolta di aforismi e proverbi sulla nebbia e la foschia, intese sia in senso concreto, cioè come insieme di goccioline d'acqua che si formano per condensazione del vapore acqueo e che diminuiscono in misura diversa la visibilità di tutto ciò che avvolgono, sia in senso figurato come di cosa che è privo di consistenza o è di breve durata, o che offusca le facoltà spirituali. Un paragrafo di questa raccolta è dedicato, inoltre, alla rugiada, cioè alle goccioline d'acqua che si formano per la condensazione del vapore acqueo sul suolo e sulla vegetazione. Nella sezione "Meteo" del sito Aforismario trovi altre raccolte correlate a questa, con frasi sulle nuvole, la pioggia, ecc.
Quel che affascina è l'incertezza.
La nebbia rende meravigliose tutte le cose. (Oscar Wilde - foto: Londra)
1. Nebbia / Foschia
© Aforismario

Prendete una bella giornata, aggiungete sei giorni di pioggia e nebbia, e avrete Londra.
Anonimo

Non ci si vede niente con questa nebbia... Ma se non si vede niente, com'è allora che vedo la nebbia? Comincio a credere che con tutta la nebbia che c’è non si vede neanche la nebbia... Insomma la vedo questa nebbia o non la vedo?... Se non la vedo, dovrei vedere tutto il resto... E se la vedo, allora vuol dire che ci vedo e che non c’è nebbia...
Walter Benjamin, Tanto chiasso per Arlecchino, 1932 [cfr. citazione di Totò]

La nebbia come conforto della solitudine.
Walter Benjamin, Angelus Novus, 1962 (postumo)

La chiamano nebbia, se la coccolano, te la mostrano, se ne gloriano come di un prodotto locale. E prodotto locale è. Solo, non è nebbia. No, la nebbia è semmai nelle campagne, viene su dalle rogge fumiganti che vanno ad allagare le marcite, sì da consentire anche dieci tagli di fieno l'anno, e infatti ha odore di stalla, questa nebbia che trovi fuori di città. Ma dentro non è nebbia. È semmai una fumigazione rabbiosa, una flatulenza di uomini, di motori, di camini, è sudore, è puzzo di piedi, polverone sollevato dal taccheggiare delle segretarie, delle putta**, dei rappresentanti, dei grafici, del P.R.M., delle stenodattilo, è fiato di denti guasti, di stomachi ulcerati, di budella intasate, di sfinteri stitici, è fetore di ascelle deodorate, di sorche sfitte, di bischeri disoccupati.
Luciano Bianciardi, La vita agra, 1962

Due, tre volte all'anno vedi il cielo longobardo, così bello quando è bello, ma subito ricominciano a taccheggiare gli attivisti, a rifare fumi, flatulenze, fetori, polveroni, esalazioni, e in un paio di giorni al massimo la cupola fuligginosa è ben ricomposta, e gli attivisti ci respirano dentro soddisfatti, perché hanno ritrovato l'aria natia, senza sole, senza vento e senza pioggia.
Luciano Bianciardi, La vita agra, 1962

Nebbia. Quello che resta, in un’estrema sintesi, dell’atmosfera di San Francisco, dopo aver eliminato il gas delle fogne, la polvere, gli odori dei cimiteri, i germi patogeni e altri ingredienti.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Pace non cerco, guerra non sopporto / tranquillo e solo vo pel mondo in sogno / pieno di canti soffocati. Agogno / la nebbia ed il silenzio in un gran porto.
Dino Campana, Poesia facile, in Quaderno, ca. 1912

C'è della gente che parla male della nebbia di Milano. Io non conosco quella degli altri paesi, ma questa di Milano è una gran nebbia, simpatica, affettuosa, cordiale. Ti fascia tutto come una carezza. E poi mi pare che la nebbia inviti all'intimità, all'ottimismo, alla confidenza.
Carlo Campanini, in Catene invisibili, 1942

La nebbia a gl’irti colli / piovigginando sale, / e sotto il maestrale / urla e biancheggia il mar.
Giosuè Carducci, San Martino, in Rime nuove, 1861-1887

Meno male che non ci sono giornate di nebbia nei paesi latini: i paesi tipici del delitto.
Arthur Conan Doyle, L’ultimo saluto di Sherlock Holmes, 1917

La nebbia è un pericolo, ma relativo: perlomeno, si vede che non si può vedere niente.
Francis Dannemark (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La nebbia può penetrare dall'esterno e giungere fino a te; può invaderti.
Philip K. Dick, La penultima verità, 1964

La nebbia lo spaventava così come l'altra nebbia, quella interna che non invadeva, ma si allungava, si muoveva e riempiva le parti vuote del suo corpo. Di solito la seconda nebbia veniva chiamata solitudine.
Philip K. Dick, La penultima verità, 1964

La nebbia a Milano / è vita! Direbbe Dostoevskij.
Luciano Erba, Anche lui ha un’anima, Poesie 1951-2001, 2002

La nebbia è la civetteria del sole.
Xavier Forneret, Un altro anno di Senza titolo, 1840

Nebbia: il volubile négligé della natura.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

La nebbia che all'alba si dilegua e lascia solo rugiada nei campi si alzerà per raccogliersi in nuvola e ricadere in pioggia. E non dissimile dalla nebbia io sono stato.
Kahlil Gibran, Il profeta, 1923

La verità è una torcia che brilla nella nebbia senza dissiparla.
Claude-Adrien Helvétius, Note, massime e pensieri, 1765

Pieno di amici era per me il mondo, / quando la mia vita era ancora luminosa; / adesso, che la nebbia cala, / nessuno si vede più.
Hermann Hesse, Nella nebbia, XX sec.

Strano, vagare nella nebbia! / Vivere è essere soli. / Nessuno uomo conosce l'altro, / ognuno è solo.
Hermann Hesse, Nella nebbia, XX sec.

Un'illuminazione a giorno completa ogni grande gioia. La nebbia e la oscurità non sono gradite a chi è felice che non sta volentieri al buio; la notte, passi: ma le tenebre no. Se il sole non v'è, bisogna farlo.
Victor Hugo, I miserabili, 1862

La nebbia. La nebbia è come un animale da preda che si muove silenziosamente, pensò. Non riuscirò mai ad abituarmi. E questo anche se ho vissuto tutta la mia vita nella Scania dove la nebbia circonda costantemente le persone e le rende invisibili.
Henning Mankell, L'uomo che sorrideva, 1994

Che nebbia c'è a Milano / che pomeriggio strano / è tutto in bianco e nero / la terra uguale al cielo / la luce di un lampione / il giallo uguale al sole / ma questa è Piazza Duomo / e tu ci vedi il molo. / Ma pensaci un po' meglio / che cosa costa un sogno / tu chiudi gli occhi e vai / e lascia il freddo e vai  / e lascia alla dogana / la noia quotidiana / tu mettiti in viaggio  / guidato da un miraggio.
Adriano Pappalardo, Giallo uguale sole, 1982

C'è, tra me e il mondo, una nebbia che impedisce che io veda le cose come veramente sono – come sono per gli altri.
Fernando Pessoa, Una sola moltitudine, 1979 (postumo)

Sono come questa ora e questa aria, foschie senza nebbia, imbastiture rotte di una falsa tempesta
Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

Il mondo è fatto di cose distinte e angolature diverse; ma se siamo miopi, è una nebbia insufficiente
e uniforme.
ibidem

Il risveglio di una città, con la nebbia o in un altro modo, è sempre un fatto che mi intenerisce più del sorgere dell’aurora sui campi. Rinascono molte più cose, ci si può attendere molto di più.
Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

Nebbia o fumo? Saliva da terra o scendeva dal cielo? Non si poteva dire: era piuttosto una malattia dell’aria che una scesa o un’emanazione. A volte sembrava più una malattia degli occhi che una realtà della natura.
Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

Persino io, colui che sogna tanto, ho intervalli in cui il sogno mi sfugge. Allora le cose mi appaiono nitide. Svanisce la nebbia di cui mi avvolgo. Ed ogni fessura visibile ferisce la carne della mia anima.
Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

Scendi lieve, onda di luce esausta, malinconia della sera inutile, foschia senza nebbia che entra nel mio cuore. Scendi lieve, soave, indefinito pallore lucido e azzurro della sera acquatica – leggero, soave, triste sulla terra semplice e fredda. Scendi lieve, cenere invisibile, monotonia dolente, tedio senza torpore.
Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

Sparirò nella nebbia, come uno straniero a tutto, isola umana separata dal sogno del mare e nave con un essere superfluo sulla superficie di tutto.
ibidem

Tutto il futuro è una nebbia che ci circonda e il domani sa di oggi quando si intravede.
Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

La nebbia arriva / su zampine di gatto. / S'accuccia e guarda / la città e il porto / sulle silenziose anche / e poi se ne va via.
Carl Sandburg, Nebbia, 1916

Una monetina per la Cina / una per il ponte sullo stretto di Messina / sperando che il calore della terra siciliana / possa sciogliere la nebbia fissa in Val Padana.
Daniele Silvestri, Monetine, 2008

Perché la foschia estiva è romantica e quella autunnale è semplicemente triste?
Dodie Smith, Il profumo delle campanule, 1954

C'è della gente che parla male della nebbia di Milano. Io non conosco quella degli altri paesi, ma questa di Milano è una gran nebbia, simpatica, affettuosa, cordiale. Ti fascia tutto come una carezza. E poi mi pare che la nebbia inviti all'intimità, all'ottimismo, alla confidenza.
Cesare Tani (Carlo Campanini), in Catene invisibili, 1942

Ma, dico, se i milanesi, a Milano, quando c'è la nebbia, non vedono, come si fa a vedere che c'è la nebbia a Milano?
Totò (Antonio De Curtis), in Totò, Peppino e... la malafemmina, 1956

Noi uomini non soccombiamo alle grandi pene o alle grandi allegrie perché queste pene e queste allegrie sono avvolte in un'immensa nebbia di piccoli incidenti. E la vita è questo, nebbia.
Miguel de Unamuno, Nebbia, 1914

Dopo tanta nebbia a una a una si svelano le stelle / Respiro il fresco che mi lascia il colore del cielo / Mi riconosco immagine passeggera / Presa in un giro Immortale.
Giuseppe Ungaretti, Sereno, 1918

C’è la nebbia che ci cancella / Nasce forse un fiume quassù / Ascolto il canto delle sirene / del lago dov'era la città
Giuseppe Ungaretti, Nasce forse, L’allegria, 1931

Quel poco che riusciamo a scorgere nella nebbia che avvolge la nostra esistenza può essere contenuto in un aforisma. Il resto è littérature.
Anacleto Verrecchia, Diario del Gran Paradiso, 1997

Oggigiorno, vediamo la nebbia non perché essa esista, ma perché pittori e poeti ci hanno insegnato quale sia la misteriosa grazia del suo effetto. La nebbia può sempre esserci stata a Londra, e devo dire che è così. Ma nessuno l’ha vista, e non ne sapevamo niente; essa non è esistita fintanto che l’Arte non l’ha inventata.
Oscar Wilde, La decadenza della menzogna, 1889

Quel che affascina è l'incertezza. La nebbia rende meravigliose tutte le cose.
Oscar Wilde, Il ritratto di Dorian Gray, 1891

A Londra c’è troppa nebbia e troppa gente seria. Non si capisce bene se sia la nebbia a fare la gente
seria o la gente seria a produrre la nebbia.
Oscar Wilde, Il ventaglio di lady Windermere, 1892

Proverbi sulla Nebbia
  • La nebbia chiama la pioggia.
  • La " " di marzo non fa male ma quella d’aprile toglie vino e pane.
  • La " " e i preti non vengono mai per niente.
  • La " " è la mamma della pioggia.
  • La " " lascia il tempo che trova.
  • La predica fa come la nebbia: lascia il tempo che trova.
  • Nebbia ai monti, acqua alle fonti.
  • " " alla valle, acqua alle spalle.
  • " " bassa quel che trova lascia.
  • " " di marzo mal non fa ma in aprile pane e vino a metà.
  • " " in basso, pioggia in alto.
  • Quando il sole lascia la nebbia la nebbia lascia il sole.
2. Rugiada
© Aforismario

Anche i fiori piangono, e ci sono stupidi che pensano sia rugiada.
Anonimo

Lo scintillio di una goccia di rugiada mi ha parlato di te. Ma quella luce è durata troppo poco e non ho fatto in tempo a vederti. Peccato! Eri così vicino e non ho potuto coglierti. 
Romano Battaglia, Cielochiaro, 1993

Anche una goccia di rugiada, quando cade su un filo d’erba ingiallito per dissetarlo, esprime amore.
Romano Battaglia, Oltre l'amore, 2010

Una piccola goccia di rugiada sull'erba non è cosa da poco. Può riflettere il sole del mattino.
Romano Battaglia, L’uomo che vendeva il cielo, 2011

L'anima nostra è tale che a volte sia piccina a contenere una goccia di rugiada, a volte sia troppo vasta per contenere i mari.
Ambrogio Bazzero, Lagrime e sorrisi, 1873

Per un fiore appassito nel libro dei ricordi rugiada è una lacrima di dolore.
ibidem

Rugiada. Leggera traspirazione notturna della superficie terrestre inventata per nutrire i teneri mirtilli e i poeti sospirosi.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Ho scoperto il segreto del mare meditando su una goccia di rugiada.
Kahlil Gibran, Massime spirituali, 1962 (postumo)

Tutto piange quaggiù, e la natura versa in un pianto quotidiano sulle miserie della creazione con le rugiade de' cieli.
Francesco Domenico Guerrazzi, L'assedio di Firenze, 1863

Di nuovo vivranno i tuoi morti, risorgeranno i loro cadaveri. Si sveglieranno ed esulteranno quelli che giacciono nella polvere, perché la tua rugiada è rugiada luminosa, la terra darà alla luce le ombre.
Isaia, Antico Testamento, VIII a.e.c.

La nostra prima giovinezza è come il fiore al mattino, con una bella goccia di rugiada sulla corolla in cui la natura si specchia in un'armoniosa malinconia. Ma ormai il sole si alza sull'orizzonte e la rugiada si dilegua; con essa svaniscono i sogni della vita ed ora si tratta di sapere se l'uomo è capace, per prendere ancora un'immagine dal mondo dei fiori, di secernere con le sue proprie forze, come l'oleandro, una goccia che possa sussistere come frutto della sua vita.
Søren Kierkegaard, Diario, 1834/55 (postumo 1909/49)

Voi mi dite: “la vita è pesante da portare”. Ma perché mai avreste la mattina il vostro orgoglio e la sera la vostra rassegnazione? La vita è pesante da portare: ma, per favore, non fate troppo i delicati! Noi siamo tutti quanti graziosi e robusti asini e asine. Che cosa abbiamo in comune col bocciolo di rosa, che trema per il peso di una goccia di rugiada?
Friedrich Nietzsche, Così parlò Zarathustra, 1883/85

Alle sei del mattino la città si alza in punta di piedi e comincia a muovere i primi passi. Una nebbia sottile dissolve il contorno degli oggetti e crea come un'atmosfera incantata. Le persone che attraversano la città a quest'ora sembrano esser fatte di un'altra sostanza a appartenere a un ordine biologico spettrale.
Julio Ramòn Ribeyro, Gli avvoltoi senza piume, 1955

Grazie alle gocce di rugiada il fiore ha occhi per vedere la bellezza del cielo.
Ramón Gómez de la Serna, Greguerías, 1917/60

Ai benefici non aggiungere il rimprovero, e a ogni dono parole amare. La rugiada non mitiga forse il calore? Così una parola è più pregiata del dono. Ecco, non vale una parola più di un ricco dono? L'uomo caritatevole offre l'una e l'altro.
Siracide, Antico Testamento, II sec. a.e.c.

Quanto è più fredda l'anima più, al ridestarsi dalle sue notti spirituali, si trova imbevuta nella rugiada della grazia.
Miguel de Unamuno, Diario intimo, 1897/1902 (postumo, 1970)

Proverbi sulla Rugiada
  • Tre cose sono ingannevoli in ogni tempo: erba in rugiada, cavallo in arnese e donna in bella veste.
  • Una buona rugiada vale quanto una cattiva pioggia.
A ogni singolo filo d'erba è destinata almeno una goccia di rugiada.
Proverbio cinese

Note

Nessun commento: