2015-08-14

Pizza e Pizzeria - Frasi e battute al forno

Raccolta di aforismi e battute divertenti sulla pizza, uno dei prodotti gastronomici italiani (e napoletani in particolare) più apprezzati e diffusi al mondo. Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sula pane e la pasta.
Fatte 'na pizza c'a pummarola 'ncoppa
vedrai che il mondo poi ti sorriderà. (Pino Daniele)
1. Pizza
© Aforismario

Pizza: pane, amore e... carboidrati.
Anonimo

La vera pizza è alimento, simbolo e rito. Alimento povero e nobile. Disco festoso di pasta, colorato di rosso. Ma è anche qualcosa di più di un impasto di acqua e farina, condito con olio e pomodoro e cotto al forno a legna. La pizza si fa non si cucina. Nasce povera. Si fa con le mani e con la sola abilità delle palme.
Gaetano Alfetra, Mitica pizza, vero oro di Napoli, su Corriere della Sera, 1993

In origine la pizza fu un'invenzione che rispondeva anche alle necessità della povera gente. E fu provando e riprovando che venne fuori un cibo squisito capace di far mangiare, e bene, un'intera famiglia con poco o niente.
Gaetano Alfetra, Mitica pizza, vero oro di Napoli, su Corriere della Sera, 1993

Prima che si conoscesse il pomodoro c'erano: la pizza aglio olio e origano; la pizza con i "cicinelli" (una specie di pesciolini lattanti figli delle alici) e la pizza col formaggio grattugiato, basilico e pepe. Ma fu il pomodoro a renderla celebre.
Gaetano Alfetra, Mitica pizza, vero oro di Napoli, su Corriere della Sera, 1993

Viviamo in un’epoca in cui la pizza arriva a casa tua più velocemente della polizia.
Jeff Marder [3] (cfr. citazione di Claude Chabrol)

Se esiste un piatto universale, non è l'hamburger ma la pizza, perché si limita a una base comune − l'impasto − sulla quale ciascuno può disporre, organizzare ed esprimere la propria differenza.
Jacques Attali, cit. su L'Actualité, 2000

Senza ombra di dubbio, la più grande invenzione nella storia dell'umanità è la birra. Oh, certo, sicuramente anche la ruota è stata una gran bella invenzione, ma vi assicuro che la ruota non va altrettanto bene con la pizza.
Dave Barry [1]

La pizza me la tagli in quattro fette, non penso di riuscire a mangiarne otto.
Yogi Berra [1]

Siamo schietti, il contributo degli italiani al progresso tecnologico dell'umanità si è fermato all'invenzione del forno per la pizza.
Bill Bryson [1]

Fare le pizze è come amare qualcuno. Deve venire facile. Quando si inizia a faticare vuol dire che c'è qualcosa che non va.
Cristiano Cavina, La pizza per autodidatti, 2014 [6]

Anche a fissarla molto intensamente, una pizza non cuoce più in fretta.
ibidem

Se ci tenete tanto a fare bella figura con una persona speciale, presentandole la vostra pizza migliore, proprio quella volta una serie di eventi catastrofici vi impedirà di riuscirci.
Cristiano Cavina, La pizza per autodidatti, 2014 [6]

La margherita è la pizza ordinata dai veri intenditori; [...]. La semplicità della margherita sottolinea spesso l’erudizione di chi la ordina.
Cristiano Cavina, La pizza per autodidatti, 2014 [6]

Scegliere la pizza più semplice è un’attitudine da mistico, da asceta o da filosofo. Serve almeno una laurea.
Cristiano Cavina, La pizza per autodidatti, 2014 [6]

La quattro stagioni è la pizza di chi, pur di non finire nella categoria degli indecisi, preferisce non decidere.
Cristiano Cavina, La pizza per autodidatti, 2014 [6]

Viviamo in una società in cui le pizze arrivano più velocemente della polizia.
Claude Chabrol, Pensieri, repliche e aneddoti, 2002

Fatte 'na pizza c'a pummarola 'ncoppa / vedrai che il mondo poi ti sorriderà. 
Pino Daniele, Fatte 'na pizza, 1993

Fatte 'na pizza / lievete 'o sfizio
ibidem

Quand'ero giovane a Milano andava di moda l'Aperol e a Napoli la pizzetta: l'Aperol era un aperitivo, la pizzetta un "chiuditivo".
Luciano De Crescenzo, I pensieri di Bellavista, 2005 

I napoletani hanno sempre avuto il loro fast food. Si chiama pizza.
Luciano De Crescenzo [1]

Un Oscar, il sesso, un gelato e una pizza... Se avessi questo ogni giorno per il resto della mia vita sarei felice.
Dustin Hoffman [2]

Non c'è sensazione migliore al mondo di una scatola di pizza calda in grembo.
Kevin James [1]

– Non puoi riuscire a capire l'America, finché non hai provato una pizza al salame piccante.
– Ma la pizza non è italiana?
– Beh, questo è un dibattito ancora aperto. Il doppio formaggio è un'idea nostra!
 Jimmy e Javier, in Smallville, 2001

Con queste pentole, ci diceva il venditeur, sei l'ultima ad andar via dalla spiaggia. Ci metti così poco tempo a cucinare. .. Be' sì, se passi dal Pronto Pizza, però ce ne metti ancora meno.
Luciana Littizzetto, La principessa sul pisello, 2002

Una volta se dicevi: Andiamo a mangiarci una pizza? Intendevi esprimere questo concetto: Andiamo a mangiarci una cosa semplice, veloce e poco costosa. Adesso è l'esatto contrario. Ti sbatti per ore, paghi una mazzata e devi romperti la testa a scegliere come minimo in un elenco di 50 pizze.
Luciana Littizzetto, Col cavolo, 2004

Ora non bastano più le classiche margherite, marinare, napoletane, funghi e prosciutto e quattro stagioni. Tradizionali, per carità, ma armoniche nei loro sapori. Ora si dà sfogo alla fantasia e si butta sulla pizza qualsiasi cosa. Si va dalla Montagnina coi funghi e la muffa, alla pizza Allergica con polline e pelo di gatto misto, passando dalla Maratona con pomodoro fresco e scarpa da ginnastica tritata per finire alla pizza A Sorpresa dove il pizzaiolo ci scarica sopra quel che gli pare e se quel giorno gli girano le tartacule sono tutti fatti tuoi.
Luciana Littizzetto, Col cavolo, 2004

[Per fare una buona pizza] Un'ottima qualità di farina, acqua purissima, sale, lievito e olio, con gusto, ma soprattutto "cuore", l'impasto percepisce il sentimento. Per condire la pizza? Estro e fantasia.
Giuseppe Longo, in Evandro Taddei, Il pizzaiolo, 2000

Lasciatemi dire una cosa che potrà sembrare azzardata e forse dispiacerà ai miei conterranei: la famosa pizza è napoletana senza discussione, ma io ne ho mangiate di fatte benissimo anche a New York, a Nizza, a Parigi, quasi quasi migliori di quelle che si fanno oggi sul Golfo. Da una parte i napoletani potrebbero immalinconirsi, pensando di star perdendo una loro supremazia. Ma costatare che la loro pizza ha conquistato il mondo dovrebbe essere, secondo me, un motivo di orgoglio.
Sophia Loren, In cucina con amore, 1971

Oggi in tutto il mondo sono specialmente i giovani ad aver adottato la pizza. Io trovo che questo sia un fatto consolante e indicativo: c’è qualcosa di elementare, pulito, allegro, nella pizza, che mi fa pensare subito un gran bene dei suoi seguaci.
Sophia Loren, In cucina con amore, 1971

Che hai da fissare?! Smettila! Che c'è, non hai mai visto una donna affascinante, sensuale e bellissima che potrebbe tranquillamente fare la modella se non amasse così tanto la pizza?
Mindy (Rebel Wilson, in Notte al museo - Il segreto del faraone, 2014

Pizza a New York: ogni pietanza, lontana dalla patria, ha il triste sapore dell’esilio.
Gianni Monduzzi, Orgasmo e pregiudizio, 1997

L'amante perfetto è quello che fa l'amore con te fino alle quattro del mattino − e poi si trasforma in pizza.
Charles Pierce, cit. in Leigh Rutledge, The gay decades, 1992

Per vostra norma e regola io non sono mai stato innamorato di niente e di nessuno se si esclude la pizza di pane coi fichi dentro. 
Pulcinella (Massimo Troisi), in Il viaggio di Capitan Fracassa, 1990 

Sono innamorata! Sto avendo un'avventura con la mia pizza [...] Una pizza napoletana alla margherita; è un imperativo morale mangiare e goderti la pizza...
Julia Roberts, Mangia prega ama, 2010 [4]

La pizza ha ormai superato i 10 euro. Si cerca di ovviare risparmiando sulla manodopera, molto costosa. In alcune pizzerie i clienti sono invitati a impastare personalmente la loro pizza, rotearla, infarinarla, guarnirla con quello che capita a tiro, infornarla e quindi consumarne i brandelli carbonizzati ridendo con gli amici. Grande successo dei locali che servono la pizza da un euro: una normale margherita, però grande come un euro. In netto calo il consumo di pizze molto guarnite, vanno forte le pizze austere, come la Poveraccia (una margherita con le toppe), la Bill Gates (grossa come un chip) e la Metafisica (un piatto vuoto con l'aroma di basilico).
Michele Serra, Dal benzinaio c'è il sommelier, su l'Espresso, 2008

La pizza è un pasto completo. Costa poco, è nutriente, genuina. È un ricordo d'amore. Tutti noi almeno una volta nella vita abbiamo detto: «Teso', andiamoci a mangiare 'na bella pizza».
Alessandro Siani, Non si direbbe che sei napoletano, 2011

Non voglio fare polemiche con gli amici del Nord, ci mancherebbe, ma va detto che la vera pizza è solo e unicamente napoletana.
Alessandro Siani, Non si direbbe che sei napoletano, 2011

Finalmente trovi un compaesano che dice: «Io sto qua [al Nord] da dieci anni». «Ah, allora sai sicuramente qualche posto dove si mangia una buona pizza!» «Certamente. È a qualche chilometro da qui. Ci puoi arrivare in treno.» «E a quale fermata devo scendere?» «Quando vedi la scritta NAPOLI, si' arrivato.»
Alessandro Siani, Non si direbbe che sei napoletano, 2011

Se chiediamo a un dietologo quante volte possiamo mangiare la pizza, lui ci dice: «Una volta a settimana». Poi aggiunge fiero: «Sì, ma io vaco tutte 'e sere, che me ne fotte!».
Alessandro Siani, Non si direbbe che sei napoletano, 2011

Ti offro una bella pizza... i soldi ce li hai?
Totò (Antonio De Curtis), in Risate di gioia, 1960

A Napoli si può mangià solo 'a pizza e 'e spaghetti. Infatti teniamo 'o fegato noi che è rovinato, no pecché sempre cu 'sta pizza e spaghetti, non si può mangia' niente, è vietato proprio... Infatti 'na vota tornai a casa, tornai a casa mia all'improvviso accussì. Bussai alla porta e sentette a mio padre che dice: «Chi è?». «So' Massimo.» Mio padre ha aperto: «Meno male che si' tu, viene avanti, stammo magnanno 'e gnocchi».
Massimo Troisi, in Marco Giusti, Il mondo intero proprio, 1998

Quando eravamo più piccoli, passavamo le serate non a fare qualcosa, ma a decidere cosa fare. Si mangiava una pizza, poi si saliva in macchina, si cominciava a elencare i posti dove si poteva andare, feste, locali, bar ecc., e poi mentre si cercava di prendere una decisione finiva sempre che ci si ammazzava di canne, finché uno diceva «io mi sono rotto, vado a casa, ci vediamo domani», e da lì uno alla volta si usciva di scena.
Fabio Volo, È una vita che ti aspetto, 2003

È bello stare in ufficio quando è vuoto. Tutto è tranquillo, silenzioso e anche chiacchierare e mangiare la pizza dal cartone ha un certo fascino.
Fabio Volo, Il tempo che vorrei, 2009

Noi italiani non facciamo niente in maniera normale. Facciamo tutto da italiani.
2. Pizzeria / Pizzaiolo
© Aforismario

Vivi in pizzeria e la pizza vivrà con te; la devi sentire dentro. Usa prodotti di qualità, ogni impasto dovrà "nascere" da te così come ogni cottura.
Giuseppe Botrugno, in Evandro Taddei, Il pizzaiolo, 2000

Da un po' di tempo a questa parte va di moda il sabato sera far la coda in pizzeria. Ogni città detiene 4 o 5 locali cult, che il passaparola ha decretato sovrani, e tutti sgomitano per andare lì. A costo di fare la coda per ore. A costo di prenotarsi con gli stessi tempi di attesa di un'operazione alla cataratta con la mutua. Ma io non ci credo. Ma già ti rompi i maroni tutta la settimana in coda alla posta, al casello dell'autostrada, allo sportello del bancomat, quando finalmente potresti rilassarti e gozzovigliare in pace con gli amici, sei masochista fino allo spasimo e mi passi la serata a far la coda sul marciapiede davanti alla vetrina di una pizzeria? Posso dire? Secondo me sei una sovrumana testa di minchia.
Luciana Littizzetto, Col cavolo, 2004

Ogni pizza sia l'espressione di te stesso, fatta con passione e gusto. Il vero pizzaiolo parla con le mani ed è il signore incontrastato della sua pizzeria.
Enzo Momentè, in Evandro Taddei, Il pizzaiolo, 2000

Quando il napoletano va al Nord, come prima cosa non chiede notizie sul clima, sull'ospitalità, sui posti da visitare. No. La prima cosa che chiede è: «Chi è ccà ca fa 'na bella pizza?».
Alessandro Siani, Non si direbbe che sei napoletano, 2011

Da noi al Sud la pizza si mangia a tutte le ore. Al Nord, invece, i locali hanno degli orari precisi, e a una certa ora chiudono. Capitai con degli amici in una pizzeria a mezzanotte e chiesi al cameriere: «Dove ci dobbiamo mettere?». Rispunnette 'o cameriere: «Un'altra volta in macchina, e ve ne dovete andare.»
Alessandro Siani, Non si direbbe che sei napoletano, 2011

Pochi alimenti sono indigesti come una pizza mal cotta e mal lievitata. Per scongiurare un tale peso sullo stomaco, oltre ad un buon forno e ad un'attiva lievitazione, è fondamentale un buon impasto: il segreto del mestiere di pizzaiolo. Nessun pizzaiolo che si rispetti rivelerà purtroppo, anche al più fedele dei suoi discepoli, tutto l'arcano del suo impasto.
Evandro Taddei, Il pizzaiolo, 2000 [5]

Note
  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. Battuta tratta da Gino e Michele, Anche le formiche nel loro piccolo s'incazzano. Opera omnia, Baldini e Castoldi, 1995
  3. Battuta tratta da Gino e Michele con Paolo Borraccetti, Le cicale 2010, Kowalski, 2009
  4. In vari siti italiani di aforismi, la citazione di Julia Roberts è riportata erroneamente così: "Ho una storia d'amore con la pizza... diciamo che è una specie di 'pane e amore e carboidrati'".
  5. Evandro Taddei, Il pizzaiolo. Manuale per la pizza, pensieri ed esperienze © Media Print, 2000
  6. Cristiano Cavina, La pizza per autodidatti, Marcos y Marcos, 2014
  7. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Pane - Pasta

Nessun commento: