2015-08-17

Rose e Spine - Frasi e proverbi vellutati

Raccolta di aforismi, frasi e proverbi sulla rosa, detta la regina dei fiori per il suo profumo e, soprattutto, per la sua bellezza. Un paragrafo raccoglie diverse citazioni sulle rose e le spine perché, come dice il proverbio, non c'è rosa senza spine. Nella sezione "Natura" del sito, trovi anche una vasta raccolta di pensieri dedicata ai fiori.
Venite in giardino, vorrei che le mie rose vi vedessero. (Richard Brinsley Sheridan)
1. Rosa
© Aforismario

Corteggiata da l'aure e dagli amori, / siede sul trono de la siepe ombrosa, bella regina de' fioriti odori, / in colorita maestà la rosa.
Claudio Achillini, Lo sdegno nel bianco volto, Poesie, XVII sec.

Ho messo per terra, davanti alla finestra, il vaso pieno di rose gialle per dare da bere alla luce.
Christian Bobin, Ressusciter, 2003

Le rose son fiorite presto / e son fiorite per invecchiare. / In un bocciolo hanno trovato culla e sepolcro.
Pedro Calderón de la Barca, Sonetti, XVII sec.

Buttate pure via / ogni opera in versi o in prosa. / Nessuno è mai riuscito a dire / cos'è, nella sua essenza, una rosa.
Giorgio Caproni, Concessione, Res amissa, 1991 (postumo)

Se non hai i soldi per comprare le rose, diventa amico di un fioraio.
Antonio Cassano, Le mattine non servono a niente, 2009

L’amicizia estrema e delicata è spesso oltraggiata dalla piega di una rosa.
Nicolas de Chamfort, Massime e pensieri, 1795/1953 (postumo)
  
Una città non vale più di un giardino di rose.
José Santos Chocano, La città di ferro, XX sec.

Ti regalerò una rosa, / una rosa rossa per dipingere ogni cosa, / una rosa per ogni tua lacrima da consolare / e una rosa per poterti amare. / Ti regalerò una rosa, / una rosa bianca come fossi la mia sposa, / una rosa bianca che ti serva per dimenticare / ogni piccolo dolore.
Simone Cristicchi, Ti regalerò una rosa, 2007

Sei volata in cielo su una stella / e come tutte le più belle cose / vivesti solo un giorno, come le rose
Fabrizio De André, La canzone di Marinella, 1964 (cfr. citazione di François de Malherbe)

A me sembra che la nostra maggiore certezza nella bontà della Provvidenza poggi sui fiori. Tutto il resto, le nostre facoltà, i nostri desideri, il cibo sono indispensabili alla nostra esistenza. Ma le rose sono un di più. Il loro profumo e i loro colori sono un abbellimento, non una condizione essenziale della vita. Ed è la bontà soltanto che ci offre il di più; ripeto, pertanto, che molte delle nostre speranze sono fondate sui fiori.
Arthur Conan Doyle, Le memorie di Sherlock Holmes, 1894

Le rose non sono da compiangere... Esse se non altro non sanno che appassiranno.
Henri Duvernois [1]

Tutto l'universo mondo, che chiaramente è quasi un libro scritto dal dito di Dio, in cui ogni cosa ci parla dell'immensa bontà del suo creatore, in cui ogni creatura è quasi scrittura e specchio della vita e della morte, in cui la più umile rosa si fa glossa del nostro cammino terreno.
Umberto Eco, Il nome della rosa, 1980

Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus. [3]
(La rosa che è stata esiste solo nel nome, noi possediamo soltanto nudi nomi).
Umberto Eco, Il nome della rosa, 1980

Una rosa non ha bisogno di predicare. Si limita a diffondere il proprio profumo. Il suo sermone è la sua stessa fragranza.
Mohandas Gandhi, su Harijan, 1935

Il giardiniere è la più bella rosa del suo giardino.
Jean Genet, Pompe funebri, 1947

La natura castiga la rosa insuperbitasi, facendola appassire.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Molti pensieri sbocciano solo da una cultura universale come i germogli dai rami verdi. Al tempo delle rose si vedono fiorire rose dappertutto.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

Preferisco avere rose sul mio tavolo che diamanti sul collo.
Emma Goldman, XX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Sei nata ieri, morirai domani, / chi per sì breve vita t'ha creata?
Luis de Góngora, XVII sec. [1]

Non amo che le rose / che non colsi. Non amo che le cose / che potevano essere e non sono / state...
Guido Gozzano, Cocotte, I colloqui, 1911

Le rose sono così ordinarie, con quei verticilli di un rosa chewing gum nauseabondo, il profumo insinuante, le foglie malsane, le piccole spine scaltre che si conficcano nel cuore... O rosa, tu sei malata... Ma non lo siamo tutti?
Joanne Harris, Il ragazzo con gli occhi blu, 2010

Cogli la rosa quando è il momento, / che il tempo, lo sai, vola / e lo stesso fiore che sboccia oggi, / domani appassirà.
Robert Herrick, Alle vergini, perché facciano buon uso del loro tempo, Esperidi, 1648

È la morte che dà un senso a questo mondo. Amiamo una rosa proprio per la sua caducità. Chi ha amato una pietra?
Walter Jameson, in Ai confini della realtà, 1959

Supponiamo che una rosa abbia sensazioni, una bella mattina fiorisce, è felice, ma ecco che arriva un vento gelido, non può fuggirlo, o combatterlo, esso fa parte, come la rosa stessa, della natura. E allora, come può l'uomo essere felice se la sua natura, come la rosa, è preda del mondo?
John Keats, Lettera a George e Georgiana Keats, 1819

− Ahi cosa mi ha punto? / − Una rosa Ignazio. / − Una rosa? Un fiore dà dolore?
Vivian Lamarque, Poesie per un gatto, 2007

Le rose profumano per mestiere.
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

Non lasciamoci sfuggire il fiore della primavera, coroniamoci di boccioli di rose prima che avvizziscano.
Libro della Sapienza, Antico Testamento, I sec. a.e.c.

Ma quali fasci di rose rosse, ma quali bouquet di mammole?! Date retta a me: mazzi di scarpe. Questo è il desiderio inconfessabile di ogni femmina.
Luciana Littizzetto, Sola come un gambo di sedano, 2001

Esistono ancora gli uomini che regalano le rose rosse, aprono la portiera, versano il vino? [...] Forse io conosco soltanto esemplari di homo sapiens, abominevoli uomini delle nevi.
Luciana Littizzetto e Franca Valeri, L’educazione delle fanciulle, 2011

Lei era di quel mondo dove le più belle cose / hanno il peggior destino, e Rosa, lei ha vissuto quel che vivono le rose, / lo spazio d'un mattino.
François de Malherbe, Consolazione a M. Du Périer, XVII sec.

Se son rose sfioriranno.
Marcello Marchesi, Il malloppo, 1971

Penso che nulla sia più difficile per un vero pittore che dipingere una rosa, perché per dipingerla deve dimenticare tutte le rose che ha dipinto prima.
Henri Matisse [1]

Voglio finire tra le rose, perché le ho amate nell'infanzia. / I crisantemi, li ho sfogliati a freddo.
Fernando Pessoa, Magnificat, 1933

Coltivo una rosa bianca, / in luglio come in gennaio,/ per l’amico sincero/ che mi porge la sua mano franca./ E per il crudele che mi strappa/ il cuore con cui vivo,/ né il cardo né ortica coltivo: / coltivo la rosa bianca.
José Martí, Semplici versi, 1891

Le nevi e le rose di ieri sono svanite; / e che cos'è l'amore se non una rosa che impallidisce?
Edgar Lee Masters, Antologia di Spoon River, 1915/16

Un idealista è uno che, notando che una rosa odora meglio d'un cavolo, ne conclude che se ne possa cavare una minestra migliore.
Henry Louis Mencken, A Book of Burlesques, 1916 

La mia vita è tutta rosa e fiori ma io sono allergico.
Matteo Molinari [2]

Che importa il nome? Chiama pur la rosa / con altro nome: avrà men dolce odore?
Elsa Morante, L'isola di Arturo, 1957

E così in eterno ogni perla del mare ricopia la prima perla, e ogni rosa ricopia la prima rosa.
Elsa Morante, L'isola di Arturo, 1957

La prima di tutte le rose è Dio.
ibidem

Che fa lo sciame delle api, con la sua regina? Va, e ruba a tutte le rose un poco di miele, per portarselo nell'arnia, nelle sue stanzette. E la rosa? La rosa l'ha in se stessa, il proprio miele: miele di rose, il più adorato, il più prezioso! La cosa più dolce che innamora essa l'ha gia in se stessa: non le serve cercarla altrove.
Elsa Morante, L'isola di Arturo, 1957

Voi mi dite: “La vita è pesante da portare”. Ma perché mai avreste la mattina il vostro orgoglio e la sera la vostra rassegnazione? La vita è pesante da portare: ma, per favore, non fate troppo i delicati! Noi siamo tutti quanti graziosi e robusti asini e asine. Che cosa abbiamo in comune col bocciolo di rosa, che trema per il peso di una goccia di rugiada?
Friedrich Nietzsche, Così parlò Zarathustra, 1883/85

La rosa parla di amore / silenziosamente, in un linguaggio / conosciuto soltanto dal cuore. Come la rosa / silenziosamente / il mio amore parla.
Felicia Okeke-Ibezim, Poesie d'amore per te, 1999

Il primo che disse ad una donna: "Sei bella come una rosa", fu un poeta, il secondo un cretino. 
Pitigrilli (Dino Segre) [1]

L'estate non si caratterizza meno per le sue mosche e zanzare che per le sue rose e le sue notti stellate.
Marcel Proust, Jean Santeuil, 1952 (postumo e incompiuto)

Forse in amore le rose / non si usano più / ma questi fiori sapranno parlarti di me / rose rosse per te / ho comprato stasera / e il tuo cuore lo sa / cosa voglio da te.
Massimo Ranieri (Giancarlo Bigazzi e Enrico Polito), Rose rosse, 1970

L’amore può fare di una discarica un prato di rose, e di un prato di rose una discarica.
Guido Rojetti, L'amore è un terno (che ti lascia) secco, 2014

Vivete, se volete credermi, non aspettate domani. Cogliete fin da oggi le rose della vita.
Pierre de Ronsard, Sonetti per Elena, 1578

Ogni rosa è preda dell'inverno. 
Jialāl al-Dīn Rūmī, Diwan-e Shams-e Tabrizi, XIII sec.

Avendo la prosa una lettera di troppo, la rosa scelse la poesia.
Robert Sabatier, Il libro dell'irragionevolezza sorridente, 1991

Se ai fiori Zeus avesse donato un regno, la rosa regnerebbe su tutti i fiori.
Saffo (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Il piccolo principe assisteva allo schiudersi di un enorme bocciolo e sentiva che ne sarebbe venuta un'apparizione miracolosa, ma la corolla indugiava, e si faceva bella, chiusa nella sua camera verde. Con cura sceglieva i colori. Si vestiva piano, accomodando i petali a uno a uno. Non voleva uscire tutta stropicciata come fanno i papaveri. Voleva mostrarsi solo nel pieno fulgore della propria bellezza. Eh, sì! Era molto vanitosa. La sua segreta toilette era durata giorni e giorni. Ed ecco che una mattina, con il sorgere del sole, era apparsa una rosa.
Antoine de Saint-Exupéry, Il piccolo principe, 1943

Il tempo che hai perso per la tua rosa è ciò che fa la tua rosa tanto importante.
ibidem

Voi [rose] siete belle, ma siete vuote. Certamente, un qualsiasi passante crederebbe che la mia rosa vi rassomigli, ma lei, lei sola, è più importante di tutte voi, perché è lei che ho innaffiata. Perché è lei che ho messa sotto la campana di vetro. Perché è lei che ho riparata col paravento. Perché su di lei ho uccisi i bruchi (salvo i due o tre per le farfalle). Perché è lei che ho ascoltato lamentarsi o vantarsi, o anche qualche volta tacere. Perché è la mia rosa.
Antoine de Saint-Exupéry, Il piccolo principe, 1943

Quando vi sentite pessimisti, guardate una rosa.
Albert Samain, XIX sec. [1]

Esiste un orecchio talmente fine da essere in grado di percepire i sospiri della rosa che appassisce?
Arthur Schnitzler, Il libro dei motti e delle riflessioni, 1927

Non desidero una rosa a Natale più di quanto possa desiderar la neve a maggio: d’ogni cosa mi piace che maturi quand'è la sua stagione.
William Shakespeare, Pene d'amor perdute, 1593/96

Che cosa c'è in un nome? quel che noi chiamiamo col nome di rosa, anche se lo chiamassimo d'un altro nome, serberebbe pur sempre lo stesso dolce profumo.
William Shakespeare, Romeo e Giulietta, ca. 1596

Dinnanzi alla rosa sfiorita ora si turano il naso anche quelli che prima ne adoravano in ginocchio i boccioli.
William Shakespeare, Antonio e Cleopatra, 1607

Alle meraviglie del creato noi chiediam progenie / perché mai si estingua la rosa di bellezza, / e quando ormai sfiorita un dì dovrà cadere, / possa un suo germoglio continuarne la memoria:
William Shakespeare, Sonetti, 1609

Venite in giardino, vorrei che le mie rose vi vedessero.
Richard Brinsley Sheridan (attribuito)

La rosa è senza perché, fiorisce perché fiorisce; / non bada a sé, non chiede d'essere guardata.
Angelus Silesius, Il pellegrino cherubico, 1674

Una rosa, è una rosa, è una rosa.
Gertrude Stein, Emily sacra, 1913 

Il matrimonio è simile alla vita in questo, che è un campo di battaglia, non un letto di rose. 
Robert Louis Stevenson, Virginibus Puerisque, 1876

Meglio trarre piacere da una rosa che osservarne le radici al microscopio.
Oscar Wilde, La verità delle maschere, 1885

Una rosa rossa non è egoista perché vuole essere una rosa rossa. Sarebbe orribilmente egoista se volesse che i fiori del giardino fossero tutti rossi e tutti rose. 
Oscar Wilde, L'anima dell'uomo sotto il socialismo, 1891

Autori sconosciuti
  • Smetterò di amarti solo quando un pittore sordo riuscirà a dipingere il rumore di un petalo di rosa cadere su un pavimento di cristallo di un castello mai esistito.
  • Una spugna per cancellare il passato, una rosa per addolcire il presente e un bacio per salutare il futuro. (attribuito a Guy de Maupassant - vedi "Citazioni errate" su Aforismario)
La rosa ha le sue spine, e per questo è il fiore dell'amore. (Arturo Graf)
2. Rose e Spine
© Aforismario

È una follia odiare tutte le rose perché una spina ti ha punto, abbandonare tutti i sogni perché uno di loro non si è realizzato, rinunciare a tutti i tentativi perché uno è fallito.
Anonimo (attribuito ad Antoine de Saint-Exupéry)

Per l'amore di una rosa, il giardiniere è servitore di mille spine.
Anonimo

Chi vuol cogliere una rosa, non deve badare alle punture delle spine.
Romano Battaglia, L’uomo che vendeva il cielo, 2011

Chi non osa cogliere la spina non dovrebbe mai desiderare la rosa.
Anne Brontë, La via stretta, 1848

Rosa cape, spinam cave.
(Cogli la rosa evita le spine)
Gabriele D'Annunzio (Motto)

L'ottimista vede la rosa e non le spine; il pessimista si fissa sulle spine, dimentico della rosa.
Kahlil Gibran, Massime spirituali, 1962 (postumo) (cfr. citazione di Alphonse Karr)

A chi si lagnava delle spine, disse la rosa: Io ti pungo, sì, ma ti beo. 
Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

La rosa ha le sue spine, e per questo è la rosa il fiore dell'amore. 
Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

Voi vi lamentate perché i roseti sono spinosi; io mi rallegro, e ringrazio il cielo che le spine abbiano delle rose!
Alphonse Karr, Lettere scritte dal mio giardino, 1853 (attribuito erroneamente ad Abraham Lincoln)

La vita è una rosa dove ogni petalo è un'illusione e ogni spina una realtà.
Alfred de Musset (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Se picchiate una donna con un fiore, usate una rosa. Per via delle spine. 
Henri de Régnier, Lui o le donne e l'amore, 1928

Sparge di rose il letto dell’amante per farla stare sulle spine.
Guido Rojetti, L'amore è un terno (che ti lascia) secco, 2014

Non v'è rosa senza spine. - Ma vi sono parecchie spine senza rose!
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Anche le spine sono gradite se tra esse si vede spuntare la rosa.
Publilio Siro, Sentenze, I sec. a.e.c.

Annaffierei le rose con le mie lacrime per sentire il dolore delle loro spine e il rosso bacio dei loro petali.
Johnny Welch, Quello che mi ha insegnato la vita, 2000 (attribuito erroneamente a Gabriel Garcia Marquez - vedi "Citazioni errate" su Aforismario)

Una rosa non ha bisogno di predicare. Si limita a diffondere il suo profumo.(Gandhi)
Proverbi sulla Rosa
  • Chi coglie il boccio non coglie la rosa.
  • Chi coglie la rosa non si dolga delle spine.
  • Chi ha paura delle spine non coglie rose.
  • Cogli la rosa e lascia star la foglia.
  • Con una bella rosa si prende anche qualche spina.
  • Da una rosa nascon le spine e dalle spine la rosa.
  • Dalla spina vien la rosa, dalla rosa vien la spina.
  • La rosa è la regina dei fiori.
  • La " " è rosa anche tra le ortiche.
  • La " " si coglie sulla spina.
  • La " " vive tra le spine.
  • La spina dura più della rosa.
  • Le rose cadono, le spine rimangono.
  • Non c'è rosa senza spina, né cielo senza nuvole né amore senza lacrime.
  • Non c’è rosa senza spine.
  • Non c’è rosa senza spine: non giudicate nulla innanzi al fine.
  • Non vi fu mai sì vaga rosa che non diventasse un grattaculo.
  • Ogni rosa ha la sua spina
  • Per una bella rosa si innaffiano mille spine.
  • Per una rosa spesso lo spin si coglie.
  • Piglia la rosa e lascia star la spina.
  • Prima rose e fiori dopo spine e dolori.
  • Se son rose fioriranno (se son spine pungeranno).
Chi vive tra le rose, ne prende involontariamente il profumo.
Proverbio russo

Note
  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. Battuta tratta da Gino e Michele, Anche le formiche nel loro piccolo s'incazzano. Opera omnia, Baldini e Castoldi, 1995
  3. La frase di Umberto Eco è la variazione di un verso del De contemptu mundi (XII sec.) del monaco benedettino francese Bernard de Cluny: Stat Roma pristina nomine, nomina nuda tenemus (Roma antica esiste solo nel nome, noi possediamo soltanto nudi nomi)
  4. La frase di Alphonse Karr (in realtà dei versi che lo scrittore francese cita come anonimi) si trova su internet, attribuita erroneamente ad Abraham Lincoln, nella seguente forma: "Possiamo lamentarci perché i roseti hanno le spine o rallegrarci perché i cespugli spinosi hanno le rose".
  5. I versi di Robert Herrick sono diventati molto popolari di recente per essere stati citati nel film L'attimo fuggente del 1989. Su diversi siti italiani si trovano attribuiti erroneamente a Walt Whitman e altri (vedi "Citazioni errate" su Aforismario per approfondimenti).
  6. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Fiori

Nessun commento: