2015-08-19

Scarpe e Tacchi alti - 210 Frasi, battute e proverbi

Grande raccolta di aforismi, frasi, proverbi e battute divertenti sulle scarpe e sulle scarpe coi tacchi alti, amate, queste, dalle donne − e particolarmente apprezzate dagli uomini... Ovviamente non mancano citazioni sui vari tipi di calzature: stivali, sandali, ciabatte, pantofole, ecc. Su Aforismario trovi anche una raccolta di citazioni correlata a questa dedicata alle borse.
Date a una ragazza le scarpe giuste, e conquisterà il mondo. (Bette Midler)
1. Scarpe
© Aforismario

Così tante scarpe e solo due piedi.
Anonima

Se una donna ha meno di cinque paia di scarpe non è una vera donna.
Anonima, in God save my shoes, 2011

Piangevo perché non avevo le scarpe, fin quando un giorno vidi un uomo senza piedi.
Anonimo (proverbio persiano? - attribuito erroneamente a Jim Morrison)

Io metto tutta la mia gioia, / il mio genio, il mio destino e la mia anima / sotto le tue scarpe di raso,/ sotto i tuoi piedi di seta affascinanti, perché tu così mi guarisci, / tu, mia luce e mio colore.
Charles Baudelaire, Canzone di pomeriggio, I fiori del male, 1857/61

Ci sono bambini [...] che le scarpe non le hanno per niente. E non è colpa loro. Non è una loro vergogna. Nostro Signore non aveva scarpe. Egli è morto senza scarpe. Non lo avete mai visto appeso alla croce con le scarpe ai piedi, vero?
Martin Benson, in Le ceneri di Angela, 1999

Per i tuoi occhi piango stasera / e con le scarpe mie più belle / salgo fino al paradiso dalle stelle / e mentre corrono le ore / la mia bocca si consuma / a dire amore.
Loredana Berté, Per i tuoi occhi, 1982

La metà delle mie creazioni sono dettate dalla fantasia, il 15% dalla pura follia, e il restante dai piedi per terra.
Manolo Blahnik (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Le scarpe sono il modo più semplice per le donne di ottenere una metamorfosi istantanea.
Manolo Blahnik [2]

Amo l'esagerazione e mi piace l'eccentricità, ma bisogna sentirsi comode, altrimenti non ha senso. Non c'è niente di affascinante in una donna che non può camminare con le sue scarpe.
Manolo Blahnik [2]

Diversi uomini mi hanno detto di aver salvato il loro matrimonio. Gli è costato una fortuna in scarpe, ma è sempre più economico di un divorzio.
Manolo Blahnik [2]

Le scarpe firmate, fatte a mano, durano una vita solo perché sono scomode e costringono ad andare in taxi dappertutto.
Harold Blair [6]

Se la scarpa calza bene, è brutta.
Arthur Bloch, Legge di Gold, La legge di Murphy II, 1980

È solo quando inciampi nelle tue scarpe che incominci a mettere a posto le scarpe.
Arthur Bloch, Terza Legge di Young, La legge di Murphy sull'Amore, 1993

È così difficile stare dentro le scarpe di una donna single. Per questo ne servono di veramente speciali. Per camminare un po' più allegramente.
Carrie Bradshaw (Sarah Jessica Parker), in Sex and the City, 1998-2004

Ci sono due cose di cui non ne hai mai abbastanza: buone amiche e buone scarpe.
Carrie Bradshaw (Sarah Jessica Parker), in Sex and the City, 1998-2004

Ho speso 40.000 dollari in scarpe e non ho un posto dove vivere! Diventerò letteralmente la vecchia che abitava nelle sue scarpe!
Carrie Bradshaw (Sarah Jessica Parker), in Sex and the City, 1998-2004

Io non sono in casa, ma le mie scarpe sì. Lasciate loro un messaggio.
ibidem

Le lesbiche al potere e le loro scarpe erano come i broker di Wall Street e i loro sigari.
Carrie Bradshaw (Sarah Jessica Parker), in Sex and the City, 1998-2004

Andammo noi, più spesso cambiando paese che scarpe, / attraverso le guerre di classe, disperati / quando solo ingiustizia c'era, e nessuna rivolta.
Bertolt Brecht, A coloro che verranno, 1926/39

Nella vita di un vagabondo c'è un bisogno essenziale che viene subito dopo la fame: è quello delle scarpe.
Eugène Brieux, La Robe rouge, 1900

Un paio di scarpe nuove non può forse curare un cuore spezzato o lenire un'emicrania, ma può alleviarne i sintomi e scacciare la malinconia.
Holly Brubach, cit. in Linda O'Keeffe, Shoes, 1996

Imitazione di Empedocle [1]. Troveranno sull'Etna, a tre metri dal cratere, una scarpa Varese numero 42...
Gesualdo Bufalino, Il malpensante, 1987

Non so gli altri, ma io al mattino quando mi chino per allacciarmi le scarpe penso: Cristo Onnipotente, e ora? La vita mi fotte, non ce la intendiamo. Devo prenderla a piccole dosi, non tutta assieme.
Charles Bukowski, Il capitano è fuori a pranzo, 1998

Ti accorgi di essere invecchiato quando, chinandoti per allacciarti una scarpa, ti chiedi cos’altro puoi fare già che sei giù.
George Burns [3]

Un paio di scarpe possono cambiarti la vita. Non ci credi? Chiedi a Cenerentola.
Rachele Casillo [2]

La donna media s'innamora sette volte l'anno. Sei volte sono per le scarpe.
Kenneth Cole [2]

Vecchio scarpone / quanto tempo è passato! / quante illusioni fai rivivere tu! / quante canzoni / sul tuo passo ho cantato / che non scordo più.
Giorgio Consolini e Gino Latilla, Vecchio scarpone 1953

Vecchio scarpone / come un tempo lontano / in mezzo al fango, con la pioggia o col sol / forse sapresti, se volesse il destino, / camminare ancor. Vecchio scarpone, fai rivivere tu / la mia gioventù.
Giorgio Consolini e Gino Latilla, Vecchio scarpone 1953

Queste donne che ti dicono: "Non vorrai mica uscire di casa con queste scarpe!" Ma se volevo uscire con un altro paio di scarpe, queste non me le mettevo!
Giobbe Covatta, Dio li fa e poi li accoppa, 1999

Quattro cose dicono alla gente com'è un uomo: la sua casa, la sua macchina, sua moglie e le sue scarpe. 
Gavin D'Amato (Danny De Vito), in La guerra dei Roses, 1989

Non aveva nemmeno i soldi per comprarsi le scarpette da ballo: si faceva la punta direttamente sui piedi con il temperino.
Gianfranco D’Angelo [3]

Non si è mai abbastanza attenti nella scelta delle scarpe. Molte donne pensano che non siano importanti, ma la vera prova che una donna è elegante, sta sopra i suoi piedi.
Christian Dior (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

A parità d'ingegno, chi ha buone scarpe, parlerà meglio perché più sicuro di chi ne calza cattive.
Carlo Dossi, Note azzurre, 1870/1907 (postumo 1912/64)

Ecco l'origine dell'uso di esporre le scarpe sulle finestre, la sera dell'Epifania, uso tradizionale nei bimbi. È certo che i signori Re magi, per venire da noi, hanno fatto un lunghissimo viaggio - e i viaggi sciupano le scarpe - quindi, è pur certo, che la migliore offerta che noi possiamo far loro, allorché passano da casa nostra, sia quella,… delle scarpe. Essi poi gentilmente contraccambiano l'offerta con qualche loro mercanzietta, dolci, giochi ecc. e di ciò i bimbi li ringraziano cordialmente.
Carlo Dossi, Note azzurre, 1870/1907 (postumo 1912/64)

Faceva miglia e miglia a piedi per comperarsi a minor prezzo le scarpe - e così ne consumava un paio per comperarsene un altro.
Carlo Dossi, Note azzurre, 1870/1907 (postumo 1912/64)

Una mattina ho messo le scarpe al contrario: sono uscito, dopo due chilometri che camminavo mi sono diviso. 
Fichi d'India [2]

Scarpe. Capo inquietante dell'abbigliamento, il più difficile da scegliere e portare, per l'uomo e per la donna, perché le scarpe hanno l'imbarazzante compito di rivestire la parte più animalesca, insieme ai genitali, del corpo (i piedi), con lo svantaggio, rispetto agli indumenti intimi, di essere sempre in vista. E una cosa è vestire una persona, altra un animale. Il rischio del grottesco è evidente. Si pensi ai cani con i cappottini, ai gatti con i fiocconi, alle bertucce con le braghe; lungi dall'umanizzarli il rivestimento ne sottolinea, per contrasto, la bestialità. Quest'effetto-parodia vale anche per le parti più animali dell'uomo, come, appunto, i piedi.
Massimo Fini, Dizionario erotico, 2000

Fondamentale per la deambulazione la scarpa, in misura maggiore di altri capi del vestiario (e al pari della borsetta, accessorio a sua volta spinosissimo), ha la necessità di combinare la funzionalità con l'eleganza o quantomeno il gusto di chi la indossa. Difficili per vari motivi, le scarpe sono quindi un'espressione molto indicativa della personalità. A volte per capire chi ci sta davanti è sufficiente guardargli i piedi (gli ascensori sono un luogo di osservazione ideale).
Massimo Fini, Dizionario erotico, 2000

Pericolose sono, nelle donne, le scarpe a barchetta, quadrate, che coprono il piede a metà, di tacco medio, con o senza fibbiette; dicono di un tipetto spiritoso quanto capriccioso, vezzoso quanto insidioso, capace di tirarti scemo. Le espadrillas, quando erano di moda, le portavano le radical chic, intellettuali, postsessantottine, lettrici di «Repubblica», insomma le stronze. Più tranquillizzanti, anche se certamente di meno appeal, quelle a forma leggermente allungata, che scoprono l'inizio delle dita, col tacco basso o addirittura piatto, perché denunciano una certa disarmonia, una donna con qualche insicurezza. Coi tacchi a spillo si va sul sicuro: è l'oca giuliva, una che vuol cacciarsi nei guai. Le scarpe da cui spuntano, davanti, le dita dei piedi, magari laccate, le portano le entraîneuses, le puttane o le sprovvedute, son troppo immediatamente lascive per essere eccitanti.
Massimo Fini, Dizionario erotico, 2000

Nei feticisti, pare che la venerazione del piede e della scarpa femminile consideri il piede unicamente un simbolo sostitutivo del membro della donna, [7] una volta venerato e da allora rimpianto.
Sigmund Freud, Un ricordo d’infanzia di Leonardo da Vinci, 1910

Hai mai provato la sensazione che tutto il mondo è in smoking e tu sei un paio di scarpe marroni?
George Gobel [3]

Non metto mai un paio di scarpe se non le ho usate almeno per cinque anni.
Samuel Goldwyn [2]

Mamma diceva sempre che dalle scarpe di una persona si capiscono tante cose, dove va, cosa fa, dove è stata. 
Tom Hanks, in Forrest Gump, 1994

Gente, siamo dei virus con le scarpe. Ecco cosa siamo.
Bill Hicks, Live at Igby's, 1993

Gli occhi possono mentire, un sorriso sviare, ma le scarpe dicono sempre la verità. 
Gregory House (Hugh Laurie), in Dr. House - Medical Division, 2004/12

Le scarpe possiedono virtù magiche, fanno sentire splendide o sexy, raffinate o sportive in un solo colpo.
Paola Jacobbi, Voglio quelle scarpe!, 2004

Le scarpe sono l'accessorio che portiamo più vicino al corpo e che non mette in discussione l'immagine che abbiamo di noi. Ogni donna si sente sempre o troppo grassa o troppo magra, o troppo alta o troppo bassa. E le scarpe non intaccano questa sensazione.
Paola Jacobbi, Voglio quelle scarpe!, 2004

Sotto il sole non c'è essere più infelice del feticista che brama una scarpa da donna e deve contentarsi di una femmina intera.
Karl Kraus, Detti e contraddetti, 1909

Chi per professione riflette sui fondamenti dell'essere non ne caverà tanto da scaldarcisi i piedi. Ma c'è chi a forza di cucire le scarpe si è avvicinato ai fondamenti dell'essere.
Karl Kraus, Pro domo et mundo, 1912

Quando c'è la guerra, a due cose bisogna pensare prima di tutto: in primo luogo alle scarpe, in secondo alla roba da mangiare; e non viceversa, come ritiene il volgo: perché chi ha le scarpe può andare in giro a trovar da mangiare, mentre non vale l'inverso.
Primo Levi, La tregua, 1963

Volete sapere il segreto per conquistare una donna? Niente fiori ne opere di bene. SCARPE. Occupatevi dei suoi piedi e lei si occuperà del vostro cuore.
Luciana Littizzetto, Sola come un gambo di sedano, 2001

Le scarpe non appassiscono. E tendenzialmente le donne le buttano a fatica. Sono monumenti del tempo, ricordi di strade, memorie di cammini passati. Vanno tenute. A costo di scialacquare interi stipendi in scarpiere. D'altronde siamo figlie di Afrodite, la dea dell'amore che viaggiava nuda come un verme, ma con i sandali ai piedi. E poi si sa: una scarpa può cambiare una vita. E Cenerentola lo insegna.
Luciana Littizzetto, Sola come un gambo di sedano, 2001

Fortuna che nessuno mi chiama per l'Oscar perché non saprei proprio che scarpe mettermi.
ibidem

Ma quali fasci di rose rosse, ma quali bouquet di mammole?! Date retta a me: mazzi di scarpe. Questo è il desiderio inconfessabile di ogni femmina. Vedersi recapitare a casa dall'Interscarpa un'enorme fascina di scarpe miste. Stivali a mezza coscia sul fondo per sostenere il mazzo e sul davanti sandali, décolleté dal tacco audace, zatteroni, anfibi, college, pantofole pelose a muso di topo e ciabattine argentate con tanto di piume di colibrì. Il tutto mescolato a infradito miste.
Luciana Littizzetto, Sola come un gambo di sedano, 2001

Le dorme non comprano le scarpe per necessità, visto l'esubero costante. Il loro è un piacere, un gusto perverso, un bisogno impellente a cui è difficile sottrarsi. Un'urgenza, insomma, tipo la pipì che anche se ti sforzi non te la puoi tenere.
Luciana Littizzetto, Sola come un gambo di sedano, 2001

Comunque vada, ai matrimoni i piedi si gonfiano. È una legge della natura. E solo al ristorante si compie il rito liberatorio. Non mi dite che non l'avete mai fatto. Di sfilarvi le scarpe sotto il tavolo, dico. C'è un unico rischio: che alla fine del pranzo si scambino per errore. Io, per esempio, sono entrata al ristorante con due décolleté mezzo tacco blu marine e sono uscita con un anfibio e un sandalo da frate.
Luciana Littizzetto, Sola come un gambo di sedano, 2001

Oggi come oggi se non avete almeno un paio di scarpe a punta non siete nessuno. Capito? Se avete il coraggio di infilare le vostre estremità in disgustosi mocassini sbombati non vi meritate il diritto di stare al mondo. Anzi. Se potete, scansatevi. Se volete stare nella performance, care le mie testoline rosicchiate dai topi, siete obbligate a temperarvi le scarpe. Anche se portate il quaranta di piede.
Luciana Littizzetto, Col cavolo, 2004

Vorrei elevare al cielo una preghiera. Una supplica accorata. Una prece. Mi rivolgo agli scarpari. A tutti i geppetti del cuoio, agli artisti della tomaia, ai profeti del décolleté. Io vi prego con tutto il cuore. Quando fate le scarpe da donna, potete fare per favore anche i 34 e 35 per noi minipony? Per noi diversamente abili di piede? Zampe di criceto?
Luciana Littizzetto, I dolori del giovane Walter, 2010

Volevo chiedere agli stilisti se potevano smettere di fare le scarpe a punta: siamo stanche di temperarci gli alluci!
Luciana Littizzetto [2]

Mocassino: scarpa che, indossata, conferisce ai piedi un gradevole odore di caffè.
Lopezzone [2]

Per le donne le scarpe sono quasi una parte del corpo, per gli uomini invece sono un accessorio staccato. Una donna nuda con delle scarpe addosso può essere molto sexy, un uomo nudo con le scarpe fa ridere
Christian Louboutin, cit. su Corriere della Sera, 2011

Tutte le calzature hanno un senso: le pinne per nuotare, i roller per pattinare in città, le scarpe da tennis per camminare. Le mie servono a sognare, a essere sexy.
Christian Louboutin, cit. su Corriere della Sera, 2011

Un piede nudo femminile può essere più o meno erotico. Sono le scarpe a esaltarlo.
Christian Louboutin, cit. su Corriere della Sera, 2011

Quando una donna acquista un paio di scarpe, non guarda mai la scarpa. Si alza e si guarda allo specchio, si guarda il seno, il sedere, di fronte, di lato, eccetera eccetera. Se si piace, allora prende in considerazione la scarpa.
Christian Louboutin, su Dailymail, 2011

La scarpa non è un oggetto, è un vero privilegio
Christian Louboutin, in God Save My shoes, 2011

Il modo migliore per dimenticare tutti i problemi della vita è indossare un paio di scarpe strette.
Joyce Meyer [2]

Date a una ragazza le scarpe giuste, e conquisterà il mondo.
Bette Midler, su Houston Chronicle, 1985 (attribuito erroneamente a Marilyn Monroe)

Bisogna esser sempre con le scarpe ai piedi e pronti a partire, per quanto sta in noi.
Michel de Montaigne, Saggi, 1580/95

Ha i piedi talmente maleodoranti che per provare le scarpe deve andare in paesi che non riconoscono la convenzione di Ginevra.
Egidio Morretti [3]

Ogni scarpa una camminata, ogni camminata una diversa concezione del mondo.
Nanni Moretti, in Bianca, 1983

Gli uomini raramente capiscono questa ossessione femminile [per le scarpe], ma hanno comunque una irragionevole reazione pavloviana andando in estasi davanti a una donna ben calzata.
Richard Newbuty, A qualcuno piace tacco, su La Stampa, 2009

Le scarpe delle donne possono disorientare, incantare, soggiogare, divertire l’osservatore.
Richard Newbuty, ibidem

Sex in the City è così popolare perché in realtà è «Shoes in the City». [8]
Richard Newbuty, A qualcuno piace tacco, su La Stampa, 2009

Gli occhi possono essere le finestre dell'anima, ma le scarpe sono la porta d'ingresso della psiche.
Linda O'Keeffe, Shoes. A Celebration of Pumps, Sandals, Slippers and More, 1996

Le qualità carismatiche delle scarpe hanno più a che fare con il possesso che con l'uso. È la ragione per cui le donne continuano ad acquistare scarpe, anche se ne indossano solo alcune delle molte che possiedono. È il motivo per cui una scarpa adorata è raramente scartata, anche se non è indossabile.
Linda O'Keeffe, ibidem

L'impulso a comprare non ha nulla a che fare con il bisogno: è l'emozione di scivolare in una nuova scarpa e in un nuovo personaggio che suscita il desiderio.
Linda O'Keeffe, ibidem

Ci può essere rassicurazione in una scarpa vecchia, ma non incanto. Il tedio sopraggiunge con la familiarità, e una volta che una scarpa è comoda e invecchiata, perde la sua qualità talismanica.
Linda O'Keeffe, Shoes. A Celebration of Pumps, Sandals, Slippers and More, 1996

Ho cercato di entrare nella mente delle donne, ma dovevo farmi spazio tra troppe paia di scarpe.
Flavio Oreglio [2]

È meglio stare con i piedi per terra: in vino veritas, in scarpe adidas.
Banda Osiris [3]

Le scarpe sono come la coda in un cane. Mostrano lo stato d’animo di chi le indossa.
Cesare Paciotti, su Stile, 2003

È soltanto per compiacere un'aspettativa maschile che le donne generalmente considerano le scarpe come pezzo principe del loro guardaroba? Niente affatto. Le scarpe occupano un posto importante nel desiderio e nella fantasia femminili, a prescindere: sono belle da provare, guardare, toccare.
Gian Luigi Paracchini, su Corriere della Sera, 2013

Ora che ho raggiunta la piena abiezione morale, a che cosa penso? Penso come sarebbe bello se quest'abiezione fosse anche materiale, avessi per esempio le scarpe rotte.
Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935/50 (postumo 1952)

Sutor, ne ultra crepidam! 
(Calzolaio, non oltre la scarpa!)
Plinio, Storia Naturale, I sec. [4]

Le scarpe sono i totem della libidine incorporea. Le scarpe sono caramelle per gli occhi, poesia per i piedi, ciliegina sull'anima. Rappresentano tutto ciò che avete sempre desiderato: fascino, successo, uno spirito sagace, un appuntamento con il Dio Sesso di vostra scelta, l'abito da sposa di Barbie. Le scarpe suggeriscono che il raggiungimento di queste cose è altrettanto facile come infilarle ai vostri piedi. Sembra che abbiano il potere magico di trasformarvi in qualcun altra, qualcuna senza problemi di pelle, senza capelli sottili, senza una risata equina. E ci riescono.
Mimi Pond, Le scarpe non mentono mai, 1985

Le donne sono famigerate S.S. Sempre Scarpe.
Guido Rojetti, L'amore è un terno (che ti lascia) secco, 2014

Nei miei sogni appari sempre tu / la mia testa non ragiona più / la tua luce abbaglia la mia mente / cosa potrei fare senza te? / Cammino, non vorrei, / ma son le scarpe che mi portano da te.
I Romans, Le scarpe mi portano da te, 1970

È troppo tenere il piede in due scarpe; è già troppo tenerlo in una sola.
Jean Rostand, Pensieri di un biologo, 1954

Con quali scarpe del futuro io me ne andrò da questo mondo / le scarpe per saltare il muro saranno scarpe senza fondo. / Senza più firme da mostrare, senza più orme da lasciare, / senza più lacci da far nodi, senza più scarpe: a piedi nudi.
Federico Salvatore, Le scarpe, 2002

La scarpa è lo specchio dell'anima. Diffidate della scarpa troppo lustra. Essa denota egoismo, crudeltà, volontà di ridurre a propria vittima la creatura più debole e soprattutto la donna.
Alberto Savinio, La nostra anima, 1944

Come noi non avvertiamo la buona salute di tutto il nostro corpo, bensì soltanto il punto dove la scarpa ci fa male; così non pensiamo ai nostri affari complessivi, che vanno perfettamente, bensì a qualche insignificante piccolezza che ci angustia.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Non tutte le donne sono ossessionate dalle scarpe. Ma ogni donna è ossessionata dalle scarpe del proprio marito (scarpe che non sono difficili da classificare, visto che il marito ne ha esattamente due paia − scarpe nere, vecchie di dieci anni con la suola tutta consumata, e scarpe da ginnastica, che sono così sporche da essere considerate un rischio biologico).
Peter Scott, There's a Spouse in My House, 2008

I vecchi amici sono i migliori. Re Giacomo voleva sempre le sue vecchie scarpe; erano più comode ai suoi piedi. 
John Selden, Table Talk, 1689

Bob Lanier [5] ha il 56 di piedi. Lui, le scarpe, non le pulisce. Le manda al lavaggio per auto.
Lynn Shackleford [3]

Non si può calzare la stessa scarpa su entrambi i piedi. 
Publilio Siro, Sentenze, I sec. a.e.c.

Ringrazio di cuore chi mi ha generosamente donato la vita, ma un paio di scarpe nuove sarebbe potuto bastare.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

C'era un attore che aveva cento paia di scarpe: tante gliene avevano tirate.
Totò (Antonio De Curtis), in L'imperatore di Capri, 1949

Le scarpe le voglio larghe di dentro e strette di fuori. Sapete, ho i piedi che mi hanno fatto una cattiva riuscita.
Totò (Antonio De Curtis), in Il turco napoletano, 1953

I parenti sono come le scarpe: più sono stretti e più ti fanno male.
Totò (Antonio De Curtis), in Che fine ha fatto Totò baby?, 1964

Proverbio per i potenti: se qualcuno ti lecca le scarpe, mettigli il piede addosso prima che cominci a morderti.
Paul Valéry, Cattivi pensieri, 1942    

− Oggi mi sento molto positiva e solare!
− S'era capito dalle scarpe.
Carlo Verdone, Ma che colpa abbiamo noi, 2003

È curioso come un paio di scarpe davvero belle ci faccia sentire bene nella testa − all'estremità opposta del nostro corpo.
Levende Waters [2]

Quando le scarpe calzano bene non si pensa più ai piedi. 
Zhuang Zhou, III sec. a.e.c.

Non giudicare il tuo vicino finché non avrai camminato per due lune nei suoi mocassini.
Detto dei Nativi Americani

If a dog chews shoes, whose shoes does he choose?
(Se un cane mastica scarpe, di chi sono le scarpe che sceglie?)
Scioglilingua inglese

Gli uomini sono come le scarpe col tacco...
(Carrie Bradshaw - Sarah Jessica Parker - Sex and the City)
2. Scarpe coi tacchi
© Aforismario

Ormai i grattacieli più pericolosi non sono quelli delle grandi città, bensì i tacchi delle scarpe, le protesi iperboliche imposte dalla moda. E lo strano ma vero è che siamo arrivati a 16-22 centimetri, non solo negli stravaganti esemplari realizzati dagli stilisti per fare show in passerella, ma soprattutto nei modelli che vanno in produzione.
Antonella Amapane, su La Stampa, 2009

Nessuna può camminare senza sembrare una deficiente con tacchi oltre i 12 cm.
ibidem

Non indossare più (i tacchi alti) significa ammettere davanti al mondo che si è invecchiate. Chi li porta più alti delle altre trasmette invece il messaggio opposto: sono un segno di eleganza e, giovinezza.
Antonella Amapane, su La Stampa, 2009

Il tacco slancia, impone un'andatura dritta, regale, ci fa sentire più belle e sicure. Agli uomini, tra l'altro, piace più delle scollature. Su questo non si discute.
Antonella Amapane, su La Stampa, 2009

Sapersi muovere con naturalezza avendo ai piedi un bel paio di trampoli fa tendenza, e non importa se poi c'è chi rimpiange le vecchie comode ballerine.
Antonella Amapane, su La Stampa, 2009

A me piacciono i tacchi alti. Lo so che è sessista. Significa che le ragazze non possono scappare da me.
David Bailey, cit. su La Stampa, 2009

Metto sempre il tacco 12 perché con le scarpe basse non riesco a concentrarmi
Victoria Adams Beckham, cit. su La Stampa, 2012

Non riesco a concentrarmi con le scarpe basse.
Victoria Adams Beckham [9]

Tacchi alti. Anzi, altissimi. Perché la vita è troppo breve per passarla rasoterra.
Veronica Benini, Tacco 12, 2013

La mia grande passione sono i tacchi. Secondo me dovrebbero farne una materia obbligatoria già alle medie. Avete visto come camminano certe attrici? No, ma vi pare possibile? Inguardabili! Un tacco lo indossi per sentirti più femminile, non puoi mica zompare come un T-rex.
Veronica Benini, Tacco 12, 2013

Ho sempre amato le scarpe con i tacchi, ma so bene quanto saperli portare con eleganza sia difficile. Il fastidioso e innaturale effetto “piccione” è in agguato: con tutto il peso sulla punta dei piedi, la testa sbilancia il corpo in avanti e così si assume un posa sgraziata e per nulla seducente.
Veronica Benini, su La Stampa, 2014

Ora, i tacchi a spillo sono stati inventati per spostare il baricentro della figura femminile, dandole così un portamento sessuato e cattivante. Allo stesso scopo in Cina scorciavano un tempo i piedi alle bambine, così da grandi avrebbero avuto il baricentro spostato, e l'andatura di cui si diceva sopra. Tutto questo vale purché l'incesso della donna sia lento e armonico. Se invece la donna vuole essere, oltre che sessuata, efficiente, e sui tacchi a spillo ci va di premura, di prescia, di fretta insomma, allora lo spostamento di baricentro provoca una scossa sgraziata che si scarica sulle gote e le fa sconciamente vibrare. 
Luciano Bianciardi, La vita agra, 1962

Metti i tacchi alti e ti trasformi.
Manolo Blahnik [2]

Gli uomini sono come le scarpe col tacco. Ci sono quelli belli che fanno male. Quelli che non ti piacciono fin dall'inizio. Quelli irraggiungibili che non potranno mai essere tuoi. Quelli che affascinano in partenza ma poi capisci che non sono niente di speciale... e infine quelli che non ti stancherai mai di avere con te!
Carrie Bradshaw (Sarah Jessica Parker), in Sex and the City, 1998-2004

Le feci tener su le calze e le scarpe coi tacchi alti. sono un freak. il corpo al naturale non lo reggo, ho bisogno di farmi ingannare. gli psichiatri hanno un termine specifico per questo, e io ho un termine specifico per gli psichiatri.
Charles Bukowski, Taccuino di un vecchio sporcaccione, 1969

I tacchi ti mettono sempre in uno stato d'animo migliore. Più sei depressa, più è alto il tacco che devi indossare.
Anna Dello Russo [2]

I tacchi si sa, sono croce e delizia di ogni donna che ama sfoggiare scarpe da urlo in grado sì di slanciare la figura donandole sensualità e grazia ma tutto ciò a che prezzo? Spesso si soffre in silenzio e, al fine di mettere d'accordo salute ed estetica, è cosa buona e giusta prendere la via della modestia, quella delle mezze misure che, con quei 5-6 cm, unisce l'utile al dilettevole, praticità a femminilità.
Livia Fabietti, Tacchi: la giusta via è nel mezzo, su La Stampa, 2015

Camminare per ore e ore sui trampoli non è saggio, si rischia di infiammare i muscoli del polpaccio o provocare dolore alla schiena, meglio dunque pensare alle vertiginose altezze solo per occasioni speciali.
Livia Fabietti, Tacchi: la giusta via è nel mezzo, su La Stampa, 2015

Tacchi alti e corsetti forniscono un'intensa stimolazione cinestetica per le donne, fanno appello al senso del tatto, ma si estendono più in profondità nella pelle. Questi accessori frivoli non sono stimoli visivi solo per gli uomini; sono anche stimoli tattili per le donne.
Beatrice Faust, Women, Sex and Pornography, 1980

Camminare sui tacchi alti fa ondeggiare le natiche due volte più di quando si cammina su scarpe basse, trasmettendo alla vulva nuove sensazioni.
Beatrice Faust, Women, Sex and Pornography, 1980

Nessuno può amare le scarpe quanto una donna tonda. Intanto ogni centimetro di tacco ti toglie un chilo: basta portare tacchi altissimi dalla mattina alla sera per sembrare più snelle.
Daniela Fedi e Lucia Serlenga, Curvy, 2011

Amore e disperazione di ogni donna, le scarpe con i tacchi sono tanto belle da indossare quanto difficili da portare.
Nadia Ferrigo, Ore 9, lezione di camminata sui tacchi, su La Stampa, 2015

Nelle donne più la scarpa è aggressiva (tacco alto, stivali, stivaletti, borchie), più è intimamente masochista [...] perché possiede un'arroganza che chiede solo di essere abbattuta.
Massimo Fini, Dizionario erotico, 2000

Se [le gambe] fossero fatte per quel che si dice, le donne non porterebbero scarpe con i tacchi, che valorizzano le linee del polpaccio e della coscia, alzano il culo, aiutano la statura, ma le costringono a procedere sulle uova, ondeggianti come barche all'ormeggio, intensificando così anche quel movimento ondulatorio delle anche e delle chiappe che costituisce una provocazione permanente e impunita.
Massimo Fini, Dizionario erotico, 2000

Se i tacchi fossero tanto splendidi, gli uomini li porterebbero.
Sue Grafton [6]

L'età adulta è assolutamente sopravvalutata. Non farti incantare dai tacchi alti, dalla libertà di fare sesso e dal fatto che i tuoi non ti stanno più addosso; essere adulti vuol dire avere delle responsabilità. Le responsabilità, sono una gran rottura.
Meredith Grey (Ellen Pompeo), in Grey's Anatomy, 2005/13

Nonostante tutto, l'età adulta ha dei vantaggi, puoi mettere i tacchi alti, la libertà di fare sesso, e il fatto che i tuoi non ti stiano più addosso... non è affatto male.
Meredith Grey (Ellen Pompeo), in Grey's Anatomy, 2005/13

Nell’immaginario femminile la scarpa rappresenta l’amica di una vita. Basti pensare al primo paio, che non si scorda mai, come il primo amore: ricordiamo tutte la prima volta che abbiamo indossato un paio di tacchi, innalzandoci a un’altezza artificiale che tutt’a un tratto ci faceva sembrare il mondo diverso, più luminoso, più bello, più raggiungibile. 
Sonia Tiffany Grispo, Come vivere alla moda, 2012

Abbiamo scoperto che per affrontare una situazione importante, come un discorso in pubblico o un meeting di lavoro, il caro tacco dieci è l’amico che ci sostiene; abbiamo appreso che per reagire a una brutta giornata un sandalo svettante verso il cielo è la spalla perfetta su cui piangere e che, se vogliamo sfoderare la nostra sensualità, lo stiletto è l’alleato perfetto, il Cyrano de Bergerac che ci suggerirà le mosse giuste per conquistare.
Sonia Tiffany Grispo, Come vivere alla moda, 2012

Come si fa a resistere a un tacco a spillo? Metti che lui dopo cena, in preda alle fregole, voglia bere lo champagne dalla tua scarpa. Puoi mica dargli un anfibio... devi avere per forza il décolleté da grande soirée, che calza comodo come un guanto. Da pugile.
Luciana Littizzetto, Sola come un gambo di sedano, 2001

Dicono che l'incremento della sporgenza dei glutei in una donna che indossa tacchi alti è di circa il venticinque per cento. Secondo me si può fare di più. Con un bei paio di tacchi a gradino ti viene un fondoschiena da permesso edilizio.
Luciana Littizzetto, Sola come un gambo di sedano, 2001

Meglio di lui c'è un'alluvione di cose. Eccovi un elenco completo: le foglie di salvia fritte con la pastella e il ripieno di alici sono meglio di lui, tutti i dischi degli Oasis e tutti i libri di Pennac e poi l'Aulin quando c'hai mal di testa, le ciabatte di pail dopo una giornata di tacchi alti, la liquirizia purissima e l'essenza di violetta.
Luciana Littizzetto, Col cavolo, 2004

Io non so chi ha inventato i tacchi alti, ma tutte le donne gli devono molto.
Marilyn Monroe [2]

I tacchi alti fanno diventare una donna il 25% più dominante, il 50% più sicura di se stessa e il 100% più sexy.
Marilyn Monroe (attribuzione incerta - fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

I tacchi alti sono stati inventati da una donna che era stata baciata sulla fronte.
Christopher Morley [2]

La scarpa giustamente chiamata Tacco Stiletto riesce a essere sia fallica sia femminile, provocante e attraente, stimolante e importabile. È nota anche come Limo Shoe − la scarpa da Limousine − perché chi la porta non è in grado di camminare, ma confusamente e alternativamente ora torreggia ora barcolla.
Richard Newbuty, A qualcuno piace tacco, su La Stampa, 2009

Le scarpe comode esigono rispetto, ma i tacchi alti suscitano adorazione.
Linda O'Keeffe, Shoes. A Celebration of Pumps, Sandals, Slippers & More, 1996

Il tacco a spillo è un trait d’union tra la gamba e il mondo. È un preludio alla sensualità di una donna.
Cesare Paciotti, su Stile, 2003

Il tacco, e soprattutto quello a spillo è più importante di un vestito aderente.”
Cesare Paciotti, su Stile, 2003

I tacchi a spillo slanciano le gambe e sollevano il lato B, accomunando la silhouette femminile alla postura della gatta in calore, quando allunga le zampe e solleva la coda».
Cesare Paciotti, cit. su La Stampa, 2015

Come si sceglie il trampolo giusto? Non basta provarlo da sedute. Con entrambe le scarpe nel negozio si devono fare almeno trenta passi. Poi bisogna privilegiare la vera pelle, o anche i tessuti ma sempre con fodera in pelle e fondo in cuoio. E comprare solo il made in Italy. Le scarpe realizzate in Cina o in Romania sono spesso dure e mal fatte
Annarita Pilotti, su La Stampa, 2009

La scarpa alta stabile è frutto di una ricerca ingegneristica, fatta di calcoli millimetrici, di prove lunghissime. Tutte cose che solo le vecchie aziende artigianali possono permettersi.
Annarita Pilotti, su La Stampa, 2009

Come puoi vivere al top se non metti i tacchi alti?
Sonia Rykiel [2]

Sulla scena facevo tutto quello che faceva Fred Astaire, e per di più lo facevo all'indietro e sui tacchi alti. 
Ginger Rogers (attribuita)

La maggior parte delle donne preferisce un viaggio all'inferno con i tacchi alti piuttosto che camminare con le scarpe basse in paradiso.
William A. Rossi, cit. su The Guardian, 2012

La sofferenza fisica è accettata dalle donne, se ciò è parte necessaria del piacere del corteggiamento e dell'accoppiamento. Le donne difendono con forza i loro tacchi alti perché qualche fastidio ai piedi è di per sé una forma di attrazione per gli uomini, molti dei quali sentono che si tratta di un sacrificio fatto per loro.
Bernard Rudofsky, cit. su The Guardian, 2012

I tacchi a spillo logorano chi non ce l'ha.
Daniela Santanché. su la Repubblica, 2010

Un bel paio di tacchi a spillo [...] per portarli ci vuole equilibrio e anche coraggio.
Daniela Santanché. su la Repubblica, 2010

I tacchi alti hanno un alto quoziente di trasformazione. Provate un costume da bagno in una boutique, e lo specchio implacabile del camerino rifletterà il vostro vecchio corpo, mettendo in evidenza tutti i vostri difetti. Ma provate una scarpa, e il vostro piede s'infilerà in una nuova identità
Valerie Steele, su The New York Time, 2012

[Secondo Freud] l’uomo che guarda il piede ha nostalgia del fallo, che manca nella donna; volendo ricrearlo… si inventa la scarpa col tacco.
Valerie Steele, cit. su La Stampa, 2015

I tacchi «non devono conquistare l’uomo, devono vincerlo.
Valerie Steele, cit. su La Stampa, 2015

Il tacco è inversamente proporzionale all'altezza del cervello.
Oliviero Toscani, (in conferenza), Carpi, 2014

I tacchi, fosse per me, li metterei pure alle pinne.
Donatella Versace, 2006 (attribuito)

I tacchi alti mettono il sedere su un piedistallo – che è il suo posto
Veronica Webb [2]

Quel che non va per le suole va per i tacchi.
Proverbio

3. Stivali
© Aforismario

Un soldato con le scarpe è soltanto un soldato. Con gli stivali, diventa un guerriero.
George Patton [2]

4. Sandali
© Aforismario

La cose meravigliosa dei sandali piatti è che devi stare scalzo. Sono liberazione allo stato puro
Pierre Laboutin [2]

5. Pantofole
© Aforismario

La morte è come il sonno, ma con questa differenza: se sei morto e qualcuno grida “Tutti in piedi, è giorno fatto!” ti riesce difficile trovare le pantofole.
Woody Allen, Effetti collaterali, 1980

Charlie Chaplin intento a mangiare una scarpa in una famosa scena del film
La febbre dell'oro, 1925
Proverbi sulle Scarpe
  • A chi va scalzo non stringono le scarpe.
  • Ai ragazzi pane e scarpe.
  • Al calzolaio le peggiori scarpe.
  • Chi dà calci a ogni pietra la sera è senza scarpe.
  • Chi è capace fa le scarpe alle mosche.
  • Chi evita il fango con le scarpe se lo ritrova sulla veste.
  • Chi semina spine, non vada senza scarpe.
  • Contadini e montanini, scarpe grosse e cervelli fini.
  • Contadino, scarpe grosse e cervello fino.
  • Da una brutta scarpa non viene una bella ciabatta.
  • Di sbornia si patisce un giorno, di scarpe strette un anno, di moglie tutta la vita.
  • Dove stringe la scarpa lo sa solo chi l’ha in piede.
  • Due piedi non stanno bene in una scarpa.
  • È meglio consumare le scarpe che le lenzuola.
  • Fra il dire e il fare si consumano molte scarpe.
  • Giudichi della scarpa il calzolaio e lasci al sarto il giudicar del saio.
  • I parenti sono come le scarpe: più sono stretti, più fanno male.
  • Il cavallo del fabbro non ha ferri e la moglie del calzolaio non ha scarpe.
  • Il ciabattino manda la moglie con le scarpe rotte.
  • Il figlio del calzolaio va con le scarpe sfondate.
  • Il miglior unguento pei calli: suole grosse e scarpe larghe.
  • Il parente è come lo stivale: più è stretto e più fa male.
  • Le spie muoiono tutte con le scarpe.
  • Mal si balla con gli zoccoli.
  • Meglio avere due piedi che cento scarpe.
  • Meglio scalzo che con scarpe a prestito.
  • Non buttar via le scarpe vecchie finché non hai le nuove.
  • Non fu mai sì bella scarpa che non diventasse una ciabatta.
  • Non giudicare il tuo vicino finché non avrai camminato per due lune nelle sue scarpe.
  • Non si può mettere due piedi in una scarpa.
  • Ogni bella scarpa diventa ciabatta, ogni bella donna diventa nonna.
  • Ogni piede vuole la sua scarpa.
  • Ognuno sa dove gli duole la sua scarpa.
  • Per far strada in politica tutte le scarpe vanno bene.
  • Quando le scarpe del padre vanno bene al figlio, comanda chi può.
  • Quando si è in ballo bisogna ballare anche colle scarpe strette.
  • Scarpa larga e tasche piene: piglia il mondo come viene.
  • Scarpe e cappello, fan l'uomo bello.
  • Scarpe, guanti e berretti meglio più larghi che più stretti.
  • Se si potessero portare insieme due paia di scarpe, le donne lo farebbero volentieri.
  • Si sente più un sassolino nella propria scarpa che un chiodo in quella d’un altro.
  • Suola e vino fanno cammino.
  • Tre son i nemici dell’uomo: vino che sa d’aceto, pane muffito e scarpe strette.
  • Tutto ci si può mettere fuor che le scarpe strette.
  • Una bella scarpa sarà sempre una bella ciabatta.
Chi ha le scarpe non teme le spine.
Proverbio africano

Chi indossa le scarpe ignora la sofferenza di chi cammina a piedi nudi.
Proverbio cinese

Ero dispiaciuto perché non avevo scarpe, fino a quando incontrai un uomo che non aveva i piedi.
Proverbio yiddish

Libro consigliato da Aforismario
Voglio quelle scarpe!
La più grande ossessione femminile
Autrice Paola Jacobbi
Editore Sperling & Kupfer, 2009

Questo libro, a metà tra il saggio di costume e il racconto antropologico, prova a spiegare l'inarrestabile ascesa di un feticcio che attraversa la cultura popolare nei secoli, da Cenerentola a Sex & The City. Intorno alle scarpe, le donne hanno costruito - e continuano a costruire - mode e miti, appassionandosi via via a sandali e stivali, a tacchi assassini e ballerine. In base alle calzature che portano ai piedi, le donne si dividono in tribù e categorie dello spirito. In queste pagine, imparerete a identificare quali donne stanno sopra a quali scarpe, com'è fatto l'inconscio di chi porta il tacco a rocchetto e come mai Amleto se la prendeva con le zeppe di Ofelia.

Note
  1. Secondo il mito greco, Empedocle si gettò nel cratere dell'Etna per scoprire il segreto della sua attività eruttiva, e successivamente il vulcano avrebbe eruttato uno dei suoi famosi sandali di bronzo (cfr. cit. di Gesualdo Bufalino).
  2. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  3. Battuta tratta da Gino e Michele, Anche le formiche nel loro piccolo s'incazzano. Opera omnia, Baldini e Castoldi, 1995
  4. Risposta del celebre pittore greco Apelle a un calzolaio, il quale aveva criticato i calzari d’una figura dipinta; Apelle riconobbe che aveva ragione e corresse l’errore, ma poi il calzolaio volle fare osservazioni anche su altre cose, e Apelle lo ammonì a non andare oltre le proprie competenze (cfr. cit. di Plinio).
  5. Bob Lanier: ex giocatore di basket statunitense.
  6. Battuta tratta da: Sol Brodski, Siamo seri, ridiamoci sopra, Pan, 2006
  7. Membro della donna: Freud si riferisce alla credenza infantile che anche le donne abbiano il pene.
  8. Sex in the City: in realtà il titolo della famosa serie televisiva è Sex and the City.
  9. Citazione tratta da Marieclaire e tradotta dal francese da Aforismario.
  10. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Borse da donna

Nessun commento: