2015-08-31

Romano Battaglia - Tutte le frasi più belle

A tutti gli affezionati lettori dei libri di Romano Battaglia, ma anche a tutti i sognatori e a coloro che, nonostante tutto, mantengono "un cuore pulito" e si affacciano sempre con ottimismo alla vita, Aforismario dedica una grande raccolta di sue frasi suddivise in ordine cronologico dal 1989 al 2012, anno della sua scomparsa.
Romano Battaglia - Marina di Pietrasanta 1933-2012 - Giornalista e scrittore italiano
Notte infinita, 1989
© RCS Libri - Selezione Aforismario

La notte non è mai così nera come prima dell'alba ma poi l'alba sorge sempre a cancellare il buio della notte. 

Bisogna, ogni tanto, volgere gli occhi al cielo con tutte le sue stelle per rendersi conto che la vita è una cosa sublime e che va vissuta nella maniera migliore in ogni attimo perché è una occasione unica, irripetibile.

Sappiamo che c'è la luce perché c'è il buio che c'è la gioia perché c'è il dolore che c'è la pace perché c'è la guerra e dobbiamo sapere che la vita vive di questi contrasti.

Nella vita ci sono giorni pieni di vento e pieni di rabbia, ci sono giorni pieni di pioggia e pieni di dolore, ci sono giorni pieni di lacrime; ma poi ci sono giorni pieni d'amore che ci danno il coraggio di andare avanti per tutti gli altri giorni.

Sulla riva del mare è scritta la storia della vita che si rinnova di continuo, come le onde che cancellano le impronte sulla sabbia oppure vi lasciano nuovi oggetti venuti da chissà dove.

Storia di Settembre, 1991
© RCS Libri - Selezione Aforismario

Tutti coloro che, arrivati ai cinquanta anni, credono che l'avvenire non abbia più bagliori né emozioni e si avviano stanchi e delusi verso l'inverno della vita. Essere convinti di ciò è un errore perché questa età è come il mese di settembre che prelude all'autunno ma ha ancora luci e colori più intensi degli altri mesi. L'aria è pulita, il mare trasparente e dappertutto fioriscono un'altra volta i fiori della primavera. Può essere il periodo più bello della vita. Basta saperlo guardare e viverlo con semplicità e naturalezza.

Dovremmo prendere esempio dagli animali per essere più autentici e più umani. E invece, anziché seguire gli eventi secondo natura, abbiamo verso la vita un atteggiamento di grande presunzione, come se non dovessimo mai morire, oppure ci lasciamo abbattere dalle piccole cose quotidiane e così moriamo un po' ogni giorno.

L'amore vero è luce, è chiarezza, è felicità fatta di piccole cose. È sentirsi vivi, felici, liberi, senza paure né timori.

Il mare è insieme padre e figlio, desiderio di ritornare in lui. Il mare è l'origine della vita, la gioia, la completezza. Il mare ha lunghe braccia protettive che ti possono ricevere sempre. Il mare è un fratello che dà molto senza ricevere niente.

L'incanto della natura, il mistero affascinante che l'avvolge sono forse l'unica chiave di cui disponiamo per cercare di aprire la porta che ci separa dalla verità.

Se a qualsiasi età si può inventare una felicità sognata, anche l'amore non ha confini di tempo e si può farlo vivere nello spazio infinito dell'incredibile.

Sono come una foglia, una piccola e fragile foglia che, sbattute dall'aria, continua a volteggiare senza mai fermarsi.

C'è sempre una parte di mistero nelle persone, che non riusciremo mai a decifrare e così, a volte, ci assale il dubbio di non aver capito, di non aver saputo cogliere i frutti di una pianta che credevamo inaridita. Ci sono sentimenti così nascosti e profondi che nessuno mai potrà capire sino in fondo.

Il tempo è come un fiocco di neve,
scompare mentre cerchiamo di decidere che cosa farne. (Romano Battaglia)
Il fiume della vita, 1992
© RCS Libri - Selezione Aforismario

Trascorriamo la vita sperando in un domani diverso che non verrà mai. Raduniamo denaro e case con il pensiero che un giorno tutte queste ricchezze ci serviranno per vivere meglio: lasciamo passare il tempo con la convinzione che tutto ciò diventi verità. Ma la verità è nel nostro presente e noi non ci accorgiamo di attimi che da soli valgono un'intera esistenza per il loro significato.

Ci sono uomini che vivono di certezze e non hanno mai dubbi: quelli non vivono, esistono.

È uno strano destino quello della malinconia. Prende anche se hai tutto. Il viso non mostra segni di sofferenza: è meglio una febbre che costringe a rimanere a letto malati. Se sei triste e stai soffrendo, dentro, nessuno capisce, nessuno ti crede; tutti pensano che sia un posa, uno strano modo di mettersi in mostra.

Finché la mano e la mente ti guideranno non smettere mai di amare la vita. 

Anche se aiuterai una sola anima non avrai vissuto invano. 

Non guardare gli uomini piccoli che ti girano intorno, ma guarda l'uomo grande che è in te.

Vivi apprezzandoti e fai silenzio, vedrai che ritroverai la calma e la serenità. In mezzo al rumore non si avvertono né i respiri né i sospiri delle persone che ti vogliono bene. 

Fai in modo di non sentire la cattiveria degli uomini, ma di apprezzare la loro bontà.

I destini dell'uomo sono come fiumi, alcuni scorrono veloci, senza incertezza, lungo facili percorsi. Altri passano attraverso mille difficoltà ma arrivano ugualmente al mare. La meta finale è per tutti la stessa.

I vecchi saggi raccontano che il corpo umano si tiene in equilibrio con la felicità e ogni volta che questa viene a mancare insorgono i disturbi, le malattie: la felicità è l'equilibrio dell'universo.

Il sogno è un fenomeno misterioso, è l'unica via che ha l'uomo di incontrare le persone scomparse, parlare con loro, provare forti emozioni, fino a piangere con loro.

Il tempo è come un fiocco di neve, scompare mentre cerchiamo di decidere che cosa farne.

La musica mantiene in equilibrio la natura ed è indispensabile alla vita di ogni creatura: grazie al suo aiuto la tristezza non appassisce l'anima.

La vita è come l'acqua: non può tornare sui suoi passi. Bisogna capire il suo significato nel presente.

La vita non è breve, la rendiamo noi breve, con la nostra incapacità di vedere lontano.

La vita porta a ricordare le cose che vorremmo dimenticare e così il nostro presente è amareggiato dal passato.

Oggi siamo tutti presi dalla preoccupazione di vivere e in questa corsa con il tempo spesso dimentichiamo il piacere di esistere.

Non lamentarti se non sei ricco o potente: anche un uomo umile e solitario può diventare grande come una montagna.

Per essere sereni, bisogna conoscere i confini delle nostre possibilità, e amarci come siamo.

Spesso, vivendo, commettiamo un altro errore: camminiamo troppo in fretta, senza gustare né vedere le piccole grandi cose dell'esistenza. Non bisogna essere ansiosi di arrivare: non sappiamo, e mai sapremo, che cosa ci riserva il destino.

Se manca qualcosa alla tua vita è perché non hai guardato abbastanza in alto. (Romano Battaglia)
Cielochiaro, 1993
© RCS Libri - Selezione Aforismario

Se ognuno lo cerca, ognuno può trovare il suo Cielochiaro e allora quel bambino che è in noi si risveglia e ci parla con il linguaggio eterno della vita.

Ognuno di noi ha un paese nell'anima, o si illude di averlo. In realtà è il luogo dove siamo stati di più nella vita. È la casa dove sono vissuti i nostri genitori, dove abbiamo trascorso l'infanzia, dove abbiamo giocato, dove abbiamo commesso i primi peccati.

Nella vita ci sostengono soprattutto i pensieri luminosi che diventano valori. Se io penso di amare una persona, il pensiero diventa amore e l'amore è vero, grande, infinito. Quando non lo penso più, perché l'altra persona mi ha deluso o lasciato, allora tutto finisce. E finisce anche l'amore.

Ci aiuta a vivere anche il credere in noi stessi perché ci rende liberi: liberi di amare, di decidere di noi, di guardare il mondo dalla cima della montagna che abbiamo scalato con gli anni.

L'uomo è veramente vecchio quando non c'è più nessuno che desideri che viva.

I grandi pensieri sono la vera ricchezza dell'esistenza.

Bisogna dimenticare tutto quello che ci impedisce di amare gli altri, che ci toglie le illusioni, tutto ciò che ci impedisce di volare; anche la giovinezza, perché spesso è ricordo di paure e di incertezze. Bisogna invece far nascere dentro di noi un'altra giovinezza senza doverla confrontare con la prima.

L'amore è l'ala che solleva l'anima verso l'infinito. L'amore è il principio di tutte le cose. Quando si ama non si ha più paura di niente perché siamo vicini a Dio.

La felicità va cercata come si cerca ogni altra cosa della vita e non è mai troppo tardi per trovarla. Essa arriva se la cerchiamo con tutte le forze e spesso è più vicina di quanto pensiamo.

Non essere triste: sorridi. Non contare gli anni che passano: sorridi. Non avere rimpianti: sorridi.

Se manca qualcosa alla tua vita è perché non hai guardato abbastanza in alto.

Chi ama profondamente non invecchia mai neanche quando ha cent'anni. Potrà morire di vecchiaia ma morirà giovane.

Dietro ogni essere umano c'è un paradiso piccolo o grande dove ci si può rifugiare a sognare per vivere.

Quando al mattino il sole si leva dietro le montagne fa nascere nei nostri cuori un grande senso di libertà che ci accompagna per tutto il giorno. Quando fra le gole profonde delle montagne sibila il vento ci ispira un sentimento di liberazione che ci fa sognare lidi lontani. Quando l'acqua dei ruscelli scorre veloce dopo le grandi piogge ci indica il sentiero della vita e le nuvole bianche nel cielo sono le nostre speranze che si muovono verso il futuro. Quando l'uomo saprà capire tutte queste cose allora avrà raggiunto la felicità.

Noi viviamo sulla montagna incantata della verità.

Una rosa dal mare, 1994
© RCS Libri - Selezione Aforismario

Come siamo diversi quando si vuole bene. Si guarda il mondo con altri occhi, sembra che tutto sia con noi e ci protegga. Quando si ama diventiamo più buoni.

Ecco cos'era l'amore: il dimenticare le cose terrene per annullarsi nell'altro, il vivere insieme con intensità le piccole cose, il diventare un'unica essenza, la forza interiore che rende piccoli gli affanni quotidiani, perché sei proiettato nell'altrove nel sentimento d'amore.

Il mare spesso parla con parole lontane, dice cose che nessuno sa. Soltanto quelli che conoscono l'amore possono apprendere la lezione dalle onde, che hanno il movimento del cuore.

L'amore, quando è vero amore, non permette a nessuna morale di interrompere il suo corso. È come impedire al sole di nascere al mattino, o al vento di spirare, oppure alla pioggia di cadere. 

I sentimenti nascono, vivono, durano nel tempo, a volte per sempre. Oppure muoiono, per altri sentimenti diversi e più grandi.

L'anima dell'uomo è come un caleidoscopio, lo possiamo girare, vedere i colori che cambiano, ma non possiamo conoscere uno ad uno i mille pezzetti di cui è formato.

Solo una cosa abbiamo di grande: la forza di amare.

Tra un attimo e l'altro della vita c'è una speranza che attende un'altra speranza. In quel breve spazio abita speso l'amore.

Alle porte della vita, 1996
© RCS Libri - Selezione Aforismario

L'esasperazione, la stanchezza, il male di vivere, spesso, portano a vedere negli altri, in coloro che ci stanno vicini, la causa di tutte le nostre difficoltà, dei nostri mali. È la via più facile, anche se non indolore, per sfuggire alla verità, alle umane, umanissime paure. Diventiamo ciechi nei confronti delle responsabilità e non ci accorgiamo che la vita è come ce la siamo costruita noi.

È vero, passiamo nel grande mare della vita, ci sfioriamo appena senza avere il tempo di dirci qualcosa. E quando il nostro cuore vorrebbe aprirsi ad un dialogo, è ormai troppo tardi, già è scesa la sera e non abbiamo più il tempo di ascoltarci.

La vita finisce anche prima che giunga la sera quando non si riesce più a decifrare il linguaggio dell'amore, questo sublime sentimento che ci aiuta a superare difficoltà e affanni.

Tutto ci sembrerà più bello quando smetteremo di pretendere di più dalla vita per qualcosa di meglio che già possediamo in frammenti, ma che non siamo capaci di ricomporre armonicamente.

Bisogna seminare un carattere per raccogliere un destino.

Solo donare amore a chi da anni aspetta un segno, un riconoscimento per ciò che ha fatto, ti farà capire tutta l'importanza dell'esistenza che non va sprecata o buttata via. 

Finché l'uomo non si accetta e non inizia un dialogo con se stesso, non troverà mai la serenità a cui anela, la pace interiore, la capacità di affrontare le tempeste della vita.

L’importanza del viaggio non sta tanto nel sapere dove siamo, ma verso quale direzione stiamo andando, senza perdere nulla di ciò che troviamo lungo il percorso.

Ho incontrato la vita in un filo d'erba, 1996
© RCS Libri - Selezione Aforismario

La nostra esistenza è un segreto che sta nel breve attimo in cui l'occhio si apre al mondo e si chiude sull'eternità. 

Si invecchia soltanto quando non siamo più capaci di avere un ideale.

La vita è fatta di grandi sogni e di piccole speranze. 

Nel lungo viaggio della vita, le strade che percorriamo sono spesso ripide. Solo con la saggezza si può trovare un tratto pianeggiante nell'azzurro del mare.

La vita è lunga se abbiamo la capacità di vedere lontano.

Sai quando le persone diventano forti? Quando imparano ad accettare il dolore. 

Di notte ogni cosa assume forme più lievi, più sfumate, quasi magiche. Tutto si addolcisce e si attenua, anche le rughe del viso e quelle dell'anima. 

Non esiste un uomo tanto povero da non poter donare qualcosa agli altri. 

Attendi con fiducia che l'alta marea si plachi, perché nella calma di mare potrai sempre ritrovare te stesso. 

Gli anziani sono bambini che crescono all'indietro. 

Coloro che vivono di certezze e non hanno mai dubbi, non vivono, esistono.

Se ti chiedono qual è la cosa più importante nella vita, tu rispondi prima, dopo, sempre: l'amore.

Spendi l'amore a piene mani. È l'unico tesoro che aumenta più ne sottrai... 

Quando si ama, tutti i piccoli sospetti diventano paure. E quando le paure diventano più grandi, è segno che l'amore sta crescendo. 

Chi ama profondamente non invecchia mai. Neanche a cent'anni, perché l'amore è l'ala che ci aiuta a volare verso l'infinito.

Amare o avere amato. Non ci sono altre vie da scoprire nel cammino misterioso della vita.

Sulla riva dei nostri pensieri, 2000
© RCS Libri - Selezione Aforismario

Spesso cerchiamo disperatamente la felicità rincorrendo chimere, senza accorgerci che sono le semplici cose a rallegrarci il cuore: la natura con le sue stagioni, gli amici, l'amore, le risate, una passeggiata sulla riva del mare.

Avere un posto nel cuore di qualcuno significa non essere mai soli.

Esiste soltanto il dovere estremo di vincere a tutti i costi la battaglia più sacra del nostro tempo: quella della pace.

I pensieri sono spiriti in movimento come le onde del mare che fanno sentire la loro voce infrangendosi sulla riva.

I tronchi degli alberi sono separati, ma le radici si tengono strette le une alle altre e i rami in alto si intrecciano. Sono uniti a livello profondo ed a quello più elevato. Gli uomini dovrebbero essere come un'immensa foresta.

Il pensiero ingrandisce il nostro piccolo essere che è come un granello di sabbia di fronte all'eternità.

Il segreto che permette all'uomo di non invecchiare è quello di rimanere semplice e avere la capacità di scoprire un mondo anche in un granello di sabbia.

L'entusiasmo è il più grande patrimonio che l'uomo possieda, è l'energia vitale che stimola le idee, è il sentiero che conduce al successo. Rappresenta la colonna portante attorno alla quale possiamo muoverci con libertà e creatività.

L'umorismo serve a ricordarci che, per quanto sia alto il nostro trono, vi stiamo seduti poggiando sempre il didietro.

Le piccole gioie della vita non costano niente.

Non si è mai troppo poveri per donare una carezza.

Per quanto essenziali possano essere i doni dell'esistenza, non riusciranno mai ad eguagliare il sorriso di un bambino, la gratitudine di chi non ti ha dimenticato, l'amicizia delle persone buone e la vicinanza di qualcuno che ti ami veramente.

Rimanere se stessi in un mondo che giorno e notte si adopera per trasformare ciascuno di noi in un essere qualsiasi. Vuol dire combattere la battaglia più dura della vita.

Trascorriamo la vita sognando un domani diverso. Accumuliamo denaro con la speranza che un giorno ci servirà per vivere meglio e lasciamo passare il tempo con la convinzione che tutto ciò diventi realtà. 

Un cuore pulito, 2001
© RCS Libri - Selezione Aforismario

C’è un luogo dove la pace della natura filtra in noi come la luce del sole tra gli alberi. Dove i venti ci comunicano la loro forza e gli affanni si staccano da noi come foglie. Non è difficile arrivarci: basta guardarsi dentro ed avere un cuore pulito.

C'è il silenzio del cielo prima del temporale, delle foreste prima che si levi il vento, del mare calmo della sera, di quelli che si amano, della nostra anima, poi c'è il silenzio che chiede soltanto di essere ascoltato.

Dovremmo vivere sempre con la speranza di riuscire a trasformare in felicità anche le nostre incertezze.

Essere felici vuol dire vedere il mondo come vorremmo che fosse, ma anche questo è difficile se non abbiamo un cuore pulito che ci permette di vivere senza invidie, senza finzioni, senza assurde ambizioni.

Quando la felicità ci viene incontro non è mai vestita come pensavamo. Spesso ci passa accanto silenziosa e non sappiamo riconoscerla. 

Anche se ciò che puoi fare è soltanto una piccola goccia nel mare, può darsi che sia proprio quella a dare significato alla tua esistenza.

Ciascuno di noi può cambiare la propria vita anche nell’ultimo istante. Il momento estremo è come una pagina bianca da riscrivere, da correggere, da cambiare.

Il vero segreto della felicità sta nel chiedere molto a noi stessi e poco agli altri, nel conoscere i propri limiti ed amarli.

Quando ci si sveglia al mattino le nostre tasche si riempiono di ventiquattro ore di vita. Sta a noi saperle spendere bene.

Se prestassimo orecchio alla voce del nostro cuore, quando una persona ci è vicina, potremmo captarne i sentimenti, le gioie, le ansie, anche le paure. E divenire così più umani e attenti ai bisogni del nostro vicino.

Spesso siamo prigionieri di paure assurde per fatti che non avverranno mai.

Il mare in discesa, 2003
© RCS Libri - Selezione Aforismario

La felicità spesso ci raggiunge in silenzio nei momenti più impensati della nostra esistenza. Arriva come un gabbiano spinto dal vento e rimane con noi se non la turbiamo con i nostri pensieri.

Non occorre essere meritevoli per riuscire a conquistare ciò che desideriamo, basta vivere mettendo da parte le angosce abituali sforzandoci di avere una visione più ampia della vita.

L'amore è come un onda del mare che può infrangersi prima del tempo, ma anche se il vento disperderà la sua schiuma non sarà perduta perché dentro di sé avrà una nuova onda che raggiungerà la riva.

Niente è più potente della speranza che può infrangersi sugli scogli ma, come il mare, non morirà mai.

Cielo e mare sono come due specchi che di giorno si riflettono e di notte si ascoltano.

I miracoli sono sull'uscio di casa. Basta saperli accogliere come fiori sbocciati in un deserto di sabbia. Sono fatti di amore, chiarezza e speranza.

Quando nella nostra vita si risveglia l'amore è come se avvenisse in noi un miracolo. Ci sentiamo compresi, protetti.

Forse nelle profondità del mare è sepolta la verità che abbiamo lasciato affondare come un relitto.

La felicità [...] va da chi se la merita, da chi sa attendere in silenzio.

La strada di Sin, 2004
© RCS Libri - Selezione Aforismario

La speranza è come una sorgente luminosa che, posta dinnanzi a tanti specchi, rifrange la sua luce in mille altre luci, si riflette in altrettante speranze quanti sono i desideri e i sogni che ciascuno ha di sé. 

Essere felici significa vedere il mondo come noi lo desideriamo, conoscere i nostri limiti, accettarli come dono e non come una sconfitta.

Il bene più grande della vita non sta in ciò che si possiede, ma nell'amore delle persone che ci stanno vicine.

Il destino è spesso una comoda giustificazione per illuderci che tutto quanto accade non dipende da noi, ma da una forza misteriosa capace di trasformare i sogni in realtà e le nostre azioni in un fallimento.

La felicità più grande consiste nell'accettare i nostri limiti e amarli.

La vera felicità non si conquista, ma arriva all'improvviso con l'incanto di una notte di luna o il rumore della pioggia che batte sulle tegole del tetto. Nasce in noi se sappiamo cercarla con il nostro entusiasmo e la nostra onestà morale. La felicità non si compra, si vive.

La vita può essere tristezza, ma bisogna superarla, oppure può presentarsi con un'aria di sfida e allora si deve avere il coraggio di affrontarla. 

L'amore senza una completa fiducia diventa una triste oscurità densa di errori e incomprensioni.

L'uomo dovrebbe imparare ad affrontare il dolore perché non è tutto da gettare via. C'è un dolore che tormenta e uno che matura. Un dolore che distrugge e un altro che avvisa per tempo di ciò che occorre fare.

Negare i sentimenti è come guardare il cielo con gli occhi chiusi.

Senza amore l'uomo è come se fosse perduto in un deserto di sabbia, fra sete, rabbia e odio.

Si possono amare gli altri solo quando amiamo noi stessi perché questo sentimento nasce nel terreno fertile che abbiamo coltivato nel nostro campo.

Silenzio, 2005
© RCS Libri - Selezione Aforismario

Chiedere scusa è un gesto che rafforza l'amicizia, chiarisce i dubbi, è un rimedio contro l'odio, non è mai un segno di debolezza.

Dice un proverbio arabo che ogni parola, prima di essere pronunciata, dovrebbe passare da tre porte. Sull'arco della prima porta dovrebbe esserci scritto: "È vera?" Sulla seconda campeggiare la domanda: "È necessaria ?" Sulla terza essere scolpita l'ultima richiesta: "È gentile?". Una parola giusta può superare le tre barriere e raggiungere il destinatario con il suo significato piccolo o grande. Nel mondo di oggi, dove le parole inutili si sprecano, occorrerebbero cento porte, molte delle quali rimarrebbero sicuramente chiuse.

Dobbiamo imparare a determinare la rotta guardando le stelle e non lasciarci ingannare dalle luci incerte di navi lontane che passano.

Siamo il frutto del nostro passato, siamo la vita stessa che ci è cresciuta dentro come il fusto di un albero con i colori, i profumi e le imperfezioni che i venti e le piogge hanno fissato per sempre sulla sua corteccia. 

Cercare di dare un senso alla nostra esistenza può esasperare il nostro animo, ma una vita priva di questo significato rappresenta la tortura del desiderio e dell'inquietudine.

Essere incompresi da coloro che amiamo è la condizione peggiore per vivere e affrontare ogni giorno gli impegni della vita. L'incomprensione pesa come una montagna e traccia solchi profondi sull'anima.

Guardiamo poco il cielo perché i nostri pensieri tendono al basso.

I sogni ti portano in luoghi lontani che, forse, non sono neanche di questa terra. Oppure vogliono rivelarti alcuni segreti che ad occhi aperti non conosceresti mai. Chissà?

Il dialogo è importante solo se ci arricchisce, se chiarisce idee che ci aiutano a percorrere meglio il cammino della nostra esistenza.

Incontrare un vero amico è il più grande dono che possiamo ricevere in questa vita spesso attraversata da incertezze. È il conforto di sentirci al sicuro con una persona con cui poterci aprire, non dover misurare le parole e andare oltre la superficialità quotidiana. 

Ci sono tanti falsi amici disposti a prestarci l'ombrello soltanto quando il tempo è bello

Le piante e i fiori sono come i nostri progetti: alcuni non si sviluppano, altri crescono quando meno ce lo aspettiamo.

L'umiltà è la prerogativa di coloro che conoscono i propri limiti... e li amano.

Non occorre andare sulla cima delle montagne per cercare la calma e nemmeno nelle grandi città per trovare fragore: abitano entrambi dentro di noi.

Per farsi un vero amico occorre, a volte, una vita intera. Bisogna aver sofferto e gioito assieme, litigato e condiviso i segni del destino.

Tutti coloro che si lasciano assalire dai rimpianti invecchiano più precocemente di quelli che si nutrono di attese. La speranza illumina il cammino futuro ed è un prestito fatto alla felicità.

Bisogna guardare il lato positivo di ogni cosa e lasciare che il nostro ottimismo ci aiuti a realizzare i sogni, aspettarci solo il meglio dalla vita, essere entusiasti del successo altrui quanto del nostro, dimenticare gli errori del passato e andare avanti verso un
futuro più sereno.

Dobbiamo sorridere più spesso e dedicare tanto tempo a migliorare noi stessi senza più averne per criticare gli altri. Questa è la strada della felicità. 

Se sapremo accogliere gli eventi che il futuro ci riserva, senza le interferenze del passato, saremo uomini felici. Se crederemo fermamente che nel presente si possa progettare un domani migliore, avremo già a disposizione tutto ciò che desideriamo. Se accetteremo serenamente il fluire del tempo, ci sentiremo liberi. Non bisogna sprecare la nostra vita a rimpiangere le gioie del passato, ma essere riconoscenti di averle vissute. Tutti coloro che si lasciano assalire dai rimpianti, invecchiano più di quelli che si nutrono di attese. La speranza illumina il cammino futuro ed è un prestito fatto alla felicità.

Ogni essere umano è un universo e nessuna stella, che splende nel cielo, può uguagliare la perfezione del suo cervello, né una costellazione contenere la potenza del suo pensiero. Eppure in un mondo come quello di oggi la vita umana sembra non avere più valore. Le persone sono diventate dei numeri, usate per quello che sanno fare e non per ciò che rappresentano o per la coscienza che possiedono. Se l'umanità non ritrova il suo grande ideale nel proteggere la vita, nell'esaltare l'amore, continueremo a scendere sempre più nel buio di una lunga notte.

Com'è dolce sapere che esisti, 2006
© RCS Libri - Selezione Aforismario

Il vero amore non muore mai. Non conosce stagioni: le ore, i giorni, gli anni sono soltanto frammenti di stelle spente, brandelli di tempo.

L’amore, quando è vero, non ha età e il cuore può battere per questo sentimento sino alla fine della vita.

Quando l'amore è vero e sincero scavalca le montagne, la vastità del cielo e del mare. Nessuna esperienza umana è superiore alla sua forza. 

Si deve amare soltanto per amore, si deve amare sempre... per l'eternità.

È più facile scalare una montagna piena di ostacoli che lasciar morire un amore se è veramente grande.

Il sorriso della persona che si ama ha una forza infinita: ci dà il coraggio di superare mille barriere ed è come il vento di primavera che passa sulla brughiera e ci porta il profumo della vita.

La migliore condizione di vita è la normalità. Ciò significa vivere in semplicità, senza dover faticare per mostrarci diversi da quello che realmente siamo.

I libri non deludono mai. Sono silenziosi, attendono in un angolo senza chiedere nulla. Sono fedeli, non ci dimenticano e la loro disponibilità è totale in qualsiasi ora del giorno e della notte. Continuano a tenerci compagnia, a parlarci, a lasciarci immaginare paesaggi e persone che forse non vedremo mai, a darci conforto nei momenti difficili. Non muoiono, parlano e fanno provare emozioni anche dopo millenni. Hanno la capacità di trasportarci verso orizzonti lontani con quel treno riservato a coloro che non possono viaggiare.

Se dovessimo ringraziare Dio per tutto quanto ci ha donato non smetteremmo mai di pronunciare il Suo nome.

Siamo sempre insicuri: prima di addormentarci la sera pensiamo al domani e quando inizia il nuovo giorno ci preoccupiamo di quello che verrà. Corriamo col pensiero verso il futuro, come se qualcuno fosse al crocevia ad attenderci, in realtà è un affanno inutile perché non sappiamo niente del domani, di ciò che accadrà.

È doloroso non essere più amati quando si ama ancora, ma deve essere altrettanto triste essere amati quando non si ama più.

Non c’è alcun fiore, in nessun giardino del mondo, bello come un bambino seduto sulle ginocchia della madre. Nel cielo ci sono stelle splendenti, sul fondo dei mari perle meravigliose, ma la bellezza del mondo è nel sorriso dei bambini.

Sabbia, 2007
© RCS Libri - Selezione Aforismario

La ricchezza più grande che possediamo quando al mattino apriamo gli occhi è il giorno che abbiamo davanti. In quel breve spazio di tempo fatto di ore e di minuti, il gesto più bello che possiamo compiere è rivolgere un pensiero riconoscente a chi ci
vuole bene e ci aiuta a vivere sereni.

Il segreto per continuare a vivere su questa terra sta nel trovare un ideale che ci sorregga e la forza per realizzarlo.

Finché non ci accetteremo per quello che siamo e non inizieremo un dialogo con noi stessi, non troveremo mai la serenità a cui aneliamo, la pace interiore, la capacità di affrontare le asprezze della vita. 

Viaggiare nel deserto significa camminare nella nostra solitudine per imparare a dar valore anche alle piccole cose.

Il deserto è il grande mare prosciugato in cui si sono arenate le navi del destino.

Sotto la sabbia è sepolto il mistero della vita, fra le dune c’è il canto dell’universo. Chi non sa ascoltare, chi non sa immaginare è lontano dalla verità.

Finché porteremo nel cuore le cause di tutte le nostre sofferenze e dei nostri errori saremo sopraffatti dall’amarezza in qualunque deserto cercheremo di andare. La sabbia ci travolgerà ovunque perché i mali dai quali vorremmo fuggire sono dentro di noi e vi rimarranno se non li rimuoveremo con la volontà.

Per vivere pienamente dobbiamo amare senza pretendere nulla in cambio.

A volte parliamo poco, è vero. Passiamo nel grande mare della vita, ci sforiamo appena senza avere il tempo di chiarire nulla e quando il nostro cuore vorrebbe aprirsi ad un dialogo è ormai troppo tardi, è già scesa la sera e non abbiamo più il tempo di ascoltarci.

Il dialogo è importante solo se ci arricchisce, se chiarisce idee che ci aiutano a percorrere meglio il cammino della nostra esistenza.

Il vero bene non sta nel dire belle parole alle persone che ci stanno vicine, bensì nel capire i sentimenti profondi altrui e contraccambiarli con altrettanta intensità.

Il valore di un uomo non sta soltanto nella grandezza della fede e dell’amore, bensì nel saper sperare, con costanza, in un futuro migliore.

Una delle condizioni per vivere meglio è il credere nel soprannaturale. La convinzione che la nostra vita abbia un senso, la consapevolezza di essere sulla strada giusta.

Dovremmo rivalutare il silenzio del deserto per non essere travolti dal ritmo incalzante della vita di oggi. Invece inseguiamo affannosamente gli avvenimenti, quasi avessimo paura di essere lasciati indietro da un mondo che corre troppo in fretta.

L’importanza del viaggio non sta tanto nel sapere dove ci troviamo, ma in quale direzione stiamo andando.

Quando siamo in grado di dire a una persona che la amiamo, è come vivere ai confini dell’immensità. Quando siamo riamati quei confini diventano infinti.

Le speranze possono svanire una dopo l’altra, ma il cuore non cessa mai di attendere. Accade come alle onde del mare che si infrangono una dopo l’altra senza che il mare si esaurisca.

Quando si prendono certe decisioni, non ci si può lasciare imprigionare dalla nostalgia, dai sentimentalismi o dai ricordi perché altrimenti non partiremmo mai per nessun viaggio.

Incanto, 2008
© RCS Libri - Selezione Aforismario

Vi sono nella vita alcuni semi che riposano nel nostro piccolo campo e lì restano per anni fino a quando non si trasformano in grandi alberi che, come pilastri, dominano la nostra vita. Uno di essi è quello della felicità.

Il mondo potrebbe offrirci molto di più se avessimo gli occhi per vedere anche le più piccole cose, il cuore per amarle e le mani per raccoglierle.

Ogni giorno è una tappa importante della nostra vita, un dono che riceviamo da Dio. Non vi è nulla di troppo né di inutile. E uno spazio di tempo che merita di essere vissuto.

Soffrire di depressione vuol dire non desiderare più nulla, non avere la forza di cambiare. Ci sentiamo soli anche in mezzo agli altri, che spesso non comprendono la nostra sofferenza. Siamo incapaci di amare e nello stesso tempo abbiamo un disperato bisogno di affetto.

Le generazioni degli uomini sono come le onde del mare. Sono tante ma ognuna è se stessa pur facendo parte della stessa acqua. Così è per l'uomo. Noi che viviamo oggi siamo una parte dell'umanità come lo furono i nostri antenati e lo saranno le generazioni future.

L'autunno della vita arriva in anticipo, se non sappiamo conservare le forze e l'entusiasmo per gli anni che verranno.

In un attimo può mutare il tempo, il nostro modo di pensare, tramontare il sole, spuntare la luna cadere la pioggia, alzarsi il vento. In quel breve spazio di tempo dobbiamo appellarci a tutte le nostre risorse per decidere che cosa fare perché stiamo vivendo l'attimo fuggente della nostra vita.

Siamo tutti a bordo della stessa nave corsara che attraversa l'oceano. Non sempre il viaggio è tranquillo perché fra i membri dell'equipaggio ci sono trafficanti e avventurieri che guidano l'imbarcazione seguendo soltanto i loro interessi. In certi momenti
dovremmo trovare la forza di ammutinarci, ma non ne abbiamo il coraggio e lasciamo la nostra vita in balìa dell'imprevisto.

Quando non siamo felici è perché non sappiamo di esserlo. Se ci convincessimo che la tristezza, in certi casi, è soltanto una immaginazione, forse svanirebbe. Spesso sono gli altri a farci cadere nel baratro con la loro indifferenza, con il loro cuore arido.

A volte, siamo come anime in pena: ci agitiamo per situazioni di poco conto, siamo ripetitivi, noiosi e fuori dalla realtà. Immaginiamo un mondo migliore e sogniamo castelli in aria che ci accolgano dopo la nostra fine. Vaghiamo in un mondo sfuocato e spesso ci rifugiamo nel dubbio del "dopo". È il nostro destino di uomini, in bilico fra la realtà di questa terra e il dopo.

La vera ricchezza non sta in ciò che possediamo, ma nella nostra bontà d'animo. Con il denaro possiamo comprare quasi tutto, ma la felicità e l'amore non sono in vendita.

Non soffrire per fatti di poco valore, cerca di comunicare con gli altri. Esci dall'isolamento e parla, sfogati, chiedi, chiarisci. Anche se stai passando un brutto periodo non svendere mai la tua anima.

Non si può riversare su Dio la colpa di tutti i nostri guai e neppure sul destino perché ogni avvenimento è la normale conseguenza di un comportamento sbagliato. Tralasciamo spesso le cose importanti per conquistare la ricchezza e il successo senza renderci conto del valore delle persone che ci stanno vicine.

Di solito, in molte occasioni, per convenienza, simpatia, costrizione o falsità, diciamo di sì. È la maniera peggiore per mettere in mostra la nostra personalità scadente. Bisogna avere il coraggio di dire no quando l'occasione lo richiede. Solo così non avremo rimpianti e saremo orgogliosi della nostra scelta. La vita è piena di sì sprecati e di no taciuti.

Il vero ottimismo, la gioia, il sorriso dipendono dal nostro cuore. Per avvicinarci ai pascoli alti dello spirito dobbiamo abbandonare i pregiudizi. Purtroppo le paure non ci permettono di credere nell'amore.

Ci sono persone che non hanno mai preso una decisione per timore di sbagliare. Agendo in tal modo non hanno affrontato i pericoli e sono vissuti alla finestra contemplando la vita che scorreva sotto i loro occhi. Sono simili ad ombre che vivono alle spalle della società senza responsabilità né dignità.

Nessuno è in grado di conoscere il suo destino, che è racchiuso in un'urna di vetro custodita in una stanza buia. È possibile immaginare qualunque sentiero da percorrere, ma la fine della strada nessuno potrà mai vederla.

Spesso consideriamo i giorni alla stregua di fogli di carta su cui è stata scritta una data, senza pensare che giungono fino a noi dal profondo dei secoli e sono le pietre miliari che segnano il percorso della vita. Ogni giorno è un'occasione unica che non si ripeterà più.

Foglie, 2009
© RCS Libri - Selezione Aforismario

Quando arriverà il tempo in cui avremo vissuto tanto a lungo da superare le illusioni della giovinezza, ci accorgeremo che il nostro mondo è fatto di tante piccole foglie, simbolo dei nostri ricordi.

Il mistero ha sempre accompagnato il cammino dell'uomo e l'avventura dell'esistenza non sarebbe così affascinante se ci fosse dato conoscere tutto quello che ci circonda.

Le foglie ingiallite rappresentano l'autunno con tutta l'incertezza e la malinconia delle creature che ci abbandonano per sempre.

La felicità bisogna cercarla nelle piccole cose perché le grandi spesso deludono.

Gli alberi non tradiscono, non odiano, irradiano solo felicità e amore. Ecco perché l'uomo stando vicino agli alberi, avverte una corrente positiva e rigeneratrice.

Non c'è tristezza che, camminando, non si attenui e lentamente si sciolga.

L'umanità è strana. A volte è incomprensibile per la sua freddezza, altre volte commovente per gli slanci di generosità.

Anche nella perfezione della tela c'è un punto nero: una vespa rimasta imprigionata tra i fili d'argento. Lotta per liberarsi, ma forse non ce la farà.

Bisogna camminare nella direzione dei nostri sogni, altrimenti perdiamo l'incanto della vita.

Spesso non diciamo quello che abbiamo dentro per paura di far soffrire gli altri e così ci portiamo dietro un peso che coni1 tempo diventa una montagna.

Ci sono persone al mondo che si accontentano del pranzo, della cena e di un letto per dormire. Sono gli esseri semplici che sanno ammirare le stelle del cielo e le piccole cose.

Le persone che non rischiano non ottengono niente. Potranno evitare le sofferenze, ma non conosceranno mai la gioia di vivere e di amare.

L'abitudine e il timore del nuovo sono ostacoli alla nostra crescita e ci fanno rimanere quelli
di sempre con una vita piatta, insignificante e sempre uguale.

Da giovani la felicità ci attende nell'imprevisto, da vecchi nelle abitudini. Nel resto della vita saremo felici non per quello che prenderemo, ma per quello che sapremo dare. La felicità infatti è l'unica ricchezza che tanto aumenta quanto più ne doniamo agli altri.

C'è un metodo per migliorare la nostra vita. Consiste nel passare meno tempo a osservare noi stessi davanti allo specchio e un po' di più ad ascoltare la nostra coscienza.

L'unico mezzo per fermare il cammino inesorabile del tempo sono la preghiera e la meditazione, che restano ferme come pilastri a sorreggere le nostre incertezze.

Nessuna esperienza vale più di un affetto perché l'amore è la via che porta alla verità e ci avvicina a Dio.

Oltre l'amore, 2010
© RCS Libri - Selezione Aforismario

Anche una goccia di rugiada, quando cade su un filo d’erba ingiallito per dissetarlo, esprime amore.

Dovremmo sempre donare ciò che possediamo, anche se è poco. Per qualcuno potrebbe essere l’unica possibilità di sopravvivenza.

L’incanto del passato e il mistero che l’avvolge sono l’unica chiave di lettura di cui disponiamo per aprire la porta che ci separa dall'eternità. Tutta l’antichità è piena di messaggi indirizzati alle generazioni future, ma spesso non vengono colti e non ne viene compreso il significato.

L’imprevedibile ci dà la forza dell’attesa e ci fa immaginare un mondo lontano dalla normalità di ogni giorno.

Il cielo, con le sue nubi, le piogge, l’arcobaleno, le stelle e il sole, è lo spettacolo più bello del creato.

L’amore nasce come il sole su una grande pianura, illumina tutto ciò che prima non si vedeva e, dopo la lunga notte di buio, finalmente ci permette di ammirare il paesaggio.

La paura ci fa diventare bugiardi perché temiamo che la nostra verità venga condannata.

Non ci rendiamo conto che la vita ha un altro calendario in cui la lunghezza o la brevità del tempo dipendono esclusivamente dai nostri dolori, dalle nostre gioie e dalla nostra capacità di amare.

Non ci sono regole per vivere nella maniera giusta. Ogni cosa deve nascere nel cuore come un colpo di vento improvviso.

Per ogni amore difficile c’è un altro amore più grande che sta fra un battito e l’altro del cuore.

Se tutti gli uomini fossero cattivi come spesso appaiono, non si riuscirebbe a perdonarli. Se invece fossero tutti buoni, la vita sarebbe un vero miracolo.

Si fa prima ad accendere un fuoco in mezzo alla neve che a spegnere un amore.

Un vero amore non può morire, perché è come il fiore delle grandi altitudini che sboccia anche fra il gelo delle nevi.

L’uomo che vendeva il cielo, 2011
© RCS Libri - Selezione Aforismario

Se piove ti affretti a cercare un ombrello perché hai paura di due gocce d’acqua. Se sbagli cerchi un riparo perché hai timore di essere rimproverato. L’uomo ha bisogno di ripararsi da tutto, solo la sua imbecillità rimane sempre allo scoperto.

Dicono che la pioggia sia il pianto buono del mondo che lava le ingiustizie e purifica le anime. Sarebbe bene che piovesse tutto l’anno!

I sogni muoiono all'alba, specialmente il giorno in cui dobbiamo pagare le tasse.

Il matrimonio è il desiderio di essere in due con la paura di essere in tre.

Se al mattino, non appena ti alzi, hai voglia di cantare a squarciagola è segno che sei veramente felice, oppure completamente stupido.

Le librerie sono come le farmacie: sui banchi sono esposti molti prodotti che fanno male e pochi rimedi per stare meglio.

“Chiedete e vi sarà dato, cercate e troverete, bussate e vi sarà aperto.” Lo scrisse san Matteo in un momento di grande ottimismo.

Chi ride sempre o è sciocco oppure è padrone del mondo.

Fra le braccia del vento, 2012
© RCS Libri - Selezione Aforismario

Facciamo continuamente un grande errore: corriamo dietro al presente, ci confortiamo con il rimedio della nostalgia mentre la vita scorre e così sfugge a noi il suo vero senso.

Forse siamo soltanto delle contraddizioni che vagano come ombre spinte dal vento della vita o forse peccatori in cerca di espiazione e di amore vero.

Il segreto della nostra felicità non dipende dalle ricchezze che abbiamo accumulato, ma consiste nel capire che la vita è un dono infinito.

L’amore è un’emozione che nasce dall’ignoto e entra d’improvviso nella nostra vita. È una felicità che fa sorridere il cuore e ci dà l’illusione di non essere più soli. È un sentimento capace di infonderci gioia, energia e cancellare immagini lontane e negative.

La felicità a cui si anela può soltanto essere sfiorata come i gabbiani fanno con l’acqua.

Ogni giorno che nasce è una continua rivelazione e molte cose belle di questo mondo sono sconosciute ai più.

Portare avanti l’amore incondizionato è la strada giusta anche se questa società antivita ci mostra altro: competizione, falsità, mancanza di rispetto per le persone e per l’ambiente e tant’altro.

Soltanto con la fantasia possiamo sollevarci da terra quanto basta per essere sempre giovani. Si invecchia soltanto quando non abbiamo più un sogno e le ali si sono spezzate.

Spesso nel nostro piccolo mondo aggrappato alla normalità ci illudiamo che tutto cambi, ma quel giorno non arriva mai e quasi sempre diventiamo troppo vecchi e stanchi per poter volare in alto.

Libri di Romano Battaglia consigliati
Silenzio
Editore BUR Biblioteca Univ. Rizzoli, 2005

Il silenzio è la forza che agisce in questo libro come un solco vero e inafferrabile. È una linea di fuga che un uomo non più giovane sceglie per tentare di liberarsi dal gioco balordo degli incontri e degli inviti intrisi di protagonismo. Ed è una scommessa vincente, perché nella solitudine, lontano dalla civiltà del rumore e del fatuo, l'uomo ritrova la parte più autentica di sé, quella che pensava di aver sepolto molti anni prima insieme ai sogni e ai progetti mai realizzati.

Com'è dolce sapere che esisti
Editore BUR Biblioteca Univ. Rizzoli, 2006

Dopo molti anni l'autore ritorna alla casa paterna: gli oggetti, le stanze, i silenzi lo conducono in un viaggio a ritroso nel tempo. Nel pomeriggio, la madre era solita invitare le amiche che rimanevano a parlare per lunghe ore narrando fatti accaduti nella terra di Versilia. I racconti avevano quasi sempre come protagoniste figure femminili. Donne coraggiose, determinate, forti di una grande fede in Dio, in se stesse, nei veri valori della vita. In ciascuna si può ritrovare l'amica, la sorella, la moglie, la madre e in loro rifugiarsi, identificarsi, per sentire che non si è soli quanto tutto sembra perduto. Un romanzo autobiografico che è in realtà un canto d'amore, accompagnato da poesie, dedicato a donne lontane dalla folla, dal successo, anonime, esemplari e piene di luce.

Incanto
Editore BUR Biblioteca Univ. Rizzoli, 2008

Mariarosa è una donna giovane e fragile, profondamente depressa. Un giorno, senza più speranze, cerca conforto alle sue sofferenze ritirandosi a pregare in una chiesa. All'uscita le viene incontro un cane. Sembra invitarla a seguirlo e la conduce a un casolare isolato in aperta campagna, in mezzo al grano. Qui vive un anziano contadino che accoglie la donna e la ascolta. Una giornata triste si trasforma così in puro incanto e una magia permette a Mariarosa di rinascere a una vita piena e ricca di senso riscoprendo un mondo che credeva perduto.

Note
Può capitare che una stessa frase di Romano Battaglia si trovi su internet citata da libri diversi: ebbene, ciò non costituisce necessariamente un errore, perché spesso l'autore, compiendo una sorta di auto-citazione, ha riscritto su diversi libri i medesimi pensieri.

Nessun commento: