2015-09-04

Danza, Ballerini e Discoteca - 230 Frasi sul Ballo

Grande raccolta di aforismi, frasi e proverbi sulla danza, il ballo e i ballerini. Il paragrafo finale è dedicato alla discoteca, locale pubblico in cui si ritrovano soprattutto i giovani per ballare. Tra le varie citazioni, si segnalano quelle di grandi danzatrici come Martha Graham e Isadora Duncan, ma anche quelle di Osho, per il quale danzare è una forma di meditazione, un modo per entrare in contatto con sé stessi e vivere in comunione col Tutto. Su Aforismario trovi anche una raccolta di citazioni correlata a questa dedicata alla musica.
La danza è il linguaggio nascosto dell'anima. (Martha Graham)
1. Danza / Ballo
© Aforismario

Ogni nostro movimento rivela la storia del genere umano. Ciò che l’anima ricorda, il corpo lo esprime attraverso il movimento. La danza è la forza rigeneratrice alla quale tutti possono attingere.
Gladys Faith Agulhas [1]

Nella conversazione e nella danza, ciascuno è lo specchio dell'altro.
Alain [10]

Quando un vecchio danza, di vecchio in lui non ci sono che i capelli; il suo spirito è giovane ancora.
Anacreonte, VI-V sec. a.e.c., cit. in Alberto Testa, Storia della danza e del balletto, 2005

Danzare è lottare contro tutto ciò che trattiene, tutto ciò che affonda, tutto ciò che pesa e appesantisce, è scoprire con il proprio corpo l'essenza, l'anima della vita, è entrare in contatto fisico con la libertà
Jean-Louis Barrault [10]

Voglio vederti danzare / come le zingare del deserto / con candelabri in testa / o come le balinesi nei giorni di festa. / Voglio vederti danzare / come i Dervisches Tourners / che girano sulle spine dorsali / o al suono di cavigliere del Katakali.
Franco Battiato, Voglio vederti danzare, 1982

La danza può rivelare tutto ciò che la musica nasconde di misterioso, e ha in più il merito di essere umana e palpabile: è la poesia con braccia e gambe, è la materia, graziosa e terribile, animata, abbellita dal movimento.
Charles Baudelaire, La Fanfarlo, 1847

Da noi [...] l’arte della danza è troppo disprezzata. Tutti i grandi popoli, e quelli del mondo antico anzitutto, quelli dell’india e dell’Arabia, l’hanno coltivata come la poesia.
Charles Baudelaire, La Fanfarlo, 1847

Esistono delle scorciatoie per la felicità, e la danza è una di queste.
Vicki Baum [9]

Danzare deve avere un fondamento diverso dalla pura tecnica e dalla routine. La tecnica è importante, ma è solo un presupposto.
Pina Bausch, discorso per la laurea ad honorem, Università di Bologna, 2000

Certe cose si possono dire con le parole, altre con i movimenti. Ci sono anche dei momenti in cui si rimane senza parole, completamente perduti e disorientati, non si sa più che cosa fare. A questo punto comincia la danza.
Pina Bausch, ibidem

Questa è la cosa meravigliosa della danza: il corpo è una realtà senza la quale niente è possibile, ma oltre la quale si deve anche saper andare.
Pina Bausch, discorso per la laurea ad honorem, Università di Bologna, 2000

Prima Danza. Dopo pensa. È l'ordine naturale delle cose.
Samuel Beckett (attribuzione incerta - fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La danza, un minimo di spiegazione, un minimo di aneddoti, e un massimo di sensazioni.
Maurice Béjart, Un instante nella vita d'altri, 1979

Danzare vuol dire soprattutto comunicare, unirsi, incontrarsi, parlare con l’altro dalla profondità del suo essere. Danza è unione: da persona a persona, da persona all'universo, da persona a Dio.
Maurice Béjart, 2006 [5]

Il mio vocabolario è quello del corpo, la mia grammatica è quella della danza, la mia mappa è il tappeto di scena.
Maurice Béjart [1]

Il tutù è un costume pornografico che dimostra quanto sia stata degradata l'idea della danza.
ibidem

Per me la danza rappresenta la vita, e dato che la vita è un ritmo, quello del battito cardiaco, la danza è inseparabile dal ritmo. Essa interpreta la nostra esistenza, al punto che rappresenta tutti i ritmi, tutte le pulsioni umane.
Maurice Bejart [8]

Vivere e ridere richiedono un perché. Ma danzare è qualcosa di così vicino alle nostre budella che non ha una ragione e non ne richiede: è qualcosa di fisico e, in quanto fonte di buonumore, è senza fine.
Toni Bentley [1]

Se non sai ballare, non sai fare l'amore: niente ritmo, niente passione.
Born romantic, 2000

Bisogna ballare ogni giorno, anche se solo nel pensiero.
Nahman de Braslaw [10]

Danzare è come parlare in silenzio. È dire molte cose, senza dire una parola.
Yuri Buenaventura (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Danzare. Saltellare su e giù al suono di una musichetta facile, di preferenza con le braccia attorno alla vita della moglie o della figlia del tuo vicino. Ci sono molti tipi di danza, ma tutti quelli che richiedono la partecipazione dei due sessi hanno due caratteristiche in comune: sono vistosamente innocenti e al contempo particolarmente amati dai viziosi.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

La danza è disciplina, lavoro, insegnamento, comunicazione. Con essa risparmiamo parole che magari altri non capirebbero e stabiliamo un linguaggio universale, familiare a tutti. Ci dà piacere, ci rende liberi e ci conforta dall'impossibilità che noi umani abbiamo di volare come gli uccelli, ci fa avvicinare al cielo, al sacro, all'infinito. È un’arte sublime, sempre diversa, simile al fare l’amore, che alla fine di ogni performance lascia il nostro cuore battere forte, sperando nella prossima volta.
Julio Bocca, 2010 [5]

Quando ballo non posso giudicare, non posso odiare, non posso separarmi dalla vita. Posso solo essere felice e completo. Questo è il motivo per cui ballo.
Hans Bos [10]

Il bambino canta ancora prima di parlare, balla ancora prima di camminare. La musica è nei nostri cuori sin dall'inizio.
Pam Brown [12]

Danzare è come parlare in silenzio. È dire molte cose, senza dire una parola.
Yuri Buenaventura [1]

Ai miei tempi invitare al ballo una donna era come scendere alla stazione d'una città sconosciuta.
Gesualdo Bufalino, Il malpensante, 1987

La danza è un'arte straordinaria, nel senso che lo strumento coincide con l'interprete.
Gigi Caciuleanu [1]

La danza moderna? Non è più danza, è decadenza.
Alfred Capus [1]

La danza è tante definizioni, ma l’essenziale è che traspaia la verità – quella del corpo – tutto ciò che noi esprimiamo attraverso di esso deve essere vero, non ci può essere finzione.
Alessandra Celentano [1]

La danza è di tutti ma non per tutti.
ibidem

Quasi nessuno da sobrio si mette a ballare, a meno che non sia del tutto pazzo.
Marco Tullio Cicerone, Pro Murena, 63 a.e.c.

Il mondo possiede una melodia: se tutti fossero riusciti a danzare seguendo quella musica, lasciando che il corpo si muovesse al di fuori di ogni logica per qualche minuto al giorno, si sarebbero sentiti assai meglio.
Paulo Coelho, Brida, 1990

La danza è una delle forme più perfette di comunicazione con l'intelligenza infinita.
Paulo Coelho (attribuzione incerta - fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario) [4]

Ballare è come sognare coi piedi!
Constanze [9]

La danza non è un’arte per avere successo ma un dono per dare agli altri un’emozione”
Merce Cunningham [8]

Non aveva nemmeno i soldi per comprarsi le scarpette da ballo: si faceva la punta direttamente sui piedi con il temperino.
Gianfranco D’Angelo (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Quando non puoi danzare tu, fai danzare la tua anima.
Madeleine Delbrêl, XX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La danza è poesia.
Denis Diderot, Entretiens sur le fils naturel, 1757

Tango. Un pensiero triste che si balla.
Enrique Santos Discépolo [1]

Il ballo è la poesia dei piedi.
John Dryden (attribuzione incerta - fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Se ricerchiamo la vera origine della danza, se ritorniamo alla natura, troviamo che la danza del futuro è la danza del passato, la danza dell'eternità, che è sempre stata e sempre sarà la stessa.
Isadora Duncan, Lettere dalla danza, 1928 (postumo)

La danza del futuro dovrà ritornare a essere una sublime arte religiosa, com'era presso i Greci. L'arte che non è religiosa non è arte, ma pura merce.
Isadora Duncan, ibidem

L'odierna scuola di balletto, lottando inutilmente contro le leggi naturali della gravità o contro la volontà naturale dell'individuo, e operando nel suo movimento e nella sua forma in disaccordo con la natura, produce un movimento sterile che non genera movimenti futuri, ma che muore appena compiuto.
Isadora Duncan, Lettere dalla danza, 1928 (postumo)

Ci saranno sempre movimenti che sono l'espressione perfetta di quel corpo e di quell'animo individuale, quindi non dobbiamo costringerlo a fare movimenti non naturali, ma propri di una scuola. Un bambino intelligente rimane sbalordito nel vedere come nella scuola di balletto si insegnino movimenti contrari a tutti quelli che egli farebbe spontaneamente.
Isadora Duncan, Lettere dalla danza, 1928 (postumo)

La danza è il movimento dell’universo condensato in un individuo.
Isadora Duncan [1]

Non posso spiegarti cos'è la danza; se riuscissi a spiegarlo, non avrei bisogno di danzarlo.
ibidem

Esseri umani, piante o polvere cosmica: tutti danziamo su una melodia misteriosa intonata nello spazio da un pifferaio invisibile.
Albert Einstein, intervista a G.S. Viereck, 1929

Cos'è la danza? Se riesci a dare una risposta, non sei attendibile.
Mats Ek, 2003 [5]

La danza è pensare con il corpo.
ibidem

La danza è un tentativo eterno, come scrivere sull'acqua.
ibidem

La danza non è vita, ma mantiene in vita tutte le piccole cose di cui  la grande cosa è composta.
Mats Ek, 2003 [5]

La danza è la più sublime, la più commovente, la più bella di tutte le arti, perché non è una mera traduzione o astrazione dalla vita, è la vita stessa.
Havelock Ellis, La danza della vita, 1923

La danza è tra le nostre funzioni quella che più di ogni altra può essere definita come divina. Essa è la messa di tutti i popoli primitivi e un istintivo omaggio all'ordine dell'universo.
Elie Faure [1

La danza è poesia perché il suo fine ultimo è esprimere sentimenti, anche se attraverso una rigida tecnica. Il nostro compito è quello di far passare la parola attraverso il gesto.
Carla Fracci, cit. su Corriere della sera, 2003

La danza è una carriera misteriosa, che rappresenta un mondo imprevedibile e imprendibile. Le qualità necessarie sono tante. Non basta soltanto il talento, è necessario affiancare alla grande vocazione, la tenacia, la determinazione, la disciplina, la costanza.
Carla Fracci, cit. in Luca e Laura Varvelli, Valorizza i tuoi talenti, 2011

Il ballo non è un esercizio. È uno stato d'animo che si esprime attraverso il movimento.
Antonio Gades [1]

La danza ad un certo punto ti lascia e ti resta la Vita! Per questo è importante ricordare che, quando i riflettori sono spenti, il sipario è chiuso, il pubblico è tornato a casa, è solo a te stesso che devi mostrare qualcosa: la domanda non sarà se sei o non sei un artista, ma se sei l'uomo che è giusto che tu sia anche lontano dai riflettori.
Mariafrancesca Garritano, La verità, vi prego sulla danza!, 2010

Cantate e danzate e siate gioiosi insieme, ma che ognuno di voi resti solo, così come le corde di un liuto son sole benché vibrino della stessa musica.
Kahlil Gibran, Il profeta, 1923

Se vuoi rivelarti, danza allora nudo nel sole o porta la tua croce.
Kahlil Gibran, Sabbia e spuma, 1926

Una rivoluzione che non mi consente di danzare, è una rivoluzione per la quale non vale la pena di lottare.
Emma Goldman [1]

L'essenza della danza è l'espressione dell'umanità − il paesaggio dell'animo umano.
Martha Graham, Io sono una danzatrice, 1952

La danza è il linguaggio nascosto dell'anima.
Martha Graham, intervista su New York Times, 1985

Sono profondamente convinta che tutto si impari con la pratica e l’esperienza, e questo principio è vero sia riferito alla danza che alla vita. Si impara a danzare danzando e si impara a vivere vivendo.
Martha Graham, Memoria di sangue, 1991 [2]

Credo che la ragione per cui la danza ha mantenuto intatta la propria eterna magia sia che essa è il simbolo della vita.
Martha Graham, ibidem

Ho udito spesso l’espressione “danza della vita”: è un’espressione che mi commuove profondamente, perché lo strumento con cui la danza si esprime è lo stesso con cui si vive la vita, è il corpo umano.
Martha Graham, Memoria di sangue, 1991 [2]

Il movimento non mente mai. È come un barometro, capace di rivelare a chi lo sa leggere, la temperatura dell’anima.
Martha Graham, ibidem

Agli occhi dello spettatore, la danza appare affascinante, spontanea, piena di gioia. Tuttavia, il sentiero verso il paradiso della perfezione non è facile. La fatica a volte è tale che il corpo urla, anche nel sonno. Vi sono momenti di frustrazione assoluta, si vivono piccole morti quotidiane.
Martha Graham, Memoria di sangue, 1991 [2]

La danza è soltanto scoperta, scoperta, scoperta.
Martha Graham [1 - 3]

La danza è una composizione animata nello spazio. La danza è movimento reso significativo; la tecnica viene usata per esprimere un contenuto spirituale in forma intelligibile.
ibidem

La danza è una canzone del corpo. Sia essa di gioia o di dolore.
Martha Graham [1 - 3]

La storia della danza è la storia sociale del mondo.
ibidem

Le nostre braccia hanno origine dalla schiena perché un tempo erano ali.
ibidem

Non danziamo con i piedi: danziamo con le ovaie, con l'utero, e con tutto il corpo e l'anima.
Martha Graham [1 - 3]

La danza è ancora l’arte del nostro secolo? Sì perché ha bisogno del corpo che è la cosa più contemporanea che esiste: cambia ogni secondo, connette il senso dei tempi in cui viviamo. È l’arte più emancipata.
Emio Greco, intervista, 2013 [8]

Per me la danza, nella sua più elevata espressione, ha sempre rappresentato una delle vie di privilegio per raggiungere la Verità, esserne permeati, e poterla comunicare a mia volta nella sua più autentica essenza.
Fabio Grossi, su Emozione danza, 2009

Affinché il movimento sia pieno di naturalezza, pur nell'artificio di un linguaggio raffinato che si protende al sublime, è necessario coinvolgere i differenti piani dell'essere (fisico, emotivo, mentale) per ottenere con fluidità un'unità olistica di cui spesso neanche si è del tutto consapevoli.
Fabio Grossi, su Il giornale della danza, 2010

La performance tecnica in sé non è nulla, la danza inizia quando ci si mette l'anima.
Leila Hassan [1]

La danza è una poesia in cui ogni parola è un movimento.
Mata Hari [1]

Imparare a camminare ti rende libera. Imparare a danzare ti dà la libertà più grande di tutte: esprimere con tutta te stessa la persona che sei.
Melissa Hayden, in Brian Bullard e David Charlsen, I can dance, 1979

La danza non è una passeggiata nella sua apoteosi, una passeggiata nobile, spogliata d'ogni scopo utilitaristico e libera come il gioco di un bambino?
Anne Hébert [10]

Danza per te stesso. Se qualcun altro ti capisce, bene. Altrimenti, non importa. Continua a fare ciò che ami.
Louis Horst [1]

Ci sono momenti in cui la semplice dignità di un movimento può sostituire degnamente una montagna di parole.
Doris Humphrey [12]

Non ballare, un uomo non balla. Pensa a Schwarzenegger: cammina a stento.
In e Out, 1997

In più di un'occasione, mentre sto ballando, mi sono sentito toccato da qualcosa di sacro. In quei momenti, ho sentito il mio spirito innalzarsi e diventare uno con tutto ciò che esiste. Divento le stelle e la luna. Mi trasformo nell'amante e nell'amato. Divento il vincitore e il vinto, il padrone e lo schiavo, il cantante e la canzone, colui che conosce e colui che è conosciuto. Io continuo a ballare finché rimane l'eterna danza della creazione. Il creatore e la creazione si fondono in una pienezza di gioia. Io continuo a ballare  − finché rimane soltanto... la danza
Michael Jackson, Dancing the dream, 1992

Ballare è come scop***, non importa che spettacolo si dà... basta concentrarsi su come ci si sente.
Erica Jong, Paura di volare, 1973

È per l'erotismo come per la danza: uno dei partner s'incarica sempre di condurre l'altro.
Milan Kundera, L'immortalità, 1990 

Credo che la danza contenga sempre in sé quattro arti: musica, coreografia, pittura e letteratura.
George de Las Cuevas [10]

Dovremmo danzare di gioia al solo pensiero di essere vivi nella carne, di essere una parte del cosmo vivente incarnato.
David Herbert Lawrence, Apocalisse, 1931

La danza è un atto di fede e un atto d'amore. È una preghiera individuale o di gruppo, sacra o profana.
Serge Lifar [10]

Fred e Ginger sono su una supernova sopra noi / chiudi gli occhi e tieni il tempo e sarà quasi fatta ormai / c'è chi vince c'è chi perde noi balliamo casomai / non avremo classe ma abbiamo gambe e fiato finché vuoi.
Luciano Ligabue, Balliamo sul mondo, 1990

Colui che danza cammina sull'acqua e dentro una fiamma.
Federico García Lorca [10]

La fiamma dello spirito risiede nella danza.
Luciano di Samosata, II sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Toccare, commuovere, ispirare: è questo il vero dono della danza.
Aubrey Lynch [1]

Ballare significa confrontarsi con se stessi. È l'arte dell'onestà. Si è completamente allo scoperto quando si balla. La propria salute fisica è allo scoperto. la propria autostima è allo scoperto. La propria salute psichica è allo scoperto, è impossibile ballare senza essere se stessi. Quando si balla si dice la verità. Se si mente, ci si fa male."
Shihirley Maclaine [12]

L'espressione più vera di un popolo è nella sua danza e nella sua musica. I corpi non mentono mai.
Agnes de Mille [1]

Lasciate che i morti mangino i morti. Lasciate noi vivi danzare sul bordo del cratere, un'ultima danza di morte. Ma una danza!
Henry Miller, Tropico del Cancro, 1934

Tutte le sciagure umane, tutte le catastrofi di cui è piena la storia, gli errori dei politici, gli sbagli dei grandi condottieri, tutto ciò è accaduto perché non si sa danzare. [...] Quando un uomo ha commesso un errore di comportamento, o negli affari di famiglia, o nel governo di uno Stato, o nel comando di un esercito, non si usa dire: “Quel tale ha fatto un passo falso nella tal questione?” [...] E fare un passo falso non dipende forse dal fatto che non si sa danzare?
Molière, Il borghese gentiluomo, 1670

Ballare è un ottimo addestramento per le ragazze, è il primo modo di imparare a indovinare che cosa farà un uomo prima che lo faccia.
Christopher Morley, Kitty Foyle, 1939

Può darsi che non sarai mai felice. Perciò non ti resta che danzare, danzare così bene da lasciare tutti a bocca aperta.
Haruki Murakami, Kafka sulla spiaggia, 2002

Il ballo e la musica piacciono agli dèi più di riti e preghiere.
Nātyaśāstra, ca. II sec. a.e.c. - II sec. ec.

La danza in tutte le sue forme, non può essere esclusa da una nobile educazione: danzare con i piedi, con le idee, con le parole, e devo aggiungere che bisogna saper danzare con la penna?
Friedrich Nietzsche, Il crepuscolo degli idoli, 1888

Perduto sia per noi quel giorno, in cui non si sia danzato almeno una volta!
Friedrich Nietzsche, Così parlò Zarathustra, 1883/85

Bisogna avere ancora un caos dentro di sé per partorire una stella danzante.
ibidem

Fate, vi prego, come il vento, quando precipita giù dalle sue caverne sui monti : egli vuoi danzare al suono del suo flauto, i mari tremano e saltellano sotto l'orma dei suoi piedi.
Friedrich Nietzsche, Così parlò Zarathustra, 1883/85

Meglio essere bislacchi di felicità che di infelicità, meglio danzare goffamente che zoppicare.
ibidem

Ho imparato ad andare: da quel momento mi lascio correre. Ho imparato a volare: da quel momento non voglio più essere urtato per smuovermi. Adesso sono lieve, adesso io volo, adesso vedo al di sotto di me, adesso è un dio a danzare, se io danzo.
Friedrich Nietzsche, Così parlò Zarathustra, 1883/85

Potrei credere soltanto a un dio che sapesse danzare.
ibidem

Il vostro male peggiore è: voi tutti non avete imparato a danzare come si deve - a danzare senza curarvi di voi e al di sopra di voi stessi!
Friedrich Nietzsche, Così parlò Zarathustra, 1883/85

Solo nella danza io so parlare i simboli delle cose più alte.
ibidem

Un po' di saggezza è possibile, certo; ma in tutte le cose io ho trovato questa certezza beata: che esse, sui piedi del caso, preferiscono - danzare.
Friedrich Nietzsche, Così parlò Zarathustra, 1883/85

La danza è movimento senza scopo.
Friedrich Nietzsche, Frammenti postumi, 1869/89

Da Nietzsche in poi, sappiamo che Dio danza. Se Nietzsche fosse potuto andare al Burning Man [11], avrebbe constatato l’esistenza di una specie superiore di divinità, che danza con un partner che è il miglior ballerino dell’universo: il fuoco.
Amélie Nothomb, Uccidere il padre, 2011

Oggetto supremo della danza è l’esibizione del corpo.
ibidem

C’è una logica profonda nell'associare quelle due divinità, la danza e il fuoco. Guardare i grandi danzatori suscita la stessa emozione di quando si contempla un ceppo in fiamme: il fuoco danza, il danzatore brucia.
Amélie Nothomb, Uccidere il padre, 2011

La danza è una gabbia dove si impara a volare come un uccello.
Claude Nougaro [10]

La danza è tutta la mia vita. Esiste in me una predestinazione, uno spirito che non tutti hanno. Devo portare fino in fondo questo destino: intrapresa questa via non si può più tornare indietro. È la mia condanna, forse, ma anche la mia felicità. Se mi chiedessero quando smetterò di danzare, risponderei "quando finirò di vivere".
Rudolf Nureyev (attribuzione incerta - fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Ringrazio Dio per avermi dato un corpo per danzare cosicché io non sprecassi neanche un attimo del meraviglioso dono della vita.
Rudolf Nureyev, ibidem

Il mondo non è triste, il mondo è una canzone, ed è incredibilmente bella, è una danza ininterrotta. Diventa parte di questa danza e fidati della tua natura.
Osho, Discorsi, 1953/90

Quando accetti la natura e ti dissolvi, la segui: il canto del Tutto è la tua canzone, la danza del Tutto è la tua danza.
Osho, Discorsi, 1953/90

La danza di per sé è ottima: entro i suoi limiti è ottima. Dopo aver danzato ti sentirai più fresco e più giovane. Ma ancora non è meditazione. Colui che danza deve scomparire, finché rimane solo la danza.
Osho, Discorsi, 1953/90

Danza così intensamente da dimenticare che sei tu a danzare, e da sentire che tu sei la danza. Ogni
divisione deve scomparire: in questo modo diventa meditazione.
ibidem

Lascia che la danza fluisca a modo suo, non forzarla. Abbandonati a lei: lascia che accada. Non è un'azione, è un evento! È una festa! Non stai facendo nulla di serio; stai solo giocando, giocando con la tua energia vitale
Osho, Discorsi, 1953/90

Come la danza del vento o il fluire del fiume, anche tu fluisci e danzi. Abbandonati a questa sensazione!
ibidem

La danza sembra essere uno dei metodi più profondi per entrare in armonia con sé stessi; mentre danzi, corpo, mente e anima sono in armonia. La danza è una delle cose più spirituali che esistono. Se danzi davvero non puoi pensare; se danzi davvero il corpo viene usato in maniera così profonda che tutta la tua energia diventa fluida.
Osho, Discorsi, 1953/90

Danza con tristezza e la danza trasformerà la tristezza.
ibidem

Se te ne stai in disparte e ti osservi mentre danzi, la separazione persisterà: in questo caso danzi, ma la danza resta solo un gesto, un atto, non è espressione del tuo essere. Lasciati invece coinvolgere totalmente: sciogliti nella danza. Non startene in disparte, non restare un osservatore. Partecipa!
Osho, Discorsi, 1953/90

Per coloro che seguono la via dell'amore, la danza è perfettamente adeguata.
ibidem

Metti da parte il costante chiacchiericcio della testa; a poco a poco la mente si acquieterà. Dedicati a cose che non richiedono la mente: la danza, per esempio. Balla, e balla sfrenatamente, perché nella danza la mente non serve, ti puoi perdere; e, mentre ti perdi nella danza, il cuore ricomincerà a funzionare.
Osho, Discorsi, 1953/90

Puoi avvicinare il divino danzando.
ibidem

Perché il canto e la danza sono manifestazioni del divino? Perché sono espressioni in cui ti puoi perdere totalmente. Puoi immergerti totalmente nel canto, al punto che scompare colui che canta e rimane solo il canto, oppure colui che danza scompare e rimane solo la danza.
Osho, Discorsi, 1953/90

Quando la tua totalità è diventata canto o una danza, quella è preghiera.
ibidem

Se ti piace danzare, non ti domandi se esiste o meno un Dio. Se ti piace danzare, danzi e basta; non ti preoccupi se qualcuno in cielo vede la tua danza. Non ti chiedi se le stelle e il sole e la luna ti ricompenseranno per la tua danza. La danza in sé è una ricompensa sufficiente.
Osho, Discorsi, 1953/90

Mi sono innamorata della danza perché è l’unica arte che si avvicina all’amore. Si fa con il corpo, l’anima e il cuore, almeno nei casi migliori.
Vittoria Ottolenghi [7]

Danza, la più effimera delle arti, la più preziosa. Perché quando è finita, è finita per sempre. E ne resta soltanto una luce abbagliante nella memoria.
ibidem

Tutto è danzabile: qualsiasi musica, poesia, fiaba, condizione umana.
ibidem

Perché la danza è così importante? Perché è così bella? perché è effimera, perché quando è finita è finita per sempre e non si ripone su uno scaffale. Perché è l’unica attività umana, oltre all’amore in alcuni casi non sempre così comuni, in cui l’uomo è lì tutto: fisico, mentale, sentimentale.
Vittoria Ottolenghi [7]

La danza è la creazione di una scultura che è visibile soltanto per un momento.
Erol Ozan [1]

La Danza è la più antica forma originale dell’espressione umana. Attraverso il corpo e il linguaggio fisico la danza mantiene una forte connessione con il mondo emotivo e spirituale.
Stephan Page, 2004 [5]

La danza è un linguaggio universale. Rappresenta l’identità umana e la celebrazione dello spirito umano. La danza è il cuore artistico delle relazioni umane e della fraternità tra gli uomini. È un sacro rimedio universale.
Stephan Page, 2004 [5]

La danza, in misura maggiore delle altre attività artistiche dell’uomo, concede questa sensazione “estrema del possibile”. In nome della vita che sempre vuole rinnovarsi per poter ritrovare se stessa, “misterioso moto che col giro d’ogni evento mi trasforma senza tregua in me stesso”, la danza partecipa della realtà e, nello stesso tempo, se ne distacca serenamente ed aerodinamicamente per ritornarvi poi ed essere restituita alla terra.
Giuseppe Panella, Elogio della lentezza, su La poesia e lo spirito, 2008

Tra danza e vita esiste un rapporto lieve, fatto di una rassomiglianza impalpabile, eppure immediatamente riconoscibile.
ibidem

La danza, secondo un celebre paragone di Malherbe, è simile alla poesia mentre la marcia, invece, ricorda la prosa. La differenza più marcata tra marcia e danza è data dall'apparente mancanza di scopo che contraddistinguerebbe quest’ultima: marciare significa andare dritti verso una meta, danzare significa cercare il proprio obiettivo in se stessi.
Giuseppe Panella, Elogio della lentezza, su La poesia e lo spirito, 2008

Per la maggior parte della storia dell’umanità si è sempre danzato all'aperto per ore ed ore, in radure, piazze, sagrati o all'interno di aie, fino ad arrivare al giorno d’oggi con sale da ballo, club, teatri, scuole, auditorium o discoteche. [...] proponiamo di fare un passo verso la natura celebrando la Giornata Mondiale della Danza [6] in luoghi aperti: strade, piazze, parchi, stadi, spiagge, parcheggi, qualsiasi spazio aperto… ovunque purché ci sia il cielo come tetto.
Alkis Raftis, 2011 [5]

Ginger Rogers e Fred Astaire
Sulla scena facevo tutto quello che faceva Fred Astaire, e per di più lo facevo all'indietro e sui tacchi alti.
Ginger Rogers [1]

Colui che conosce il potere della danza, vive in Dio.
Jalāl al-Dīn Rūmī, XIII sec., cit. in Curt Sachs, Storia della danza, 1933

La danza è la madre delle arti, eruzione di forze represse, estasi del corpo che fa l’uomo partecipe dell’aldilà, del mondo dello spirito e di dio.
Curt Sachs, Storia della danza, 1933

La musica e la poesia esistono nel tempo; la pittura e l’architettura nello spazio. Ma la danza vive contemporaneamente nel tempo e nello spazio.
ibidem

Goditi il tuo corpo. Usalo in tutti i modi che puoi. Senza paura e senza temere quel che pensa la gente. È il più grande strumento che potrai mai avere. Balla! Anche se il solo posto che hai per farlo è il tuo soggiorno.
Mary Schmich, Usa la crema solare, 1997

La danza è un tentativo molto rozzo di penetrare nel ritmo della vita.
George Bernard Shaw, Torniamo a Matusalemme, 1920 

Il ballo è un'espressione verticale di un desiderio orizzontale.
George Bernard Shaw (attribuito anche a Robert Lee Frost - fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La danza è l'unica arte in cui noi stessi siamo la materia di cui è fatta.
Ted Shawn, su Time, 1955

La danza è una poesia muta; la poesia è una danza parlata.
Simonide, VI-V sec. a.e.c. [1]

È un paradosso: la danza e la poesia sono tanto simili quanto profondamente diverse, ma al di là di struttura e contenuti emotivi sono unite dal ritmo. D'altronde il ritmo è sovrano di tutte le cose che hanno senso a questo mondo.
Maria Luisa Spaziani, su Corriere della Sera, 2003

La danza comincia dove la parola si arresta.
Alexandre Tairoff, cit. in Alberto Testa, Storia della danza e del balletto, 1988

La danza − secondo un autorevole marcheur è un movimento ritmico degno di miglior causa.
Italo Tavolato [1]

Il balletto è un'arte severamente tradizionalista quanto stupefacentemente viva e proiettata nel futuro.
Gualberto Titta [12]

La danza rappresenta nessuna cosa, ma ogni cosa.
Paul Valéry, L'anima e la danza, 1923

La vita è una donna che danza, e che finirebbe divinamente d'esser donna se potesse obbedire allo slancio che la solleva, sino alle nuvole...
ibidem

Nell'arte della danza, i movimenti dei corpi non hanno nessun fine.
Paul Valéry (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario) [cfr. citazione di Nietzsche]

Non bisogna imparare la danza quando si hanno ormai i capelli grigi, né entrar troppo tardi in società.
Luc de Clapiers de Vauvenargues, Riflessioni e massime, 1746

Lasciate che si legga e che si danzi; questi due svaghi non faranno mai del male al mondo.
Voltaire, Dizionario filosofico, 1764

La poesia sta alla prosa come la danza al camminare.
John Wain [9]

La danza è un linguaggio universale: ambasciatrice per un mondo in pace, per l’eguaglianza, la tolleranza e la compassione.
Sasha Waltz, 2007 [5]

La danza dà al corpo una dimensione spirituale.
ibidem

La danza è partecipare attivamente alla vibrazione dell’universo.”
ibidem

La Danza non è un campo esclusivo per nessuno. Dà gioia e euforia a tutti coloro che vi partecipano come danzatori o spettatori.
Miyaho Yoshida [1]

Il linguaggio della danza non conosce confini. Va oltre la classe sociale, l’istruzione, il paese, il credo. Il suo vocabolario è infinito, poiché l’emozione umana risuona attraverso il movimento.
ibidem

La Danza arricchisce l’anima e solleva lo spirito.
ibidem

Proverbi sul Ballare
  • Chi non vuol ballare non vada al ballo.
  • Donna che balla lume e farfalla.
  • Donna in ballo, donna in fallo.
  • Mal si balla se dal cuor non viene.
  • Quando si è in ballo bisogna ballare.
  • Quando si è in ballo bisogna ballare anche colle scarpe strette.
Se il ritmo del tam-tam cambia, il passo di danza deve adattarvisi.
Proverbio africano

Ciò che non può essere detto può essere cantato e ciò che non può essere cantato può essere danzato.
Proverbio francese

Quando danziamo sino all'alba la luna ha pietà di noi.
Canto indiano Arapaho

Dio ti rispetta quando lavori ma ti ama quando danzi.
Detto Sufi

Quelli che danzavano erano visti come pazzi da quelli che non sentivano la musica.
Autori sconosciuti
  • Ballare con i piedi è una cosa, ballare con il cuore è un altra.
  • Chi dice che il sole porta la felicità, non ha mai ballato sotto la pioggia.
  • Imparate a ballare, altrimenti gli angeli in cielo non sapranno che fare con voi. (attribuito erroneamente ad Agostino d'Ippona e Indira Gandhi)
  • La danza è un delicato equilibrio tra perfezione e bellezza.
  • Lavora come se non avessi bisogno di soldi. Ama come se non avessi mai sofferto. Danza come se nessuno ti guardasse. (attribuito a Satchel Paige)
  • Lodo la danza perché libera le persone dalla pesantezza della materia e lega l'individuo alla comunità. Lodo la danza che esige ogni cosa: salute, uno spirito limpido e un'anima capace di elevarsi. (attribuito erroneamente ad Agostino d'Ippona)
  • Quelli che ballavano erano visti come pazzi da quelli che non sentivano la musica. (attribuito a Friedrich Nietzsche e altri - vedi "Citazioni errate" su Aforismario)
Pensare è il peggior errore che un ballerino possa fare.
Si deve sentire. (Michael Jackson)
3. Danzatori / Ballerini
© Aforismario

I ballerini possono realizzare l'impossibile e tutti vorremmo essere come loro. Pagati poco, sono belli, vulnerabili, espressivi: sembrano farfalle. E hanno piedi nodosi, che spesso dicono più di tanti discorsi, portandoci dalla realtà in un' altra dimensione.
Robert Altman, presentazione di The Company al Festival di Toronto, 2003

Qualcuno ha detto che il lavoro di una danzatrice è duro quanto quello di un poliziotto: sempre all'erta, sempre in tensione... i poliziotti, però, non devono essere anche belli nello stesso tempo!
George Balanchine [8]

Per fare questo mestiere la passione è la base. Ma il talento va forgiato. Ogni giorno ci vogliono disciplina e una grande dedizione.
Roberto Bolle [12]

Balla non aver paura se la notte è fredda e scura / non pensare alla pistola che hai puntato contro / balla alla luce di mille sigarette e di una luna / che ti illumina a giorno balla il mistero / di questo mondo che brucia in fretta quello che ieri era vero.
Lucio Dalla, Balla balla ballerino, 1980

Cercare nella natura le forme più belle e trovare il movimento che esprime l'anima di queste forme − questa è l'arte del danzatore. 
Isadora Duncan, in John Ernest Crawford Flitch, Modern Dancing and Dancers, 1912

Esprimere ciò che vi è di più morale, sano e bello: questa è la missione della danzatrice.
Isadora Duncan, Lettere dalla danza, 1928 (postumo)

Trovare quei movimenti fondamentali del corpo umano dai quali tutti i movimenti della danza futura dovranno svilupparsi in un eterno variare, naturalmente, in sequenze senza fine - questo è il dovere del nuovo danzatore di oggi.
Isadora Duncan, Lettere dalla danza, 1928 (postumo)

La cosa più nobile dell'arte è il nudo. Questa verità viene riconosciuta da tutti e seguita da ogni pittore, scultore o poeta: solamente la danzatrice l'ha dimenticata, proprio colei che più dovrebbe tenerne conto, in quanto lo strumento della sua arte è lo stesso corpo umano.
Isadora Duncan, Lettere dalla danza, 1928 (postumo)

Il corpo della danzatrice è semplicemente la luminosa manifestazione dell'anima.
Isadora Duncan [1]

I danzatori, come tutti gli artisti, sono fatti per provare sensazioni e per farle sentire agli altri.
Katherine Dunham, 2002 [5]

I danzatori hanno il grande dono del movimento e della forma. Essi vivono in maniera olistica, con il corpo, la mente e lo spirito fusi in atti allo stesso tempo unici e continui.
ibidem

L’anima del filosofo dimora nella sua testa, l’anima del poeta nel suo cuore; l’anima del cantante aleggia intorno alla sua gola: ma l’anima della danzatrice abita in tutto il suo corpo.
Kahlil Gibran, Il vagabondo, 1932 (postumo)

I grandi ballerini non sono grandi per la loro tecnica, sono grandi grazie alla loro passione.
Martha Graham, cit. in Kevin Nelson, Runner's Book of Daily Inspiration, 1999

Ci vogliono circa dieci anni per formare un danzatore completo. L’addestramento procede su due livelli. Anzitutto vi è lo studio e la pratica del mestiere, cioè il lavoro che si compie per rafforzare la struttura muscolare del corpo. Il corpo viene plasmato, educato alla disciplina, onorato e, a tempo debito, considerato affidabile.
Martha Graham, Memoria di sangue, 1991 [2]

Spesso mi è stato chiesto perché avessi scelto di essere una danzatrice. Non l'ho scelto: sono stata scelta, e con questa consapevolezza ho vissuto per tutta la vita.
ibidem

Un danzatore prova riverenza per dettagli dimenticati, come la miracolosa bellezza delle ossa più minute del corpo e la loro forza delicata.
Martha Graham, Memoria di sangue, 1991 [2]

I ballerini sono i messaggeri degli dèi.
Martha Graham [1 - 3]

Nel corpo di una danzatrice noi, in quanto pubblico, dobbiamo vedere noi stessi, non l'imitazione del comportamento, delle azioni di ogni giorno; non fenomeni della natura, non creature esotiche di un altro pianeta: ma qualcosa, una piccola cosa di quel miracolo che è l'essere umano.
Martha Graham [1 - 3]

Nel teatro di danza di oggi, il ruolo del danzatore-attore è il ruolo di colui che sceglie d'esser tramite tra l'universale e l'individuo contemporaneo filtrando il presente con occhi consapevoli.
Fabio Grossi, su Morfoedro, 2007

Pensare è il peggior errore che un ballerino possa commettere. Bisogna sentire.
Michael Jackson, intervista, 2003

Una danzatrice professionista deve avere non solo grazia ed eleganza ma anche il balzo di un campione olimpico di corsa con ostacoli, l’equilibrio di un funambolo, la forza e l’agilità di una pantera.
Camilla Jessel [8]

Ogni essere umano porta dentro di sé un danzatore.
Rudolf Laban [10]

Ci vuole un atleta per ballare, ma ci vuole un artista per diventare un ballerino.
Shanna LaFleur [1]

Non la pinguedine, ma la più grande scioltezza e forza è ciò che un buon ballerino vuole per nutrimento - e non saprei che cosa lo spirito di un filosofo potrebbe desiderare di più che essere un buon ballerino. La danza, infatti, è il suo ideale e anche la sua arte, perfino, in definitiva, la sua unica religiosità, il suo «servizio divino»...
Friedrich Nietzsche, La gaia scienza, 1882

Nessuno abita la totalità del proprio corpo quanto i grandi danzatori.
Amélie Nothomb, Uccidere il padre, 2011

Ogni uomo dovrebbe danzare, per tutta la vita. Non essere ballerino, ma danzare.
Rudolf Nureyev (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Penso che i ballerini vadano pagati non per quel che fanno, ma per la paura che provano. Probabilmente, ciò che fai non è poi così difficile: lo diventa appena sali sul palcoscenico. È comunque la paura che ti dà la spinta.
Rudolf Nureyev (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La danza del devoto non è quella del ballerino professionista, che danza e si aspetta di ricevere qualcosa. La danza del devoto è quella dell’esistenza: non ti rimane niente da chiedere. La danza è la gioia suprema, è la tua gratitudine.
Osho, Discorsi, 1953/90

Un ballerino perde la propria forma, la propria solidità. Un ballerino diventa movimento, processo. Colui che danza non è un’entità, è movimento, è energia. Si scioglie. I grandi danzatori, a poco a poco, si sciolgono.
ibidem

Un ballerino danza perché il sangue gli danza nelle vene.
Anna Pavlova [1]

Il cantante ascolta la propria voce. Il pittore vede il proprio quadro. Il poeta legge i propri versi. Il musicista ascolta. Il danzatore non crea niente fuori di sé. Niente che possa sottoporre ai propri sensi per soddisfarli, o almeno per calmarsi. Il ballerino non crea altro che sé stesso. La buona danza, la saggia danza. Ma la danza è la maniera più efficace di creare l’uomo saggio.
Georges Pomiès [8]

La voglia di ballare è un impulso naturale e a modo loro i ballerini onorano la natura: lasciando che l’energia cosmica scorra dentro i loro corpi si mettono in contatto con l’Universo.
Alkis Raftis, 2011 [5]

C'era una stella danzante, e sotto quella son nata.
William Shakespeare, Molto rumore per nulla, ca. 1599

Il danzatore è un oratore che parla un linguaggio muto, lo strumentista è un oratore che parla un linguaggio inarticolato; all'uno, come all'altro la musica impone un atteggiamento rigoroso, perché la musica non si muove nell'astratto. La sua traduzione plastica esige esattezza e bellezza; gli esibizionisti lo capiscono fin troppo bene.
Igor Stravinskij, Poetica della musica, 1942

È un dio a danzare, se io danzo. (Friedrich Nietzsche - foto: Rudolf Nureyev)
4. Discoteca
© Aforismario

Il disincanto del mondo è parallelo all'inaridimento della vita. Questo disagio si fa sentire, nell'anima giovanile, come bisogno di uscire dalla vita quotidiana. Con la musica, con un eccesso di movimento, di eccitazione. Ma, soprattutto, lasciando il mondo diurno per riunirsi con gli altri la notte. La famiglia è abituata a vedere i giovani stanchi davanti ai libri. E non sa quale energia esplosiva possano manifestare altrove. Per andare in discoteca possono fare centinaia di chilometri. Non appena inizia la musica si scatenano, vivono la potenza del loro corpo, e si sentono liberi, vivi. È nella notte, nei riti della notte, che riscoprono la loro natura istintuale profonda.
Francesco Alberoni, Abbiate coraggio, 1998

La maggior parte delle persone non sopporta di stare sola. Va dove si affollano tutti gli altri, si mescola con loro in discoteca, sulla spiaggia più affollata.
ibidem

Molte persone oggi riescono a vivere, a sopportare il lavoro quotidiano solo perché sono in attesa della notte magica della discoteca o della vacanza.
Francesco Alberoni, Abbiate coraggio, 1998

La discoteca, di per sé, rappresenta una risposta a un comprensibile desiderio dei giovani: quello di riunirsi per trascorrere qualche ora ballando, incontrando altri amici. Questo è il punto di partenza che spinge tanti ragazzi a frequentare certi locali. Il punto d'arrivo, purtroppo, è ben diverso. Si inizia con un semplice desiderio di ballare, e si finisce con il consumare droga o morire in automobile, sulla strada del ritorno a casa.
Carlo Climati, Il popolo della notte, 2002

La voglia di divertimento dei ragazzi viene tradita dai «burattinai» di turno. Ovvero: da chi gestisce le discoteche e si arricchisce sulla pelle dei giovani, creando ambienti pericolosi e facendo finta di non vedere ciò che accade nei propri locali.
Carlo Climati, Il popolo della notte, 2002

Per essere trasgressivi e ribelli, bisogna essere lucidi. È necessario saper pensare e comunicare. La non-cultura proposta da certe discoteche, invece, immerge i giovani in una dimensione opposta: quella del rimbecillimento e del non-pensiero. Di conseguenza, il popolo notturno è tutt'altro che ribelle e trasgressivo.
Carlo Climati, Il popolo della notte, 2002

Certi locali da ballo non sono altro che fucine di docili strumenti del potere, storditi e non-pensanti. Il potere ha bisogno delle discoteche, poiché esse rappresentano una valvola di sfogo e di salvezza. Il giovane stordito e drogato può essere più facilmente controllato, manovrato, ridotto a uno stato di dipendenza.
Carlo Climati, Il popolo della notte, 2002

Ogni età ha le sue mete prestabilite: a 30 anni vai in discoteca, a 60 Lourdes, in entrambi i casi ti aspetti il miracolo.
Geppi Cucciari [1]

Come scrive Francesco di Sales: "I corpi umani assomigliano a dei cristalli, che non possono essere trasportati insieme, perché toccandosi l'un con l'altro corrono il rischio di rompersi, e ai frutti che, sebbene intatti e ben preparati, si guastano, se si toccano gli uni con gli altri". I consigli di Francesco di Sales sembrano presi alla lettera dai giovani delle nostre discoteche avvolti in una danza solipsistica, dove anche quando si mimano gli atti del coito non si spezzano le pareti dell'incomunicabilità. L'eccesso d'energia sprigionata dai corpi, il tentativo di compensare con i gesti l'afasia del linguaggio, il ritmo meccanico che affoga l'espressività gestuale in una cadenza senza tempo, le luci stroboscopiche che, spezzando la continuità del movimento, ne inchiodano le forme, sono in realtà la parodia della danza, dove ciò che drammaticamente trapela è l'incapacità di riportare il corpo al centro della propria esperienza.
Umberto Galimberti, L'ospite inquietante, 2007

L'atmosfera apocalittica, orgiastica, ipertecnologica delle nostre discoteche in cui è ricoverata la danza, come la malattia all'ospedale e la morte al cimitero, dice di corpi che hanno rinunciato ai propri gesti, per regredire a quel movimento autonomo e per tutti identico che è il ritmo, qui inteso non come ritmo cardiaco, ritmo respiratorio, in cui sono rintracciabili le prime forme d'esistenza, quelle del ventre buio della madre, e quella del grido lacerante appena se ne esce, ma il ritmo della ripetizione che non sposta le gabbie del proprio corpo oltre quelle delle convenzioni.
Umberto Galimberti, L'ospite inquietante, 2007

Espulsa dalla scuola l'educazione emotiva, l'emozione vaga senza contenuti a cui applicarsi, ciondolando pericolosamente tra istinti di rivolta, che sempre accompagnano ciò che non può esprimersi, e tentazioni d'abbandono in quelle derive di cui il mondo della discoteca, dell'alcol e della droga sono solo esempi neppure troppo estremi.
Umberto Galimberti, L'ospite inquietante, 2007

La sessualità, quando c'è, è tecnica corporea, perché questi ragazzi sono "emancipati", in discoteca ballano in modo parossistico, insieme a tutti gli altri, la propria solitudine. Un po' di ecstasy dà quella leggera scossa emotiva di cui si è assetati, ma non lo si dice, lo si fa per moda, per essere come gli altri, con cui si fa "gruppo", anche gruppo ben educato, nel tentativo di ottenere dagli amici quel residuo di conforto affettivo di cui il loro cuore, come un organo autonomo, saltuariamente ha sete.
Umberto Galimberti, L'ospite inquietante, 2007

Di notte le ragazze sembran tutte belle / e a volte becchi una in discoteca / la rivedi la mattina e ti sembra un strega.
Jovanotti, Gente della notte, 1990

Se un uomo a 40 anni va in discoteca con gli amici a cuccare le ragazzine è una simpatica canaglia. Se lo fa una donna o è una mignotta o una sfigata. La vita da single per una donna è un campo minato.
Giovanna Mezzogiorno, su Corriere della sera, 2001

Se la discoteca è una giungla, la festa privata è uno zoo.
Gianni Monduzzi, Orgasmo e pregiudizio, 1997

La sera che arriva / non è mai diversa dalla sera prima / la gente che affoga / nell'unica sala / la discoteca / ci vuol qualcosa per tenersi a galla / sopra questa merda.
Vasco Rossi, Fegato spappolato, 1979

Non c’è niente che ti possa dare lo stesso fremito di quando hai quindici anni e stai per andare in discoteca sperando di trovare una ragazza per la serata.
Vasco Rossi, La versione di Vasco, 2011

Le discoteche sono piccoli nirvana dove il solenne fragore del rock fa assaporare il piccolo nulla al figlio di Siddharta. Non essere per un poco è tutto quello che si chiede. Piccoli "niente" di cui la vita dell'individuo odierno ha bisogno per rinascere e vivere un'altra settimana.
Manlio Sgalambro, La conoscenza del peggio, 2007

Aperta a Padova una discoteca senza alcol. I ragazzi son contenti: solo che ci si mette una vita, a sballarsi con la spuma...
Dario Vergassola, Un annetto buono, 2009

Note
  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. Martha Graham, Memoria di sangue. Un'autobiografia © Garzanti, 1992
  3. Martha Graham (1894-1991) è stata una danzatrice e coreografa statunitense. Da molti è considerata la più grande danzatrice statunitense del XX secolo e la "madre" della danza moderna.
  4. La citazione di Paulo Coelho secondo alcuni si troverebbe ne Il cammino di Santiago, ma esaminando il libro, la frase non risulta.
  5. Citazione tratta dal sito Il padiglione d'oro.
  6. La Giornata Internazionale della Danza si festeggia il 29 aprile di ogni anno.
  7. Citazione tratta dal sito Risorse Danza.
  8. Cit. da Sacred spirit dance.
  9. Cit. da Quote Garden tradotta da Aforismario.
  10. Cit. da Les corps émouvants tradotta da Aforismario.
  11. Il Burning Man è un festival di otto giorni che si svolge ogni anno dal 1991 a Black Rock City, nello Stato del Nevada.
  12. Citazione tratta dal sito Dance Village.
  13. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Musica e Musicisti

Nessun commento: