2015-09-26

Scienza e Religione, Ragione e Fede - Frasi e citazioni

Raccolta di aforismi e pensieri sul rapporto - spesso contrastato - tra scienza e religione, scienza e fede, e tra ragione e fede. Ovviamente a ognuno di questi argomenti è stata dedicata un'intera pagina di citazioni che puoi trovare facendo una ricerca nel sito oppure sfogliando le sezioni "Scienza" e "Religione" del menu a destra.
La religione senza la scienza è cieca, la scienza senza la religione è zoppa. (Albert Einstein)
1. Scienza e Religione
© Aforismario

Non c'è niente di male nella scienza. Io tra l'aria condizionata e il papa, scelgo l'aria condizionata.
Woody Allen, Harry a pezzi, 1997

Ci sono società che non hanno né scienza, né arte né filosofia. Ma non c'è mai stata una società senza religione.
Henri Bergson, Le due sorgenti della morale e della religione, 1932

Il ruolo della religione è da sempre quello di colmare le lacune che la scienza non riesce a spiegare.
Dan Brown, Angeli e demoni, 2000

La scienza e la religione sono due discipline assolutamente compatibili, due approcci diversi per trovare un'unica verità
Dan Brown, Angeli e demoni, 2000

Scienza e religione non sono in conflitto. Ma la scienza è ancora troppo giovane per capire.
Dan Brown, Angeli e demoni, 2000

La scienza ha questo in comune con la religione: induce l'uomo a credere che essa lavori in suo favore.
Francesco Burdin, Un milione di giorni, 2001

La caducità delle teorie scientifiche le rende disprezzabili, ma quanto sono caduche le grandi religioni universali, se le misuriamo su ciò che le ha precedute!
Elias Canetti, La provincia dell'uomo, 1973

È stata la scienza a ingrandire l'idea di Dio, non la religione.
Pino Caruso, Ho dei pensieri che non condivido, 2009

Non vorrei che le religioni fossero avverse a ogni progresso scientifico perché temono che si scopra che Dio non c'è.
Pino Caruso, Ho dei pensieri che non condivido, 2009

La proposizione scientifica presenta un'alternativa secca: o la si capisce o no. La proposizione filosofica, invece, è suscettibile di intellezione crescente. La proposizione religiosa, infine, è ascesa verticale che permette di osservare lo stesso paesaggio da altezze differenti. La scienza contrappone ignoranti a sapienti. La filosofia suddivide per grado discepoli e maestri. Per il cristianesimo, infine, il credo della beghina non differisce dal credo del santo. L'unico spazio in cui possiamo condividere
opinioni senza sentirci umiliati è una chiesa.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

Tra religione e scienza c'è piuttosto antipatia sentimentale che opposizione logica.
ibidem

La scienza condivide con la religione il convincimento di poter rispondere a profondi interrogativi sulle origini, sulla natura della vita e sul cosmo. Ma la rassomiglianza finisce qui. Le convinzioni scientifiche sono suffragate da prove e danno luogo a risultati, ma non è lo stesso per i miti e le credenze.
Richard Dawkins, Il fiume della vita, 1995

Le idee più belle della scienza nascono da un profondo sentimento religioso... Credo inoltre che questo tipo di religiosità sia l'unica esperienza religiosa creativa del nostro tempo.
Albert Einstein, su Forum, 1930

Secondo considerazioni storiche, si è propensi a ritenere scienza e religione antagonisti inconciliabili, e questo si comprende facilmente. L'uomo che crede nelle leggi causali, arbitro di tutti gli avvenimenti, se prende sul serio l'ipotesi della causalità, non può concepire l'idea di un Essere che interviene nelle vicende umane, e perciò la religione-terrore, come la religione sociale o morale, non ha presso di lui alcun credito; un Dio che ricompensa e che punisce è per lui inconcepibile perché l'uomo agisce secondo leggi esteriori ineluttabili e per conseguenza non potrebbe essere responsabile verso Dio, allo stesso modo che un oggetto inanimato non è responsabile dei suoi movimenti.
Albert Einstein, Come io vedo il mondo, 1934

A torto si è rimproverato alla scienza di insidiare la morale. La condotta etica dell'uomo deve basarsi effettivamente sulla compassione, la educazione e i legami sociali, senza ricorrere ad alcun principio religioso. Gli uomini sarebbero da compiangere se dovessero essere frenati dal timore di un castigo o dalla speranza di una ricompensa dopo la morte. Si capisce quindi perché la Chiesa abbia in ogni tempo combattuto la scienza e perseguitato i suoi adepti.
Albert Einstein, Come io vedo il mondo, 1934

Non è senza ragione che un autore contemporaneo ha detto che nella nostra epoca, votata in generale al materialismo, gli scienziati sono i soli uomini profondamente religiosi.
ibidem

La religiosità [dello scienziato] consiste in un estasiato stupore davanti all'armonia delle leggi di natura che gli rivela un'intelligenza così superiore che, al suo confronto, il pensiero sistematico e le imprese umane non sono che miseri riflessi... Non c'è dubbio che sia un sentimento molto vicino a quello provato dagli spiriti religiosi di ogni tempo.
Albert Einstein, Lo spirito religioso della scienza, su Mein Weltbild, 1934

Chiunque sia seriamente impegnato nella scienza si convince ben presto che nelle leggi di natura si manifesta uno spirito immensamente superiore a quello umano... L'impresa scientifica porta però a un sentimento religioso particolare, molto diverso dalla religiosità delle persone più ingenue.
Albert Einstein, lettera a una ragazza che chiedeva se uno scienziato prega, 1936

La religione senza la scienza è cieca, la scienza senza la religione è zoppa.
Albert Einstein, Conference on Science, Philosophy and Religion in Their Relation to the Democratic Way of Life, 1941

Non ho trovato una parola migliore di 'religione' per definire la fiducia nella natura razionale della realtà, per quanto sia accessibile alla ragione. Ogni volta che questo sentimento è assente, la scienza degenera in un piatto empirismo.
Albert Einstein, lettera a Maurice Solovine, 1951

Non credo in un Dio personale e non ho mai nascosto questa mia convinzione, anzi l'ho espressa chiaramente. Se c'è in me qualcosa che si può definire sentimento religioso, è proprio quella sconfinata ammirazione per la struttura del mondo nei limiti in cui la scienza ce la può rivelare.
Albert Einstein, lettera a un ammiratore, 1954

Non sarebbe possibile dissolvere ogni timore intorno alle cose di maggior importanza se non si sapesse quale sia la natura dell'universo, ma si vivesse in sospettoso timore delle cose che ci raccontano i miti; non sarebbe possibile cogliere i piaceri nella loro purezza senza la scienza della natura.
Epicuro, Massime capitali, IV-III sec. a.e.c.

[La scienza] ha molti nemici dichiarati, e più ancora sono i suoi nemici nascosti, che non possono perdonarle di aver indebolito la fede religiosa e di minacciare di abbatterla.
Sigmund Freud, L'avvenire di un'illusione, 1927

L'intenzione delle Spirito Santo essere d'insegnarci come si vadia al cielo, e non come vadia il cielo.
Galileo Galilei, lettera a Cristina di Lorena Granduchessa di Toscana, 1615 [1]

Oggi la scienza, non in chi la pratica, ma in chi (e siamo tutti noi) ripone in essa speranze, se non di salvezza, certamente di salute, guarigione, progresso, crescita, continua ad alimentarsi di ideologia religiosa, anche se la sua pratica effettiva prescinde da questa ideologia e procede come se Dio non fosse.
Umberto Galimberti, D la Repubblica delle Donne, 2006

Se la Chiesa è stata, a volte, contro la scienza, la causa risiede nella cattiva lettura che ha fatto della Bibbia.
Jean Guitton (con Jacques Lanzmann), Coloro che hanno creduto e coloro che non credono, 1994

C'è una fondamentale differenza tra la religione, che è basata sull'autorità, e la scienza, che è basata su osservazione e ragionamento. E la scienza vincerà perché funziona.
Stephen Hawking, su la Repubblica, 2010

L’unico vero modo per conciliare scienza e religione è di istituire qualcosa che non sia scienza e qualcosa che non sia religione.
Henry Louis Mencken, Trattato sugli Dei, 1930

Apprezzo la religione per le intenzioni e la scienza per i risultati.
Gianni Monduzzi, Orgasmo e pregiudizio, 1997

Appartiene all'essenza della cultura superiore pluricorde di essere sempre falsamente interpretata da quella inferiore; ciò che per esempio accade anche quando l’arte è considerata una forma camuffata di religiosità. Anzi, le persone che sono soltanto religiose, concepiscono persino la scienza come ricerca del sentimento religioso, così come i sordomuti non sanno che cosa sia la musica se non movimento visibile.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano, 1878

Fra la religione e la vera scienza non esiste parentela, né amicizia e neanche inimicizia; esse vivono su pianeti diversi. Ogni filosofia che fa brillare nel buio delle sue vedute ultime una coda di cometa religiosa, rende di per sé sospetto tutto ciò che essa presenta come scienza: tutto ciò è presumibilmente ancora religione, sebbene agghindata da scienza.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano, 1878

La scienza moderna ha come scopo: meno dolore possibile, vita più lunga possibile − cioè una specie di eterna beatitudine, in verità molto modesta in confronto con le promesse delle religioni.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano, 1878

Finché ci saranno religioni ci saranno guerre di religione, come ci sono sempre state e ci sono. Mentre invece non ci sono guerre di scienza, né ci sono mai state, perché la scienza è una sola: magari non santa, ma certo katholika, nel senso letterale di “universale”.
Piergiorgio Odifreddi, Perché non possiamo essere cristiani, 2007

Quando ti poni tante domande è filosofia, quando cerchi tante soluzioni è scienza, quando hai una risposta per tutto è religione.
Flavio Oreglio, Non è stato facile cadere così in basso, 2007

Più la scienza allarga i confini dell'universo, più gli abitanti della Terra sentono il richiamo della religione.
Riccardo Pazzaglia, Il brodo primordiale, 1985

Scienza e religione non sono in contrasto, ma hanno bisogno l'una dell'altra per completarsi nella mente di ogni uomo che seriamente rifletta. Non è certo un caso che proprio i massimi pensatori di tutti i tempi siano stati anche nature profondamente religiose, benché non svelassero volentieri il sacrario del loro animo.
Max Planck, Legge di causalità e libero arbitrio, 1923

Ci sono degli eccessi nella scienza come ce n'e nella religione. Un uomo ragionevole non perde la testa né per l'una né per l'altra.
Cari Sagan, Contact, 1985

Ci sono molte interpretazioni delle Scritture e molte interpretazioni del mondo naturale. Entrambi sono stati creati da Dio, perciò devono essere compatibili l'uno con l'altro. Dovunque sembra esistere una discrepanza, o uno scienziato o un teologo – forse tutt'e due – non ha fatto bene il suo lavoro.
Cari Sagan, Contact, 1985

La scommessa della scienza è di scoprire la chiave capace di aprire tutte le porte, fino all'ultima che custodisce il numero d'oro, la formula finale, la legge che chiarisce e svela l'ultima incognita. Ecco perché la Chiesa non si sente insidiata dalla scienza: perseguono infatti lo stesso obiettivo.
Eugenio Scalfari, su L'espresso, 2006

Dio ha dato agli uomini la scienza perché potessero gloriarsi delle sue meraviglie.
Siracide, Antico Testamento, II sec. a.e.c.

Uno dei doni più grandi che la scienza ha fatto al mondo è la continua eliminazione del soprannaturale.
James Dewey Watson, In principio fu il Verbo o il Dna?, su Corriere della sera, 2006

Le religioni muoiono quando è dimostrato che sono vere. La scienza è l’inventario delle religioni morte.
Oscar Wilde, Frasi e filosofie a uso dei giovani, 1894

La mente umana si è evoluta per credere negli dèi, non si è evoluta per credere nella biologia.
Edward Osborne Wilson, Consilience: The Unity of Knowledge, 1998

C’è chi sostiene che la Scienza sia nata dalla curiosità. Questo non spiega però come mai nel corso dei diecimila anni trascorsi dall'alba della civiltà a Galilei questa curiosità non abbia saputo far nascere la Scienza. Tocca a noi, scienziati credenti, ricordare con chiarezza come stanno le cose con le origini della Scienza. Per vedere se l’esercizio di questa attività implichi la pratica dell’Ateismo. E’ nel seno della Chiesa di Cristo che ha avuto origine la Scienza. Essa non è nata nella cultura del Caos né in quella dell’Ateismo. Era necessario amare la Natura per considerare le pietre oggetti degni di studio.
Antonino Zichichi, Perché io credo in Colui che ha fatto il mondo, 1999

Scoprire una verità scientifica è come mettersi a colloquio con il Creatore.
ibidem

La bellezza e il bene sono del cielo. La scienza è sulla terra e striscia. (Odilon Redon)
Immagine: L'occhio, come un pallone bizzarro,
si dirige verso l'infinito, Odilon Redon, 1882
2. Scienza e Fede
© Aforismario

L'uomo incontra Dio dietro ogni porta che la scienza riesce ad aprire.
Anonimo (attribuito ad Albert Einstein - cfr. citazione di papa Pio XII)

Il rapporto tra scienza e fede è da sempre conflittuale... come l'acqua e l'olio, irriducibili nemici inconciliabili tra loro.
Dan Brown, Angeli e demoni, 2000

Chi ha più bisogno di Dio? Nessuno! La scienza è Dio.
ibidem

La guerra tra scienza e fede infuria ancora: si è solo spostata dai campi di battaglia ai consigli di amministrazione.
Dan Brown, Angeli e demoni, 2000

La scienza mi dice che deve esserci un dio, la mente che non lo comprenderò mai, e il cuore che non sono tenuta a farlo.
Dan Brown, Angeli e demoni, 2000

La religione ebraica è innanzitutto sublimazione dell'esistenza quotidiana... A ben vedere, non richiede ai suoi aderenti un atto di fede, nel senso che comunemente si dà a questa espressione. Perciò la nostra visione del mondo non è mai stata in conflitto con quella della scienza.
Albert Einstein, su Forum, 1930

La scienza, contrariamente a un'opinione diffusa, non elimina Dio. La fisica deve addirittura perseguire finalità teologiche, poiché deve proporsi non solo di sapere com'è la natura, ma anche di sapere perché la natura è così e non in un'altra maniera,
Albert Einstein (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Chi non ammette l'insondabile mistero non può essere neanche uno scienziato.
ibidem

Credo che scienza e fede operino su due piani completamente diversi: la scienza si basa sull'esperimento, sull'osservazione e sull'interpretazione dei fatti tramite le conoscenze della fisica, quindi si basa sulla ragione. La fede è invece, per l'appunto, un atto di fede: la fede uno ce l'ha o non ce l'ha.
Margherita Hack, Intervista dell'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, 2001

L'idea di un Dio impersonale sarà più accettabile per la ragione, ma è pur sempre una scappatoia per spiegare quello che la scienza non sa ancora spiegare.
Margherita Hack, Intervista di Donatella Mattalia, su Panorama, 2005

La colpa di Eva è stata quella di voler conoscere, sperimentare, indagare con le proprie forze le leggi che regolano l'universo, la terra, il proprio corpo, di rifiutare l'insegnamento calato dall'alto, in una parola Eva rappresenta la curiosità della scienza contro la passiva accettazione della fede.
Margherita Hack, Le mie favole, 2008

La Chiesa cattolica può insegnare. Sebbene il suo edificio dottrinale sia venuto in molti punti in conflitto con le scienze esatte e con l'indagine scientifica, essa non è disposta a sacrificare nemmeno una sillaba dei suoi insegnamenti. Ha riconosciuto molto bene che la sua forza di resistenza non consiste in un adattamento più o meno grande ai temporanei risultati della scienza, in realtà eternamente oscillanti, ma nel tener fermi i dogmi stabiliti e fissati, i quali conferiscono al tutto il carattere d'una fede.
Adolf Hitler, La mia battaglia, 1925/26

La pretesa di risolvere il discorso sulla vita e il suo senso in chiave scientista, e quindi di dichiarare chiuso il discorso su Dio e sul mondo spirituale perché non materialmente sperimentabili, appare come un'opzione a sua volta dettata dalla fede, da una particolare fede filosofica improntata al materialismo e al riduzionismo.
Vito Mancuso, Io e Dio, 2011

La teologia cristiana - come ogni altra teologia - non è soltanto contraria allo spirito scientifico, lo è anche ad ogni altro tentativo di pensiero razionale.  
Henry Louis Mencken, Trattato sugli dèi, 1930

In un mondo tecnologico e in un’èra scientifica, in cui una comunità transnazionale di ricercatori seri e colti si danna l’anima per cercare risposte concrete e precise a domande sensate e profonde sull'universo, sulla vita e sull'uomo, la Chiesa non trova infatti di meglio che riproporre in maniera immutata e immutabile le sue favole mediorientali e le sue formule scolastiche
Piergiorgio Odifreddi, Perché non possiamo essere cristiani, 2007

La scienza vera, contrariamente ad avventate affermazioni del passato, quanto più avanza, tanto maggiormente scopre Dio, quasi Egli stesse vigilando in attesa dietro ogni porta che la scienza apre.
Eugenio Maria Giuseppe Giovanni Pacelli (papa Pio XII), discorso alla Pontificia Accademia delle Scienze, 1951 [2]

Vana e folle è la pretesa di certi uomini che affermano la propria fede essere più scientifica di quella di altri. Fede e scienza non hanno nulla di comune, ed in quella non può esservi più o meno di questa.
Vilfredo Pareto, Manuale di economia politica, 1906

La bellezza e il bene sono del cielo. La scienza è sulla terra e striscia.
Odilon Redon, A sé stesso, 1869

È sempre imprudente per una fede fare il proprio nido in un angolo oscuro della scienza.
Jean Rostand, Pensieri di un biologo, 1954

Cosa ha veramente fatto la scienza per noi? [...] Siamo davvero più felici? Non parlo soltanto di ricevitori olografici e di uva senza vinaccioli. Siamo fondamentalmente più felici? O gli scienziati ci corrompono con inezie, con gingilli tecnologici, mentre indeboliscono la nostra fede?
Cari Sagan, Contact, 1985

Ci salviamo dalla sconcertante varietà dei singoli fenomeni ricorrendo alla regolarità ingannatrice dei sistemi naturalistici; dall'inafferrabilità brumosa dei destini umani appellandoci alla chiarezza cangiante di considerazioni filosofiche; dagli enigmi sconvolgenti dell'infinito valendoci dei simboli svettanti del divino, tra le cui ombre dense il tormento del dubbio si placa nella remissività della fede: e così siamo in fuga perenne dalla verità caotica, che non saremmo in grado né di cogliere né di tollerare, verso l'ingannevole consolazione di un mondo arbitrariamente ordinato.
Arthur Schnitzler, Il libro dei motti e delle riflessioni, 1927

La scienza è fede? Sì. Per avere potenza sul mondo, la scienza ha rinunciato da tempo ad essere "verità", nel senso attribuito a questa parola dalla tradizione filosofica. La scienza è divenuta sapere ipotetico. Sa di non essere sapere assoluto ("verità", appunto) – e in questo senso non è fede ma dubbio –, tuttavia per aver potenza sul mondo deve aver fede nella propria capacità di trasformarlo; ed è all'interno di questa fede che essa elabora, risolve o conferma i propri dubbi.
Emanuele Severino, Le fedi e la lotta per il potere, su Corriere della sera, 2007

L’unico modo possibile per la scienza di stabilire un rapporto serio con la fede, è quello di studiarla.
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

Riuscire a fare un esperimento di stampo galileiano e scoprire una verità scientifica corrisponde a saper porre una domanda e ad avere la risposta giusta da Colui che ha fatto il mondo. È come mettersi a colloquio con il Creatore. La Scienza è sorgente di valori che sono in comunione, non in antitesi, con la Fede.
Antonino Zichichi, Perché io credo in Colui che ha fatto il mondo, 1999

La Grande Alleanza tra Scienza e Fede è l’unica sorgente di speranza per tutti, credenti e non credenti, affinché le Emergenze Planetarie possano essere affrontate e risolte nel Terzo Millennio.
ibidem

La Scienza si presenta oggi, alla cultura del nostro tempo, come il baluardo più potente per corroborare di Verità quella Fede galileiana nella natura, quale portatrice delle impronte del Creatore.
Antonino Zichichi, Perché io credo in Colui che ha fatto il mondo, 1999

La Scienza è dono di Dio: chi ce l’ha è scienziato. Se non ha avuto il dono della Fede sarà uno scienziato ateo, se ha avuto il dono della Scienza e quello della Fede sarà uno scienziato credente. Dio non ha voluto dare a tutti il dono della Fede, esattamente come non a tutti ha dato gli altri doni.
Antonino Zichichi, Perché io credo in Colui che ha fatto il mondo, 1999

La Scienza è nata da un atto di Fede.
ibidem

Nata con un atto di Fede nel Creato, la Scienza non ha mai tradito il Padre Suo. Essa ha scoperto - nell’Immanente - nuove leggi, nuovi fenomeni, inaspettate regolarità, senza però mai scalfire, anche in minima parte, il Trascendente.
Antonino Zichichi, Perché io credo in Colui che ha fatto il mondo, 1999

La Scienza si presenta oggi, alla cultura del nostro tempo, come il baluardo più potente per corroborare di Verità quella Fede galileiana nella natura, quale portatrice delle impronte del Creatore.
Antonino Zichichi, Perché io credo in Colui che ha fatto il mondo, 1999

La fede comincia là dove la ragione finisce. (Søren Kierkegaard)
3. Fede e Ragione
© Aforismario

La ragione dell'uomo è debole e può essere tratta in inganno; la vera fede non lo può, mai.
Anonimo, Imitazione di Cristo (attribuito a Tommaso da Kempis e altri), XV sec.

È evidente che chiunque ne ha bisogno per la sua felicità, per la sua vita, deve rinunciare alla ragione, e ritornare se può, alla fede ingenua, cieca, stupida; ripetere con Tertulliano e con tutti i credenti sinceri queste parole che riassumono la quintessenza stessa della teologia: Credo quia absurdum. Allora ogni discussione cessa, e rimane la stupidità trionfante della fede.
Michail Bakunin, Dio e lo Stato, 1871 (postumo, 1882)

Se la ragione ci è stata offerta dal Cielo e lo stesso si può dire della fede, allora il Cielo ci ha presentato due doni incompatibili e contraddittori.
Denis Diderot, Aggiunta ai Pensieri filosofici, 1762

Oggi la ragione ha trovato la sua più alta espressione nella scienza che non confligge con la fede, solo se la fede rinuncia a proporsi come verità.
Umberto Galimberti, D la Repubblica delle Donne, 2007

Si, vi sono argomenti sui quali la ragione non può portarci lontano e che dobbiamo accettare per fede. La fede allora non contraddice la ragione, ma la trascende.
Mohandas Gandhi, Antiche come le montagne, 1958 (postumo)

La fede è una specie di sesto senso che agisce nei casi che sono oltre la ragione.
ibidem

Chi cerca di conciliare la ragione con la fede, o non ha sufficiente ragione o non ha abbastanza fede.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

La fede nasce dalla ragione che dubita di se stessa.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

La fede non esclude, ma supera la ragione.
ibidem

La fede è un'oasi nel cuore, dove non giungerà mai la carovana del pensiero.
Kahlil Gibran, Sabbia e spuma, 1926

Fede e sapere si contrappongono.
Karl Jaspers, Psicologia delle visioni del mondo, 1919

La fede comincia appunto là dove la ragione finisce.
Søren Kierkegaard, Timore e tremore, 1843

La mente intelligente è una mente curiosa: non è soddisfatta delle spiegazioni né dalle conclusioni, e non si abbandona alla fede, perché anche la fede è una forma di conclusione.
Bruce Lee, Pensieri che colpiscono, 2000 (postumo)

Ci sono due tipi di uomini sulla terra: quelli che hanno la ragione senza la religione, e quelli che hanno la religione senza la ragione.
Abu’l-Ala' al-Ma’arri, XI sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

C'è una fede che si arricchisce dei concetti della ragione, e c'è una ragione che si arricchisce dei doni della fede.
Battista Mondin, Storia della metafisica, 1998

Passare dai fantasmi della fede agli spettri della ragione è solamente un cambiare di cella.
Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

A metà strada tra la fede e la critica c’è l’ostello della ragione. La ragione è la fede in ciò che si può comprendere senza fede; ma è anche essa una fede, perché comprendere implica presupporre che esista qualcosa di comprensibile.
Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

Quando si perde la fede, si comincia ad acquistare la ragione.
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

Là dove finisce la fede comincia la ragione.
ibidem

La fede è il tappo della ragione.
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

La fede e la ragione sono come le due ali con le quali lo spirito umano s’innalza verso la contemplazione della verità.
Karol Wojtyła (papa Giovanni Paolo II), Fides et Ratio, 1998

La fede non teme la ragione, ma la ricerca e in essa confida.
ibidem

La fede chiede che il suo oggetto venga compreso con l’aiuto della ragione; la ragione, al culmine della sua ricerca, ammette come necessario ciò che la fede presenta.
Karol Wojtyła (papa Giovanni Paolo II), Fides et Ratio, 1998

Ragione e Fede non sono in antitesi. Esse sono entrambe doni di Dio. Colui che ha fatto il mondo ci ha dato un privilegio unico: quello della Ragione. Usando la Ragione nella sfera immanentistica, l’uomo scopre la Logica Matematica e la Scienza. Usandola nella sfera della nostra esistenza trascendentale, l’uomo scopre la Teologia.
Antonino Zichichi, Perché io credo in Colui che ha fatto il mondo, 1999

Fede e Ragione sono in alleanza e portano a Dio.
Antonino Zichichi, Perché io credo in Colui che ha fatto il mondo, 1999

Note
  1. Galileo Galilei cita il cardinale Cesare Baronio (1538-1607)
  2. La citazione di papa Pio XII è diffusa nella seguente forma abbreviata: "La vera scienza scopre Dio dietro ogni porta". Tale variante ha avuto certamente diffusione dopo la sua pubblicazione nel libro di Dan Brown Angeli e demoni (2000).
  3. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Fede - Religione - Scienza

Nessun commento: