2015-09-02

Marilyn Monroe - 110 frasi e citazioni

Selezione delle frasi più belle di Marilyn Monroe (nome d'arte di Norma Jean - Los Angeles 1926 - 1962) tratte da interviste e da film. È necessaria, però, una premessa. La maggior delle citazioni attribuite a Marilyn Monroe che si trovano su internet, non sono verificate, cioè non hanno alcuna fonte certa; tra queste, buona parte non sono mai state pronunciate dalla diva hollywoodiana, ma gli sono state attribuite dai suoi tanti fan; e più passa il tempo, più il numero di queste frasi aumenta. Del resto, non è facile rintracciare le fonti originali delle tante interviste rilasciate da Marilyn Monroe nel corso degli anni alle più disparate riviste e televisioni di tutto il mondo. Pertanto, la seguente raccolta è stata suddivisa in tre paragrafi: nel primo, sono riportati i pensieri tratti da interviste che hanno fonti certe o molta probabilità di essere autentiche; nel secondo sono riportate le battute cinematografiche; nel terzo, tutte quelle frasi sparse nel web che non hanno alcun riscontro e i cui veri autori sono per lo più sconosciuti.
In conclusione di questa premessa, una omaggio di Carlo Lucarelli: "Marilyn ci ha lasciato col suo volto sorridente e assente, dalle mille interpretazioni. Un volto enigmatico, come la Gioconda. Due volti che troviamo spesso a rappresentare due periodi diversi dell'arte, il Rinascimento e il Contemporaneo. Marilyn e la Gioconda: due volti, due sorrisi misteriosi".
Marilyn Monroe (Norma Jeane Baker) - Los Angeles 1926 - 1962
Attrice, cantante e modella statunitense
Interviste
Selezione Aforismario

A Hollywood la virtù di una ragazza è molto meno importante della sua acconciatura di capelli. Vieni giudicata da come sembri e non per quello che sei.

A volte la gente vuole capire se sei vera. Ti osservano e vedono in te qualcosa del tutto estraneo alla loro vita quotidiana. E questo è spettacolo, giusto?

A volte penso che sarebbe meglio evitare la vecchiaia e morire giovane. Ma vorrebbe dire non completare la propria vita, non riuscire a conoscersi completamente.

Alle volte credo che le uniche persone che mi stanno intorno e che ascoltano davvero i miei problemi sono coloro che pago. Questo mi rende triste. Perché non posso avere intorno a me per tutto il tempo che voglio amici che non vogliano nulla da me?

Amo sembrare naturale nei miei film. Amo le persone che con un sentimento o con l’altro ci mostrano la propria vita interiore. Mi piace vedere che qualcosa accade davvero dentro di loro.

Avere qualcuno a cui poter dire "A domani" tutte le notti non è una cosa da poco. È mettersi a letto e sapere che anche se ci si sente soli, non si è mai soli.

Ci sono dei momenti in cui penso: “Tutto quello che devo fare è essere vera”. Ma alle volte non accade così facilmente e porto con me questo sentimento segreto in cui mi sento falsa o insulsa.

What do I wear in bed? Why, Chanel No. 5, of course.
Cosa metto quando vado a letto? Qualche goccia di Chanel n°5, ovviamente

È facile togliersi i vestiti e fare sesso. Le persone lo fanno continuamente. Ma aprire la tua anima a qualcuno, lasciarlo entrare nelle tue paure, nel tuo futuro, nel tuo sorriso, questo è essere nudi.

È meglio essere infelici da soli che essere infelici con qualcuno.

Essere un’attrice non è mai stato tanto divertente quanto sognare di diventarlo.

Gli uomini convinti del fatto che gli amori passati di una donna sminuiscano in qualche maniera l’amore per loro, sono stupidi e deboli. Una donna sa portare nuovo amore per ogni uomo che ama, sperando che – alla fine – non siano un po’ troppi.

Gran parte degli uomini sono talmente orribili, meritano che se ne cavi tutto quanto si può!

Hollywood è un posto dove ti pagano mille dollari per un bacio e cinquanta centesimi per la tua anima.


I cani non mi hanno mai morso. Solo gli esseri umani.

I mariti non sono mai amanti così meravigliosi come quando stanno tradendo la moglie.

Il mio problema con la disperazione nel lavoro e nella vita è che devo di continuo fare fronte ad essa, facendo del mio lavoro una routine più continua e di maggiore importanza della mia disperazione.

Il sesso fa parte della natura, e io seguo la natura.

Il successo fa sì che fin troppe persone ti odino. Vorrei che non fosse così. Sarebbe meraviglioso godersi il successo senza vedere l'invidia negli occhi di chi ti circonda.

Io divento intelligente quando serve, ma alla maggior parte degli uomini non piace.

Io non so chi ha inventato i tacchi alti, ma tutte le donne gli devono molto.

La carriera è meravigliosa, ma non puoi stringerla nelle notti fredde.

La cosa che più mi fa paura di essere una stella è il fatto che tantissime persone che io non conosco possono essere così emotivamente coinvolte nei miei confronti. Voglio dire: se ti amano così tanto senza conoscerti di persona, allora possono anche odiarti alla stessa maniera.

La fama è volubile, lo so. Regala gratificazioni e inconvenienti, io li ho sperimentati entrambi.

La fama suscita invidia. La gente inizia a dire: “Chi crede di essere questa Marilyn Monroe?”. La notorietà dà il privilegio agli altri di venire da te a dirti qualsiasi cosa, come se non urtasse i tuoi sentimenti, ma solo i tuoi vestiti.

La gente non mi vede! Vede solo i suoi pensieri più reconditi e li sublima attraverso di me, presumendo che io ne sia l'incarnazione.

La vera bellezza e femminilità non conosce età e non può essere inventata. Il vero glamour non può essere costruito.

Lascio agli altri la convinzione di essere i migliori, per me tengo la certezza che nella vita si può sempre migliorare.

Le persone dolci non sono ingenue. Né stupide. Né tantomeno indifese. Anzi, sono così forti da potersi permettere di non indossare alcuna maschera. Libere di essere vulnerabili, di provare emozioni, di correre il rischio di essere felici.
Bellezza e femminilità sono senza età e non si possono inventare.
Il vero glamour non può essere costruito, si basa sulla femminilità.
(Marilyn Monroe - foto: Sam Shaw © 1957)
Mi è capitato spesso di finire su un calendario. Ma mai per una data precisa.

Mi piace la gente. Il pubblico mi spaventa, ma ho fiducia nella gente.

Mi piacciono molto gli animali. Se parli a un cane o a un gatto non ti dice mai di stare zitta.

Mi piacerebbe essere qualcosa di diverso dalla bionda stupida che gli altri dicono io sia: un feticcio erotico con delle enormi tette.

Mi sento davvero a mio agio solo quando sono nuda.

Mi vesto per gli uomini. Le donne guardano ai tuoi abiti in maniera critica, gli uomini li apprezzano.

Nessuno mi diceva mai che ero carina quando ero piccola. Bisognerebbe dirlo a tutte le ragazzine, anche se non lo sono.

Noi tutti dovremmo cominciare a vivere prima di diventare troppo vecchi. La paura è stupida. È così che nascono i rimpianti.

Non basta andare a letto per diventare una star. Ci vuole di più, molto di più. Però aiuta.

Non cammino per sedurre o provocare, ma per spostarmi.

Non desidero essere intenzionalmente scortese con qualcuno, ma non puoi mai essere troppo gentile con le persone con cui lavori, altrimenti queste ti calpesteranno a morte.

Non desidero nient'altro, uomini, denaro, amore, ma solo il talento per recitare.

Non ero mai felice da piccola, così la felicità non è qualcosa che io ho mai dato per scontato. Sono cresciuta in maniera molto differente rispetto alla media dei bambini americani che sono fatti crescere nell'aspettativa di essere felici.

Non mi interessa se questo è un mondo governato dagli uomini, fino a quando io potrò essere una donna.

Non mi interessano i soldi, voglio solo essere meravigliosa.

Quando ero piccola, nessuno mi diceva mai che ero carina; bisognerebbe dirlo a tutte le ragazzine, anche se non lo sono.

Quando sono Marilyn Monroe voglio dimenticare Norma Jean e – qualche volta – funziona.

Quella bambina triste che è cresciuta troppo in fretta non esce mai dal mio cuore. Nonostante tutto il successo intorno a me, sento ancora i suoi occhi spaventati guardare fuori dal mio corpo.

Sapevo di appartenere al pubblico e al mondo, non per il talento o la bellezza, ma perché non ero mai appartenuta a nient'altro o a nessun altro.

Se avessi rispettato tutte le regole, non sarei arrivata da nessuna parte.

Se sei famosa la gente crede di avere il diritto di dirti in faccia qualunque cosa, come se questo non potesse ferirti.

Se sono diventata una stella lo devo al pubblico. Nessuno Studio, nessuna persona mi ha reso tale. Soltanto la gente.

Spesso è sufficiente stare accanto a qualcuno. Non ho bisogno di toccarlo. Nemmeno di parlare. Un sentimento passa attraverso di noi e non mi sento sola.

Sto cercando di dimostrare a me stessa che sono una persona. Poi, forse, mi convincerò di essere un’attrice.

Tutti veniamo alla luce con la nostra sessualità, grazie a Dio, ma è un peccato che così tanta gente disprezzi e soffochi questo dono naturale. L'arte, la vera arte, viene da lì, come ogni cosa.

Un'attrice non è una macchina, ma ti trattano come una macchina. Una macchina da soldi.

Un sex symbol diventa un oggetto, questo è il guaio. Ma se dovessi essere il simbolo di qualcosa, preferirei esserlo del sesso piuttosto che di tante altre cose di cui esistono simboli.

Una donna non può restare sola: ha bisogno di un uomo. Un uomo e una donna possono sostenersi e darsi forza. Non si può fare tutto da sole.

Una volta celebri, potete leggere cose sul vostro conto, le idee di qualcun altro su di voi; ma ciò che conta – per sopravvivere, per affrontare giorno per giorno ciò che vi capita – è quel che pensate di voi stessi.

Voglio essere un’artista, non un feticcio erotico. Non voglio essere presentata al pubblico come un afrodisiaco di celluloide.

Vorrei essere felice. Ma chi lo è? Chi è felice?

Battute cinematografiche
Selezione Aforismario

Gli uomini preferiscono le bionde
Howard Hawks, 1953

Divento intelligente quando mi serve. Ma alla maggior parte degli uomini non piace.

Charles Coburn: Posso baciarle la mano?
Marilyn Monroe: Io dico sempre che il baciamano è una cosa distinta, ma che i diademi di brillanti durano per sempre.

Che vergogna quando arrivò l'idraulico. Io lì, tutta nuda nella vasca e non avevo
lo smalto sulle unghie! (Marilyn Monroe, Quando la moglie è in vacanza, 1955)
Quando la moglie è in vacanza
Billy Wilder, 1955

Le ragazze le fa tutte sceme? Crede che se una va ad una festa e vede un tale, uno di quei "Marcantoni" con il gilet fantasia che caracollano come stalloni, con lo sguardo "sono tanto bello, chi mi resiste donne?!" bé?! Lei crede che una debba cascare ai suoi piedi? Ma neanche per sogno! Glielo dico io!.. C'è anche un altro tale nella sala: incollato ad un angolo, forse un po' nervoso, impacciato, gli sudano le mani.. Da principio non lo degni, ma poi non so.. Senti che è buono, caro, delicato. Ti fa tanta tenerezza e dolcezza.. Questo sì che ti stende!

Che vergogna quando arrivò l'idraulico... Io lì, tutta nuda nella vasca e... non avevo lo smalto sulle unghie!

Sposarsi? Sarebbe peggio di stare al pensionato: dovrei ricominciare a tornare a casa entro l'una!

Marilyn Monroe: Questa la chiamano musica classica, vero?
Tom Ewell: Si.
Marilyn Monroe: L'ho capito perché non canta nessuno.

Marilyn Monroe: Mi faccia mettere qualcosa addosso: vado in cucina e mi vesto.
Tom Ewell: In cucina?
Marilyn Monroe: Sì, quando fa caldo così sa cosa faccio? Gli intimi li tengo in frigo.

Ma come hai imparato a baciare così? – Vendendo baci per il soccorso invernale.
Tony Curtis e Marilyn Monroe, A qualcuno piace caldo, 1959
A qualcuno piace caldo
Billy Wilder, 1959

È la storia della mia vita: se c'è una ciliegia col verme tocca sempre a me.

Oh, non m'importa che sia ricco. Basta che abbia uno yacht, il suo treno privato e il suo dentifricio personale.

Non sai come sono fatti: ti innamori, li ami davvero, pensi che sia l'idillio più bello dopo quello di Giulietta e Romeo, e sai che ti succede? Si fanno prestare i soldi per spenderli con altre donne o per scommettere alle corse... Poi una mattina ti svegli, lui se n'è andato e il sassofono con lui, e tutto quello che ti rimane è un paio di calzini vecchi e un tubetto di dentifricio tutto strizzato.

Marilyn Monroe : Aspetta da molto?
Tony Curtis: Non importa quanto si aspetta, ma chi si aspetta.

Tony Curtis: Le dispiace viaggiare all'indietro? Arriveremo un po' più tardi...
Marilyn Monroe: Non importa quando si arriva, ma con chi si arriva.

Tony Curtis: Ma come hai imparato a baciare così?
Marilyn Monroe: Vendendo baci per il soccorso invernale.

Gli spostati
John Huston, 1961

Marilyn Monroe: Non hai mai pensato di risposarti?
Clark Gable: Sì, ci ho pensato un’infinità di volte. Mai di giorno però.

Arrendersi non significa sempre essere deboli,
a volte significa essere forti abbastanza da lasciar perdere.
Frasi attribuite
Selezione Aforismario
Marilyn Monroe è sicuramente tra i personaggi celebri cui vengono attribuite il maggior numero di citazioni. Qui di seguito alcune di queste frasi assai diffuse su internet, ma i cui veri autori sono sconosciuti. Diciamo anche che tali precisazioni sono del tutto inutili, perché la maggior parte delle persone continuerà ad attribuirle al personaggio celebre che ama di più.
  • Arrendersi non significa sempre essere deboli, a volte significa essere forti abbastanza da lasciar perdere.
  • C’è un momento in cui devi decidere: o sei la principessa che aspetta di essere salvata o sei la guerriera che si salva da sé. Io credo di aver già scelto. Mi sono salvata da sola.
  • Date a una ragazza le scarpe giuste, e conquisterà il mondo.
  • Dicono che il denaro non faccia la felicità, ma se devo piangere preferisco farlo sul sedile posteriore di una Rolls Royce piuttosto che su quelli di un vagone del Metrò.
  • Continua a sorridere, perché la vita è una cosa bella e c'è tanto da sorridere.
  • È sempre meglio piangere in una Roll Royce, che in un tram affollato.
  • Fai in modo che la felicità sia il tuo unico vizio.
  • Il silenzio è l'unica risposta logica da poter dare agli stupidi.
  • Io voglio invecchiare senza lifting facciali. Io voglio avere il coraggio di essere leale al viso che mi sono creata.
  • L'imperfezione è bellezza, la follia è genialità, ed è meglio essere assolutamente ridicoli che assolutamente noiosi.
  • L'unico motivo per cui potrei morire per un uomo sarebbe dal ridere.
  • Le donne sono dotate di due armi formidabili: il trucco e le lacrime. Fortunatamente per gli uomini, non possono essere utilizzate contemporaneamente.
  • Le persone dolci non sono ingenue. Né stupide. Né tantomeno indifese. Anzi, sono così forti da potersi permettere di non indossare alcuna maschera. Libere di essere vulnerabili, di provare emozioni, di correre il rischio di essere felici.
  • Non accettate le briciole. Ci hanno fatto donne, non formiche.
  • Non è il viso che colpisce, ma le espressioni. Non è il corpo che ci piace, ma il modo in cui si muove. Spesso, non è l’aspetto fisico che ci attrae, ma sono i modi di fare di una persona. 
  • Non ci sono donne che non amano il profumo, ci sono donne che non hanno trovato il loro profumo.
  • Non essere gelosa se vedi il tuo ex con un'altra, perché la mamma ci ha insegnato che bisogna sempre dare i giocattoli usati ai meno fortunati.
  • Non piangere mai per un uomo, ti si sbava il trucco. E il mio mascara vale di più di uno stupido maschio.
  • Non posso farmi condizionare dalle regole: io vivo le mie emozioni. C'è solo un vero piacere: quello di vivere!
  • Quando un amore finisce, uno dei due soffre. Se non soffre nessuno, non è mai iniziato. Se soffrono entrambi, non è mai finito.
  • Se riesci a far ridere una donna le puoi far fare qualsiasi cosa.
  • Sono egoista, impaziente e insicura. Faccio degli errori, sono fuori controllo e a volte difficile da gestire. Ma se non puoi gestire la mia parte peggiore, allora sicuro come l'inferno non mi meriti quando sono al mio meglio.
  • Trova qualcuno che ti rovini il rossetto, non il mascara.
  • Voler essere qualcun altro significa sprecare la persona che sei. 
Libri di Marilyn Monroe consigliati da Aforismario
Fragments
Poesie, appunti, lettere 
Curatore S. Buchthal; B. Comment 
Traduttore G. Gatti 
Editore Feltrinelli, 2010

Questo libro, con tutti i suoi documenti inediti, rivela la complessità dell'anima che stava dietro l'immagine. Poesie, lettere, diari intimi, note prese a caso, testi che caricano l'immagine di quel volto bellissimo e radioso di un senso per molti insospettato e che invece è 'fuori serie', in senso contrario a come la immaginò Andy Warhol, che la fece 'seriale'; tutti questi testi emergono da questo libro che riunisce non ciò che Marilyn sembrava ma ciò che pensava. Ora, coniugare le sue apparenze visibili con quello che dietro di esse si nascondeva rende il suo volto e il suo corpo ancora più belli, più sognabili: sognare quella Marilyn che sognava di essere una farfalla.

Mi sento davvero a mio agio solo quando sono nuda 
Pensieri e parole sull'amore, sulla vita, sul sesso, sul cinema e su Hollywood
Curatore: Marco Spagnoli
Editore: Stampa Alternativa / Nuovi Equilibri, 2011

È dal desiderio di incontrare senza filtri Marilyn Monroe che nasce questo volumetto destinato a raccogliere e antologizzare alcuni pensieri e parole tratti dalle sue interviste e da frasi riportate da amici. Marilyn Monroe è, oggi, un’icona pop e resta nei nostri cuori come l’attrice più luminosa del ventesimo secolo.

Note
Sono gradite tutte le segnalazioni che possano contribuire a distinguere meglio le citazioni autentiche di Marilyn Monroe da quelle false.
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni di: Mae West

Nessun commento: