2015-10-29

Autori di Aforismi Inediti A-E

Elenco degli autori di aforismi inediti le cui iniziali del cognome dalla A alla E. Per leggere le istruzioni su come inviare i tuoi aforismi vai alla pagina principale degli Aforismi inediti. Tutti gli autori che riescono a pubblicare almeno 500 aforismi, avranno a disposizione un'intera pagina personale sul sito Aforismario.
Aforismi inediti by Aforismario
Michele Acanfora
(Napoli, 1983)
  1. La strada che porta a sentirsi liberi e fieri di se stessi è più vicina di quanto si crede. Solo attraverso le decisioni possiamo percorrerla e trarre beneficio delle nostre audaci azioni.
  2. Non importa riuscire ad ottenere per forza qualcosa di cui si desidera, l'importante è avere avuto il coraggio di perseguire ciò che si desiderava.
  3. Pur solo una piccola opera di bene, può rivelarsi grande, se è fatta con amore disinteressato. Se essa riscalda magicamente il cuore di chi la riceve, vale più di qualsiasi ricchezza materiale, donata senza amore.
  4. È proprio nel momento in cui si è più tristi e in difficoltà, a dover essere sensibili ai messaggi che ci arrivano dall'alto per illuminarci.
  5. Bisogna mettersi in gioco con coraggio e perseveranza, per non essere succhiati da situazioni in cui regna l’apatia e la tristezza. Queste, potrebbero inaridirci profondamente, allontanandoci dall’amore e dalla gioia. 
  6. Molte volte bisogna toccare il peggio per apprezzare il meglio.
  7. Ogni volta che si compie un’opera di bene, in cielo c’è qualcuno che ci sorride.
Fausto Acernese
  1. Chi ha tempo... beato lui.
Gustavo Acquaviva
  1. Se uno stupido tace, vuol dire che non è poi così stupido.
  2. Chi non lascia nulla al caso, non avrà altri che il suo buon senso a fargli compagnia.
  3. Ci vuole una gran faccia tosta per vivere felici.
Pasquale Adamo
(Bari, 1981)
  1. L’eccezione non è la conferma della regola, ma è la vita che rifiuta rigidi schemi. 
  2. La via di mezzo è la scusa della mediocrità. 
  3. L’uomo è come una pianta: l’amore è il concime della sua anima e la cultura il concime del suo intelletto.
  4. Non siate l’effetto del vostro passato, ma la causa del vostro futuro!
  5. Ogni volta che ci accontentiamo dicendoci: “è meglio di niente”, dovremmo ricordarci che è sempre meglio di niente.
Gionata Argelli
(Pontedera, 1969)
  1. Nell'illecito tutto è lecito.
  2. Vivi domani senza il ricordo di oggi così da poter vivere un nuovo ieri.
Franco Atzori
  1. In vino veritas... in birra dubitas...
Flora Aurora
  1. I diritti sono figli dei doveri.
Fiorenza Avolio
 (Napoli, 1988)
  1. I cani rincorrono i gatti perché gli invidiano la libertà.
  2. Respirando si nasce, sospirando si muore. 
  3. Ogni mattina è un quotidiano ripartorirsi.
  4. Il respiro è il momento che sta passando.
  5. L'amore è: stare con una persona per usufruire degli 8 watt di calore che produce.
  6. Consigliati come lo faresti a un amico.
  7. La risposta è il limite della domanda.
  8. Le grandi cose iniziano con una vertigine.
  9. Creare è trasformare la paura di morire in voglia di vivere.
  10. Tentar non nuoce, male che va c'è tutto il resto del mondo.
  11. Bisogna cambiare per poter rimanere se stessi.
  12. Il cane guarda con il naso.
Mirko Badiale
(Chiavari 1973) - Vai alla pagina con più di 500 aforismi di Mirko Badiale

Roberto Barbato
  1. Se non desideri il meglio, non avrai mai il meglio.
Marco Barbieri
(Garlasco, 1984)
  1. La stupidità è come il ketchup negli hamburger. Può essere coperta da altre cose, ma alla prima pressione salterà fuori e ti macchierà clamorosamente il vestito.
Elisa Bardi
(Grosseto, 1987)
  1. Peggio del suicidio c'è solo un mancato suicidio. Come si può continuare a vivere sapendo di aver voluto morire veramente? È come uccidersi l'anima imponendosi di vivere.
Francesca Barilli
(Parma, 1975)
  1. Rinuncio. Rinuncio a capire le persone. Cerco solo di confondere la mia vita con la loro cercando di mantenermi in equilibrio e di non farmi troppo male.
  2. Navighiamo in acque tempestose, cercando di mantenere la rotta, senza un faro ad illuminarci la meta.
  3. C'è un piccolo mondo, solo mio, in cui è racchiusa tutta la mia essenza, e chi vuole entrare deve togliersi le scarpe.
  4. La notte è il momento migliore, per pensare, per pregare, per amare. La notte è il momento migliore per capire chi sei.
Maria Barreca
(Reggio Calabria, 1955)
  1. L'umiltà è la ricchezza di una povertà.
Aimone Bassanelli
(Roma, 1992)
  1. Il presente è quell'attimo che già è passato.
  2. La fuga è solo un'apparenza, sarai come un'onda in mare, prima o poi ti ritroverai in qualche isola.
  3. L’amore cresce pian piano e finisce in un secondo solo.
  4. Quando pensi di aver trovato la felicità ti accorgi che è solo un momentaneo stato di benessere.
  5. Ci odiano coloro che non hanno capito come amarci.
  6. Scopriremo noi stessi solo quando avendo scoperto gli altri, capiremo quello che non vorremmo mai essere.
Enrico Bertot
  1. Dio e gli idioti non sbagliano mai, e se pensi di essere dio sei un idiota.
  2. Un pazzo è uno squilibrato malato, dieci pazzi un gruppo di squilibrati malati, cento pazzi sono sani.
  3. L'amore è comune, solo ogni innamorato è speciale... 
  4. Tutti siamo lucine lampeggianti, la chiave è vederci quando siamo accese.
  5. Il coraggio non è non avere paura, è non avere paura di avere paura.
Bobo
  1. A volte il pronostico è giusto ma la scommessa è persa perché la partita la sbagliano i giocatori che scendono in campo.
Luigi Bonezzi
(Cremona, 1932-1981)
  1. Non c'è fortuna per gli artisti.
Joseph Mathieu Bonomo
  1. L'unico traditore è il ricordo: i sentimenti muoiono e le persone cambiano.
Andrea Brembilla
(Calcinate, 1984)
  1. La felicità è come l'aria: tutti hanno il diritto di respirarla.
  2. La vita per alcuni è un campo di battaglia. Combattere o morire.
  3. In questa vita i sogni evaporano come acqua in una pozzanghera.
  4. Gli occhi parlano, le labbra si muovono meccanicamente un secondo dopo. Quel secondo fa la differenza.
  5. Se Dio non esistesse, bisognerebbe crearlo: non mi piace sprecare fiato insultando qualcuno che nemmeno esiste.
  6. La gente emargina per paura. Perché un diverso è uno specchio deformante in cui vedi te stesso.
  7. Fare l'impossibile sempre e comunque è l'unica maniera per esser certi di aver fatto tutto il possibile.
  8. Cerchiamo la felicità nell'oceano della complessità, scordandoci che l'arcobaleno è figlio di una singola goccia di rugiada.
Giulio Donato Broccoli
  1. La donna ha sempre ragione, fino a quando non incontra un uomo che la fa ragionare.
Mario Bucci
  1. La mente più facile da fuorviare è la nostra. Siamo artisti della corruzione di noi stessi.
  2. Non abbiamo tutto il tempo del mondo per smettere di soffrire, il dolore eccessivo può portare alla follia. Tutta la vita è solo un fottuto timer.
  3. Nostalgia... come sentire un profumo e non saperlo descrivere.
  4. Se non riusciamo a inquadrare il problema, probabilmente, il problema siamo noi.
  5. Non puoi pretendere la profondità da una pozzanghera.
  6. Se hai il sole dentro, non hai tuoni da temere.
Serena Bucci
  1. Il sole tramonta dove l'anima si nasconde...
Mirko Budini
(Roma, 1987)
  1. La pazzia è il coraggio che manca alla normalità.
  2. La speranza è la culla di chi non agisce.
Monica Caboni
  1. La vita è un biliardo e noi siamo le palle che rotolano a caso senza mai fare buca.
Jacopo Cafini
(Roma)
  1. La natura è il caricabatteria dell’anima
  2. “Oh, per favore, smettetela di dire non ho Tempo”. Perché non è il Tempo a controllare la vostre vite, siete voi a controllare il Tempo, plasmarlo, modificarlo e perfino annullarlo; i vostri  impegni e sentimenti  non sono forse direttamente proporzionali allo scorrere del Tempo stesso ? Ogni vostra azione, ogni vostra scelta, può spostare avanti o indietro, quella maledetta lancetta.
  3. Trasforma le avversità del momento nella coscienza di una vita intera.
  4. Da piccolo avevo paura del buio, ora mi ci rifugio per cercare ciò che non trovo.
  5. La verità è una diapositiva una percezione, che ci dice che la nostra non è vita ma ansia da prestazione.
  6. La vita è un dono, la sopravvivenza un premio.
  7. L’Olimpo ascolta Achille e non le preghiere di un poveraccio.
  8. Non vivo nel presente o nel futuro, ma nell'Intanto.
  9. Cosa è la vittoria se non il nome che diamo alla proiezione mentale di un’illusione.
  10. Visto che è tutto così effimero, ha senso se l’albero del tuo vicino è più prolifero? 
  11. Dicono che siamo uguali e liberi, Intanto il sogno americano sono i dollari quello africano i viveri.
  12. Ci dicono: “Ama il prossimo tuo “.  Ma come faccio a far pace con lui se ancora sto in guerra con me stesso.
  13. Cosa ci differenzia dagli animali? La domanda che ti stai ponendo.
  14. Finché il mare non avrà sommerso anche la punta del nostro Albero Maestro remeremo per il nostro verso.
  15. Lo sguardo è l'unica cosa che non invecchia mai.
  16. L’Attimo è come una rosa, lo cogli e punge.
  17. Accarezzare un animale è come accarezzare la propri anima, si è in pace con la natura del mondo.
  18. Ogni albero ha senz'altro una storia da raccontare, basta solo saperlo ascoltare.
  19. A volte una bestemmia è il modo più ingenuo di chiedere aiuto a Dio.
  20. Gli occhi dei bambini trasmettono un unico programma, La Meraviglia.
  21. La vita è un indovinello con troppe risposte.
  22. La creatività nasce quando l’anima si accorge di essere in cattività.
  23. “Insicurezza”: malattia di chi pensa troppo intensamente.
Aniello Calabrese
  1. Chi fa da sé… è single.
  2. I soldi non fanno la felicità, specialmente quando mancano.
  3. Un uomo libero è un uomo che si indigna.
  4. Innamorarsi della persona giusta è bellissimo, ma anche disinnamorarsi di quella sbagliata non è male.
  5. Guardando sbagliare s'impara.
  6. Amare non è uscire dalla solitudine, ma mettere in comune le proprie solitudini.
  7. Condividere dialogo ed esperienze è indice di affiatamento. Condividere il silenzio è indice di intimità.
  8. Non puoi aiutare il mondo se prima non accetti che esso ti deluderà.
  9. Essere superficiali non ci rende felici: semplicemente ci impedisce di capire quando siamo tristi.
  10. Troppo spesso proviamo ad esorcizzare la nostra paura di morire, dimenticandoci della nostra paura di vivere.
  11. Il tempo è la moneta che siamo meno disposti a spendere per comprarci la nostra felicità.
Pietro Italo Giovanni Calabrese
(Monte di Procida 1963)
  1. Gli uomini e le donne recitano sempre tranne nei momenti in cui sono se stessi, cioè quando litigano! 
  2. L’unica cosa perfetta pensata dopo Dio, l’hanno pensata le donne: il principe azzurro! 
  3. Ogni rivoluzione è una rivoluzione contro il buon senso delle casalinghe. 
  4. Le fotomodelle sono snelle e slanciate come gli spaventapasseri ed è per questo che spaventano l’uccello. 
  5. La donna comune non si sente trascurata perché non la ami, ma dice di sentirsi trascurata perché non ti ama più. 
  6. La donna comune ti ama per quello che vali o non vali, non per quello che sei. Se ti ama per quello che sei, semplicemente si sta accontentando. 
  7. In amore una persona fedele è una che tradisce solo col pensiero. 
  8. La differenza fra un uomo fedele ed un playboy è la seguente: il primo ripete sempre le stesse cose alla stessa donna; l’altro ha la fortuna di ripetere le stesse cose ogni volta ad una donna diversa. 
  9. L’innamoramento è il trionfo dell’apparire sull’essere e l’amore è la rivincita dell’essere sull'apparire. 
  10. La nascita ti apre gli occhi; l’amore te li chiude; il matrimonio te li riapre di nuovo e infine la morte chiude il ciclo, chiudendoli per sempre. 
  11. L’amore è solo reciproca incomprensione: le donne sono sempre troppo egoiste per sentirsi amate abbastanza e gli uomini sempre troppo egoisti per amare a sufficienza. 
  12. Diffidare sempre di quelli che dicono che l’amore è la cosa più importante, perché essi intendono sempre l’amore per se stessi.
  13. L’inverno più freddo è sempre quello del cuore. 
  14. I due sessi sono il più grande equivoco inventato dalla natura.
  15. La felicità è una conquista della ragione e del carattere, piuttosto che essere il risultato delle circostanze. 
  16. Nessuno è mai infelice perché non ha un presente, ma solo perché sente di non avere un futuro.
  17. La felicità è una creatura fragile la cui vita dura un attimo: giusto il tempo di soccombere ad un sospiro. 
  18. La verità è un indicibile privilegio di pochi perché quando diventa di tutti è solo luogo comune e banalità. 
  19. Se si vuole essere creduti non conviene mai dire la verità. 
  20. Accettare la verità è molto più difficile che scoprirla. 
  21. La storia ci ha insegnato che esistono solo due tipi di guerre giuste: quelle giuste e quelle per difendersi da queste!
  22. Diventare ricco è la principale aspirazione di chi non ha nessun talento. 
  23. Il lusso è sempre spreco e ingiustizia, perché nessuna civiltà può permettersi il lusso di tutti e non di pochi! 
  24. Oggi come oggi la ricchezza è la capacità di fare nuovi debiti. 
  25. Una persona bugiarda e una sincera hanno entrambe una bella faccia tosta: entrambe affermano di dire la verità ed in entrambi i casi ci vuole una bella faccia tosta!
  26. Puoi esser sicuro di fare qualcosa di profondamente giusto, solo se ti accorgi che stai facendo quello che non ti conviene.
  27. Il tempo è il più avaro dei tiranni: non ti concede un secondo nemmeno al prezzo di una vita! 
  28. Gli oppressi si credono sempre migliori degli oppressori: è questa la ragione per la quale diventano essi stessi oppressori. 
  29. Ma perché Dio dovrebbe metterci alla prova, dal momento che abbiamo sempre fallito tutte le prove? 
Andrea Calcagnile
(Copertino 1995)
  1. La vita è questa, o la riempi di gioie o sarà lei a riempirti di rimpianti e di tristezze.
  2. Nella vita potranno impedirti tutte le libertà, ma non potranno mai impedirti la libertà di sognare.
Matteo Calvano
 (Andria, 1991)
  1. Mai fidarsi di chi parla di libertà e di democrazia perché con queste parole ti ha reso schiavo.
  2. Si nasce come attori, crescendo si cerca di diventare registi ma si muore come comparse.
  3. Il Bene è limitato, infinito è il Male.
  4. L'ignoranza è sapere tutto ma non capire niente.
  5. Un orgoglio ferito sanguina veleno.
  6. Le prostitute hanno capite cose che le donne per bene ignorano.
  7. L'Arte è il nulla che diventa tutto.
  8. La verità è inutile, sono le bugie che ti fanno progredire.
  9. Se la vita avesse un senso gli artisti sarebbero disoccupati.
  10. Una bella idea è una farfalla che può cadere nella ragnatela del dubbio.
  11. Un brav'uomo non è uomo saggio.
  12. Conoscere i propri limiti e non fare niente per superarli questa è la mediocrità.
  13. L’unico limite per un’artista è il pubblico.
  14. Se una donna al primo appuntamento ti racconta il suo passato non vale la pena incontrarla ancora.
  15. La paura è la benzina del coraggio.
  16. La differenza tra un politico e un testimonial pubblicitario? Nessuna, entrambi vendono un prodotto che non usano. 
  17. L’unico modo per raccontare la realtà è attraverso la fantasia.
  18. Un uomo è sincero solo con una prostituta.
  19. Un paese senza eroi è un paese libero.
  20. L’artista non spiega, inganna. 
  21. Oggigiorno la schiavitù è piena di comfort.
  22. RIFORME: cambiare tutto per non cambiare niente.
  23. In questi tempi essere irreperibili è un lusso.
  24. Il telecomando è lo scettro del re della casa.
  25. STAGE: lavoro in nero sotto contratto.
  26. Una guida turistica è quella voce fastidiosa e inutile che ti rovina la bellezza di monumento.
  27. C’è gente che prima di giudicare un quadro guarda da chi è firmato così sono sicuri delle cazzate che diranno.
  28. Dietro un grande artista c’è un uomo che si annoia. 
  29. Certe persone fanno discorsi profondi con parole vuote.
  30. Nel cuore di un operaio alberga un borghese mancato.
  31. La verità è una ferita che ha bisogno della menzogna come disinfettante.
  32. L’unico potere che abbiamo è il potere d’acquisto. 
Michelangelo Cammarata
(Gela, 1941) 
  1. La castità è l'incontinenza del virtuoso.
Gina Campanaro
  1. Coppie che passano con disinvoltura da "Sarà perché ti amo" a "Se stiamo insieme ci sarà un perché".
Bruno Cancellieri
  1. A chi ha avuto un passato difficile e un presente deludente non resta che la nostalgia del futuro.
  2. Agita la mente prima dell'uso.
  3. Auto epitaffio: Invece di viverla, passò la vita cercando di capirla.
  4. C'è arroganza e una certa ipocrisia anche nel dire "so di non sapere".
  5. C'è qualcosa di più pericoloso delle armi di distruzione di massa: le armi di distrazione di massa.
  6. Che Dio ami gli esseri umani mi sembra la balla più colossale della storia, basata unicamente sul desiderio che ciò sia vero, nonostante le infinite prove contrarie.
  7. Chi cerca di superare se stesso viene fatalmente percepito, dalla maggioranza delle persone, come uno che cerca di superare gli altri.
  8. Chi non condanna il male ne è complice.
  9. Ci dividono le differenze di sentimenti, più che le differenze di idee.
  10. Ci sono molte religioni per cui uccidere è un grave peccato, tranne quando lo si fa in nome di Dio, nel qual caso si ha diritto ad un premio.
  11. "Credere, obbedire, combattere" è stato sostituito da "Credere, obbedire, comprare". Siamo infatti tutti più o meno manipolati da preti, politicanti e commercianti.
  12. Credo di avere un dubbio, ma non ne sono sicuro.
  13. È felice chi crede di esserlo.
  14. È stupido rimproverare uno stupido di essere tale.
  15. Finché c'è speranza c'è vita.
  16. Homo homini ignarus.
  17. Homo sapiens? Homo ignarus!
  18. I voti degli stupidi sono indispensabili per vincere le elezioni.
  19. Il dramma della democrazia è che i voti degli stupidi e dei disonesti contano come gli altri, e sono in maggioranza.
  20. Il mio corpo non mi appartiene, sono io che gli appartengo.
  21. Il papa si fa chiamare "santità". Basterebbe questo per dimostrare che il cattolicesimo è una truffa.
  22. Il più grande nemico dell'umanità è l'umanità stessa.
  23. Il tribunale della natura mi ha condannato a morte ma non ha specificato il giorno dell'esecuzione.
  24. La condanna a morte di Socrate ci dice quanto sia pericoloso dimostrarsi più saggi dei propri interlocutori.
  25. La felicità è sempre un’illusione, anche quando la si raggiunge.
  26. La gente ha paura di chi non ha paura.
  27. La giustizia la vuole chi non ha il potere.
  28. La psiche è piena di categorie opposte, contrastanti, dissonanti, antagoniste, mutualmente esclusive. Quanto più si riesce a conciliare gli opposti, tanto più si è liberi, forti, produttivi, sani e sereni.
  29. La saggezza consiste nel non perdere di vista tutto il resto quando si guarda una parte del tutto.
  30. La storia della filosofia è piena di perle miste ad aria fritta. Il nostro compito è distinguere le une dall'altra.
  31. La verità è molto più complicata della falsità. Per questo la falsità è più popolare.
  32. Le paure ci limitano, specialmente quelle inconsce, specialmente la paura della vergogna, del giudizio, della sofferenza e la paura della stessa paura.
  33. Le persone normali non dicono mai quello che pensano veramente, solo i pazzi e gli sprovveduti lo fanno. Per questo c'è più realtà nei romanzi che nelle normali conversazioni.
  34. Le poesie sono collages di parole.
  35. Le scienze uniscono, le religioni dividono.
  36. L'importante è sapere cosa è importante.
  37. L'Italia sarebbe un paese meraviglioso se non ci fossimo noi italiani.
  38. L'unico modo per non scontentare nessuno è non essere mai esistito.
  39. L'uomo è fondamentalmente infelice perché è una bestia a cui non è consentito comportarsi come una bestia.
  40. L'uomo è un animale domestico.
  41. L'uomo è un animale metaforico.
  42. Mi piace definire la saggezza come la capacità di comprendere in ogni momento le esigenze e le richieste che provengono dal proprio corpo, dal proprio inconscio, dalle altre persone e dalla natura, e di adottare il comportamento più efficace, e il miglior compromesso possibile in caso di conflitti, per soddisfarle.
  43. Nietzsche diceva: diventa ciò che sei. Il problema è sapere ciò che si è. Quasi nessuno lo sa ma quasi tutti si illudono di saperlo.
  44. Noi introversi siamo tutti esperti di solitudine.
  45. Non c'è nulla di più noioso che le risposte senza domanda.
  46. Non si va da uno psicoterapeuta lacaniano per guarire da una nevrosi, ma per farne un'opera d'arte.
  47. Non siamo mai mentalmente soli perché anche nella solitudine la nostra mente si prepara ai prossimi incontri o scontri con gli altri. Tutto si fa per gli altri, con loro, per servirci di loro o difenderci da loro.
  48. Ognuno adotta i principi morali che lo assolvono.
  49. Ognuno è il centro dell'universo.
  50. Per la maggior parte della gente sbagliare insieme è meglio che avere ragione da soli. Questo spiega perché l'umanità si trova ancora in uno stato disastroso.
  51. Per piacere a Dio e agli esseri umani occorre offrire loro, in sacrificio, la propria libertà di pensare, sentire, agire.
  52. Più si è stupidi e meno si è consapevoli di esserlo.
  53. Qualcuno chiede perdono per il male che ha fatto. Nessuno per il bene che non ha fatto.
  54. Quanti mostri, quanti miserie, quante tragedie, quanta infelicità si nasconde dietro le facciate della normalità.
  55. Quasi nessuno è disposto a cambiare ma quasi tutti vorrebbero che gli altri cambino.
  56. Quasi tutti misurano il valore delle cose dal successo che esse hanno già riscosso.
  57. Ragionare è semplice, vivere è complicato.
  58. Se Dio è sommo bene, o non è onnipotente, oppure anche il diavolo lo è. Ma non credo che possano esistere due esseri onnipotenti, perché ognuno toglierebbe potere all'altro, a meno che non siano perfettamente d'accordo. Resta dunque una possibilità: che Dio non sia sommo bene.
  59. Se Dio esistesse non avrebbe bisogno di intermediari.
  60. Se si vuole volare tutti insieme, non bisogna volare troppo in alto.
  61. Selfie: strumento di comunicazione di chi non ha nulla da comunicare, non sa comunicare e sente il bisogno di ricordare agli altri che esiste.
  62. Si può fare del male anche senza fare nulla.
  63. Sia fatta la volontà della natura.
  64. Siamo tutti diversamente umani.
  65. Siamo tutti matti ma pochi lo sanno.
  66. Siamo tutti personaggi tragicomici, specialmente quelli che non ne sono consapevoli.
  67. Smettere di dare è come togliere.
  68. Socrate diceva che saggio è colui che sa di non sapere, io aggiungo che saggio è colui che sa di non essere libero di pensare e volere.
  69. Sono sicuro solo di una cosa: che nulla è sicuro.
  70. Tutte le religioni dividono (e discriminano) la gente in fedeli e infedeli, la scienza, invece, unisce.
  71. Tutti vorrebbero un mondo migliore, ma ognuno aspetta che siano gli altri a cambiare.
  72. Vorrei essere normale, ma non trovo norme che abbiano senso.
Giuseppe Caputo
(Maratea 1993)
  1. Il problema dei ricordi è che vivono nel posto in cui li hai lasciati
  2. 21 grammi sono troppo pesanti per portarli dentro
  3. L'amore è come guidare un auto senza freni che va a schiantarsi contro il tuo cuore
  4. L'unica persona che può scegliere di toglierci il sorriso è la stessa che vedi guardandoti allo specchio.
  5. Sembrava un brutto sogno e invece era uno splendido incubo
  6. La mia vita è una lacrima di vento, un raggio di pioggia e un soffio di sole.
  7. Siamo un effimero sospiro perso nelle cavità dell'infinito
  8. Siamo fogli diversi scritti dalla stessa penna.
  9. Ci sono momenti che chiudiamo nell'armadio dei ricordi per non indossarli mai più.
  10. Il tempo resta solo una parola se si tratta di amarsi
  11. Ritornando sui propri passi si rischia di inciampare dove si è caduti la volta precedente.
  12. L'amore è come una torta, devi farla cuocere bene per poterla assaporare. Altrimenti rischi di tirarla fuori cruda o bruciata.
  13. Non ha senso stare seduti e pensare come camminare.
  14. Ognuno si merita la persona che non ha.
  15. Ho cercato tra la folla il tuo sguardo e non ho visto neanche la folla.
  16. Non serve a nulla voltare pagina se continuiamo a scrivere lo stesso libro.
  17. La vita è come una sigaretta: tiri, tiri; ma alla fine quello che rimane è solo fumo, cenere e il mozzicone della tua anima.
  18. Ognuno ha la propria forma di stupidità.
  19. Mi hai morso come un serpente e iniettato l'amore più letale di questo mondo, non ho molto tempo prima che arrivi al cuore.
  20. Cercare la verità può far male, ecco perché hanno inventato la religione.
  21. Si può amare senza vivere, ma non si può vivere senza amare.
  22. Cancellare è facile, ma più cancelli più si consuma la gomma dell’anima.
  23. Che sarebbe finita lo sapevamo ancor prima di iniziare, ma è stata la voglia di iniziare che ci ha dato la forza di scrivere questo capitolo di quel libro che, forse, non riapriremo mai più.
  24. Un ricordo è inevitabile, sfiora la mente e tocca l’anima.
  25. La verità è tutta una bugia.
  26. A volte un istante, un attimo, un secondo è molto più lungo di un’intera vita.
  27. Il trucco è essere come quel temerario raggio di sole che spacca le nubi.
Giuseppe Carbotti
  1. L'invenzione più facile dell'uomo è l'invenzione di Dio: non è stato necessario averne l'idea e nemmeno dimostrarla.
Sergio Carrivale
  1. Il pudore è un impermeabile grigio in un giorno di sole.
  2. Il matrimonio è la fine dell'amore e l'inizio dell'abitudine.
  3. La verità è come il gioco delle tre carte: pensi di sapere dov'è, ma puntualmente ti sbagli.
Alberto Castellana
  1. Quanti giorni mancano per arrivare a domani?
Laura Casti
  1. Se son rose... pungeranno.
Lorena Ceccagno
(Padova, 1963)
  1. La diplomazia va bene se vivi in un'ambasciata.
Renata Ciampa 
(Desio 1976)
  1. Tutto è come appare, ma niente è come sembra.
  2. Vivere senza mani è arte. Vivere con l’unghia spezzata è fastidio.
  3. L’arte sta nel creare qualcosa anche se potrebbe risultare matematicamente impossibile.
Michael J. Coen
(Roma)
  1. Ci sono persone così povere, che l'unica cosa che hanno sono i soldi.
Fabrizio Colella
  1. L'ignoranza, insegna.
Francesco Corona
  1. Viviamo di tempo preso in prestito, pagando interessi che non possiamo permetterci.
Marco Cortesi
(Bergamo)
  1. Alcune persone misurano l'amore dalle parole dette; io da quelle non dette.
  2. Arrivano momenti nella vita in cui smetti di sognare e inizi a sperare.
  3. Tutti si preoccupano di trovare l'anima gemella; nessuno di ritrovare prima se stesso.
Alvio Costantini
  1. Dio: il modo migliore per salvarsi dal rischio del pensiero.
  2. L'uomo annaspa sulla superficie di un mare infinito, il cui abisso è da scoprire, pensando invece che il suo brancolare sia volare
  3. Le donne sprecano il loro tempo con pensieri ossessivi sull'amore verso uomini e sull'odio verso le altre donne, così che, non avendo tempo per coltivare alcuna virtù, si aprono ad una vita ornamentale.
Alessandra Creanza
(Altamura, 1991)
  1. Non ho paura di morire, ma di non morire nel modo che vorrei.
  2. Il Bene prevarrà sul Male solo quando riuscirà a privare il Male di chiamarsi “Bene”.
  3. Non tutto quel che è Peccato è reato, ma quel che è reato è Peccato.
Enrico Crescitelli
  1. Ho una sola certezza nella mia vita, quella di non essere qualcun altro!
Domenico D'Apa
  1. Oggi sono come Dio: non esisto.
Antonello D'Onofrio
(Roma, 1968)
  1. Le poesie sono come i sogni, non sai mai quando le riceverai in dono dalla tua mente.
  2. Gridarsi dentro per non farsi sentire e accorgersi poi che le vibrazioni del nostro corpo arrivano agli altri anche senza suono.
  3. In amore il rispetto è d'obbligo, la passione una meravigliosa sfumatura.
Giuseppe D'Oria
(Galatone, 1945)
  1. Accade che spesso il successo ha un prezzo molto più alto della disfatta.
  2. Accettare con gioia il proprio ruolo nella società, qualunque esso sia, vuol dire che si dà il primo contributo alla realizzazione dei progetti della comunità. 
  3. Accetto mille consigli, ma quello che porto avanti è il mio.
  4. Avere un po’ di cultura costituisce forse un buona cura per invecchiare meglio.
  5. Beati gli imbecilli pigri che si illudono di votare i galantuomini ed eleggono invece i mascalzoni e pure costoro che, non volendo cambiare nulla, si illudono di essere galantuomini…!!!
  6. Bisogna avere l’orgoglio di credere in ciò che si fa e fare ciò in cui si crede.  
  7. Bisogna voler bene tanto agli amici che ai nemici, perché in fondo sono la stessa cosa.
  8. C’è un tempo per tacere ed un tempo per parlare, ed ambedue, se usati a proposito, indicano saggezza.
  9. Cercare di comprendere e di aiutare gli altri è arduo, ma è ancora più difficile capire e aiutare se stessi.
  10. Chi vive nell’inerzia può anche campare più a lungo, ma muore in fondo un poco al giorno.
  11. Chiudere gli occhi sulle manchevolezze degli altri, consentirà di vedere meglio le nostre e di darci da fare per ripararle.
  12. Ciascuno di noi può dare agli altri solo ciò che ha: se sarà ricco interiormente, saprà sempre dove attingere.
  13. Con un minimo di riflessione su ciò che ci circonda, riusciremmo a non annoiarci mai; è sconfinata la diversità delle persone, delle cose e delle idee.
  14. Crearsi aspettative potrebbe suggestionare il nostro modo di fare. Ci sentiremo tanto più liberi se metteremo più scioltezza in quello che facciamo.
  15. Di fronte alle avversità bisogna tener duro. Esse sono la bilancia con cui misurare la propria forza spirituale e l’addestramento per costituire una personalità.
  16. Di questi tempi la scelta di essere ottimisti è diventata un’ esigenza obbligatoria.
  17. Discorrere intorno all’Assoluto o all’anima significa in definitiva parlare di niente; e quando si parla del nulla si può dire qualsiasi cosa.
  18. Dovremmo di tanto in tanto, per evitare la monotonia, movimentare la vita con un briciolo di sventatezza; un po’ di paprika starebbe bene su qualche pietanza.
  19. Dovremmo seguire il ritmo personale in ogni cosa che facciamo: non spenderemmo le nostre energie in inutili sforzi competitivi.
  20. È da sapienti accontentarsi di ciò che la vita ci offre; ma bisogna pure riconoscere che la saggezza non deve essere solo una maschera per celare l’inettitudine a fare di più e meglio.
  21. È perfettamente vano cercare di tallonare la felicità, perché non si sa mai dove si dirige.
  22. È pur vero che i vizi e i difetti degli uomini sono infiniti, ma è altrettanto vero che anche le loro virtù e le loro qualità lo sono.
  23. E’ bene se ci fermiamo a fissare quello che accade intorno a noi. Ma sarebbe ancora meglio se ci fermiamo ad esaminare quello che abbiamo dentro di noi. Non si perderebbe tempo a cercarlo fuori.
  24. Essendo impossibile piacere a tutti, accontentiamoci di riuscire graditi a coloro che sanno accettarci per ciò che siamo, con i nostri pregi e con i nostri difetti.
  25. Gioia di vivere è anche dare significato al nulla.
  26. I cretini, a differenza dei vuoti a perdere, non possono essere neppure riciclabili.
  27. Il benpensante è colui che non pensa nulla di personale; crede e reputa semplicemente come gli altri.
  28. Il contribuente di fronte al fisco: se versa, si lagna; se sta zitto, evade.
  29. Il genitore è molto spesso un bancomat fornito dalla natura ai propri figli.
  30. Il matrimonio è la giusta punizione per chi non è stato capace di rimanere da solo.
  31. Il “medichese” è quel contorto linguaggio che i medici sono soliti impiegare quando non sanno che dire. 
  32. Il mediocre non diventa migliore fino a quando non ha coscienza che ogni cosa si può fare meglio.
  33. Il mondo è lo specchio del nostro animo: sarà umano solo se in noi ci sarà bontà.
  34. Il passato non va scordato, ma va conservato.
  35. Il presente non sempre è gioia, ma domani sarà già passato e sarà avvolto dalla dolcezza del ricordo.
  36. In ciascuno di noi vi è una voglia incontenibile di competizione. Se il modello sarà eccellente, potremo ritenerci appagati di somigliargli in qualcosa; se non lo è, avremo la prospettiva di poterlo oltrepassare.
  37. In politica pochi dirigono, molti brogliano, tutti servono.
  38. L’aspirazione di tutti è quella di vivere bene. Se ciò non è possibile, è preferibile vivere male che non nascere affatto.
  39. L’esistenza è così densa di afflizioni che è da stupidi tormentarsi per piccoli intoppi che si possono dominare con facilità e qualche minima privazione.
  40. L’eterno, se si ha memoria, è ciò che accade ogni giorno.
  41. L’inizio e la fine di un amore: dalle paroline, ai paroloni, alle parolacce.
  42. L’omosessualità rappresenta una sleale concorrenza alle donne.
  43. L’onestà per essere attendibile deve essere messa frequentemente alla verifica.
  44. La bontà è un sentimento che dimora nel profondo del cuore, appare nel viso e si manifesta con i modi di essere.
  45. La buona stella è molto volubile. Ti può evitare senza che tu te ne avveda o può carezzarti senza che tu la ricerchi.
  46. La cupidigia non potrà mai darci un appagamento duraturo: essa corre sempre di più dei traguardi che si raggiungono.
  47. La donna per essere completa deve avere per forza qualche punto debole.
  48. La fantasia è come un cavallo bizzarro lasciato senza guida. Se si vuole arrivare dove si desidera, bisogna stare con i piedi per terra.
  49. La fortuna di un uomo spesso deriva dai fallimenti altrui.
  50. La generosità e la solidarietà, eseguite a pieno ritmo, spesso fanno da copertura a veri e propri affari o danno rimedio ad una meschina coscienza.
  51. La lealtà è il peso più leggero che uno si possa portare dietro. Ti fa essere te stesso e non ti costringe a portare una maschera: quella della convenienza.
  52. La libertà pretende vigilanza eterna.
  53. La realtà spesso è così difficile da comprendere e tanto dura da ricevere che ci spinge a cercare conforto dietro un riparo di falsa noncuranza e di apparente impassibilità per non cedere al dolore.
  54. La solitudine può essere vissuta bene da soli. Male in due.
  55. La vita è come la trama di un film che te la rovinano se ti dicono che alla fine il protagonista muore!
  56. La vita è fatta da pochi, rilevanti periodi e da molti, superflui intermezzi. Fondamentale è non vivere solo quest’ultimi.
  57. La vita è fatta di piccole cose. Se le avremo fatte bene, essa scorrerà serena ed avremo meritato di compierne di più grandi.
  58. La vita è una malattia dalla durata incerta, ma sicuramente mortale. 
  59. La vita va inventata momento per momento. Affrontare le sfide che essa ci lancia, significa imparare ogni giorno qualcosa di nuovo. 
  60. Le cose che ci circondano possono darci soddisfazione. Basta non spingere lo sguardo verso mete troppo lontane e difficili da raggiungere.
  61. Le donne spesso si ricoprono di bei vestiti non per essere accattivanti nei confronti degli uomini, ma per incattivire le altre donne.
  62. Le esperienze, come i risparmi, vanno custodite per tutte le occorrenze.
  63. Le ingiustizie commesse fatte da altri ci irritano: non così quelle che facciamo noi.
  64. Le opinioni sono come le donne: possono essere private o pubbliche.
  65. Le speranze vanno coltivate, le certezze raccolte.
  66. L'esperienza deve far capire quello che ancora si può e si deve conquistare, ma anche quello che non possiamo correre il rischio di perdere.
  67. Lo stile peggiore è quello di scimmiottare l’arte.
  68. Miglioreremmo sicuramente i nostri rapporti con gli altri se riuscissimo ad essere pazienti con noi stessi.
  69. Molto spesso non sappiamo per quale motivo siamo gioiosi, ma sempre perché siamo tristi.
  70. Nel gioco dell’esistenza non hanno molto valore le carte prese, ma come le si gioca.
  71. Nessuno può giungere alla perfezione, ma darsi da fare nella sua ricerca, può significare aver dato il meglio di noi.
  72. Non alberga invidia chi è di continuo se stesso.
  73. Non avvilirti se resterai privo di ogni tuo avere: Potrai riacquistarlo. Se ci rimetti nell’onore, non deprimerti: Forse potrai rifarti con una nuova reputazione. Ma se ti verrà meno il coraggio, ogni mezzo di rilancio ti sarà precluso.
  74. Non ci si può aspettare mai gratitudine per ciò che facciamo. La nostra gratifica è già in quello che abbiamo fatto.
  75. Non devi destinare troppo tempo a fare programmi: non te ne rimarrebbe più per poterli attuare.
  76. Non diamoci tante arie; potremmo apparire falsi. L’onesta va sempre a braccetto con la semplicità.
  77. Non dovremmo colmare le nostre giornate di occupazioni fino all’inverosimile. Se si riuscisse a stare un po’ in silenzio e in solitudine, riusciremmo a vedere un nuovo mondo pieno di vita e di mille suoni.
  78. Non dovremmo dare tutto per scontato. Un minimo di sospetto può spronare a scoprire inedite verità.
  79. Non dovremmo essere sempre indaffarati. Non potremo mai sapere quanto piacere può procurare un po’ di ozio.
  80. Non dovremmo lamentarci del tempo che passa inesorabilmente: è buon segno. Il suo procedere, infatti, ci induce a dare un significato a ciò che ci circonda. 
  81. Non dovremmo mai dimenticare che è l’ armonioso svolgersi delle piccole cose a rendere positive le grandi.
  82. Non dovremmo permettere che la nostra vita diventi una giungla di falsi ideali, ma riuscire a edificarla, con costanza e modesta ambizione, su solida realtà.
  83. Non è facile ingannare un nemico quanto invece è facilissimo imbrogliare un amico. Infatti il primo diffida sempre di noi mentre il secondo ci ha dato tutta la sua fiducia.
  84. Non si dovrebbe amare subendo, né subire per amore.
  85. Non si dovrebbero mescolare i fallimenti con le sconfitte: queste ultime hanno talvolta una loro dignità.
  86. Non si può ottenere senza fatica ciò che si desidera: ogni cosa ha il suo costo determinato dall'impegno che occorre per realizzarla, ma se opereremo di buon grado, ci sembrerà regalata.
  87. Non tutto è facile, ma ogni cosa è possibile.
  88. Non va dimenticato che è l’armonioso svolgersi delle piccole cose a rendere positive le grandi.
  89. Non voler ad ogni costo essere uguale agli altri. L’invidia nasce proprio dall'incapacità di essere se stessi.
  90. Ogni cosa è necessaria solo quando avverti di averne bisogno. Se si riuscirà a ridurre le frenesie all'essenziale, potremo dire di essere persone libere.
  91. Ogni cosa ha il suo lato positivo. Però, restando il più delle volte nascosto, si dovrebbe essere in grado di scoprirlo. 
  92. Ogni esplorazione per i diversi paesi del mondo rappresenta un viaggio figurativo. Dovunque ognuno vada è la propria spiritualità che sta ricercando.
  93. Ogni fatica ha in sé un’anima nata da privazioni e gioie di chi si è applicato ad essa. In questo consiste il pregio delle cose.
  94. Ogni tanto dovremmo fermarci e provare ad invertire il nostro ruolo: da attori a spettatori della vita. Avvertiremmo che le questioni che ci poniamo sono, molto spesso, ridicole.
  95. Pensare sempre con piacere al passato può far capire che la tua vita è diventata storia che potrà essere di giovamento per l’avvenire.
  96. Pensiero e tecnologia si modellano a vicenda.
  97. Per il fiducioso il periodo migliore è sempre domani.
  98. Per quanto più è possibile dovremmo cercare di non dipendere dagli altri. Possono aprirci la strada, ma poi dobbiamo percorrerla da soli.
  99. Per riuscire a trovare una cosa basta talora cercarne un’altra.
  100. Per sentirsi importante non è necessario concludere chissà quali azioni grandiose, è sufficiente apprezzarsi per quello che siamo: esseri viventi alla ricerca di se stessi. 
  101. Per sgombrare il passato, è sufficiente scriverne la storia.
  102. Più che desiderare la fortuna, talvolta basta tener lontana la sfortuna.
  103. Più si vuole un bene, più si prova piacere quando se ne entrerà in possesso. L’abbondanza toglie alle cose molto del loro pregio.
  104. Poiché la verità è così difficile da scoprire e da capire, all’uomo non resta altro che affidarsi alle opinioni, nella speranza che si accostino il più possibile al vero.
  105. Qualche vizio può essere considerato virtù, ma molte virtù potrebbero pure essere considerate come veri e propri vizi.
  106. Qualche volta si partecipa ai funerali di un politico per essere sicuri che è stato definitivamente seppellito!
  107. Quasi mai vorremmo essere ciò che siamo. Un modello ignoto ci affascina e non si fa mai raggiungere perché si modifica man mano che ci accostiamo ad esso.
  108. Ricordando che l’oceano è formato da miliardi di gocce d’acqua e che l’unione fa la forza, non si dovrebbe rifiutare mai la cooperazione.
  109. Rispettiamo la libertà degli altri. Abbiamo a nostra disposizione un pezzo di mondo in cui possiamo muoverci liberamente.
  110. Se abbiamo la forza di sorridere al mondo già di primo mattino, forse ci daremo una giocondità che potrà seguirci per tutta la giornata.
  111. Se andremo a dormire immaginando che domani sarà migliore di oggi, il suono della sveglia non sembrerà più sfavorevole.
  112. Se impareremo a sciogliere da soli le difficoltà che si presentano giornalmente, oltre a perfezionarci più in fretta, otterremo una soddisfazione che ci farà diventare più ottimisti.
  113. Se l’opinione che gli altri hanno di noi non ci appaga, può significare solo due cose: o che gli altri ci sottovalutano oppure che noi ci apprezziamo oltre gli effettivi meriti.
  114. Se non ci offendiamo quando ci fanno notare i nostri difetti, forse impareremo a correggerli e a tramutarli in pregi. 
  115. Se non si può fare tutto, è talvolta idoneo fare qualcosa.
  116. Se si dovesse avere la certezza che i nostri contegni sono più appropriati di altri, proprio in quel momento non bisognerebbe esibirli più di tanto per non diventare immediatamente censurabili.
  117. Se si pensa più spesso a chi non ha, sarà più facile accontentarsi di ciò che si possiede.
  118. Se si vogliono fare nuove esperienze, non stiamo seduti ad attendere: solo un approfondimento provocatorio sarà in grado di fare di noi persone sempre rinnovate.
  119. Se si vuole essere veri amici, bisogna ignorare i difetti dell’altro. Se li giustificheremo ne raddoppieremo il peso, rischiando di perdere l’amicizia.
  120. Se si vuole procedere spediti verso una saggezza che di solito si accompagna alla piena maturità, non dovremmo affliggerci per gli errori commessi: perderemmo solo tempo prezioso.
  121. Se si vuole un buon raccolto, bisogna fare attenzione alla qualità della semina: non potremo avere pane, seminando zizzania.
  122. Se un pensiero lo si vuol scordare, basta scriverlo in un diario.
  123. Si diventa ricchi non per ciò che si intasca, ma per quello che non si sperpera. 
  124. Si dovrebbe trovare sempre un modo, essendone capaci, di comprendere l’atteggiamento degli altri. Spesso non hanno alcun torto in quello che fanno.
  125. Si dovrebbero sgomberare, dal nostro vivere civile e dalla nostra quotidianità, le visuali ristrette, i fallaci individualismi, gli arroccamenti nei confini nostrani, le assurde chiusure al dialogo e, soprattutto, i disconoscimenti del nostro prossimo, che è sempre tale, lontano o vicino che sia.
  126. Si è generosi e nobili se, pur aspirando ai massimi risultati del proprio lavoro, si è capaci di condividerli con gli altri.
  127. Si può passare un’ intera vita ad inseguire i propri sogni, senza riuscire a raggiungerli. E’ molto meglio sedersi sulla riva ad aspettare che ci passino davanti.
  128. Si può passare un’intera vita ad inseguire i propri sogni, senza riuscire a raggiungerli. È molto meglio sedersi sulla riva ad aspettare che ci passino davanti.
  129. Siamo tutti come i mattoni di un edificio: da soli non abbiamo grande significato, ma insieme con gli altri edificheremo qualcosa di utile.
  130. Solo se saremo liberi interiormente non ci renderemo conto del tempo che passa, perché la nostra vita scorrerà su un binario parallelo a quello dell’eternità.
  131. Sono tante le cose rilevanti che si fanno senza rendersene conto. Dovremmo fermarci di tanto in tanto a ripensare, se si vuole che il ricordo di esse rimanga vivo nei nostri pensieri.
  132. Spesso nelle persone di talento, la modestia non è una qualità, bensì finzione. 
  133. Tutto ciò che ha inizio ha necessariamente una fine. Ma ogni cosa che finisce avrà lasciato in noi il segno dell’esperienza.
  134. Tutto quello che è profondo, rimane nascosto alla superficie.
  135. Un compito che non si può delegare ad altri è quello di salvaguardare il proprio onore: noi soli potremo decidere quando raccoglierne i risultati.
  136. Un uomo e una donna anche se dormono nello stesso letto, sognano in maniera diversa.
  137. Una buona dose di buonumore, con un po’ di fantasia, potrebbe essere la compagnia ideale per trascorrere una piacevole giornata.
  138. Una donna profumata è una che usa… “armi chimiche” per conquistare. 
  139. Una vita troppo intensa può toglierci sentimenti desiderabili, come la solitudine e la serenità. Anche “l’adagio” è una tecnica da praticare, per vivere bene. 
Angela De Blasio
(Benevento, 1958)
  1. La vita è un colpo ben assestato nello stomaco dell' eternità.
  2. L'aforista è un finto saggio che si dà molto da fare per far sembrare intelligenti le ovvietà.
  3. La vita è un'affacciata alla finestra... La morte ne chiude le imposte!
  4. Nessuno è nella vita, talmente un niente da non lasciare nemmeno la sua ombra impressa sulla sabbia del tempo.
Aurora De Pace
(Taranto, 1995)
  1. Le lacrime sono una proiezione della nostra anima mentre le sue radici si spezzano.
Giusy De Rosa
  1. A volte, quando sono sola, siamo in troppi.
Salvatore De Rosa
  1. Se vuoi vedere meglio Dio, lo devi guardare dall'inferno.
Albertine Della Giusta
  1. Il peso specifico della tua presenza è uguale a quello della tua assenza.
Cornacchia Denis
(Cassino, 1960)
  1. Moto infinito: Senza alcun traguardo, tanto si corre più in fretta, quanto il cammino diventa più lungo.
Marcello Di Gianni
(Menziken, 1992)
  1. Bisogna cominciare a comprendere che si nasce già smarriti. Ed è solo attraverso uno sforzo inaudito, attraverso un continuo attentare a se stessi che si può trovare un briciolo del nostro “io.” E le parole, i silenzi, i suoni che udiamo: è tutto altrove ciò che percepiamo; è una continua lotta quotidiana, un prodursi e riprodursi per disperdersi, per non trovarsi più. Pure, se anche se fossimo capaci di trovarci, quel che troviamo non è più ciò che, disingannandoci, avremmo voluto trovare. Sfuggiti da se stessi si è per definizione.
  2. Si deve stare, volente o nolente, agli estremi di tutto. Quando si parla di accontentarsi di qualcosa, già dapprincipio s’è in mezzo a una fune tesa, dove cautamente si estende l’esistenza. Appesi nel vuoto di questa corda, l’agonia farcita di amarezza c’inebria l’anima, pronta a saltare dove trova il suo spazio, al di là delle estremità, dove tutto si concentra, tutto si ricrea.
  3. Il nostro pensiero non è mai nostro. E’ sempre altrove, in viaggio chissà dove, chissà verso quali infinite costellazioni, o cuori piangenti.
  4. Inizio e termine d’un viaggio non esistono. Si sceglie sempre la meta che inconsapevolmente andiamo a creare tra partenza e arrivo.
  5. Non si dà poeta o scrittore qualsiasi che non sia anche visionario. La poesia è visione, il romanzo è immaginazione.
  6. I sogni spaventosi esistono, ma nella realtà. Quelli che scorrono nel sonno altro non sono che il ponte di passaggio tra ciò che crediamo di essere e ciò che l’inconscio, l’irrazionale (ciò che realmente siamo) di continuo smentisce.
  7. Incauta e fase esistenziale transitoria e al tempo stesso permanente è la tristezza. E ci si cresce insieme, fin quando non si è pronti per qualcosa di “diverso”.
  8. Bisogna, per essere nell’attimo, nel futuro che è già trascorso, superare il proprio io, la propria lingua. Sempre essere altrove rispetto a dove si è.
Ciro Di Munno
(1961)
  1. L'amore può uccidere un cuore, la noia lo seppellisce.
  2. L’eremita cerca da solo, ma troverà tutti ad aspettarlo.
  3. L’ambizione dell’uomo ha un solo limite: quella degli altri.
  4. Il dubbio avanza sicuro, la verità resta immobile.
  5. Se l’uomo togliesse la maschera per un solo attimo, l’umanità avrebbe i giorni contati.
Vincenzo Di Raimo
  1. IVA è l'unica donna che non mi fa pensare al sesso.
  2. Fare impresa è un'impresa!
  3. La donna cerca il principe azzurro, illudendosi di essere una principessa.
  4. La donna che presume di essere intelligente continua a fartelo notare per tutta la vita.
  5. Se si desse retta a certa gente, l'uomo ancora accenderebbe il fuoco stropicciando pietre.
Sergio Di Vozzo
  1. L'infinito è la semplice consapevolezza dell'insieme di tutto ciò che non si conosce.
Diego Diana
(1987)
  1. Nella vita si ha solo un'alternativa, decidere di vivere tra i rimpianti o i rimorsi.
Pasquale Dileo
(Cerignola, 1976)
  1. I nostri sogni sono una dimensione che la realtà rifiuta.
  2. Il nostro cibo preferito sono gli esseri umani.
  3. Dentro di noi c'è un regno governato da un unico sovrano, l'orgoglio.
  4. L'uomo perde l'equilibrio con se stesso nel momento in cui le sue intere parti di vita disegnate e immaginate non sono mai divenute reali.
  5. Il gioco di società preferito da Dio? Il mondo.
Alice Dovadola
  1. L'uomo che possiede il cuore di una donna rischia di perderla per mancanza di passione; colui che ne gode della fisicità rischia di perderla per mancanza di amore; il vincente è colui che ne ottiene la testa, se hai quella − hai tutto di lei.
  2. Vivere è come guidare nella nebbia. C'è chi, pur non vedendo oltre, affronta il viaggio con sicurezza e chi rimane in prima corsia.
Mariarosaria Esposito
(Castellammare di Stabia, 1959)
  1. La felicità cammina accanto a noi, un passo dietro... l'infelicità cammina accanto a noi, un passo avanti. e noi, guardiamo sempre avanti...
  2. I buoni sono più dei cattivi, ma i cattivi fanno più rumore.
  3. Ama il tuo nemico. A cominciare da te.
  4. Dal suono riconosci la campana, dalle parole riconosci l’uomo.
  5. La vita è quella cosa che, anche se stai fermo… continua a correre.
  6. La speranza è un delirio senza febbre.
  7. L’imbecillità umana è superata, in grandezza, solo dalla misericordia di Dio.
  8. Nella vita puoi scegliere, tra la sfiga... e l'illusione che se ne stia andando...
Rebecca Esposito
  1. Si nasce nell'ora in cui la vita accade, ma l'alba di un nuovo giorno può servire per ricominciare.
  2. Se ti tormenti nelle spine dei dubbi, vuol dire che sei all'alba della saggezza dei tempi.
Per conoscere tutti gli altri aforisti, vai su:
Elenco completo degli autori inediti

Note
  1. La proprietà intellettuale degli aforismi pubblicati in questa pagina è dei loro rispettivi autori. È possibile citare l'aforisma di un autore riportando sempre nome e cognome e la fonte: "Aforismi inediti su Aforismario".
  2. Nel 2009, Aforismario ha fondato un gruppo facebook dove è possibile condividere i propri aforismi e commentare quelli degli altri. Sono escluse, ovviamente, le citazioni di autori noti. Il gruppo, rispetto a quelli dello stesso genere, è oggi tra i più attivi e frequentati. Per iscriverti vai al: Gruppo Facebook di Aforismi Inediti
  3. Se desideri condividere questa pagina sui tuoi social network preferiti (Facebook, Twitter, Google+, ecc.), clicca sulle rispettive icone qui in basso.

Nessun commento: