Frasi attribuite a Jim Morrison

Raccolta di frasi attribuite a Jim Morrison che circolano su internet. Jim Morrison è tra gli autori cui è attribuito il maggior numero di citazioni anonime o di altri autori. Qui di seguito si riportano alcune di queste frasi che è possibile reperire facilmente su internet e che persino i più popolari siti di aforismi spacciano come autentiche. Diversi aforismi di questa raccolta sono di dubbia attribuzione, altri sono ripresi da autori noti o da antichi detti; altri ancora, invece, sono talmente puerili, banali o stucchevoli, che attribuirli a Jim Morrison significa fare un vero e proprio torto alla sua intelligenza.
Su Aforismario trovi anche una raccolta di aforismi originali di Jim Morrison [il link è in fondo alla pagina].
Jim Morrison
Frasi attribuite o dubbie
© Aforismario

A volte basta un attimo per dimenticare una vita, ma a volte non basta una vita per dimenticare un attimo.

Affrettati a spegnere le passioni prima che ti brucino.

Alcuni dicono che la pioggia sia brutta, ma non sanno che permette di girare a testa alta con il viso coperto dalle lacrime.

Amare significa pensare intensamente a qualcuno dimenticando se stessi.

Amo gli adolescenti perché tutto quello che fanno lo fanno per la prima volta.

Anche i fiori piangono, e ci sono stupidi che pensano sia rugiada.

Beato chi non avrà sogni da realizzare, perché non sarà mai deluso. 
[cfr. con: "'Beato colui che non si aspetta nulla perché non sarà mai deluso' era la nona beatitudine". Alexander Pope, Lettera a William Fortesuce, 1725].

Cerca di essere sempre te stesso, così un giorno potrai dire di essere stato l'unico.

Chi di voi sa veramente di essere vivo? Noi siamo solo soldatini di fango in una guerra in miniatura. 
[cfr. con: "Any of you alive -- let's take a poll -- how many of you know you're really alive?! BULLSHIT! Plastic soldiers in a miniature dirt war!". Jim Morrison (Val Kilmer) in The Doors, Oliver Stone, 1991].

Chi rinuncia ai sogni è destinato a morire. 
[cfr. con: "Chi rinuncia ai propri sogni è costretto a morire". Nick Hurley (Michael Nouri), in Flashdance, 1983].

Chi vuol vivere senza pudore è solo un vigliacco che beve camomilla.

Coloro che parlano e parlano lo fanno soltanto per nascondersi meglio.

Comprare droga è come comprare un biglietto per un mondo fantastico, ma il prezzo di questo biglietto è la vita.

Darei la vita per non morire.

Darei tutti i miei giorni per un unico ieri.

Datemi un sogno in cui vivere perché la realtà mi sta uccidendo.

Di questi tempi la fuga è l'unico mezzo per continuare a sognare.

Dicono che l'amore è vita, io per amore sto morendo.

Dicono che sbagliando s'impara, allora lasciatemi sbagliare.

Dopo il suo sangue, la cosa migliore che un uomo può dare di sé è una lacrima.

È il Sole ad inseguire la Luna, o la Luna a inseguire il Sole? E il cielo si stancherà mai di far loro da terzo incomodo?

È meglio stare all'ombra e vedere la luce che stare alla luce e vedere l'ombra. 
[Raffinatissimo gioco di parole - n.d.r.].

È meglio una fine disperata che una disperazione senza fine.

È nel momento in cui dubiti di volare che perdi per sempre la facoltà di farlo.

Essere allegri non significa necessariamente essere felici, talvolta si ha voglia di ridere e scherzare per non sentire che dentro si ha voglia di piangere.

Guarda le piccole cose perché un giorno ti volterai e capirai che erano grandi.

I dubbi te li crea la libertà.

I sogni sono come le stelle, basta alzare gli occhi e sono sempre là.

Il futuro non esiste, è qualcosa che noi rincorriamo e, quando lo raggiungiamo, subito diventa presente e poi passato.

Il genere più importante di libertà è di essere ciò che si è davvero.

Il mio migliore amico è lo specchio, perché quando piango non ride mai.

Innamorarsi è lasciare i piedi vagare per le lande senza una bussola: gli occhi sono l'unica realtà.

Io non sarò mai nessuno, ma nessuno sarà mai come me.

L'anima di una persona è nascosta in uno sguardo per questo abbiamo paura di farci guardare negli occhi.

L'unico modo per sentirsi qualcuno è sentirsi sé stessi.

La droga è la speranza di chi speranza non ne ha più.

La felicità è fatta d'un niente che al momento in cui lo viviamo ci sembra tutto.

La liberazione interiore è l'unica cosa per cui valga la pena di morire, l'unica per cui valga la pena di vivere.

La mente mette i limiti, il cuore li spezza.

La notte è un pozzo nero dove intingo inchiostro per le mie poesie.

La perenne tentazione della vita è quella di confondere i sogni con la realtà.

La solitudine è ascoltare il vento e non poterlo raccontare a nessuno.

La vera felicità non è in fondo a un bicchiere, non è dentro a una siringa: la trovi solo nel cuore di chi ti ama.

La vita è come un'autostrada: non finisce mai, ma ci si resta sempre vittima. 
[Che tutti quelli che vanno in autostrada alla fine debbano sempre lasciarci le penne non è un'idiozia? - n.d.r.].

La vita è come uno specchio: ti sorride se la guardi sorridendo.

La vita stanca, ma la morte fa rabbrividire. Meglio un giorno da pecora che una vita da sonnambulo.

Le droghe sono una scommessa con la mente.

Le persone credono di essere libere, ma sono solo libere di crederlo.

Liberate l'amore o liberatevene per sempre!

Malinconia del passato, gioia del presente, pentimento del futuro... questa la vita.

Nella vita ci sarà sempre un bastardo che ti farà soffrire, ma sarà l'unica persona che riuscirai ad amare veramente.

Nessuna notte buia potrà impedire al sole di sorgere.

Non accontentarti dell'orizzonte, cerca l'infinito.

Non amare per paura di soffrire è come non vivere per paura di morire.

Non arrenderti mai, perché quando pensi che sia tutto finito, è il momento in cui tutto ha inizio.

Non c'è notte tanto grande da non permettere al sole di risorgere il giorno dopo.

Non credere a chi ti dice "ti amo", ma a chi ti guarda negli occhi e tace.

Non dire mai che i sogni sono inutili perché inutile è la vita di chi non sa sognare.

Non esiste notte tanto lunga, da impedire al sole di risorgere. 

Non essere così triste e pensieroso, ricorda che la vita è come uno specchio: ti sorride se la guardi sorridendo.

Non diventerò vecchio: io sono come una stella cadente.

Non fuggire in cerca di libertà quando la tua più grande prigione è dentro di te.

Non ha importanza che una cosa sia vera, l'importante è crederci!

Non ho chiesto a nessuno di nascere, perciò lasciatemi vivere come voglio.

Non parlare mai di amore e pace: un Uomo ci ha provato e lo hanno crocifisso.

Non pentirti di qualcosa che hai fatto, se quando l'hai fatta eri felice.

Non piangere per chi non merita il tuo sorriso.

Non piangere per me che parto, ma pensa che se domani piove me ne sono andato a cercare il Sole.

Non piangere se un amico ti ha lasciato: solo quando ti avrà dimenticato potrai dire di averlo perso per sempre.

Non serve strappare le pagine della vita, basta saper voltar pagina e ricominciare.

Non si può dire di aver vissuto se prima non si è provato ciò che è proibito.

Non tradire chi ti sorride: potrebbe avere la morte nel cuore e regalarti ugualmente un po' di vita.

Non vivere con la paura di morire, ma muori con la gioia di aver vissuto.

Non volevo nascere (e sono nato), non volevo vivere (e sto vivendo), ma quando morirò andrò in paradiso (perché l'inferno lo sto già vivendo).

Non è cercando di essere gli altri che si è se stessi.

Non è tanto dell'aiuto degli amici che abbiamo bisogno, ma del poter far affidamento su quell'aiuto. 
[cfr. con: "Non è tanto dell'aiuto degli amici che noi abbiamo bisogno, quanto della fiducia che al bisogno ce ne potremo servire".  Epicuro, Sentenze e frammenti, IV-III sec. a.e.c.].

Ognuno di noi ha un paio di ali, ma solo chi sogna impara a volare.

Per cancellare una vita ci vuole un attimo, per cancellare un attimo ci vuole una vita.

Perché è scandaloso fare l'amore a sedici anni se si può morire a tutte le età?

Quando imparerai a fregartene della gente, solo allora sarai grande.

Quando la gente mi chiede cosa vuol dire amare, abbasso gli occhi per paura di ricordare.

Quando lei ti lascerà perché avrà trovato due occhi più belli dei tuoi, altre mani da stringere, un'altra bocca da baciare, non odiarla, ma ricorda i momenti che avete passato insieme e ringraziala, perché lei ti ha dato un poco della sua vita.

Questa notte non può durare in eterno, perché fra poco arriverà il mattino, ammesso che ci sia un domani.

Rido ma non sono felice: sto solo recitando un copione chiamato vita.

Rifiutarsi di amare per paura di soffrire è come rifiutarsi di vivere per paura di morire.

Rimpiangerai solo di non essere stato l'amante di te stesso.

Se ami qualcosa lasciala andare via, solo se torna sarà veramente tua.

Se ami una persona, lasciala andare. Se torna da te è tua per sempre, se non lo fa non è mai stata tua. [Anonimo; attribuito anche a Richard Bach].

Se devi vivere tutta la vita strisciando come un verme, alzati e muori!

Se dovessi scegliere tra il tuo amore e la mia vita, sceglierei il tuo amore, perché è la mia vita.

Se dovessi scegliere tra la vita e la morte, perché non esiste vita senza di te, di sicuro sceglierei la morte prima che mi scelga lei.

Se hai un'idea rispettala, non perché è un'idea, ma perché è tua.

Se la morte è il risveglio, la vita è un sogno.

Se le persone che parlano male di me, sapessero quello che dico io di loro, parlerebbero peggio.

Se non hai una ragione per vivere, non trovarne una per morire.

Se non mi stancherò di cercare e cercare scoprirò le mie origini segrete.

Se per vivere ti dicono "siediti e stai zitto", tu alzati e muori combattendo.

Se qualcuno ti dice vivi strisciando, tu alzati e muori ridendo!

Se sei triste e vorresti morire, pensa a chi è triste e vorrebbe vivere ma sa di dover morire.

Se ti dicono che l'amore è un sogno, sogna pure ma non stupirti se ti svegli piangendo.

Se ti droghi ti capisco, perché il mondo ti fa schifo; se non lo fai ti ammiro, perché sei in grado di combatterlo.

Se tu fossi una lacrima, io non piangerei per paura di perderti.

Se una mattina ti svegli e non vedi il sole, o sei morto, o sei il sole.
[Oppure hai le serrande della finestra abbassate - n.d.r.]

Se vuoi uccidere un uomo, privalo del suo sogno più bello.

Si nasce e si muore soli... tutto il resto è niente.

Siamo buoni a nulla, ma capaci di tutto.
[cfr. con: "Buoni a nulla, ma capaci di tutto". Leo Longanesi, La sua signora , 1957].

Sii sempre come il mare che infrangendosi contro gli scogli, trova sempre la forza per riprovarci.

Smetterò di amarti solo quando un pittore sordo riuscirà a dipingere il rumore di un petalo di rosa cadere su un pavimento di cristallo di un castello mai esistito.

Sogna perché nel sonno puoi trovare quello che il giorno non ti può dare.

Solo chi non conosce il dolore, può ridere di chi soffre.

Solo colui che fu messo in croce ebbe l'onore di portare i capelli lunghi senza essere chiamato drogato. 
[Questa è davvero troppo! - n.d.r.]

Solo quando i sogni vanno persi come lacrime nella pioggia è arrivato il momento di morire.

Sono nato in un buco, ho vissuto in un buco, morirò: per un buco.

Sono nato piangendo mentre tutti ridevano e morirò ridendo quando tutti piangeranno.
[cfr.: antico detto, forse di origine indiana o tibetana, di cui si conoscono diverse varianti, come ad esempio: "Quando sei nato, tu piangevi mentre gli altri gioivano. Vivi la tua vita in modo che quando morirai, gli altri piangeranno e tu gioirai"].

Sorridi anche se il tuo sorriso è triste, perché più triste di un sorriso triste c'è la tristezza di non saper sorridere.

Ti potranno tagliare le ali, ma non potranno impedirti di volare.

Tra il bene e il male c'è una porta, e io l'aprirò!

Tu per me non sei niente, solo aria, ma ricorda: senza aria non si vive. 
[Ennesimo "raffinatissimo" gioco di parole - n.d.r.].

Tutti facciamo parte di una storia infinita.

Uccidere è il coraggio del momento, vivere è il coraggio di sempre. 
[Frase dedicata, evidentemente, ai killer di professione - n.d.r.].

Un giorno anche la guerra s'inchinerà al suono di una chitarra.

Un giorno ho preso una margherita e ho fatto "m'ama o non m'ama". La prima volta è venuto m'ama, allora mi ama, ma la seconda è venuto non m'ama, ma non mi sono preoccupato: anche le margherite possono mentire! 
[Questa è buona solo per i tredicenni alle prime cotte - n.d.r.].

Un giorno piangevo perché non avevo le scarpe, poi vidi un uomo senza piedi e smisi di piangere. [cfr.: antico detto, forse di origine persiana, di cui si conoscono diverse varianti].

Un giorno incontrai un bambino cieco, mi chiese di descrivergli il mare, io osservandolo glielo descrissi, poi mi chiese di descrivergli il mondo: io piangendo glielo inventai.

Vivere senza tentare, significa rimanere con il dubbio che ce l'avresti fatta.

Vivi intensamente ogni giorno della tua vita, perché ogni giorno che passa non tornerà mai più.

Vivi intensamente ogni piccola cosa della tua vita, perché un giorno, queste piccole cose, sembreranno grandissime.

Vivi ogni attimo e questo non sarà mai l'ultimo. 

Vivi la vita così come puoi, perché come vuoi non puoi.

Vivo per amarti, morirò se dovrò dimenticarti.

Volevo provare i confini della realtà, volevo vedere a che punto potevo arrivare. Tutto qui, solo curiosità.

Vorrei essere nato al contrario per capire questo mondo storto.

Vorrei essere una lacrima per nascere dai tuoi occhi, vivere sul tuo viso e morire sulla tua bocca.

Libro di Jim Morrison consigliato
Tempesta elettrica
Poesie e scritti perduti 
Curatore R. Bertoncelli 
Traduttore T. jr. Schipa 
Editore Mondadori, 2002 

Nell'estate del 1971, al momento della sua tragica e misteriosa morte, Jim Morrison, il leader dei Doors, aveva scritto più di settecento pagine di poesie, aneddoti, epigrammi, saggi, racconti, soggetti e sceneggiature. Raccolte e riordinate dagli amici, quelle pagine sono confluite in questo volume, che ripropone, con l'originale a fronte, liriche e appunti.

Note
Vedi anche: Frasi di Jim Morrison - Frasi attribuite ad Albert Einstein

Nessun commento: