2015-10-12

Criminalità e Delinquenza - Frasi e citazioni

Raccolta di aforismi sulla criminalità, la delinquenza e la malvivenza in genere. Per leggere citazioni sul crimine inteso come sinonimo di delitto, vedi la pagina dedicata.
L'unico delinquente pericoloso è il delinquente colto. (Gilbert Keith Chesterton)
1. Criminalità
© Aforismario

Non si trova mai un ragazzo con tendenze criminali che non sia anche molto presuntuoso. La presunzione ha la stessa origine dell'ambizione e spinge l'individuo a mettersi, in un modo o nell'altro, in vista. Quando un ragazzo non riesce a farsi avanti seguendo il lato utile della vita, sceglie il lato disutile.
Alfred Adler, XX sec. [5]

La lotta alla criminalità organizzata è molto difficile, perché la criminalità è organizzata, ma noi no. 
Antonio Amurri, Qui lo dico e qui lo nego, 1990 

Oggi che il matto vive più direttamente a contatto con la società dei normali e ha perduto anche il fascino dell'ignoto e dello sconosciuto, una grande attrazione l'esercitano i criminali che riescono a tenere l'attenzione per mesi attorno a un loro delitto.
Vittorino Andreoli, Le nostre paure, 2010

Anche il più grande criminale ha il cinque per cento di bontà.
Robert Baden-Powell, Il libro dei capi, 1918

La nocività sociale delle forme di criminalità proprie della classe dominante, e quindi largamente immuni, è assai più grave di quella di tutta la criminalità realmente perseguita.
Alessandro Baratta, su Dei delitti e delle pene, 1987

Un criminale è un malato. Naturale che lo si porti all'ospedale e che gli si mandino regali. In che altro modo si potrebbero trattare i criminali?
Alfred Bester, L'uomo disintegrato, 1952

Un uomo che ha il talento e il fegato di sfidare la società è potenzialmente un uomo di valore. Se non lo si liberasse da sé stesso e non si sfruttassero i valori che sono in lui al più alto grado... ebbe-ne, ci si renderebbe colpevoli di un criminale spreco di esseri umani.
Alfred Bester, L'uomo disintegrato, 1952

Immacolata. Lo è la fedina penale di chi non è stato ancora beccato dalla polizia.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

"Che differenza c'è tra un galeotto e l'uomo della strada?" "Il galeotto è un perdente che ci ha provato". 
Charles Bukowski, Taccuino di un vecchio sporcaccione, 1969

Duemila anni di cristianità e che abbiamo ottenuto? poliziotti che cercano di tener insieme una merda che va in putrefazione, e che altro? guerre a non finire, bombardamenti, grassatori per le strade, rapine, gente accoltellata, tanti pazzi che ne hai perduto il conto, non ci fai più caso lasci che vadano in scorribanda per le strade in divisa, poliziotti oppure no.
Charles Bukowski, Storie di ordinaria follia, 1972

Ogni uomo è un criminale che si ignora.
Albert Camus, L'uomo in rivolta, 1951

Shakespeare e Dostoevskij rendono più durevole in noi il rammarico di non essere un santo o un criminale. Questi due modi di autodistruggersi...
Emil Cioran, Lacrime e santi, 1937/86

Gli uomini sono profondamente criminali in potenza.
Emil Cioran, Un apolide metafisico, 1995

Il nostro è un mondo malvagio, e quando un uomo intelligente decide di darsi al crimine, questa è davvero la cosa peggiore di tutte.
Arthur Conan Doyle, Le avventure di Sherlock Holmes, 1892

Lasciare il crimine in pace significa rendersene complice.
Prosper Jolyot de Crébillon, Radamisto e Zenobia, 1711

L'eliminazione della criminalità non è una conseguenza inevitabile del progresso. Non è più possibile paragonare il delitto alla peste, scomparsa con il mutare delle condizioni sociali sino a diventare il vago ricordo di una minaccia passata. Il delitto è un'altra cosa, e il comportamento criminale non è destinato a sparire con tanta facilità.
Michael Crichton, La grande rapina al treno, 1975

Il nostro atteggiamento morale nei confronti del delitto spiega una nostra singolare ambivalenza di fronte al comportamento criminale. Da un lato lo si teme, lo si disprezza, lo si condanna a gran voce. Ma al tempo stesso lo ammiriamo in segreto e siamo sempre ansiosi di conoscere i particolari di certe clamorose imprese criminali.
ibidem

Non è vero che i criminali siano uomini di intelligenza limitata; probabilmente, anzi, è vero il contrario. Gli studi sulla popolazione carceraria dimostrano che nei test d'intelligenza i reclusi danno risultati equivalenti a quelli della popolazione in genere, benché essi costituiscano soltanto una frazione dei violatori della legge, quelli che si sono fatti acciuffare.
Michael Crichton, La grande rapina al treno, 1975 [3]

Non conviene fare il criminale. La vita media di un criminale è di cinquantadue anni, di cui buona parte passati in galera. Quella delle persone perbene è di settantasette anni. Almeno è così che dicono le statistiche.
Luciano De Crescenzo, I pensieri di Bellavista, 2005

Crea la fame e chiunque diventerà un criminale.
Henri Ducard (Liam Neeson), in Batman Begins, 2005

Non bisogna dire che un atto offende la coscienza comune perché è criminale, ma che è criminale perché offende la coscienza comune. 
Émile Durkheim, La divisione del lavoro sociale, 1893

La tendenza a trasformare il criminale in capro espiatorio risale alla più lontana antichità, ma nelle attuali circostanze si manifesta più chiaramente che mai. Più cresce la colpevolezza collettiva, più sono diffuse le sue catene, e anonime e invisibili le sue sorgenti, più diviene urgente farne portare il peso a degli individui isolati e facilmente riconoscibili.
Hans Magnus Enzensberger [5]

Il criminale ha un bel fuggire la pena del suo delitto: la porta sempre con sé.
Bernard le Bovier de Fontenelle, Massime e pensieri, XVIII sec.

L'Italia non è fusa nemmeno nel male; tra noi, più che altrove, anche la criminalità è regionale: essa è di corruzione e di astuzia nel Settentrione, di violenza e di miseria nel Mezzogiorno.
Giustino Fortunato, Il Mezzogiorno e lo Stato italiano, 1911

Criminali. Gente che pensa male dei carabinieri, e di cui i carabinieri pensano peggio.
Carlo Emilio Gadda, Verso la Certosa, 1961

La differenza tra l'eroe e il criminale è che l'eroe uccide in guerra, in nome della patria e dei suoi interessi; il criminale, anche in pace, accecato dalle proprie passioni.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

C'è chi, come prezzo del proprio misfatto, ebbe la forca, chi la corona.
Decimo Giunio Giovenale, Satire, II sec.

Il crimine non è altro che energia male indirizzata.
Emma Goldman, Anarchismo, 1910

Riuscite a immaginare un mondo privo di uomini? Tasso di criminalità ridotto a zero e un sacco di donne, grasse e felici.
Nicole Hollander, The Whole Enchilada, 1982

La logica è cosa onesta che appartiene soltanto alla rettitudine. Il crimine ha l’astuzia, o l’imbecillità.
Victor Hugo, Oceano, XIX sec. (postumo 1989)

Ogni società ha il tipo di criminali che si merita.
Robert Kennedy, The Pursuit of Justice, 1964 [cfr. citazione di Alexandre Lacassagne]

La società ha i criminali che si merita.
Alexandre Lacassagne, L'uomo criminale comparato all'uomo primitivo, 1882

Ovviamente il crimine paga, altrimenti non ci sarebbe crimine.
G. Gordon Liddy, cit. su Newsweek, 1986

I criminali non delinquono per un atto cosciente e libero di volontà malvagia, ma perché hanno tendenze malvagie, tendenze che ripetono la loro origine da una organizzazione fisica e psichica diversa da quella normale.
Cesare Lombroso, L'uomo delinquente, 1876

Ci sono persone stranamente congegnate. Criminali, per esempio, che lavorano come negri a dei piani che li portano in prigione e che, appena usciti, ricominciano da capo per approdare nuovamente in prigione. Se dedicassero la stessa perseveranza, la stessa intelligenza, lo stesso spirito di risorsa, ad attività oneste, guadagnerebbero senza dubbio molto denaro e raggiungerebbero posizioni importanti. Ma sono fatti così: amano il delitto.
William Somerset Maugham, Il filo del rasoio, 1944

Il luogo comune secondo cui il crimine è causato dalla povertà è una specie di calunnia nei confronti dei poveri.
Henry Louis Mencken (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Abbastanza spesso il criminale non è all'altezza della sua azione: egli la immeschinisce e la calunnia.
Friedrich Nietzsche, Al di là del bene e del male, 1886

Il nostro crimine contro i criminali consiste nel fatto che noi li trattiamo come bricconi.
ibidem

Il tipo criminale è il tipo dell'uomo forte posto in condizioni sfavorevoli, un uomo forte reso malato.
Friedrich Nietzsche, Il crepuscolo degli idoli, 1888

Il peggior criminale che abbia mai camminato su questa terra è moralmente superiore al giudice che lo condanna alla forca. 
George Orwell, La strada di Wigan Pier, 1937

Tutti i pazzi, i maledetti, i criminosi sono stati bambini, hanno giocato come te, hanno creduto che qualcosa di bello li aspettasse. Quando avevamo tre, sette anni, tutti, quando nulla era avvenuto o dormiva solamente nei nervi e nel cuore.
Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935/50 (postumo 1952)

L'indurimento al crimine marcisce il cuore, come la ruggine marcisce il ferro.
Plutarco, II sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La forma concreta e più suggestiva del rimorso per un ladro o un assassino, è l'arrivo della polizia.
Charles Régismanset, Nuove contraddizioni, 1939

Il crimine uccide l'innocenza per regnare, e l'innocenza si dibatte con tutte le sue forze nelle mani del crimine
Maximilien de Robespierre, Sui principi di morale politica, 1794

Chiunque non odia il crimine non può amare la virtù.
ibidem

Ormai l'Italia convive con il crimine. Dopo tanti anni non è escluso che si arrivi al matrimonio.
Gabriella Ruisi, cit. in Federico Bellini (a cura di), Nuovi aforismi giuridici, 2006

Le persone sembrano buone quando sono oppresse, ma desiderano diventare oppressori a loro volta: la vita non è altro che una competizione per cercare di essere il criminale e non la vittima.
Bertrand Russell, lettera a Ottoline Morrell, 1920

Il criminale vede in un unico sguardo come è spaventosa la vita, e come saldamente egli è concresciuto con questa vita, visto che la cosa più spaventosa prende le mosse proprio da lui.
Arthur Schopenhauer, Scritti postumi, 1804/60 (postumo 1966/75)

Si crede stupidamente che un atto criminale per qualche ragione debba essere maggiormente pensato e voluto rispetto a un atto innocuo. In realtà non c'è differenza. I gesti conoscono un'elasticità che i giudizi etici ignorano.
Roberto Saviano, Gomorra, 2006

La logica dell'imprenditoria criminale, il pensiero dei boss coincide col più spinto neoliberismo. Le regole dettate, le regole imposte, sono quelle degli affari, del profitto, della vittoria su ogni concorrente. Il resto vale zero. 
Roberto Saviano, Gomorra, 2006

Un criminale è una persona con istinti predatori che non ha il capitale sufficiente per fondare una società.
Howard Scott (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

I criminali non muoiono per mano della legge. Muoiono per mano di altri uomini.
George Bernard Shaw, Uomo e superuomo, 1903

I peggiori tiranni e i piú grandi criminali che abbiano mai messo piede su questa terra (da Hitler a Stalin, da Torquemada a Pol Pot, da Manson a Chikatilo, e via dicendo – l’elenco sarebbe davvero troppo lungo –, non sono che semplici dilettanti di fronte alla madre di ogni crudeltà e spietatezza: la vita stessa.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Quelle stesse caratteristiche il cui possesso conduce alcuni a intraprendere la carriera politica – lingua biforcuta, faccia tosta, pelo sullo stomaco (per citare solo le piú rilevanti) – inducono altri a percorrere la via secondaria del crimine e del malaffare. È per questo motivo che i politici sono spesso anche dei malfattori e i malfattori se la intendono facilmente con i politici.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

"Contro la criminalità organizzata ci vuole fermezza". "Infatti il governo non si muove".
Mirco Stefanon [1]

L'esperienza criminale è indispensabile in questa nostra vita di merda.
Mike Tyson [1]

Sotto ogni criminale può nascondersi un sovversivo, sotto ogni sovversivo può nascondersi un criminale.
Gian Maria Volonté, in Indagine su un cittadino al di sopra ogni sospetto, 1970

In Italia per trecento anni sotto i Borgia ci sono stati guerra, terrore, criminalità, spargimenti di sangue. Ma hanno prodotto Michelangelo, Leonardo, il Rinascimento. In Svizzera vivevano in amore fraterno, avevano 500 anni di pace e di democrazia. E cosa hanno prodotto? L'orologio a cucù. 
Orson Welles, in Il terzo uomo, 1949

La società perdona spesso il criminale; ma non perdona mai il sognatore. 
Oscar Wilde, Il critico come artista, 1889

Se leghi le mani a un criminale delinque con i piedi.
Proverbio africano

2. Delinquenza
© Aforismario

Amnistia. La magnanimità dello Stato nei confronti di quei delinquenti che sarebbe troppo costoso punire.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Complice. Persona che si associa a un'altra in un atto criminoso, avendone piena coscienza e corresponsabilità, come ad esempio l'avvocato che difende un delinquente sapendolo colpevole. Questa definizione non riscuote l'approvazione degli avvocati anche perché nessuno ha finora offerto loro un congruo onorario per ottenere tale approvazione.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Politica. Modo di guadagnarsi la vita simile a quello dei settori più squallidi della delinquenza abituale.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

L'ammontare totale del male in ogni sistema è costante. Quindi, ogni diminuzione in una direzione - per esempio una riduzione della povertà o della disoccupazione - è sempre accompagnata da un aumento nell'altra - per esempio delinquenza o inquinamento.
Arthur Bloch, Legge di Issawi sulla conservazione del male, La legge di Murphy, 1977 

Il tenere famiglia corrisponde da sempre all'ottenere licenza di delinquere: per il bene dei propri cari si persegue il male dei cari solo altrui. 
Aldo Busi, Manuale del perfetto Single, 2002 

Nemesis, travestita da delinquenza, darà all'industria e agli industriali colpi dolorosi. Ma perché Nemesis non si serve del fulmine, del terremoto? Perché la punizione dell'ignobile sia ignobile, compiuta da ignobili esecutori.
Guido Ceronetti, Il silenzio del corpo, 1979

Vivere di paura dell'uomo. Spariti gli animali feroci, sgombrati i terrori del cielo, al confronto piacevoli distrazioni, quale fonte unica di paura non resta che l'uomo. Così forte, nelle metropoli, da trasformarle in rocche smisurate della paura dell'uomo per l'uomo, organizzazioni di paure. Associarsi, nel loro interno, prende forme di autodifesa feudale, in un dilagare irrefrenabile di reciproca diffidenza. Un vetro blindato, capace di resistere al lancio di una bomba, separa un impiegato da chi fa la richiesta di un francobollo. Lo Stato che protegge meglio dalla delinquenza individuale è lo Stato-Terrore, che pratica la psicotomia e la noutomia a tutti i cittadini protetti. Fuori della porta, la voragine aperta, in cui precipitiamo, l'uomo.
Guido Ceronetti, Il silenzio del corpo, 1979

L'unico delinquente pericoloso è il delinquente colto.
Gilbert Keith Chesterton, L'uomo che fu Giovedì, 1908

Si può individuare in molti delinquenti, specialmente quando si tratta di giovani, un potente senso di colpa che preesisteva all'atto criminoso, e che quindi di questo atto non è l'effetto bensì la causa: come se il poter collegare il senso di colpa inconscio a qualche cosa di reale e attuale fosse avvertito da costoro come un sollievo.
Sigmund Freud, L'Io e l'Es, 1922

Le reti della legge sono state create per catturare solo i piccoli delinquenti.
Kahlil Gibran, Massime spirituali, 1962 (postumo)

La delinquenza giovanile non si situa al livello del rapporto ricchezza/povertà. La si trova dove non ci sono le qualità di vita necessarie per far vivere un bambino. E questo consiste prima di tutto nella capacità di ascolto dei genitori.
Guy Gilbert, Un prete tra i balordi, 1978

Basista. Personaggio molto considerato dai signori «camorristi». È colui che getta le basi d'un «bel colpo». Potrebbe dunque fare scuola a molta gente onesta che unicamente non delinque per mancanza di pratica.
Domenico Giuliotti e Giovanni Papini, Dizionario dell'omo salvatico, 1923

Uno può finire poeta o pazzo, profeta o delinquente, non è affar suo, e in fin dei conti è indifferente. Il problema è realizzare il suo proprio destino, non un destino qualunque, e viverlo tutto fino in fondo dentro di sé. 
Hermann Hesse, Demian, 1919

I giovani delinquenti non hanno un avvenire sicuro. Possono ancora diventare persone perbene.
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

È mai esistita una generazione che non abbia osservato, stupefatta – anche se ormai dovrebbe essere un dato acquisito – gli arrabbiati, i delinquenti e i ribelli della propria gioventù diventare i rappresentanti delle posizioni più moderate?
Doris Lessing, Il sogno più dolce, 2001

Come contrastare la malavita organizzata? Cominciando a non votarla alle elezioni...
Daniele Luttazzi, Bollito misto con mostarda, 2005

Un filosofo produce idee, un poeta poesie, un pastore prediche, un professore manuali ecc. Un delinquente produce delitti. Se si esamina più da vicino la connessione che esiste tra quest’ultima branca di produzione e l’insieme della società, ci si ravvede da tanti pregiudizi. Il delinquente non produce soltanto delitti, ma anche il diritto criminale, e con ciò anche il professore che tiene lezioni sul delitto criminale, e inoltre l’inevitabile manuale, in cui questo stesso professore getta i suoi discorsi in quanto “merce” sul mercato generale. Con ciò si verifica un aumento della ricchezza nazionale.
Karl Marx, Teorie sul plusvalore, 1861/63

Il delinquente rompe la monotonia e la banale sicurezza della vita borghese. Egli preserva cosi questa vita dalla stagnazione e suscita quell'inquieta tensione e quella mobilità, senza la quale anche lo stimolo della concorrenza si smorzerebbe. Egli sprona così le forze produttive. Mentre il delitto sottrae una parte della popolazione in soprannumero al mercato del lavoro, diminuendo in questo modo la concorrenza tra gli operai.
Karl Marx, Teorie sul plusvalore, 1861/63

La delinquenza non è tanto un sintomo di disadattamento, quanto un sintomo di adattamento a una subcultura in conflitto con la cultura della città nel suo complesso
J. B. Mays [5]

Come delinquenti scoperti, non si soffre del delitto, ma dell'ignominia, o del cruccio per la stupidaggine commessa, o della privazione dell'elemento abituale, ed occorre una sottigliezza, che è rara, per fare a questo riguardo una distinzione. Chiunque ha praticato molto carceri e stabilimenti di pena, si stupisce come sia raro incontrarvi un inequivocabile «rimorso di coscienza»: ma tanto più spesso, invece, la nostalgia dell'antico, malvagio, amato delitto.
Friedrich Nietzsche, Aurora, 1881

Di rado gli avvocati di un delinquente sono tanto artisti da volgere l'orribile bellezza dell'azione commessa a profitto del suo autore.
Friedrich Nietzsche, Al di là del bene e del male, 1886

Per i grandi Geni o per i grandi delinquenti non vi è posto fra la mediocrità trionfante che domina e comanda.
Renzo Novatore, Il mio individualismo iconoclasta, 1920

I grandi che delinquono animano più al delitto, che le persone dappoco.
Francesco Mario Pagano, Principi del Codice Penale e Logica dei Probabili, 1828

Il delinquente non soltanto nuoce col danno che reca, ma benanche coll'esempio che porge.
ibidem

La nascita della delinquenza è l’investimento segreto nella furbizia di tutte le facoltà dell’intelligenza.
Daniel Pennac, Diario di scuola, 2007

Nessuno vuol più migliorare il mondo, tutti vogliono arricchirlo e pensano che sia la stessa cosa. Arricchitevi è il messaggio più diffuso e più ascoltato. È un’istigazione a delinquere nobilitata dall'etica protestante, incoraggiata dalla doppia morale cattolica, tutelata dalla legge a tutti gli effetti.
Luigi Pintor, Il nespolo, 2001

Lo sciagurato diventa talvolta delinquente, perché non gli si permette di ridiventare onesto.
Octave Pirmez, Fogliame, 1862

Fanno meno danno i delinquenti, che un cattivo giudice.
Francisco de Quevedo, Politica di Dio e governo di Cristo, 1626/36

Rapine! Esportazione dì valuta! Traffico di droga! Associazione a delinquere! Rapimenti! Eversioni! Ricatti! Perché subirli? Fateli da voi!
Sacchi e Rustichelli [2]

Le nostre carceri sono fabbriche di delinquenti o scuole di perfezionamento dei malfattori.
Filippo Turati, Discorsi alla Camera dei Deputati, 1904

La malavita non esiste più. Oggi esiste la mala-vita. Niente regole, niente onore, niente amicizia, niente rispetto. La violenza è dappertutto ed è insensata.
Renato Vallanzasca, cit. su la Repubblica, 2009

Guerre, conflitti, tutti affari. Un omicidio è delinquenza, un milione è eroismo. Il numero legalizza. 
Henri Verdoux (Charlie Chaplin), in Monsieur Verdoux, 1947

Noi finiamo col somigliarci, noi poliziotti coi delinquenti. Nelle parole, nelle abitudini... qualche volta perfino nei gesti.
Gian Maria Volonté, in Indagine su un cittadino al di sopra ogni sospetto, 1970

I delinquenti hanno oggi una faccia talmente onesta che la gente per bene è costretta a prendere l’aspetto di delinquenti per distinguersi da loro.
Oscar Wilde, La duchessa di Padova, 1883

Note
  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. Battuta tratta da Gino e Michele, Anche le formiche nel loro piccolo s'incazzano. Opera omnia, Baldini e Castoldi, 1995
  3. Michael Crichton cita alcune conclusione tratte da: Harry Elmer Barnes, Negley K. Teeters, Frank Tannenbaum, Nuovi orizzonti in Criminologia, 1949
  4. Su diversi siti in lingua italiana, la frase di Francisco de Quevedo si trova tradotta così: "Cento delinquenti fanno meno male di un giudice cattivo". Tuttavia, leggendo il testo originale, ci si accorge che il numero "cento" è un'aggiunta arbitraria di chi ha tradotto la frase in italiano: "Menos mal hacen los delincuentes, que un mal juez". Tra l'altro, la frase fa riferimento a un "cattivo giudice" e non a un "giudice cattivo", c'è una certa differenza.
  5. Frase tratta da: Mario Lettieri, Il libro delle citazioni, 1998
  6. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Delitto, Reato, Crimine - Mafia, Camorra e Ndrangheta

Nessun commento: