2015-10-11

Delitto e Reato - Citazioni sul Crimine

Raccolta di aforismi sul delitto, il reato e il crimine. Il delitto, nel linguaggio comune, indica un grave reato contro l’integrità e l’incolumità di una o più persone (spesso è usato come sinonimo di omicidio); in diritto, indica in maniera più specifica la violazione di una norma penale, un atto illecito, doloso o colposo, per il quale sono previste sanzioni di carattere detentivo o pecuniario. Il reato è un atto che infrange una norma di legge e quindi è passibile di pena. Il concetto di crimine nel diritto penale italiano vigente è stato assorbito in quello di delitto, tuttavia continua a permanere nell'uso corrente e nel linguaggio giornalistico per indicare un delitto grave.
Ogni delitto, benché privato, offende la società. (Cesare Beccaria)
1. Delitto
© Aforismario

I delitti dell'estrema civiltà sono certamente più atroci che quelli dell'estrema barbarie. 
Jules-Amédée Barbey d'Aurevilly, Le diaboliche, 1874

Il segreto delle grandi fortune senza causa apparente è un delitto dimenticato, perché fu fatto a puntino.
Honoré de Balzac, Papà Goriot, 1834

Gli attentati contro la sicurezza e libertà dei cittadini sono uno de’ maggiori delitti, e sotto questa classe cadono non solo gli assassinii e i furti degli uomini plebei, ma quelli ancora dei grandi e dei magistrati, l’influenza dei quali agisce ad una maggior distanza e con maggior vigore, distruggendo nei sudditi le idee di giustizia e di dovere, e sostituendo quella del diritto del più forte, pericoloso del pari in chi lo esercita e in chi lo soffre.
Cesare Beccaria, Dei delitti e delle pene, 1763

L’unica e vera misura dei delitti è il danno fatto alla nazione.
ibidem

Ogni delitto, benché privato, offende la società.
ibidem

Uno dei più gran freni dei delitti non è la crudeltà delle pene, ma l’infallibilità di esse, e per conseguenza la vigilanza dei magistrati, e quella severità di un giudice inesorabile, che, per essere un’utile virtù, dev'essere accompagnata da una dolce legislazione.
Cesare Beccaria, Dei delitti e delle pene, 1763

L'essenza del delitto non muta. Si tratta sempre del conflitto dell'assassino contro la società: la vittima ne è il prezzo.
Alfred Bester, L'uomo disintegrato, 1952

Abbia o no fortuna, un delitto è sempre delitto; ma se non riesce, diventa per di più una sciocchezza.
Louis de Bonald, Pensieri su vari argomenti, 1817

Dire che un delitto è opera di una società, il risultato matematico di taluni «fattori ambientali», è una di quelle offese che il nostro tempo rivolge continuamente alla libertà individuale e alla libertà in genere.
Vitaliano Brancati, su L'Europeo, 1952

Peccato che i delitti meglio eseguiti, i delitti perfetti, insomma, siano rimasti privi di firma; e che gli autori in cambio d’una banale impunità abbiano perso la gloria.
Gesualdo Bufalino, Bluff di parole, 1994

Gl’innocenti tornano sempre sul luogo del delitto.
ibidem

Nella realtà il delitto non solo paga, ma strapaga e risulta sempre meno punibile.
Oreste del Buono [4]

Quanti delitti commessi semplicemente perché i loro autori non potevano sopportare di aver torto.
Albert Camus, La caduta, 1956

Il lassismo verso il delitto è una pietà ignobile, da condannare come il delitto.
Guido Ceronetti, La carta è stanca, 1976

Il delitto che la mente nasconde, li trasparisce sul viso.
Domenico Cirillo, Discorsi accademici, XVIII sec.

Nella matassa incolore della vita scorre il filo scarlatto del delitto, noi abbiamo il dovere di dipanarlo, isolarlo e tirarlo fuori da capo a fondo.
Arthur Conan Doyle, Uno studio in rosso, 1887

È un errore confondere ciò che è strano con ciò che è misterioso. Il delitto più banale spesso è il più incomprensibile proprio perché non presenta aspetti insoliti o particolari, da cui si possono trarre delle deduzioni.
ibidem

Spesso, il delitto più banale è il più incomprensibile proprio perché non presenta aspetti insoliti o particolari, da cui si possano trarre delle deduzioni.
Arthur Conan Doyle, Uno studio in rosso, 1887

Quando un uomo si imbarca in un delitto è moralmente responsabile di ogni altro crimine che possa procedere da quello.
Arthur Conan Doyle, Il ritorno di Sherlock Holmes, 1905

Mi sono occupato di moltissimi delitti, ma ancora non ne ho mai incontrato uno che sia stato compiuto da una creatura alata. Fino a quando un criminale si muoverà sulle sue gambe, dovrà necessariamente esserci qualche avvallamento, qualche alterazione, qualche spostamento sia pur minimo che un ricercatore scientifico dovrà scoprire.
Arthur Conan Doyle, Il ritorno di Sherlock Holmes, 1905

Quando si premedita freddamente un delitto, si premeditano freddamente anche i sistemi per celarlo.
Arthur Conan Doyle, Il taccuino di Sherlock Holmes, 1927

Ogni delitto riflette specularmente l'immagine dell'autore.
Arthur Conan Doyle, (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Il debito è il padre d'una numerosa figliolanza di follie e di delitti.
Benjamin Disraeli, Henrietta Temple, 1837

Già da molto tempo, ormai, si era posto una domanda: perché quasi tutti i delitti vengono a galla e si scoprono così facilmente, e perché quasi tutti i criminali lasciano dietro di sé tracce così visibili? Le conclusioni alle quali, a poco a poco, era giunto erano molteplici e bizzarre. Secondo lui, la ragione principale non consisteva tanto nella impossibilità materiale di celare il delitto, quanto nello stesso delinquente, il quale – e questo valeva quasi per tutti – al momento del crimine subisce una specie di indebolimento della volontà e dell’intelletto che vengono invasi da una puerile e fantastica leggerezza; e questo proprio nel momento in cui assennatezza e prudenza sono più che mai necessarie. Era convinto che questo ottenebramento della ragione e questa paralisi della volontà s’impadroniscono dell’uomo come una malattia, si sviluppano gradualmente e raggiungono il loro acme poco prima che venga commesso il delitto; persistono nel tempo necessario al suo compimento e anche un po’ di più, a seconda degli individui, dopo di che passano, come passa qualsiasi altra malattia. Quanto alla domanda: è la malattia a causare il delitto, oppure è il delitto che, per sua particolare natura, è sempre accompagnato da quella specie di malattia? – non si sentiva ancora in grado di rispondervi.
Fëdor Dostoevskij, Delitto e castigo, 1866

La concezione dei socialisti è nota: il delitto è una protesta contro l'ingiustizia dell'ordinamento sociale
ibidem

Il prossimo è troppo occupato coi propri delitti per accorgersi dei nostri. 
Ennio Flaiano, Tempo di uccidere, 1947

Ogni delitto o altra offesa commessa o inflitta ad altri, non importa per quale causa, è un crimine contro l'umanità.
Mohandas Gandhi, su Harijan, 1936

Se volete distruggere un uomo colpevole di un piccolo delitto, addossategliene cento grandi.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

«Non vi sono così grandi delitti che non mi sia sentito in certi giorni capace di commettere», dice Goethe. Le più grandi intelligenze sono anche le più capaci di grandi delitti, che in genere non commettono, per saggezza, per amore, e perché vi si limiterebbero.
André Gide, Diario, 1887-1950

Il più grande dei delitti è di rendere il male per il bene.
Charles Gobinet, L'istruzione della gioventù, 1665

Il delitto è ribellione all'autorità dello Stato, è la negazione del diritto, la pena è a sua volta la negazione del delitto e quindi la riaffermazione del diritto.
Georg Wilhelm Friedrich Hegel, Lineamenti di filosofia del diritto, 1821

Aggiungendo bianco a bianco, lentamente, il fiocco arriva alla valanga, e il furfante al delitto.
Victor Hugo, L'uomo che ride, 1869

Se uno si trova davanti al tribunale non c'è più un solo fatto della cosiddetta vita precedente che non possa servire a produrre subito una «sfavorevole impressione» e che non possa aiutare la giustizia a prendere quelle «iniziative» poi registrate dalla cronaca giudiziaria. Non si riesce a credere quanto i delitti letteralmente si accalchino intorno a una persona che abbia avuto una volta a che fare con uno di essi! Ciò che si è distribuito in quarant'anni, se lo si proietta nel lasso di un'azione giudiziaria, fa l'effetto di un tableau vivant, ciò che è stato setacciato dal tempo acquista una intensa attualità, come se fosse avvenuto durante la carcerazione preventiva. Esso non solo illumina il delitto, con cui non ha niente a che fare, ma dal delitto viene anche illuminato, e l'immagine del carattere dell'imputato si riflette sempre da due parti. È questo il metodo che si accorda felicemente col pensiero privo di prospettiva della media giudicante. Esso consiste nello schiacciare un uomo perduto sotto il banco degli imputati.
Karl Kraus, Detti e contraddetti, 1909

Pietosa condizione è quella di un uomo innocente che precipitazione e procedura hanno accusato di un delitto; quella del suo giudice può esserlo di più?
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

Se la povertà è la madre dei delitti, la carenza d’ingegno ne è il padre.
ibidem

Ci sono delitti che diventano innocenti per il loro clamore, il loro numero e il loro eccesso. Così i furti pubblici sono destrezze, e impossessarsi iniquamente di intere Provincie si chiama conquistare.
François de La Rochefoucauld, Massime, 1678

Chi è incapace di commettere grandi delitti non ne sospetta facilmente gli altri.
ibidem

Bisogna convenire, a onore della virtù, che le più grandi sciagure degli uomini sono quelle in cui incorrono a causa dei delitti.
François de La Rochefoucauld, Massime, 1678

In filosofia il delitto è un errore; per la religione l'errore è un delitto.
Robert de Lamennais, Pensieri vari, 1854

Anche il delitto bene spesso è un eroismo, cioè per esempio quando il farlo torna in danno o pericolo, e nondimeno si vuol fare per soddisfare quella tal passione ec. tanto più eroismo quanto che bisogna superare tutta la forza della natura reclamante, e dell’abitudine (se si tratta per esempio di un giovane, di un innocente ec.). E però è un eroismo anche senza il danno o il pericolo tutte le volte che è commesso da persona non solita a commetterlo, costando sempre uno sforzo e una vittoria di se stesso, nel che consiste l’eroismo. Quindi da un delitto di questa sorta si può sempre argomentar bene o almeno alquanto straordinariamente di una persona.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

Nessun delitto può trovare un motivo scusante.
Tito Livio, Ab urbe condita, I sec. a.e.c.

Può darsi che il delitto non paga. Sicuramente rende.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Non tutti i delitti hanno riflessi sociali. [...] Ma ci sono delitti, invece, in cui tutto è sociale, dall'arma usata all'ambiente fisico, dai caratteri dei protagonisti al loro modo di vita, tutto, perfino il dolore, perfino il peccato, perfino la riparazione, perfino il pentimento.
Alberto Moravia, su L'Europeo, 1952

Con un grande fine si è superiori non solo alle calunnie ma anche a un grande delitto.
Friedrich Nietzsche, Frammenti postumi, 1869/89

Il delitto è la violazione di un diritto o naturale, o civile dell'uomo: ovvero una mancanza dell'adempimento dell'obbligazione o naturale, o civile. Esso è una commissione di ciò che non devesi fare, o l'omissione di ciò che convien fare.
Francesco Mario Pagano, Principi del Codice Penale e Logica dei Probabili, 1828

Ci sono più delitti perfetti nella storia rispetto ai delitti imperfetti. Solo che i perfetti si annoiano della perfezione del proprio delitto e a quel punto si lasciano prendere, "beccare", come geniale mangime da stupide galline investigatrici.
Andrea G. Pinketts, Ho una tresca con la tipa nella vasca, 2014

Ogni delitto irrisolto è un delitto perfetto.
ibidem

La società prepara il delitto, il colpevole è soltanto lo strumento che lo commette.
Adolphe Quetelet, Sull'uomo e lo sviluppo delle sue facoltà, 1835

Un delitto non dovrebbe andare impunito perché altrimenti tutte le fondamenta morali crollerebbero e soltanto il caos regnerebbe.
Erich Maria Remarque, Ombre in Paradiso, 1971

Il migliore tra noi ha alcuni piccoli delitti da rimproverarsi.
Jules Renard, Diario, 1887/1910 (postumo, 1925/27)

Il delitto ci appartiene; ma c'è chi appartiene al delitto.
Leonardo Sciascia, Il cavaliere e la morte, 1988

La principale e la più grave punizione per chi ha commesso una colpa sta nel sentirsi colpevole; e nessun delitto, anche se la fortuna lo adorna con i suoi doni e lo protegge e lo garantisce, resta impunito, poiché il supplizio del delitto è nel delitto stesso. Nondimeno, questo supplizio è seguito e incalzato da un altro supplizio: si vive in continuo allarme e si dispera di ritrovare la serenità.
Lucio Anneo Seneca, Lettere a Lucilio, 62/65

La pena più grande per i delitti sta nei delitti stessi.
ibidem

Il delitto coronato da successo prende il nome di virtù.
Lucio Anneo Seneca, Eracle furioso, I sec.

Ah! quante volte ci eccita al delitto la sola vista dei mezzi di compierlo!
William Shakespeare, Il re Giovanni, 1623

Il delitto non è che lo spaccio al minuto di quanto, nella vendita all'ingrosso, chiamiamo legge penale.
George Bernard Shaw, Uomo e superuomo, 1903

Quando un uomo vuol assassinare una tigre, dice che è sport; quando la tigre vuole assassinare lui, egli dice che è ferocia. La differenza tra Delitto e Giustizia non è maggiore di questa.
ibidem

La passione può condurre al delitto. Certo; ma date le stesse circostanze, la ragione conduce all'infamia.
Ardengo Soffici, Razzi, 1913

Nel caso ormai sempre piú frequente in cui un delitto familiare balza “agli onori della cronaca”, capita spesso che i vicini di casa, prontamente – e ritualmente – intervistati dai giornalisti, dichiarino in tutta sincerità che l’assassino era una persona “normalissima”, assolutamente per bene, grande lavoratrice, “tutta casa e chiesa”. È lecito concluderne, pertanto, che bisogna rimanere in costante allerta nel caso in cui si abbia la sventura di convivere con persone “normali” e in apparenza innocue, e tranquillizzarsi soltanto quando si vive accanto a folli conclamati o a noti pregiudicati.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Il comportamento dello Stato è espressione del suo potere, della sua violenza, ma questa egli la chiama «diritto», quella del singolo «delitto». Delitto, dunque, così si chiama il potere del singolo.
Max Stirner, L'Unico e la sua proprietà, 1844

Le ragioni per cui ci si astiene dai delitti sono più vergognose, più segrete dei delitti stessi. 
Paul Valéry, Tal quale, 1941/43 

Chi perdona al delitto ne diventa complice.
Voltaire, Bruto, 1730

La storia non è che un quadro di delitti e sventure.
Voltaire, L'ingenuo, 1767

Il delitto è avido di sangue. Ognuno di essi ne chiama un altro.
Oscar Wilde, La duchessa di Padova, 1883

Il delitto appartiene esclusivamente alle classi inferiori e io non gliene faccio carico. M'immagino che per loro il delitto sia ciò che per noi è l'arte, e cioè semplicemente un mezzo per procurarsi delle sensazioni straordinarie.
Oscar Wilde, Il ritratto di Dorian Gray, 1891

Ogni delitto è volgare, così come ogni volgarità è un delitto.
ibidem

Nessuno commette un delitto senza fare qualche stupidaggine.
Oscar Wilde, Il ritratto di Dorian Gray, 1891

Nessun delitto è volgare ma tutta la volgarità è un delitto.
Oscar Wilde, Frasi e filosofie a uso dei giovani, 1894

Proverbi sul Delitto
  • Al delitto s’arriva per gradi.
  • Chi delitto non ha, rossor non sente.
  • Chi non castiga il delitto ne chiama uno nuovo.
  • Un delitto si copre con un altro delitto.
2. Reato
© Aforismario

La massima parte dei reati viene commessa per avidità, non per bisogno.
Harry Elmer Barnes, Negley K. Teeters, Frank Tannenbaum, Nuovi orizzonti in Criminologia, 1949

Reato. Infrazione alla legge che ha minor dignità di un crimine e non costituisce motivo sufficiente per essere ammesso nella crème del delitto.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Ogni individuo accusato di un reato è presunto innocente sino a che la sua colpevolezza non sia stata provata legalmente in un pubblico processo nel quale egli abbia avuto tutte le garanzie necessarie per la sua difesa.
Dichiarazione Universale dei Diritti Umani (Articolo 10), 1948

La guerra, che uccide milioni di uomini e distrugge intere città, è la cosa più naturale del mondo. Ma lo scippo che ci priva di diecimila lire è un reato.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Tra tutti gli strani «reati» che gli esseri umani hanno inventato dal nulla, il più sorprendente è la «bestemmia»... mentre «oscenità» e «indecenza contraria al comune senso del pudore» sono in lizza per il secondo e il terzo posto.
Robert Anson Heinlein, Lazarus Long l'Immortale, 1973

La più grande sventura, dopo quella di essere ritenuti colpevoli di un reato, è spesso di essersene dovuti giustificare. Certe sentenze, che sono infirmate dalla voce del popolo, ci scagionano e ci rimandano assolti.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

Dovunque c’è un reato previsto dal codice, trovi una precisa indicazione per fare quattrini. Nella più assoluta legalità.
Gianni Monduzzi, Orgasmo e pregiudizio, 1997

Si assolvono più reati in tribunale che peccati al confessionale.
Guido Rojetti, L'amore è un terno (che ti lascia) secco, 2014

Alcuni reati li abbiamo commessi, altri pensati, altri desiderati, altri incoraggiati; in certi casi siamo innocenti perché le cose non sono andate come avremmo voluto. Riflettiamo su questo, mostriamoci benevoli con chi sbaglia.
Lucio Anneo Seneca, Sull'ira, I sec.

All'estero quando un politico è coinvolto in un reato sparisce lui, in Italia sparisce il reato o sparisce il processo; una volta spariva anche il magistrato.
Marco Travaglio, a Servizio Pubblico, 2012

La povertà è la madre dei reati.
Proverbio cinese

3. Crimine
© Aforismario

Agatha Christie è la donna che, dopo Lucrezia Borgia, è vissuta più a lungo a contatto con il crimine.
Anonimo (attribuito a Winston Churchill)

Spogliato delle razionalizzazioni etniche e delle pretese filosofiche, un crimine è una qualunque cosa, che chi comanda, proibisce.
Alfred Adler (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Ogni giornale, dalla prima all'ultima riga, non è che un tessuto di orrori. Guerre, crimini, furti, impudicizie, torture, crimini dei principi, crimini delle nazioni, crimini dei singoli, un’ebbrezza d’atrocità universale. Ed è con questo aperitivo disgustante che l’uomo civilizzato accompagna la sua prima colazione del mattino. Tutto, in questo mondo, trasuda il crimine: il giornale, la muraglia e la faccia dell’uomo. Io non capisco come una mano possa toccare un giornale senza una convulsione di disgusto.
Charles Baudelaire, Il mio cuore messo a nudo, 1859/66 (postumo 1887/1908)

Si possono fondare imperi gloriosi sul crimine, e nobili religioni sull'impostura.
ibidem

Alienato. Termine legale che indica una condizione di infermità mentale in cui ci si trova un momento prima di compiere un crimine e un delitto.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Manchevolezza. Termine che serve a designare le colpe che io posso aver commesso a differenza delle tue che sono senz'altro degli atti criminali.
ibidem

Non esiste crimine che non possa sperare di essere, uno giorno, perdonato.
Alfred Capus, L'avversario, 1904

Avete la libertà senza la guerra; per forza dovrete vivere tra un’infinità di crimini.
Guido Ceronetti, Pensieri del tè, 1987

In un Umanismo Integrale, come quello in atto, non c’è posto per chi non sia nato a compiere o a tollerare qualsiasi crimine.
Guido Ceronetti, Pensieri del tè, 1987

La povertà diminuisce la gravità del crimine.
Nicolas de Chamfort, Massime e pensieri, 1795/1953 (postumo)

Chi commette un crimine, per il rischio che vi corre e il tumulto delle passioni, non ha tempo di ascoltare il rimorso; ma chi del crimine è solo complice e confidente senza avervi parte attiva, proprio lui sente la voce vendicatrice della coscienza.
François-René de Chateaubriand, Pensieri, riflessioni e massime, XIX sec.

Non ci si può occupare del crimine senza tener conto della psicologia. Non è tanto il delitto in sé stesso che interessa, quanto ciò che si nasconde dietro.
Agatha Christie, Se morisse mio marito, 1933

Quando anche la musica è impotente a salvarci, un pugnale luccica nei nostri occhi; niente più ci sostiene se non il fascino del crimine.
Emil Cioran, Sillogismi dell'amarezza, 1952

Aver commesso tutti i crimini, tranne quello di esser padre.
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973

C’è una forte analogia e un’aria di famiglia in tutti i misfatti; avendo sulla punta delle dita tutti i particolari di mille crimini, sarebbe molto strano non riuscire a risolvere il milleunesimo.
Arthur Conan Doyle, Uno studio in rosso, 1887

Niente è più terribile che osservare un uomo colto nel mezzo non di un crimine, ma di una debolezza più che criminale.
Joseph Conrad, Lord Jim, 1899

Il vero significato del crimine risiede nel suo essere una violazione alla fiducia del consorzio umano.
Joseph Conrad, Lord Jim, 1899

Gli eventi più strani e più unici sono spesso connessi non ai crimini maggiori, ma a quelli minori e, anzi, di solito si verificano quando non si sa ancora con certezza se un crimine è stato commesso.
Arthur Conan Doyle, Le avventure di Sherlock Holmes, 1892

Non c’è che un passo tra il crimine e il banco degli imputati.
ibidem

Più grande è il crimine, più è ovvio il movente.
ibidem

Sono i crimini banali, anonimi, quelli di più difficile soluzione; proprio come un viso anonimo è il più difficile da identificare.
Arthur Conan Doyle, Le avventure di Sherlock Holmes, 1892

Il crimine più difficile da scoprire è quello che non ha un movente.
Arthur Conan Doyle, Le memorie di Sherlock Holmes, 1894

Ha commesso meno crimini la forza che la vile debolezza.
Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, 1977/92

A volte, il crimine che si cerca di commettere è così orribile che il pretesto della nazione non basta ed è necessario invocare l'umanità.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

Ciò che è morale a Londra è immorale a Montacute [2]; ciò che è crimine per la moltitudine, è soltanto vizio per i pochi.
Benjamin Disraeli, Tancredi, 1847

Il crimine non è mai così pericoloso come quando si trova sotto la maschera della virtù.
Charles Pinot Duclos, Storia della baronessa Luz, 1741

I crimini, come le virtù, sono le ricompense a se stessi.
George Farquhar, L'incostante, 1702

I crimini di cui un popolo si vergogna costituiscono la sua vera storia. Lo stesso vale per l'uomo.
Jean Genet, I paraventi 1961

Un crimine è solo un altro nome per indicare una necessità o una sorta di malessere.
Kahlil Gibran, Sabbia e spuma, 1926

In verità nessun crimine è commesso da un solo uomo o da una sola donna. Ciascun crimine e commesso da ognuno. E colui che ne sconta la pena non fa che spezzare uno solo degli anelli della catena che pende dalla vostra caviglia. E forse il suo tormento serve a pagare il prezzo della vostra gioia di un attimo.
Kahlil Gibran, Gesù figlio dell'Uomo, 1928

Povera natura umana, quali crimini orribili sono stati commessi in tuo nome!
Emma Goldman, Anarchismo, 1910

Firmare i propri crimini è un gesto da re.
Victor Hugo, L'uomo che ride, 1869

Il crimine e il vizio sono le due corna del diavolo.
Victor Hugo, Oceano, XIX sec. (postumo 1989)

Il libro più spaventoso che si potrebbe scrivere sarebbe questo: i crimini delle leggi.
ibidem

Che cos'è la storia [...] se non un registro dei crimini e delle sofferenze che l'uomo ha inflitto ai propri simili?
Washington Irving, The Beauties, 1830

Gli uomini perdonano qualsiasi crimine, meno questo, ch'essi giudicano inumano: il delitto di essere uomini!
Søren Kierkegaard, Diario, 1834/55 (postumo 1909/49)

L’innocenza è ben lontana dal trovare tanta protezione quanta ne trova il crimine.
François de La Rochefoucauld, Massime, 1678

Un crimine generalizzato diviene ben presto un diritto. 
Gustave Le Bon, Aforismi dei tempi presenti, 1913

I tanti efferati crimini contro gli innocenti dovrebbero dichiarare l'inesistenza o peggio l'indifferenza di Dio. Invece dimostrano la certa potenza del diavolo.
Fausto Melotti, Linee, 1975/78

Quello che per lo più rende gli uomini malvagi è che questi vengono a trovarsi in circostanze ove sono più pressati dall'utilità di commettere crimini che non dalla vergogna o dal pericolo di attuarli. Le buone leggi possono rendere infrequenti siffatte circostanze, le cattive le moltiplicano, mentre le leggi indifferenti lasciano tutte quelle che il caso può produrre.
Charles-Louis de Montesquieu, I miei pensieri, 1716/55 (postumo 1899/01)

La condanna del criminale non è sempre una prova del crimine dell’imputato
ibidem

Tutti possiamo essere spregevoli. Ognuno di noi porta con sé un crimine commesso o un crimine che l’anima gli chiede di commettere.
Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

Se viene commesso nel nome di Dio o della Nazione, non c'è crimine così efferato che l'opinione pubblica non possa perdonare.
Tom Robbins, Coscine di pollo, 1990

L’impunità di molti crimini è dovuta al fatto che sono legali.
Guido Rojetti, L'amore è un terno (che ti lascia) secco, 2014

Siamo spietati soprattutto con i «mostri» morali nella misura in cui non ci appaiono troppo estranei. I nostri rigori puniscono l'inumano dell'umano. Forse, non tanto per il suo crimine vogliamo punire quest'uomo, quanto per il turbamento in cui ci mette differendo da noi soltanto per il suo delitto.
Jean Rostand, Pensieri di un biologo, 1954

Colui che ha commesso il crimine è meno colpevole di Colui che avesse creato contemporaneamente il crimine e il rimorso.
ibidem

Nessuna azione, per quanto singolare possiate supporla, è veramente criminale; e nessuna può realmente chiamarsi virtuosa. Tutto è in rapporto ai nostri costumi e all'ambiente in cui abitiamo.
Donatien Alphonse François de Sade, La filosofia nel boudoir, 1795

La politica è il rifugio dove crimini che normalmente avrebbero come inevitabile conseguenza la prigione o la morte, dove tradimenti che normalmente scatenerebbero lo sdegno più rovente, dove menzogne che normalmente verrebbero seppellite sotto una sghignazzata generale non solo sembrano essere esenti da queste ripercussioni altrimenti ovvie, ma dove i suddetti crimini, tradimenti e menzogne vengono considerati assolutamente normali se non addirittura gloriose conferme della natura umana. La cosa peggiore però è che non solo i politici della stessa corrente, ma tutta l'opinione pubblica, anzi persino gli avversari lascino prevalere in simili occasioni una comprensione così indulgente come mai saprebbero impiegare nei riguardi di persone che sono delle canaglie senza pretesti politici, a loro rischio e pericolo.
Arthur Schnitzler, Il libro dei motti e delle riflessioni, 1927

Il crimine si propone alle menti come una sorta di scorciatoia che va dal desiderio al suo scopo senza considerare il desiderio altrui. Non considera i sentimenti altrui come ostacoli – conosce soltanto ostacoli materiali.
Paul Valéry, Mélange, 1939

La paura segue il crimine, ed è la sua punizione.
Voltaire, Semiramide, 1748

Il più grande dei crimini, almeno il più distruttivo e di conseguenza il più contrario al fine della natura, è la guerra; ma non vi è alcun aggressore che non colori questo misfatto con il pretesto della giustizia.
Voltaire, Il filosofo ignorante, 1766

Soltanto i deboli commettono crimini: chi è potente e chi è felice non ne ha bisogno.
Voltaire, Quaderni, XVIII sec. (postumo, 1952)

Note
  1. Battuta tratta da Gino e Michele, Anche le formiche nel loro piccolo s'incazzano. Opera omnia, Baldini e Castoldi, 1995
  2. Montacute: paesino della contea del Somerset, in Inghilterra (cfr. cit. di Benjamin Disraeli).
  3. La citazione di Quetelet è spesso attribuita a Henry Thomas Buckle in questa forma: "La società prepara il delitto, il criminale lo commette". Ma la paternità della frase spetta sicuramente al primo, che l'ha pubblicata quando Buckle aveva più o meno quindici anni.
  4. Frase tratta da: Mario Lettieri, Il libro delle citazioni, 1998
  5. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Criminalità e DelinquenzaFurto e Ladri - Omicidio e Assassini

Nessun commento: