2015-10-01

Follia, Pazzia e Matti - 200 Frasi da Impazzire

Raccolta di frasi, aforismi e battute divertenti sulla follia, la pazzia, i matti e il raptus. Da notare che la maggior parte delle citazioni fanno riferimento alla follia non nel significato psichiatrico di grave disturbo mentale, ma in quello più esteso di mancanza di senno, di stranezza o sconsideratezza, oppure come atto temerario o imprudente considerato anche in senso positivo, come comportamento fuori dagli schemi che rende la vita meno piatta e banale. Per frasi sulla pazzia in senso psichiatrico, vedi la raccolta dedicata alla schizofrenia e alle psicosi nella sezione "Psicopatologia" del sito Aforismario.
Per quanto riguarda il raptus (dal latino "rapimento"), si può definire come un impulso improvviso e incontrollato in condizioni di scarsa lucidità mentale, che induce a compiere atti sconsiderati. Nella raccolta di citazioni dedicata al genio, trovi anche un interessante paragrafo sul confronto tra genio e follia.
La gente vede la follia nella mia colorata vivacità
e non riesce a vedere la pazzia nella sua noiosa normalità!
(Cappellaio Matto - Johnny Depp, Alice in Wonderland, 2010)
1. Follia / Pazzia
© Aforismario

Ci sono pochi grandi spiriti che non abbiano un grano di follia.
Anonimo (attribuito a Seneca e Aristotele)

Comincerete a prendere in seria considerazione la follia quando per la prima volta essa vi tornerà utile per risolvere i vostri problemi da persona normale.
Anonimo (attribuito a Sigmund Freud - vedi "Citazioni errate" su Aforismario)

Follia è fare sempre la stessa cosa e aspettarsi risultati diversi.
Anonimo (attribuito ad Albert Einstein, Benjamin Franklin e Rita Mae Brown)

La pazzia è l'orgasmo cerebrale più bello che ci sia.
Anonimo (attribuito erroneamente a Oscar Wilde - vedi "Citazioni errate" su Aforismario)

Le idee migliori non vengono dalla ragione, ma da una lucida, visionaria follia.
Anonimo (attribuito a Erasmo da Rotterdam)

Siate affamati, siate folli.
Anonimo, su Stewart Brand, The Whole Earth Catalog, 1968/74 (attribuito erroneamente a Steve Jobs - vedi "Citazioni errate" su Aforismario)

La pazzia completa non può nuocere al mondo; davvero pericolosi sono quelli che si arrestano alle sue soglie.
Amedeo Ansaldi, Manuale di scetticismo, 2014

La follia è una condizione umana. In noi la follia esiste ed è presente come lo è la ragione. 
Franco Basaglia, Che cos'è la Psichiatria, 1967

La società, per dirsi civile, dovrebbe accettare tanto la ragione quanto la follia, invece incarica una scienza, la psichiatria, di tradurre la follia in malattia allo scopo di eliminarla.
Franco Basaglia, Che cos'è la Psichiatria, 1967

Voce confusa con la miseria, l'indigenza e la delinquenza, parola resa muta dal linguaggio razionale della malattia, messaggio stroncato dall'internamento e reso indecifrabile dalla definizione di pericolosità e dalla necessità sociale dell'invalidazione, la follia non viene mai ascoltata per ciò che dice o che vorrebbe dire.
Franco Basaglia, Scritti, 1982 (postumo)

In un'epoca di pazzia, credersi immuni dalla pazzia è una forma di pazzia.
Saul Bellow, Il re della pioggia, 1959

Follia. Quel dono e facoltà divina la cui creativa e sovrana energia ispira la mente dell'uomo, guida le sue azioni e adorna la sua vita.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Ci vuole un certo dosaggio, fra solitudine e folla. un certo equilibrio ecco il trucco, per non finire fra quattro pareti imbottite.
Charles Bukowski, Storie di ordinaria follia, 1972

Tutti abbiamo varie forme di pazzia e di bruttezza, delle quali non siamo coscienti, ma di cui gli altri sono consapevoli. se ci pensi su fitto, non campi più.
Charles Bukowski, Storie di ordinaria follia, 1972

La gente vede la follia nella mia colorata vivacità e non riesce a vedere la pazzia nella sua noiosa normalità!
Cappellaio Matto (Johnny Depp), in Alice in Wonderland, 2010

I tre quarti delle follie non sono che stupidaggini.
Nicolas de Chamfort, Massime e pensieri, 1795 (postumo)

La maggior parte delle pazzie ha la sua sola radice nella stupidità.
Nicolas de Chamfort, Massime e pensieri, 1795 (postumo)

Se non c'è salvezza attraverso la follia, è perché non c'è nessuno che non ne tema gli sprazzi di lucidità. Si desidererebbe il caos, ma si ha paura delle sue luci.
Emil Cioran, Al culmine della disperazione, 1934

La cellula nervosa si è così ben abituata a tutto che siamo ridotti a disperare di poter mai concepire una pazzia capace, penetrando nei cervelli, di farli scoppiare.
Emil Cioran, Sillogismi dell'amarezza, 1952

Come ridere dell'isteria del Medioevo? Nella vostra cella sospiravate e urlavate: gli altri vi veneravano... Le vostre turbe non vi portavano dallo psichiatra. Per paura di guarirne, le esasperavate, mentre nascondevate la vostra salute come un'onta, come un vizio. La malattia era la risorsa di tutti, il gran rimedio. Poi, caduta in discredito, boicottata, continua a regnare, ma nessuno la ama né la cerca. Malati, non sappiamo cosa fare dei nostri mali. Molte nostre follie resteranno per sempre inutilizzate.
Emil Cioran, La tentazione di esistere, 1956

La vera vertigine è l'assenza della follia.
Emil Cioran, La caduta nel tempo, 1964

Forse la follia è soltanto un dispiacere che ha smesso di evolversi.
Emil Cioran, Il funesto demiurgo, 1969

La follia è l'incapacità di comunicare le tue idee. È come se tu fossi in un paese straniero: vedi tutto, comprendi tutto quello che succede intorno a te, ma sei incapace di spiegarti e di essere aiutata, perché non capisci la lingua.
Paulo Coelho, Veronika decide di morire, 1998

La pazzia è un sonno morale nel quale gli oggetti e gli avvenimenti quotidiani appaiono come sogni.
Carlo Dossi, Note azzurre, 1870/1907 (postumo 1912/64)

Senza il condimento della follia non può esistere piacere alcuno. 
Erasmo da Rotterdam, Elogio della follia, 1509

La maggior parte dell'umanità indulge alla Follia e quindi le cose peggiori incontrano sempre il massimo successo.
Erasmo da Rotterdam, Elogio della follia, 1509

La vita umana non è altro che un gioco della Follia.
ibidem

Quale momento della vita non sarebbe triste, difficile, brutto, insipido, fastidioso, senza il piacere, e cioè senza un pizzico di follia?
Erasmo da Rotterdam, Elogio della follia, 1509

Solo la Follia è capace di prolungare la giovinezza, altrimenti fuggevolissima, e di tenere lontana la molesta vecchiaia.
Erasmo da Rotterdam, Elogio della follia, 1509

Sono due i principali ostacoli alla conoscenza delle cose: la vergogna che offusca l'animo, e la paura che, alla vista del pericolo, distoglie dalle imprese. La follia libera da entrambe. Non vergognarsi mai e osare tutto: pochissimi sanno quale messi di vantaggi ne derivi.
Erasmo da Rotterdam, Elogio della follia, 1509

La follia è la morte con vene calde.
Xavier Forneret, Senza titolo, 1838

Mai la psicologia potrà dire sulla follia la verità, perché è la follia che detiene la verità della psicologia.
Michel Foucault, Malattia mentale e psicologia, 1954

La pazzia, più che un'alterazione della mente, è un'altra sua dimensione.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Perché giudicare con tanta crudeltà la follia? E se non fosse che il rifugio e il conforto di tanti disperati?
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Certe volte penso che il mondo sia diventato completamente pazzo. E poi penso: «Be’, chi se ne frega?» E poi ancora: «Hey, che c’è per cena?»
Jack Handey [1]

Una follia temporanea in alcuni casi può essere necessaria per purificare e rinnovare la mente; così come un'accesso di malattia porta via i cattivi umori del corpo.
Augustus William Hare e Julius Charles Hare, Guesses at truth by two brothers, 1827

La pazzia è come il paradiso. Quando arrivi al punto in cui non te ne frega più niente di quello che gli altri possono dire, sei vicino al cielo.
Jimi Hendrix (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La pazzia è un sogno nella veglia dei sensi.
August Krauss, Il senso della follia, 1859

La follia non è necessariamente un crollo; essa può essere anche una apertura.
Ronald Laing, La politica dell'esperienza, 1967

Se non ce la fai più e senti che tutto il mondo è contro di te, mettiti a testa in giù. Se ti viene in mente di fare qualche pazzia, falla.
Harpo Marx [2]

Di fatto, non esiste pazzia senza giustificazione e ogni gesto che dalla gente comune e sobria viene considerato pazzo coinvolge il mistero di una inaudita sofferenza che non è stata colta dagli uomini. 
Alda Merini, L'altra verità, 1986

La pazzia, amici miei, non esiste. Esiste soltanto nei riflessi onirici del sonno e in quel terrore che abbiamo tutti, inveterato, di perdere la nostra ragione.
Alda Merini, L'altra verità, 1986

Anche la follia merita i suoi applausi.
Alda Merini, Se gli angeli sono inquieti, 1993

Se devi fare una pazzia, falla in grande stile. Guarda la Tour Eiffel: nessuno si prenderà mai la responsabilità di demolirla.
Gianni Monduzzi, Orgasmo e pregiudizio, 1997

Bisogna fare cose folli, ma farle con il massimo di prudenza.
Henry de Montherlant, Servizio inutile, 1935

Follia è fare e rifare la stessa caz** di cosa, ancora e poi ancora, sperando che qualcosa cambi. Questa è follia.
Vaas Montenegro, in Far Cry 3, 2004

Qual è la definizione di follia? Il ripetere continuamente la stessa azione e aspettarsi un risultato diverso. Se è cosi quasi tutti noi siamo folli
Jacob Moore (Shia LaBeouf), in Wall Street: il denaro non dorme mai, 2010

È solo attraverso il mistero e la follia che l'anima si rivela
Thomas Moore, Anime gemelle, 1994

Posso misurare il moto dei corpi, ma non l'umana follia.
Isaac Newton, XVII-XVIII sec. (attribuzione incerta - fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Vi è sempre un po'di follia nell'amore. Ma c'è sempre anche un po' di ragione nella stessa follia.
Friedrich Nietzsche, Così parlò Zarathustra, 1883/85

La follia è nei singoli qualcosa di raro − ma nei gruppi, nei partiti, nei popoli, nelle epoche è la regola.
Friedrich Nietzsche, Al di là del bene e del male, 1886

C'è una crepa nella mia visione e la follia l'attraverserà sempre.
Anaïs Nin, La casa dell'incesto, 1936

È così necessaria la follia degli uomini che non essere folli vorrebbe dire esserlo in un altro modo.
Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo)

Tutti siamo costretti, per rendere sopportabile la realtà, a tenere viva in noi qualche piccola follia.
Marcel Proust, Alla ricerca del tempo perduto, 1913/27

Follia: l'entusiasmo degli altri.
Charles Régismanset, Nuove contraddizioni, 1939

Ciò che sorprende e rattrista di più nella pazzia è che essa, nonostante il luogo comune, non attua alcuna evasione o libertà dal reale: al contrario vi soggiace supinamente; ne subisce − isolati e ingigantiti − alcuni elementi, alcuni schemi, che non cessa di ripetere fino alla monotonia, fino all'ossessione, fino appunto alla pazzia.
Mario Andrea Rigoni, Variazioni sull'impossibile, 1993

La vita è un brivido che vola via / è tutto un equilibrio sopra la follia.
Vasco Rossi, Sally, 1996

Il primo segnale di follia è parlare con la tua testa.
J. K. Rowling, Harry Potter e l'Ordine della Fenice, 2003

L'equilibrio tranquillizza, ma la follia è molto più interessante.
John Russell, cit. in John Wood Campbell, Analog Science Fiction/science Fact, 1975 (attribuito erroneamente a Bertrand Russell - vedi "Citazioni errate" su Aforismario)

Alcuni cercano scampo nella follia come altri nella morte; e in entrambi i casi può essersi trattato sia di coraggio che di viltà.
Arthur Schnitzler, Il libro dei motti e delle riflessioni, 1927

Rendersi conto pienamente di aver commesso una pazzia non serve a cancellarla; e in alcuni casi può addirittura rappresentare la pazzia più grande.
Arthur Schnitzler, Il libro dei motti e delle riflessioni, 1927

Si può considerare il sogno come una breve follia e la follia come un lungo sogno.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Che cos'è la pazzia?... Soltanto una lieve mancanza di equilibrio rispetto agli altri.
Sara Seale, La casa nella brughiera, 1951

Se non ricordi la pur minima follia in cui l'amore ti fece incorrere, allora non hai amato.
William Shakespeare, Come vi piace, ca. 1600

La follia [...] come il sole se ne va passeggiando per il mondo, e non c'è luogo dove non risplenda.
William Shakespeare, La dodicesima notte, 1602

Dalla prigione di essere sempre sé stessi per tutta la vita, se ne esce soltanto con la pazzia o con la morte.
Giovanni Soriano, Maldetti, 2007

Voler essere come tutti gli altri e temere di essere sé stessi è il primo passo verso la follia.
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

L’amore ti fa fare cose pazze. Io per esempio mi sono sposato.
Buddy Sorrel [1]

L'uomo volgare scambia per follia il disagio di un'anima che non respira in questo mondo abbastanza aria, abbastanza entusiasmo, abbastanza speranza. 
Madame de Staël, Della Germania, 1810

Tutti noi possiamo piombare nel baratro della follia da un momento all'altro... Proprio per questo, non dobbiamo mai giudicare la pazzia degli altri..
Osamu Tezuka, Budda, 1972

La pazzia è come le termiti che si sono impadronite di un trave. Questo appare intero. Vi si poggia il piede, e tutto fria e frana. 
Mario Tobino, Per le antiche scale, 1972

Nessuna malattia si nasconde così bene come la follia. Ha cento maschere, compresa quella della normalità.
Anacleto Verrecchia, Rapsodia viennese, 2003

Ti viene data solo una piccola scintilla di follia. Non devi perderla.
Robin Williams [2]

Uno pensa di vivere sicuro, lontano da ogni tentazione, peccato o follia; e poi a un tratto... Oh! La vita è terribile. Essa ci domina, non siamo noi a dominarla!
Oscar Wilde, Il ventaglio di lady Windermere, 1892

Se nella vita siamo circondati dalla morte, così anche nella salute dell'intelletto siamo circondati dalla follia.
Ludwig Wittgenstein, Pensieri diversi, 1977 (postumo)

Ti viene data solo una piccola scintilla di follia. Non devi perderla. (Robin Williams)
2. Impazzire
© Aforismario

«Quando mia moglie mi ha lasciato credevo di impazzire, ma il tempo è un grande medico e adesso mi sono ripreso» mi dice G., che indossa un puzzolente costume da gallina e scuote in continuazione un campanello da sacrestano.
Romano Bertola, Le caramelle del diavolo, 1991

Realtà. Il sogno di un filosofo impazzito. 
Ambrose Bierce, Il dizionario del diavolo, 1911

Odio la scuola. Mi fa impazzire. Appena imparo una cosa, vanno avanti con qualcos'altro.
Sally Brown, in Charles M. Schulz, Peanuts, 1950/2000 

Certe persone non impazziscono mai. Che vita orribile devono vivere.
Charles Bukowski, L'ubriacone (Barfly), 1987

La poesia qualcosa vale, credetemi. Impedisce di impazzire del tutto.
Charles Bukowski, Hollywood, Hollywood!, 1989

Il mondo non è impazzito: è pazzo.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Non chiederti perché la gente diventa pazza, chiediti perché non lo diventa. Davanti a tutto quello che possiamo perdere in un giorno, in un istante, è meglio chiedersi che cos'è che ti fa restare intero.
Meredith Grey (Ellen Pompeo), in Grey's Anatomy, 2005/13

L'uomo o impazzisce o scrive versi.
Quinto Orazio Flacco, Satire, 41/30 a.e.c.

Se un uomo fosse tanto furbo da poter nascondere di essere pazzo, potrebbe far impazzire tutto il mondo.
Søren Kierkegaard, Aut-Aut, 1843

Solo chi è sano di mente può impazzire.
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

Guardate la maggior parte delle persone, impazziscono per le macchine... e se si comprano una macchina nuova già cominciano a pensare di "darla dentro" per una ancor più nuova. A me non piacciono neanche le macchine vecchie. Non mi interessano. Preferirei un dannato cavallo. Un cavallo per lo meno è umano.
Jerome David Salinger, Il giovane Holden, 1951

È tutta colpa della Luna, quando si avvicina troppo alla Terra fa impazzire tutti.
William Shakespeare, Otello, ca. 1604

La peggior disgrazia per un genio non è uscire fuori di senno − com'è capitato a Nietzsche − ma perdere il genio e mantenere il senno. 
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

La vita è uno stato permanente di sopportazione: sopportazione del mondo, degli altri, di sé stessi; e quando viene meno la nostra capacità di sopportare, impazziamo o, piú comunemente, moriamo.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Meglio una goccia d’irriverente vitalità da parte di un “Socrate impazzito”, che tutta la smorta virtù di un “Socrate savio”.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Come si fa a far impazzire un carabiniere? Gli si dice: vieni qua, va’ là.
Ernest Thole [1]

Alice: Secondo te sono diventata matta?
Charles Kingsley: Ho paura di si. Sei matta, svitata. Hai perso la zucca. Ma ti rivelo un segreto: tutti i migliori sono matti.
Mia Wasikowska e Marton Csokas, in Alice in Wonderland, 2010

Nessuno può dire di sé stesso in modo veritiero di essere una merda. Perché, se io lo dicessi, potrebbe anche essere vero in un certo senso, ma io non potrei essere intriso di questa verità: poiché in tal caso dovrei impazzire, oppure cambiare me stesso.
Ludwig Wittgenstein, Pensieri diversi, 1934/37

Volete fare impazzire qualcuno? Mandategli un telegramma con su scritto: "Ignora il primo telegramma".
Henny Youngman [1]

Una volta l'anno è lecito impazzire.
(Semel in anno licet insanire).
Detto latino

Mantenetevi folli, e comportatevi come persone normali. (Paulo Coelho)
Proverbi sulla Pazzia
  • Chi non fa pazzie in giovinezza le fa in vecchiaia.
  • Chi passa la notte con la follia fa giornata con la miseria.
  • Chi ride della follia non ha amici.
  • Chi si battezza savio si dichiara pazzo.
  • La follia viene a stare spesso nella casa del ricco e se ne va quando diventa povero.
  • La pazzia è un mestiere che s’impara presto.
  • La pazzia ha ali d’aquila, lingua di pappagallo e occhi di talpa.
  • La tassa sulla pazzia farebbe ricco un regno.
  • Ognuno ha il suo grano di pazzia.
  • Se la pazzia fosse un male da ogni casa verrebbero lamenti.
  • Se la pazzia fosse morbo il mondo sarebbe un ospedale.
Tutti siamo costretti, per rendere sopportabile la realtà,
a tenere viva in noi qualche piccola follia. (Marcel Proust)
3. Folle / Pazzo / Matto
© Aforismario

Folle è l'uomo che parla alla luna. Stolto chi non le presta ascolto.
Anonimo (attribuito a William Shakespeare - vedi "Citazioni errate" su Aforismario)

Se sono belle sono pure matte, la troppa bellezza fa impazzire una donna. 
Woody Allen, Provaci ancora, Sam, 1972

Penso a quella vecchia barzelletta, sapete, quella dove uno va dallo psichiatra e dice: "Dottore, mio fratello è pazzo, crede di essere una gallina!". E il dottore gli dice: "Perché non lo interna?". E quello risponde: "E poi a me le uova chi me le fa?". Beh, credo che corrisponda molto a quello che penso io dei rapporti uomo-donna: e cioè che sono assolutamente irrazionali, e pazzi, e assurdi... Ma credo che continuino perché la maggior parte di noi ha bisogno di uova.
Woody Allen, Io e Annie, 1977

Si nasce tutti pazzi. Alcuni lo rimangono.
Samuel Beckett, Aspettando Godot, 1952

Seconda stella a destra / questo è il cammino, / e poi dritto fino al mattino / non ti puoi sbagliare perché / quella è l'isola che non c'è! / E ti prendono in giro / se continui a cercarla, / ma non darti per vinto perché / chi ci ha già rinunciato / e ti ride alle spalle
forse è ancora più pazzo di te!
Edoardo Bennato, L'isola che non c'è, 1980

Matto. Affetto da un alto grado di indipendenza intellettuale; non conforme ai modelli di pensiero, parola e azione, che la maggioranza ricava dallo studio di sé stessa. In poche parole, diverso dagli altri.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Pazzo. Chi ha il vizio di credere che tutti gli altri siano tali.
ibidem

L'individuo equilibrato è un pazzo.
Charles Bukowski, Taccuino di un vecchio sporcaccione, 1969

I pazzi e gli ubriachi sono gli ultimi santi della terra.
Charles Bukowski, A Sud di nessun Nord, 1973

Questo luogo è un luogo unico al mondo, una terra colma di meraviglie mistero e pericolo. Si dice che per sopravvivere qui bisogna essere matti come un cappellaio. E per fortuna... io lo sono.
Cappellaio Matto (Johnny Depp), in Alice in Wonderland, 2010

Ho sempre invidiato i pazzi... sono le persone più fortunate di questo mondo, perché non hanno la consapevolezza dello schifo che li circonda!
Tano Cariddi (Remo Girone), in Tano Cariddi (Remo Girone), 1984

Il pazzo non è l’uomo che ha perso la ragione. Il pazzo è l’uomo che ha perso tutto tranne la ragione.
Gilbert Keith Chesterton, Ortodossia, 1908

Vorrei perdere la ragione a un unico patto: essere sicuro di diventare un pazzo allegro, brioso ed eternamente di buon umore, senza problemi né ossessioni, che ride senza motivo dalla mattina alla sera.
Emil Cioran, Al culmine della disperazione, 1934

Noi ci trinceriamo dietro il nostro volto; il pazzo con il suo si tradisce. Egli si offre, si denuncia agli altri. Persa la maschera, rende pubblica la sua angoscia, la impone al primo venuto, propala i suoi enigmi. Tanta indiscrezione irrita. È normale che lo si leghi e lo si isoli.
Emil Cioran, Sillogismi dell'amarezza, 1952

Mantenetevi folli, e comportatevi come persone normali.
Paulo Coelho, Veronika decide di morire, 1998

Io sono come un pianoforte con un tasto rotto / l’accordo dissonante di un’orchestra di ubriachi / e giorno e notte si assomigliano / nella poca luce che trafigge i vetri opachi / me la faccio ancora sotto perché ho paura / per la società dei sani siamo sempre stati spazzatura / puzza di piscio e segatura / questa è malattia mentale e non esiste cura.
Simone Cristicchi, Ti regalerò una rosa, 2007

I matti sono punti di domanda senza frase / migliaia di astronavi che non tornano alla base / sono dei pupazzi stesi ad asciugare al sole / i matti sono apostoli di un Dio che non li vuole.
Simone Cristicchi, Ti regalerò una rosa, 2007

C'è un certo piacere nell'essere pazzo che nessuno, se non il pazzo, conosce.
John Dryden, Il frate spagnolo, 1681

La domanda che a volte mi lascia confuso è: sono pazzo io o sono pazzi gli altri?
Albert Einstein, attribuito in Carl Seelig, Albert Einstein: A Documentary Biography, 1952/56

Pazzo: razionalista in anticipo per i suoi tempi.
Georges Elgozy, Lo spirito delle parole o l'Antidizionario, 1981

In questo mondo devi essere matto. Se no impazzisci.
Leopold Fechtner [1]

− Dio deve amare la gente pazza.
− Perché?
− Ce n'è talmente tanta!
Sasson Gabai e Sylvester Stallone, in Rambo III, 1988

Tre categorie di matti: gli uomini per superbia, le ragazze per amore, le donne per gelosia.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

Don Chisciotte è pazzo, Sancio Panza non è pazzo; ma la pazzia di Don Chisciotte è più nobile cosa che la sensatezza di Sancio Panza.
Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

Non esiste peggior pazzo di chi non nutre alcun dubbio sulle sue convinzioni.
Erica Jong, Fanny, 1980

Il pazzo è un sognatore da sveglio.
Immanuel Kant, Saggio sulle malattie della mente, 1764 (attribuito erroneamente a Sigmund Freud - vedi "Citazioni errate" su Aforismario)

Le uniche persone che esistono per me sono i pazzi, i pazzi di voglia di vivere, di parole, di salvezza, i pazzi del tutto e subito, quelli che non sbadigliano mai e non dicono mai banalità ma bruciano, bruciano, bruciano come favolosi fuochi d’artificio gialli che esplodono simili a ragni sopra le stelle e nel mezzo si vede scoppiare la luce azzurra e tutti fanno "Oooooh!".
Jack Kerouac, Sulla strada, 1949

Da alcuni anni ho messo la testa a posto. Non sono più quel matto di prima: adesso sono quel matto di poi.
Gianni Monduzzi, Orgasmo e pregiudizio, 1997

Si chiudono alcuni matti in una casa di salute, per dare a credere che quelli che stanno fuori sono savi.
Charles-Louis de Montesquieu, Lettere persiane, 1721

Chi nel corso della vita non ha mai commesso pazzie è un pazzo.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Questa mania di dare del pazzo a quelli che non si comprendono! Che pigrizia mentale!
Amélie Nothomb, Cosmetica del nemico, 2001

Un pazzo non è che una minoranza formata da una sola persona.
George Orwell, 1984, 1949

Non lo disturbava granché il pensiero di essere pazzo: più orribile ancora era la possibilità che non lo fosse.
George Orwell, 1984, 1949

Noi non siamo normali e naturali; siamo completamente anormali, malsani, realmente pazzi. Ma poiché tutti sono come noi non ce ne accorgiamo mai. La pazzia è normale a tal punto che non essere pazzo può sembrare anormale.
Osho, Discorsi, 1953/90

L’uomo normale non è veramente sano: è solo entro i confini, è malato entro i confini. La persona anormale è andata oltre i confini, e la differenza tra i due è solo di gradi: di quantità, non di qualità. Tra te e un pazzo in manicomio non esiste alcuna differenza qualitativa, ma solo di gradi. Lui è un po’ più pazzo di te; tu sei dentro i confini: Funzionalmente, tu puoi tirare avanti; lui no, è andato più in là di te; è un caso avanzato, nient’altro. Tu sei sul sentiero, e lui è arrivato.
Osho, Discorsi, 1953/90

L'ottica dei pazzi è da prendersi in seria considerazione: a meno che non si voglia essere progrediti in tutto fuorché sul problema dei pazzi, limitandosi comodamente a rimuoverli. 
Pier Paolo Pasolini, Scritti corsari, 1975

Avendo visto con quale lucidità e coerenza logica certi pazzi giustificano a se stessi e agli altri, le loro idee deliranti, ho perduto per sempre la sicura certezza della lucidità della mia lucidità.
Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

Niente ci vuole a far la pazza, creda a me! Gliel'insegno io come si fa. Basta che Lei si metta a gridare in faccia a tutti la verità. Nessuno ci crede, e tutti la prendono per pazza!
Luigi Pirandello, Il berretto a sonagli, 1917

Non c'è più pazzo al mondo di chi crede d'aver ragione!
ibidem

Trovarsi davanti a un pazzo sapete che significa? Trovarsi davanti a uno che vi scrolla dalle fondamenta tutto quanto avete costruito in voi, attorno a voi, la logica, la logica di tutte le vostre costruzioni! Eh! Che volete? Costruiscono senza logica, beati loro, i pazzi! O con una loro logica che vola come una piuma! Volubili! Volubili! Oggi così e domani chi sa come! Voi vi tenete forte, ed essi non si tengono più. Voi dite "questo non può essere" e per loro può essere tutto.
Luigi Pirandello, Enrico IV, 1922

Tutti i pazzi sono sempre armati d'una continua vigile diffidenza.
ibidem

Sono guarito, signori: perché so perfettamente di fare il pazzo, qua; e lo faccio, quieto! -Il guaio è per voi che la vivete agitatamente, senza saperla e senza vederla la vostra pazzia.
Luigi Pirandello, Enrico IV, 1922

Lo sai che cosa è pazzo? Pazzo è quello che impone la maggioranza. 
Brad Pitt, in L'esercito delle 12 scimmie, 1995

Mi hanno definito pazzo, sebbene non risulti ancora chiaro se la pazzia sia, o no, il grado più alto dell'intelletto, e se molto di quanto dà gloria e tutto ciò che rende profondi non nasca da una malattia della mente, da stati di esaltazione dello spirito, a spese dell'intelletto in genere.
Edgar Allan Poe, Eleonora, 1841

Quando un pazzo sembra perfettamente ragionevole è gran tempo, credetemi, di mettergli la camicia di forza.
Edgar Allan Poe, Il sistema del dott. Catrame e del prof. Piuma, 1845

I folli osano dove gli angeli non oserebbero posare piede.
Alexander Pope, Saggio sulla critica, 1711

Cessando di essere pazzo, diventò stupido.
Marcel Proust, Alla ricerca del tempo perduto, 1913/27

È terribile diventar pazzo. È meno pesante morire. Un defunto lo guardiamo con rispetto. Diciamo per lui le preghiere. La morte fa tutti eguali a lui. Ma l'uomo privato dell'intelligenza, cessa d'essere un uomo. La parola gli è data invano, egli non la sa dominare, in lui la belva riconosce un suo fratello; è oggetto di derisione per gli uomini; ognuno può far di lui quello che vuole, Dio non lo giudica.
Aleksandr Puškin, Rusalka, XIX sec. (incompiuto)

Un uomo sano di mente è soltanto uno che sa mentire meglio di un pazzo.
Gregory David Roberts, Shantaram, 2003

Tutti gli uomini sono pazzi, e chi non vuole vedere dei pazzi deve restare in camera sua e rompere lo specchio.
Donatien-Alphonse-François de Sade (attribuito)

Pazzo, amante, poeta: tutti e tre sono composti sol di fantasia.
William Shakespeare, Sogno di una notte di mezza estate, 1596

Un uomo con una nuova idea è uno svitato fin quando l'idea non ha successo.
Mark Twain, Seguendo l'equatore, 1897

Quando ci ricordiamo di essere tutti folli, i misteri della vita scompaiono e la vita trova una spiegazione.
Mark Twain, Notebook, 1935 (postumo)

Un uomo sano di mente è uno che tiene sotto chiave il pazzo interiore.
Paul Valéry, Cattivi pensieri, 1942

Gli uomini saranno sempre pazzi, e coloro che credono di poterli curare sono i più pazzi di tutti.
Voltaire, Lettera a Louise Dorothea di Meiningen, 1762

Il folle è consapevole di esserlo? O i pazzi sono coloro che vogliono convincerlo della sua follia per salvaguardare la loro esistenza insensata? 
Carlos Ruiz Zafón, L'ombra del vento, 2001

La domanda che a volte mi lascia confuso è:
sono pazzo io o sono pazzi gli altri? (Albert Einstein)
Proverbi sul Pazzo
  • A consiglio di matti campana di legno.
  • A un pazzo, un pazzo e mezzo.
  • Al matto di’ di sì.
  • Al matto e al padrone dai sempre ragione.
  • Al matto e all’ubriaco dai sempre ragione.
  • Al mondo ci sono più pazzi che briciole di pane.
  • Chi fugge un matto ha già guadagnato la giornata.
  • Coi gatti e coi matti scherzi non vanno fatti.
  • Coi pazzi convien pazzeggiare.
  • Con i matti è un coglione chi fa i patti.
  • Con i potenti e i matti è inutile far patti.
  • Da quattro cose si conosce il pazzo: parlare molto senza esserne richiesto,
  • Dagli atti si riconoscono i matti.
  • lodare se stesso, prestare senza pegno e cantare a gran voce.
  • Da un pazzo a volte viene un buon consiglio.
  • Dal riso si vede il matto.
  • Fare il matto spesso conviene.
  • Gatti e matti lisciali per il verso del pelo.
  • I pazzi crescono senza annaffiarli.
  • Il matto crede che tutti sian matti.
  • Il pazzo lo dice e il coglione lo fa.
  • La donna è pazza tre volte: in gioventù, di mezza età e da vecchia.
  • Loda il pazzo e fallo correre.
  • Ogni pazzo vuol dar consiglio.
  • Per governar sui pazzi ci vuole molto senno.
  • Per stare coi pazzi bisogna avere il nostro cervello e quello che manca a loro.
  • Se il matto tacesse parrebbe savio. 
  • Testa di pazzo non incanutisce mai.
  • Tutti vedon pazzi in piazza ma nessun della sua razza.
  • Un pazzo per casa e una croce per chiesa.
In questo mondo devi essere matto. Se no impazzisci.
(Leopold Fechtner - foto Salvador Dalí)
4. Raptus
© Aforismario

Il raptus è meno frequente di quanto venga fatto supporre, si lega a gravi forme di malattia caratterizzate da una scissione della personalità in modo che il corpo non ubbidisce più ai comandi e alle categorie della mente.
Vittorino Andreoli, Voglia di ammazzare, 1996

Il perverso non compie il crimine in un «raptus di follia» come si è soliti credere, ma a sangue freddo. Si tratta di un crimine cupo e segreto, perché è l'atto di chi, avendo distrutto ogni forma d'amore e dedizione dentro di sé, ha accumulato una forza immensa che si rende visibile nella distruzione che prepara.
Umberto Galimberti, Le cose dell'amore, 2004

Il raptus non esiste. È fanta-psicologia ipotizzare una vita che scorre normalmente e normalmente continua a trascorrere dopo l'eccesso.
Umberto Galimberti, I miti del nostro tempo, 2009

I raptus sono comode invenzioni per tranquillizzare ciascuno di noi e tacitare il timore di essere anche noi dei potenziali omicidi.
Umberto Galimberti, I miti del nostro tempo, 2009

Il termine «raptus» non ha alcun significato scientifico e non corrisponde ad alcun tipo di categoria clinica. Tuttavia esso viene giornalisticamente utilizzato per spiegare quel «guizzo» improvviso del nostro cervello, un impulso che si sprigiona come una furia, che irrompe come un fulmine in una quiete totale, e perciò inaspettato, imprevisto.
Cinzia Tani e Rosario Sorrentino, Rabbia, 2009

A questa normalità preferisco la follia
Note
  1. Battuta tratta da Gino e Michele, Anche le formiche nel loro piccolo s'incazzano. Opera omnia, Baldini e Castoldi, 1995
  2. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  3. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Normalità e Anormalità - Conformismo e Anticonformismo - Schizofrenia e Psicosi - Saggezza e Follia

Nessun commento: