2015-11-06

Corsa, Maratona e Jogging - 150 Frasi per corridori

Raccolta di aforismi e battute divertenti sulla corsa, la più antica attività sportiva praticata dagli esseri umani, e alla base di molte altre discipline sportive. La raccolta è suddivisa in tre paragrafi: nel primo, il termine "corsa" è inteso sia come gara agonistica, sia come sport per mantenersi in forma; con questo significato, in italiano si usano spesso anche i termini inglesi di footing e jogging (dall'inglese "jog", procedere a sbalzi, avanzare lentamente), che consiste, per l'appunto, in una forma di podismo basata sulla corsa lenta, praticata come esercizio fisico. Il secondo paragrafo riguarda l'antica disciplina sportiva della maratona, dal nome della città greca di Maratona, con riferimento alla corsa che, secondo la tradizione, sarebbe stata compiuta da un emerodromo ateniese nel V sec. a.e.c., per annunciare ad Atene la vittoria riportata sui Persiani; dato l’annuncio, il messaggero sarebbe morto per lo sforzo compiuto. Nel segno di questo evento, oggi la maratona che si corre alle Olimpiadi si svolge lungo un percorso di 42,195 km, che, secondo moderni calcoli, sarebbe la distanza tra Maratona e Atene. Nel paragrafo finale, invece, sono raccolta diverse citazioni sul correre inteso in senso generico, come, per esempio, andare velocemente verso qualcosa che s'intende raggiungere.
Correre mi ha insegnato che perseguire una passione
è più importante della passione stessa. (Dean Karnazes)
1. Corsa / Footing / Jogging
© Aforismario

La gara non è sempre del più veloce, ma di quelli che continuano a correre.
Anonimo

Nella corsa, porsi un obiettivo è oltremodo importante, questo è innegabile perché le sfide con noi stessi sono il punto di partenza per migliorarci, e non solo in ambito sportivo. L’importante è che questi obiettivi siano oggettivamente alla nostra portata; possono non esserlo in un determinato momento, ma potrebbero diventarlo con la costanza e l’allenamento.
Roberto Albanesi, Inizia a correre!, 2013

Facevo jogging sulla Quinta Strada nel quadro di un programma di fitness teso a ridurre la mia aspettativa di vita a quella di un minatore ottocentesco.
Woody Allen [4]

Qui vivono tutti con l'ossessione della salute e della bellezza; alle sei del mattino i miei vicini corrono come matti per le strade anche se nessuno li insegue, in pantaloncini corti e con certe strane macchinette ai polsi per misurare i battiti del cuore. Ho sentito dire che più veloci sono le palpitazioni, più il grasso viene eliminato e i muscoli si sviluppano, ma forse mi sbaglio perché, nonostante il mio cuore galoppi senza tregua, non ho neanche un muscolo in evidenza in tutto il corpo.
Isabel Allende, Afrodita, 1998

Mi piace correre di notte, quando nessuno mi guarda, quando nessuno sente le mie scarpe da ginnastica sfrecciare nella ghiaia sul ciglio della strada. La gravità non esiste. Non mi fanno male i muscoli. Galleggio, lascio che mi scivolino accanto chiese, negozi e scuole, e poi porte chiuse a chiave e finestre che si illuminano di tanto in tanto con lampi di luce blu. Mi sento serena.
Laurie Halse Anderson, Le emozioni difettose, 2002

So perfettamente il giorno in cui ho smesso di fare jogging. È sul mio certificato di nascita.
Milton Berle [5]

Mi piace fare jogging, eccetto la parte che viene dopo che ti sei messo le scarpe.
Milton Berle [4]

La sola ragione per cui comincerei a fare jogging è che così almeno posso sentire di nuovo un respiro affannoso.
Erma Bombeck [5]

Non ho senso dell’orientamento. Una volta mi sono perso facendo jogging. Ed ero su un tapis roulant.
Paolo Burini [1]

Anche questo è un vantaggio del correre rispetto agli altri sport: ognuno va per conto suo e non ha da rendere conto agli altri.
Italo Calvino, Se una notte d'inverno un viaggiatore, 1979
  
Corridore: non tollera ombre sulla propria ombra.
Elias Canetti [1]

La corsa mattutina è la bellezza della purezza. La corsa serale è la luminosità della semplicità.
Sri Chinmoy, The outer running and the inner running, 1974

Correre per stare lontani, per stare fuori, per stare soli.
Mauro Covacich [4]

Bisogna tenersi in forma. Mia nonna, all'età di 60 anni, ha  cominciato a farsi cinque chilometri a piedi tutti i giorni. Adesso ha 97 anni e non sappiamo più dove si trovi.
Ellen Degeneris [4]

Corro solo per il piacere di correre.
Jean Echenoz, Correre, 2008

Dividete la gara in tre parti: correte la prima parte con la testa, la parte centrale con la vostra personalità, e la parte finale con il cuore.
[Divide the race into thirds. Run the first part with your head, the middle part with your personality, and the last part with your heart].
Mike Fanelli, cit. su Runner's World, 2001

Correre non è la fine del mondo, ma è solo un modo per trovare un altro mondo.
Marcello Fiasconaro [4]

Se gli scienziati domani annunciassero che correre è dannoso, accogliereste la notizia con interesse e poi uscireste per la solita corsa quotidiana. Conoscete gli effetti positivi di questa ginnastica, ma non sono solo questi a portarvi in strada; il fatto è che ricevete tanta di quella soddisfazione dall'esperienza in sé, che correre è diventato una parte stabile e necessaria della vostra vita attiva.
Jeff Galloway, Il libro completo della corsa, 1986

Il passaggio, nell'uomo, dal passo alla corsa è un dono che mai nessuna macchina rimpiazzerà.
Jean Giraudoux, Lo sport, 1924

La corsa a piedi sta agli altri sport come la geometria sta alle altre scienze.
ibidem

L’uomo che non sa correre, saltare, nuotare è un’automobile di cui si sarebbe innescata sempre e soltanto la prima.
Jean Giraudoux, Lo sport, 1924

Corro per uccidere la corsa.
Maurice Greene [4]

La corsa è stancante tanto da purificarti, e ti aiuta molto bene a collegare insieme le nascoste radici degli attimi, e quasi non si sa se sei tu che corri o se tutto scorre attorno a te in un lento movimento di giostra.
David Grossman, L'uomo che corre, 1983

Quel giorno, non so proprio perché decisi di andare a correre un po', perciò corsi fino alla fine della strada, e una volta lì pensai di correre fino la fine della città, e una volta lì pensai di correre attraverso la contea di Greenbow. Poi mi dissi, visto che sono arrivato fino a qui tanto vale correre attraverso il bellissimo stato dell'Alabama, e cosi feci. Corsi attraverso tutta l'Alabama, e non so perché continuai ad andare. Corsi fino all'oceano e, una volta lì mi dissi, visto che sono arrivato fino a qui tanto vale girarmi e continuare a correre. Quando arrivai a un altro oceano, mi dissi, visto che sono arrivato fino a qui, tanto vale girarmi di nuovo e continuare a correre; quando ero stanco dormivo, quando avevo fame mangiavo, quando dovevo fare... insomma, la facevo!
Forrest Gump (Tom Hanks), in Robert Zemeckis, Forrest Gump, 1994

Correre è far sì che la mia immaginazione abbia il mezzo per esprimersi e cercare dentro di me.
Kílian Jornet, Correre o morire, 2012

Correre mi ha insegnato che perseguire una passione è più importante della passione stessa. 
Dean Karnazes, Ultra Marathon Man, 2005

Corri quando puoi, cammina se devi, striscia se è necessario, ma non mollare mai.
ibidem

Corro perché molto prima che le mie orme svaniscano, forse avrò ispirato qualcuno a rifiutare la strada facile, a scendere in pista, a mettere un piede davanti all'altro e ad arrivare alla mia stessa conclusione: corro perché questo mi porta sempre dove voglio andare.
Dean Karnazes, Ultra Marathon Man, 2005

Alcuni cercano conforto nello studio del loro terapeuta, altri tuffandosi in una birra al pub dietro l'angolo; io come terapia ho scelto di correre.
ibidem

[Perché corro?] Prova a correre tu per 80 chilometri e troverai da te la risposta.
ibidem

Corro per respirare l'aria fresca. Corro per esplorare. Corro per sfuggire l'ordinario. Corro... per assaporare il viaggio lungo la strada.
Dean Karnazes, Ultra Marathon Man, 2005

Non faccio jogging. Se devo morire, prima voglio essere malato.
Abe Lemmons [4]

Se non trovate una soluzione ai vostri problemi dopo quattro ore di corsa, non la troverete mai.
Christopher McDougall [1]

Correre tutte le mattine [...] mitiga la tristezza.
Efraim Medina Reyes, C'era una volta l'amore ma ho dovuto ammazzarlo, 2002

In questa cosiddetta società del tempo libero c'è chi va a caccia, chi a pesca, chi corre quel rito di moda che si chiama maratona dentro la città, un rito tra l'altro molto sponsorizzato, c'è chi va in palestra, chi a donne e chi nei casinò. Io invece ho scelto di correre, ma veloce, per un gusto appreso da ragazzo, quando sfidavo le motorette sui 50 metri, e che non mi è mai passato.
Pietro Mennea, intervista di Gianni Minà, su la Repubblica, 1987

Ogni corsa è un viaggio.
Pietro Mennea, intervista di Emanuela Audisio, su la Repubblica, 2012

Un atleta in corsa è una scultura in movimento.
Edwin Moses [4]

Basta che mi dipinga nella mente un treno affollato o una riunione, perché la mia volontà ne riceva una bella frustata: immediatamente mi infilo le scarpe da jogging, le allaccio bene e parto.
Haruki Murakami, L'arte di correre, 2007 [2]

Corro, dunque sono.
ibidem

Che genere di significato generale possa esserci nel correre da soli per cento chilometri, non lo so. Però trattandosi di un atto che imprime una forte deviazione alla quotidianità di una persona, senza per questo alterarne il percorso di vita, porta alla coscienza una consapevolezza nuova, degli elementi freschi che aiutano l'introspezione. Il risultato è che la visione della vita forse cambierà, prenderà un altro colore e un'altra forma.
Haruki Murakami, L'arte di correre, 2007

«Correre è una cosa magnifica, forza, avanti tutti insieme!» Ecco, questo è proprio il genere di consiglio che bisogna assolutamente evitare. Se a qualcuno piace coprire lunghe distanze a passo di corsa, prima o poi, senza bisogno di esortazioni, si metterà a correre di sua spontanea volontà, e se invece non gli interessa, possiamo incitarlo con tutto il nostro ardore, sarà inutile.
Haruki Murakami, L'arte di correre, 2007

La corsa non è uno sport adatto a tutti.
ibidem

Correre per me è un ottimo esercizio, e al tempo stesso costituisce una valida metafora. Allenandomi giorno dopo giorno, partecipando a una gara dopo l'altra, miglioro gradualmente i miei record, e in questo processo evolvo anch'io. O per lo meno cerco di evolvere, è a questo scopo che compio sforzi quotidiani.
Haruki Murakami, L'arte di correre, 2007

Imporre di correre a persone che non ne hanno il desiderio, che non ci sono fisicamente portate, equivale a infliggere una tortura del tutto priva di senso.
Haruki Murakami, ibidem

Quando si corre ogni giorno smettere di fumare è nell'ordine naturale delle cose.
Haruki Murakami, L'arte di correre, 2007

Se un corridore deve per forza individuare un avversario da battere, lo cerchi nel se stesso del giorno prima.
Haruki Murakami, ibidem

Tra le persone che fanno jogging in città, si distinguono subito i principianti dai veterani. I primi ansimano col fiato corto, i secondi invece respirano a ritmo regolare, corrono pensando tranquillamente ai fatti propri, mentre il loro cuore scandisce lentamente il tempo.
Haruki Murakami, ibidem

In qualsiasi circostanza, battere un avversario è l'ultima delle mie preoccupazioni. Ciò che piuttosto mi interessa è se riesco o meno a raggiungere gli obiettivi che io stesso mi sono prefisso. In questo senso, correre su lunga distanza è uno sport perfettamente consono.
Haruki Murakami, L'arte di correre, 2007

Se ci restano anche solo dieci anni di vita, è di gran lunga preferibile viverli intensamente, perseguendo uno scopo, che non lasciarli trascorrere con indifferenza, e io sono convinto che a questo fine la corsa a piedi sia di grande utilità.
Haruki Murakami, L'arte di correre, 2007 [2]

Se vuoi vivere, devi camminare. Se vuoi vivere a lungo, devi correre.
Jinabhai Navik, cit. in Joseph Sutton, Words of Wellness, 1991

La corsa è uno sport mentale, più di qualsiasi altra cosa. Sei bravo solo quanto è buono il tuo allenamento, e il tuo allenamento è buono solo quanto il tuo modo di pensare.
Lauren Oliver, Chaos, 2012

Nella corsa gli ultimi non sono certo meno degni dei primi. Anzi, per certi aspetti lo sono anche di più. Arrivano fino in fondo correndo molte ore in più di quelli che sono in testa. Arrivano fino in fondo anche se sanno fin dall'inizio che non avranno mai una medaglia al collo.
Marco Olmo e Gaia De Pascale, Il corridore, 2012

Quello che chiedo è solo di avere un tempo tutto mio, in cui non sono costretto a parlare, ascoltare, sorridere. Un tempo in transito, durante il quale le cose possano cambiare, immerse nel silenzio. Movimenti di panorami come una pellicola che mi scorre dentro, fondendo il paesaggio interiore con quello esteriore, facendone un'unica cosa. Una cosa che non è possibile condividere. Appartiene solo a me. In quell'attimo. Per quello che vedono i miei occhi, per le sensazioni che mi attraversano.
Marco Olmo e Gaia De Pascale, Il corridore, 2012

Correre nel deserto è la cosa più immediata che ci possa essere. Il deserto era lì prima del tartan e delle strade di New York, quindi una corsa nel deserto è più naturale della New York City Marathon.
Marco Olmo [1]

Al mattino fa' una bella corsa. Comincia con mezzo chilometro, poi un chilometro, fino ad arrivare ad almeno quattro. Correndo usa tutto il corpo: non correre come se fossi legato; corri come un bambino, usando tutto il corpo - le mani, i piedi-e corri. Respira a fondo e dalla pancia. Poi siediti sotto un albero, riposati, suda e lasciati accarezzare dalla fresca brezza, sentiti in pace. Ti sarà d'immenso aiuto.
Osho, Discorsi, 1953/90

Se corri, tutta l'energia si muove nel corpo, la mente non può pensare, non ne ha alcuna possibilità. E quando corri veloce, il respiro è profondo ed espiri a fondo, diventi il corpo; arriva un momento in cui sei solo il corpo, nient'altro: in quel momento diventi una cosa sola con l'universo, perché non esiste divisione. L'aria che passa attraverso di te e il tuo corpo diventano tutt'uno. Si crea un'armonia profonda.
Osho, Discorsi, 1953/90

Per me correre è una pista nella quale i pensieri possono uscire dalla loro sede abituale e salticchiare all'aperto, sulla testa e oltre.
Bruno Osimo, intervista, su Wuz, 2012

Non corro per andare veloce, ma per dare al mio cervello un motore acceso al minimo sul quale far scorrere i pensieri. Altrimenti ristagnano, o giocano a nascondino. Invece correndo, la mattina presto, al buio, si sentono autorizzati a uscire (tanto non li vede nessuno).
Bruno Osimo, intervista, su Wuz, 2012

Correre piano mi serve ad attenuare l'ansia che mi si sprigiona dentro quando osservare il mondo mi dà troppi stimoli. Correre piano è un filtro contro il torrente di novità che fa capolino al mattino.
Bruno Osimo, intervista, su Wuz, 2012

Ho sempre amato correre, è qualcosa che puoi fare da solo e che dipende soltanto da te. Puoi andare in qualsiasi direzione, lento o veloce, come preferisci, anche contro vento, se ti va, alla scoperta di nuovi luoghi con la sola forza dei tuoi piedi e il coraggio dei tuoi polmoni.
Jesse Owens, cit. in Tony Gentry, Jesse Owens, Champion Athlete, 1990

La corsa è un tempo che ti permette di raggiungere te stesso. Bisogna provare, con moderazione piano piano... L'importante, come sempre, è cominciare; e tranquilli, nessuno vi corre dietro.
Nicola Pfund, intervista di Laura Mella, La corsa trasforma l’uomo in un filosofo, su Tio, 2013

La corsa ti può regalare un sogno (o un senso?) di benessere, ti può dare quella serenità che spesso rincorriamo e che non riusciamo a raggiungere.
Nicola Pfund, ibidem

Molte persone corrono per vedere chi è il più veloce. Io corro per vedere chi ha più coraggio, chi riesce a imporsi un'andatura estenuante, e verso la fine, a imporsela ancora di più.
Steve Prefontaine, cit. in Bob Glover e Shelly-lynn Florence Glover, The Competitive Runner's Handbook, 1999

La corsa è lo spazio aperto dove i pensieri vengono a giocare.
Mark Rowlands, Correre con il branco, 2013

A volte sei in testa. A volte resti indietro. La corsa è lunga e alla fine è solo con te stesso. 
Mary Schmich, Usa la crema solare, 1997

Fare jogging è molto salutare. Fa bene a gambe e piedi. È anche molto positivo per la terra. La fa sentire necessaria.
Charles M. Schulz, Peanuts, 1950-2000

Il mio dottore dice che correre significa guadagnare anni di vita. Infatti, da quando corro dimostro dieci anni di più.
Lee Trevino [3]

Lo stadio è per gli spettatori. Noi corridori abbiamo la natura, che è molto meglio.
Juha Väätäinen, cit. su Runner's World, 1979

Correre di mattina lungo il molo di Baranco, quando l'umidità della notte impregna ancora l'aria e rende i marciapiedi scivolosi e lucidi, è un buon modo per cominciare la giornata.
Mario Vargas Llosa, Storia di Mayta, 1984

Correre è la più grande metafora della vita, perché ne tiri fuori quello che ci hai messo dentro.
Oprah Winfrey [4]

Un atleta non può correre con i soldi nelle tasche. Deve correre con la speranza nel cuore e i sogni nella testa.
Emil Zátopek, in Marco Pastonesi e Giorgio Terruzzi, Palla lunga e pedalare, 1992

Quando corro tutti i pensieri volano via. Superare gli altri è avere forza, superare sé stessi è essere forti.
Anonimo (attribuito erroneamente a Confucio)

Corri e trova te stesso.
Le 20 regole della corsa
Roberto Albanesi, Inizia a correre! © Thea 2013
  1. Che tu sia un principiante o un runner evoluto agisci con gradualità.
  2. Poniti obiettivi sfidanti, ma realistici.
  3. Sii continuo: il tuo obiettivo è di correre per tutta la vita.
  4. Impara a entrare in sintonia con il clima.
  5. Corri nel modo più naturale possibile, senza forzare la respirazione o la falcata.
  6. Accetta i limiti del tuo corpo: non illuderti di essere immortale.
  7. Se sei una persona sana, fidati del tuo corpo.
  8. Usa abbigliamento tecnico, in particolare scarpe con buona ammortizzazione.
  9. Se vuoi, usa integratori, ma sappi che, se non sei un professionista, probabilmente non ne hai bisogno.
  10. Se vuoi progredire, fatti una cultura sportiva, capendo in prima persona che cos’è la corsa.
  11. Un programma d’allenamento non è obbligatorio, ma è utile.
  12. Se non trovi il tempo per correre, fermati e pensa a come puoi trovarlo!
  13. Non saltare mai la fase di riscaldamento.
  14. Anche il riposo è una componente dell’allenamento.
  15. Cura ogni caratteristica del runner: resistenza, forza, velocità, elasticità.
  16. Ricordati che la corsa serve per migliorare la tua vita.
  17. Abbina alla corsa un buon stile di vita, in primis cura la tua alimentazione.
  18. La durata della tua vita atletica dipende anche dal sovrappeso.
  19. Non cercare di aumentare la tua autostima con i risultati sportivi, ma impara che, poiché corri, sei già una persona degna di stima.
  20. La fatica non è un sacrificio, ma è una gratificazione.
La maratona è una disciplina interiore, che non ti fa dimenticare
che il più grande avversario sei tu. (Mauro Covacich)
Foto: Dorando Pietri nella maratona delle Olimpiadi di Londra del 1908
2. Maratona
© Aforismario

La maratona è una corsa bellissima e affascinante; il problema è che molti, attratti dalla sua epicità, la affrontano pur non essendo preparati né dal punto di vista atletico né dal punto di vista psicologico con tutti i rischi che ciò comporta: infortuni e “nausea da corsa”, tanto per citarne un paio.
Roberto Albanesi, Inizia a correre!, 2013

L’hobby può essere effimero, al contrario dell’amore che invece è duraturo. Quindi, per prima cosa: per avere continuità nella corsa bisogna amarla.
Roberto Albanesi, Inizia a correre!, 2013

Chi è affetto da nevrosi da sport ha un rapporto patologico con la corsa perché la vede come mezzo di affermazione della propria personalità. Si esalta oltre misura per un successo e si deprime inconsolabilmente per un insuccesso. Per uscire dalla nevrosi da sport è necessario riconsiderare il rapporto con la corsa e con lo sport. La parola magica è divertimento.
Roberto Albanesi, Inizia a correre!, 2013

Oggi la maratona è una corsa estremamente "di moda" e tantissimi sono spinti a farla con entusiasmo. Questo è un fatto certamente positivo, perché correre fa davvero bene al corpo e alla mente. Ma non deve far dimenticare che l'approccio di chi, per la prima volta, si avvicina a questa esperienza deve essere del tutto privo di agonismo. 
Stefano Baldini, su Focus, 2008

La maratona è una disciplina interiore, che non ti fa dimenticare che il più grande avversario sei tu.
Mauro Covacich, A perdifiato, 2003 [6]

La maratona è una regola monastica.
ibidem

La maratona è un’arte marziale. Chi la corre compie una scelta estetica, non una sportiva. Lo sport non c’entra niente.
Mauro Covacich, A perdifiato, 2003

Resistere alla più alta velocità possibile per una strada così lunga è la cosa più bella che una mente umana possa produrre. La mente non è il cervello, la mente è il sistema del corpo che pensa. 
Mauro Covacich, A perdifiato, 2003

Il maratoneta è un samurai senza spada.
Mauro Covacich, A perdifiato, 2003

Immaginando il proprio miglior risultato come unico avversario, sconfiggersi è il chiodo fisso del maratoneta.
Mauro Covacich, A perdifiato, 2003

Lo sport non c’entra niente con la maratona. Un maratoneta non è sportivo, non fa sport. Un maratoneta pensa con il corpo e il pensiero ossessivo del suo corpo è: resistere per 42 195 metri a una velocità superiore a quella già ottenuta.
Mauro Covacich, A perdifiato, 2003 [6]

La maratona è una sorta di credo permanente: basta aver corso una volta soltanto per sentirsi maratoneti a vita.
Mauro Covacich, intervista di Claudia Bonadonna, su letteratura.rai.it, 2012

Considero [la maratona] una forma di arte marziale, una disciplina interiore. Lo è intrinsecamente. Per gli allenamenti che richiede, per il modo in cui ti porta a percepire l’ambiente, per lo sforzo che esige dal tuo corpo.
Mauro Covacich, A perdifiato, 2003

Il maratoneta è un samurai con le scarpette al posto della spada: è estremamente severo verso sé stesso, non si perdona mai, è costantemente in lotta contro i propri limiti.
Mauro Covacich, A perdifiato, 2003

Sbaglia chi pensa alla maratona come a una scelta sportiva, è una disciplina massimamente estetica. È proprio una visione del mondo: non sono solo quei quarantadue chilometri da correre nel minor tempo possibile, è l’idea di resistere, di andare oltre.
Mauro Covacich, A perdifiato, 2003

Chi corre a questo livello non lo fa per stare bene. Qui siamo totalmente al di fuori dei parametri del fitness. La maratona fa male, debilita l’organismo. Può portare all'anemia, al logoramento dei muscoli, dei legamenti, perché il corpo umano non è pensato per correre quei duecentocinquanta chilometri alla settimana che in media corrono i campioni quando si allenano.
Mauro Covacich, intervista di Claudia Bonadonna, su letteratura.rai.it, 2012

Domenica si corre una gara podistica di beneficenza sui 5 km. L’incasso delle quote di iscrizione viene devoluto alla ricerca sul cancro. Quest’anno dovrò partecipare anch'io, così l’anno prossimo devolveranno l’incasso alla ricerca sull'infarto.
Mauroemme (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Amo l'atletica perché è poesia. Se la notte sogno, sogno di essere un maratoneta.
Eugenio Montale (cit. in Giuseppe Pederiali, Il sogno del maratoneta, 2008)

Chi ha partecipato a una maratona lo sa, in gara vincere o perdere contro un concorrente determinato non importa a nessuno. Ovviamente per un campione professionista sarà uno shock vedersi superare da un rivale, ma chi corre per hobby non vi dà molto peso.
Haruki Murakami, L'arte di correre, 2007 [2]

La maratona è una competizione in cui si corre, non si cammina. E una questione di principio.
ibidem

Il corridore non professionista si prefigge a ogni gara un suo obiettivo personale, arrivare al traguardo in tot ore. Se riesce a realizzare questo tempo, lui - o lei - penserà di aver raggiunto un risultato, ma se fin dall'inizio rinuncia a partecipare, non avrà ottenuto un bel nulla e proverà un senso di frustrazione. E anche nel caso che non riesca a terminare la gara nel tempo che si è prefisso, sarà contento di avercela messa tutta, godrà comunque di un effetto positivo da cui trarrà
beneficio la volta seguente, e nel frattempo avrà forse capito qualche profonda verità riguardo a se stesso: un risultato che è già una conquista.
Haruki Murakami, L'arte di correre, 2007

La maratona ha un senso in quanto la si corre con piacere. Se cosi non fosse, perché vi parteciperebbero migliaia di persone?
Haruki Murakami, ibidem

Non si può correre una maratona fino alla fine se la si prende alla leggera.
Haruki Murakami, ibidem

Partecipare alla maratona e portarla a termine per me è più importante di qualunque cosa. Tagliare il traguardo, non camminare e correre con piacere. Queste tre cose, nell'ordine, sono i miei obiettivi.
Haruki Murakami, L'arte di correre, 2007

Per un maratoneta che si alleni quotidianamente con impegno, avere problemi alle ginocchia è normale. Pare che quando si corre, ogni volta che il piede tocca terra l'impatto sulle gambe equivalga al peso corporeo moltiplicato per tre. Ed è uno shock che si ripete circa diecimila volte al giorno.
Haruki Murakami, L'arte di correre, 2007

Portare a termine una maratona è sempre un'esperienza fantastica, un risultato bellissimo.
Haruki Murakami, ibidem

Scrivere un libro è un po' come correre una maratona, la motivazione in sostanza è della stessa natura: uno stimolo interiore silenzioso e preciso, che non cerca conferma in un giudizio esterno.
Haruki Murakami, ibidem

Succede ogni tanto che qualcuno chieda ironicamente a un maratoneta: «Ma ci tiene davvero tanto a vivere a lungo?» In realtà, credo che non siano poi molte le persone che corrono spinte da questa motivazione. Piuttosto mi sembra che siano ben più numerose quelle cui non interessa campare cent'anni ma, finché sono al mondo, desiderano condurre un'esistenza piena.
Haruki Murakami, L'arte di correre, 2007 [2]

Il decathlon sono nove gare da Topolino più i 1500 metri.
Steve Ovett [4]

Se vuoi sapere come sarai tra dieci anni, guardati allo specchio dopo aver corso una maratona.
Jeff Scaf [4]

La Finlandia ha creato così tanti e brillanti fondisti, perché là la benzina costa carissimo.
Esa Tikkannen [4]

Se vuoi correre un miglio, corri un miglio. Se vuoi vivere un'altra vita, corri una maratona.
Emil Zatopek [4]

A volte sei in testa. A volte resti indietro.
La corsa è lunga e alla fine è solo con te stesso. (Mary Schmich)
3. Correre
© Aforismario

Ogni mattina in Africa una gazzella si sveglia. Sa che dovrà correre più veloce del leone o sarà uccisa. Ogni mattina in Africa un leone si sveglia. Sa che dovrà correre più veloce della gazzella o morirà di fame. Quando sorge il sole, non importa che tu sia un leone o una gazzella, ciò che conta è che tu incominci a correre.
Anonimo

In Africa ogni mattina, quando sorge il sole, un leone si sveglia; appena si sveglia comincia a correre, per evitare di fare la fine della gazzella del giorno prima, solo che quando comincia a correre vede la gazzella morta il giorno prima e dice: “Ma che cosa corro a fare stamattina, la gazzella è già qua…
Aldo, Giovanni e Giacomo, in Tel chi el telùn, 1999

Certe donne non sono fatte per essere domate, forse hanno bisogno di restare libere finché non trovano qualcuno altrettanto selvaggio con cui correre.
Carrie Bradshaw, in Sex and the City, 1998-2004

Quantunque non sia possibile arrivar al termine di guadagnar il palio, correte pure e fate il vostro sforzo in una cosa di sì fatta importanza, e resistete sin a l'ultimo spirito. Non sol chi vince vien lodato, ma anche chi non muore da codardo e poltrone.
Giordano Bruno, La cena de le ceneri, 1584

Correre dietro alle donne non fa male a nessuno: è prenderle che arreca danni.
Jack Davies [1]

Non deve l'uomo nobile correre per via, né troppo affrettarsi; che ciò conviene al palafreniere, e non al gentiluomo.
Giovanni Della Casa, Galateo overo de' costumi, 1558 (postumo)

Quando uno corre sull'autostrada della vita deve dimenticare i limiti di velocità e deve andare a tutto gas!
Fonzie (Henry Winkler), in Happy Days, 1974/84

La vita è una corsa a ostacoli di cui nessuno vorrebbe tagliare l'ultimo traguardo.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

La vita: una corsa con troppi ostacoli, ma anche con troppi traguardi.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Se corri, il tempo volerà davanti a te come una farfallina di marzo. Se andrai adagio, ti seguirà come un bue eterno.
Juan Ramón Jiménez [4]

Il giorno in cui smetti di correre, è il giorno in cui vinci la gara.
Bob Marley [1]

L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa... L'importante è quello che provi mentre corri.
Prof. Antonio Martinelli (Giorgio Faletti), in Fausto Brizzi, Notte prima degli esami, 2006

Ho imparato ad andare: da quel momento mi lascio correre.
Friedrich Nietzsche, Così parlò Zarathustra, 1883/85

Chi ha piedi lievi, riuscirà a correre anche sopra alla melma e a danzarvi come su ghiaccio polito.
ibidem

Precedi gli altri nella corsa? − Lo fai come pastore? o come eccezione? Un terzo caso sarebbe che ti fossi dato alla fuga...
Friedrich Nietzsche, Il crepuscolo degli idoli, 1888

Ho imparato a camminare: da allora mi lascio correre.
Friedrich Nietzsche, Frammenti postumi, 1869/89

Correre incontro al pericolo è una forma della vigliaccheria.
Aldo Palazzeschi, Spazzatura, 1915

Si finisce con l'avere la sensazione disperatamente netta e sicura che la vita non è se non la corsa verso un abisso, senz'ancora che possa trattenere, senza alcuna seria speranza di trovare nel fondo di esso qualsiasi forma di salvezza, senza che nulla valga la pena di fare, poiché tutto si cancella e si distrugge. Puro e semplice precipitare in un vuoto. 
Giuseppe Rensi, Cicute, 1931 

Corriamo verso di noi, e per questo siamo l’essere che non può mai raggiungersi.
Jean-Paul Sartre, L’essere e il nulla, 1943

Lo sciocco corre dietro i piaceri della vita, e si vede ingannato; il saggio evita i mali.
Arthur Schopenhauer, Parerga e Paralipomena, 1851

La vita non è una corsa ma un tiro al bersaglio: non è il risparmio del tempo che conta, bensì la capacità di trovare un centro. 
Susanna Tamaro, Va' dove ti porta il cuore, 1994 

La nostra vita è una corsa a ostacoli e il traguardo è la tomba.
Anacleto Verrecchia, Diario del Gran Paradiso, 1997

Proverbi sul Correre
  • A volte bisogna andar di corsa dove non si andrebbe tirati.
  • Chi corre in furia con calma si pente.
  • Chi corre da solo arriva sempre primo.
  • Chi corre dietro alle donne cerca i guai con la lanterna. (cit. in Giovanni Verga, I Malavoglia, 1881)
  • Chi mal cammina peggio corre.
  • Corre lontano chi non ritorna.
  • Corri dove mangiano e fuggi dove picchiano.
  • I falsi amici corrono con le lepri e cacciano coi cani.
  • Meglio correre che bagnarsi.
  • Meglio correre che esser preso.
  • Tanto arriva chi corre che chi zoppica.
Colui che ha visto il leone ruggire non corre allo stesso modo di chi lo ha soltanto sentito.
Proverbio africano

A cosa serve che tu corra quando non serve correre, quando occorre correre non corri.
Scioglilingua

Note
  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. Haruki Murakami, L'arte di correre © Einaudi 2007 (altre riflessioni personali di Murakami sulla corsa, le trovi sul sito Aforismario nella pagina a lui dedicata).
  3. Citazione tratta da Marco Pastonesi e Giorgio Terruzzi, Palla lunga e pedalare © Dalai Editore, 1992
  4. Citazione tratta da Marco Pastonesi, Giorgio Terruzzi, Se l'ammazzi fai pari © Zelig Editore 2004
  5. Battuta tratta da Gino e Michele, Anche le formiche nel loro piccolo s'incazzano. Opera omnia, Baldini e Castoldi, 1995
  6. Mauro Covacich, A perdifiato © Mondadori 2003
  7. Se desideri condividere questa pagina sui tuoi social network preferiti (facebook, twitter, Google+, ecc.), clicca sulle rispettive icone qui in basso.
  8. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Sport

Nessun commento: