2015-11-10

Essere sé stessi - Diventa ciò che sei - Frasi di Autorealizzazione

Raccolta di aforismi e pensieri sull'essere sé stessi, secondo l'antico ammonimento di Pindaro: "Diventa ciò che sei", ribadito poi, tra gli altri, anche da Nietzsche. Un paragrafo, inoltre, è dedicato all'autorealizzazione, cioè allo sviluppo e all'espressione delle proprie potenzialità personali; secondo la definizione di Umberto Galimberti "L'autorealizzazione è la tendenza insita in ogni individuo a realizzare compiutamente le proprie potenzialità, sia dal punto di vista della maturazione psichica ed emotiva, sia dal punto di vista del comportamento esteriore" (Dizionario di psicologia, UTET, 1992). Nella sezione "Psicologia" trovi anche una raccolta correlata a questa con citazioni sul "conoscere sé stessi", che è il primo passo per diventare quel che si è; non a caso la citazione di Pindaro tradotta in maniera più articolata è: "Diventa ciò che hai appreso di essere".
Voler essere come tutti gli altri e temere di essere sé stessi
è il primo passo verso la follia. (Giovanni Soriano)
1. Essere sé stessi
© Aforismario

Sii te stesso; tutti gli altri sono già occupati.
Anonimo (attribuito a Oscar Wilde e altri - vedi "Citazioni errate" su Aforismario)

Voler essere qualcun altro significa sprecare la persona che sei.
Anonimo (attribuito a Kurt Cobain e Marilyn Monroe)

Non uscire da te stesso, rientra in te: nell'intimo dell'uomo risiede la verità.
Agostino d'Ippona, La vera religione, 389-391

Si deve essere sé stessi, fare le proprie scelte morali... anche quando richiedono vero coraggio. Altrimenti si è come robot, o lucertole.
Woody Allen, Zelig, 1983

Dimmi chi credi di essere e ti dirò chi non sei. 
Henri-Frédéric Amiel, Diario intimo, 1839/81 (postumo, 1976/94)

Quante persone sono bravissime a far star male i loto mariti, le loro mogli, i loro figli, o addirittura dei completi estranei, col semplice espediente di "essere se stessi". Talvolta chiedo a qualcuno: "Perché essere veramente te stesso, quando potresti diventar qualcosa di veramente valido?".
Richard Bandler, Usare il cervello per cambiare, 1985

La cosa più difficile nella vita? Essere sé stessi. E avere carattere a sufficienza per restarlo.
Georges Brassens, Le strade che non portano a Roma, 2008  (postumo)

Senza essere e rimanere sé stessi, non c'è amore.
Martin Buber, Tra uomo e uomo, 1954

La cosa più facile di questo mondo è essere ciò che siamo, mostrare ciò che proviamo. La più difficile è essere ciò che gli altri vogliono che noi siamo. Eppure è questo lo schema entro il quale ci vediamo costretti a vivere. Siete voi stessi, o siete ciò che gli altri vi hanno detto che siete?
Leo Buscaglia, Amore, 1972

Ci sono uomini che debbono sopportare la pena di essere se stessi.
Pino Caruso, Ho dei pensieri che non condivido, 2009

Cosa significa in realtà essere vivi? Significa tre cose: essere se stessi, essere ora ed essere qui. Essere vivi significa essere se stessi. Nella misura in cui si è se stessi, si è vivi.
Anthony De Mello, Istruzioni di volo per aquile e polli, 1996 (postumo)

Se ti senti tenuto ad aderire sempre alle norme, sei destinato a una vita di schiavitù emozionale. Ma la nostra cultura insegna che è male disubbidire, che non si deve mai far nulla che vada contro le regole. L'importante è che stabilisca tu quali sono le regole che funzionano e che sono necessarie per preservare l'ordine nella nostra cultura, e a quali invece è lecito disubbidire senza danno per te o per gli altri. Non è redditizio ribellarsi per il gusto della ribellione, mentre giova assai essere se stessi e vivere la propria vita secondo la propria scala dei valori.
Wayne Dyer, Le vostre zone erronee, 1976

Non è mai troppo tardi per essere ciò che avresti potuto essere.
George Eliot, Middlemarch, 1874

Essere autentici significa accettare di vedere chi si è, ciò che non si è, e non ciò che si immagina di essere osservando il proprio personaggio in uno specchio.
Karlfried Graf Dürckheim, XX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Il principale compito dell'uomo nella vita è dare alla luce sé stesso.
Erich Fromm, Dalla parte dell'uomo, 1947

L'amore è un potere attivo dell'uomo; un potere che annulla le pareti che lo separano dai suoi simili, che gli fa superare il senso d'isolamento e di separazione, e tuttavia gli permette di essere sé stesso e di conservare la propria integrità.
Erich Fromm, L'arte di amare, 1956

Chi è sempre se stesso, o è un uomo di carattere o è un uomo senza fantasia.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

È facile essere se stessi quando gli altri non ci vogliono diversi.
ibidem

È facile essere se stessi quando. si è qualcuno.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

È difficile essere se stessi avendo bisogno degli altri.
ibidem

"Sii te stesso", m'esortano. Sì, ma chi sono?
ibidem

"Sii te stesso" non sempre è un buon consiglio.
ibidem

Niente è meno assoluto dell'Io. Per questo è così difficile essere se stessi?
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Ad essere se stessi ci si guadagna solo se agli altri fa comodo vederci come realmente siamo.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Bisogna sempre essere se stessi, augurandosi che gli altri non ci riconoscano.
ibidem

Ci vuole un bel coraggio, in certi momenti, ad essere se stessi.
ibidem

Con certa gente, nulla è più pericoloso che essere se stessi.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

È difficile essere se stessi anche perché sono gli altri a volerci diversi.
ibidem

È difficile essere se stessi quando si è troppo sicuri di sé.
ibidem

È sempre un rischio essere se stessi quando gli altri non lo sono.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

La disciplina è la volontà di essere se stessi.
ibidem

Libertà: essere se stessi con gli altri senza nuocergli.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Niente rende tanto ridicolo e patetico l'uomo quanto il voler sembrare diverso da com'è.
ibidem

Per credere in se stessi bisogna essere se stessi.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Se mai il mondo è stato reso migliore dagli uomini, se mai gli uomini l'hanno reso più ricco, più pieno di vita, più avventuroso, più allegro, ciò non è certo avvenuto grazie ai riformatori, bensì per merito di quei veri egoisti tra i quali tanto volentieri vi annovererei: quei genuini e sinceri egoisti che non conoscono meta, che non hanno scopi, ai quali basta vivere ed essere se stessi.
Hermann Hesse, Il coraggio di ogni giorno, 1986 (postumo)

Qual è il primo dovere dell'uomo? La risposta è breve: essere sé stesso.
Henrik Ibsen, Peer Gynt, 1867

Non rimanete intrappolati nei dogmi, che vi porteranno a vivere secondo il pensiero di altre persone. Non lasciate che il rumore delle opinioni altrui zittisca la vostra voce interiore. E, ancora più importante, abbiate il coraggio di seguire il vostro cuore e la vostra intuizione: loro vi guideranno in qualche modo nel conoscere cosa veramente vorrete diventare. Tutto il resto è secondario.
Steve Jobs, discorso all'Università di Stanford, 2005

Cercando di sembrare ciò che non siamo, cessiamo di essere quel che siamo.
Ernst Jünger (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La grandezza non consiste nell'essere questo o quello ma nell'essere sé stessi; e questo ciascuno lo può, se lo vuole.
Søren Kierkegaard, Aut-Aut, 1843

La funzione dell'educazione è quella di aiutarvi fin dall'infanzia a non imitare nessuno, ma a essere voi stessi per tutto il tempo. E questa è una cosa difficilissima da fare: essere sempre ciò che siete, però comprendendolo, che siate brutti o belli, che siate invidiosi o gelosi.
Jiddu Krishnamurti, La ricerca della felicità, 1993 (postumo)

Essere se stessi è molto difficile, perché si pensa di essere qualcosa di ignobile, e che sarebbe meraviglioso se si potesse soltanto cambiare quello che si è in qualcosa di nobile; ma questo non accade mai. Invece se guardate quello che siete realmente, e lo capite, allora nella comprensione stessa c'è la trasformazione.
Jiddu Krishnamurti, La ricerca della felicità, 1993 (postumo)

Essere sé stessi è molto facile, non occorre fare nulla. Nessuno sforzo è necessario. Non dovete usare la volontà, non dovete fare assolutamente nulla per essere voi stessi. Invece per essere qualche cosa di diverso da quello che siete, dovete fare un mucchio di sforzi.
Jiddu Krishnamurti (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Per essere se stessi, bisogna essere qualcuno.
Stanisław Jerzy Lec, Nuovi pensieri spettinati, 1964

Per imparare una lezione dalla vita non è mai troppo tardi. E io credo che la lezione che ho avuto sia stata salutare. Io non voglio essere qualcosa che non sono: non mi piaceva essere qualcun altro. E nello stesso tempo sono contento di esserlo stato perché ho scoperto una cosa di cui non mi ero reso conto: è meglio andar d'accordo con se stessi. Pensate a tutto il tempo che uno deve passare con se stesso. Beh... se non si ha stima di noi stessi, come si può pretendere che ce l'abbiano gli altri? Ecco quel che ho scoperto.
Jerry Lewis, in Le folli notti del dottor Jerryll, 1963

La ragione per cui alcuni individui sono così autocoscienti e goffi nelle relazioni sociali è dovuta al fatto che sono troppo consciamente preoccupati e ansiosi di fare la cosa giusta, sono penosamente consci di ogni loro mossa, ogni azione è pensata e ripensata, ogni parola viene calcolata per l'effetto che deve produrre. Giustamente diciamo che questi individui sono degli "inibiti", ma sarebbe più esatto dire non che la "persona" è inibita, ma che la persona ha 'inibito' il suo meccanismo creativo. Se tali individui potessero "lasciar correre", smettere di lamentarsi, di preoccuparsi e di darsi pensiero del loro comportamento potrebbero agire creativamente, spontaneamente, ed "essere se stessi".
Maxwell Maltz, Psicocibernetica, 1960

Il successo, che deriva dal saper esprimere se stessi, spesso sfugge a coloro che si sforzano di "essere qualcuno", per arridere spontaneamente a coloro che sanno rilassarsi ed "essere se stessi".
Maxwell Maltz, Psicocibernetica, 1960

La frustrazione è caratteristica di quasi ogni sfera di attività della personalità inibita e la base di questo senso di delusione è nell'incapacità di "essere se stessi" e di esprimere adeguatamente se stessi. La frustrazione colora e influenza tutto ciò che l'individuo fa.
Maxwell Maltz, Psicocibernetica, 1960

Le persone più infelici e tormentate sono coloro che lottano e si sforzano continuamente di convincere se stessi e gli altri di essere diversi da quel che in effetti sono. Non c'è maggior sollievo e soddisfazione di quando si arriva finalmente ad abbandonare ogni finzione per essere solamente se stessi.
Maxwell Maltz, Psicocibernetica, 1960

Avremo mai il coraggio di essere noi stessi?
Margaret Mazzantini, Splendore, 2013

La perenne aspirazione a rinnovarsi certifica l'insoddisfazione di essere se stessi.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

L'uomo che non vuole appartenere alla massa non deve far altro che cessare di essere accomodante verso se stesso; segua la sua coscienza che gli grida: «Sii te stesso! Tu non sei tutto ciò che adesso fai, pensi, desideri».
Friedrich Nietzsche, Schopenhauer come educatore, 1874

Getta via il malcontento sul tuo essere, perdona a te stesso il tuo io, giacché in ogni caso hai in te stesso una scala con cento scalini, per i quali puoi salire alla conoscenza.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano, 1878

Mostrare i propri sentimenti ed essere se stessi è difficile perché per migliaia di anni ti è stato detto di reprimere i sentimenti. La cosa è entrata a far parte dell'inconscio collettivo. Per migliaia di anni ti hanno detto di non essere te stesso: diventa come Gesù, come il Buddha, come Krishna, ma non essere mai te stesso. Sii qualcun altro. Te l'hanno insegnato continuamente, per secoli, e con tanta insistenza che ti è penetrato nel sangue, nelle ossa, fino al midollo. Un profondo rifiuto di te stesso è diventato parte di te.
Osho, Discorsi, 1953/90

La gioia non è piacere, il piacere è qualcosa che nasce da qualcos'altro. La gioia è il semplice essere se stessi: vivi, vibranti, nella piena vitalità.
Osho, Discorsi, 1953/90

Il corpo contiene l'anima, la materia contiene la mente. Il mondo contiene il paradiso, la polvere contiene il divino. Devi scoprirlo, e il primo passo verso quella scoperta è l'accettazione di sé stessi, la gioia dell'essere se stessi.
Osho, Discorsi, 1953/90

Devi solo essere te stesso. L'esistenza non vuole copie, imitazioni, ama l'unicità. E tu puoi offrirti alla vita solo come fenomeno unico.
Osho, Discorsi, 1953/90

Rimani comunque quello che sei. Ogni falsità, prima o poi, viene svelata. Rilassati semplicemente e sii te stesso, perché le persone amano la verità, non le pose.
Osho, Discorsi, 1953/90

Attore: uno che, per essere se stesso, finge di essere un altro.
Dino Risi, Vorrei una ragazza, 2001

Bastare a se stessi, essere se stessi in tutto e per tutto, e poter dire omnia mea mecum porto [2] costituisce certamente la qualità più utile per la nostra felicità:
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Dalla prigione di essere sempre sé stessi per tutta la vita, se ne esce soltanto con la pazzia o con la morte.
Giovanni Soriano, Maldetti, 2007

Voler essere come tutti gli altri e temere di essere sé stessi è il primo passo verso la follia.
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

Sii te stesso, se vuoi cambiare.
ibidem

Perché accontentarsi di essere sé stessi quando si può essere qualcosa di meglio?
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Quando ascolto qualcuno raccontare di aver affrontato lunghi e faticosi viaggi per andare alla “ricerca di sé stesso”, quel che mi chiedo – e che mi verrebbe da chiedergli – non è tanto se alla fine sia riuscito a trovarsi, ma, piuttosto, se sia valsa la pena di fare cosí tanta strada per cosí poco.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Essere ciò che siamo e diventare ciò che siamo capaci di diventare è il solo fine della vita.
Robert Louis Stevenson, Studi senza pretese su uomini e libri, 1882

Bisogna fermarsi per conoscersi, per essere se stessi.
Tiziano Terzani, Un altro giro di giostra, Milano, 2004

Il vero desiderio, se uno ne vuole uno, è quello di essere se stessi.
Tiziano Terzani, La fine è il mio inizio (a cura di Folco Terzani), 2006 (postumo)

L'unica cosa che uno può desiderare è di non avere più scelte, perché la scelta vera non è quella fra due dentifrici, fra due donne, fra due macchine. La scelta vera è quella di essere te stesso.
Tiziano Terzani, La fine è il mio inizio (a cura di Folco Terzani), 2006 (postumo)

«Conosci te stesso!» era scritto sul portale del mondo antico. Sul portale del mondo nuovo dovrà essere scritto: «Sii te stesso».
Oscar Wilde, L'anima dell'uomo sotto il socialismo, 1891

Il messaggio di Cristo all'uomo era semplicemente: «Sii te stesso». Ecco il segreto di Cristo.
ibidem

Tutto quello che è al di fuori di te ti può essere sottratto, in ogni momento. Solo ciò che è dentro di te è al sicuro.
Jeanette Winterson, Perché essere felice quando puoi essere normale?, 2012

Un vero amico riesce a non farti essere nessuno − se non te stesso.
Anonimo

Diventa ciò che sei. (Pindaro)
2. Diventare sé stessi
© Aforismario

Decidi di essere te stesso; e sappi che chi trova sé stesso, perde la sua infelicità.
Matthew Arnold, Self-Dependence, 1852

È forse questo che si cerca nella vita, nient'altro che questo, la più gran pena possibile per diventare se stessi, prima di morire.
Louis-Ferdinand Céline, Viaggio al termine della notte, 1932

Conquista te stesso piuttosto che il mondo.
René Descartes (Cartesio), XVII sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Chi trova sé stesso, il mondo non è degno di lui.
Gesù di Nazaret, in Vangelo secondo Tommaso, I-II sec.

Osa diventare ciò che sei. E non disarmarti facilmente. Ci sono meravigliose opportunità in ogni essere. Persuaditi della tua forza e della tua gioventù. Continua a ripetere incessantemente: "Non spetta che a me".
André Gide, I nutrimenti terrestri, 1897

Sii ciò che sei. Questo è il primo passo per diventare migliori di ciò che si è.
Julius Charles Hare, Guesses at Truth, 1827

Se vuoi vivere, devi prima partecipare al tuo stesso funerale.
Katherine Mansfield, cit. in Antony Alpers, Katherine Mansfield, 1954

Il mio analista mi ha detto che mi farà trovare il vero me stesso. Bravo dottore, e se poi scopro che non mi piaccio lei mi restituisce i soldi?
Jackie Mason (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Trovare se stessi è più difficile che trovare l’anima gemella.
Gianni Monduzzi, Orgasmo e pregiudizio, 1997

In un'umanità così altamente sviluppata com'è quella odierna, ognuno riceve dalla natura accesso a molti talenti. Ognuno ha talento innato, ma solo in pochi è innato e si sviluppa con l'educazione il grado di tenacia, perseveranza ed energia, grazie a cui si diventa effettivamente un talento, ossia si diventa ciò che si è, vale a dire: lo si scarica in opere e in azioni.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano, 1878

Che cosa dice la tua coscienza? Devi divenire quello che tu sei.
Friedrich Nietzsche, La gaia scienza, 1882 [cfr. citazione di Pindaro]

Diventare ciò che si è presuppone che non si abbia neppure una lontana idea di ciò che si è. Da questo punto di vista hanno un loro senso e un loro valore anche i passi falsi della vita, le temporanee deviazioni e le vie perdute
Friedrich Nietzsche, Ecce homo, 1888

«Diventa ciò che sei»: questo appello può essere rivolto solo a pochi uomini, ma solo per pochissimi di questi pochi è superfluo.
Friedrich Nietzsche, Frammenti postumi, 1869/89

So bene ciò che non voglio essere, ma devo ancora scoprire che cosa voglio diventare.
Orhan Pamuk, Il signor Cevdet e i suoi figli, 1982

Diventa ciò che hai appreso di essere.
Pindaro, Pitiche, V sec. a.e.c. [1]

La cosa più difficile, e davvero sorprendente, è rinunciare a essere perfetti e cominciare a darsi da fare per diventare sé stessi.
Anna Quindlen, Essere perfetti, 2005

Fino a quando si cerca l'approvazione degli altri per convalidare sé stessi, ci si dà un'impostazione disastrosa. Bisogna essere integri e completi in sé stessi. Nessun altro può darci questo. Bisogna sapere chi si è. Ciò che gli altri dicono è irrilevante.
Nic Sheff, Tweak, 2012

Spesso si dice che questa o quella persona non ha ancora trovato se stesso. Ma l'io non è qualcosa che si scopre: è qualcosa che si crea.
Thomas Szasz, Il secondo peccato, 1973

Vivere è l'arte di diventare quello che si è già.
Fabio Volo, Il tempo che vorrei, 2009

Lo sviluppo di noi stessi è lo scopo della vita; ciascuno di noi è al mondo per tradurre perfettamente in realtà la propria natura.
Oscar Wilde, Il ritratto di Dorian Gray, 1891

Il principale compito nella vita di ognuno è dare alla luce sé stesso. (Erich Fromm)
3. Autorealizzazione
© Aforismario

La felicità consiste nella realizzazione dello spirito attraverso il corpo.
Cyril Connolly, La tomba inquieta, 1944

Il nostro atteggiamento deve essere simile a quello del pino di montagna, di cui abbiamo già detto: esso non si irrita quando il suo sviluppo è ostacolato da una pietra, né pianifica i modi in cui potrà aver ragione degli ostacoli; cerca solo di avvertire se debba crescere in una direzione piuttosto che in un'altra, nel senso della pendenza, o nel senso contrario. Come l'albero, dobbiamo cedere a questo quasi impercettibile, ma poderoso impulso - un impulso che deriva dalla tendenza all'unica, creativa autorealizzazione.
Marie-Louise von Franz, in Carl Gustav Jung, L'uomo e i suoi simboli, 1964

È inutile spiare furtivamente gli altri, per individuare il modo in cui si sviluppano le varie personalità, perché ciascuno si trova davanti un compito di autorealizzazione che presenta caratteri di unicità. Se molti problemi umani sono simili, non sono mai identici.
Marie-Louise von Franz, in Carl Gustav Jung, L'uomo e i suoi simboli, 1964

Essere non vuol dire altro che attuazione di potenzialità, autorealizzazione in accordo con la trasformazione.
Erich Fromm, Avere o essere?, 1976

L'impulso e la coazione all'autorealizzazione è una legge di natura e ha quindi una forza invincibile anche se la sua azione, all'inizio, può sembrare insignificante e improbabile.
Carl Gustav Jung, Gli archetipi e l'inconscio collettivo, 1934/54

La mia vita è la storia di un'autorealizzazione dell'inconscio. Tutto ciò che si trova nel profondo dell'inconscio tende a manifestarsi al di fuori, e la personalità, a sua volta, desidera evolversi oltre i suoi fattori inconsci, che la condizionano, e sperimentare se stessa come totalità.
Carl Gustav Jung, Ricordi, sogni, riflessioni, 1961

In un certo senso, ogni terapia che ha successo si conclude con un fallimento. Non si raggiunge la propria immagine di perfezione. Il paziente si rende conto che avrà sempre dei difetti. Sa, tuttavia, che la sua crescita non è terminata e che il processo creativo iniziato in terapia è adesso sotto la sua personale responsabilità. Non termina la terapia camminando su una nuvoletta. Chi lo fa è destinato alla ricaduta. Chi invece rimane con i piedi per terra, ha imparato ad apprezzare la realtà e ha sviluppato un atteggiamento creativo verso i problemi che incontrerà. Ha sperimentato la gioia, ma anche il dolore. Se ne va con un senso di auto-realizzazione che comprende il rispetto per la saggezza del suo corpo. ha riguadagnato il suo potenziale creativo.
Alexander Lowen, Il piacere. Un approccio creativo alla vita, 1970

La tua autorealizzazione è il più grande servizio che può rendere al mondo.
Ramana Maharshi, XX sec.

Le persone che si autorealizzano, distinguono molto più facilmente degli altri ciò che è genuino, concreto e particolare da ciò che è generico, astratto e rubricato. La conseguenza è che essi vivono nel mondo reale della natura più di quanto vivano nel mondo artificiale dei concetti, delle astrazioni, delle aspettative, delle credenze e degli stereotipi, che molti confondono col mondo reale. Perciò essi sono molto più adatti a percepire le cose come stanno anziché i loro desideri, le loro speranze, le loro ansie, le loro teorie e le loro credenze o quelle del loro gruppo culturale. 
Abraham Maslow, Motivazione e personalità, 1954/70

Le persone che si autorealizzano possono essere descritte come persone relativamente spontanee per il loro comportamento ed ancora più spontanee nella vita interiore, nei pensieri, negl'impulsi, ecc. Il loro comportamento è caratterizzato dalla semplicità, dalla naturalezza e dalla mancanza di artificialità o di sforzi di affettazione.
Abraham Maslow, Motivazione e personalità, 1954/70

L'affettazione, !'inganno, l'ipocrisia, la finzione, lo sforzo di impressionare nella maniera convenzionale, tutto questo è assente nelle persone che si realizzano o, almeno, non è presente nel grado ordinario. Poiché tali persone sono in grado di vivere a loro agio anche con i loro difetti, questi finiscono per essere percepiti, soprattutto nell'età matura, non come difetti, ma solo come caratteristiche neutre della persona.
Abraham Maslow, Motivazione e personalità, 1954/70

Le virtù vengono perdendo i tratti dell'abnegazione per assumere quelli della capacità di autorealizzazione. E, come già per gli antichi, la felicità lungi dall'essere concepita come premio della virtù tende a coincidere con il suo esercizio.
Salvatore Natoli, L'edificazione di sé, 2010

Noi non ci realizziamo mai. Siamo due abissi – un pozzo che fissa il cielo.
Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

Mirare alla propria autoirrealizzazione è il modo più sicuro di realizzarsi.
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

Esiste in tutti gli individui un'inclinazione innata alla crescita e all'autorealizzazione. Il terapeuta non deve fornire queste qualità ai pazienti (come se potessimo farlo!); deve invece rimuovere gli ostacoli che bloccano il processo di crescita, e uno dei modi in cui operiamo in tal senso è cercando di creare un'atmosfera terapeutica ideale.
Irvin Yalom, Teoria e pratica della psicoterapia di gruppo, 1970

Diventa ciò che sei

Devi diventare quello che sei (Nietzsche)

Note
  1. La celebre frase di Pindaro è tradotta anche: "Diventa ciò che sei, avendolo appreso", oppure: "Diventa ciò che hai appreso di essere".
  2. Omnia mea mecum porto: Tutto ciò che è mio, lo porto con me! (cfr. cit. di Schopenhauer)
  3. Nota grammaticale: come si sarà notato, in questa pagina la locuzione "sé stessi" è spesso scritta con l'accento; contrariamente a quanto molti pensano, ciò non è un errore, anzi, è forma più corretta rispetto a quella senza accento, benché entrambe le forme siano lecite.
  4. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Conoscere Sé stessi e gli Altri

Nessun commento: