2015-11-07

Matematica, Equazioni e Teoremi - 200 Frasi aritmetiche

Grande raccolta di aforismi e battute divertenti sulla matematica, suddivisa in diversi paragrafi con citazioni su: aritmetica, formule, calcoli, equazioni, teoremi e, ovviamente, sui matematici. Disciplina odiata o amata senza via di mezzo, "la matematica può essere definita come la materia nella quale non sappiamo mai di che cosa stiamo parlando, né se ciò che stiamo dicendo è vero. Chi si è trovato in difficoltà affrontando la matematica trarrà, spero, conforto da questa definizione e probabilmente riconoscerà che è precisa". (Bertrand Russell, Lo studio della matematica, 1907). Nella sezione "Scienza" del sito Aforismario, trovi anche una raccolta di citazioni correlata a questa dedicata ai numeri.
Non preoccuparti delle tue difficoltà in matematica; posso assicurarti che le mie
sono ancora più grandi. (Albert Einstein, lettera alla liceale Barbara Wilson, 1943)
1. Matematica
© Aforismario

Sono persuaso che la matematica sia il più importante strumento di conoscenza tra quelli lasciatici in eredità dall'agire umano, essendo la fonte di tutte le cose.
Anonimo (attribuito a Cartesio) [2]

La matematica normale risulta attualmente superata a seguito della recente scoperta che il numero cinque è stato scritto per anni al contrario. Ciò ha portato ad una rivalutazione del conteggio come metodo per giungere da uno a dieci. Agli studenti si insegnano i principi dell'algebra di Boole e le equazioni precedentemente non risolvibili vengono trattate mediante minacce di rappresaglie.
Woody Allen, Saperla lunga, 1971

La conoscenza matematica aggiunge vigore alla mente, e la libera da pregiudizi, credulità e superstizione.
John Arbuthnot, in R. E. Moritz, On Mathematics, 1958

Coloro che asseriscono che le matematiche non dicono nulla intorno al bello o al bene sbagliano. Le matematiche infatti enunciano e mostrano perfettamente il bello e il bene, perché, se anche non li nominano, tuttavia ne mostrano le opere e le definizioni, e perciò non si può dire che non ne parlino. Le specie maggiori del bello sono l’ordine, la simmetria e la configurazione definita, tutte cose che vengono mostrate nel grado più alto dalle scienze matematiche.
Aristotele, Metafisica, IV sec. a.e.c.

La matematica è la parte della fisica dove gli esperimenti costano poco.
Vladimir Arnold, On Teaching Mathematics, 1997 

Le cose di questo mondo non possono diventare note senza la conoscenza della matematica. 
Roger Bacon, Opus Majus, 1267 

La letteratura e la matematica non sono altro che specchi in ciascuno dei quali la verità − o, per usare un'espressione meno impegnativa, la varietà dell'universo − si riflette solo in maniera parziale.
Claudio Bartocci, Racconti matematici, 2006 

"Ovviamente" è la parola più pericolosa in matematica. 
Eric Temple Bell (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La matematica è una specie di atto disperato dello spirito umano... in sé e per sé essa non ci occorre, certo, ma è una specie di isola dell'onestà.
Hermann Broch, L'incognita, 1933

La matematica, che ci insegna a fare astrazione dalla materia, dal moto e dal tempo, ci rende capaci di intendere e contemplare le specie intelligibili.
Giordano Bruno, Sigillus sigillorum, 1583

In matematica l'arte di porre domande è più preziosa di quella di risolvere problemi.
Georg Cantor, Tesi di laurea, 1867

L'essenza della matematica è la sua libertà.
Georg Cantor, XIX-XX sec. [1]

Odio la matematica: mi conta gli anni.
Pino Caruso, Ho dei pensieri che non condivido, 2009

La matematica è scritta per i matematici.
Niccolò Copernico (Mikołaj Kopernik), De revoutionibus orbium coelestium, 1543

Dubiteremo anche delle altre cose che un tempo ritenemmo come certissime; anche delle dimostrazioni matematiche, anche dei loro princìpi che fino a questo momento considerammo noti per se stessi: sia perché vedemmo che, a volte, qualcuno si è ingannato su tali princìpi ed ha accettato come certissime e per sé note, cose che a noi sembravano false; sia, soprattutto, perché abbiamo sentito dire che esiste Dio che può fare tutte le cose e dal quale siamo stati creati. Ignoriamo infatti se egli per caso non abbia voluto crearci tali da ingannarci sempre, anche in quelle cose che a noi appaiono le più note;
René Descartes (Cartesio), Principi di filosofia, 1644

La Matematica abitua l’ingegno a distinguere pure quali sono i ragionamenti veri e dimostrativi e quali quelli probabili e falsi. Infatti, in questa scienza, se qualcuno si appoggia solo su argomenti probabili sarà indotto in errore e portato a conclusioni assurde: si accorgerà così che le dimostrazioni non possono procedere dal probabile (in questo campo gli argomenti probabili equivalgono ai falsi), ma solo da quanto è certo.
René Descartes (Cartesio), Principi di filosofia, 1644

La Matematica abitua invero a conoscere la verità, poiché in nessun luogo troveremmo quei retti ragionamenti che troviamo in essa. Conseguentemente, chi avrà una volta abituato il proprio ingegno al ragionamento matematico, l’avrà pure reso atto a ricercare altre verità, giacché il ragionamento è uno ed identico ovunque.
René Descartes (Cartesio), Colloquio con Burman, 1648

Il modo in cui faccio matematica è molto simile alla magia. In tutt'e due le discipline hai un problema che devi cercare di risolvere rispettando dei vincoli. In matematica sono i limiti di un'argomentazione logica costruita con gli strumenti che hai a disposizione, e nel caso della magia significa usare i tuoi strumenti e la tua destrezza per produrre un certo effetto senza che il pubblico si renda conto di quello che stai facendo. Il processo intellettivo nei due campi è quasi lo stesso. Una cosa che distingue magia e matematica è la competizione. In matematica la competizione è molto più dura che nel mondo della magia.
Persi Diaconis, cit. in Marcus du Sautoy, L'enigma dei numeri primi, 2003

Finché le leggi della matematica si riferiscono alla realtà, non sono certe, e finché sono certe, non si riferiscono alla realtà.
Albert Einstein, Geometria ed esperienza, 1921

La matematica pura è, a suo modo, la poesia delle idee logiche.
Albert Einstein, Necrologio per Emmy Noether, 1935

Non preoccuparti delle tue difficoltà in matematica; posso assicurarti che le mie sono ancora più grandi.
Albert Einstein, Alla liceale Barbara Wilson, 1943

La fisica è essenzialmente una scienza intuitiva e concreta. La matematica è soltanto un mezzo per esprimere le leggi che governano i fenomeni.
Albert Einstein, in Alice Calaprice, Pensieri di un uomo curioso, 1996

Le leggi della matematica non sono mere invenzioni o creazioni umane. Esse semplicemente "sono"; esistono indipendentemente dall'intelletto umano. La cosa migliore che ognuno possa fare è scoprire che esistono e prenderne atto.
Maurits Cornelis Escher, cit. in Bruno Ernst, Lo specchio magico di M.C. Escher, 1994

Massaggia le meningi come un allenatore massaggia i muscoli di un atleta, la matematica. Le irrora di pensiero puro, le lava dai sentimenti che corrompono l'intelligenza, le porta in serre dove crescono fiori stupendi. I fiori di un'astrazione composta di concretezza, d'una fantasia composta di realtà.
Oriana Fallaci, Insciallah, 1990

No, non è vero che sia una scienza rigida, la matematica, una dottrina severa. È un'arte seducente, estrosa, una maga che può compiere mille incantesimi e mille prodigi. Può mettere ordine nel disordine, dare un senso alle cose prive di senso, rispondere ad ogni interrogativo. Può addirittuta fornire ciò che in sostanza cerchi: la formula della Vita.
Oriana Fallaci, Insciallah, 1990

Esiste un mondo segreto, un universo parallelo fatto di eleganza e bellezza, intrecciato in modi complessi con il nostro. È il mondo della matematica, invisibile alla maggior parte di noi.
Edward Frenkel, Amore e matematica, 2013

Se l’esperienza del «fare matematica» è spesso rappresentata nell’oscillazione tra l’ispirazione mistica dell’eureka e la freddezza del calcolo da computer, per me rappresenta, invece, la possibilità di restare innamorato.
Edward Frenkel, cit. su La Stampa, 2015

La filosofia è scritta in questo grandissimo libro che continuamente ci sta aperto innanzi a gli occhi (io dico l'universo), ma non si può intendere se prima non s'impara a intender la lingua, e conoscer i caratteri, ne' quali è scritto. Egli è scritto in lingua matematica, e i caratteri son triangoli, cerchi, ed altre figure geometriche, senza i quali mezzi è impossibile a intenderne umanamente parola; senza questi è un aggirarsi vanamente per un oscuro labirinto.
Galileo Galilei, Il Saggiatore, 1623

Se l'uomo non sapesse di matematica non si eleverebbe di un sol palmo da terra.
Galileo Galilei (attribuzione incerta - fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Non solo la matematica è reale, ma è l'unica realtà. Beh, l'universo è composto di materia, ovviamente. E la materia è composta di particelle: elettroni, neutroni e protoni. Dunque l'intero universo è composto di particelle. Ora, di che sono fatte le particelle? Di nulla. L'unica cosa che si può dire sulla realtà di un elettrone è citarne le sue proprietà matematiche. Quindi in un certo senso la materia si dissolve completamente, e rimane semplicemente una struttura matematica.
Martin Gardner, in Focus, The Newsletter of the Mathematical Association of America, 1994

La matematica è la regina delle scienze
Carl Friedrich Gauss, cit. in Wolfgang Sartorius von Waltershausen, Gauss zum Gedächtnis, 1856

La matematica è la regina delle scienze e la teoria dei numeri è la regina della matematica. Spesso accondiscende a rendere servizio all'astronomia e alle altre scienze naturali, ma in tutti i rapporti ha diritto al primo posto.
ibidem

La matematica è, come la dialettica, un organo del senso interno superiore. Nella sua esplicazione, essa è un'arte come l'eloquenza. Per entrambe niente ha valore se non la forma; il contenuto è per esse indifferente. Che la matematica conteggi centesimi o ghinee, che la retorica difenda il vero o il falso, è ad entrambe perfettamente indifferente.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

Si sente dire che solo la matematica è certa. Essa non lo è più di ogni altro sapere e fare. È certa quando accortamente si occupa solo di cose di cui si può avere certezza e in quanto se ne può avere certezza.
ibidem

La matematica inizia ad assomigliare troppo alla soluzione di giochetti. Anche la fisica è soluzione di giochetti, ma di quelli creati dalla natura, non dalla mente dell'uomo.
Maria Goeppert-Mayer, in Joan Dash, A Life of One's Own, 1973

L'essenza della matematica non è rendere le cose semplici complicate, ma rendere le cose complicate semplici.
Stanley Gudder, A Mathematical Journey, 1976

Archimede sarà ricordato quando Eschilo sarà dimenticato, perché le lingue muoiono ma le idee matematiche no. Immortalità è forse una parola ingenua ma, qualunque cosa significhi, un matematico ha le migliori probabilità di conseguirla.
Godfrey Harold Hardy, Apologia di un matematico, 1940 

La matematica pura è nel complesso decisamente più utile di quella applicata. Questo perché ciò che è utile più di tutto è la tecnica, e la tecnica matematica viene insegnata principalmente attraverso la matematica pura. 
ibidem

Le forme create dal matematico, come quelle create dal pittore o dal poeta, devono essere belle; le idee, come i colori o le parole, devono legarsi armoniosamente. La bellezza è il requisito fondamentale: al mondo non c’è un posto perenne per la matematica brutta.
Godfrey Harold Hardy, Apologia di un matematico, 1940

Chi non è all'altezza della matematica non è pienamente umano. Al massimo è un tollerabile subumano che ha imparato a mettersi le scarpe, a lavarsi, e a non fare disordine in casa.
Robert Anson Heinlein, Lazarus Long l'Immortale, 1973

In un certo senso, l'analisi matematica è una sinfonia dell'infinito
David Hilbert, Sull'infinito, 1925

La matematica è generalmente considerata agli antipodi della poesia. Eppure matematica e poesia sono parenti stretti, perché sono entrambe opere dell'immaginazione.
Thomas Hill, L'immaginazione in matematica, su North American Review, 1857

La matematica è la musica muta della ragione. Fa parlare l’universo come se essa avesse trovato la lingua del suo silenzio.
Roger Judrin, Parole abitate, 1985

La matematica, in generale, è fondamentalmente la scienza delle cose auto-evidenti.
Felix Klein, cit. in Eric Temple Bell, La regina delle scienze, 1938

L'ignoranza per la matematica è considerato un fatto positivo, a un certo livello della classe sociale. Eppure la matematica ha determinato la direzione e il contenuto di buona parte del pensiero filosofico, ha distrutto e ricostruito dottrine religiose, ha costituito il nerbo di teorie economiche e sociali, ha plasmato i principali stili pittorici, musicali, architettonici e letterari.
Morris Kline, La matematica nella cultura occidentale, 1953 (prefazione)

Non sono d'accordo con la matematica. Ritengo che una somma di zeri dia una cifra minacciosa.
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

Chi biasima la somma certezza delle matematiche si pasce di confusione, e mai porrà silenzio alle contraddizioni delle sofistiche scienze, colle quali s'impara uno eterno gridore.
Leonardo da Vinci, Codici, XV-XVI sec. (postumo)

Nessuna certezza delle scienze è dove non si può applicare una delle scienze matematiche, ovver che non sono unite con esse matematiche. 
Leonardo da Vinci, Codici, XV-XVI sec. (postumo)

La matematica non è meno stupefacente della cosmologia o della fisica (i matematici hanno concepito i buchi neri ben prima che gli astronomi ne scoprissero uno) e offre una maggiore libertà espressiva rispetto alla poesia, all'arte o alla musica (che dipendono fortemente dalle proprietà dell'universo fisico).
Paul Lockhart, Contro l'ora di matematica, 2009

La matematica è la più pura delle arti, e la più fraintesa.
ibidem

La matematica è un'arte, e l'arte dovrebbe essere insegnata da chi fa l'artista, o almeno da qualcuno che apprezzi la forma artistica e sia in grado di riconoscerla quando la incontra.
ibidem

Fare matematica significa impegnarsi in un atto di scoperta e ipotesi, di intuizione e ispirazione; significa essere in uno stato di confusione, non perché non ci trovate alcun senso, ma perché le avete dato un senso e non capite ancora a che cosa serva la vostra creazione; significa avere un'idea; provare la frustrazione di un artista; sentirsi sopraffatti e sgomenti di fronte a una bellezza quasi dolorosa; significa sentirsi vivi, maledizione!
Paul Lockhart, Contro l'ora di matematica, 2009

La matematica è qualcosa che si fa. E ciò che si fa è esplorare un luogo molto speciale e peculiare, un luogo che prende il nome di «realtà matematica». Si tratta naturalmente di un luogo della fantasia, un paesaggio di strutture eleganti e fantastiche abitato da meravigliose creature immaginarie che sono impegnate in ogni sorta di comportamenti affascinanti e curiosi.
Paul Lockhart, Contro l'ora di matematica, 2009

Non esiste nulla di più poetico e visionario, nulla di più radicale, sovversivo e psichedelico della matematica.
Paul Lockhart, Contro l'ora di matematica, 2009

Non abbiamo bisogno di farci in quattro per dare rilevanza alla matematica, poiché ne ha esattamente quanto qualsiasi altra arte, essendo un'esperienza umana significativa.
ibidem

Alla gente piace la fantasia, ed è questo che la matematica può dare: un diversivo dalla vita quotidiana, un palliativo al mondo reale di ogni giorno.
ibidem

La matematica è un'arte.
Paul Lockhart, Contro l'ora di matematica, 2009

La matematica è la musica della ragione.
ibidem

La matematica, come la pittura o la poesia, è un faticoso lavoro creativo, il che rende molto difficile insegnarla.
ibidem

È così sconfortante vedere ciò che si sta facendo della matematica a scuola. Questa ricca e affascinante avventura dell'immaginazione è stata ridotta a una sterile sequela di dati da memorizzare e di procedure da seguire.
Paul Lockhart, Contro l'ora di matematica, 2009

Non scandalizza affatto apprendere che la scuola rovina la matematica: la scuola rovina qualsiasi cosa!
ibidem

La matematica è l'arte della spiegazione. Se si nega agli studenti la possibilità di dedicarsi a questa attività – di proporre i propri quesiti, di elaborare le proprie congetture e le proprie scoperte, di sbagliare, di vedere i propri sforzi creativi frustrati, di avere un'ispirazione e di formulare con fatica le proprie spiegazioni e dimostrazioni – si nega loro la matematica stessa.
Paul Lockhart, Contro l'ora di matematica, 2009

Non c'è bisogno di rendere la matematica interessante: è già più interessante di quanto potremmo mai renderla! E la sua bellezza consiste proprio nella sua totale irrilevanza per la nostra vita. Ecco perché è così divertente!
ibidem

Non mi lamento per la presenza di formule nelle ore scolastiche di matematica, mi lamento per l'assenza della matematica nelle ore scolastiche di matematica.
Paul Lockhart, Contro l'ora di matematica, 2009

Essendo un linguaggio, la matematica può essere usata non soltanto per informare, ma anche, tra le altre cose, per sedurre.
Benoit Mandelbrot, Frattali, 1977

L'aritmetica non è un'opinione.
Filippo Mariotti, Discorsi, 1877/80 [attribuito anche a Bernardino Grimaldi, 1879].

Che cosa mi piace nella matematica? [...] Beh, quando sono davanti ai numeri, riesco a provare una sensazione di grande calma. Come se tutte le cose si sistemassero nell'ordine giusto.
Haruki Murakami, 1Q84, 2009/10

La vita vera è diversa dalla matematica. Nella vita le cose non scorrono scegliendo il percorso più breve.
ibidem

La matematica forniva [...] un efficace mezzo d'evasione. Grazie alla possibilità di rifugiarsi nel mondo delle formule, riusciva a sfuggire alla fastidiosa gabbia della realtà.
Haruki Murakami, 1Q84, 2009/10

Nel dominio della matematica, ciò che non si può provare non ha alcun significato, e una volta che qualcosa è provato, il mistero del mondo si può racchiudere nella mano come il morbido mollusco di un'ostrica.
ibidem

La matematica è come lo scorrere dell'acqua. Naturalmente le teorie sono numerose e abbastanza complicate, ma la logica fondamentale è molto semplice. Come l'acqua che scorre dall'alto verso il basso seguendo il percorso più breve, anche la matematica non ha che un unico flusso. Se lo si osserva a lungo, con attenzione, quel percorso emerge da solo. Basta che ti limiti a guardarlo, senza fare nulla. Se ti concentri e guardi con attenzione, tutto si chiarisce da sé.
Haruki Murakami, 1Q84, 2009/10

Se le persone non credono che la matematica sia semplice, è soltanto perché non si rendono conto di quanto sia complicata la vita.
John von Neumann, cit. in Song Y. Yan, An Introduction to Formal Languages and Machine Computation, 1998

Vogliamo introdurre in tutte le scienze, fin dove ciò sia possibile, la sottigliezza e il rigore della matematica, non nella convinzione che per questa via conosceremo le cose, Bensì per stabilire in tal modo la nostra relazione umana con le cose. La matematica è soltanto il mezzo della universale e ultima conoscenza degli uomini.
Friedrich Nietzsche, La gaia scienza, 1882

Chi non prende in mano un libro di matematica con devozione e non lo legge come la parola di Dio non lo capisce. 
Novalis, Frammenti, 1795-1800

La vera matematica sta di casa in Oriente. In Europa è degenerata a mera tecnica.
ibidem

Meraviglia della matematica. Essa è uno strumento scritto capace ancora di perfezionamento infinito, una delle principali prove della simpatia e identità della natura e dell'anima.
ibidem

La vita degli dèi è matematica. Tutti i profeti devono essere matematici. La matematica pura è religiosa. Alla matematica si arriva soltanto attraverso una teofania.
Novalis, Frammenti, 1795-1800

La religione è la matematica dei poveri di spirito. 
Piergiorgio Odifreddi, Il Vangelo secondo la scienza, 1999

La vera religione è la matematica, e il resto è superstizione. 
ibidem

Se la logica e la matematica prendessero il posto della religione e dell'astrologia nelle scuole e in televisione, il mondo diventerebbe gradualmente un luogo più sensato, e la vita più degna di essere vissuta. 
Piergiorgio Odifreddi, Il matematico impertinente, 2005

Risolvere problemi nei quali l'esistenza di una risposta è garantita è come fare un'escursione a piedi in montagna insieme a una guida, diretti verso una cima che si riesce a vedere. La verità in matematica si cela furtiva alla fine di una strada mai
percorsa, all'insaputa di tutti. Ma non è detto che si trovi sulla cima, potrebbe starsene tra le rocce di un ripido precipizio, oppure in fondo alla valle.
Yōko Ogawa, La formula del professore, 2009

Così come nessuno sa spiegare perché le stelle siano belle, è altrettanto difficile esprimere in che cosa consista la bellezza della matematica.
ibidem

L'ordine matematico è così bello, proprio perché non ha utilità nella vita reale. Scoprire la vera natura dei numeri primi, non rende più facile la vita né fa guadagnare soldi.
Yōko Ogawa, La formula del professore, 2009

Per quanto gli studiosi tentino di voltare le spalle al mondo reale, alla fine i casi in cui le scoperte della matematica trovano un'applicazione pratica sono molti. Lo studio delle ellissi è stato applicato a quello delle orbite dei pianeti, la geometria non euclidea ha contribuito a elaborare la teoria della forma dell'universo secondo Einstein. Perfino i numeri primi sono stati usati come base dei codici segreti e utilizzati in guerra. Ma questo è scandaloso! Il vero scopo della matematica non è questo, bensì la scoperta della verità».
Yōko Ogawa, La formula del professore, 2009

Un quesito matematico ha un certo ritmo, è come la musica. Se lo si legge ad alta voce e se ne segue il ritmo, lo si può vedere nel suo insieme e riuscire a individuare i punti sospetti che potrebbero nascondere dei trabocchetti
Yōko Ogawa, La formula del professore, 2009

Ti ho detto che due più due fa quattro. Ti ho ribadito che due rette si dicono parallele quando non hanno nessun punto in comune. Ti ho spiegato il teorema di Pitagora. Bene! Adesso che sai la matematica puoi metterti a novanta gradi...
Flavio Oreglio, Poesie catartiche, 2003

La matematica è una delle poche cose che non sono ancora un’opinione.
Flavio Oreglio, Non è stato facile cadere così in basso, 2007

La sottrazione? Oh, sì signora. La so spiegare! Sottrazione è la sensazione orribile di saperne meno oggi di quanto ne sapessi ieri.
Piperita Patty, in Charles M. Schulz, Peanuts, 1950-2000

La matematica è la scienza che trae conclusioni necessarie. 
Benjamin Pierce, Algebra lineare associativa, 1880 

Lo scopo principale dell'insegnamento della matematica è di sviluppare alcune facoltà della mente, e tra queste l'intuizione non è la meno preziosa. È attraverso di essa che il mondo matematico rimane in contatto con il mondo reale, e anche se la matematica pura potesse farne a meno, dovremmo sempre ricorrere a essa per colmare l'abisso che separa il simbolo dalla realtà.
Henri Poincaré, Scienza e metodo, 1908

La matematica è l'arte di dare lo stesso nome a cose differenti.
ibiden

Il lavoro matematico non è un lavoro semplicemente meccanico, e non può essere fatto da una macchina, per quanto perfetta. Non si tratta solo di applicare le regole e formare il maggior numero possibile di combinazioni in accordo a certe leggi determinate. Le combinazioni così ottenute sarebbero troppo numerose, inutili ed ingombranti. Il vero lavoro dell'inventore consiste nello scegliere tra queste combinazioni eliminando quelle inutili o piuttosto neppure dandosi la pena di formarle, e le regole che devono guidare questa scelta sono estremamente sottili e delicate.
Henri Poincaré, Scienza e metodo, 1908

La matematica è la scienza più conveniente. A differenza della fisica o della chimica, non richiede costose attrezzature. Tutto ciò di cui si ha bisogno per fare matematica è un foglio di carta e una matita.
George Polya, cit. su Mathematics Magazine, 1987

L'uomo è confinato nei limiti angusti del corpo, come in una prigione, ma la matematica lo libera, e lo rende più grande dell'intero universo.
Pierre de la Ramée, Dialecticae institutiones, 1543

Non sono brava in matematica. Non sono mai stata granché. Ho imparato ad accettare il fatto sin dalla più tenera età. Quando il mio insegnante di matematica mi passava il modulo per il test, mi limitavo a scriverci sopra: "Sposerò qualcuno in grado di risolverlo». 
Rita Rudner [1]

La matematica, giustamente considerata, non contiene soltanto la verità, ma la bellezza suprema, una bellezza fredda e austera, come quella della scultura, senza far appello ad alcuna parte della nostra debole natura, senza le attrattive sensuali della pittura o della musica, e tuttavia sublimemente pura, capace di quell'alta perfezione che soltanto la grandissima arte esprime.
Bertrand Russell, Lo studio della matematica, 1907

L'autentico piacere, l'esaltazione, il senso di essere qualcosa di più di un uomo, che sono le pietre di paragone delle più elevate acquisizioni, si ritrovano nella matematica con altrettanta certezza che nella poesia.
ibidem

La matematica ci porta ancora più lontano da ciò che è umano, nella regione della necessità assoluta, alla quale deve conformarsi non soltanto il mondo reale, ma ogni mondo possibile; e anche qui la matematica costruisce una dimora, o piuttosto trova una dimora eternamente esistente, dove i nostri ideali sono pienamente soddisfatti e dove le nostre migliori speranze non vengono frustrate.
Bertrand Russell, Lo studio della matematica, 1907

Nella matematica, più che in qualsiasi altra disciplina, l'amore per la verità trova incoraggiamento anche quando la fede vacilla.
ibidem

Non soltanto la matematica è indipendente da noi e dai nostri pensieri, ma in un altro senso noi e l'intero universo delle cose esistenti siamo indipendenti dalla matematica. Afferrare questo carattere puramente ideale è indispensabile, se vogliamo capire esattamente il posto della matematica tra le arti.
Bertrand Russell, Lo studio della matematica, 1907

Uno degli obiettivi principali della matematica, quando è insegnata bene, è di suscitare la fede dell'allievo nella ragione, la sua fiducia nella verità di ciò che è stato dimostrato e nella validità della
dimostrazione.
Bertrand Russell, Lo studio della matematica, 1907

La matematica è Open Source.
Vishal Salgotra [1]

L’uomo primitivo appena inventò la matematica esclamò: “Il più è fatto”.
Gigi Saronni e Bruno Furnari, in Gino e Michele con Paolo Borraccetti, Le cicale 2010, Kowalski, 2009

Piú di un filosofo è giunto alla strabiliante conclusione che neppure un dio potrebbe trasgredire le leggi fondamentali della logica e della matematica vigenti nel nostro mondo; per cui, anche all'onnipotente, a esempio, non sarebbe dato affermare che 2 + 2 fa 5. Ciò, com'è noto, è privilegio esclusivo della creatura umana.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Sei "edotto"? Allora sei 14; 8+6, la matematica non è un'opinione.
Totò (Antonio De Curtis), in Totò contro Maciste, 1962

La matematica pura è il più bel gioco del mondo. È più coinvolgente degli scacchi, più azzardosa del poker, e dura più del Monopoli. È gratis, e può essere giocata dovunque − Archimede l'ha fatto in una vasca da bagno.
Richard J. Trudeau, Dots and Lines, 1976

Cos'è esattamente la matematica? Molti hanno tentato, ma pochi sono riusciti a definirla; è sempre qualcos'altro.
Stanislaw Ulam, Avventure di un matematico, 1976

Nella matematica pratica c’è tanta immaginazione da restarne stupiti; e Archimede era dotato di tanta immaginazione almeno quanto Omero.
Voltaire, Dizionario filosofico, 1764

I testi di matematica sono simili a documenti legali e spesso altrettanto divertenti da leggere. 
David Foster Wallace, Tutto e di più: storia compatta dell'infinito, 2003

Poiché la matematica è coerente, Dio esiste, ma dal momento che non siamo in grado di dimostrarlo, esiste anche il diavolo.
André Weil, cit. su L'Express, 1998

Nell'universo cristallino della matematica vengono tese alla ragione le stesse trappole che nel mondo reale.
Simone Weil, Quaderni, 1940/42 (postumo 1951/56)

Regola sicura: quando un matematico o un filosofo scrive con nebbiosa profondità, enuncia delle assurdità.
Alfred North Whitehead, Introduzione alla matematica, 1911

La scienza della matematica pura, nei suoi sviluppi moderni, può aspirare a definirsi la creazione più originale dello spirito umano. 
Alfred North Whitehead, La scienza e il mondo moderno, 1925

Non arrivo a dire che costruire una storia del pensiero senza uno studio profondo delle idee matematiche nelle varie epoche è come omettere Amleto dall'opera omonima. Questo sarebbe troppo. Ma è certamente analogo a tagliare la parte di Ofelia. Questa similitudine è singolarmente esatta, perché Ofelia è essenziale all'opera, è molto attraente... e un po' matta.
Alfred North Whitehead [1]

La matematica è una scienza meravigliosa, ma non ha ancora trovato il modo di dividere un triciclo fra tre bambini.
Earl Wilson [1]

Nessuna confessione religiosa ha tanto peccato per abuso di espressioni metafisiche quanto la matematica.
Ludwig Wittgenstein, Pensieri diversi, 1934/37

La matematica è un metodo logico. Le proposizioni della matematica sono equazioni, dunque proposizioni apparenti.
ibidem

Nella vita, invero, non è mai la proposizione matematica stessa a servirci: la proposizione matematica l'usiamo solo per concludere da proposizioni, che non appartengono alla matematica, ad altre, che parimenti non appartengono ad essa.
Ludwig Wittgenstein, Pensieri diversi, 1934/37

La matematica è la religione della gente che ha cervello, per questo ha così pochi adepti. 
Carlos Ruiz Zafón, Il Palazzo della Mezzanotte, 1994

Come la cresta di un gallo, la matematica è al capo di tutte le conoscenze.
Detto indiano

La matematica non è un’opinione.
Proverbio

La vera religione è la matematica, e il resto è superstizione. (Piergiorgio Odifreddi)
2. Formule e Calcoli matematici
© Aforismario

Le dimostrazioni fisiche seguono gli standard della giustizia inglese, dove si presume l'accusato innocente fino a che non lo si dimostra colpevole. Le dimostrazioni matematiche seguono gli standard della giustizia stalinista, dove si presume l'accusato colpevole fino a che non lo si dimostra innocente.
Anonimo

La donna ha la passione del calcolo: divide la propria età per due, raddoppia il prezzo dei suoi vestiti, triplica lo stipendio di suo marito e aggiunge sempre cinque anni all'età della sua migliore amica.
Marcel Achard [1]

Se mi viene data una formula, e io non ne conosco il significato, non può insegnarmi nulla. Ma se so già cosa significa, che cosa può insegnarmi quella formula?
Agostino d'Ippona, De Magistro, V sec.

1. In qualsiasi calcolo, ogni errore che potrà intrufolarsi lo farà. 2. Ogni errore di calcolo sarà nella direzione del massimo danno. 3. In qualsiasi formula, le costanti (specialmente quelle indicate nei manuali) devono essere trattate come fossero variabili.
Arthur Bloch, Leggi universali della Società Internazionale Tecnici per Tecnici Ingenui, La legge di Murphy, 1977

In una qualsiasi serie di calcoli, gli errori avranno la tendenza a prodursi dalla parte opposta a quella da cui si comincia a controllare se ci sono errori.
Arthur Bloch, Legge di Grelb sugli errori, La legge di Murphy II, 1980

Quella quantità che, moltiplicata per, divisa per, sommata a, o sottratta alla risposta cui si è arrivati, dà la risposta cui si sarebbe dovuti arrivare.
Arthur Bloch, Costante di Skinner, La legge di Murphy, 1977

Fede e dimostrazione matematica sono due cose inconciliabili.
Fëdor Dostoevskij, Diario di uno scrittore, 1876

Noi possiamo rimanere estasiati quando un brano musicale si muove verso una direzione armonica inaspettata che più avanti sembra perfettamente appropriata, o quando una trama orchestrale sembra essere qualcosa in più che la somma delle varie voci in un modo che non riusciamo perfettamente a comprendere. Le dimostrazioni matematiche possono fornire un piacere simile con rivelazioni improvvise, idee inaspettate eppure naturali, e affascinanti sensazioni che ci sia qualcosa in più da scoprire.
Timothy Gowers, Matematica, 2002

Non sappiamo sottrarci a questa sensazione: che le formule matematiche abbiano un'esistenza indipendente e un'intelligenza propria, che esse abbiano maggior saggezza di noi, maggior saggezza di coloro che le hanno scoperte; infine, che esista in esse molto più di quanto vi sia stato messo in origine.
Heinrich Rudolf Hertz, cit. in Eric Temple Bell, Men of Mathematics, 1937

La vita è come dipingere un quadro, non come tirare una somma.
Oliver Wendell Holmes jr., Discorsi, 1913

Con le calcolatrici dell'amore è difficile arrivare a un risultato. O temono che uno più uno faccia zero o sperano che uno più uno faccia tre.
Karl Kraus, Di notte, 1918

«L'area di un triangolo è uguale alla base per l'altezza diviso due.» Agli studenti è richiesto di imparare a memoria questa formula per poi «applicarla» di continuo negli «esercizi». Addio all'eccitazione, alla gioia, persino al dolore e alla frustrazione dell'atto creativo! Non rimane nemmeno più un problema da risolvere. La domanda è stata formulata e nello stesso tempo è stata fornita la risposta: allo studente non rimane niente da fare.
Paul Lockhart, Contro l'ora di matematica, 2009

Supponete che vi siano date la somma e la differenza di due numeri. Come è possibile stabilire quali sono i due numeri? Ecco un problema semplice ed elegante, e non è necessario alcuno sforzo per renderlo attraente. Gli antichi babilonesi si divertivano a riflettere su questo genere di problemi, e lo stesso potrebbe valere per i nostri studenti. (E spero che anche voi vi divertiate a pensarci!)
Paul Lockhart, Contro l'ora di matematica, 2009

Illusione che qualcosa sia conosciuto, quando abbiamo una formula matematica per l'accadere: è solo designato, descritto: niente di più!
Friedrich Nietzsche, Frammenti postumi, 1869/89

Ci possono essere matematici di prima grandezza che non sanno calcolare. Si può essere grandi calcolatori senza avere una idea di matematica.
Novalis, Frammenti, 1795-1800

Una dimostrazione [matematica] davvero corretta possiede una solidità perfetta e incrollabile, ma è anche flessibile. Inoltre è dotata di un'armonia priva di contraddizioni. Di dimostrazioni senza errori ma chiassose, confuse e capaci di irritare chi le legge ce ne sono molte.
Yōko Ogawa, La formula del professore, 2009

Impariamo a trovare incognite nelle equazioni, tracciare rette parallele e dimostrare teoremi, ma nella vita vera non c'è niente da porre, calcolare o risolvere.
Delphine de Vigan, Gli effetti secondari dei sogni, 2007

Quando tutti i calcoli astrusi si dimostrano falsi, quando persino i filosofi non hanno più nulla da dirci, è scusabile volgersi verso il cicaleccio fortuito degli uccelli, o verso il contrappeso remoto degli astri. 
Marguerite Yourcenar, Memorie di Adriano, 1951

Per chi ama la Scienza, una scoperta scientifica, un’equazione
parlano come un capolavoro d’Arte. (Antonino Zichichi)
3. Equazioni
© Aforismario

1. In qualsiasi problema contenente «n» equazioni, ci saranno «n+1» incognite. 2. L'oggetto o l'informazione che più sono necessari, saranno i meno accessibili. 3. Una volta che si saranno esaurite senza successo tutte le possibilità, ci sarà una soluzione, semplice e ovvia, che salterà immediatamente all'occhio di chiunque altro. 4. I guai arrivano sempre a ondate.
Arthur Bloch, Le equazioni di Snafu, La legge di Murphy, 1977

Il mondo è un sistema di equazioni che burrasche di poesia agitano.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

E = mc2
Albert Einstein, (Equazione della Relatività ristretta: l'energia è uguale alla massa moltiplicata per la velocità della luce al quadrato, 1905).

Quand'anche ci fosse una sola teoria unificata possibile, essa sarebbe solo un insieme di regole e di equazioni. Che cos'è che infonde vita nelle equazioni e che costruisce un universo che possa essere descritto da esse? L'approccio consueto della scienza, consistente nel costruire un modello matematico, non può rispondere alle domande del perché dovrebbe esserci un universo reale descrivibile da quel modello.
Stephen Hawking, Dal big bang ai buchi neri, 1988

Ho sempre creduto nei numeri. Nelle equazioni e nella logica che conduce al ragionamento. Ma dopo una vita spesa nell'ambito di questi studi, io mi chiedo: cos'è veramente la logica? Chi decide la ragione? La mia ricerca mi ha spinto attraverso la fisica, la metafisica, l'illusione e mi ha riportato indietro. E ho fatto la più importante scoperta della mia carriera. La più importante scoperta della mia vita. È soltanto nelle misteriose equazioni dell'amore che si può trovare ogni ragione logica.
John Nash (Russell Crowe), in A Beautiful Mind, 2001

Tutta la matematica è, a rigore, un'equazione in grande per le altre scienze. Ciò che sono per essa i logaritmi, essa è per le altre scienze. Il concetto di matematica è il concetto di scienza in genere. Tutte le scienze dunque dovrebbero diventare matematica. 
Novalis, Frammenti, 1795-1800

La matematica, ahinoi, si presta ai colpi bassi. C'è un «terrorismo matematico», che consiste nello spaventare l'avversario sparandogli contro raffiche di equazioni, derivate, integrali, logaritmi, matrici, teoremi e corollari.
Sergio Ricossa, Straborghese, 1980

Non preoccuparti del futuro. Oppure preoccupati, ma sapendo che questo ti aiuta quanto masticare un chewing-gum per risolvere un’equazione algebrica.
Mary Schmich, Usa la crema solare, 1997

La scienza è un'equazione differenziale. La religione è una condizione al contorno.
Alan Turing (attribuita)

Potresti essere la mia perdita di equilibrio. L'equazione del mio caos.
Fabio Volo, Il giorno in più, 2007

Per chi ama e sente la Scienza, una scoperta scientifica, un’equazione parlano come un capolavoro d’Arte.
Antonino Zichichi, Perché io credo in Colui che ha fatto il mondo, 1999

4. Teoremi
© Aforismario

Il teorema di Gödel stabilisce l'impossibilità di garantire la non contradditorietà della matematica restando all'interno della matematica stessa. Sembra un paradosso, ma la forza della matematica che doveva consistere nella sua capacità di dimostrare ogni affermazione logicamente, giunge ora a dimostrare semplicemente la propria incapacità a dimostrare.
Vittorino Andreoli, Matematica, la crisi di una grande signora, su Avvenire, 2006

I matematici possono dimostrare solo teoremi banali perché ogni teorema che viene dimostrato è necessariamente banale.
Richard Feynman, Sta scherzando, Mr. Feynman?, 1985

Non ci sono teoremi profondi, solo teoremi che non abbiamo compreso molto bene.
Nicholas P. Goodman, su The Mathematical Intelligencer, 1983.

La “serietà” di un teorema matematico non dipende dalle sue applicazioni pratiche, che di solito sono irrilevanti, ma dalla significatività delle idee matematiche che esso mette in relazione.
Godfrey Harold Hardy, Apologia di un matematico, 1940

Non c'è nulla che stimoli il processo creativo di un matematico quanto il pensiero dell'immortalità che conferisce il fatto di avere il proprio nome associato a un teorema.
Marcus du Sautoy, L'enigma dei numeri primi, 2003

Sarà sempre possibile trovare un teorema che nessuno sarà in grado di dimostrare: vero oppure falso.
Antonino Zichichi, L'infinito, 1988

L’uomo sa di non poter dimostrare tutti i teoremi possibili nella logica dell’Immanente. Ecco perché non ha senso dire: «Crederei in Dio se esistesse il Teorema di Dio e se qualcuno riuscisse a dimostrarlo».
Antonino Zichichi, Perché io credo in Colui che ha fatto il mondo, 1999

La Logica Matematica non ha mai scoperto un teorema che negasse l’esistenza di Dio. E non c’è una sola scoperta scientifica che possa portare alla negazione di Dio.
ibidem

Scoprire una nuova struttura in Logica Matematica, riuscire a dimostrare un teorema che nessuno per secoli era riuscito a dimostrare (esempio, Teorema di Fermat: trecentocinquant’anni per arrivare a dimostrarlo) esalta l’intelletto che lavora nell'Immanente ma non ha alcun riscontro diretto con l’opera del Creatore.
Antonino Zichichi, Perché io credo in Colui che ha fatto il mondo, 1999

Se il massimo rigore logico non basta per arrivare a dimostrare un teorema, come si può pretendere che il rigore logico - nell’Immanente - possa mai portare alla dimostrazione del Teorema Supremo, e cioè l’esistenza di Dio?
ibidem

Una costruzione rigorosa si definisce coerentemente logica se essa non porta a due conclusioni contraddittorie: come dire, a un teorema e alla negazione dello stesso teorema.
Antonino Zichichi, Perché io credo in Colui che ha fatto il mondo, 1999

Un matematico è una macchina che converte caffè in teoremi. (Alfréd Rényi)
5. Matematici
© Aforismario

Ogni generazione ha un gruppetto di grandi matematici, e la matematica non si accorgerebbe nemmeno dell'assenza degli altri. Essi sono utili come insegnanti, e le loro ricerche non fanno male a nessuno, ma non hanno alcuna importanza. Un matematico è un grande o non è nessuno.
Alfred Adler, Matematica e creatività, su The New Yorker Magazine, 1972

La vita matematica di un matematico è breve. È raro che si producano risultati migliori dopo i 25-30 anni. Se si è prodotto poco fino a quel momento, si continuerà a produrre poco.
ibidem

Tra amici, gli scrittori possono discutere i propri libri, gli economisti lo stato dell'economia, gli avvocati le loro ultime cause, e gli uomini di affari le loro ultime acquisizioni, ma i matematici non possono affatto discutere sulla propria matematica. E più profondo è il loro lavoro, meno esso è comprensibile.
Alfred Adler, Matematica e creatività, su The New Yorker Magazine, 1972

Il buon cristiano dovrebbe stare attento ai matematici e a tutti i falsi profeti. C'è il pericolo che i matematici abbiano stretto un patto col diavolo per annebbiare lo spirito, e mandare l'uomo all'inferno.
Agostino d'Ippona, La Genesi alla lettera, V sec.

Quanto è felice la vita del matematico! Egli viene giudicato solamente dai suoi pari, e lo standard è talmente elevato che nessun collega o rivale può ottenere una reputazione che non merita.
Wystan Hugh Auden, The dyer's hand, 1962

I buoni matematici riescono a vedere le analogie tra teoremi o teorie, i grandi matematici riescono a vedere le analogie tra le analogie.
Stefan Banach, cit. su The Mathematics Teacher, 1971

Tutti i matematici vivono in due mondi differenti. Vivono in un mondo cristallino di forme platoniche perfette. Un palazzo di ghiaccio. Ma vivono anche nel mondo comune in cui le cose sono transitorie, ambigue, soggette a vicissitudini. I matematici vanno avanti e indietro da un mondo all'altro; sono adulti nel mondo cristallino, neonati in quello reale.
Sylvain Cappell, XXI sec. [1]

Non diventeremo mai matematici, ancorché ritenessimo a memoria tutte le dimostrazioni degli altri, se non siamo forniti anche d’intelligenza per risolvere a nostra volta qualsiasi problema.
René Descartes (Cartesio), Regole per la guida dell'intelligenza, ca. 1628

Fra tutti coloro che hanno finora ricercato la verità nelle scienze, soltanto i matematici hanno potuto trovare qualche dimostrazione, ossia qualche ragione certa ed evidente.
René Descartes (Cartesio), Discorso sul metodo, 1637

Se esiste un Dio, è un gran matematico.
Paul Dirac, XX sec. [1]

Penso che per fare il matematico non sia necessario essere strambi o degli “sfigati”. Penso invece che sia un bellissimo lavoro che richiede tanta passione e tanta dedizione, ma che è in grado di ripagarci con sensazioni uniche e profonde. È nostro dovere opporci all'iconografia più frusta e scorretta che riguarda noi matematici.
Edward Frenkel, cit. su La Stampa, 2015

Un matematico è un individuo che si definisce un "fisico" che fa "fisica" ed esperimenti fisici con concetti astratti.
Bill Gaede, Perché Dio non esiste, 2008

Il matematico è perfetto solo in quanto sia un uomo perfetto, in quanto senta in sé la bellezza del vero. Solo allora opererà in modo profondo, trasparente, prudente, puro, chiaro, leggiadro, anzi elegante.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

I matematici sono come i francesi: se si parla con loro, traducono nella loro lingua, e diventa subito qualcosa di diverso.
ibidem

Un avvocato energico in una causa giusta, un matematico profondo davanti al cielo stellato appaiono entrambi simili a Dio.
ibidem

Può capitare che un cuoco vada anche lui a caccia e spari bene; ma farebbe un grosso sbaglio se sostenesse che, per sparare bene, sia necessario essere cuochi. Così mi sembra che facciano i matematici, i quali sostengono che non si possa, nelle cose della fisica, veder nulla o trovar nulla senza essere matematici, dal momento che potrebbero sempre essere contenti di vedersi portare in cucina roba che possono lardellare di formule e cucinare a loro piacimento.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

La “vera” matematica dei “veri” matematici, quella di Fermat, di Eulero, di Gauss, di Abel e di Riemann, è quasi totalmente “inutile” (e questo vale sia per la matematica “applicata” sia per la matematica “pura”). Non è possibile giustificare la vita di nessun vero matematico professionista sulla base dell’“utilità” del suo lavoro.
Godfrey Harold Hardy, Apologia di un matematico, 1940

Nessun matematico può permettersi di dimenticare che la matematica, più di qualsiasi altra arte o di qualsiasi altra scienza, è un'attività per giovani. 
Godfrey Harold Hardy, Apologia di un matematico, 1940 

Le forme create dal matematico, come quelle create dal pittore o dal poeta, devono essere belle; le idee, come i colori o le parole, devono legarsi armoniosamente. La bellezza è il requisito fondamentale: al mondo non c'è un posto perenne per la matematica brutta. 
Godfrey Harold Hardy, Apologia di un matematico, 1940 

Dall'evidenza intrinseca della sua creazione, il Grande Architetto dell'universo ora comincia ad apparire come un matematico puro.
James Hopwood Jeans, L'universo misterioso, 1930

Chiedete a un filosofo "Che cos'è la filosofia?" o a uno storico "Che cos'è la storia?", e non avranno alcuna difficoltà a dare una risposta. Nessuno dei due, infatti, può dedicarsi alla propria disciplina senza sapere di cosa si occupa. Ma chiedete a un matematico "Che cos'è la matematica?", ed egli potrà affermare legittimamente di non conoscere la risposta, ma che ciò non gli impedisce di fare matematica.
François Lasserre, cit. in John Barrow, Pi in the Sky, 1992

I cosiddetti matematici di professione, forti dell'immaturità degli altri individui, hanno ottenuto una fama di profondità molto simile alla fama di santità di cui godono i teologi
Georg Lichtenberg, Scritti postumi, 1800/06

La differenza tra la matematica e le altre arti, come la musica e la pittura, è che la nostra cultura non la riconosce come tale. Tutti comprendono che i poeti, i pittori e i musicisti creano delle opere d'arte e che si esprimono per mezzo di parole, immagini e suoni. In effetti la nostra società è piuttosto generosa nei riguardi delle manifestazioni di creatività: architetti, chef e persino registi televisivi sono considerati artisti. Perché, allora, non i matematici?
Paul Lockhart, Contro l'ora di matematica, 2009

Essere un matematico non significa tanto essere intelligenti (anche se, va detto, aiuta); significa piuttosto possedere sensibilità estetica e un gusto raffinato.
ibidem

Se mai esiste un principio estetico unificante in matematica, è questo: semplice è bello. Ai matematici piace pensare alle cose più semplici possibili, e le cose più semplici possibili sono immaginarie.
Paul Lockhart, Contro l'ora di matematica, 2009

I matematici sono gli unici felici. Il matematico sa tutto. Potrebbe saper tutto, se non lo sapesse.
Novalis, Frammenti, 1795-1800

Oggi, non sono soltanto i nostri re a non conoscere la matematica, ma i nostri filosofi non conoscono la matematica e − per dirla tutta − i nostri matematici non conoscono la matematica.
Julius Robert Oppenheimer, L'albero della conoscenza, su Harper's Magazine, 1958

Uno scienziato degno di tal nome, e specialmente un matematico, sperimenta nel suo lavoro la stessa sensazione di un artista; il suo piacere è della stessa intensità e natura.
Henri Poincaré, su Journal de l'École Polytechnique, 1890

Se mi sento triste, faccio matematica per essere felice. Se sono felice, faccio matematica per restare felice.
Alfréd Rényi, XX sec. [1]

Un matematico è una macchina che converte caffè in teoremi. 
Alfréd Rényi, XX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario - attribuito a Paul Erdős)

Come verrebbe considerato un matematico che nel suo campo pretendesse o pensasse di operare interventi essenziali o addirittura di scoprire cose nuove, se ad esempio si permettesse di prescindere dall'aritmetica o dalla geometria analitica considerandole discipline ormai superflue? E cosa fa di diverso la schiatta di letterati che pretende di poter rinunciare alla psicologia, anzi la definisce qualcosa di superato e di ridicolo?
Arthur Schnitzler, Il libro dei motti e delle riflessioni, 1927

Il singolare caso di Grigorij Perelman, il geniale matematico russo che, dopo aver risolto la congettura di Poincaré – tra i piú complessi problemi matematici del XX secolo – si ritira in solitudine rifiutando riconoscimenti e premi milionari, rende, per contrasto, ancora piú evidente quale sia il talento che di solito fa difetto anche alle migliori personalità: quello di saper resistere alle lusinghe del “sistema” e di non conformarsi, per quanto possibile, alle sue esigenze.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Gli strumenti del mestiere del matematico sono carta e penna: come conseguenza, nessun matematico se li porta con sé, e deve sempre farsi prestare una penna e scrivere su un tovagliolo.
Ian Stewart, Another Fine Math You've Got Me Into, 1992

Quelli che pensano che i computer possano soppiantare i matematici, non capiscono nulla né di computer né di matematica. È come pensare che i biologi non siano necessari perché abbiamo i microscopi.
Ian Stewart, Lettere a un giovane matematico, 2006

Molta della nostra conoscenza è dovuta a relativamente pochi grandi matematici come Newton, Eulero, Gauss, o Riemann; poche carriere possono essere state più soddisfacenti delle loro. Essi hanno contribuito all'intelletto umano qualcosa che durerà ancora più della grande letteratura, perché è indipendente dalla lingua.
Edward Titchmarsh, XX sec. [1]

La stupida aspirazione all'eleganza è una delle cause principali per cui i matematici non comprendono le loro proprie operazioni; ossia: l'incomprensione e quell'aspirazione sgorgano da una sorgente comune. 
Ludwig Wittgenstein, Grammatica filosofica, 1932/34 (postumo)

Il matematico non scopre: inventa. 
Ludwig Wittgenstein, Osservazioni sopra i fondamenti della matematica, 1937/44 (postumo)

Note
  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. La citazione attribuita a Cartesio è la traduzione infedele di una sua affermazione, che non fa riferimento alla matematica, ma a una "meravigliosa scienza" che egli intendeva costruire attraverso la formulazione di un nuovo metodo fondato sulla ragione e simile per rigore ai procedimenti matematici: "Tale disciplina, infatti, deve contenere i primi rudimenti della ragione umana, e deve stendersi alle verità che si possono trar fuori qualsiasi soggetto; e, a dirla chiaramente, io sono persuaso che essa sia più importante di ogni altra cognizione umanamente dataci, come quella che è fonte di tutte le altre". (Regulae ca. 1628).
  3. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Statistica

Nessun commento: