2015-11-13

Neve - Frasi e proverbi sui Fiocchi di neve

Raccolta di aforismi, frasi celebri e proverbi sulla neve, il nevicare e i fiocchi di neve. Secondo la nivologia (branca della meteorologia che studia le caratteristiche fisico-chimiche della neve in relazione all'ambiente), la neve è una precipitazione atmosferica che si genera quando il vapore acqueo presente nell'atmosfera si condensa a una temperatura inferiore ai 0 °C. La neve e costituita da minuscoli cristalli di ghiaccio, con caratteristiche forme geometriche (prevalentemente esagonali), che tendono a riunirsi per formare i cosiddetti fiocchi di neve.
La neve possiede questo segreto di ridare al cuore un alito di gioia infantile
che gli anni gli hanno impietosamente strappato. (Antonine Maillet)
1. Neve
© Aforismario

L'Italia paralizzata da una nevicata eccezionale. Ma ne sarebbe bastata una normale. 
Stefano Andreoli e Alessandro Bonino (a cura di), Spinoza. Qualcosa di completamente diverso, 2012

Gli eschimesi avevano 52 nomi per indicare la neve, perché per loro era importante. Ce ne dovrebbero essere altrettanti per l'amore.
Margaret Atwood, cit. su Summit, 1983

Come la neve sei / che tocchi e sciolta già e non sai più com'è / solo un'immagine che va e sei nella mia mente. 
Audio 2, Neve, 1993

Si dice che quando cade la neve l’umanità ha l’anima bianca, le città sono silenziose e le strade semideserte. Sarebbe bene che nevicasse tutto l’anno.
Romano Battaglia, L’uomo che vendeva il cielo, 2011

La neve non è più un dono del cielo. Essa cade esattamente nei posti contrassegnati dalle stazioni invernali.
Jean Baudrillard, Cool memories I 1980-1985, 1987

Stasera la tavola è imbandita con ogni ben di Dio. Frutta, cacciagione, vino. Ma non mi piace mangiare così. Da solo. Vorrei la presenza di qualcuno… renderebbe tutto più buono. L’ideale sarebbe un’orfanella che guardi da dietro i vetri, mentre cade la neve…
Romano Bertola, Le caramelle del diavolo, 1991

Che cos'è la neve? Un po' di freddo e tanta infanzia.
Christian Bobin, La pura presenza, 1999

C'è solo qualcosa di bello nel camminare sulla neve che nessun altro ha calpestato. Ti fa credere che sei speciale, anche se sai che non lo sei.
Carol Rifka Brunt, Dite ai lupi che sono casa, 2012

Nascere nei paesi di neve è un sigillo che non si cancella, l'esistenza intera se ne colora. Per gli altri, per noi, rimane la neve dei libri, del cinema, o quella, conosciuta per caso, in un'alba forestiera, con occhi bambini.
Gesualdo Bufalino, Il malpensante, 1987
  
Potrei leggere il desiderio d'eternità perfino negli occhi di un pupazzo di neve.
Valeriu Butulescu, Aforismi, 2002

Senti la neve contro i vetri della finestra? Che suono dolce! Come se uno stesse baciando la finestra dal di fuori. Forse la neve vuol bene agli alberi e ai campi e li bacia così soavemente! E poi li copre ben bene, sai, con una coperta bianca, e forse dice: “Andate a letto, cari, andate a letto, cari!” E l'estate quando si svegliano si vestono tutti di verde e si mettono a ballare... quando soffia il vento... Oh che bellezza!
Lewis Carroll, Attraverso lo specchio, 1871

Amo la neve per lo stesso motivo per cui amo il Natale: unisce le persone, mentre il tempo si ferma. Le coppie a braccetto serpeggiano pigramente lungo le strade e i bambini trascinano slitte e si lanciano palle di neve. Nessuno sembra avere fretta di sperimentare qualcosa di diverso dalla gloria del giorno.
Rachel Cohn e David Levithan, Dash & Lily's Book of Dares, 2010

Su questa landa innevata / Morte ci fa / Buddha di neve.
Chôsui, cit. in Maxence Fermine, Neve, 1999

Sii come la neve − fredda, ma meravigliosa.
Lana Del Rey [1]

La neve è una poesia. Una poesia che cade dalle nuvole in fiocchi bianchi e leggeri. Questa poesia arriva dalle labbra del cielo, dalla mano di Dio. Ha un nome. Un nome di un candore smagliante. Neve.
Maxence Fermine, Neve, 1999

La neve è una poesia. Una poesia di un candore smagliante.
ibidem

[La neve] è bianca; pertanto è invisibile e non merita di essere. Congela la natura e la protegge; la superba, chi si crede d’essere per pretendere di rendere statua il mondo? Si trasforma continuamente; pertanto è infida. È sdrucciolevole; chi mai può provare piacere a cadere sulla neve? Si muta in acqua; lo fa per meglio inondarci durante il disgelo.
Maxence Fermine, Neve, 1999 [visione negativa del padre di Yuko della neve].

[La neve] è bianca. Dunque è una poesia. Una poesia di una grande purezza. Congela la natura e la protegge. Dunque è una vernice. La più delicata vernice dell’inverno. Si trasforma continuamente. Dunque è una calligrafia. Ci sono diecimila modi per scrivere la parola neve. È sdrucciolevole. Dunque è una danza. Sulla neve ogni uomo può credersi funambolo. Si muta in acqua. Dunque è una musica. In primavera trasforma fiumi e torrenti in sinfonie di note bianche.
Maxence Fermine, Neve, 1999  [visione positiva di Yuko della neve].

La neve possiede cinque caratteristiche principali. / È bianca. / Congela la natura e la protegge. / Si trasforma continuamente. / È sdrucciolevole. / Si muta in acqua.
ibidem

[La neve] è contemporaneamente poesia, calligrafia, pittura, danza e musica.
ibidem

Neve limpida / Passerella di silenzio / E di bellezza.
Maxence Fermine, Neve, 1999 [haiku di Yuko]

Musica di neve / Grillo d’inverno / Sotto i miei passi.
ibidem

Donna accovacciata / Che urina e fa sciogliere / La neve.
ibidem

E si amarono l’un l’altro / Sospesi su un filo / Di neve.
Maxence Fermine, Neve, 1999 [haiku di Yuko]

L'amore e la neve, le due cose che ti fanno vedere il mondo con nuova freschezza.
Charles Finch, The last enchantments, 2014

So che la morte invernale sempre fallì / gli attentati alla terra: la neve accumularsi / può in lunghe bufere – e la si può misurare / contro la quercia, la betulla, l’acero – / ma non può far cessare l’argentino / gracidio dei ranocchi; quella neve vedrò / precipitare dal colle nell'acqua / di un esile rivo d’aprile guizzante, / tra vecchie felci avvizzite e morti steli, / come la coda di un serpente in fuga...
Robert Frost, L’assalto, XX sec.

Come i semi sognano sotto la neve, il vostro cuore sogna la primavera.
Khalil Gibran, Il Profeta, 1923

La neve è una purezza mentita.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

Le nevicate sono un tentativo di Dio di dare a questo mondo sporco un aspetto più pulito.
Mehmet Murat Ildan [1]

Quando non provi più alcuna emozione per la prima neve della stagione, sai che stai invecchiando.
Lady Bird Johnson, XX sec. [1]

Quando la neve cade, la natura ascolta.
Antoinette van Kleeff [1]

La neve e il suo magnifico silenzio. Non ce n’è un altro che valga il nome di silenzio, oltre quello della neve sul tetto e sulla terra.
Erri De Luca, Il peso della farfalla, 2009

Quando nevica abbondantemente, è come silenzio che cade.
Felix Leclerc, XX sec. [1]

Grazie per la neve che sta scendendo. Mi è sempre piaciuta, ma adesso mi sembra proprio puntuale. Tempestiva. Porta pulizia. Porta bianco. Costringe all'attenzione. Ai tempi lunghi. Lima rumori e colori. Lima le bave dei sensi. Ce n'è bisogno. Ancora per un po'.
Luciano Ligabue, La neve se ne frega, 2004

Lo scricchiolio a ogni passo è l'unico verso che scappa alla neve.
ibidem

Una bugia è come una palla di neve: quanto più rotola tanto più s'ingrossa.
Martin Lutero, Scritti tedeschi, 1826/1923 (postumo)

La neve possiede questo segreto di ridare al cuore un alito di gioia infantile che gli anni gli hanno impietosamente strappato.
Antonine Maillet, Pointe-aux-Coques, 1958

Le nevi e le rose di ieri sono svanite; / e che cos'è l'amore se non una rosa che impallidisce?
Edgar Lee Masters, Antologia di Spoon River, 1915/16

Solo una nevicata universale potrebbe ridare candore all'umanità.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Che una cosa incantevole, felpata, dolce, ondeggiante, leggera quanto la neve si possa trasformare così presto nel suo contrario – un ammasso grigio, vischioso, denso, pesante, ruvido – è una porcata da cui non riesco a riprendermi.
Amélie Nothomb, Sabotaggio d'amore, 1993 

La prima nevicata non è un semplice evento, è un evento magico. Si va a letto in un tipo di mondo e ci si sveglia in un altro completamente diverso, e se questo non è un incanto, allora ditemi voi cosa lo è. 
John Boynton Priestley, Apes and Angels, 1928

La vecchiaia arriva all'improvviso, come neve. Una mattina, al risveglio, ci si accorge che tutto è bianco.
Jules Renard, Diario, 1887/1910 (postumo, 1925-27)

La neve sull'acqua: il silenzio sul silenzio.
ibidem

Come sarebbe monotona la neve se Dio non avesse creato i corvi!
Jules Renard, Diario, 1887/1910 (postumo, 1925-27)

La neve ti mette tanta malinconia. Io ricordo quando sono nella mia stanza o a casa mia e vedo nevicare, la prima neve d'autunno, è una valanga di ricordi che ti preme il cuore.
Mario Rigoni Stern, cit. in Carlo Mazzacurati, Ritratti, 1999

È profondo il silenzio della neve; quando cade, anche la notte diventa più silenziosa e dolcissimo il sonno.
Mario Rigoni Stern, Stagioni, 2006

È pure piccola la Terra, ma è pure immenso un cristallo di neve.
ibidem

Non desidero una rosa a Natale più di quanto possa desiderar la neve a maggio: d’ogni cosa mi piace che maturi quand'è la sua stagione.
William Shakespeare, Pene d'amor perdute, 1593/96

Colui che ha una grande ricchezza in sé stesso è come una stanza pronta per la festa di Natale, luminosa, calda e gaia in mezzo alla neve e al ghiaccio della notte di dicembre.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851 

L'uomo vive per lasciare impronte nella neve, nell'illusione di fare traccia di sé. La donna la neve e il paesaggio che si farà primavera. 
Filippo Timi, E lasciamole cadere queste stelle, 2007

La neve conferisce al paesaggio il suo puerile incanto.
Michel Tournier, Diario estimo, 1993-2000

Neve. Godiamoci il brivido di imprevedibilità che ci rallegra se, affacciati alla finestra, sorprendiamo fiocchi belli e vaganti che si posano, e resistono silenziosi, sui tetti, sugli alberi, sui fili elettrici, sulla strada. C'è qualcosa di irrazionalmente gioioso nella lenta pioggia bianca che attraverso gli occhi ci accarezza l'anima. Arriverà il momento delle assennate preoccupazioni, se il lieto evento si verifica in luogo poco frequentato da acque condensate in cristalli refrigerati: gli scarponi da indossare, le catene, magari arrugginite per il disuso, da applicare alle gomme dell'auto, bus che non camminano, il gelo in agguato, le pozzanghere, il fango ecc. ecc. Ma sul momento prendiamocela tutta, e senza pentimenti, questa felicità un po' insensata e infantile, questa scorpacciata dì un piacere fantasioso e raro che ha qualcosa dell'incantamento e non ci va nemmeno di capire fino in fondo perché ci piace così tanto. È un siparietto candido che ci separa dalla monotonia dei nostri paesaggi consueti, il sole, la pioggia, i colori lividi delle giornate burrascose, i grigiori delle nebbie, le uniformità notturne. Non godranno degli stessi piaceri i patiti delle settimane bianche - raggiungerla, la neve, anziché esserne sorpresi, è bello, ma in altro modo -. Non mostreranno altrettanto entusiasmo coloro che vivono per mesi in luoghi innevati, né i malcapitati viaggiatori che rischiano ingorghi, paralisi e altri guai a causa della imprevedibilità e copiosità dei fiocchi venuti dal cielo. La felicità da neve, è dunque di alcuni e non di altri, a conferma che non tutte le felicità riguardano tutti e non tutti godono delle stesse felicità. Un pro-memoria sul fondamentale principio della relatività delle cose, appropriatamente affidato dalla nostra immaginazione ad un fiocco bianco, al quale basta un grado in più sul termometro per cessare dì esistere.
Maria Venturini, Dizionario delle felicità, 1998

Ma dove sono le nevi di un tempo?
François Villon, Ballata delle dame del tempo che fu, 1461

Wow! È davvero nevicato questa notte! Non è meraviglioso? Tutto ciò che era familiare è scomparso! Il mondo sembra nuovo di zecca! Un nuovo anno... un fresco, nuovo inizio! È come avere un grande foglio di carta bianca sul quale disegnare. Un giorno pieno di possibilità! È un mondo magico!
Bill Watterson, Calvin and Hobbes, 1985/95

Una palla di neve in faccia è sicuramente il perfetto inizio di un'amicizia duratura.
Markus Zusak, La bambina che salvava i libri, 2005

La neve è una poesia. Una poesia che cade dalle nuvole
in fiocchi bianchi e leggeri. (Maxence Fermine)
2. Fiocchi di Neve
© Aforismario

I fiocchi di neve sono baci dal cielo.
Anonimo

Il tempo è come un fiocco di neve, scompare mentre cerchiamo di decidere cosa farne.
Romano Battaglia, Il fiume della vita, 1992

I fiocchi di neve sono tra le cose più fragili della natura, eppure guarda cosa possono fare quando si fondono insieme.
Vista M. Kelly [1]

L'infanzia è credere che con un albero di Natale e tre fiocchi di neve tutta la terra viene cambiata.
André Laurendeau, Viaggio nel paese dell'infanzia, 1960

Nessun fiocco di neve in una valanga si sente mai responsabile.
Stanisław Jerzy Lec, Nuovi pensieri spettinati, 1964 (attribuito anche a George Burns e Voltaire)

Tu non sei un delicato e irripetibile fiocco di neve. Tu sei la stessa materia organica deperibile di chiunque altro e noi tutti siamo parte dello stesso cumulo in decomposizione. 
Chuck Palahniuk, Fight Club, 1996

Rimanere isolati dalla neve, senza la possibilità di ricevere o di trasmettere notizie al mondo, è un’esperienza incredibilmente piacevole e unica nel suo genere. Si è a contatto solo con gli elementi della natura e si prova un’ebrezza panica. Ci si sente, per così dire, reintegrati nella natura. È una specie di apo-catastasi. I rumori del mondo e la commedia della vita sono lontani, e questo dà pace allo spirito.
Anacleto Verrecchia, Diario del Gran Paradiso, 1997

Proverbi sulla Neve
  • Alla vecchia neve più nessuno pensa.
  • Anno nevoso, anno fruttuoso.
  • Buona è la neve che a suo tempo viene.
  • Chi nasconde lo stronzo sotto la neve se lo ritroverà al sole.
  • Dopo la neve, buon tempo viene.
  • Finché la neve non scende dagli alberi non cambia stagione.
  • La neve è la mamma del grano.
  • La neve marzolina dura dalla sera alla mattina.
  • La neve non lasciò mai ghiaccio dietro.
  • Neve marzolina dura dalla sera alla mattina.
  • Neve scarsa, presto arrivata e presto scomparsa.
  • Non nevica tutto l’inverno.
  • Non tutto quello che è bianco è neve.
  • Per una settimana la neve è madre, dopo due divien matrigna, dopo tre diventa tigna.
  • Quando il bosco tiene la neve, aspettate ancora neve.
  • Quando il sol la neve indora, neve. neve e neve ancora.
  • Quando la neve s'inverna al piano, val più il sacco che non vale il grano.
  • Quando la neve si squaglia saltan fuori gli stronzi.
  • Quando la neve stenta ad andare è perché l’altra sta ad aspettare.
  • Quando nevica sulla foglia chi ce l’ha se ne leva la voglia.
  • Sott'acqua fame, sotto la neve pane.
  • Sotto la neve ingrassa la campagna.
Chi cammina sulla neve non può nascondere il suo passaggio.
Proverbio cinese

Un singolo fiocco di neve può piegare una foglia di bambù
Proverbio cinese

Non si possono ammirare nello stesso tempo la luna, la neve e i fiori.
Proverbio giapponese

Prima di amare impara a camminare sulla neve senza lasciare traccia.
Proverbio turco

Libro consigliato da Aforismario
Neve
Autore: Fermine Maxence
Titolo originale: Neige
Traduzione: Sergio Claudio Perroni
Editore: Bompiani, 1999

Giappone, fine Ottocento. Yuko, diciassettenne ribelle, lascia la famiglia per diventare poeta. Ma la sua poesia, dedicata interamente alla neve, è troppo bianca, e per imparare a darle colore Yuko deve seguire gli insegnamenti del vecchio poeta Saseki, ormai divenuto cieco. Saseki, attraverso il racconto della sua passione per Neve, una ragazza bellissima venuta dall'Europa e scomparsa mentre cercava di attraversare un precipizio sospesa su una fune, insegna a Yuko la forza e la potenza dell'amore. E con questo insegnamento Yuko diverrà non solo un grande poeta ma - cosa più importante - un essere umano capace di amore.

Note
  1. 1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Tempo meteorologicoPioggia

Nessun commento: