2015-11-01

Serenità e Spensieratezza - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta di aforismi e pensieri sulla serenità d'animo e sulla spensieratezza. Il termine "sereno" deriva dal latino "serenus", cioè "asciutto", "secco", e con riferimento al cielo: "limpido", "sgombro di nuvole". Ma può riferirsi anche all'animo sereno, il quale, come il cielo terso e privo di nuvole, è privo di preoccupazioni e turbamenti.
Ecco una cosa veramente grande:
saper unire la debolezza di un mortale alla serenità di un dio. (Seneca)
1. Serenità
© Aforismario

Beato chi è sereno / e trascorre il suo giorno / senza pianto.
Alcmane, Frammenti, VII sec. a.e.c.

Se ti impegni a vivere soltanto ciò che stai vivendo, ossia il presente, potrai trascorrere senza turbamenti, serenamente e in dolce pace con il tuo demone, quel che ti resta fino alla morte.
Marco Aurelio, Pensieri, ca. 166-179

Per essere sereni, bisogna conoscere i confini delle nostre possibilità, e amarci come siamo.
Romano Battaglia, Il fiume della vita, 1992

Finché l'uomo non si accetta e non inizia un dialogo con se stesso, non troverà mai la serenità a cui anela, la pace interiore, la capacità di affrontare le tempeste della vita.
Romano Battaglia, Alle porte della vita, 1996

La pace e la serenità non germogliano dalla ragione, sono una conquista del cuore.
Romano Battaglia, Incanto, 2008

Credo che nessuno riesca a raggiungere una completa serenità perché siamo abituati a considerare con nostalgia il passato ricordandolo più roseo di quanto non fosse, e viviamo il presente considerandolo peggiore di quanto non sia, immaginando un futuro migliore di quello che sarà. Il valore della vita non sta nel classificare il tempo. ma nell'uso che ne facciamo.
Romano Battaglia, Foglie, 2009

Alle spalle le noie e i grandi affanni / che caricano del loro peso l'esistenza brumosa, / beato chi può con ala vigorosa / slanciarsi verso i campi sereni e luminosi.
Charles Baudelaire, Elevazione, in I fiori del male, 1857-1861

Quando l'uomo istruito si libera della vanità per mezzo della consapevolezza, egli, saggio, scalando le vette più alte della saggezza, guarda giù gli stolti, sereno guarda la gente che si accapiglia, come uno che dall'alto di una montagna guarda coloro che stanno sulla pianura.
Siddhārtha Gautama Buddha, Dhammapada (Versi della Legge), V sec. a.e.c.

Di una possibile serenità: lasciare perdere il resto e per i miei ultimi anni farmi naturalista. Imparare i costumi delle erbe, degli insetti; studiare la vita e le opere della lucciola, della salamandra, della lucertola.
Gesualdo Bufalino, Il malpensante, 1987

Non accontentatevi della felicità, aspirate alla serenità.
Aldo Busi, Manuale del perfetto Gentilomo, 1992

Addestrare l'anima alla serenità, che è la contemplazione felice del nulla.
Roger Caillois, Giardini possibili, 1974

Solo uno spirito disperato può raggiungere la serenità, e per essere disperati bisogna aver molto vissuto e amare ancora il mondo.
Blaise Cendrars, Una notte nel bosco, 1929

Un Antistene, un Epicuro, un Crisippo, che trovavano troppo complicati i costumi antichi, che cosa penserebbero dei nostri? Chi di loro, trapiantato nelle nostre metropoli, avrebbe una tempra tale da potervi conservare la propria serenità?
Emil Cioran, La caduta nel tempo, 1964

Quando passo giorni e giorni in mezzo a testi in cui si tratta unicamente di serenità, di contemplazione, di spoliazione, mi viene voglia d'uscire per la strada e spaccare il muso al primo che incontro.
Emil Cioran, Il funesto demiurgo, 1969

In un libro d'ispirazione orientale, l'autore lascia capire che è colmo, che è «saturo di serenità». - Non ci fa sapere chiaramente, il brav'uomo, come ha fatto, e si comprende facilmente perché.
Emil Cioran, Squartamento, 1979

E si parla ancora, a proposito degli antichi, di serenità, parola che, in nessuna epoca, ha avuto il minimo contenuto.
Emil Cioran, Squartamento, 1979

Il dono della serenità è nascosto nel cuore di ciascuno di noi.
Paulo Coelho, Veronika decide di morire, 1998

Accetta con serenità il combattimento che ti attende domani, giacché siamo pervasi e guidati dallo Spirito Eterno, che spesso ci obbliga ad affrontare situazioni che reputa indispensabili per il prosieguo del nostro cammino.
Paulo Coelho, Il manoscritto ritrovato ad Accra, 2012

L'uomo superiore è contento e sereno, l'uomo da poco è sempre inquieto e pieno d'affanno.
Confucio, Dialoghi, ca. 479/221 a.e.c. (postumo)

La serenità è il frutto della rassegnazione all'incertezza.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977

Molto spesso la serenità è un dono dell'ignoranza.
Vittorio Deriu, Piccoli pensieri presuntuosi, 2013

Nei momenti sereni ricordati di temere sempre le avversità e nelle avversità ricordati di sperare sempre in cose migliori.
Distici di Catone, II-III sec.

Per una mente serena tutto è possibile.
Meister Eckhart, XIV sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

L'uomo sereno procura serenità a sé e agli altri.
Epicuro, Sentenze e frammenti, IV-III sec. a.e.c.

Nulla vale tanto a dare serenità all'animo come il non darsi troppo da fare, il non cacciarsi in imprese di difficile esito, e il non sforzarsi al di là delle proprie capacità, tutte cose che ad altro non servono se non a mettere il disordine nella nostra natura.
Epicuro, Sentenze e frammenti, IV-III sec. a.e.c.

Non devi cercare di fare in modo che le cose vadano come vuoi, ma accettare le cose come vanno: così sarai sereno.
Epitteto, in Arriano di Nicomedia, Manuale, II sec.

Nessuno deve pensare che, nel corso della vita, tutto debba sempre andargli bene, perché la sorte è volubile: e dopo un lungo periodo di sereno è inevitabile che venga il brutto tempo.
Esopo, Favole, VI sec. a.e.c.

La felicità è una menzogna la cui ricerca è causa di tutti le calamità della vita. Ma ci sono momenti di pace serena che la imitano e forse la superano.
Gustave Flaubert, Epistolario, 1830/80 (postumo)

La serenità ce la può dare anche la certezza che la felicità non esiste.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Non sarò mai felice, e non me ne importa. Non sarò mai sereno, e questo mi fa soffrire.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

La sola arte di cui mi accontento è quella che, elevandosi dall'inquietudine, tende alla serenità.
André Gide, Diario, 1887-1950 (postumo 1996)

Per l’uomo sano nel corpo e sereno nello spirito non esiste il brutto tempo. Ogni giorno ha la sua bellezza e le tempeste che sferzano il sangue non fanno altro che farlo pulsare più vigorosamente. George Gissing [1]

Di tutta la massa dei ladri i peggiori sono gli stolti: essi vi derubano di tutt'e due le cose: tempo e serenità.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

Che Dio mi conceda la serenità di accettare ciò che non posso cambiare, la tenacia di cambiare ciò che posso e la fortuna di non fare troppe cazzate.
Stephen King, Le notti di Salem, 1975 [cfr. citazione di Reinhold Niebuhr]

Abbiamo avuto una decadenza della spiritualità quando ai saggi, che erano modelli di serenità e di equilibrato godimento dell'esistenza, abbiamo sostituito i santi, che sono modelli di sacrificio di sé.
Claudio Lamparelli, Aforismi su Dio, 1995

La serenità, che può essere definita la chiave di volta del nostro benessere psicofisico, nasce dal naturale equilibrio fra interiorità ed esteriorità e si situa sulla linea di demarcazione fra opposte esigenze: è quell'armonia nei confronti di se stessi e degli altri che viene messa a dura prova dagli avvenimenti, positivi o negativi che siano.
Claudio Lamparelli, L'arte della serenità, 2009 (prefazione)

Serenità significa non essere in ansia, non sentirsi in colpa, non provare disagio, non vivere né troppo tesi né troppo fiacchi, non indulgere né all'attivismo né all'abulia, non cedere né all'esaltazione né al pessimismo, non credersi né superiori né inferiori agli altri; serenità è seguire una flessibile via di mezzo, è godere saggiamente dei beni dell’esistenza.
Claudio Lamparelli, L'arte della serenità, 2000

Per essere davvero equilibrati e sereni è indispensabile che ciò che si fa sia realmente quello che si vuole e non quello che vogliono gli altri.
Lorenzo Licalzi, Che cosa ti aspetti da me?, 2005

La vera ricchezza non deriva dall'abbondanza dei beni materiali, ma da una mente serena.
Maometto, in Abdullah Al-Mamun Suhrawardy, I detti del Profeta, 1905

I momenti sereni di oggi sono i pensieri tristi di domani.
Bob Marley (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Per me la serenità vale più della felicità. Felicità è una parola molto sopravvalutata. È la gioia che conta, o la beatitudine.
Henry Miller, XX sec. [1]

Esiste anche una serenità malinconica (tutt'altro che disprezzabile).
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

La serenità non è un dono. Va conquistata.
ibidem

Tu devi imparare la serenità tibetana. Ti ricordi Bernardo Bertolucci cosa ha detto? "Al Festival di Cannes, anche se non vinco un premio non importa, io sono lo stesso tranquillo: è la serenità che ho imparato dai monaci tibetani". (
Nanni Moretti [al figlio neonato per addormentarlo], in Aprile 1998

O Dio, dacci la serenità per accettare quello che non si può cambiare, il coraggio di cambiare quello che va cambiato, e la saggezza per distinguere l'uno dall'altro.
Reinhold Niebuhr, Preghiera, 1943

La più alta saggezza di vita non cerca di azzerare la contraddizione ma di raggiungere la serenità all'interno e al di là di quella.
Reinhold Niebuhr [1]

II pilastro dell'ordine sociale posa sulla base che ognuno guardi con serenità a ciò che è, fa e vuole, alla sua salute o malattia, alla sua povertà o agiatezza e alla sua distinzione o anonimità e al riguardo senta: «non cambierei con nessuno».
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano II, 1879/80

Cosa pensi che chieda, amico mio? Di avere sempre quello che oggi ho, e anche meno; di vivere per me il tempo che rimane, se vogliono gli dèi che un po' me ne rimanga; di avere libri in quantità e provviste di grano per l'annata, perché non debba oscillare sospeso nel dubbio del domani. Basta pregare Giove per quello che dare e togliere può: la vita e i mezzi della vita; a rendermi sereno l'animo provvederò io stesso.
Quinto Orazio Flacco, Epistole, I sec. a.e.c.

Ricordati di conservare l’animo sereno nelle avversità, e libero parimenti da una gioia sfrenata nella prospera fortuna; poiché sei destinato a morire
Quinto Orazio Flacco, Odi, I sec. a.e.c.

Dormire! Addormentarsi! Rasserenarsi! Essere una coscienza astratta del respirare tranquillo, senza mondo, senza astri, senza anima – mare morto di emozione che riflette una assenza di stelle!
Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

Vivere una vita priva di passioni ma colta, nella serenità delle idee, leggendo, sognando, e pensando di scrivere; una vita sufficientemente lenta per rimanere sempre ai margini del tedio, sufficientemente meditata per non imbattersi mai in esso. Vivere questa vita lontano dalle emozioni e dai pensieri; viverla solo nel pensiero delle emozioni e nell'emozione dei pensieri. Crogiolarsi al sole, beatamente, come un lago oscuro circondato di fiori. Mantenere, nell'ombra, quella nobile fierezza dell’individualità che consiste nel non insistere per nulla con la vita. Essere, nel volteggiare dei mondi dell’universo, come il pulviscolo floreale che un vento sconosciuto solleva nella brezza della sera, e il torpore dell’imbrunire lascia posare in un luogo a caso, indistinto tra cose maggiori. Essere questo con una conoscenza sicura, né allegra né triste, grato al sole per il suo brillio e alle stelle per la loro lontananza. Non essere di più, non avere di più, non volere di più…
Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

Tutte quelle circostanze infelici della nostra vita in cui siamo stati ridicoli, ordinari, o antiquati, consideriamoli, alla luce della nostra serenità interiore, come incidenti di percorso. In questo mondo, viaggiatori, volenti o nolenti, fra il nulla e il nulla oppure fra il tutto e il tutto, siamo soltanto dei passeggeri, che non devono dare troppo peso ai contrattempi del viaggio, alle asperità del tragitto
Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

Un'ora breve di dolore c'impressiona lungamente; un giorno sereno passa e non lascia traccia.
Luigi Pirandello, L'esclusa, 1908

Tutto mi ubbidisce e io a nessuno. Superiore a ogni desiderio, sono sereno. Conosco il mio potere: quello che ho mi basta.
Aleksandr Puškin [1]

È un tipo così sereno da non uscire mai con l’ombrello.
Guido Rojetti, L'amore è un terno (che ti lascia) secco, 2014

Un volto sempre sereno possiede una misteriosa e potente attrattiva: i cuori tristi vi si scaldano come al sole.
Joseph Roux, Pensieri, 1866

Alla serenità nulla contribuisce meno della ricchezza e nulla più della salute.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Ciò che ci rende felici nel modo più immediato è la serenità d'animo: questa buona qualità infatti ripaga istantaneamente chi la possiede.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

La donna si immedesima più di noi nel presente, e perciò sa goderlo meglio, purché sia tollerabile; da ciò dipende quella serenità particolare della donna che la rende adatta a dispensare ore piacevoli di riposo [e, in caso di necessità, anche consolazione] all'uomo oberato da preoccupazioni.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Dobbiamo aprire ben larga la porta alla serenità, ogni volta che voglia presentarsi. Essa infatti non viene mai a sproposito, mentre noi invece spesso esitiamo a permetterle l'entrata, volendo prima sapere se abbiamo anche motivo sotto ogni punto di vista di essere contenti, o anche temendo di essere in tal modo disturbati nelle nostre serie riflessioni e nelle nostre importanti preoccupazioni. Senonché ciò che noi vogliamo migliorare con queste ultime è molto incerto, mentre la serenità è un guadagno immediato. Essa sola è per così dire la moneta sonante della felicità.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Non può vivere una vita serena chi si preoccupa troppo di prolungarla e annovera fra i grandi beni i molti anni vissuti.
Lucio Anneo Seneca, Lettere a Lucilio, 62/65

Ecco una cosa veramente grande: saper unire la debolezza di un mortale alla serenità di un dio.
ibidem

Ha raggiunto la saggezza chi può morire serenamente, come è nato.
ibidem

Impegniamoci a essere sereni e paghiamo senza lagnarci il tributo impostoci dalla nostra condizione di uomini. L’inverno ci porta il freddo: sopportiamone i rigori; d’estate fa caldo: dobbiamo sudare; i cambiamenti climatici attentano alla nostra salute: accettiamo le malattie. Ci capiterà anche d’imbatterci in una bestia feroce o, peggio, in qualche uomo più pericoloso di tutte le bestie. C’è chi perde qualcosa in un naufragio, chi in un incendio. Non possiamo mutare questo stato di cose, ma possiamo armarci di un animo grande e degno di un uomo virtuoso per sopportare con coraggio i casi della vita, senza ribellarci alla natura.
Lucio Anneo Seneca, Lettere a Lucilio, 62/65

In un animo sereno tutte le difficoltà si appianano.
ibidem

L’uomo virtuoso [...] sopporterà serenamente qualunque cosa gli capiti, poiché sa che tutto avviene per quella legge divina che governa l’universo.
Lucio Anneo Seneca, Lettere a Lucilio, 62/65

La condizione del sapiente è come quella del mondo lunare: là c’è sempre il sereno.
Lucio Anneo Seneca, Lettere a Lucilio, 62/65

Consolazione per malinconici: le persone serene non conoscono la grande felicità.
Giovanni Soriano, Maldetti, 2007

L’invidiabile serenità di alcuni è semplicemente il frutto di una lieve, naturale incoscienza.
ibidem

Il raggiungimento della serenità presuppone un’assoluta consapevolezza circa l’impossibilità di raggiungerla.
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

Non sesso, ma serenità non può esserci senza amore.
ibidem

Chi non ha mai conosciuto momenti di grande felicità può ancora vivere abbastanza serenamente rispetto a chi, quei momenti, ha avuto modo di viverli, ma sente di averli persi per sempre.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Il compito nella nostra vita non è di trionfare, ma di continuare a cadere serenamente.
Robert Louis Stevenson [1]

La noia è la sensazione che tutto sia una perdita di tempo, la serenità, che niente lo sia.
Thomas Szasz, Il secondo peccato, 1973

La serenità è l'ornamento della vecchiaia.
Bertrand Vac, I miei pensieri "profondi", 1967

La serenità è fatta di 50% rassegnazione e 50% indifferenza. Ci si accontenta di essere sereni quando sappiamo di non poter essere felici.
Mario Vassalle, Petali, 2011

Basta una nuvola per guastare il sereno.
Proverbio

Chi è sereno fatica meno.
Proverbio francese

Non accontentatevi della felicità, aspirate alla serenità.
2. Spensieratezza
© Aforismario

Quando dopo venti, trent'anni c'incontriamo in amici d'infanzia od anche di gioventù, qual disinganno! Li avevamo conosciuti allegri, spensierati, buoni, li ritroviamo tristi, interessati, cattivi.
Carlo Dossi, Note azzurre, 1870/1907 (postumo 1912/64)

La sorte si compiace di giocarci brutti tiri, e si metterà sotto i piedi ogni possibile contingenza pur di coglierei alla sprovvista. Debbono star sempre sull'avviso l'ingegno, la prudenza e il valore, e perfino la bellezza, perché il giorno in cui s'abbandoneranno alla maggior fiducia, sarà quello del peggior discredito. La diligenza vien sempre meno quando più ce ne sarebbe bisogno, perché la spensieratezza è lo sgambetto che la sorte ci fa per condurci a rovina.
Baltasar Gracián y Morales, Oracolo manuale e arte della prudenza, 1647

Forse la nuova aspra realtà dell'uomo si riassume nella constatazione che non esiste più una stagione spensierata.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Una professione rende spensierati; in ciò consiste la sua più grande benedizione. Giacché essa è una salvaguardia, dietro la quale ci si può legittimamente ritirare quando si è assaliti da pensieri e preoccupazioni di ordine generale.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano, 1878

Corriamo spensieratamente verso l'abisso, non prima di aver messo qualcosa tra noi ed esso per impedirci di vederlo.
Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo)

Un'arte difficile: saper pensare ed essere spensierati.
Sergio Ricossa, Scrivi che ti passa, 1999

Non capisco come si possa essere gente annoiata e gente spensierata. Sono gli stessi, forse.
Lalla Romano, Minima mortalia, 1987

Poiché, in fondo, le donne sono destinate unicamente alla propagazione del genere umano e in ciò si esaurisce il loro compito, esse vivono assai più nella specie che nell'individuo: esse prendono a cuore assai più gli interessi della specie che non quelli dell'individuo. ciò conferisce all'intero loro essere e agire una certa spensieratezza e, in generale, un orientamento fondamentalmente diverso da quello dell'uomo, e di qui deriva la frequente e quasi normale disarmonia nel matrimonio.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Quanto dobbiamo invidiare gli animali per la loro spensieratezza! Nel 99 per cento dei casi, gli animali sono infelici solo quando li rendono tali gli uomini.
Arthur Schopenhauer, Scritti postumi, 1804/60 (postumo 1966/75) 

La spensieratezza non si addice al filosofo.
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

Infelicità e insoddisfazione sono le principali fonti alle quali attinge la creatività artistica, e non c’è nulla di piú sterile per l’ispirazione della serenità e della spensieratezza. Ciò è generalmente noto, ma nessuno, forse, è stato in grado di dirlo con maggior efficacia e concisione di quanto abbia fatto quel saggio il quale, a chi gli chiedeva come mai scrivesse soltanto cose tristi, ebbe a rispondere: «Perché quando sono felice esco».
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Donna maritata non vive più spensierata.
Proverbio

Note
  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Tranquillità, Quiete e Pace interiore

Nessun commento: