2015-11-03

Libri di Aforismi ed Ebook gratuiti

Non tutti sanno che l'aforisma costituisce un vero e proprio genere letterario (come la poesia, il romanzo, ecc.), e che esistono molti autori che hanno pubblicato libri composti soltanto di aforismi, cioè di pensieri arguti e concisi che stanno a metà tra la letteratura e la filosofia. Per avere un'idea della pubblicazione aforistica esistente, in questa pagina è riportato un folto elenco di libri di aforismi pubblicati dall'800 a oggi, che costituisce anche una sorta di "cronologia aforistica". Per chi desidera cominciare a leggere qualcuno di questi libri, ma non sa bene quale scegliere, è riportato anche un elenco con i dieci migliori libri di aforismi suggeriti da Aforismario. Per chi non lo sapesse, sul web è possibile trovare ebook di aforismi gratuiti: in questa pagina sono riportati i siti dai quali è possibile scaricare questi libri in formato elettronico, e alcuni titoli suggeriti. Per chi gli aforismi ama non soltanto leggerli, ma anche scriverli, e comincia a pensare alla pubblicazione di un libro di aforismi, sono riportati alcuni suggerimenti utili per affrontare questa avventura editoriale. Per ulteriori approfondimenti su tutto ciò che riguarda l'aforisma, visita la sezione "Aforistica" del sito Aforismario (vedi menu a destra).
Libri di aforismi by Aforismario
1. I 10 migliori libri di aforismi di sempre
Qui di seguito, un elenco dei migliori dieci libri di aforismi in commercio in Italia, che non possono mancare nella libreria di tutti gli appassionati del genere aforistico. Da notare che non si tratta delle solite raccolte di citazioni estrapolate dai contesti più vari (romanzi, saggi, racconti, ecc.), ma di libri di aforismi veri e propri, cioè creati come tali dai loro autori, anche se in certi casi pubblicati postumi.
  1. Detti e contraddetti (Karl Kraus, Adelphi)
  2. Diario degli errori (Ennio Flaiano, Adelphi)
  3. Lo scandaglio dell'anima (Georg Lichtenberg, BUR Rizzoli)
  4. Massime e pensieri (Nicolas de Chamfort, BUR Rizzoli)
  5. Sillogismi dell'amarezza (Emil Cioran, Adelphi)
  6. Massime e riflessioni (Johann Wolfgang Goethe, BUR Rizzoli)
  7. Massime (François de La Rochefoucauld, BUR Rizzoli)
  8. I caratteri (Jean de La Bruyère, BUR Rizzoli)
  9. Il dizionario del diavolo (Ambrose Bierce, Guanda)
  10. Pensieri spettinati (Stanislaw Lec, Bompiani)
2. Libri di Aforismi
Elenco dei libri di aforismi pubblicati dal XIX secolo a oggi da autori noti e meno noti, italiani e stranieri. Per un elenco dei libri che riguardano la scrittura aforistica dal punto di vista teorico, vedi "Scrittura aforistica" sul sito Aforismario.

1808
  • Massime e riflessioni di Pierre-Marc-Gaston de Lévis
1820
  • Trattatelli di Michele Colombo
  • Lacon I di Charles Caleb Colton
1822
  • Lacon II di Charles Caleb Colton
1825
  • Fisiologia del gusto di Anthelme Brillat-Savarin
1831
  • Aforismi sull'arte di Johann Heinrich Füssli (postumo)
1833
  • Massime e riflessioni di Johann Wolfgang Goethe (postumo)
  • Misophilanthropopanutopies di Charles Lemesle
1837
  • Aforismi della scienza prima di Niccolò Tommaseo
1838
  • Massime e pensieri di Napoleone di Honoré de Balzac
  • Pensieri di Joseph Joubert (postumo)
1845
  • Pensieri di Giacomo Leopardi (postumo)
  • Pensieri morali di Niccolò Tommaseo
1851
  • Pensieri di un imballatore di Jean Louis Auguste Commerson
  • Parerga e paralipomena di Arthur Schopenhauer
1853
  • Dieci spine per un fiore di César François Adolphe d'Houdetot
1867
  • Diario di un poeta di Alfred de Vigny (postumo)
1868
  • Le formule del dottor Gregorio di Adrien Decourcelle
1869
  • Pensieri di Iginio Ugo Tarchetti
1870
  • Poesie di Isidore Lucien Ducasse de Lautréamont
1873
  • Lacrime e sorrisi di Ambrogio Bazzero
1874
  • Il carnevale del dizionario di Pierre Véron
1875
  • Osservazioni psicologiche di Paul Rée
1877
  • Idee di Multatuli
1878
  • Umano troppo umano di Friedrich Nietzsche
1879
  • La tirannide borghese di Pietro Ellero
1880
  • Aforismi di Marie von Ebner-Eschenbach
  • Umano troppo umano II di Friedrich Nietzsche
1881
  • Aurora. Pensieri sui pregiudizi morali di Friedrich Nietzsche
1882
  • Pensieri di una solitaria di Louise-Victorine Ackermann Choquet
  • La gaia scienza di Friedrich Nietzsche
  • Libro domestico di Stibbe di Lou von Salomé
1885
  • Diari 1835-1863 di Christian Friedrich Hebbel (postumo)
1886
  • Pensieri di Aristide Gabelli
  • Al di là del bene e del male di Friedrich Nietzsche
  • La preda del nulla. Note di un pessimista di Edmond Thiaudière
1887
  • Razzi - Il mio cuore messo a nudo di Charles Baudelaire (postumi 1887-1908)
1888
  • Il crepuscolo degli idoli di Friedrich Nietzsche
  • Pensieri d'autunno di Achille Tournier
1891
  • Il ritratto di Dorian Gray (prefazione) di Oscar Wilde
1892
  • Piccoli aforismi di Louis Dumur
1893
  • Diario 1822-1863 di Eugène Delacroix (postumo 1893-1932)
1896
  • Aforismi di un terrorista di Émile Henry (postumo)
1898
  • Zibaldone di pensieri 1817-1832 di Giacomo Leopardi (postumo)
1900
  • Tesoro di Giovanni Gaggino
1902
  • L'albo dei pensieri di Enrico Bevilacqua
1903
  • Vita intima di Giuseppe Prezzolini
1906
  • Il Centivio di Giuseppe Prezzolini
1908
  • Foglie cadute di Augusto De Benedetti
  • Ecce Homo (Fratelli Treves) di Arturo Graf
  • Aforismi di Eugenio Pavia
1909
  • Pensieri selvaggi di Augusta Amiel-Lapeyre
  • Detti e contraddetti (Adelphi) di Karl Kraus
1910
  • Precetti e Pensieri ai giovani pittori di Ugo Bernasconi
1911
  • Riflessioni e massime di Lucien Arréat
  • Il dizionario del diavolo di Ambrose Bierce
  • Barche capovolte di Federigo Tozzi (ediz. completa postuma nel 1981)
1912
  • Note azzurre 1870-1907 (Adelphi) di Carlo Dossi (postumo 1912/64)
  • Pro domo et mundo (Adelphi) di Karl Kraus
1913
  • Dizionario dei luoghi comuni 1850-1880 di Gustave Flaubert  (postumo)
  • Aforismi dei tempi presenti di Gustave Le Bon
  • Razzi di Ardengo Soffici
1914
  • Il Dizionario Roycroft di Elbert Hubbard
1915
  • Aforismi morali (UTET) di Pietro Ellero
  • Giornale di bordo (Vallecchi) di Ardengo Soffici
1918
  • Frantumi, seguiti da plausi e botte (La Voce) di Giovanni Boine
  • Il Gallo e l'Arlecchino di Jean Cocteau
  • Di notte  (Adelphi) di Karl Kraus
1919
  • Pensieri di Paul Brulat
1921
  • Codice della vita italiana di Giuseppe Prezzolini
1922
  • La filosofia di Georges Courteline di Georges Courteline
  • Il libro degli amici (Adelphi) di Hugo Von Hofmannsthal
  • Tractatus logico-philosophicus di Ludwig Wittgenstein
1923
  • Dizionario dell'omo salvatico di Domenico Giuliotti e Giovanni Papini
  • Le voci. Aforismi (Fratelli Bocca) di Emilio Roncati
1924
  • Pensieri ai pittori di Ugo Bernasconi
1925
  • Diario 1887-1910 di Jules Renard (postumo)
1926
  • Sabbia e spuma di Kahlil Gibran
  • I miei veleni di Charles Augustin de Sainte-Beuve (postumo)
1927
  • Il guanto di crine di Pierre Reverdy
  • Il libro dei motti e delle riflessioni di Arthur Schnitzler
1928
  • Cinquantadue pensieri di Riccardo Bacchelli
  • La preda del nulla. Note di un pessimista di Edmond Thiaudière (dal 1886)
1930
  • Il pittore volante di Anselmo Bucci
1932
  • Cocktail di Raffaello Biondi
  • A Connotary di John Garland Pollard
1933
  • Il sacco dell'orco di Giovanni Papini
  • Taccuino di Arno Borghi (Vallecchi) di Ardengo Soffici
1934
  • Le Massime e i caratteri di Angelo Gatti
1935
  •  Kn di Carlo Belli
1936
  • Pensieri di un malpensante di Domenico Giuliotti
  • Un mondo in frantumi di Mattia Limoncelli
1937
  • Semel in hebdomade. 52 pensieri sulla storia dell'Europa di Riccardo Bacchelli
  • Lacrime e santi (Adelphi) di Emil Cioran
  • Sessanta di Ugo Ojetti
  • Massime minime di Enrique Jardiel Poncela
1938
  • Aforismi e paradossi ippici di Alessandro Alvisi
  • Tonici di Auro D'Alba
1939
  • Nuove contraddizioni di Charles Régismanset
1941
  • Storie di Dino Campana (postumo)
  • Tal quale di Paul Valéry
1943
  • Voci di Antonio Porchia
1945
  • La scultura lingua morta di Arturo Martini
1946
  • Scorciatoie di Umberto Saba
1947
  • Nuovi pensieri di un malpensante di Domenico Giuliotti
  • Parole all'orecchio di Vincenzo Cardarelli
1948
  • Senso plastico di Malcolm de Chazal
1951
  • Minima moralia di Theodor Adorno
1952
  • Capricci di vegliardo di Bruno Barilli
  • Sillogismi dell'amarezza (Adelphi) di Emil Cioran
  • Il mestiere di vivere, 1935/50 di Cesare Pavese (postumo)
1953
  • Dizionario antiballistico di Pitigrilli
1955
  • Dizionario delle idee sbagliate di Renzo Sertoli Salis
1957
  • Piccolo libro denso di Antonio Delfini
  • Pensieri spettinati di Stanisław Jerzy Lec
1959
  • Aforismi minimi di Gaetano Vecchione
  • E l'uomo tace di Carlo Zannerio
1963
  • Diario futile di un signore di mezza età di Marcello Marchesi
1964
  • Décoctions di Achille Chavée
  • Nuovi pensieri spettinati di Stanisław Jerzy Lec
1966
  • L'ospite ingrato. Testi e note per versi ironici di Franco Fortini
1967
  • Ideario di Giuseppe Prezzolini
  • I miei pensieri profondi di Bertrand Vac
1968
  • La «Maxime». Saggi per una tipologia critica di Corrado Rosso
1969
  • Nietzsche e la scrittura frammentaria in L’infinito intrattenimento di Maurice Blanchot
  • Il funesto demiurgo (Adelphi) di Emil Cioran
1971
  • Il malloppo di Marcello Marchesi
1972
  • Meditazioni sullo Scorpione di Sergio Solmi
1973
  • L'inconveniente di essere nati (Adelphi) di Emil Cioran
  • Agenda personale (Editrice Liguria) di Margherita Faustini
1974
  • Décoctions II di Achille Chavée (postumo)
1975
  • La vita è bella nonostante di Vittorio Buttafava
  • Dizionario delle idee correnti di Umberto Simonetta e Maurizio Costanzo
  • Linee (Adelphi) di Fausto Melotti
1976
  • 99 aforismi di Raffaello Franchini
1978
  • Carte della crisi. Taccuino politico-filosofico di Umberto Cerroni
  • Momenti (Sabatelli) di Margherita Faustini
  • Il peso del mondo di Peter Handke
  • Linee II (Adelphi) di Fausto Melotti
1979
  • Note senza testo (Adelphi) di Roberto Bazlen (postumo)
  • Il silenzio del corpo (Adelphi) di Guido Ceronetti
  • Squartamento (Adelphi) di Emil Cioran
  • Aforismi di Franz Fischer
1980
  • Mele a spicchi di Dino Basili
  • Antecedente X. Sulle difficoltà del comporre di Franco Donatoni
  • Filosofia del Nulla di Giuseppe Prezzolini
  • Dalla gola del leone (Adelphi) di Sergio Quinzio
1981
  • Lo spirito delle parole o l'Antidizionario di Georges Elgozy
  • Barche capovolte di Federigo Tozzi (ediz. completa postuma del 1911)
  • Minimario di Amonasro Zocchi
1982
  • Dizionario del perfetto cinico di Roland Jaccard
1983
  • Il grillo parlante di Roberto Gervaso
  • Aforismi di Marburgo di Ferruccio Masini
1984
  • Breviario libertino di Luigi Veronelli
  • La croce e il nulla (Adelphi) di Sergio Quinzio
1985
  • Idea della prosa di Giorgio Agamben
  • L'ultimo paradosso di Alberto Asor Rosa
  • Corsia privilegiata di Antonio Castronuovo
  • L'ospite ingrato II di Franco Fortini
  • Gnomiche di Jude Stéfan
1987
  • Pensieri extra vaganti di Divo Barsotti
  • Tagliar corto di Dino Basili
  • Cool memories. Diari 1980-1985 di Jean Baudrillard
  • Parole alla buona gente di Ugo Bernasconi (postumo)
  • Il malpensante di Gesualdo Bufalino
  • Pensieri del tè (Adelphi) di Guido Ceronetti
  • Confessioni e anatemi (Adelphi) di Emil Cioran
1988
  • Tirassegno. Aforismi (ECIG) di Margherita Faustini
  • Sarò breve! Aforismi in due versi (Giardini) di Dino Grandi
  • Aforismi sulla precarietà (Ellemme) di Lelio La Porta
  • Diario 1938-1973 (Adelphi) di Guido Morselli (postumo)
  • Pensieri per una poetica della veste di Cesare Viviani
1989
  • Amici amici di Dino Basili
  • Taccuini, 1935/59 di Albert Camus (postumo)
  • Sale e Tabacchi di Piero Chiara
  • La volpe e l'uva di Roberto Gervaso
  • A conti (quasi) fatti di Carlo Gragnani
  • Citera. Isola di Afrodite di Jean Josipovici
  • Disjecta membra. Lunario dello Scorpione di Stefano Lanuzza
  • Asterischi di Franco Rella
  • Il libro degli aforismi a cura di Federico Roncoroni
  • Il sogno dell'interpretazione di Cesare Viviani
1990
  • Cool memories. Diari 1987-1990 di Jean Baudrillard
  • Greguerías di Valentino Bompiani
  • Nel mio piccolo. 99 aforismi (Passigli) di Oscar Mammì
  • Minima mortalia di Graziella (Lalla) Romano
  • Il mondo in gioco di Mario Verdone
1991
  • Tra l’Io e il Sé c’è di mezzo il me di Silvana Baroni
  • I violini di Chagall di Dino Basili
  • Frammenti di un mondo in bilico di Francesco Burdin
  • Occhi di Giano. Aforismi e pensieri (Pungitopo Edizioni) di Rina Pandolfo
  • Le sabbie immobili di Giuseppe Pontiggia
  • La creatura e l'ascolto. Racconti e aforismi sul teatro del mondo di Renzo Ricchi
  • Del pensare breve (Adelphi) di Manlio Sgalambro
  • Massime e minime di Dino Verde
1992
  • Lunario privato di Aldo Luppi
  • La vita facile di Alda Merini
  • Diario di un fisiologo del cuore di Mario Vassalle
1993
  • Aforismi in ordine alfabetico di Manlio Cecovini
  • Se gli angeli sono inquieti di Alda Merini
  • Sursum Corda di Emilio Rega
  • Variazioni sull'impossibile di Mario Andrea Rigoni
1994
  • Bluff di parole (Bompiani) di Gesualdo Bufalino
  • Scrittori italiani di aforismi. Vol. 1 (Mondadori) di Gino Ruozzi
1995
  • Palingenesi del frammento di Antonio Castronuovo
  • Aforismi di Maura Del Serra
  • Aforismi su Dio di Claudio Lamparelli
  • Cinque aforismi di Alda Merini
  • Pillole di saggezza. Aforismi e meditazioni di un colonnello dei carabinieri  (De Ferrari & Devega) di Antonio Paradiso
  • Navicelle di Luigi Trucillo
1996
  • Aforismi umani. Divertimenti poetici di un libraio in azione (La Vita Felice) di Fabio Aldeghi)
  • L'amore è tutto di Dino Basili
  • Il reazionario. Fenomenologia di un bersaglio indispensabile di Fausto Gianfranceschi
  • Scrittori italiani di aforismi. Vol. 2 di Gino Ruozzi
  • L'enigma della mente - The Riddle of the Mind di Mario Vassalle
1997
  • Orti di guerra di Edoardo Albinati
  • Dove è nato il pulcino. Aforismi per bambini amanti della libertà di Alberto Casiraghi
  • Quaderni 1957/72 (Adelphi) di Emil Cioran (postumo)
  • Diario 1984-1989 (Adelphi) di Sándor Márai (postumo)
  • Oltre le stelle (Dell'Oleandro) di Emilio Rega
1998
  • Che la morte ci trovi vivi (L'Autore Libri Firenze) di Gabriele Moneta
  • Casus irreducibilis (Tracce) di Emilio Rega
1999
  • Massime al minimo di Philippe Bouvard
  • Le carte. Volume I Anni Sessanta (Rizzoli) di Luigi Meneghello
  • Aforismi e magie (Rizzoli) di Alda Merini
  • Seicento aforismi. Il silenzio delle forme (Mauro Baroni) di Emilio Rega
  • Ad libitum (Mauro Baroni) di Emilio Rega
  • Scrivi che ti passa (Fògola) di Sergio Ricossa
2000
  • Aspetti di etica applicata. La scrittura aforistica a cura di Nadia Minerva, Carla Pellandra
  • Rovi (Stampalternativa) di Antonio Castronuovo
  • Foglie di cactus. Settantasei aforismi (ETS) di Nunzio La Fauci
  • Le carte. Volume II Anni Settanta (Rizzoli) di Luigi Meneghello
  • La realtà dell'Io - The Reality of the Self (Auto-edito) di Mario Vassalle
2001
  • Miele amaro. Aforismi (Montedit) di Egidio Arlotti
  • Un milione di giorni (Marsilio) di Francesco Burdin
  • Quilismi per un bambino ucciso (Cierre Grafica) di Antonio Castronuovo
  • Zibaldone aforistico (Manfredi Colarizi Graziani) di Giorgio Colarizi (postumo)
  • Verso le vie della saggezza  (L'Acquario) di Beni Sascha Horowitz
  • Le carte. Volume III Anni Ottanta (Rizzoli) di Luigi Meneghello
  • Vorrei una ragazza (Terziaria) di Dino Risi
  • Il silenzio e la parola (Pendragon) di Marcella Tarozzi
2002
  • Dizionarietto di filosofia quotidiana (Edizioni Mediterranee) di Manlio Cecovini
  • Aforismi per un anno. Le verità di Louis Job (Pellegrini) di Luigi Ferlazzo Natoli
  • Elogio della nostalgia (Il Minotauro) di Fausto Gianfranceschi
  • L'occhio del girasole (L'Acquario) di Beni Sascha Horowitz
  • Tavole fuori testo. 366 aforismi e riflessioni per un anno bisestile (auto-edito) di Mario Laganà
  • Aforismi allo specchio e pensieri postprandiali (Tracce) di Ernesto Laglia
  • E vegeti (L'Autore Libri Firenze) di Gabriele Moneta
  • Prima persona (Mondadori) di Giuseppe Pontiggia
  • Gli spruzzi e le macchie (Josef Weiss) di Mario Postizzi
  • Aforismi (Besa) di Milovan Vitezovic
2003
  • Etimologie del caos (Joker) di Rinaldo Caddeo
  • L'anima e la foglia. Pensieri e aforismi per la quiete del giorno (Frassinelli) di Alberto Casiraghy
  • Mille e un respiro (Rubbettino) di Beno Fignon
  • Omaggio a Mr. Murphy (L'Acquario) di Beni Sascha Horowitz
  • Il tesoro dell'ombra (Giunti Editore) di Alejandro Jodorowsky
  • Gli euforismi di Gregorio di Grégoire Lacroix
2004
  • Virgola e basta (Ares) di Dino Basili
  • L'amore è eterno finché dura (Mondadori) di Roberto Gervaso
  • Aforismi (Dadò) di Yves Lecomte
  • Sfugge la vita. Taccuini e appunti (Aragno) di Carlo Michelstaedter (postumo)
  • Aforismi. Il segreto di vivere. Per realizzare se stessi (Riza) di Raffaele Morelli
  • Efemere. Aforismi apocrifi (Joker Edizioni) di Marco Sartorelli
2005
  • Aforismi, indivia e aceto balsamico (FA&BA) di Sergio Angeli
  • Cosmos. Aforismi, apoftegmi e considerazioni (Montedit) di Gianfranco Caputo Bisanzio
  • Massime e Minime. Il senso della vita in oltre 250 detti acidi, arguti, paradossali (Eco) di Riccardo Cataldi
  • I pensieri di Bellavista (Mondadori) di Luciano De Crescenzo
  • Aforismi e autoschediasmi. Riflessioni sparse su cultura e politica degli ultimi cinquant'anni (1958-2004) (Società Editrice Fiorentina) di Antonio La Penna
  • L'eclissi della chimera (Joker Edizioni) di Sandro Montalto
  • La vita è questa? Domande, aforismi, massime, pensieri (Pendragon) di Aurelio Scuppa
  • Aforismi e note di un ex psicotico di Marcello Valgattarri
2006
  • Massime di un minimo (AndreaOppureEditore) di Gianmario Camboni
  • Fiele di zagara (Joker Edizioni) di Michelangelo Cammarata
  • Quando. Novantanove aforismi quieti e inquieti (Book) di Alberto Casiraghy
  • Tutto il mondo è palese (Mobydick) di Antonio Castronuovo
  • Pensieri bisestili (Zibaldone ribaldo) di Alberto Figliolia
  • Capaci di intendersi e di volare. Aforismi (San Paolo Edizioni) di Beno Fignon
  • Farfalle di parole. Massime e aforismi (Neos Edizioni) di Gerardo Lepore (Neos Edizioni)
  • Aforismi miei e altrui (Dante & Descartes) di Stefano Manferlotti
  • Le ciliegie di Mogol. Pensieri e parole (Mondadori) di Mogol
  • Pregiudizi della libertà vol. I (Joker Edizioni) di Roberto Morpurgo
  • Certissimo. Aforismi, epigrammi, massime & minime (De Ferrari) di Giuseppe Mortara
  • Se fosse tale. Aforismi e riflessioni (L'Autore Libri Firenze) di Luigi Nero
  • Solipsismi (Il Ponte Vecchio) di Claudio Rossi
  • Infallibili errori. Disforismi: pensieri su mondi vari e psicoanalisi (CLEUP) di Alberto Schön
  • D'un tratto (Joker Edizioni) di Marcella Tarozzi
  • Foglie d'Autunno (L'Autore Libri Firenze) di Mario Vassalle
2007
  • Neppure i fossili laccati di cristallina sono più quelli di una volta (Quasar) di Silvana Baroni
  • Cogli l'ottimo. Euforismi & aforismi (Alberto Perdisa) di Alessandra Berardi
  • Dico molte bugie quando la verità confonde (Cabila) di Alberto Casiraghy
  • Siamo come negozi. Aforismi per lasciarsi vivere (Coniglio Editore) di Giuliano Compagno
  • Aforismi (Montedit) di Carlo Dante
  • Lode della torre d'avorio (Ares) di Fausto Gianfranceschi
  • Pensieri scorretti (UTET) di Giordano Bruno Guerri
  • Aforismi (Il Melograno) di Menotti Lerro
  • Liber veritatis. Appunti, gags, aforismi  (Quasar) di Mario Lunetta
  • Cambiare occhi toccare il cuore (Ponte alle Grazie) di Giorgio Nardone
  • Hommelettes (Aragno) di Mario Postizzi
  • Aforismi d'oriente (Gedit) a cura di Gino Ruozzi
  • Maldetti. Pensieri in soluzione acida (Joker) di Giovanni Soriano
  • Note a margine (Joker) di Piero Zino
2008
  • La tentazione dell'aforisma perfetto (Cattedrale) di Paolo Bordonali
  • Se mi guardo fuori (La Mandragora) di Antonio Castronuovo
  • Acuità (Tipografie Riunite Donati) di Marco Chierici
  • Questo quasi nulla. Aforismi (1997-2007) (ETS) di Nunzio La Fauci
  • Aforismi di una notte (Zerounoundici) di Menotti Lerro
  • Epigrammi e aforismi dall'ultima Italia. La politica, la vita, la religione, l'amore ai tempi di Berlusconi (Altromondo) di Ordenio Loberto
  • Aforismi e dintorni (Farnedi) di Massimo Magni
  • Ai minimi termini. Aforismi apocrifi di Marco Sartorelli
  • Aforismi saggi e graffianti (Emmepi Editoriale) di Marcello Schiavo
  • Il mostro ama il suo labirinto di Charles Simić
  • Aforismi (Graphe.it) di Marino Tarizzo
  • Se i dolci facessero dimagrire, io sarei anoressica. Aforismi spiritosi per golose e golosi (Malatempora) di Giusi Vanella
2009
  • Essenze. Aforismi (Ibiskos Ulivieri) di Andrea Barsottini
  • Spicchi di parole. Poesie e aforismi di un poeta maledetto (Boopen) di Stefano Bonucchi
  • La scatola azzurra. Aforismi e riflessioni (Marlin) di Carlo Bucci
  • Ho dei pensieri che non condivido (A & B) di Pino Caruso
  • Insetti senza frontiere (Adelphi) di Guido Ceronetti
  • Giuro di dire la verità... (EDES) di Vittorio Deriu
  • L'allegro e il pensieroso. 3068 aforismi e pensieri (NodoLibri) di Carlo Ferrario
  • La pena uguale (Gazebo) di Alessandro Franci
  • Siamo tutti di-versi (siamo fatti tutti di poesia). Poesie, aforismi e riflessioni (Gruppo Albatros Il Filo) di Tiberio Iuliano
  • Dalla cenere. Poesie, aforismi e prose (Città del Sole Edizioni) di Rocco Mandalari
  • I taccuini di Ulisse. Aforismi e altri scritti (Caravaggio Editore) di Paolo Manetti
  • La sinistra è un bene sopportabile? Pensieri, aforismi e pretesti (Sudest) di Franco Mastroluca
  • A mani alzate (Pendragon) di Mauro Parrini
  • M.I.A. Massime introspezioni aforismi (Aletti) di Mia Scorcia
  • Conchiglie - Sea shells (Gruppo Albatros Il Filo) di Mario Vassalle
  • Aghi di pino - Pine needles (Joker) di Mario Vassalle
2010
  • Tanto per dire. 440 aforismi (Panda) di Giovanni Abrami
  • Aforismi liberi (Kimerik) di Paolo Bianchi
  • Anima oscura. Poesie e aforismi di un poeta maledetto (Boopen) di Stefano Bonucchi
  • Parole ribelli. Poesie e aforismi di un poeta maledetto (Boopen) di Stefano Bonucchi
  • Tu ed io. Aforismi d'amore e di vita (Croce Libreria) di Arnaldo Cantani
  • Gli occhi non sanno tacere. Aforismi per vivere meglio (Interlinea) di Alberto Casiraghy
  • Minime pervenute (Auto-edito) di Carlo Dante
  • Euforismi per finta (Albalibri) di Alberto Figliolia
  • Aforismi da Castagneto (Consulta) di Giorgio Riccardo Galassi
  • Manuale della cultura italiana (Excelsior 1881) di Luigi Mascheroni
  • In che senso pardon? Aforismi, racconti brevi, metafore (Fausto Lupetti Editore) di Roberto Spingardi
  • Il motto che parla. Aforismi, calembours e parole prese al lazzo (Savarese) di Renato Rocco
  • Finché c'è vita non c'è speranza. Diario aforistico 2003-2009 (Kimerik) di Giovanni Soriano
  • Il letto di Procuste (Il Saggiatore) di Nassim Nicholas Taleb
  • Aforismi (Boopen) di Leonardo Antonio Venuti
  • Aforismi d'autunno (Fazi) di Valentino Zeichen
2011
  • Il bianco, il nero, il grigio (Joker) di Silvana Baroni
  • Aforismi di un futuro di Manuel Cappello
  • Pensierini... ovvero aforismi (Aletti) di Liomax D'Arrigo
  • Ciliegie sotto spirito (Aliberti) di Ilma Derini
  • La verità è nuda... (Auto-edito) di Vittorio Deriu
  • Scherma. Aforismi e pensieri del maestro Antonio Di Ciolo (il Campano) di Enrico Di Ciolo
  • Aforismi e anche no (Libres) di Michele Finizio
  • Aforismi del dissenso (Pagine) di Fausto Gianfranceschi
  • Il tempo verticale. Aforismi, massime e dediche in pietra (Armando) di Sandro Pandolfi
  • Invece di un trattato (Genesi) di Marcella Tarozzi Goldsmith
  • La dittatura delle lettere maiuscole (Joker) di Massimo Tortola
  • Aforismi senza "ismi" (Luigi Pellegrini Editore) di Giuseppe Valente
  • Petali (L'Autore Libri Firenze) di Mario Vassalle
2012
  • Il re del proprio mondo (Genesi) di Federico Basso Zaffagno
  • La Vita in sintesi. Aforismi (Libro Aperto Edizioni) di Fiorella Carcereri
  • Aforismi. Diario alieno (I Libri di Emil) di Mauro Cosmai
  • E Liomax... continuò a pensare (Aletti) di Liomax D'Arrigo
  • Trafficante di pensieri (Auto-edito) di Francesco Paolo Ettari
  • Homo abstractus. 1364 aforismi/strofepensiero, saggiopoema per un nuovo uomo e felice (O barra O) di Paolo Ferrari
  • Umorismo Zen: Afiorismi per sorridere ogni giorno (Anima Edizioni) di Fulvio Fiori
  • Pensieri minimi e massime (Photocity Edizioni) di Emanuele Marcuccio
  • Le Ciliegie e le Amarene. Aforismi, pensieri e parole (Minerva Edizioni) di Mogol
  • L'aforisma. Una schiavitù dell'intelletto (Il Lavoro Editoriale) di Gabriele Moneta
  • Vorrei andare a vivere in un paese dove i cetrioli finiscono solo nei piatti per essere mangiati e non nei culi degli ortolani (Galassia Arte) di Andrea Mucciolo
  • I colori della vita (Edizioni Simple) di Ivan Orsini
  • Breviario. Centodiciotto aforismi inediti (Joker) di Alessandra Paganardi
  • Le Porte. Aforismi e pensieri (Pungitopo Edizioni) di Rina Pandolfo
  • Aforismi e citazioni (L'Autore libri Firenze) di Antimo Pappadia
  • Uomo che scrive nella notte (Il Notes Magico) Umberto Silva:
  • Essenza di aforismi e poesia (Aletti) di Adriano Spada Chiodo
  • La rosa di ghiaccio (ilmiolibro.it) di Pier Paolo Vaccari
2013
  • Aforismi e poche parole (Mannarino) di Giuseppe Cicero
  • 588 riflessioni ed aforismi di Rosy (youcanprint) di Rosalia Colella
  • Liomax... pensò ancora (Aletti) di Liomax D'Arrigo
  • Piccoli pensieri presuntuosi (Edes) di Vittorio Deriu
  • Aforismi e pensieri contro l'infelicità (Universitalia) di Maurizio Gionni
  • In Italia son già milletré (L'Ossessione Espressa) di Galgano Guidotti
  • Over the word (Irda Edizioni) di Caterina Kotia Marchese
  • Aforismi ed effetti collaterali (CELID) di Mario Laganà
  • Aforismi e pensieri (Editrice Zona) di Menotti Lerro
  • Aforismi in forma di storia (Auto-edito) di Aricò Marilia
  • Filosofia in pillole (Armando Editore) di Davide Ortisi
  • D'Io sono Io! (Auto-edito) di Enzo Raffaele
  • Popolo Sovrano un cazzo! (Auto-edito) di Enzo Raffaele
  • Malomondo (Fazi Editore) di Giovanni Soriano
  • La misticanza. Aforismi per la vita (Imprimatur) di Enrico Vaime
2014
  • All'orecchio del mondo. Aforismi (Giuliano Ladolfi Editore) di Vincenzo Arnone
  • Aforismi. Vol. 1 (youcanprint) Carl W. Brown 
  • Appartengo a una generazione che deve ancora nascere. Aforismi, riflessioni, storie, persone, personaggi e ragionamenti sullo stato attuale del mondo (RAI-ERI) di Pino Caruso 
  • Crani e topi (Es) di Lorenzo Morandotti
  • Sophón. Aforismi per l'anima (Moretti e Vitali) Italo Valent
  • Fili di seta (Albatros) di Mario Vassalle
2015
  • Aforismi e pensieri (Libreria Ticinum) di Edgardo Abbozzo 
  • Aforismi anacronismi (Nottetempo) Alfonso Berardinelli 
  • Il libro aperto degli aforismi (Rubbettino) AA.VV. a cura di Fausto Capelli
  • Frammenti dell'anima. Aforismi (Ermes) di Mariano Ciarletta
  • Irriverenze (L'Ossessione Espressa) di Galgano Guidotti
  • Liomax... pensò anche nel 2015 (Aletti) di Liomax D'Arrigo
  • Aforismi e pensieri (Sensoinverso Edizioni) di Manuele Pedretti
  • Pensieri aristocratici ed aforismi in un sottoscala (Gruppo Albatros Il Filo) di Mara Rotundi 
  • Essere e sapere. Aforismi e concetti (Booksprint) di Lorenzo Schon 
  • I calci in culo fanno punteggio. Radio aforismi sulla vita (Wingsbert House) di Enrico Vaime 
Ebook di aforismi gratis
3. Ebook gratuiti di Aforismi
Su internet esistono diversi ebook di aforismi, in versione integrale, scaricabili gratuitamente. Si tratta di libri elettronici (in formato ePub, PDF, ecc.) di genere aforistico di pubblico dominio, e pertanto liberamente utilizzabili senza dover chiedere alcuna autorizzazione e senza dover corrispondere alcun compenso per i diritti d’autore. Si ricorda che secondo la legge italiana, un libro diventa di pubblico dominio quando sono trascorsi 70 anni dalla morte del suo autore. Dunque il tutto è assolutamente legale, non si tratta di pirateria. In pratica, i testi digitali si possono scaricare e leggere immediatamente sul proprio PC o sul proprio lettore ebook, senza dover fare alcun tipo di pagamento o di registrazione. Anche questo è il bello di internet! I principali siti nei quali è possibile reperire opere aforistiche di pubblico dominio in formato elettronico (e-book) sono: 
  • Google Libri: (versione italiana di Google Book Search) consente la ricerca nel testo di milioni di libri digitalizzati antichi e moderni. Nel caso in cui il volume digitalizzato non sia protetto da copyright, Google permette di consultarlo integralmente online o di scaricarlo gratuitamente. 
  • Internet Archive: biblioteca digitale che ha lo scopo di consentire un accesso universale alla conoscenza. Internet Archive è un'associazione no profit, riconosciuta ufficialmente negli Stati Uniti d'America, che si batte per una Internet libera e aperta.
  • Liber Liber: è una organizzazione ONLUS che ha per scopo la promozione dell'accesso libero alla cultura. Contiene centinaia di testi, prevalentemente classici della letteratura italiana.
  • Project Gutenberg: (in italiano: Progetto Gutenberg) contiene migliaia di testi, per la maggior parte di pubblico dominio, o perché mai coperti da diritto d'autore (o da copyright), o perché decaduti.
Tra gli ebook scaricabili gratuitamente dai siti sopra elencati, si segnalano i seguenti:
  1. Francesco Algarotti: Pensieri diversi, 1765 (da Google Libri)
  2. Bartolomeo da San Concordio: Ammaestramenti degli antichi, ca. 1305 (da Google Libri)
  3. Ambrogio Bazzero: Lacrime e sorrisi, in Storia di un'anima, 1873 (da Project Gutenberg)
  4. Cesare Beccaria: Pensieri staccati, in Scritti e lettere inediti, 1765/70 (da Internet Archive)
  5. Cesare Beccaria: Pensieri diversi,  in Scritti e lettere inediti, 1765/70 (da Internet Archive)
  6. Tommaso Campanella: Aforismi politici, 1601 (da Google Libri)
  7. Denis Diderot: Pensieri filosofici - Pensées philosophiques, 1746 (da Google Libri)
  8. Pietro Ellero: La tirannide borghese, 1879 (da Internet Archive)
  9. Francesco Guicciardini: Ricordi, 1512/30 (da Liber Liber)
  10. Alessandro Knips Macoppe: Cento aforismi medico-politici, 1795 (da Google Libri)
  11. François de La Rochefoucauld: Reflexions ou sentences et maximes morales, 1678 (da Google Libri)
  12. Pierre-Marc-Gaston de Lévis: Maximes et réflexions sur divers sujets, 1808 (da Google Libri)
  13. Raimondo Montecuccoli: Della Guerra col Turco in Ungheria, 1704 (da Google Libri)
  14. Antoine Rivarol: Maximes, pensées et paradoxes, 1852 (da Google Libri)
  15. François des Rues: Le margherite francesi, 1598 (da Google Libri)
  16. Madeleine de Souvré de Sablé: Maximes, 1678 (da Google Libri)
  17. Niccolò Tommaseo: Aforismi della scienza prima, 1837 (da Google Libri)
  18. Niccolò Tommaseo: Pensieri morali, 1845 (da Google Libri)
  19. Iginio Ugo Tarchetti (1839-1869): Pensieri, in Racconti fantastici, 1869 (da Liber Liber)
  20. Giambattista Vico: Principi di scienza nuova,1725/1744 (da Google Libri)
4. Antologie aforistiche
Qui di seguito, le migliori antologia di aforismi veri e propri mai pubblicate in Italia. Il classico Scrittori italiani di aforismi a cura di Gino Ruozzi; Moralisti francesi a cura di Adriano Marchetti; e Il libro degli aforismi a cura di Federico Roncoroni.

Scrittori italiani di aforismi
Una menzione particolare meritano i due seguenti libri che raccolgono una vasta selezione di aforismi di autori italiani più o meno noti, entro uno spazio temporale che va dal Duecento alla fine del Novecento. Grazie a Gino Ruozzi, curatore dell'opera e uno dei maggiori esperti italiani di forme letterarie brevi, per la prima volta il percorso del genere aforistico in Italia viene presentato in modo organico. Aforismario non può che consigliare a tutti gli appassionati del genere la lettura di questa vera e propria enciclopedia degli aforisti italiani (suddivisa in due volumi), della quale si dà qui di seguito una breve descrizione. (Gino Ruozzi è professore associato confermato di Letteratura italiana nella Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Bologna. I suoi studi sono in particolare rivolti alla tradizione italiana ed europea delle forme brevi: aforismi, pensieri, massime, epigrammi, favole, apologhi, bestiari, facezie, dal Medioevo al Novecento).

Scrittori italiani di aforismi - Vol. 1
A cura di Gino Ruozzi
Editore Mondadori, 1994
Collana I Meridiani - Pagine 1464

Questo primo volume degli scrittori italiani di aforismi comprende una cinquantina di autori dal Duecento all'Ottocento. Il testo si apre con una prefazione di Giuseppe Pontiggia intitolata "L'aforisma come medicina dell'uomo", seguita da un'introduzione generale del prof. Gino Ruozzi: "Nereo il Giusto". Seguono poi le note critiche e bio-bibliografiche ad introduzione di ogni singolo autore: Taddeo Alderotti, Bonvesin da la Riva, Bartolomeo da San Concordio, Paolo da Certaldo, Leon Battista Alberti, Leonardo da Vinci, Francesco Guicciardini, Ortensio Landa, Leonardo Fioravanti, Giovan Francesco Lottini, Orazio Rinaldi, Cesare Speciano, Ciro Spontone, Paolo Sarpi, Tommaso Campanella, Carlo Emanuele I di Savoia, Alessandro Tassoni, Santorio Santorio, Fulgenzio Micanzio, Tommaso Roccabella, Emanuele Tesauro, Salvator Rosa, Raimondo Montecuccoli, Giambattista Vico, Alessandro Knips Macoppe, Francesco Chiari, Francesco Algarotti, Francesco Maria Zanotti, Cesare Beccaria, Ettore Mazzucchelli, Giambattista Giovio, Marco Alberici, Carlo Giuseppe Londonio, Michele Colombo, Giacomo Leopardi, Niccolò Tommaseo, Raffaello Lambruschini, Savino Savini, Carlo Leoni, Aristide Gabelli, Francesco Crispi, Carlo Dossi, Giovanni Gaggino, Arturo Graf, Pietro Ellero. Chiude il volume una bibliografia generale, l'indice degli argomenti e l'indice dei nomi.

Scrittori italiani di aforismi - Vol. 2
A cura di Gino Ruozzi
Editore Mondadori, 1996
Collana I Meridiani - Pagine 1696

Questo secondo volume degli scrittori italiani di aforismi comprende una cinquantina di autori e compie un percorso di novant'anni che attraversa fasi cruciali della storia contemporanea. Il testo si apre con un'introduzione del prof. Gino Ruozzi dal titolo "L'esperienza ferita". Nelle pagine successive, di ogni autore citato sono riportate un'introduzione bio-bibliografica e critica, che precede la selezione degli aforismi. Gli autori presentati in questo tomo sono, in ordine cronologico: Giuseppe Prezzolini, Ugo Bernasconi, Federigo Tozzi, Giovanni Papini, Ardengo Soffici, Italo Tavolato, Aldo Palazzeschi, Giovanni Boine, Dino Campana, Vincenzo Cardarelli, Riccardo Bacchelli, Domenico Giuliotti, Leo Longanesi, Mino Maccari, Bruno Barilli, Anselmo Bucci, Giuseppe Rensi, Achille Campanile, Sergio Solmi, Angelo Gatti, Carlo Belli, Ugo Ojetti, Alessandro Alvisi, Arturo Martini, Umberto Saba, Massimo Bontempelli, Camillo Sbarbaro, Antonio Delfini, Roberto Bazlen, Ennio Flaiano, Franco Fortini, Marcello Marchesi, Fausto Melotti, Raffaello Franchini, Davide Lopez, Alessandro Morandotti, Guido Ceronetti, Sergio Quinzio, Dino Basili, Gesualdo Bufalino, Ferruccio Masini, Piergiorgio Bellocchio, Cesare Viviani, Carlo Gragnani, Lalla Romano, Romano Amerio, Manlio Sgalambro, Giuseppe Pontiggia, Francesco Burdin, Alda Merini, Maria Luisa Spaziani, Mario Andrea Rigoni. Chiudono il volume un indice degli argomenti e un indice dei nomi.

Il libro degli aforismi 
Curatore: Federico Roncoroni 
Editore: Mondadori, 1999 

Pensose riflessioni e massime brillanti sono inserite, come gemme preziose, in tutte le opere letterarie: ne pullulano i poemi antichi e i romanzi, le liriche di ogni tempo e paese, i drammi e persino i melodrammi. Quasi si direbbe che la tendenza alla battuta breve e sentenziosa seduca un po' tutti, dai poeti ai prosatori, dagli umoristi ai filosofi, dai saggisti ai giornalisti, senza distinzione di epoca e di cultura. Di fatto, numerose sono, fin dai tempi antichi, le raccolte di massime e di pensieri: compendiosi volumi che contengono, selezionati per temi e argomenti, le belle frasi dei più famosi personaggi dell'evo antico e moderno: cioè a dire, tutto quello che sull'«amore», sull'«amicizia», sull'«adulazione», sull'«ambizione», sull'«anima» e sul «bacio» è stato detto: tutte citazioni citabili, utili sia per chi, a corto di idee, deve avviare o concludere un articolo, una lettera o un discorso, sia per chi vuole fare bella figura con gli amici spendendo con poca fatica una cultura che non ha. L'aforisma, invece, è un'altra cosa. È un vero e proprio genere letterario autonomo e come tale ha pochi e raffinati cultori, ma esiste da sempre. Da sempre, infatti, l'uomo ama le frasi brevi e sentenziose cui affidare il frutto delle sue esperienze e le sue considerazioni sulla vita, sugli accidenti positivi e negativi dell'esistenza, sui vizi e sulle virtù dei suoi simili e su tante altre cose. Certo, chi alla filosofia richiede sistematicità di costruzione e organicità di pensiero non vorrà concedere agli aforisti nome e qualità di filosofi e preferirà considerarli moralisti o forse psicologi o forse letterati, anche se il primo titolo non lo meritano e gli altri due suonano parziali e riduttivi. Chi, invece, della filosofia ha una concezione meno rigida e meno schematica e al di là della sistematicità formale sa cogliere la profondità reale del pensiero, non esiterà a considerare filosofi, quale più e quale meno, anche quelli tra loro che non furono tali storicamente o come tali non sono registrati negli annali della filosofia. Di fatto, come acutamente osservava Fausto M' Bongioanni, «anche la meditazione sull'indole e sui costumi dell'uomo ha il suo degno posto nella filosofia, ossia nell'interiore eccellenza della cultura. Né conviene negare la qualifica di filosofia a quella filosofia che ha il solo torto di parere un po' troppo facile alla lettura». Indubbiamente, non tutti gli autori di aforismi che seguono meritano questa qualifica, come non tutti meritano la stessa considerazione, e il lettore saprà certamente individuare tra i tanti quelli la cui voce suona più acuta, più limpida e più originale: quelli che hanno qualcosa da dire e lo dicono in modo stimolante, condensando un pensiero non banale in una scrittura essenziale, chiara e efficace. Ma tutti meritano di essere ritenuti nel novero di amici con cui incontrarsi e confrontarsi di tanto in tanto. Anche tra gli amici ce ne sono alcuni che sono più cari degli altri e con cui si sta più volentieri perché danno più degli altri. E come non è bello ritrovarsi troppo spesso con troppi amici, perché nella confusione delle presenze e delle voci si perde il piacere del dialogo approfondito e veramente piacevole, così l'uso peggiore che si può fare di questo libro di aforismi è quello di leggerlo tutto di seguito o di leggere in blocco tutti gli aforismi di questo o di quell'autore. La cosa migliore da fare è quella di tenere il libro a portata di mano, sulla scrivania o sul comodino, e di sfogliarlo di tanto in tanto, per leggere qua e là, come a caso, quello che tanti amici hanno da dirci, se non da insegnarci.

Moralisti francesi
La migliore antologia aforistica pubblicata in Italia riguardante i moralisti francesi, è quella curata da Adriano Marchetti, professore associato di Letteratura Francese alla Facoltà di Lingue e letterature Straniere dell’Università degli Studi di Bologna.

Moralisti francesi
Classici e contemporanei
A cura di Adriano Marchetti
Traduzione: Adriano Marchetti, Andrea Bedeschi e Davide Monda
Editore: BUR Biblioteca Universale Rizzoli, 2008
Collana: Classici moderni - Pagine: 760

Una menzione particolare tra i libri di aforismi consigliati da Aforismario, merita sicuramente questa bella antologia di scrittori di aforismi francesi pubblicata nella Biblioteca Universale Rizzoli nel 2008 e curata dal prof. Adriano Marchetti. La raccolta va da Montaigne ai moralisti classici del XVII secolo, fino agli aforisti contemporanei. Qui di seguito una breve descrizione. Osservare il mondo, studiarne i fenomeni, trarne conclusioni che abbiano un valore condivisibile e che fungano da radiografie del tempo presente: questo hanno fatto nel corso dei secoli gli autori che oggi possiamo annoverare nella categoria dei moralisti. Coloro i quali, con grandissimo rigore espressivo, funzionale alla necessità di essere immediatamente efficaci, hanno saputo individuare i principi regolatori dell'esistenza umana. Difficile tratteggiare i lineamenti del moralista, difficile dire in che modo, seguendo il filo che congiunge gli eredi di Montaigne a quelli di Chateaubriand, di Baudelaire o di Gide, gli atteggiamenti del filosofo, dello scrittore e del poeta si intreccino e dialoghino nello stesso autore. Non meno arduo è determinare la complessità di significati e di forme assunte oggi da questi intellettuali. Lungi dalla pretesa di ipotizzare un canone esaustivo, questa antologia, frutto del lungo lavoro di ricerca svolto da Adriano Marchetti, con Andrea Bedeschi e Davide Monda, vorrebbe tracciare un profilo attendibile di una figura peculiare nella storia della cultura francese, a partire dal momento di crisi complessiva costituito dalle guerre di religione fino al tempo, preparato dal sospetto e ritmato dalla caduta di valori condivisi, del nostro presente. Si raccolgono così esempi significativi, perché ciò che rende il moralista un letterato sui generis è appunto la qualità della scrittura, che egli deposita con caparbietà in forme prevalentemente concise, e attraverso la quale esprime il suo statuto di autore esigente, sofisticato, di spirito brillante e irrequieto. Il volume si apre con un'introduzione di Adriano Marchetti, seguita dagli aforismi di tutti i vari autori. Per ognuno di essi è riportata anche una esaustiva nota bio-bibliografica. Gli autori di cui sono stati selezionate le massime sono, in ordine cronologico: Michel de Montaigne, Pierre Matthieu, François de Sales, François des Rues, Jean Puget de La Serre, Madame de Sablé, Madame de Scudéry, François de La Rochefoucauld, Abbé d'Ailly, Damien Mitton, Roger Bussy-Rabutin, Jean de La Fontaine, Blaise Pascal, Pseudo-Pascal, Jean Domat, Étienne-François de Vernage, Bonaventure d'Argonne, Marguerite Hessein de La Sablière, Jean de La Bruyère, Charles Dufresny, Montesquieu, Voltaire, Jean-Jacques Rousseau, Denis Diderot, Vauvenargues, Charles-Joseph de Ligne, Chamfort, Antoine Rivarol, Xavier de Maistre, François-René de Cahateaubriand, Stendhal, Alfred de Vigny, Honoré de Balzac, Victor Hugo, Charles Augustin de Sainte-Beuve, Alphonse Karr, Louise-Victorine Ackermann Choquet, Henry-Frédeéric Amiel, Charles Baudelaire, Gustave Flaubert, Anatole France, Isidore Ducasse, Léon Bloy, Remy de Gourmont, Jules Renard, Julien Benda, André Gide, Paul Valéry, Max Jacob, Francis Picabia, Francis de Miomandre, Jean Giraudoux, Georges Braque, François Mauriac, Marcel Jouhandreau, Pierre Reverdy, Jean Cocteau, Paul Morand, Joè Bousquet, Henri Michaux, Michel Leiris, Malcom de Chazal, Luois Scutenaire, René Char, Roger Judrin, Emile Cioran, Robert Pinget, Georges Perros, Roger Munier, Michel Tournier, Jean Baudrillard, Jude Stéfan, Pierre Oster, Pascal Quignard. Chiude il volume un elenco delle fonti bibliografiche.

5. Pubblicare un libro di aforismi
Finché c'è vita non c'è speranza
Prima di entrare in argomento, è bene fare una breve premessa sulla situazione editoriale oggi in Italia. Secondo recenti dati ISTAT, ogni anno si pubblicano in Italia circa 60.000 libri, il 20% dei quali è costituito da romanzi e racconti. A questa vasta produzione libraria corrisponde una percentuale di lettori (cioè di persone di sei anni e più che leggono almeno un libro l'anno) che non supera il 46% della popolazione. Di questa percentuale – già di per sé non entusiasmante –  i lettori cosiddetti "forti", cioè quelli che in un anno leggono 12 o più libri, sono soltanto il 14,5% del totale. Da notare che la maggioranza dei lettori predilige libri di genere narrativo: romanzi, racconti, gialli, rosa, noir, thriller, fantascienza, ecc., e spesso soltanto quelli più pubblicizzati. Se questo è il quadro della situazione, è facile comprendere cosa debba aspettarsi chiunque desideri pubblicare un libro di aforismi oggi in Italia: nel migliore dei casi, la propria opera sarà letta da poche decine di persone (compreso amici e parenti), mentre la maggior parte delle copie finirà al macero. Tuttavia, se nonostante questa scoraggiante prospettiva si volesse pubblicare ugualmente il proprio libro, sarebbe bene –  per non dire doveroso –  "testare" almeno la qualità dei propri aforismi; la cosa più difficile per un autore, infatti, è giudicare obiettivamente la propria opera, di solito la si sopravvaluta. Pertanto, sarebbe bene che l'aforista esordiente sfruttasse le opportunità offerte dal web, cominciando a pubblicare i propri aforismi su qualche sito o blog, o, ancora meglio, su twitter o in una pagina facebook creata appositamente, dove è possibile verificare con immediatezza la risposta dei lettori. Se questi cominciano a diventare qualche migliaio e i commenti favorevoli non mancano, allora si può cominciare a prendere in considerazione l'idea di realizzare un libro. Tra l'altro, pubblicare i propri aforismi sul web può essere un modo per farsi notare da qualche editore. A questo punto sorgono due possibilità: si può optare per l'autopubblicazione  o per una casa editrice tradizionale. Nel primo caso, si possono consultare i vari siti di self publishing e decidere quello che si trova più conveniente rispetto alle proprie esigenze. Tra i siti di auto-pubblicazione più noti vi sono: ilmiolibro.itLuluNarcissus.meYoucanprint.it. Se, invece, si sceglie di pubblicare il proprio libro presso una casa editrice tradizionale, è bene sapere sin da subito che, tranne rare eccezioni, le uniche case editrici disponibili a pubblicare l'opera aforistica di un autore esordiente, saranno non soltanto quelle "minori", ma anche quelle che richiedono un contributo spese per la pubblicazione, che può variare dai 1.000 ai 3.000 euro! Pubblicare un libro oggi è, dunque, molto semplice: basta pagare; bisogna vedere, però, se ne vale davvero la pena, e questa decisione spetta solo all'autore. Come si è detto sopra, la cosa più difficile per un autore, specie se esordiente, è valutare in maniera obiettiva la propria opera. Pertanto, prima di pubblicare un libro di aforismi bisognerebbe porsi alcune domande. Si conosce la letteratura aforistica? Se ne conosce la storia? Si ha, perlomeno, qualche rudimento sulla tecnica di scrittura aforistica? Si sono letti i libri degli aforisti del passato e di quelli contemporanei? Chi non possa rispondere in maniera affermativa a tutte queste domande, sarebbe meglio che per il momento accantonasse l'idea di pubblicare un libro e cominciasse seriamente a studiare. Chi, alla fine di questo non facile percorso, giungerà alla tanto agognata pubblicazione del proprio libro di aforismi, sappia, comunque, che sul sito Aforismario troverà un spazio gratuito per la sua promozione.

6. Editori di aforismi
Com'è noto, in Italia l'aforisma non ha la stessa diffusione editoriale di altri generi letterari, quali ad esempio: il romanzo, il racconto, la poesia, il saggio, ecc., tuttavia, vi son alcune importanti case editrici che hanno dedicato, e dedicano, ampio spazio nelle loro collane agli autori di aforismi. Qui di seguito, un breve elenco dei più noti editori italiani di libri aforismi veri e propri. Sono escluse da questo elenco le raccolte di citazioni.

Abscondita - Milano. 
La casa editrice Abscondita si segnala nell'editoria aforistica per l'interessante collana "Carte d'artista", nella quale sono pubblicati testi aforistici (note, appunti, aforismi veri e propri, ecc.) di grandi artisti. Tra gli autori pubblicati si possono ricordare: Georges Braque, Costantin Brâncuşi, Eugène Delacroix e Mario Sironi.

Adelphi - Casa editrice fondata a Milano da Luciano Foà e Roberto Olivetti nel 1962.
L'Adelphi è sicuramente la casa editrice italiana che più di ogni altra ha contribuito alla diffusione dell'aforisma nel nostro Paese, pubblicando non soltanto testi aforistici di grandi autori, ma anche di autori assai poco conosciuti. Un piccolo ma significativo particolare di questa attenzione dell'Adelphi per l'aforisma, è che tra i vari temi presenti nel suo catalogo online, vi è quello degli "Aforismi e frammenti", di solito assente nei cataloghi di altre grandi case editrici. Tra le opere aforistiche più note pubblicate dall'Adelphi vanno ricordate quelle di Elias Canetti,  di Emil Cioran, di Friedrich Nietzsche, di Paul Valéry, "Detti e contraddetti" di Karl Kraus, "Parerga e paralipomena" di Arthur Schopenhauer, ecc. Tra gli autori meno noti in Italia, almeno prima che fossero pubblicati proprio dall'Adelphi, si possono ricordare: Nicolás Gómez Dávila, Adam Phillips, Vasìlij Ròzanov, eccetera. Naturalmente non mancano gli autori di testi aforistici italiani, come: Guido Ceronetti, Carlo Dossi, Ennio Flaiano, Paolo Milano, Guido Morselli, Sergio Quinzio, Manlio Sgalambro e (purtroppo da qualche anno fuori catalogo) Fausto Melotti. 

Bompiani - Casa editrice fondata a Milano da Valentino Bompiani nel 1929. 
Seppure la Bompiani non ha dedicato grande spazio all'aforisma, ha comunque pubblicato alcuni noti libri di aforismi e di genere aforistico che vale la pena ricordare, quali: "Il malpensante" e "Bluff di parole" di Gesualdo Bufalino, "Il grillo parlante" e "La volpe e l'uva" di Roberto Gervaso; "Pensieri spettinati e "Altri pensieri spettinati" di Stanislaw Jerzy Lec; "Diario degli errori" e "Frasario essenziale" di Ennio Flaiano (attualmente fuori catalogo); "Taccuini" di Albert Camus.

Einaudi - Casa editrice fondata a Torino da Giulio Einaudi nel 1933. 
La casa editrice Einaudi più che libri di aforismi, ha pubblicato vari testi di "genere aforistico", che costituiscono comunque una piccolissima parte rispetto alla sua vasta produzione editoriale. Tra i titoli pubblicati: "Minima moralia" di Theodor Adorno;  "L'ultimo paradosso" di Alberto Asor Rosa; "Capricci di vegliardo e taccuini inediti" di Bruno Barilli; Pensieri di un libertino di Arrigo Cajumi; "Il mestiere di vivere" di Cesare Pavese. "Scorciatoie" di Umberto Saba.

Mondadori - Casa editrice fondata a Ostiglia da Arnoldo Mondadori nel 1907. 
Rispetto ad altri generi letterari, l'aforisma costituisce una piccolissima parte della grande produzione editoriale della Mondadori. Tra i titoli più noti pubblicati si possono ricordare: "Tagliar corto", "Amici amici" e "I violini di Chagall" di Dino Basili; "I pensieri di Bellavista" di Luciano De Crescenzo; "L'amore è eterno finché dura" di Roberto Gervaso; "Sabbie immobili" e "Prima persona" di Giuseppe Pontiggia; i libri ormai fuori catalogo: "Sale e tabacchi" di Piero Chiara e "Le massime e i caratteri" di Angelo Gatti. Infine, non si possono non ricordare la fondamentale antologia pubblicata nella collana dei "Meridiani": "Scrittori italiani di aforismi", curata da Gino Ruozzi, e "Il libro degli aforismi" curato da Federico Roncoroni.

il Mulino - Casa editrice fondata dal gruppo promotore della rivista il Mulino nel 1954. 
La Società editrice il Mulino, in collaborazione con il Dipartimento di Lingue e Letterature straniere moderne dell’Università di Bologna, dal 2001 ha creato all'interno del suo catalogo una collana dedicata alle forme letterarie brevi, dal significativo titolo di Scorciatoie: “'Scorciatoie sono − come dice il dizionario − vie più brevi per andare da un luogo ad un altro. Sono a volte, difficili; veri sentieri per capre. Possono dare la nostalgia delle strade lunghe, piane, dritte, provinciali'. Lo scriveva Saba in apertura alle sue Scorciatoie e raccontini, suggerendo il titolo per questa collana dedicata alle “forme aperte”: forme brevi non comprese nei generi letterari fondamentali e spesso di problematica definizione; forme tradizionalmente trascurate per la loro provocante novità, contrarie all’oratoria rotonda, congeniali all’esperimento e inclini a varcare i confini nazionali e disciplinari. I “sentieri per capre” conducono a erbe amarognole e saporitissime". Tra i titoli pubblicati da il Mulino: "Retoriche della brevità" di Maria Teresa Biason, "La scrittura aforistica" di Giulia Cantarutti, "La "Maxime" Saggi per una tipologia critica" di Corrado Rosso, "Pensieri morali" di Niccolò Tommaseo a cura di Gino Ruozzi.

Rizzoli (BUR) - Casa editrice fondata a Milano da Angelo Rizzoli nel 1949. 
La Rizzoli, nella nota collana "BUR" (Biblioteca Universale Rizzoli), ha dato ampio spazio ai libri di aforismi, con la pubblicazione di molti classici che hanno fatto la storia di questo genere letterario. Basti ricordare: "Massime" di François de La Rochefoucauld; "Massime e pensieri" di Nicolas de Chamfort; "Lo scandaglio dell'anima" di Georg Lichtenberg; "Massime e riflessioni" di Johann Wolfgang Goethe; "Frammenti" di Novalis, ecc. Infine, bisogna ricordare la bella antologia pubblicata nella BUR: "Moralisti francesi classici e contemporanei", curata da Adriano Marchetti.

Note
Se sei un autore di aforismi e hai pubblicato un libro che non compare nell'elenco riportato sopra, puoi segnalarlo ad Aforismario attraverso il form dei contatti qui a destra.

Nessun commento: