Aforismi e aforisti del '900

Selezione dei migliori aforismi creati dai più grandi aforisti del '900. Da in punto di vista letterario, si può dire che il Novecento sia stato il secolo dell'aforisma. In questi anni, infatti, la scrittura aforistica oltre ad avere una grande diffusione, con tantissime pubblicazioni, raggiunge vertici stilistici straordinari grazie a grandi aforisti come Cioran, Flaiano, Kraus, ecc. Per farsi un'idea della quantità e della qualità dell'aforisma del '900, è sufficiente leggere questa grande raccolta, che riporta le opere dei più grandi scrittori di aforismi del XX secolo, sia italiani sia stranieri. Tutti gli aforismi sono disposti in ordine alfabetico secondo il nome dell'autore. Agli autori di maggior importanza e con un numero rilevante di aforismi, è stata dedicata una pagina a sé, alla quale, come indicato di volta in volta, si rimanda. Nella sezione "Aforistica" del sito Aforismario, trovi anche "Aforisti contemporanei" e "Aforisti inediti".
Aforismi e Aforisti antichi e moderni - XX secolo
Aforisti del '900
Peter Altenberg - Romano Amerio - Augusta Amiel-Lapeyre - Lucien Arréat - Alberto Asor Rosa - Bruno Barilli - Alexandre Barivault - Natalie Clifford Barney - Dino Basili - Roberto Bazlen - Carlo Belli - Piergiorgio Bellocchio - Ugo Bernasconi - Umberto Boccioni - Giovanni Boine - Massimo Bontempelli - Joë Bousquet - Constantin Brâncuşi - Georges Braque - Paul Brulat - Anselmo Bucci - Gesualdo Bufalino - Francesco Burdin - Vittorio Buttafava - Arrigo Cajumi - Dino Campana - Elias Canetti - Vincenzo Cardarelli - Alfonso Hernández Catá - Manlio Cecovini - Paul Celan - Umberto Cerroni - René Char - Malcolm de Chazal - Emil Cioran - Jean Cocteau - Mason Cooley - Maurizio Costanzo - Georges Courteline - Auro D'Alba - Georges Elgozy - Ennio Flaiano - Raffaello Franchini - Joan Fuster - Giovanni Gaggino - John Garland Pollard - Angelo Gatti - Domenico Giuliotti - Arturo Graf - Carlo Gragnani - Peter Handke - Hugo von Hofmannsthal - Elbert Hubbard - Jean Josipovici - Karl Kraus - Stanisław Jerzy Lec - Mattia Limoncelli - Leo Longanesi - Davide Lopez - Mino Maccari - Marcello Marchesi - Arturo Martini - Ferruccio Masini - Mignon McLaughlin - Fausto Melotti - Luigi Meneghello - Alda Merini - Henri Michaux - Paolo Milano - Paul Morand - Alessandro Morandotti - Wilhelm Mühs - Roger Munier - Jacques Normand - Ugo Ojetti - Aldo Palazzeschi - Giovanni Papini - Georges Perros - Marino Piazzolla - Pitigrilli - Enrique Jardiel Poncela - Giuseppe Pontiggia - Antonio Porchia - Giuseppe Prezzolini - Sergio Quinzio - Charles Régismanset - Henri de Régnier - Pierre Reverdy - Sergio Ricossa - Lalla Romano - Emilio Roncati - Jean Rostand - Helen Rowland - Vasìlij Ròzanov - Umberto Saba - Ramón Gómez de la Serna - Renzo Sertoli Salis - Camillo Sbarbaro - Louis Scutenaire - George Bernard Shaw - Umberto Simonetta - Mario Sironi - Ardengo Soffici - Sergio Solmi - Maria Luisa Spaziani - Jude Stéfan - Italo Tavolato - Federigo Tozzi - Bertrand Vac - Julien de Valckenaere - Paul Valéry - Anacleto Verrecchia - Amadeus Voldben - Ludwig Wittgenstein.

Peter Altenberg
(Richard Engländer) Vienna 1859 - 1919 - Scrittore, poeta e aforista austriaco. A questo autore Aforismario ha dedicato un'intera pagina. Leggi tutti i migliori aforismi di Peter Altenberg

Romano Amerio
Lugano 1905 - 1997 - Teologo, filologo e filosofo svizzero. Leggi tutti i migliori pensieri di Romano Amerio

Augusta Amiel-Lapeyre
A questa autrice Aforismario ha dedicato un'intera pagina. Leggi tutti i migliori aforismi di Augusta Amiel-Lapeyre

Lucien Arréat
1841 - 1922 - Scrittore e filosofo francese
Selezione Aforismario
Riflessioni e massime
Réflexions et maximes, 1911
[Traduzione dal francese di Giovanni Soriano]
  • Primum vivere, o primum philosophari? Io risponderei volentieri che vivere e filosofare sono la medesima cosa.  
  • "Dio non ha fatto tutti i poveri", dice un proverbio. − Sì, ma ha fatto tutti gli imbecilli. 
  • Sì, no: il modo di dire queste due parole esprime tutto un carattere.
  • Chiedere alla vita ciò che essa non ci può dare; dimenticare che il domani arriva sempre: due modi di preparare la propria infelicità. 
  • Ciò che conta nel fervore dell'adolescenza, non è l'oggetto dell'emozione, ma l'emozione stessa.
  • La carezza di una persona cara, il contatto con qualcosa di morbido culla il nostro dolore meglio di tutti i ragionamenti del mondo. 
  • A forza di complicarci la vita, non sappiamo più godere della vita. 
  • La malinconia dei giovani non è che desiderio della felicità; quella dei vecchi ne è il rimpianto. 
  • I grandi uomini cominciano a vivere quando muoiono. 
  • La peggiore ignoranza è quella che viene da un po' di scienza.
Alberto Asor Rosa
Roma 1933 - Scrittore e critico letterario italiano
Selezione Aforismario
L'ultimo paradosso
1985
  • Famiglia. La famiglia è una caduta a grappolo verso la morte: invece di precipitare da soli, si precipita in compagnia, stringendosi reciprocamente le mani − per consolazione. 
  • Giochi di carte. Le carte ci hanno insegnato che non si gioca per divertirsi ma per vincere. 
  • I grandi libri. Ogni grande libro è stato scritto dall'autore per se stesso. 
  • Il grande giocatore. La forza del grande giocatore consiste nella capacità di rimettere in gioco ogni volta tutto.
  • La voce del potere. Il potere si assuefà alla propria voce. Quando l'assuefazione è completa, la scambia per la voce di Dio.
  • L'uomo vecchio. L'uomo vecchio ha solo convinzioni (possibile variante: L'uomo è vecchio quando ha solo convinzioni). 
  • Mestiere. Chi non ha mestiere non è nessuno, ma se si è solo mestiere, si è nessuno lo stesso. Cambiare mestiere è necessario almeno una volta nella vita. 
  • Molte strade. Non c'è mai una sola strada per arrivare nel medesimo luogo.
  • Normalità. Non è facile essere normali.
  • Tecniche e tempo. Le tecnologie hanno allungato i tempi della vita e ne hanno accorciato la durata. Al dunque, si vive meno oggi che in passato.
  • Vecchio e giovane. È quasi più difficile essere un vecchio dignitoso che un giovane di buon senso. 
Bruno Barilli
Fano 1880 - Roma 1952 - Compositore, scrittore e critico musicale italiano. A questo autore Aforismario ha dedicato un'intera pagina. Leggi tutti i migliori aforismi di Bruno Barilli

Alexandre Barivault
Scrittore francese. Leggi tutti i migliori aforismi di Alexandre Barivault

Natalie Clifford Barney
A questa autrice Aforismario ha dedicato un'intera pagina. Leggi tutti i migliori aforismi di Natalie Clifford Barney

Dino Basili
A questo autore è stata dedicata un'intera pagina del sito Aforismario. Vedi i migliori aforismi di Dino Basili

Roberto Bazlen
Trieste 1902 - Milano 1965 - Critico letterario e aforista italiano.
Selezione Aforismario
Note senza testo
1945-1965 (postumo, 1970)
  • Già il fatto che abbia avuto [bisogno] di creare l'opera parla contro la vitalità di questo individuo.
  • L'àncora dell'umanesimo è affondata nella merda.
  • Le persone vicine vanno tenute lontano.
  • L'esagerata venerazione per l'intelligenza viene ancora dai tempi in cui era difficile essere intelligenti.
  • L'intelligenza è uno strumento − e questo strumento è finito in mano agli stupidi.
  • Non insegnare nulla alla gente: sono capaci di imparare.
  • Culture oblige.
  • Dio non perdonerà loro, perché ora l'umanità è matura e deve sapere che cosa fa.
  • È un mondo della morte − un tempo si nasceva vivi e a poco a poco si moriva. Ora si nasce morti − alcuni riescono a diventare a poco a poco vivi.
  • Era così intelligente che non capiva la sua cameriera.
  • Finalmente una donna con cui si può non parlare.
  • Jahwe vuole la famiglia. Cristo non vuole la famiglia. Risultato: la famiglia cristiana.
  • La diabolica tentazione di amare il nostro nemico.
  • La megalomania è il primo passo verso la grandezza.
  • Morire appagato e curioso
  • Non ci sono paradisi perduti, solo superati.
  • Progresso − dalla idiozia contadina alla banalità cittadina.
  • Una frazione di secondo di silenzio sulla terra.
Carlo Belli
Rovereto 1903 - Roma 1991 - Critico d’arte, scrittore, musicologo e pittore italiano.
Selezione Aforismario
Kn
1935
  • Che cosa sarà l'arte se non è umanità? Arte.
  • La bellezza della necessità è materia di scandalo per il pubblico abituato alla necessità della bellezza.
  • L'arte è maschio e agisce sull'uomo che è femmina.
  • L'arte è. Essa quindi non è altra cosa all'infuori di se stessa.
  • L'arte non è dolore, non è piacere, non è caldo, non è freddo. Essa non è in nessun modo un fatto umano.
  • L'opera d'arte non tollera la invadenza dell'autore. Essa non è responsabile di nulla di fronte al suo autore. Questi non è che il suo pubblico verso il quale essa non ha rapporto alcuno.
  • Non esiste un'arte per il pubblico, ma bensì un pubblico per l'arte. 
  • Occorre avere il buonsenso di non aver senso comune.
  • Scambiare l'arte con se stessi sarebbe il colmo della distrazione se non fosse il colmo della presunzione.
  • Tanto più si comprende l'arte, quanto meno si è umanità.
  • Valore disgiuntivo della congiunzione e: vi sono uomini e artisti.
Piergiorgio Bellocchio
Piacenza 1931 - Critico letterario e scrittore italiano.
Selezione Aforismario
Dalla parte del torto
1989
  • "...ci mettiamo dalla parte del torto, in mancanza di un altro posto in cui metterci". (Brecht, Diario di lavoro, 13.8.42).
  • Taci, il nemico non ti scolta.
  • Capisco l'auto giocattolo, la barchetta, l'aeroplano giocattolo. Mi sbalordisce invece che ci sia gente che si diverte con auto, barche, aerei veri...
  • "Beati quelli che hanno fame e sete di giustizia, perché saranno giustiziati".
  • "Non ho parole..." "Non dica nulla".
  • "Non ho parole..." "Ben detto!"
  • − Ho sempre finito per ottenere quello che volevo. E lei? − Anch'io, in un certo senso. Non ho mai voluto niente.
  • Slogan pubblicitario: "Chi non ride è fuori moda".
  • − I am o.k.! − I am k.o.
Ugo Bernasconi
A questo autore Aforismario ha dedicato un'intera pagina. Leggi tutti i migliori aforismi di Ugo Bernasconi

Umberto Boccioni
Reggio Calabria 1882 - Verona 1916 - Pittore e scultore italiano
Selezione Aforismario
Taccuini
1907-1908
  • Mi sembra che oggi mentre l’analisi scientifica ci fa vedere meravigliosamente l’universo, l’arte debba farsi interprete del risorgere poderoso, fatale d’un nuovo idealismo positivo. Mi sembra che l’arte e gli artisti siano oggi in conflitto con la scienza... C’è un malinteso. È vero questo che dico o mi sbaglio?
  • Se si vuol trovare oggi qualche amore nelle cose bisogna cercarlo oltre che in qualche pittore di quadri, in qualche decoratore od ornatista. E quel che mi sembra più sbagliato è che l’idea decorativa vada disgiunta dal quadro, ed è più mostruoso ancora che l’una sia inferiore all'altro. 
  • Chi sa guidare, orientare il proprio carattere, è padrone del proprio destino. 
  • Mi sembra che la caricatura resterà come espressione dell’epoca fino ad oggi ma d’un’epoca che ha innalzato ad Arte l’ironia frutto dello sconforto. La fede non è ironica. 
  • L’Arte imita la Natura, la Natura è Dio. L’imitazione di Dio è aspirazione al perfetto è religione. L’arte è religiosa. 
  • Oh! Ideale tu tu solo esisti! Non ricordo di chi sia questo grido ma ora è il mio.
Giovanni Boine
Finale Marina 1887 - Porto Maurizio 1917 - Scrittore, poeta e aforista italiano. Vedi i migliori aforismi di Giovanni Boine tratti da Frantumi.

Massimo Bontempelli
A questo autore è stata dedicata un'intera pagina del sito Aforismario. Vedi i migliori aforismi di Massimo Bontempelli

Joë Bousquet
Narbonne 1897 - Carcassonne 1950 - Poeta francese
Selezione Aforismario
Il silenzio impossibile
Le pays des armes rouillées, 1946-1947 (postumo, 1969)
  • Avrò vissuto invano se gli sforzi per riconciliare i fatti non mi cambiano la vita.
  • L'uomo non è, ma nasce. La sua esistenza è l'analogia interiore dei suoi istinti più alti; egli non è questa assonanza ma colui che la guarda. È spirito, e la sua vita è il segno di questo spirito.
  • Non esisteva, secondo me, avventura possibile che all'interno della coscienza.
  • Quel che una volta definivo il mio pensiero non era che la mia coscienza di oggi allo stato di sogno.
  • Ricordi che ci avvolgono, invece di rifugiarsi in noi.
  • Sono il punto d'incontro in cui la luce è preda del buio.
Constantin Brâncuşi
Peştişani 1876 - Parigi 1957 - Scultore rumeno
Selezione Aforismario
Aforismi
Aforismele lui Brâncuşi, 1994 (postumo)
  • Bisogna salire molto in alto, per vedere molto lontano.
  • C'è un fine in tutte le cose. Per arrivarci bisogna liberarsi di sé stessi. 
  • In un naufragio ci si aggrappa a un relitto per salvarsi. Anche le opere d'arte sono relitti.
  • Io non credo al tormento creativo. Il fine dell'arte è creare la gioia. Si crea artisticamente solo nell'equilibrio e nella pace interiore.
  • La semplicità nell'arte è, in generale, una complessità risolta.
  • L'arte non è un caso.
  • Quando si è nella sfera del bello non c'è bisogno di spiegazioni.
  • Tutti lavorano per non lavorare, a eccezione del vero artista.
Georges Braque
Argenteuil 1882 - Parigi 1963 - Pittore e scultore francese
Selezione Aforismario
Quaderni 1917-1947
Cahier 1917-1947, 1948
  • C'è una sola cosa che valga in arte: quella che non si può spiegare.
  • Contentiamoci di far riflettere, non cerchiamo di convincere.
  • Definire una cosa significa sostituire la definizione alla cosa.
  • Il vaso conferisce una forma al vuoto e la musica al silenzio.
  • La verità esiste, non s'inventa che la menzogna.
  • Mai avremo riposo. Il presente è perpetuo.
  • Non bisogna chiedere all'artista più di quanto possa dare, né al critico più di quanto possa vedere.
  • Non è lo scopo che interessa, sono i mezzi per conseguirlo.
  • Non opero come voglio, opero come posso.
  • Occorre avere sempre due idee: una per distruggere l'altra. Difendere un'idea è assumere un atteggiamento.
  • Pochi possono dirsi: "Sono qui". La gente si cerca nel passato e si vede nel futuro.
  • Si può deviare un fiume dal suo corso, non farlo risalire alla sorgente.
Paul Brulat
Saint-Jean-de-Muzols 1866 - Le Chesnay 1940 - Scrittore francese
Selezione Aforismario
Pensieri
Pensées, 1919
[Traduzione dal francese di Giovanni Soriano]
  • Basta un istante per fare un eroe, ma è necessaria una vita intera per fare un uomo onesto.
  • Certe persone sarebbero meno stupide, se fossero meno istruite.
  • Ci sono persone che non sanno mai ciò che vogliono, ma che lo vogliono con indomita energia.
  • Ciò che manca nella maggior parte degli uomini, non è il coraggio, ma il lungo coraggio.
  • Dimmi chi ti odia, e ti dirò chi sei.
  • È meglio amare che essere amati; è meglio infastidire che essere infastiditi.
  • Gli uomini stimano soltanto ciò che gli costa caro.
  • I processi dimostrano lo scarso valore della testimonianza umana.
  • I volti ingannano raramente. Si ha l'anima del proprio volto e il volto della propria anima.
  • La gelosia d'amore è un esasperato sentimento della proprietà.
  • La Giustizia condanna qualche scellerato per far credere agli altri di essere delle persone oneste.
  • Nella vita, bisogna scegliere: la noia o le noie.
  • Niente costa tanto caro come essere poveri.
  • Per scrivere bene, in versi come in prosa, niente eguaglia l'avere davvero qualcosa da dire.
  • Soltanto la mediocrità dura, tutto ciò che è intenso è destinato a perire rapidamente.
  • Una donna è spesso punita più per le sue virtù che per i suoi vizi.
Anselmo Bucci
A questo autore Aforismario ha dedicato un'intera pagina. Leggi tutti i migliori aforismi di Anselmo Bucci

Gesualdo Bufalino
A questo autore Aforismario ha dedicata un'intera pagina. Leggi tutti i migliori aforismi di Gesualdo Bufalino

Francesco Burdin
A questo autore è stata dedicata un'intera pagina del sito Aforismario. Vedi i migliori aforismi di Francesco Burdin

Vittorio Buttafava
Milano 1918-1983 - Giornalista e scrittore italiano. Vedi i migliori aforismi di Vittorio Buttafava

Arrigo Cajumi
Torino 1899 - Milano 1955
Giornalista, scrittore e critico letterario italiano
Selezione Aforismario
Pensieri di un libertino
1947/50
  • − Qual è quell'animale cieco, sordo, tardigrado, impotente, ostinato, che ogni cosa dimentica, nulla capisce, e persevera nell'errore? − Il risparmiatore, il risparmiatore!
  • «Pentito sempre, e non cangiato mai». Va a pennello.
  • Bisognerebbe davvero, in questo secolo d'idealisti con il cardo sotto la coda, dar l'esempio di un materialismo di buona lega, di un umanesimo epicureo.
  • Circa gli ebrei sono del parere di Voltaire: devono espiare di avere inventato il cristianesimo.
  • Finirò per pentirmi di aver dato confidenza a qualcuno. Bisogna vivere e crepare da soli.
  • Il buon amministratore è colui che – pur facendo i proprio affari – non delude l'altrui fiducia, remunera il capitale, paga onestamente e puntualmente gli interessi, e ne fa, anzi, un punto d'onore. Gli altri? Dei truffatori in buona o male fede, e meglio ancora i secondi dei primi. 
  • Il povero Ambrosini diceva che certe diatribe possono esser risolte solo con l'atto fisico: il peto, il rutto e così via. Per me ci sto.
  • In fondo, la grande lezione dei nostri tempi, sarà di dimostrare che, in pieno secolo XX, la massa non ha più indipendenza, cervello, autonomia, di quanto ne avesse nell'anno Mille.
  • Le astuzie di Bertoldo. Dopo che era stata rifiutata, lei e i suoi denari per il divorzio, cercava di far sapere attraverso i parenti, che andava a fare un gran matrimonio, con un altro.
  • Soltanto il vero libertino conosce quanto vi sia di orribile nella donna.
  • Un vecchio libro, un buon couchage, una torta o un caffè. Ecco tutti i piaceri della vita: e poi, bisognerà cancellarne, a mano a mano!
Dino Campana
Marradi 1885 - Scandicci 1932
Poeta italiano
Storie, 1916 (postumo, 1941)
  • Alcuni credono di dare il senso della loro profondità coll'estensione del loro lazzaronismo.
  • Il popolo d'Italia non canta più. Non vi sembra questa la più grande sciagura nazionale?
  • Il sapore dolciastro della letteratura femminile? Ma oggi è assai peggio: la femminilità idealista di se stessa, la democrazia evangelica morfinomane ecc., come i poeti dell'alta società.
  • L'arte è espressione. Ciò farebbe supporre una realtà. L'Italia è come fu sempre: teologica.
  • Quando un solo italiano, ragazzo s'intende, penserà di sputare sulla tomba di Machiavelli?
  • Viene alle lettere una generazione di ladruncoli. Chi vi insegnò l'arte del facil vivere fanciulli?
Elias Canetti
A questo autore è stata dedicata un'intera pagina del sito Aforismario. Vedi i migliori aforismi di Elias Canetti

Vincenzo Cardarelli
Corneto Tarquinia 1887 - Roma 1959 - Poeta e scrittore italiano
Parole all'orecchio, 1929
  • I giovani hanno timori esagerati, i vecchi fiducie eccessive. 
  • La morale chiama buono ciò che è vitale, cattivo il suo opposto. Non bisogna perdere di vista questo per essere giusti colla morale.
  • Non c'è, mi sembra, altro modo di trattare le donne e di parlarne che da cavalieri. Come non c'è miglior mezzo per schermirsi da esse che la galanteria.
  • Odio le improvvisazioni, i fuochi di paglia, i libri scritti tutti di seguito e che si leggono d'un fiato. L'epoca se ne compiace, ma il tempo non sa che farsene.
  • Pare uno scherzo il dirlo, ma ci si accorge di essere in qualche contatto con la natura da quando la si comincia a distinguere e dominare. 
  • Per essere italiani in arte non c'è che un modo: rifarsi all' altezza delle nostre spirituali tradizioni.
  • Poesia potrebbe anche definirsi: la fiducia di parlare a se stessi.
  • Potere scrivere una sentenza che non sia ortograficamente scorretta ed essenzialmente banale, è una qualità, in mezzo a letterati, che si paga sempre cara. Ai tempi che corrono poi, non ne parliamo.
  • Si potrebbe scrivere un capitolo sullo sbadiglio. L'uomo sbadiglia quando ha sonno, quando si sveglia, quando ha appetito, quando s'annoia: il che dimostra che lo sbadiglio è segno di buona salute e del regolare svolgimento delle funzioni animali.
  • Sono rari quei critici che potrebbero sostenere un colloquio a quattr'occhi con l'autore che hanno giudicato.
  • Un errore che commettiamo più di frequente, parlando colla donna, è quello di generalizzare sul di lei conto, di dire: le donne. C'è in ognuna di esse la presunzione di essere l'eccezione, l'unica, l'incomparabile. Il vedersi confusa colle altre offende la nostra compagna.
  • Un uomo di sughero è sempre sicuro di stare a galla.
Alfonso Hernández Catá
Aldeadávila de la Ribera 1885 - Río de Janeiro 1940 - Scrittore cubano
Selezione Aforismario
Zoologia pintoresca
1919
  • Avvoltoio. La volpe con le ali.
  • Baccalà. La mummia commestibile.
  • Cinghiale. Il porco militare, disposto a tutto.
  • Civetta. Imita il gufo come il semplice erudito imita il saggio.
  • Foca. Un'intelligenza eccezionale conservata in ghiaccio.
  • Ippopotamo. Il perfetto borghese nel bagno.
  • Mosca. Una precorritrice dell'aeroplano, che in un prossimo futuro sarà utilizzata per trasportare le immondizie.
  • Pipistrello. Pensiero di un topo: − I pipistrelli sono gli angeli della nostra specie.
  • Scarafaggio. Mi disprezzano per la doppia modestia di vestir sempre di scuro e di sostentarmi con cibi che nessuno oserebbe disputarmi. In quanti alberghi si mangia di peggio!
  • Stella di mare. Che orgoglio! Grazie a me, tutti i pesci credono che il cielo sia quaggiù.
  • Tartaruga. La pietra automobile.
  • Tordo. Volto vergine preraffaellita e corpo di matrona di Rubens.
Manlio Cecovini
Trieste 1914 - 2010 - Politico, saggista e aforista italiano. Vedi i migliori pensieri di Manlio Cecovini

Paul Celan
Cernăuţi 1920 - Parigi 1970 - Poeta e aforista rumeno
Selezione Aforismario
Microliti
Mikrolithen, 2005 (postumo)
  • Amore del prossimo è qualcos'altro che filantropia.
  • Carico di mondo e zavorra di cultura sono (notoriamente?) due cose diverse. 
  • Chi impara realmente a vedere si avvicina all'invisibile.
  • Da' il tuo cuore a chi esso desidera; a chi vuole sapere perché, prendilo indietro.
  • Gli enigmi non si sciolgono; si sciogliessero, non sarebbero tali.
  • I poeti: gli ultimi custodi delle solitudini.
  • La poesia che viene al mondo vi giunge carica di mondo.
  • Le nostre debolezze: le nostre forze.
  • Nulla è più nero dell'alba luminosa del ricordo.
  • Poesia: una teca senza tempio.
  • Si negò anche questo: il piacere del dispiacere.
  • Soltanto l'incompreso comprende gli altri.
  • Storia strana, la storia del nostro mondo: non tutta del mondo, non tutta nostra, non tutta storia; non tutta così strana.
Umberto Cerroni
Lodi 1926 - Roma 2007 - Giurista e saggista italiano
Carte della crisi
Taccuino politico filosofico, 1978
  • Se la società borghese è, come la definì Carlyle, l'anarchia più un poliziotto, la società comunista, che ne è la critica storica operativa, dovrebbe essere definibile come l'organizzazione senza poliziotti.
  • Bisogna tollerare tutti, salvo gli intolleranti.
  • Ha scritto Popper "Io congetturo che l'origine della vita e l'origine dei problemi coincide". La congettura è certamente esatta. Si tratta però di decidere un fondamentale corollario: se i problemi nascono con la vita, significa forse che la vita è soltanto un problema.
  • Il pensiero borghese non può concepire proprietà senza lavoro, ma può concepire lavoro senza proprietà. ma forse proprio l'idea che ogni proprietà derivi da lavoro può legittimare l'altra idea che non tutti i lavori conducano alla proprietà.
  • Ha detto Ionesco che "non c'è avvenimento catastrofico in questo mondo che liberi dalla noia". Ma, quel che è peggio − nel mondo moderno − si è che spesso è proprio la noia che spinge verso avvenimenti catastrofici.
René Char
L'Isle-sur-la-Sorgue 1907 - Parigi 1988 - Poeta francese. Vedi i migliori aforismi di René Char.

Malcolm de Chazal
Vacoas 1902 - Port-Louis 1981 - Scrittore, aforista e pittore mauritano. Vedi i migliori aforismi di Malcolm de Chazal tratti da Senso plastico.

Emil Cioran
A questo autore è stata dedicata un'intera pagina del sito Aforismario. Vedi i migliori aforismi di Emil Cioran

Jean Cocteau
A questo autore è stata dedicata un'intera pagina del sito Aforismario. Vedi i migliori aforismi di Jean Cocteau

Mason Cooley
1927 - 2002 - Aforista statunitense
[Traduzione dall'inglese di Giovanni Soriano]
Città degli aforismi
City Aphorisms, 1984/94
  • La nostalgia dipinge un sorriso sul volto di pietra del passato.
  • La realtà è il nome che diamo alle nostre delusioni.
  • La risate dell'aforisma è a volte trionfante, ma raramente è spensierato.
  • La saggezza non può prevenire una caduta, ma può provvederla di un cuscino.
  • Le persone possono mostrarsi gelose, ma nascondono la loro invidia.
  • L'ideologia ha lasciato l'impronta sullo stesso sofà sul quale sono seduto.
  • Ogni giorno inizia con un atto di coraggio e di speranza: uscire dal letto. 
  • Per avere successo bisogna essere in anticipo sul proprio tempo, ma solo un po'.
  • Quando menti a qualcuno, guardalo dritto negli occhi.
  • Quando un uomo annoia una donna, lei si lamenta. Quando una donna annoia un uomo, lui la ignora.
  • Saggezza ricorda. Felicità dimentica.
  • Scrivere un aforisma ottimista è una tentazione, ma il decoro lo impedisce.
  • Se avessi trovato le parole che cercavo, non avrei letto tanto.
  • Sono accomodante fino ai confini del mio interesse personale.
Georges Courteline
A questo autore Aforismario ha dedicato un'intera pagina. Leggi tutti i migliori aforismi di Georges Courteline

Auro D'Alba
A questo autore è stata dedicata un'intera pagina del sito Aforismario. Vedi i migliori aforismi di Auro D'Alba

Nicolás Gómez Dávila
A questo autore è stata dedicata un'intera pagina del sito Aforismario. Leggi i migliori aforismi di Nicolás Gómez Dávila

Georges Elgozy
1909 - 1989 - Economista e aforista francese. Vedi i migliori aforismi di Georges Elgozy

Ennio Flaiano
A questo autore è stata dedicata un'intera pagina del sito Aforismario. Vedi i migliori aforismi di Ennio Flaiano

Raffaello Franchini
Napoli 1920 - 1990 - Filosofo e aforista italiano. Vedi i migliori aforismi di Raffaello Franchini

Joan Fuster
A questo autore è stata dedicata un'intera pagina del sito Aforismario. Vedi i migliori aforismi di Joan Fuster

Giovanni Gaggino
Varazze ligure 1846 - Garaoch 1918 - Armatore e aforista italiano. Vedi i migliori aforismi di Giovanni Gaggino

John Garland Pollard
A questo autore Aforismario ha dedicato un'intera pagina. Leggi tutti i migliori aforismi di John Garland Pollard

Angelo Gatti
A questo autore Aforismario ha dedicato un'intera pagina. Leggi tutti i migliori aforismi di Angelo Gatti

Kahlil Gibran
A questo autore è stata dedicata un'intera pagina del sito Aforismario. Leggi i migliori aforismi di Kahlil Gibran

Domenico Giuliotti
San Casciano in Val di Pesa 1877 - Greve in Chianti 1956 - Scrittore italiano. Leggi i migliori aforismi di Domenico Giuliotti tratti da Pensieri di un malpensante.

Arturo Graf
A questo autore è stata dedicata un'intera pagina del sito Aforismario. Leggi i migliori aforismi di Arturo Graf

Carlo Gragnani
A questo autore è stata dedicata un'intera pagina del sito Aforismario. Leggi i migliori aforismi di Carlo Gragnani

Peter Handke
Griffen 1942 - Scritore austriaco. Leggi i migliori aforismi di Peter Handke tratti da Il peso del mondo.

Hugo von Hofmannsthal
A questo autore è stata dedicata un'intera pagina del sito Aforismario. Leggi i migliori aforismi di Hugo von Hofmannsthal

Elbert Hubbard
Bloomington 1856 - RMS Lusitania 1915 - Scrittore, filosofo e aforista statunitense
Selezione Aforismario
Il Dizionario Roycroft
The Roycroft Dictionary, 1914
[Traduzione dall'inglese di Giovanni Soriano]
  • Amanti: inconsapevoli commedianti.
  • Amico: il capolavoro della Natura.
  • Assemblea: il Pantheon dei mediocri.
  • Ateo: un individuo che non crede in se stesso.
  • Dio: il primo ateo.
  • Giornale: una fabbrica di falsità.
  • Giustizia: un sistema di vendetta in cui lo Stato imita il criminale.
  • Ironia: la pianta di cactus che spunta sulla tomba delle nostre morte illusioni.
  • Lingua: lo strumento della mente.
  • Logica: strumento utilizzato per rafforzare un pregiudizio.
  • Martire: Uno che è disposto a sacrificare gli altri per la sua "causa".
  • Motivo: aritmetica delle emozioni.
  • Pace: un monotono intervallo tra due combattimenti.
  • Pedante: una persona con più istruzione di quanta ne possa utilizzare.
Jean Josipovici
A questo autore è stata dedicata un'intera pagina del sito Aforismario. Leggi i migliori aforismi di Jean Josipovici

Karl Kraus
A questo autore è stata dedicata un'intera pagina del sito Aforismario. Leggi i migliori aforismi di Karl Kraus

Stanisław Jerzy Lec
A questo autore è stata dedicata un'intera pagina del sito Aforismario. Leggi i migliori aforismi di Stanisław Jerzy Lec

Leo Longanesi
A questo autore è stata dedicata un'intera pagina del sito Aforismario. Leggi i migliori aforismi di Leo Longanesi

Mattia Limoncelli
Scrittore e aforista italiano. A questo autore è stata dedicata un'intera pagina del sito Aforismario. Leggi i migliori aforismi di Mattia Limoncelli

Davide Lopez
A questo autore è stata dedicata un'intera pagina del sito Aforismario. Vedi i migliori aforismi di Davide Lopez

Mino Maccari
A questo autore Aforismario ha dedicato un'intera pagina. Leggi tutti i migliori aforismi di Mino Maccari

Marcello Marchesi
A questo autore Aforismario ha dedicato un'intera pagina. Leggi tutti i migliori aforismi di Marcello Marchesi

Arturo Martini
Treviso 1889 - Milano 1947 - Scultore, pittore e aforista italiano. Leggi i migliori aforismi di Arturo Martini tratti da La scultura lingua morta.

Ferruccio Masini
Firenze 1928 - 1988 - Pittore, scrittore e aforista italiano. Leggi i migliori aforismi di Ferruccio Masini

Mignon McLaughlin
A questa autrice è stata dedicata un'intera pagina del sito Aforismario. Leggi i migliori aforismi di Mignon McLaughlin

Fausto Melotti
A questo autore Aforismario ha dedicato un'intera pagina. Leggi tutti i migliori aforismi di Fausto Melotti

Luigi Meneghello
Malo 1922 - Thiene 2007 - Scrittore italiano
Selezione Aforismario
Le carte
Volume I - Anni Sessanta, 1999
  • Adamo è un nome un po' comico, Eva mena all'orgasmo.
  • C'è l'ordine delle idee e l'ordine delle fottute parole.
  • Disprezzo per la retorica della creatività, le lodi al creative work che produce le insipide favole di stagione. Ma la creatività esiste. Si crea, e come, intorno a noi. È tutto un generare continuo di forme nuove, perfino nelle cose più umili, nello sfaccendare in casa, nello sbattere di tacchi operosi, nei gridi dei giochi, nei ritmi dei motori a scoppio - e nel cogliere queste cose, e dirle.
  • È straordinario il loro amore coniugale! Unico neo, che non sono coniugati.
  • Gli storici: che cosa ci vuole per fare uno storico? È una pretesa così radicale quella di sapere come sono andate veramente le cose...
  • Il sistema è orrendo, ma i suoi nemici sono così coglioni!
  • In quel periodo scrivevo frasi così intelligenti che dopo qualche tempo, rileggendo, non le capivo più.
  • La più bella di tutte le lingue non è dunque il greco, è la matematica.
  • L'uomo, nella sua versione maschile, si può considerare una struttura per sostenere i testicoli.
  • Non si può vivere e pensare. Ciascuna delle due cose, rispetto all'altra, è una perdita di tempo.
  • Se riuscissi a sapere che cos'è una biscroma!
Alda Merini
(Milano 1931-2009), poetessa, scrittrice e aforista italiana. Leggi i migliori aforismi di Alda Merini

Henri Michaux
Namur 1899 - Parigi 1984 - Scrittore e poeta belga naturalizzato francese
Selezione Aforismario
Face aux verrous
1954
  • Anche se è vero è falso.
  • Chi ha respinto il proprio demone c'importuna con i suoi angeli.
  • Chi lascia una traccia, lascia una piaga.
  • Come sarebbero meno detestati gli uomini se non fossero tutti provvisti di faccia.
  • Il sapiente si alzerà più prontamente per impedire a una porta di sbattere che per opporsi a un omicidio che si consumi senza un gran rumore nella camera accanto. Il fatto è che egli sa il prezzo del silenzio, quello che destina la sua vita ai calcoli e alla meditazione. Spetta agli eterni distratti andare alle distrazioni.
  • Le orecchie dell'uomo sono mal protette. Pare che i vicini non siano stati previsti.
  • Non è tutto duro nel coccodrillo. I polmoni sono spugnosi, e lui sogna sulla riva.
  • Ogni secolo ha la sua messa. Questo cosa aspetta a istituire una grandiosa cerimonia del disgusto?
  • Osservando dei seminaristi, presto dottori in teologia, giocare a colpire di piede un pallone da football, si è indotti a notare che è apparentemente più facile alla tigre essere interamente, degnamente tigre di quanto lo sia per l’uomo essere uomo.
  • Povertà senza debiti sarebbe una troppo grande solitudine, dice il povero nella sua saggezza.
  • Quel tipo, con la propria virtù, masturba i propri vizi.
  • Supponete che i pensieri siano palloni: l'ansioso ci si ferirebbe lo stesso.
Paolo Milano
Roma 1904 - 1988 - Giornalista, saggista e critico letterario italiano. Leggi i migliori aforismi di Paolo Milano tratti da Note in margine a una vita assente.

Paul Morand
Parigi 1888 - 1976 - Scrittore francese
Selezione Aforismario
Il viaggio
Le voyage, 1927
  • A ogni istante, il caso vi manda «a quel paese». Ne approfitterete?
  • Aver visitato molti paesi significa giungere giovani alla maturità, uno dei segreti della felicità.
  • Chi vaga per il mondo non è asociale. Semplicemente ama le grandi relazioni.
  • Guai a chi non sa viaggiare.
  • Il viaggio più bello quaggiù è quello che facciamo l'uno verso l'altro.
  • Le guerre stesse sono viaggi, viaggi di nazioni.
  • Le passioni, viaggi del cuore.
  • Leggere, scrivere, è dovere; viaggiare, è potere.
  • Partire è vincere una lite contro l'abitudine.
  • Quando si ritorna, è la terra che si è rimpicciolita o siamo noi cresciuti?
  • V’infastidiscono il rumore, il movimento? La nostra epoca vi fa star male? Provate a diventare rumore, movimento, e tutto, attorno a voi, apparirà calmo.
  • Viaggiare è il modo più piacevole, più impraticabile è più costoso di istruirsi.
  • Vorrei che dopo la mia morte si facesse della mia pelle una valigia.
Alessandro Morandotti
A questo autore Aforismario ha dedicato un'intera pagina. Leggi i migliori aforismi di Alessandro Morandotti

Wilhelm Mühs
Moenchengladbach 1934 - Monaco 2002 - Giornalista tedesco
Selezione Aforismario
Gli aforismi del cinico
1992-1994
  • Amo la pace al punto che, per ottenerla, sono disposto a fare la guerra.
  • Delle volte, essere delinquente o meno dipende unicamente dallo stare di qua o di là di un determinato confine.
  • Dio è presente ovunque, perfino nelle chiese cattoliche!
  • In questa vita nulla è gratis; perfino la morte bisogna pagarla con la vita.
  • Quanto progresso si è rivelato regresso!
  • Sarò quel che sarò, ma in fatto di umiltà non mi batte nessuno.
Nuovi aforismi del cinico
1994
  • Cos'è il massimo della minoranza? Essere un ebreo negro comunista omosessuale e tossicomane.
  • Gli italiani si lamentano molto, quindi stanno bene.
  • Il segreto della felicità? Pensate a chi sta peggio! C'è gente che non ha neanche l'autista.
  • La modestia si basa sulla consapevolezza del proprio fascino.
  • Le zitelle sono delle egoiste sfacciate: vogliono il tepore del letto tutto per sé.
  • L'onnipresenza di Dio è un segno evidente della sua indiscrezione.
  • Meglio tardona che ritardata!
  • Per giudicare una persona bisognerebbe partire dai suoi lati positivi: Hitler non fumava, era vegetariano e contrario alla vivisezione... degli animali.
  • Quante volte la ragione ha torto!
  • Solo gli amici si possono maltrattare impunemente.
  • Spesso l'incorruttibilità è dovuta soltanto alla mancanza di corruttori.
Roger Munier
Nancy 1923 - Scrittore e critico francese.
Selezione Aforismario
Il meno del mondo
Le moins du monde, 1982
  • Aforisma: perché sviluppare, e anche come? Non si prolunga il lampo.
  • Col dolore si fa pochissima arte. E niente del tutto con il proprio.
  • Colui che trova è sulla via. Per aver trovato. Non per ciò che ha trovato.
  • Il vuoto è in noi. Non è necessario produrlo. Basta trovarlo.
  • L’uomo è ciò che non si spiega. In tutti i sensi del termine.
  • La parola è la cosa – perché no? Perché la cosa in fondo non è che un abuso di linguaggio. Non ci sono cose. Ci sono solo parole.
  • La vita non è una corrente continua. Bisogna nascere a ogni istante.
  • L'irrealtà del mondo è nella sua folgorante realtà.
  • L'uomo è ciò che non si spiega. In tutti i sensi del termine.
  • Non è il sonno a provocare il sogno. È il sogno che chiama il sonno.
  • Non si ama sé stessi. Si difende la propria identità. E talvolta contro sé stessi.
  • Non si esce dal mondo eludendolo. Se ne esce aggravandolo.
Jacques Normand
(Parigi 1848-1931), scrittore, giornalista, drammaturgo, poeta e aforista francese. Leggi i migliori aforismi di Jacques Normand

Ugo Ojetti
A questo autore Aforismario ha dedicato un'intera pagina. Leggi tutti i migliori aforismi di Ugo Ojetti

Aldo Palazzeschi
Firenze 1885 - Roma 1974 - Poeta italiano.
Spazzatura
1915
  • Correre incontro al pericolo è una forma della vigliaccheria.
  • Gli uomini che prendono sul serio gli altri mi fanno compassione, quelli che prendono sul serio se stessi mi fanno sganasciare dalle risa.
  • Il vero poeta moderno dovrebbe scrivere sui muri, per le vie, le proprie sensazioni e impressioni, fra l'indifferenza o l'attenzione dei passanti.
  • Io sono un uomo che soffre di vertigini scritte.
  • Lo zaino più pesante che spalle umane possano reggere sul loro cammino è quello di un'anima.
  • Meglio suddito di un regime aristocratico che re di una democrazia.
  • Per avere il diritto di disprezzarlo, il passato, bisogna prima conoscerlo. Giustissimo. Ma anche il futuro, per avere il diritto di disprezzarlo, bisogna prima conoscerlo.
Giovanni Papini
A questo autore Aforismario ha dedicato un'intera pagina. Leggi tutti i migliori aforismi di Giovanni Papini

Georges Perros
A questo autore Aforismario ha dedicato un'intera pagina. Leggi tutti i migliori aforismi di Georges Perros

Marino Piazzolla
A questo autore è stata dedicata un'intera pagina del sito Aforismario. Vedi i migliori aforismi di Marino Piazzolla

Pitigrilli
A questo autore Aforismario ha dedicato un'intera pagina. Leggi tutti i migliori aforismi di Pitigrilli

Enrique Jardiel Poncela
Madrid 1901 - 1952 - Scrittore, drammaturgo e aforista spagnolo.
Selezione Aforismario
Massime minime
Máximas mínimas, 1937
[Traduzione dallo spagnolo di Giovanni Soriano]
  • Chi perde una donna non sa quello che guadagna.
  • Ci sono due modi per conquistare la felicità: uno è fare l'idiota, l'altro è esserlo.
  • Ciò che veramente desidera colui che chiede la mano di una donna, è il resto del corpo.
  • Dicesi esperienza una catena di errori.
  • È più costoso vestire una donna che spogliarla.
  • I morti sono persone fredde.
  • Il bacio di una donna può non lasciare traccia nell'anima, ma ne lascia sempre sul bavero della giacca.
  • Il patrimonio è un insieme di beni; il matrimonio è un insieme di mali.
  • La donna sa muovere meglio il corpo che il cervello.
  • La medicina è l'arte di accompagnare con parole greche al sepolcro.
  • La morte produce qualcosa di piacevole: le vedove.
  • L'amicizia, come il diluvio universale, è un fenomeno di cui tutti parlano, ma che nessuno ha mai visto con i propri occhi.
  • Le donne sposate hanno un difetto in più delle donne sole: il marito.
  • L'unica cosa che interessa alle donne della testa di un uomo sono i capelli.
  • L'uomo ha ogni anno un anno in più; la donna due di meno.
  • L'uomo pensa, la donna dà da pensare.
  • L'uomo si sposa con una donna; la donna con una soluzione.
  • Tutti quelli che non hanno niente di importante da dire parlano ad alta voce.
  • Un fidanzato è un uomo felice che è pronto a smettere di esserlo.
Giuseppe Pontiggia
A questo autore Aforismario ha dedicato un'intera pagina. Leggi tutti i migliori aforismi di Giuseppe Pontiggia

Antonio Porchia
A questo autore Aforismario ha dedicato un'intera pagina. Leggi tutti i migliori aforismi di Antonio Porchia

Giuseppe Prezzolini
A questo autore Aforismario ha dedicato un'intera pagina. Leggi tutti i migliori aforismi di Giuseppe Prezzolini

Sergio Quinzio
A questo autore Aforismario ha dedicato un'intera pagina. Leggi tutti i migliori aforismi di Sergio Quinzio

Charles Régismanset
A questo autore Aforismario ha dedicato un'intera pagina. Leggi tutti i migliori aforismi di Charles Régismanset

Henri de Régnier
A questo autore Aforismario ha dedicato un'intera pagina. Leggi tutti i migliori aforismi di Henri de Régnier

Pierre Reverdy
Narbonne 1889 – Solesmes 1960 - Poeta e aforista francese. A questo autore Aforismario ha dedicato un'intera pagina. Leggi tutti i migliori aforismi di Pierre Reverdy

Sergio Ricossa
Torino 1927 - Economista, giornalista, saggista e aforista italiano. Leggi i migliori aforismi di Sergio Ricossa tratti da Scrivi che ti passa.

Lalla Romano
Demonte 1906 - Milano 2001 - Poetessa, scrittrice e giornalista italiana-
Selezione Aforismario
Minima mortalia
1990
  • Davanti a uno che muore, la parola vivere suona oscena.
  • Il materialismo non è meno nobile dello spiritualismo; anzi, di più perché non pretende di esserlo.
  • Nelle persone ogni qualità ha il contrappeso di qualche difetto.
  • Nello stesso momento che le cose acquistano valore, perdono il loro valore.
  • Non capisco come si possa essere gente annoiata e gente spensierata. Sono gli stessi, forse.
  • Quando abbiamo imparato a vivere, moriamo.
  • Quando il male passa, perdoniamo Dio.
  • Quando si è sordi, si sentono suoni e rumori che non ci sono.
  • Solo i miracoli sono reali, solo le favole sono vere.
  • Spesso, mentire è carità.
Emilio Roncati
A questo autore è stata dedicata un'intera pagina del sito Aforismario. Vedi i migliori aforismi di Emilio Roncati

Jean Rostand
A questo autore Aforismario ha dedicato un'intera pagina. Leggi tutti i migliori aforismi di Jean Rostand

Helen Rowland
A questa autrice è stata dedicata un'intera pagina del sito Aforismario. Leggi i migliori aforismi di Helen Rowland

Vasìlij Ròzanov
Vetluga 1856 - Mosca 1919 - Scrittore e filosofo russo.
Selezione Aforismario
Foglie cadute
Solitaria, Prima cesta, Una cosa mortale, 1912-1913
  • Bisogna che il cuore soffra per qualcuno. Altrimenti, strano o no, si svuota la vita.
  • Chi ama il popolo russo, non può non amare la Chiesa. Perché questo popolo e la sua Chiesa formano un tutto unico. E soltanto presso i russi entrambi sono una cosa sola.
  • Chi non ha conosciuto il dolore ignora anche la religione.
  • È un fatto che i nostri talenti sono legati in certo modo ai nostri vizi, e le nostre virtù alla nostra impotenza. Ma è una parola uscire da questo "ginepraio".
  • Forse si vive tutta una vita solo per meritare la propria morte. Ma ce ne accorgiamo appena all'ultima ora: prima "non ci veniva neppure in mente".
  • La letteratura è la forma di commercio più ripugnante. Doppiamente ripugnante, perché vi si mescola un po' di talento. E i suoi "articoli di smercio" sono reali valori dello spirito.
  • La pena di vivere è infinitamente più forte dell'interesse per la vita. Ecco perché la religione prevarrà sempre sulla filosofia.
  • L'amore è dolore. Chi non soffre (per l'altro), non ama (l'altro).
  • L'amore violento di un unico essere, chiunque sia, rende superfluo l'amore di molti. Addirittura senza interesse.
  • Nessuno è degno di lode. Ognuno è degno solo di pietà.
  • Ogni amore è bello, e solo l'amore è bello. Perché è la sola cosa "in se stessa vera" sulla terra. L'amore esclude la menzogna: il primo "io ho mentito" significa "io non amo più", "io amo di meno". Spegnendosi l'amore, scompare la verità. Perciò "essere nella verità sulla terra" significa amare senza tregua di un amore veritiero.
  • Senza fisica avvenenza non esiste amicizia spirituale. Il corpo è l'origine dello spirito. La sua radice. E lo spirito aroma del corpo.
  • Si stabilisce a priori che l'uomo non è un genio. Anzi, che è naturalmente una canaglia. E dalla somma di queste due "certezze" sorge il burocrate, insieme alla decisione di introdurre la burocrazia dappertutto.
  • Sii fedele all'amicizia, fedele all'amore, e potrai anche trascurare gli altri comandamenti.
  • Sii fedele all'uomo, e Dio non ti imputerà di infedeltà.
  • Vivi ogni giorno come se avessi vissuto tutta la vita per quel giorno.
Umberto Saba
(Umberto Poli) - Trieste 1883 - Gorizia 1957 - Poeta e scrittore italiano. Leggi tutti i migliori aforismi di Umberto Saba

Ramón Gómez de la Serna
A questo autore Aforismario ha dedicato un'intera pagina. Leggi tutti i migliori aforismi di Ramón Gómez de la Serna

Renzo Sertoli Salis
Varese 1905 - Sondrio 1992 -  Avvocato, docente di diritto e scrittore italiano. Leggi tutti i migliori aforismi di Renzo Sertoli Salis

Camillo Sbarbaro
Santa Margherita Ligure 1888 - Savona 1967 - Poeta, scrittore e aforista italiano. A questo autore Aforismario ha dedicato un'intera pagina. Leggi tutti i migliori aforismi di Camillo Sbarbaro

Louis Scutenaire
A questo autore Aforismario ha dedicato un'intera pagina. Leggi tutti i migliori aforismi di Louis Scutenaire

George Bernard Shaw
A questo autore Aforismario ha dedicato un'intera pagina. Leggi tutti i migliori aforismi di George Bernard Shaw

Umberto Simonetta e Maurizio Costanzo
Frasi da Dizionario delle idee correnti

Mario Sironi
Sassari 1885 - Milano 1961 - Pittore italiano.
Selezione Aforismario
Pensieri
1930-1960 ca.
  • Adamo ed Eva. La cacciata dal paradiso terrestre – il simbolo dell'invidia atroce dei popoli latini – riempitevi di gioielli e di lusso ma non eccitate l'invidia dei vostri amiconi – vi mangeranno vivo [sic] vi cacceranno da tutte le parti, vi roderanno il fegato come l'aquila a Prometeo.
  • Il genio è nell'anima.
  • Gli uomini debbono essere governati. Lasciati liberi di fare quello che vogliono significa incrementare la bestialità e il disordine. 
  • L'uomo disprezza, aggredisce, tortura gli animali − maledetto lui che fa il deserto intorno a sé sulla polvere.
  • Non so chi ha detto: gli uomini non ricorrono alla verità, che quando sono a corto di bugie − gli italiani non sono mai a corto di bugie e così è che la verità non si vede in giro da nessunissima parte.
  • L'Italia è il paese del luogo comune.
  • Ciò che diciamo attualità, modernità non è spesso che la sola realtà dell'esistenza − il resto è morte eco sotto volte lontane e paurose, o silenzio e buio impenetrabile.
  • Una legge della vita: le forze in contrasto sono quasi sempre equivalenti (più o meno) in modo tale che la lotta possa sussistere, altrimenti uno mangia l'altro e non c'è più dramma. Invece il mondo è fatto come un cinema – mentre si svolge la pellicola si può essere certi che all'eroe non succede niente fino all'ultimo atto altrimenti bisognerebbe cambiare il film –. Così è la vita e noi i burattini.
Ardengo Soffici
A questo autore Aforismario ha dedicato un'intera pagina. Leggi tutti i migliori aforismi di Ardengo Soffici

Sergio Solmi
Rieti 1899 - Milano 1981 - Scrittore, poeta e saggista italiano. Leggi tutti i migliori pensieri di Sergio Solmi

Maria Luisa Spaziani
Torino 1924 - Roma 2014 -  Poetessa e aforista italiana. Leggi tutti i migliori aforismi di Maria Luisa Spaziani

Jude Stéfan
A questo autore Aforismario ha dedicato un'intera pagina. Leggi tutti i migliori aforismi di Jude Stéfan

Italo Tavolato
Trieste 1889 - Roma 1963 - Scrittore e aforista italiano. Leggi tutti i migliori aforismi di Italo Tavolato

Federigo Tozzi
Siena 1883 - Roma 1920 - Scrittore italiano.
Selezione Aforismario
Barche capovolte
1911-1981 (postumo)
  • Le più grandi leggi sono indefinibili; si intravedono soltanto come orizzonti di quiete, come una promessa lontana di felicità.
  • Molte volte la vita è simile a una grande violenza. Tutte le ombre, anche le più lontane, stanno sopra a noi; e la nostra anima diviene silenziosa per le orme del meriggio che cominciano a scintillare. E tutte le cose vengono incontro a noi, come una marea.
  • Talvolta sento la mia anima piena di occhi chiusi.
  • Talvolta le cose morte agiscono sopra la nostra volontà; e noi collochiamo la vita in una strada che è fuori delle nostre forze.
  • Talvolta, vogliamo essere indifferenti al bene che riceviamo d'alcuno. Anzi, accettiamo i suoi doni con una ironia crescente, che dissimuliamo molto bene. L'assiduità del donatore ci attedia, e non gli perdoniamo quando egli si dimentica di noi.
  • Vi sono cose in noi che divengono sempre maggiori e più insistenti, e finiscono con l'avere tutta la nostra attenzione attiva. Molte volte la vita è come un velo immenso che copra a metà la nostra anima. Che cosa avviene sopra quel velo?
Bertrand Vac
(Aimé Pelletier) Saint-Ambroise-de-Kildare 1914 - Montréal 2010 - Medico, scrittore e saggista canadese 
I miei pensieri "profondi"
Mes pensées "profondes", 1967
[Traduzione dal francese di Giovanni Soriano]
  • Bisogna dormire velocemente per recuperare il sonno perduto. 
  • Chi si rifiuta d'invecchiare muore giovane. 
  • I miracoli non provano altro che la nostra ignoranza.
  • La filosofia è l'arte di passare dal dubbio a alla dubbia verità.
  • La pazienza è la forza dei deboli.
  • La scienza non può nulla contro i pregiudizi.
  • La serenità è l'ornamento della vecchiaia.
  • Le persone che s'annoiano annoiano.
  • Le religioni sono la croce del genere umano. 
  • Nel linguaggio femminile, darsi, significa prendere.  
  • Non sottovalutare le donne stupide, sono quelle che mentono meglio.
  • Quando non si ha niente da dire, la forma è importante.
  • Riflettere consente di sbagliarsi giudiziosamente.
Julien de Valckenaere
A questo autore è stata dedicata un'intera pagina del sito Aforismario. Leggi i migliori aforismi di Julien de Valckenaere

Paul Valéry
A questo autore Aforismario ha dedicato un'intera pagina. Leggi tutti i migliori aforismi di Paul Valéry

Anacleto Verrecchia
A questo autore Aforismario ha dedicato un'intera pagina. Leggi tutti i migliori aforismi di Anacleto Verrecchia

Amadeus Voldben
A questo autore Aforismario ha dedicato un'intera pagina. Leggi tutti i migliori aforismi di Amadeus Voldben

Ludwig Wittgenstein
A questo autore Aforismario ha dedicato un'intera pagina. Leggi tutti i migliori aforismi di Ludwig Wittgenstein

Vedi la sezione principale:

Nessun commento: