2015-12-28

Inquinamento, Smog ed Ecologia - Frasi ambientalistiche

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sull'inquinamento ambientale, lo smog, l'ecologia e l'ambientalismo. L'inquinamento ambientale, conseguente alle varie attività umane, è tra i principali problemi di tutte le società industrializzate. Oltre a causare danni più o meno gravi all'ambiente naturale, l'inquinamento è causa di problemi di salute anche gravi nelle popolazioni che più vi sono soggette. L'inquinamento può essere di diversi tipi; ad esempio: inquinamento atmosferico, prodotto dai gas di scarico dei complessi industriali, degli impianti di riscaldamento, dei veicoli a motore, ecc.; inquinamento del suolo, causato principalmente da prodotti non biodegradabili e da composti chimici, metallurgici, ecc.; inquinamento delle acque provocato dagli scarichi degli agglomerati urbani, dei complessi industriali, ecc.; inquinamento acustico provocato dai rumori eccessivi, e così via.
Il termine "smog" deriva dall'incrocio delle parole inglesi "smoke" (fumo) e "fog" (nebbia), e indica quella sorta di fuliggine costituita da minutissime particelle provenienti da varie fonti (traffico veicolare, impianti di riscaldamento, attività industriali, ecc.). Lo smog si forma per lo più nei grandi concentramenti urbani o in prossimità di complessi industriali, soprattutto quando le condizioni meteorologiche sono tali da rendere l’aria molto stabile (per esempio: assenza di venti e di piogge). Lo smog può avere effetti dannosi sulla popolazione, sugli animali, sulle piante e persino sugli edifici e sulle opere d’arte.
Per quanto riguarda il termine "ecologia", è qui inteso nel suo significato comune per indicare la necessità di preservare e difendere la natura, e l’insieme dei provvedimenti rivolti a eliminare quanto può turbare l’equilibrio dell’ambiente naturale. A quello di ecologia, è legato il termine di "ambientalismo", che designa la politica per la difesa dell’ambiente e la corrispondente azione di propaganda per la salvaguardia dell’equilibrio naturale.
Quando l'ultimo albero sarà stato abbattuto, l'ultimo pesce pescato, l'ultimo fiume
avvelenato, solo allora ci si renderà conto che non si può mangiare il denaro.
1. Inquinamento
© Aforismario

La nostra epoca non sta evocando altri demoni? Va tutto bene, ha trovato la strada sicura del progresso graduale o, invece, già adesso sono in moto forze terribili che possono poi drizzarsi davanti a noi - o dentro di noi - all'improvviso, come è avvenuto nel passato? Due di queste forze ci appaiono chiaramente. Una è il continuo sviluppo economico, la progressiva industrializzazione del pianeta che porta a devastare le risorse naturali e ad inquinare sempre di più l’aria, l’acqua, la terra. L’altra è l’aumento della popolazione umana.
Francesco Alberoni, Valori, 1993

Anche se lo sviluppo economico riguarda solo pochi paesi, già adesso circolano centinaia di milioni di automobili, il cielo è solcato da innumerevoli aerei, il consumo di energia è altissimo, l’inquinamento preoccupante. Ma cosa succederà quando anche il miliardo e mezzo di cinesi ed il miliardo di indiani e, poi, tutti gli altri popoli sottosviluppati potranno finalmente avere anche loro l’automobile, l’aria condizionata, e si metteranno a fare i turisti come noi, gli americani e i giapponesi?
Francesco Alberoni, Valori, 1993

L'inquinamento atmosferico è nei limiti della norma. C'è biossido per tutti. Invece non c'è felicità per tutti.
Stefano Benni, Baol, 1990

Per la prima volta nella storia del mondo, ogni essere umano è sottoposto al contatto con sostanze chimiche pericolose, dal momento del concepimento fino alla morte.
Rachel Carson, Silent Spring, 1962

La civiltà uccide gli alberi con il fiato.
Guido Ceronetti, La carta è stanca, 1976

Senza l’inquinamento (e il corrispondente esaurirsi delle cose sfruttabili), questa corsa tecnologica, industriale, scientifica, demografica, economica, politica, culturale, non avrebbe mai fine, come la vita di quei disgraziati struldbrug, che Gulliver incontra nel regno di Luggnagg. Ma ogni cosa produce la propria morte, e adesso, della malattia mortale del progresso, possediamo la prognosi certa.
Guido Ceronetti, La carta è stanca, 1976

Una separazione certa tra alimenti vitali e alimenti assassini non è più possibile, perché tutto quel che ci nutre riceve un permesso di nuocere dai demoni dell’inquinamento. Provati a cercare i frutti maturi! a mangiarli da sbucciare! E a fare la cura dell’uva non lavata! Sui vigneti, un teschio gentile ti avverte che i grappoli sono avvelenati. E riempiono ormai un grande cimitero, le ossa dei bambini assassinati da una mela, da una pesca prese nei campi!
Guido Ceronetti, La carta è stanca, 1976

Il ricambio di ossigeno troppo lento nelle conifere, premute dallo strato oleoso dei gas inquinanti, va massacrando la vegetazione nelle valli alpine. E così, la peste si è insediata anche lì, e nelle pinete valdostane che andavamo percorrendo non si contavano gli alberi moribondi, pini disfatti dal lichene, ginepri corrosi, senza una bacca. Una danza di Shiva sul cimitero del mondo, in una frazione minima del suo movimento. I demoni della vegetazione al lavoro: sulle piante verdi si gettano le legioni dei parassiti, le divorano. Resiste meglio, tra le conifere, l'abete: verde eroe solitario tra migliaia di pini vergognosi, col campanello del lebbroso al collo. L'albero stroncato, spaccato, non dall'ascia, ma dalla sola vicinanza dell'uomo, dal fiato dei suoi ordigni. Morto il Dio, morto l'albero, morta la vita sopra l'albero, morta la vita.
Guido Ceronetti, Il silenzio del corpo, 1979

Non capire il senso profondo e la centralità dell'inquinamento è, qualunque sia il sapere ec., una prova di idiozia.
Guido Ceronetti, Manoscritti inediti, in Emanuela Muratori, La fragilità del pensare, 2000

O acqua! O aria! O terra! Terra morta… tutte le stelle muoiono per collisione esterna, esplosione o consumazione interna. Questa sola muore perché i suoi abitanti preferiscono alla sua vita limitata l’illimitato della propria peccabilità.
Guido Ceronetti, Manoscritti inediti, in Emanuela Muratori, La fragilità del pensare, 2000

Il continuo inquinamento della terra, se incontrollato, finirà per annullare l'idoneità di questo pianeta quale sede di vita umana.
Barry Commoner, Scienza e sopravvivenza, 1963

L'acqua e l'aria, i due fluidi essenziali da cui dipende tutta la vita, sono diventati i bidoni della spazzatura di tutto il mondo.
Jacques Cousteau, XX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

«Cosa ne pensi del mare inquinato pieno di chiazze di catrame?» «Ma il mare è così perché non l’hanno ancora finito. Quando l’avranno asfaltato tutto si potrà andare a Cagliari direttamente in macchina.»
Bruno D’Alfonso [1]

Lotta antinquinamento: diversione di immondizia sulle regioni vicine.
Georges Elgozy, Le fictionnaire, 1973

In nome del progresso, l'uomo sta trasformando il mondo in un luogo fetido e velenoso (e questa è "tutt'altro che" un'immagine simbolica). Sta inquinando l'aria, l'acqua, il suolo, gli animali... e sé stesso, al punto che è legittimo domandarsi se, fra un centinaio d'anni, sarà ancora possibile vivere sulla terra.
Erich Fromm, Anatomia della distruttività umana, 1973

Oggi la popolazione mondiale è cresciuta a dismisura al punto da mettere a rischio la natura. Di fronte alla necessità di difenderla e tutelarla siamo privi di strumenti etici. Anche se ci sono dei dispositivi giuridici, non si è ancora fatto strada nella coscienza collettiva il concetto che chi inquina commette un crimine dal punto di vista morale. E se lo stupro, giusto per fare un esempio, risulta immorale agli occhi di chiunque, non così l'inquinamento, per cui anche la morale laica non è all'altezza dell'accadere tecnico.
Umberto Galimberti, I miti del nostro tempo, 2009

L'aria inquinata. Non sarà inquinata anche dall'eccesso di abominio nella mente e nel cuore degli uomini?
Fausto Gianfranceschi, Aforismi del dissenso, 2012

Abbiamo già le statistiche per il futuro: le percentuali di crescita dell'inquinamento, la sovrappopolazione, la desertificazione. Il futuro è già in atto.
Günter Grass, XXI sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

L'inquinamento viene misurato a due metri d'altezza. I più esposti sono i bambini, perché sono all'altezza dello scappamento. E io ho sentito un politico che ha detto: "Bisogna fare una legge". Ho pensato: "C'è arrivato, Dio mio! Ha scoperto questa cosa!". "Bisogna fare una legge... e alzare le carrozzine per legge! "Cioè tutte le mamme dovrebbero girare tenendo le carrozzine in alto. E invece con un motore a idrogeno fai l'aerosol, esce vapore acqueo. Ma vi immaginate il traffico, la vita cittadina, con queste macchine qui? Cammini con tuo figlio, tuo figlio dà un colpo di tosse, fermi una macchina e dici: "Senta, mi può dare due accelerate che stappiamo il bambino, per piacere?".
Beppe Grillo, Tutto il Grillo che conta, 2006

Essere vegetariani permette di vivere meglio e risparmiare sofferenze. Gli allevamenti intensivi rappresentano oggi la principale fonte di inquinamento. Ridurre il consumo di prodotti animali farebbe bene all'ambiente e agli animali, molti dei quali sono oramai ridotti a vere e proprie macchine da carne.
Margherita Hack, su Liberazione, 2009

Non possiamo misurare lo spirito nazionale sulla base dell’indice Dow-Jones, né i successi del Paese sulla base del prodotto interno lordo. Il PIL comprende anche l’inquinamento dell’aria e la pubblicità delle sigarette, e le ambulanze per sgombrare le nostre autostrade dalle carneficine dei fine-settimana.
Robert Kennedy, Discorso alla Kansas University, 1968

Inquinamento, contaminazione, desolazione, sono parole che non sarebbero mai state create se l'uomo fosse vissuto secondo natura.
John Muir, XX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Ci è stato detto che le auto inquinano. Un secolo fa  le strade delle città erano immerse fino alle ginocchia nello sterco di cavallo. Che tipo d'inquinamento desideri? Preferisci morire di cancro a ottant'anni o di febbre tifoidea a nove?
P. J. O'Rourke, Age and Guile Beat Youth, Innocence, and a Bad Haircut, 1996

L’inquinamento è così avanzato che quando ho gonfiato le ruote della mia auto, due di loro sono morte.
Lee Tully [1]

Noi siamo circondati da sostanze inquinanti, che la sensibilità collettiva ritiene ormai un rischio per la nostra vita. Sono sostanze nocive se le respiriamo, ma lo sono molto di più se le ingeriamo. Consumando carne, ci mettiamo proprio in questa situazione, perché dall'atmosfera queste sostanze ricadono sul terreno, e quindi sull'erba che, mangiata dal bestiame, si accumulano nei suoi depositi adiposi, e infine arrivano sul nostro piatto quando mangiamo la carne. Una sostanza tossica è più pericolosa se viene ingerita piuttosto che se viene respirata.
Umberto Veronesi, La mia dieta anti-cancro, su l'Espresso, 2005

L’inferno non esiste, ma questo mondo gli si avvicina abbastanza. (G. Soriano)
2. Smog
© Aforismario

Parliamoci  da uomini:  il  pericolo  d'inquinamento  dell'aria  delle  grandi  città  è  forte, abbiamo le analisi, la situazione è grave. [...] Se  non la risolviamo, anche le nostre città saranno soffocate dallo smog. 
Italo Calvino, La nuvola di smog, 1958

Sì, ancora c'era chi viveva fuori della nuvola di smog, e forse ci sarebbe sempre stato, chi poteva attraversare la nuvola e soffermarcisi proprio nel bel mezzo e uscirne, senza che il minimo soffio di fumo o granello di carbone toccasse la sua persona, turbasse il suo ritmo diverso, la sua bellezza d'altro mondo, ma quel che importava era tutto ciò che era dentro lo smog, non ciò che ne era fuori:  solo  immergendosi  nel  cuore  della  nuvola,  respirando  l'aria nebbiosa  di  queste  mattine (già  l'inverno  cancellava  le  vie  in  un'indistinta bruma), si poteva toccare il fondo della verità e forse liberarsi.
Italo Calvino, La nuvola di smog, 1958

Settembre. Dopo aver trascorso un mese in montagna, Roma mi accoglie con il soffio morbido e ristoratore del suo smog, delle sue polveri sottili, dei suoi buchi nell'ozono. Qui sono nato e qui rinasco.
Fausto Gianfranceschi, Aforismi del dissenso, 2012

Tu sei come lo smog: puzzi, inquini, sporchi, ma poi alla fine uno si abitua e l'aria pulita gli da' ansia.
Luciana Littizzetto, in Ravanello pallido, 2001

Oggi c'è così tanto smog nell'aria, che se non fosse per i nostri polmoni non ci sarebbe più spazio per farcelo stare tutto.
Robert Orben, Stated by Orben, 1927

Non ereditiamo la terra dai nostri antenati, la prendiamo in prestito dai nostri figli.
3. Ecologia e Ambientalismo
© Aforismario

Non distruggiamolo − i buoni pianeti sono difficili da trovare.
Anonimo

Se ci prenderemo cura della Terra, la Terra si prenderà cura di noi.
Anonimo

Se le api scomparissero dalla faccia della terra, all'uomo non resterebbero che quattro anni di vita. 
Anonimo (cit. dall'Unione Nazionale Apicoltori francesi nel 1994 e attribuita ad Albert Einstein - vedi "Citazioni errate" su Aforismario)

I problemi ecologici sono la frontiera politica del futuro.
Isabel Allende, intervista di Alessandro Cassin, su L'espresso, 2002

La grande lezione dell'ecologia [...] è che la sopravvivenza della nostra specie è legata a quella di tutte le altre.
Marina Baruffaldi, Manuale del giovane animalista, 1997

Stiamo imparando sulla nostra pelle che l'organismo che distrugge il proprio ambiente distrugge sé stesso.
Gregory Bateson, Verso un'ecologia della mente, 1972

Il pensiero ambientalista non è un fenomeno religioso, ma il risultato della ricerca scientifica non asservita alle potenze dominanti.
Piero Bevilacqua, La mucca è savia, 2002

Riportare il sole, il vento, la terra, il mondo della vita nella tecnologia, tra i mezzi necessari all'uomo per la sua sopravvivenza, significa restaurare, in senso rivoluzionario, il legame tra l'uomo e la natura. Restituirgli un senso di dipendenza che contribuisca a valorizzare il carattere unico e distintivo di ogni comunità regionale – di dipendenza, cioè, non generalizzata, ma legata a una regione specifica con caratteristiche peculiari – significa compiere un passo decisivo in direzione di un mutamento radicale di tipo ecologico.
Murray Bookchin, Post-Scarcity Anarchism, 1971

Parlo di ecologia, non di ambientalismo. Quello che interessa l'ambientalismo è mettere al servizio dell'uomo il suo habitat, quello che è conosciuto come un insieme passivo di "risorse naturali" e "risorse urbane" che la gente utilizza. [...] L'ecologia è invece, nel suo aspetto migliore, una scienza artistica – o un'arte scientifica – è una forma di poesia che riunisce scienza ed arte in un'unica sintesi.
Murray Bookchin, Spontaneità e organizzazione, 1971

Per recuperare l'urbanesimo come il terreno adatto all'associazionismo, alla cultura, alla comunità, la megalopoli deve essere distrutta senza pietà, e sostituita da nuove comunità decentrate, ognuna inserita con cura nell'ecosistema di cui fa parte. Si può a ragione sostenere che queste ecocomunità avranno le caratteristiche migliori della polis e del comune medioevale, sostenute da ecotecnologie complete in grado di portare gli elementi più avanzati della tecnologia contemporanea – comprese fonti di energia come il vento e il sole – su scala locale.
Murray Bookchin, I limiti della città, 1974

Se non faremo l'impossibile ci troveremo di fronte l'impensabile!
Murray Bookchin, L'ecologia della libertà, 1982

Parlare di "limiti di crescita" in seno ad un'economia di mercato capitalistica non ha alcun senso, così come non ne ha parlare di limiti della guerra in una società guerriera. Gli scrupoli morali cui oggi danno voce tanti ambientalisti sapientoni sono tanto ingenui quanto quelli delle multinazionali sono fasulli. li capitalismo non può essere "persuaso" a porre un freno al suo sviluppo, così come non si può "persuadere" un essere umano a smettere di respirare. I tentativi di realizzare un capitalismo "verde", o "ecologico", sono condannati all'insuccesso a causa della natura stessa del sistema, che è un sistema di crescita continua.
Murray Bookchin, Per una società ecologica, 1989

Quale che possa essere il destino del capitalismo come sistema con i suoi specifici "limiti interni" sul piano economico, possiamo comunque affermare che esso ha dei limiti esterni sul piano ecologico.
Murray Bookchin, Per una società ecologica, 1989

La più grande arroganza di tutte: salviamo il pianeta... Cosa? Mi state prendendo per il culo? Salvare il pianeta? Ma se ancora non sappiamo prenderci cura di noi!
George Carlin, You are all diseased!, 1999

La Terra non condivide il nostro pregiudizio verso la plastica. La plastica viene dalla Terra.
ibidem

Non c'è niente che non vada col pianeta. Il pianeta sta bene. La gente è fottuta!
ibidem

Il pianeta ha superato cose molto peggiori di noi. Ha superato terremoti, vulcani, tettonica a placche, deriva dei continenti, venti solari, macchie solari, tempeste magnetiche, inversione magnetica dei poli, centinaia di migliaia di anni di bombardamento da parte di comete e asteroidi e meteoriti, inondazioni mondiali, onde anomale, incendi planetari, erosione, raggi cosmici, ere glaciali ricorrenti, e pensiamo che qualche busta di plastica e qualche barattolo di alluminio faranno qualche differenza?
George Carlin, You are all diseased!, 1999

L'ambientalismo, quando sconfina nel fanatismo, danneggia l'ambiente.
Pino Caruso, Ho dei pensieri che non condivido, 2009

L'uomo è stato dotato della ragione e del potere di creare, così che egli potesse aggiungere del suo a quanto gli è stato donato. Ma finora egli non ha mai agito da creatore, ma soltanto da distruttore. Rade al suolo le foreste, prosciuga i fiumi, estingue la flora e la fauna selvatica, altera il clima e abbruttisce la terra ogni giorno di più.
Anton Čechov, Zio Vanja, 1896

La biodiversità costituisce un segnale: se in un prato che state attraversando ci sono molti fiori, molte api e farfalle sulle loro corolle, se le bisce strisciano tra le erbe e le allodole cantano nel cielo, potete essere certi che quel luogo è salubre, e che, per sovrappiù, contribuisce alla nostra felicità suggerendoci che l'uomo non è ancora solo nel mondo.
Giorgio Celli, su Il Sole 24 ore, 2010

Io non sono un ambientalista. Sono un guerriero della Terra.
Darryl Cherney, cit. su Smithsonian, 1990

Perché un ecologista sia eletto presidente, è necessario che gli alberi votino.
Coluche, in conversazione con Brice Lalonde, 1980

La prima legge dell'ecologia: ogni cosa è connessa con qualsiasi altra. La seconda legge dell'ecologia: ogni cosa deve finire da qualche parte. La terza legge dell'ecologia: la natura è l'unica a sapere il fatto suo. La quarta legge dell'ecologia: non si distribuiscono pasti gratuiti.
Barry Commoner, Il cerchio da chiudere, 1972

Non è l’uomo che deve battersi contro una natura ostile, ma è la natura indifesa che da generazioni è vittima dell’umanità.
Jacques Cousteau, XX sec. [3]

I nostri problemi ambientali hanno origine dall'arroganza d'immaginare noi stessi come il sistema nervoso centrale o il cervello della natura. Noi non siamo il cervello, siamo il cancro della natura.
Dave Foreman, su  Harper's, 1990

La produzione deve servire ai bisogni reali degli uomini, non alle esigenze dei sistema economico; tra gli uomini e la natura deve crearsi un nuovo rapporto, di collaborazione anziché di sfruttamento; il reciproco antagonismo deve essere sostituito dalla solidarietà.
Erich Fromm, Avere o essere?, 1976

La Terra ha abbastanza per i bisogni di tutti, ma non per l'avidità di poche persone.
Mohandas Gandhi [3]

Io sono me più il mio ambiente, e se non preservo quest'ultimo non preservo me stesso.
José Ortega y Gasset [3]

Soltanto un ricco archivio di luoghi comuni ha creato l'immagine dell'ecologista che desidera tornare a vivere in una misera capanna nella foresta, nel profondo di una grotta o, peggio ancora, dell'ecologia come "roba per ricchi". Ecologista è semplicemente chi ha compreso che il peso e le conseguenze delle proprie azioni vanno sommate a quelle di miliardi di altre persone in tutto il mondo, è qualcuno che sa come ogni piccolo cambiamento nella condotta individuale possa incidere sull'ambiente.
Tessa Gelisio, Ecocentrica, 2013

La violenza alla natura è un forte ingrediente della nostra civiltà da cento anni a questa parte.
Hugo von Hofmannsthal, Il libro degli amici, 1922

Una volta era la religione a dirci che eravamo tutti peccatori a causa del peccato d'origine. Oggi è l'ecologia del nostro pianeta che ci accusa di essere tutti peccatori a causa dell'eccessivo sfruttamento dell'ingegno umano. Una volta era la religione a terrorizzarci con il Giudizio universale alla fine dei tempi. Oggi è il nostro torturato pianeta a predirci l'approssimarsi di quel giorno senza alcun intervento divino. L'ultima rivelazione, che non giungerà da alcun monte Sinai né da alcun monte delle beatitudini, né da alcun albero della bodhi di Buddha, è il grido silenzioso delle cose stesse, quelle che dobbiamo sforzarci di risolvere per arginare i nostri poteri sul mondo, altrimenti moriremo tutti su questa terra desolata che un tempo era il creato.
Hans Jonas, Il concetto di Dio dopo Auschwitz, 1984

La nostra sovracrescita economica si scontra con i limiti della finitezza della biosfera. La capacità rigeneratrice della terra non riesce più a seguire la domanda: l'uomo trasforma le risorse in rifiuti più rapidamente di quanto la natura sia in grado di trasformare questi rifiuti in nuove risorse.
Serge Latouche, Breve trattato sulla decrescita serena, 2007

Devastando in maniera cieca e vandalica la natura che la circonda e da cui trae il suo nutrimento, l'umanità civilizzata attira su di sé la minaccia della rovina ecologica. Forse riconoscerà i propri errori quando comincerà a sentirne le conseguenze sul piano economico, ma allora, molto probabilmente, sarà troppo tardi. 
Konrad Lorenz, Gli otto peccati capitali della nostra civiltà, 1973

L'ecologia ci insegna che la nostra patria è il mondo.
Danilo Mainardi, intervista di Piero Bianucci, su La Stampa, 2001

È inutile per l'uomo conquistare la Luna, se arriva a perdere la Terra.
François Mauriac, Diario, 1952/70

Non ci sono passeggeri nell'Astronave Terra. Siamo tutti membri dell'equipaggio.
Marshall McLuhan, Gli strumenti del comunicare, 1964

La terra ha una pelle; e questa pelle ha malattie. Una di queste malattie si chiama, per esempio, uomo.
Friedrich Nietzsche, Così parlò Zarathustra, 1885

Potrei sopravvivere alla scomparsa di tutte le cattedrali del mondo, non potrei mai sopravvivere alla scomparsa del bosco che vedo ogni mattina dalla mia finestra.
Ermanno Olmi, intervista, 2001

Lavoro minorile in miniere e fabbriche. Schiavitù. Droga. Frodi finanziarie. Scempi ecologici, disboscamenti, inquinamento, coltivazioni estreme che portano all'estinzione. Monopoli. Malattie. Guerra. I patrimoni nascono tutti da cose sgradevoli. 
Chuck Palahniuk, Diary, 2003

L’interno dei porti, dei piccoli ancor più dei grandi, è l’espressione marina del disordine urbano, perché congestione ed inquinamento (chimico e acustico) sono soprattutto disordine, nella sua forma entropica (e Venezia ne costituisce la sventurata sintesi); mentre le coste ripropongono vizi e scompensi delle periferie e del cosiddetto hinterland metropolitano, caratterizzati dall'avventurismo urbanistico e dall'improvvisazione edilizia.
Marco Pellifroni, Gli altri motori, in AA.VV., Il rombo del motore, 1974

L'attivista non è quello che dice che il fiume è sporco, ma quello che pulisce il fiume.
Ross Perot, XX-XXI sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Esistono dati reali che confermano che la sopravvivenza della Terra è compromessa dagli abusi della razza umana. La proliferazione dei dispositivi nucleari, i comportamenti sessuali smodati, l'inquinamento della terra, dell'acqua, dell'aria, il degrado dell'ambiente. In questo contesto non le sembra che gli allarmisti abbiano una saggia visione della vita? E il motto dell'homo sapiens: andiamo a fare shopping, sia il grido del vero malato mentale?
Dottor Peters (David Morse), in L'esercito delle 12 scimmie, 1995

L’uomo è la specie più folle: venera un Dio invisibile e distrugge una Natura visibile. Senza rendersi conto che la Natura che sta distruggendo è quel Dio che sta venerando.
Hubert Reeves, XXI sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Libero commercio e difesa dell'ambiente sono incompatibili. Per salvare le tartarughe, bisogna respingere insieme il libero scambio e le tecnologie distruttive dell'ambiente.
Vandana Shiva, Vacche sacre e mucche pazze, 2000

Grazie a Dio gli esseri umani non possono ancora volare e devastare il cielo come fanno con la terra.
Henry David Thoreau, Diario, 1837/61

L'amore per l'ambiente non dovrebbe essere solo quello, sottilmente egoistico, che mira a valorizzarlo e a migliorarlo per rendere la vita più piacevole e più sana, ma è un dovere, un imperativo morale di rispetto quasi sacrale per madre natura che crea e nutre tutte le specie, quella umana compresa.
Umberto Veronesi (con Mario Pappagallo), Una carezza per guarire, 2005

Credo che avere della terra e non rovinarla sia la più bella forma d'arte che si possa desiderare.
Andy Warhol [3] [4]

Una confezione idonea per il forno a microonde è programmata per avere una durata di circa sei mesi, un tempo di cottura di due minuti e una permanenza in discarica di qualche secolo.
David Wann, su Buzzworm, 1990

Abbiamo modificato così radicalmente il nostro ambiente, che adesso dobbiamo cambiare noi stessi per sopravvivere in questo nuovo ambiente.
Norbert Wiene [3]

La cosa peggiore che possa accadere - che sta, anzi, già accadendo - non è l’esaurimento dell’energia, il collasso economico, una guerra nucleare limitata o la conquista da parte di un governo totalitario. Per quanto terribili per noi, ciascuna di queste catastrofi potrebbe essere riparata
nel corso di alcune generazioni. Il solo processo in atto che per milioni di anni resterà irreparabile è la perdita della diversità genetica e l’estinzione delle specie provocate dalla distruzione degli habitat naturali. Questa è la pazzia che i nostri discendenti meno ci perdoneranno.
Edward Wilson, Biofilia, 1984

Tutti vogliono tornare alla natura, ma nessuno ci vuole tornare a piedi.
Andrew J. Wollensky [3]

Non ereditiamo la terra dai nostri antenati, ma la prendiamo in prestito dai nostri figli.
Detto dei Nativi Americani

Quando l'ultimo albero sarà stato abbattuto, l'ultimo pesce pescato, l'ultimo fiume avvelenato, solo allora ci si renderà conto che non si può mangiare il denaro.
Detto dei Nativi Americani (Attribuzione incerta) [2]

Take nothing but pictures. Leave nothing but footprints. Kill nothing but time.
[Non prendete nulla, solo fotografie. Non lasciate nulla, solo impronte. Non uccidete nulla, solo il tempo].
Motto della Grotta di Baltimora

Dieci comandamenti per il XXI secolo
Luca Mercalli, Prepariamoci © Chiarelettere 2011
Decalogo presentato per l’iniziativa 2010. COM_ANDAMENTI in occasione di Torino Spiritualità 2010
  1. Non avrai altro pianeta al di fuori della Terra.
  2. Non pensare invano che la Terra abbia risorse infinite.
  3. Ricordati di contemplare la Natura.
  4. Onora le energie rinnovabili.
  5. Non inquinare.
  6. Non sprecare.
  7. Non cementificare.
  8. Non produrre così tanti rifiuti.
  9. Differenzia e ricicla i tuoi rifiuti.
  10. Non desiderare la potenza altrui, ma sii più sobrio ed efficiente.
Note
  1. Battuta tratta da Gino e Michele, Anche le formiche nel loro piccolo s'incazzano. Opera omnia, Baldini e Castoldi, 1995
  2. Il detto attribuito ai Nativi Americani e a Toro Seduto si trova citato in diversi modi; ad esempio: "Soltanto dopo che l'ultimo albero sarà stato abbattuto, l'ultimo fiume avvelenato, l'ultimo pesce pescato, solo allora ci si accorgerà che il denaro non può essere mangiato."; oppure: "Quando avranno inquinato l'ultimo fiume, abbattuto l'ultimo albero, cacciato l'ultimo bisonte, pescato l'ultimo pesce, solo allora si accorgeranno di non poter mangiare il denaro accumulato nelle loro banche".
  3. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  4. Nella traduzione italiana della frase attribuita a Andy Warhol, la parola "terra" è intesa di solito come pianeta (earth); ma leggendo la frase in lingua originale inglese ci si accorge che in realtà  si riferisce a "terreno" (land): "I think having land and not ruining it is the most beautiful art that anybody could ever want to own".
  5. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Rifiuti e Spazzatura

Nessun commento: