2015-12-20

Maiali e Scrofe - Frasi e proverbi su Porci e Suini

Raccolta di aforismi, proverbi e battute umoristiche sul maiale domestico, detto anche porco, la scrofa (cioè la femmina del maiale) e il cinghiale (che appartiene alla stessa specie). Un paragrafo di questa raccolta è costituito da frasi in cui il termine maiale (o porco) è usato in senso figurato, spesso come ingiuria, con riferimento a qualità tipiche del maiale: grassezza, ingordigia, sporcizia, oziosità, ecc.
Il maiale è tra gli animali "da macello" più utilizzati per l'alimentazione umana, e nello stesso tempo tra i più ingiustamente disprezzati dagli umani (insieme all'asino). Com'è noto, nella religione ebraica e in quella islamica, è proibito mangiare carne di maiale perché considerata impura. Nella Bibbia, per esempio, si trova scritto: "Tra i ruminanti e gli animali che hanno l'unghia divisa, non mangerete i seguenti: [...] il porco, perché ha l'unghia bipartita da una fessura, ma non rumina, lo considererete immondo. Non mangerete la loro carne e non toccherete i loro cadaveri; li considererete immondi" (Levitico). Nel corano si legge: "In verità vi sono state vietate le bestie morte, il sangue, la carne di porco e quello su cui sia stato invocato altro nome che quello di Allah" (Sura II, 173).
Ci sono molte testimonianze da parte di allevatori ed etologi che, contrariamente a quanto si crede, assicurano che il maiale è in realtà un animale molto intelligente, sensibile e persino pulito, seppure il suo modo di pulirsi a noi sembra alquanto strano. Riguardo a quest'ultimo aspetto, scrive l'etologo Danilo Mainardi in Animali famosi e altri animali (Mondadori 1992): "Col maiale, però, è un altro discorso, un po' per colpa nostra un po', se così si può dire, sua. La colpa nostra consiste nel fatto che spesso le porcilaie non offrono una zona di bel fango pulito, utilissimo, rotolandovisi dentro, per far la guerra ai parassiti, e così i maiali si rotolano dove possono, con risultati spesso disastrosi. Quanto alla colpa loro, che poi colpa ovviamente non è, questa consiste semplicemente nel fatto che compiono un'attività di pulizia, per noi incomprensibile".
Nella sezione "Animali" del sito Aforismario, trovi altre raccolte di frasi correlate a questa, come per esempio quelle sulla carne e sull'animalismo.
Mi piacciono i maiali. I cani ci guardano dal basso.
I gatti ci guardano dall'alto. I maiali ci trattano da loro pari. 
1. Maiale
© Aforismario

Sostenere, per esempio, che va bene macellare i maiali e non i cani perché questi ultimi soffrirebbero di più è un'affermazione ingannevole e senza senso, non supportata da alcun dato scientifico. 
Marc Bekoff, in AA. VV., Emotività animali (prefazione), 2014

Il maggior guaio del gettar perle ai porci non tanto è che si sprechino le perle quanto che si guastano i porci.
Ugo Bernasconi, Parole alla buona gente, ca. 1933 (postumo 1987)

Il cane è il miglior amico dell'uomo. Magari lo sarebbe anche il maiale, ma non gliene danno il tempo.
Romano Bertola, Includetemi fuori, 2003

Maiale. Animale strettamente imparentato con la razza umana per l'imponente vivacità del suo appetito, il quale è tuttavia di minor portata, perché non si estende al maiale stesso.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Commestibile. Buono da mangiare, sano e digeribile come un verme per un rospo, un rospo per un serpente, un serpente per un maiale, un maiale per un uomo e un uomo per un verme.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Pancetta. La mummia di un maiale imbalsamato.
ibidem

Trichinosi. [1] La risposta dei maiali a chi propone la porcofagia.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Fai doppia fatica a essere un agricoltore che a essere il suo maiale. 
Ray Bradbury, Il popolo dell'autunno, 1962

Un fattore va a trovare il suo contadino e vede un maialino con una gamba di legno. "Beh? Perchè ha la gamba di legno? Una disgrazia?". "No, è che gli siamo talmente affezionati che lo mangiamo un po' per volta...".
Gino Bramieri, Io Bramieri vi racconto 400 barzellette, 1976

Sentirmi di frequente paragonato a un maiale mi piace tantissimo. Mi creda: è un giudizio lusinghiero. Perché due maiali fanno l’amore con gusto, come nessun altro animale al mondo: muovendosi, agitandosi con allegria.
Tinto Brass, su Sette, 2002  

Il porco è infatti un animale A. avaro, B. barbaro, C. coperto di fango, D. duro, E. errante qua e là, F. fetido, G. goloso, H. ha un debole senno, K. Cocciuto, L. lascivo, M. molesto, N. non è buono a nulla, O. ocioso, P. pertinace, Q. querulo, R. rude, S. stolto, T. turgido, V. vile, X. Lunatico, Y. Auricolato, Z. volubile, Ψ. non si dice buono se non quando è morto. 
Giordano Bruno, Cantus Circaeus (Il canto di Circe), 1582

Maiali costretti in stambugi senza luce. Galline chiuse notte e giorno nell'incubatrice. Oche inchiodate con le zampe al pavimento. Vitelli che passano dalla prigione al macello senza aver mai visto un prato. Gli ultimi animali, superstiti di una moltitudine che riempiva festosamente la terra, sono ridotti a un'eterna notte.
Francesco Burdin, Un milione di giorni, 2001

Cosa fanno due maiali sul divano? I porci comodi! 
Achille Campanile (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

IL MAIALE MACCHINA DA CARNE («Corriere della Sera»). Solo cinque chilogrammi a testa in Italia; quaranta in Germania. Forza! Sviluppare le mandibole. Maiale da carne. Chi usa queste
espressioni, il giornale che le tollera, sono divulgatori di osceno, di oscenità come malaugurio. Quella povera carne offesa si vendicherà.
Guido Ceronetti, Il silenzio del corpo, 1979

La cosa che somiglia di più alla carne dell'uomo è la carne del porco. 
William "Bill il Macellaio" Cutting (Daniel Day-Lewis), in Martin Scorsese, Gangs of New York, 2002

Se il porco è uno solo si grida allo scandalo, se sono dieci non si dice più nulla, se sono venti si dubita di sé stessi, se sono ancora di più si grugnisce beatamente nel coro. 
Julien De Valckenaere (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Tutte le religioni hanno lo stesso scopo: andare in paradiso. Tutte hanno il loro modo per arrivarci. Credo che in qualche modo si possa risolvere la questione. Cioè se sei cattolico e vuoi andare in paradiso, non devi fare del sesso, a meno che tu non sia sposato. Se sei ebreo e vuoi andare in paradiso, non devi mangiare carne di maiale. E allora, se proprio devi fare una scelta...
Bob Dubac [2]

Il maiale vive da porco e muore da salame. 
Fulvio Fiori [3]

I cani sono meravigliosi e, per molti versi, unici. Ma sono straordinariamente ordinari nelle loro capacità intellettuali ed esperienziali. I maiali sono altrettanto intelligenti e sensibili in tutto e per tutto, secondo ogni ragionevole definizione dei termini. Non possono saltare nel bagagliaio di una Volvo, ma sono capaci di riportare oggetti, correre e giocare, fare i dispetti e ricambiare affetto. Allora perché non ottengono di accoccolarsi accanto al fuoco? Perché non possono, perlomeno, evitare di essere arrostiti sul fuoco?
Jonathan Safran Foer, Se niente importa, 2009

Non date le cose sante ai cani e non gettate le vostre perle davanti ai porci, perché non le calpestino con le loro zampe e poi si voltino per sbranarvi.
Gesù di Nazaret, in Vangelo secondo Matteo, I sec. 

E pensare che non si sa il nome del primo maiale che scoprì un tartufo. 
Edmond e Jules de Goncourt, Diario, 1851/96 (postumo, 1956)

Ho finalmente capito quanto noi umani siamo simili a loro [i maiali]: dev'essere per questo che sono tanto disprezzati dalla cultura specista prevalente. Li sentiamo così vicini, e così netto, accanto a loro, è il rischio di percepire la nostra stessa animalità, che li allontaniamo con lo strumento della denigrazione, dell'umiliazione fisica e simbolica. 
Lorenzo Guadagnucci, Restiamo animali, 2012

Secondo molte autorità antiche, l'atteggiamento dei primi semiti verso il maiale era insieme di riverenza e disgusto. Mangiare carne suina era considerato come qualcosa di speciale, addirittura di privilegiato e di ritualistico. (Questa insana confusione tra sacro e profano si incontra in tutte le fedi e in tutti i tempi). La simultanea attrazione e repulsione derivava da una radice antropomorfica: l'aspetto del maiale, il gusto del maiale, le strida di agonia del maiale e l'evidente intelligenza del maiale ricordavano sgradevolmente l'essere umano.
Christopher Hitchens, Dio non è grande, 2007

Provo un sentimento d'amicizia verso i maiali in generale, e li considero tra le bestie più intelligenti. Mi piacciono il temperamento e l'atteggiamento del maiale verso le altre creature, soprattutto l'uomo. Non è sospettoso o timidamente sottomesso, come i cavalli, i bovini e le pecore; né impudente e strafottente come la capra; non è ostile come l'oca, né condiscendente come il gatto; e neppure un parassita adulatorio come il cane. Il maiale ci osserva da una posizione totalmente diversa, una specie di punto di vista democratico, come se fossimo concittadini e fratelli; dà per scontato che capiamo il suo linguaggio, e, senza servilismo o insolenza, ci dimostra un cameratismo spontaneo e amabile, o un'aria cordiale.
William Henry Hudson, cit. in Jeffrey Moussaieff Masson, Il maiale che cantava alla luna, 2003

La patria d'un maiale è dappertutto dove ci sono ghiande.
François de Salignac de La Mothe-Fénelon, Dialogo dei morti, 1712

Le maschere di fango non fanno bene alla carnagione. Hai mai visto un maiale carino?
Jack E. Leonard [2]

Il maiale è diventato sporco solo in seguito alle sue frequentazioni con l'uomo. Allo stato selvatico è un animale molto pulito.
Pierre Loti, Quelques aspects du vertige mondial, 1917

Noi abbiamo due pesi e due misure: certe specie le consideriamo d'utilità, le mangiamo tranquillamente, le facciamo lavorare. Altre, gli animali da compagnia, come sono appunto cani e gatti, le antropomorfizziamo, addirittura le personalizziamo dando loro un nome proprio, insomma le usiamo in un modo diverso, e cioè come sostituti d'umanità, come bersaglio privilegiato del nostro affetto. Il cane fa parte della famiglia umana, il maiale no, e poco importa se anche quest'ultimo possiede una sua intelligenza, se ha sue capacità sociali e affettive. Anzi, preferiamo non venirlo a sapere, perché quest'ignoranza indubbiamente ci facilita la digestione.
Danilo Mainardi, Animali famosi e altri animali, 1992

Nessun pesce mangia la propria cacca; il maiale sì. L'uomo in tutta coscienza no; ma, oltre al pesce, mangia anche il maiale.
Jean-Paul Malfatti [3]

Ingratitudine umana. Del porco usiamo la carne come cibo e il nome come insulto. 
Cesare Marchi (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Chi vive con i maiali spesso li descrive come fossero cani: sono intelligenti, leali e, soprattutto, affettuosi. Chi li conosce sottolinea sempre che ognuno di loro è un individuo unico e particolare.
Jeffrey Moussaieff Masson, Il maiale che cantava alla luna, 2003

Il pioniere del comportamentismo Ivan Pavlov affermò: «Da tempo è mia ferma convinzione che il maiale sia il più nervoso degli animali. I maiali sono tutti isterici». Ma ricordiamoci che molte volte è stato fatto lo stesso commento riguardo alle donne e, in entrambi i casi, si tratta di dimostrazioni di pura ignoranza.
Jeffrey Moussaieff Masson, Il maiale che cantava alla luna, 2003

Fra tutti gli animali, la loro carne è quella che più somiglia alla carne umana, cosa piuttosto sconcertante se consideriamo che oltre il quaranta percento degli animali da carne allevati nel mondo sono maiali.
Jeffrey Moussaieff Masson, Il maiale che cantava alla luna, 2003

Tanto io che il povero maiale non saremo apprezzati che dopo la nostra morte.
Jules Renard, Diario, 1887/1910 (postumo, 1925/27)

Una società che è arrivata a considerare il maiale un cumulo di materia protoplasmatica inanimata da manipolare con inverosimili tecniche concepite dalla mente umana, probabilmente arriverà a trattare nello stesso modo persino gli individui, le altre culture, le altre nazioni, atteggiandosi così a dominatrice. 
Joel Salatin, in Food, Inc., 2008

Ci sono sempre meno perle da dare ai porci.
Alberto Schön, Infallibili errori, 2006 

È bene si scaccino i demoni dagli umani, ma che poi debbano pagarne le conseguenze i porci, mi sembra ingiusto.
Giovanni Soriano, Maldetti, 2007

Non gettate le vostre perle ai porci, potrebbero piacergli.
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

Si dice che di un maiale non si butta via niente; di un umano, al contrario, è raro che alla sua morte ci sia qualcosa che, eccetto i suoi beni economici, valga la pena d’essere conservato.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Vedo un futuro roseo per l’umanità – sí, roseo come la pelle di un maiale all'entrata di un mattatoio.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Il modo perfettamente "razionale" in cui noi uomini alleviamo gli animali per ucciderli, tagliando la coda ai maiali perché quelli dietro non la mordano a quelli davanti, e il becco ai polli perché, impazzendo nella loro impossibilità di muoversi, non attacchino il vicino, è un ottimo esempio della barbarie della ragione.
Tiziano Terzani, Un altro giro di giostra, 2004

Una matina un povero Somaro, / ner vede un Porco amico annà ar macello, / sbottò in un pianto e disse: − Addio, fratello: / nun se vedremo più, nun c'è riparo! / − Bisogna esse filosofo, bisogna: / − je disse er Porco − via, nun fa' lo scemo, / che forse un giorno se ritroveremo / in quarche mortadella de Bologna!
Trilussa, Er porco e er somaro, 1922

«Papà, come si chiamano i maiali da piccoli?» «Salvadanai.»
Mario Zucca [2]

Autori sconosciuti
  • Il maiale è un animale di Dio come tutti gli altri, a cui si fa l'atroce torto di paragonarlo a certi esseri umani. 
  • La provvidenza di Dio è senza limiti. Avendo creato i maiali per il contenuto delle salsicce, li ha dotati anche di intestini per l'involucro.
  • Mi piacciono i maiali. I cani ci guardano dal basso. I gatti ci guardano dall'alto. I maiali ci trattano da loro pari. [attribuito a Winston Churchill e altri].
2. Scrofa
© Aforismario

Quando è pronta per partorire, la scrofa viene spostata – ma soltanto per andare nel «recinto di figliatura». (Gli umani partoriscono, ma i maiali «figliano».) Qui la scrofa può essere ancor più strettamente limitata nei movimenti di quanto non lo fosse nel box. Un congegno soprannominato «la vergine di ferro», formato da un'intelaiatura di metallo che preclude la libertà di movimento, è stato introdotto e ampiamente adottato in molti paesi. Il preteso scopo è impedire alla scrofa di rotolare sui maialini e schiacciarli, ma questo si potrebbe ottenere anche ponendola in condizioni più naturali.
Peter Singer, Liberazione animale, 1975

L'uomo è porco, per diritto di natura. (Luigi Pirandello)
3. Porco (in senso figurato)
© Aforismario

Ogni cristiano senza eroismo è un porco.
Léon Bloy, Quatre ans de captivité à Cochons-sur-Marne, 1905

Poiché nessuno sa di chi son figli Qui, Quo, Qua, probabilmente non avevano la mamma papera ma maiala.
Cicchello e Colombo [2]

Educatore. Un uomo che getta perle false a porci veri. 
John Garland Pollard, A Connotary, 1932

Quando si vede scritto "spettacolo per adulti" è sottinteso che si tratta di oscenità — e adulto viene così ad essere sinonimo di porco.
Domenico Giuliotti e Giovanni Papini, Dizionario dell'omo salvatico, 1923

La vera fonte della giovinezza è avere una mente porca e un sorrisetto birichino.
Jerry Hall (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Un anello d'oro al naso d'un porco, tale è la donna bella ma priva di senno.
Libro dei Proverbi, Antico Testamento, V sec. a.e.c.

L'essere contenti di tutto, in modo da avere gusto per tutte le cose: non è il migliore dei gusti! Io onoro le lingue e gli stomaci ritrosi e schifiltosi, che hanno imparato a dire 'io' e 'sì' e 'no'. Ma masticare e digerire tutto − questo è davvero da maiali!
Friedrich Nietzsche, Così parlò Zarathustra, 1883/85

Dopo quattro o cinque anni, assediati dalle miserie, dalle bassezze umane, non ci resta piú addosso neppur una di quelle finzioni con cui la società ci mascherava e scopriamo allora che l'uomo è porco, per diritto di natura.
Luigi Pirandello, La veglia, in Novelle per un anno, 1922/37

Quando t'imbatti in un moralista, consideralo con rispetto, ad una prudente distanza, perché la morale è come la trichina: [1] vive nella carne del porco. 
Pitigrilli (Dino Segre - Fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Per un porco tutte le donne sono puttane, per una puttana tutti gli uomini sono porci.
Emilio Rega, Oltre le stelle, 1997

È meglio essere, diceva un illustre filosofo, un Socrate scontento che un porco soddisfatto. Senza dubbio. Ma un Socrate anche soddisfatto non è più da compiangere di un porco scontento?
Jean Rostand, Pensieri di un biologo, 1954

A volte, pur senza essere dei masochisti integrali, capita di rivoltolarsi nel proprio dolore come maiali nel fango.
Giovanni Soriano, Maldetti, 2007

Come è fortunato chi può ridere in compagnia senza perciò rendersi volgare, oppure confessare a qualcuno una cosa senza per questo gettarla ai porci.
Oswald Spengler, A me stesso, 1911/19 (postumo, 1993)

La Costituzione è molto più avanzata dell'Italia e di noi italiani: è uno smoking indossato da un maiale. 
Marco Travaglio, su la Repubblica, 2008

Che cos'è un dio capace di sacrificare suo figlio a questi porci di umani? − Dio sarebbe dunque idolatra?
Paul Valéry, Quaderni, 1894-1945 (postumi 1957-61)

Proverbi sui Maiali e i Porci
  • Ai peggiori porci vanno le migliori pere.
  • Al porco più si dà e più mangia.
  • Aspetta il porco alla quercia.
  • Bolle il paiolo e il maiale è ancora in montagna.
  • Cani e porci prima o poi tornano a casa.
  • Carne cruda e pesce cotto, purché la carne non sia di porco.
  • Chi ammazza un porco mangia un anno e chi ammazza un bove mangia una settimana.
  • Chi ha buon orto ha buon porco.
  • Chi ha un porco solo lo fa grasso, e chi ha un figlio solo lo fa matto.
  • Chi mangia quanto un maiale campa fino a Natale.
  • Chi non ha una casa, un porco, un orto in capo a un anno si trova morto.
  • Chi prende il porco per la coda non si profuma le mani.
  • Con l’acqua sporca non s’ingrassa il maiale.
  • Del maiale non si butta via nulla.
  • Del porco si butta via solo l’unghia degli zampetti.
  • Fa più un porco che ciondola d’un cavallo che dondola.
  • I porci allegri stanno, ma non campano più d’un anno.
  • Il maiale è bello appeso.
  • Il maiale impara presto la strada del pero.
  • Il maiale sogna sempre ghiande.
  • Il più utile degli animali non ha corna e non ha ali.
  • Il porco è buono dal muso al buso.
  • "  " è un salvadanaio.
  • "  " ha le gambe corte, ma dà i calci lunghi.
  • "  " impara subito la via dell’orto.
  • "  " mangia ciliege e sogna ghiande.
  • "  " non diventa vecchio, ma il vecchio diventa porco.
  • "  " per un anno mangia e per un anno da` da mangiare.
  • "  " vuol dormir pulito e mangiare sporco.
  • "  " vuol mangiar da porco e dormir da signore.
  • L’occhio del contadino ingrassa il maiale.
  • L’uomo e il porco si pesa dopo morto.
  • La pastura fa il porco e la fama lo fa grasso.
  • Lava il maiale e puzzeranno lui e le mani.
  • L'avaro è come il porco: serve dopo morto.
  • Le migliori pere cadono in bocca ai porci.
  • Meglio far cent’anni l’asino che uno il porco.
  • Meglio un porco morto in casa che un vescovo vivo nell'aia.
  • Mercante e porco è buono dopo morto.
  • Mercante e porco pesalo dopo morto.
  • Non c’è troia così immonda che un maiale non la baci.
  • Non s’ammazza tutti i giorni il porco.
  • Non si può avere il lardo in dispensa e il maiale sotto la quercia.
  • Per amore del lardo si bacia il culo al porco.
  • Per avere il lardo bisogna ammazzare il maiale.
  • Per gratitudine il maiale rovescia il secchio.
  • Porco pulito non fu mai grasso.
  • Porco sazio ribalta il trogolo.
  • Quand'anche il porco vivesse in una reggia andrebbe a sguazzare nel pantano.
  • Quando ha bevuto il maiale si rotola nella fontana.
  • Se c’è una bella zucca finisce in bocca al maiale.
  • Se il porco non muore torna alle sue ghiande.
  • Senza studio il maiale sa molto della ghianda.
  • Un bel maiale è un bel vedere.
4. Cinghiale
© Aforismario

Se i cinghiali possono produrre danni alle coltivazioni, il controllo della popolazione va effettuato attraverso meccanismi diversi dall'abbattimento per mano dei cacciatori, chiaramente un alibi adottato dalla politica per compiacere una determinata lobby. 
Michela Vittoria Brambilla, Manifesto animalista, 2012

Se sei l'ultimo tartarugo della tua specie sei più protetto di quasi tutti gli uomini, se sei un cinghiale o una nutria puoi essere sterminato. Eppure l'agonia di un cinghiale non è diversa da quella di una tigre siberiana o di un rinoceronte nero. 
Luigi Lombardi Vallauri, Diritti animali e rovesci umani, in AA.VV., Emotività animali, 2013

Libro consigliato da Aforismario
Il maiale
Storia di un cugino poco amato
Autore Michel Pastoureau
Traduttore G. Calza
Editore Ponte alle Grazie, 2014

"Del maiale non si butta via niente": raramente proverbio è così vero. Da quando l'uomo ha iniziato ad addomesticarlo, tra il VII e il VI millennio a. e. v. il maiale si è rivelato una preziosa fonte di ricchezza: la sua carne è sinonimo di scorpacciata, il suo sangue e le budella sono usate per sanguinacci e salsicce, il grasso per le candele, la pelle e i tendini per fare corde di strumenti musicali, le setole spazzole e pennelli. Ciononostante, nel corso dei secoli il maiale ha conosciuto alterne fortune, che lo hanno visto animale degno di essere sacrificato agli dei in Egitto e in Grecia, trasformato poi in simbolo di lussuria per colpa del manto rosa che lo fa sembrare nudo e addirittura condannato davanti a tribunali in piena regola con l'accusa di infanticidio. Un destino di alti e bassi, quello di questo nostro "cugino poco amato", specchio della mutevole storia culturale e sociale dell'uomo, una riflessione colta e prosaica su un rapporto ambivalente e sempre passionale tra noi e l'animale biologicamente a noi più affine, a cui è sempre più legata la nostra sopravvivenza.

Note
  1. Trichinosi: malattia parassitaria causata dalla trichina, parassita che a volte si trova nei maiali.
  2. Battuta tratta da Gino e Michele, Anche le formiche nel loro piccolo s'incazzano. Opera omnia, Baldini e Castoldi, 1995
  3. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  4. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Mucche, Tori e Vitelli

Nessun commento: