Daniele Luttazzi - Freddure e battute satiriche

Selezione di frasi satiriche, freddure e battute divertenti di Daniele Luttazzi (pseudonimo di Daniele Fabbri - Santarcangelo di Romagna 1961), attore, scrittore e comico italiano. Come recita una sua breve nota biografica in La guerra civile fredda (Feltrinelli, 2007): "Daniele Luttazzi è l'autore di Piccole donne e Piccole donne crescono. Nel 1998 ha ricevuto il premio Nobel per la Fisica grazie al suo lavoro pionieristico sull'uso delle lenti prismatiche nella collimazione degli ioni non-discreti. Attualmente abita a Giacarta, dove si ritaglia spazi di tempo libero dagli impegni di presidente dell'Indonesia per cavalcare gli unicorni del suo allevamento o per succhiarsi i gomiti...".
Daniele Luttazzi comincia a farsi notare come comico alla fine degli anni '80, e diventa noto al grande pubblico dopo numerose apparizioni televisive negli anni '90. Luttazzi si distingue dalla maggior parte dei comici italiani per essere autore di una satira mordace, "dura e cruda", che non si ferma dinanzi a nulla. Politica, religione, sesso, morte: tutto può essere oggetto di satira, e dove di solito gli altri comici italiani si fermano, lui avanza imperterrito. Ciò lo ha fatto molto apprezzare (specie tra i giovani) per il coraggio e la genialità del suo umorismo, ma, ovviamente, lo ha anche reso ostile al potere costituito, e nel corso della sia carriera è incorso in denunce e censure. "Qual è il mio ostacolo? La censura. Il mio difetto? Mi incazzo quando mi censurano. Cosa voglio a tutti i costi? Fare satira senza censure". (La guerra civile fredda, Feltrinelli, 2007).
Se per Aldo Grasso "Luttazzi è il più colto e caustico fra i nostri comici. L'unico in grado di conciliare l'epica satirica e la visionarietà" (Corriere della sera, 2001), per Piergiorgio Bellocchio "Non si può prenderlo sul serio. Ma non si può neppure prenderlo sul faceto. Egli è sì un buffoncello, che però non fa ridere... Niente è più squallido, fastidioso e infine deprimente di un comico che non diverte". (Corriere della sera, 1995).
La carriera di Luttazzi è andata avanti tra apprezzamenti e critiche fino al 2008, quando subisce un duro colpo per il moltiplicarsi delle accuse di plagio rivolte nei suoi confronti. Su Aforismario trovi anche una raccolta di queste battute "rifatte" da Luttazzi.
Daniele Luttazzi 
Non qui, Barbara, nessuno ci sta guardando
Spettacolo teatrale, 1989

Gli anni sembravano non aver avuto alcun effetto su di lei. Era rimasta la solita stronza che conoscevo.

L'altra sera ho acceso la TV: sesso e violenza, sesso e violenza. E quelle erano solo le previsioni del tempo!

Mai mangiare in un ristorante cinese che pratica aborti.

Ti prego, Barbara, non qui: non ci vede nessuno! 

Adenoidi
© Bompiani 1995

A tutti piacciono le minorenni, per questo c'è una legge.

Chi dice di combattere la dittatura dall'interno è già complice.

Lo svantaggio di vincere il Nobel è la figuraccia che fai quando poi perdi a Trivial Pursuit.

C.R.A.M.P.O.
Corso Rapido di Apprendimento Minimo per Ottenebrati
© Comix 1996

Se l'aereo che deve portarvi su un altro continente ha le ali incrostate di alghe marine, scendete.  

Tabloid
© Comix 1997

Discorso a sorpresa del papa: "Il mondo pecca, ma Dio non lo distruggerà". Pazienza.

Secondo un recente sondaggio, il 50% dei coniugi italiani ha avuto una storia con qualcun altro. Il 50%! Sapete cosa significa? Se non sei tu, è tua moglie.

Cosmico!
© Mondadori 1998

Programmi Mediaset. Una valida alternativa all'intrattenimento intelligente.
Scoperto il senso della vita. Era su Google. (Daniele Luttazzi)
Barracuda
© Mondadori 1999

I geni, vivono la stessa vita delle persone comuni... Ma le danno un altro significato.

Il Papa ha commentato il Corano ed è successo il finimondo. Questo significa che i musulmani prendono le parole del Papa più seriamente di quanto facciano i cristiani! 

In Italia mancano giornalisti che facciano la seconda domanda. Cosa intendo? Semplice: il giornalista intervista un politico, fa la sua domanda, il politico risponde. A questo punto il giornalista dovrebbe fare la seconda domanda: "scusi, ma lo sa che questa è una stronzata pazzesca!?" Invece la seconda domanda non viene mai fatta, in questo modo i politici sono lasciati liberi di dire tutte le cazzate che vogliono.

Benvenuti in Italia
© Feltrinelli 2002

Babbo Natale ce l'ha con me. Da piccolo invece dei regali mi lasciava un biglietto con su scritto: “Non esisto”.

Come sapete è umanamente impossibile resistere: ti pulisci il sedere, devi guardare nella carta igienica. Uno prova a resistere: è impossibile. Poi ti senti meglio. È come se uno si illudesse di potere fare l’analisi chimica delle feci con gli occhi: “Mmmm, niente tracce ematiche, residuo fisso 5%...” Guardare nella carta igienica dopo che ti sei pulito il sedere è importante, anche perché se ci guardi prima fai la figura del fesso. Invece se ti dimentichi è una tragedia. Ti pulisci distrattamente, butti via tutto, esci. E dopo 5 minuti rientri di corsa: “Cos’è che c’era nella carta igienica? Waa, adesso devo cagare di nuovo!”.

La satira informa, deforma e fa quel cazzo che le pare.

Capolavori
© Feltrinelli 2002

Credeva di essere una brava cuoca. Poi un giorno vide il suo cane che mangiava da McDonald's.

In Italia il matrimonio è quell'istituto che trasforma un marito nell'Inps. 

Non sono né a favore né contro la pena di morte. Trovo solo imbarazzante essere uccisi da una sedia. 

La castrazione e altri metodi infallibili per prevenire l’acne
© Feltrinelli 2003

I dittatori sono patetici. Che senso ha impadronirsi di tutta la ricchezza di una nazione se poi puoi spenderla solo in divise militari?

I parenti premono perché mi riproduca. “Quand'è che fai dei bambini?”Come se avessi bisogno di gente che bivacca nel mio appartamento. Fai un figlio, lo allevi con amore, spendi un sacco di soldi per dargli da mangiare, vestirlo e mandarlo a scuola, poi arriva l'adolescenza e te lo ritrovi che ti urla addosso: “Lasciami in pace! Cazzo vuoi da me? Ti ho chiesto io di mettermi al mondo?" Problema risolto.

Qual è il posto più strano in cui hai fatto l'amore? In una donna.

Se dei pneumatici esplodono per un difetto di fabbricazione, tutta la produzione viene tolta dal mercato. Qui la metà dei matrimoni va a rotoli e a nessuno viene il sospetto che il modello possa essere difettoso.

Come contrastare la malavita organizzata?
Cominciando a non votarla alle elezioni... (Daniele Luttazzi)
Bollito misto con mostarda
© Feltrinelli 2005 - Selezione Aforismario

Come contrastare la malavita organizzata? Cominciando a non votarla alle elezioni...

Come distingui una droga pericolosa da una droga eccellente? Se non vedi una giraffa sugli sci, stai sbagliando sostanza.

Da giovane cerchi fama e fortuna, poi capisci che una moglie innamorata e dei bambini felici sono il più grande premio di consolazione. 

Dovrebbero dare il Nobel a chi ha inventato la ceretta. Se non fosse per la ceretta, ogni sera salirei sul palco con le guance graffiate. 

Dice: − Gesù è morto in croce per i nostri peccati. − Ma così ci fa sentire troppo in colpa! Non poteva solo lussarsi un'anca, per i nostri peccati? 

È rassicurante apprendere che per essere un buon cattolico non ti serve altro che un'erezione e una doccia fredda.

Il papa ha detto: "La risposta alla modernità è Cristo". Ora, io ho 44 anni e molto modestamente ho imparato una cosa nella mia vita: se la risposta è Cristo, la domanda è sbagliata. 

Il telefonino non mi serve per fare foto o navigare in Internet. Mi serve solo per telefonare. Di un cellulare mi interessano i fondamentali: che suoni in momenti inappropriati, che interferisca con le strumentazioni aeree e che mi dia un tumore al cervello. Quando usi il telefonino, dopo un po' cambi orecchio. Non vuoi solo un tumore. Ne vuoi un altro che faccia pendant.

L'elezione di un papa risponde all'eterna domanda: − Cosa succede a un uomo che in tutta la sua vita non ha mai soddisfatto sessualmente una donna? − 

Il papa ha invitato i giovani a praticare la castità. Se funziona con loro, poi proverà coi preti.

I sacerdoti hanno un problema: i bambini non tengono la bocca chiusa.

La satira è indice del gradiente di democrazia di un Paese.

Non dimentico mai che baciare è appoggiare le labbra contro l'estremità piacevole di otto metri di tubo digerente.

Non sopporto i cellulari che scattano fotografie. Non solo continuo a farmi foto alle orecchie, ma adesso lo scocciatore con la macchina fotografica e l'idiota col telefonino si sono fusi in una sola persona!

Odio quelli che si vergognano delle proprie, legittime, pulsioni; ad esempio quelli che entrano nei pornoshop facendo la scena del tipo che ha sbagliato negozio. - Oh? Non è un alimentari? -

Ognuno sta solo sul cuor della terra / trafitto da un raggio di sole. / E la chiamano estate.

Pronto il sequel dell'Esorcista. Una giovane mamma chiama il diavolo per togliere il prete da suo figlio.

Ratzinger ha invitato i giovani alla castità, se funziona con loro poi proverà con i preti.

Se la Chiesa vuole proprio impicciarsi delle faccende italiane, deve prima pagare il biglietto d'ingresso: deve prima pagare le tasse. Altro che otto per mille!

Se la risposta è Cristo, la domanda è sbagliata.

Se non incontri mai qualcosa che ti offende, significa che non vivi in una società libera.  

Sempre più pensionati passano i pomeriggi allo zoo. Davanti alla gabbia dei leoni. Ci vanno a vedere le bistecche.

Tutti gli esseri umani si masturbano. Non tutti gli animali. Ad esempio, le tartarughe. Non si masturbano. Ma ci pensano continuamente. 

Decameron 
TV La7, 2007

In una democrazia, un politico ha tutto il diritto di dire: "Quel comico non m'è piaciuto". Ma quando dice "Non m'è piaciuto, quindi non va più in onda", siamo al maccartismo. È censura ideologica, una cosa schifosa.

Lepidezze Postribolari
Populorum progressio
© Feltrinelli 2007

Chi censura un autore satirico, censura le sue opinioni. Un tempo si chiamava fascismo.

La satira non fa propaganda ad alcun partito, ma esprime un'opinione. Chi censura un autore satirico, censura le sue opinioni. Un tempo si chiamava fascismo.

Se non incontri mai qualcosa che ti offende,
significa che non vivi in una società libera. (Daniele Luttazzi)
La guerra civile fredda
© Feltrinelli, 2007 - Selezione Aforismario

Baghdad è un ottimo posto per andarci in vacanza. Portatevi il vostro hotel.

C'è chi si taglia i peli pubici per far sembrare il proprio caz** più lungo, lo invece mi sono fatto tatuare sulla pancia un trompe l’oeil della Galleria degli Uffizi che dà l'illusione della profondità.

La deontologia del comico consiste nel proporre solo battute che lo facciano ridere.

La satira, in fondo, non fa che trattare la religione come ogni religione tratta le altre. Ogni religione pensa che le altre siano una superstizione. La satira pensa che TUTTE siano una superstizione.

Le religioni sono pericolose. Sono favole per gonzi che hanno una funzione sociale di controllo; e che diventano pericolosissime quando la religione, forte del numero, tende a far coincidere il peccato col reato e a condizionare l'attività dei governi.

Le religioni sono un fatto culturale. È tutto molto relativo. Il Papa vorrebbe che tutti fossero cattolici. Le mucche vorrebbero che tutti fossero di religione indù!

Risolto il mistero della Venere di Milo: lo scultore non era capace di fare le braccia.

Scoperto il senso della vita. Era su Google.

Monologhi, articoli, interviste
© Krassner Entertainment - Selezione Aforismario

- Caro Daniele, leggi mai la Bibbia?
- Solo le parti porno. Il resto non mi sembra molto credibile.

A volte mi chiedo cosa sia la felicità, e non sempre so darmi una risposta. Credo comunque che non abbiamo il diritto di lamentarci troppo, perché esistono al mondo esseri viventi molto più sfortunati di noi. Voglio dire,! pesci. I pesci sono gli esseri più sfortunati che esistano sulla faccia della terra. Ci avete mai pensato? Perché un pesce, un pesce non può far finta di niente, quando scoreggia.

C'è chi ha parlato di prostituzione intellettuale ma c'è una grande differenza tra una prostituta e certi giornalisti: ci sono cose che una prostituta non fa.

Davvero una vita non basta: così poco tempo e così tanti coglioni da mandare affanculo.

È blasfemo che milioni di persone muoiano ogni anno in Africa di AIDS anche perché la Chiesa condanna l'uso del preservativo. Il condom a quanto pare è contro gli insegnamenti di Cristo. Anche se Cristo non ne ha mai parlato, se non per lamentarsi del fatto che si rompono facilmente durante il sesso anale.

È incredibile come ogni giorno le notizie accadano sempre esattamente per quanto basta a riempire un quotidiano.

I social network fanno sì che tu resti a casa nella tua stanzetta a comunicare apparentemente con tutti gli altri, ma in realtà internet non è un qualcosa di esterno da te. Quando spegni internet spegni anche te stesso, o quantomeno una parte di te stesso. Magari una proiezione ideale di te stesso. Tutto questo comporta una forte dipendenza fisica, psicologica e la creazione di una realtà parallela.

Il mondo non è perfetto. In un mondo perfetto Mark Chapman avrebbe ucciso Yoko Ono.

Il Papa ha ammesso la validità delle teorie evoluzionistiche di Darwin. Anche Cristo deriva dalla scimmia, quindi. Permangono invece le forti riserve all'idea che la Terra non sia piatta.

Il suo ex si era ucciso lanciandosi contro una sega circolare. La TV era sul posto e riprese l’avvenimento. Il filmato fu mandato in onda a spezzoni.

In Irlanda, se vi chiedono di che religione siete, dite buddista.

La Chiesa condanna l'uso del preservativo. Il condom a quanto pare è contro gli insegnamenti di Cristo. Anche se Cristo non ne ha mai parlato, se non per lamentarsi del fatto che si rompono facilmente durante il sesso anale.

La giustizia in Italia? Sarebbe una buona idea.

La sanità è malata e io ne so qualcosa. Il mese scorso ho portato mia figlia in ospedale e al termine dell’intervento ho chiesto al professore: «Come è andata l’operazione?» Lui allora mi ha guardato e mi ha detto: «Operazione? Ma come, non era un’autopsia?»

Non so mai quando fare la prima mossa. In genere aspettavo che la facesse lei. Ieri sera ad una festa una ragazza bellissima mi ha offerto da bere, e poi mi ha invitato a casa sua. Mi fa: «Scusa un attimo». Quando ritorna è completamente nuda. Si siede sulle mie ginocchia, comincia ad accarezzarmi, a baciarmi dappertutto, e allora ho pensato: «Daniele, questa occasione non fartela scappare!» E così mi sono fatto dare il suo numero di telefono.

Ogni mattina vado in edicola e compro Penthouse e Avvenire. Avvenire lo uso per masturbarmi. 

Quando ero piccolo, ogni domenica mio padre costringeva mia madre a portarmi a messa, perché non voleva che venissi su cattolico. 

Questo telegiornale andrà in onda in forma ridotta per venire incontro alle vostre capacità mentali.

Se gli uomini restassero incinti, potresti avere un aborto anche dal barbiere.

Se la televisione è un sonnifero, internet è un ipnotico potentissimo.

Secondo un recente sondaggio, il 50% dei coniugi italiani ha avuto una storia con qualcun altro. Il 50%! Sapete cosa significa? Se non sei tu, è tua moglie!

Sondaggio: il 58% degli italiani non crede alla reincarnazione. Il 42% invece ha come l'impressione che questa domanda gliela abbiano già fatta.

Sono appena tornato da un congresso medico su bulimia ed anoressia. Un disastro! I bulimici si sono mangiati gli anoressici.

Su Internet ho enormi riserve. Innanzitutto è un Panopticon micidiale: i carcerati sono anche i carcerieri. Chi interviene in un blog, è osservatore e osservato. I suoi gusti sono monitorati sempre. La tua personalità viene trasferita interamente in Rete, fino al caso micidiale di Facebook. A quel punto non avrai più difese: c'è un'area del pudore che Internet violenta costantemente.

Una ragazza di New York, venne brutalmente assassinata mentre 38 vicini guardavano la scena dalla finestra evitando di intervenire. Per fortuna però in casi del genere non tutti restano a guardare senza far nulla. Alcuni non solo inseguono l’assassino, ma arrivano addirittura a ricattarlo.

Vaticano: il Papa ha dichiarato che il matrimonio è per tutta la vita e va accettato anche se fallisce. Ehi, se non giochi al gioco, non fare le regole!

Battute su personaggi famosi
Selezione Aforismario

Berlusconi è un creativo. Per lui il codice penale è un catalogo di opzioni.

Berlusconi è un Re Mida al contrario: tutto quello che tocca diventa merda.

Berlusconi ha una mente fertile. E sappiamo cosa rende fertili le cose.

Bruno Vespa prende il viagra. Per non pisciarsi sulle scarpe.

Chiunque conosce Bersani sa che dietro quel suo sorriso sarcastico c'è un politico che ha a cuore i problemi dei cittadini. E dietro c'è un altro sorriso sarcastico.

Giuliano Ferrara: non è grasso, è pieno di sé.

Avete presente le porte dei supermercati che scorrono se ti ci metti davanti? Be'... Gasparri pensa che sia una coincidenza!

Muore con Wojtyła il suo grande sogno, l'unificazione delle cinque grandi religioni del mondo: cristianesimo, ebraismo, islam, Walt Disney e Sony. Ma Wojtyła ha compreso appieno quale fosse il suo compito: non era nell'amministrazione, era alle vendite.
La satira non offende le persone, solo i loro pregiudizi. (Daniele Luttazzi)
Sulla Satira
Selezione Aforismario

Ingiuriare i mascalzoni con la satira è cosa nobile: a ben vedere, significa onorare gli onesti.

La satira è come un'arte marziale. Quando porti il colpo, la forza che ci metti è l'ultimo dei problemi. Posso colpirti con molta più efficacia col minimo di potenza, se so il fatto mio. 

La satira per definizione è faziosa perché la satira esprime un punto di vista, lo è sempre stata faziosa. In tutto il mondo è faziosa, solamente in Italia non lo si ammette.

La satira è un punto di vista e un po' di memoria, quindi dà fastidio perché ricorda un fatto, inoltre dà fastidio perché, il punto di vista dell'autore satirico, che è quello che scatena la risata, fondamentalmente, consente allo spettatore, all'ascoltatore, di mettere in prospettiva il fatto stesso e quindi di comprenderlo. 

La satira è una forma di comicità che esprime un giudizio. Ed è il motivo per cui alcuni spettatori non ridono a battute satiriche su temi per loro sensibili, temi cioè che riguardano la struttura del loro mondo di valori.

La satira non è volgare, è esplicita. La satira usa come tecnica la riduzione al corporeo, alle esigenze fisiologiche primarie: mangiare, bere, urinare, defecare, scopare. Lo fa per sovvertire le gerarchie costituite. È il potere liberatorio della satira, secondo la tradizione millenaria che dalle sette dionisiache arriva fino al nostro Carnevale. Non esiste sacro senza profano. Il sacro senza profano diventa integralismo. 

La satira non offende le persone, solo i loro pregiudizi.

La volgarità è la TECNICA della satira. Con questa tecnica, la satira esprime idee e opinioni. Censurare la satira (in nome del cattivo gusto o di altri princìpi volatili e capziosi) è censurare le opinioni. È fascismo. Chi si attarda in disquisizioni sul buon gusto è un censore. Punto. L'unico limite lo stabilisce la legge: diffamazione, calunnia. La satira è arte: o è totalmente LIBERA, o non è satira.

Siamo immersi da una valanga di informazioni, che è un altro modo, in realtà per disinformare. La gente non ha i criteri per giudicare le notizie e per valutarle. L'autore satirico questo lavoro lo fa prima, e quindi, grazie ai suoi punti di vista, ti dà un quadro completo della situazione e ti consente poi di valutare i fatti che, da quel momento in poi, accadranno.

Frasi attribuite
Chi dice di combattere la dittatura dall'interno è già complice.
[Salvador Allende]

Libri di Daniele Luttazzi consigliati
Bollito misto con mostarda 
Il monologo - DVD + libro 
Autori: Daniele Luttazzi e Franza Di Rosa
Editore Feltrinelli, 2005

Daniele Luttazzi torna con un nuovo monologo in dvd: due ore di comicità efferata che non risparmia niente e nessuno. I temi? Politica, sesso, terrorismo, sesso, guerra, sesso, Ratzinger, sesso. Bollito misto con mostarda è un nubifragio di rabbia intelligente e di dissenso informato che ristora le menti inaridite dalla calura reazionaria di questi anni folli.

La guerra civile fredda
Editore Feltrinelli, 2009

In questo libro, stimolante e divertentissimo, la satira feroce di Daniele Luttazzi esplora in lungo e in largo i 5 elementi fondamentali della narrazione emotiva con un profluvio di casi tratti dalla cronaca più recente, mostrando come l'analisi narratologica riesca non solo a spiegare certi fatti, ma anche, soprattutto, a prevederli. Dopo aver introdotto nel dibattito pubblico il concetto di "golpe al rallentatore", con cui illustrava, nel 2002, le analogie fra il piano piduista di Gelli e il programma berlusconiano, Daniele Luttazzi aggiorna spregiudicatamente il quadro con l'esame satirico della tappa successiva: la guerra civile fredda. In appendice, la raccolta di vignette "Cow Crucis" del disegnatore Massimo Giacon.

Note
Vedi anche: Frasi fatte e rifatte da Daniele Luttazzi

Nessun commento: