2016-01-28

Governo, Parlamento e Ministri - 250 frasi governative

Raccolta di aforismi, frasi e proverbi sul Governo e il Parlamento, sul governare e l'essere governati, sui governanti e i ministri. Il termine "governo" è qui inteso sia in senso generico come direzione e guida politica o morale di un popolo e di uno Stato, sia in senso concreto come l'istituzione, o il complesso delle istituzioni, cui è affidato l’esercizio della funzione esecutiva dall'ordinamento giuridico di uno Stato. Nell'ordinamento costituzionale italiano, il governo è formato dal Consiglio dei ministri con a capo il presidente del Consiglio (detto anche primo ministro), dal quale in genere il governo stesso prende il nome (per esempio: il governo Giolitti, il governo De Gasperi, il governo Andreotti, ecc.). Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa dedicate alla politica e allo Stato.
Se un popolo ha il governo che si merita,
quando meriteremo di non averne alcuno? (Paul-Jean Toulet)
1. Governo
© Aforismario

Un patriota deve essere sempre pronto a difendere il proprio Paese contro il suo governo.
Edward Abbey, A Voice Crying in the Wilderness, 1989

Da quando le società esistono un governo è sempre stato, per forza di cose, un contratto d'assicurazione concluso fra i ricchi contro i poveri.
Honoré de Balzac, Trattato della vita elegante, 1830

Comprendere gli interessi di tutti è di un governo ordinario; il prevederli è di un grande governo.
Honoré de Balzac, Massime e pensieri di Napoleone, 1838 

Un governo è un male necessario.
Honoré de Balzac, Massime e pensieri di Napoleone, 1838 

È sempre il governo precedente che è responsabile dei costumi del seguente, per quanto un governo
possa essere responsabile di qualunque cosa.
Charles Baudelaire, Il mio cuore messo a nudo, 1859/66 (postumo 1887/1908)

La peggiore cosa al mondo subito dopo l'anarchia è il governo.
Henry Ward Beecher, XIX sec. [2]

Il governo non è bello se non è litigarello.
Silvio Berlusconi, intervista, 2001

Chi è per lo sport ha le masse al suo fianco, chi è per la cultura ha le masse contro, e per questo tutti i governi sono sempre per lo sport e contro la cultura.
Thomas Bernhard, L'origine, 1975

La vita, la libertà e la proprietà di ogni uomo sono in pericolo quando il parlamento è riunito.
Arthur Bloch, Postulato di Jacquin sui governi democratici, La legge di Murphy, 1977

Il governo si espande fino ad assorbire tutti i redditi e poi ancora un po'.
Arthur Bloch, Legge di Wiker, La legge di Murphy, 1977

L’attività politica nella concezione di chi svolge il proprio argomento partendo dalla considerazione dell’etica professionale non è il potere in quanto tale, ma il potere per il raggiungimento di un fine che è il bene comune, l’interesse collettivo o generale. Non è il governo ma il buon governo.
Norberto Bobbio, Elogio della mitezza, 1994

Buon governo è quello di chi persegue il bene comune, malgoverno è quello di chi persegue il bene proprio.
Norberto Bobbio, Elogio della mitezza, 1994

Lo spirito umano non è ancora abbastanza maturo, perchè i governanti facciano ciò che debbono, e i governati ciò che vogliono.
Napoleone Bonaparte, Aforismi e pensieri politici, morali e filosofici, XIX sec.

L'indecisione dei principi è al governo ciò che la paralisi è all'azione delle membra.
ibidem

Non vi è nulla di più tirannico di un governo che pretende di essere paterno.
Napoleone Bonaparte, Aforismi e pensieri politici, morali e filosofici, XIX sec.

Quando un governo dipende dai banchieri per il denaro, questi ultimi e non i capi del governo controllano la situazione, poiché la mano che dà è al di sopra della mano che riceve [...] Il denaro non ha patria e i finanzieri non hanno patriottismo né decenza; il loro unico obiettivo è il profitto.
Napoleone Bonaparte, XIX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

I governi son le vele, il popolo il vento, lo Stato la nave, il tempo il mare.
Ludwig Börne, Frammenti e aforismi, 1840 (postumo)

Ognuno ha bisogno di una moglie al suo fianco perché c’è una caterva di cose
che vanno male e per le quali non si può dare colpa al governo.
Jacob M. Braude [1]

Quando gli uomini controlleranno i governi, gli uomini non avranno bisogno dei governi; fino ad allora siamo fregati.
Charles Bukowski, Taccuino di un vecchio sporcaccione, 1969

Dimostra di essere solidissimo quel governo in cui tutti obbediscono con grande soddisfazione personale.
Lucio Furio Camillo, attribuito in Tito Livio, Ab urbe condita, I sec.

Quando i governi opprimono e sfruttano fanno il loro mestiere e chiunque gli affida senza controllo la libertà non ha il diritto di meravigliarsi che la libertà sia immediatamente disonorata. Se la libertà è oggi umiliata o incatenata, non è perché i suoi nemici hanno usato il tradimento, ma perché i suoi amici hanno dato le dimissioni.
Albert Camus, Pane e libertà, 1953 (discorso)

I tagli del governo alla cultura sono un aiuto all'ignoranza, la quale di tutto aveva bisogno, tranne che di un aiuto.
Pino Caruso, Appartengo a una generazione che deve ancora nascere, 2014

Cambiano i governi niente cambia lassù / c'è un buco nello Stato dove i soldi van giù / svalutation.
Adriano Celentano, Svalutation, 1976

I flagelli fisici e le calamità naturali hanno reso necessaria la società. La società ha rincarato la dose dei malanni della natura. Gli inconvenienti della società, poi, hanno prodotto la necessità del governo, e il governo a sua volta accresce i malanni sociali. Questa è la vera storia della natura umana.
Nicolas de Chamfort, Massime e pensieri, 1795/1953 (postumo)

Il governo ha per missione di far sì che i buoni cittadini siano tranquilli, e che quelli cattivi non lo siano. 
Georges Clemenceau (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Quanto maggiore è l'incapacità di un popolo, tanto più ciò di cui ha bisogno non è avere più governo ma meno.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

Il nostro compito è riferire le notizie, non fabbricarle. Quello è compito del governo.
Roger Dascombe (Ben Miles), in V per Vendetta, 2005

Ogni individuo ha diritto di partecipare al governo del proprio Paese, sia direttamente, sia attraverso rappresentanti liberamente scelti.
Dichiarazione Universale dei Diritti Umani (Articolo 21), 1948

Nessun governo può essere sicuro a lungo, senza una formidabile opposizione.
Benjamin Disraeli, Coningsby, 1844

Il miglior governo non è quello che fa gli uomini più felici, ma quello che fa il più gran numero di persone felici.
Charles Pinot Duclos, Considerazioni sui costumi, 1751

Molto spesso, col cambiare del governo, per i poveri cambia solo il nome del padrone.
Fedro, Favole, I sec.

È una cosa che riguarda tutti i governi: i documenti più affidabili sono i documenti delle tasse.
Eric Finch (Stephen Rea), in V per Vendetta, 2005

Non esistono governi popolari. Governare significa scontentare.
Anatole France, Il signor Bergeret a Parigi, 1901

Io ringrazio Dio per l'inefficienza del governo. Se il governo fa cose cattive, c'è solo l'inefficienza che impedisce al danno di diventare più grande.
Milton Friedman, intervista con Riccardo Heffner, su La mente aperta, 1975

Molta gente vuole che il governo protegga i consumatori. Un problema molto più urgente è proteggere i consumatori dal governo.
Milton Friedman (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Niente è così permanente come un programma provvisorio del governo.
ibidem

Autogoverno significa continuo sforzo per essere indipendente dal controllo statale, sia che si tratti di governo straniero che nazionale. Il governo sarà una triste faccenda se la gente pretenderà che ne regoli la vita di ogni giorno.
Mohandas Gandhi, su Young India, 1925

Cura di governo dovrebbe essere quella di migliorare la condizione del povero e non è così sventuratamente. I governi pensano alla propria conservazione.
Giuseppe Garibaldi, Clelia o Il governo dei preti, 1870

Sono i popoli deboli che rendono possibili i governi forti.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

È il cattivo governo dei molti che porta al dispotismo del singolo.
ibidem

Un governo d'onesti è come un bordello di vergini.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983 

Il Governo ha due doveri, quello di mantenere l'ordine pubblico a qualunque costo ed in qualunque occasione, e quello di garantire nel modo il più assoluto la libertà di lavoro.
Giovanni Giolitti, discorso parlamentare, 1901

Primo dovere del governo è e sarà sempre di mantenere l'ordine a qualunque costo.
Giovanni Giolitti, Memorie della mia vita, 1922

L'Italia è un paese pronto a piegarsi ai peggiori governi. È un paese dove tutto funziona male, come si sa. È un paese dove regna il disordine, il cinismo, l'incompetenza, la confusione. E tuttavia, per le strade, si sente circolare l'intelligenza, come un vivido sangue.
Natalia Ginzburg, Le piccole virtù, 1962

La forza dei governi è inversamente proporzionale al peso delle imposte. 
Delphine Gay de Girardin, XIX sec. [2]

Quale governo, si domanda, è il migliore? Quello che c'insegna a governarci da soli.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

Il governo, in quanto imposto all'umanità dai suoi vizi, è stato parimenti generato dalla sua ignoranza e dai suoi errori.
William Godwin, Inchiesta concernente la giustizia politica e la sua influenza sulla virtù e felicità generali, 1793

Il governo è stato concepito per eliminare l’ingiustizia, ma il suo effetto è stato di darle corpo, e di perpetuarla.
ibidem

I governi esistono oggi, col pretesto di garantire l'ordine, perché questo non è l'ordine vero. Se fosse veramente ordine, non avrebbe bisogno di armi e di manette, della violenza autoritaria dell'uomo sull'uomo per reggersi!
Pietro Gori, Il vostro "ordine" e il nostro "disordine", conferenza alla Bersaglieri Hall, San Francisco, 1896

Il mondo ha camminato sempre fin qui non con l'aiuto dei governi, ma loro malgrado, e trovando in essi l'ostacolo continuo diretto ed indiretto al suo fatale andare. 
ibidem

Elefante: un topo costruito secondo le indicazioni del governo.
Robert Anson Heinlein, Lazarus Long l'Immortale, 1973

Qualunque governo può funzionare se l’autorità e la responsabilità sono eguali e coordinate. Questo non assicura un «buon» governo: assicura soltanto che funzionerà. Ma i governi di questo genere sono rari... molta gente vuole comandare, ma non addossarsi le colpe. Un tempo veniva chiamata «sindrome del viaggiatore seduto sul sedile posteriore».
Robert Anson Heinlein, Lazarus Long l'Immortale, 1973 

Il governo migliore è quello che governa meglio. 
Robert Maynard Hutchins, Discorso, New York, 1959

C'è una certa  solidarietà e un'infamia condivisa tra il governo che fa il male e il popolo che lo lascia fare. Soffrire è una cosa venerabile, subire è una cosa disprezzabile.
Victor Hugo, William Shakespeare, 1864

Un governo del terrore funziona nel complesso meno bene del governo che, con mezzi non-violenti, manipola l'ambiente e i pensieri e i sentimenti dei singoli, uomini donne e bambini.
Aldous Huxley, Ritorno al mondo nuovo, 1958

Non è funzione del governo tenere lontano i cittadini dall'errore, ma è compito dei cittadini non permettere che il governo cada in errore.
Robert Houghwout Jackson (sentenza American Communications Association v. Douds, 339 U.S. 382, 442-43, 1950)

È solo l'errore che ha bisogno del sostegno del governo. La verità può esistere da sola.
Thomas Jefferson, Notes on the State of Virginia, 1785

Lo spirito di resistenza al governo è così prezioso in certe occasioni che mi auguro sia sempre mantenuto vivo. Spesso lo si eserciterà in modo sbagliato, tuttavia meglio esercitato così che non esercitato affatto.
Thomas Jefferson, lettera ad Abigail Adams, 1787

Dato che le fondamenta dei nostri governi sono l’opinione del popolo, il primo obiettivo dovrebbe essere di tenere questa opinione nel giusto; e se dipendesse da me decidere se dovessimo avere un governo senza stampa o stampa senza un governo, non esiterei un momento a preferire quest’ultimo. 
Thomas Jefferson, lettera a Edward Carrington, 1787

Quando i popoli hanno paura del governo, c'è tirannia. Quando il governo ha paura del popolo, c'è libertà.
Thomas Jefferson (attribuzione incerta - fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Il tempo è come un governo, non ne fa mai una dritta.
Jerome K. Jerome, I pensieri oziosi di un ozioso, 1886

Quando il governo viola i diritti del popolo, l'insurrezione, per il popolo e per ogni parte del popolo, è il più sacro di tutti i diritti e il più indispensabile di tutti i doveri.
Gilbert du Motier de La Fayette, discorso all'Assemblea Costituente, 1790

È funzione del governo inventare filosofie che spieghino le sue necessità.
Murray Kempton, XX sec. [2]

Il destino dei popoli è determinato dal loro carattere e non dai loro governi.
Gustave Le Bon, Psicologia delle folle, 1895

Chi rompe, non paga e siede al governo.
Leo Longanesi, La sua signora, 1957

Il miglior governo è quello che desidera rendere felice il popolo e sa come farlo felice.
Thomas Babington Macaulay, XIX sec. [2]

Ogni nazione ha il governo che si merita.
Joseph de Maistre, Lettere e opuscoli inediti, 1851 (postumo)

Governo significa diritto di fare la legge e d'imporla a tutti colla forza: senza gendarmi non v'è governo.
Errico Malatesta, Né democratici né dittatoriali: anarchici, su Pensiero e Volontà, 1926

«Proposta: facciamo il Governo degli Onesti.» «Già, e il pluralismo?»
Manetta [1]

È un giusto motivo, anzi il solo giusto motivo d’annullare un governo, l'esser questo una causa permanente e irreformabile di pubblico male, o, che torna a un di presso al medesimo, un impedimento ostinato e perpetuo al bene pubblico. E la ragione di questo è che, non essendo un governo altro che un mezzo per ottenere il bene pubblico, e non avendo per conseguenza alcun diritto, se non in relazione a quel fine, viene a perdere per conseguenza alcun diritto quando si trovi in aperta e ostinata opposizione col fine medesimo.
Alessandro Manzoni, La rivoluzione francese del 1789 e la rivoluzione italiana del 1859, 1869

La coscienza dell'umanità è suprema su tutti i governi: essi devono esserne interpreti, o non sono legittimi.
Giuseppe Mazzini, A parole chiare risposta chiara, 1860

Come in un orologio una rotella ne fa girare un'altra così nella grande macchina del governo un organo statale ne deve fare agire un altro; e se tutto sarà combinato armonicamente, con proporzioni esatte, la freccia della vita indicherà al popolo soltanto ore felici. 
Dmitrij Merežkovskij, Pietro e Alessio, 1905

I governi diventano liberali solo quando vi sono costretti dai cittadini.
Ludwig von Mises, Lo stato onnipotente, 1944

I governi passano, i governativi restano.
Mario Missiroli, cit. in Giulio Andreotti, 1953, 2007

Suprema prova di maturità d'un popolo: non meritarsi nessun governo.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

La forza dei governi deboli si fonda sull'appoggio interessato dei prepotenti.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Curiosamente, gli elettori non si sentono responsabili per i fallimenti del governo che hanno votato. Alberto Moravia (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Una società di pecore genera un governo di lupi.
Edward Murrow, cit. in Douglas Muir, American Reich, 1985

Dare soldi e potere a un governo è come dare del whisky e le chiavi della macchina a un adolescente. 
Patrick James O'Rourke, Parliament of Whores, 1991

Il miglior governo è quello che governa meno.
John Louis O'Sullivan, su The United States Magazine and Democratic Review, 1837 (attribuito a Thomas Jefferson e Thomas Paine - vedi "Citazioni errate" su Aforismario)

La società è in ogni suo stato, una benedizione, ma il governo, anche nel suo stato migliore, è soltanto un male necessario; e nel peggiore un male intollerabile.
Thomas Paine, Senso comune, 1776

Bisogna che il governo si adoperi per trovare sorgenti di lavoro, per fare in modo che tutti gli italiani abbiano una occupazione. Questo è quello che deve fare il governo, questo è quello che deve fare il parlamento.
Sandro Pertini, Messaggio di fine anno agli Italiani, 1983

Come ognuno sa, "democrazia" sta a significare "governo del popolo" o "sovranità del popolo", in contrapposizione ad "aristocrazia" (governo dei migliori o dei notabili) e a "monarchia" (governo di uno solo). Il significato della parola, però, non ci è di molto aiuto. E ciò perché da nessuna parte il popolo governa: a governare ovunque sono i governi (e purtroppo anche la burocrazia, cioè gli impiegati statali, che possono essere soltanto difficilmente o per niente affatto richiamati alla loro responsabilità).
Karl Popper, Tutta la vita è risolvere problemi, 1994

Uno Stato è politicamente libero, se le sue istituzioni politiche rendono di fatto possibile ai suoi cittadini di cambiare governo senza spargimento di sangue, nel caso in cui la maggioranza desideri un tale cambiamento di governo.
Karl Popper, Tutta la vita è risolvere problemi, 1994

Il miglior governo è (naturalmente?) quello che attiva il meglio dell'intelligenza della nazione.
Ezra Pound (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

In Italia il governo non comanda. In generale in Italia nessuno comanda, ma tutti si impongono.
Giuseppe Prezzolini, Codice della vita italiana, 1921

La piazza è il vero governo italiano, che decide la guerra o fa cessare lo sciopero dei tranvieri. Da parecchi anni impiegati, produttori, operai, e ormai anche militari sanno che non si ottiene nulla dal governo "se non si scende in piazza". Forse è per questo che siamo i discendenti dei romani che decidevano le questioni politiche nel foro. 
Giuseppe Prezzolini [2]

Nella crisi presente, il governo non è la soluzione al nostro problema; il governo è il problema.
Ronald Reagan, discorso, 1981

Il governo è come un neonato: un canale alimentare con un grande appetito da un lato e nessun senso di responsabilità dall'altro.
Ronald Reagan, cit. in Bill Adler, The Reagan Wit, 1981

Agli occhi di un povero, tutti i governi si equivalgono.
Charles Régismanset, Nuove contraddizioni, 1939

Il buon governo: il prossimo!
Charles Régismanset, Nuove contraddizioni, 1939

Gli affari del Governo consistono nel tenere il governo fuori degli affari a meno che gli affari non abbiano bisogno dell'aiuto del governo.
Will Rogers [2]

Non è difficile essere umorista quando tutto il governo lavora per voi. 
Will Rogers (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Quel governo è buono, il quale con ogni diligenza cerca il bene comune, ed indurre gli uomini alle virtù e al ben vivere, e massime al culto divino. 
Girolamo Savonarola, Reggimento degli Stati, XV sec.

Per quanto possa essere cattivo un governo, c'è qualcosa di peggio, è la soppressione del governo.
Hippolyte Taine, Le origini della Francia contemporanea, 1875-1893

Un governo che si sostiene è un governo che cade
Charles Maurice de Talleyrand-Périgord, XIX sec. [3]

Il miglior governo è quello che non governa affatto.
Henry David Thoreau, Disobbedienza civile, 1849

Il governo è, nell'ipotesi migliore, solo un espediente; ma la maggior parte dei governi sono di solito espedienti inutili, e tutti i governi sono tali di quando in quando.
Henry David Thoreau, Disobbedienza civile, 1849

Che ogni uomo renda noto quale tipo di governo farebbe nascere in lui il rispetto: sarà il primo passo per riuscire ad averlo.
ibidem

Le obiezioni che sono state sollevate contro l'esistenza di un esercito permanente, ed esse sono molte, sono consistenti e meriterebbero di prevalere, potrebbero essere sollevate anche contro l'esistenza di un governo permanente.
Henry David Thoreau, Disobbedienza civile, 1849

Il momento più pericoloso per un cattivo governo è in genere quello in cui comincia a riformarsi.
Alexis de Tocqueville, L'Antico regime e la Rivoluzione, 1856

Se un popolo ha il governo che si merita, quando meriteremo di non averne alcuno?
Paul-Jean Toulet, Monsieur de Paur, 1898

Il male non esiste in questa forma di governo piuttosto che in quella. Esso è nell'idea stessa di governo, è nel principio dell'autorità.
J. Tressaud [2]

Un tempo si diceva "Piove, governo ladro". Oggi l'assunto è valido anche col bel tempo.
Dino Verde [2]

Abuso d'autorità. Tutti gli atti compiuti da un governo di cui non si fa parte.
Pierre Véron, Il carnevale del dizionario, 1874

Il governo meno cattivo è quello che si mostra meno, che si sente meno, che si paga meno caro.
Alfred de Vigny, Diario di un poeta, 1867 (postumo)

In ogni governo occorrono pastori e macellai.
Voltaire, Quaderni, XVIII sec. (postumo, 1952)

Non c'è mai stato un governo perfetto, perché gli uomini hanno  passioni: se non ne avessero, non ci sarebbe bisogno di un governo.
Voltaire [2]

I popoli non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi che dovrebbero aver paura dei popoli.
Hugo Weaving, in V per Vendetta, 2005 [cfr. citazione di Thomas Jefferson]

Si sente a volte domandare quale sia la forma di governo più adatta a un artista. Tale domanda ha un’unica risposta: la forma di governo più adatta a un artista è l’assenza di qualunque governo.
Oscar Wilde, L'anima dell'uomo sotto il socialismo, 1891

Autori sconosciuti
  • Il governo non può risolvere il problema quando il problema è il governo.
  • Pioviggina, governo ladruncolo.
  • Tutti i governi votano per alzata di mano. Il nostro per calata di braghe.
Piove, governo ladro!
Detto italiano

Proverbi sul Governo
  • Governo nuovo non chiami nessuno: va via il sazio e arriva il digiuno.
  • Fare a mezzo e disfare il fatto è il governo del mondo.
  • Ogni popolo ha il governo che si merita.
  • Quando il governo traballa tutte le magagne vengono a galla.
  • Roba del governo: chi non la ruba va all’inferno.
  • Tre cose fanno il buon governo: giustizia, forza e poche parole.
  • Un buon governo deve avere cinque P per fondamento: prevedere, provvedere, pagare, premiare, punire.
2. Parlamento
© Aforismario

Quando un uomo è candidato al Parlamento, per lui tu sei un amico; quando è stato eletto sei un suo elettore; e quando è nel pieno delle sue funzioni sei solo un contribuente.
Anonimo

Parlamento. Organo di governo preposto al compito di abrogare le leggi.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

La vita, la libertà e la proprietà di ogni uomo sono in pericolo quando il parlamento è riunito.
Arthur Bloch, Postulato di Jacquin sui governi democratici, La legge di Murphy, 1977

Il dubbio contrapposto a tutte le più libere forme di governo, il disprezzo verso di esse, quasi esse non potessero funzionare seriamente, sono in relazione con la loro mancanza di segretezza. I dibattiti in parlamento si svolgono fra centinaia di persone e il loro peculiare significato consiste nell'essere pubblici. Le opinioni più contrastanti vengono dichiarate e poste a confronto. Le stesse sedute segrete finiscono per non essere interamente tali. La curiosità professionale della stampa e l'interesse della finanza provocano spesso indiscrezioni. [...] Buona parte dell'autorità di cui godono le dittature deriva dal fatto che si accorda loro la forza concentrata del segreto, ripartita su molti e rarefatta nelle democrazie. Si osserva con scherno che le democrazie sono parolaie. Ciascuno chiacchiera di tutto, ciascuno si immischia in tutto, non succede nulla senza che già prima tutti lo sappiano. Sembra che ci si lamenti per la mancanza di energia; in realtà si è delusi per la mancanza di segretezza.
Elias Canetti, Massa e potere, 1960

I parlamenti democratici non sono anfiteatri in cui si discute, ma recinti in cui l'assolutismo popolare registra i suoi editti.
Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, 1977/92

Sarà che gli italiani / per lunga tradizione / son troppo appassionati / di ogni discussione. / Persino in parlamento / c'è un'aria incandescente / si scannano su tutto / e poi non cambia niente.
Giorgio Gaber, Io non mi sento italiano, 2003

L'italiano: totalitario in cucina, democratico in Parlamento, cattolico a letto, comunista in fabbrica. 
Leo Longanesi, La sua signora, 1957

L'ira, furor brevis come la chiamò Orazio, fomenta risse allo stadio, tumulti di disoccupati davanti alla prefettura e parolacce in parlamento. 
Cesare Marchi, Quando siamo a tavola, 1990 

I Parlamenti sono la grande bugia della nostra epoca.
Konstantin Pobedonoscev [2]

Il Parlamento, sensato o spendaccione, è sovrano. Al punto che ogni anno comunica al Tesoro quanto vuole e il Tesoro, anche se la cifra è spropositata, non può che chiedere amichevolmente un po' di sobrietà.
Sergio Rizzo e Gian Antonio Stella, La casta, 2006

La Casta politica, una volta che sei dentro, ti permette quasi sempre di campare tutta la vita. Un po' in Parlamento, un po' nei consigli di amministrazione, un po' ai vertici delle municipalizzate, un po' nelle segreterie. Basta un po' di elasticità.
Sergio Rizzo e Gian Antonio Stella, La casta, 2006

La Costituzione è il fondamento della Repubblica. Se cade dal cuore del popolo, se non è rispettata dalle autorità politiche, se non è difesa dal governo e dal Parlamento, se è manomessa dai partiti verrà a mancare il terreno sodo sul quale sono fabbricate le nostre istituzioni e ancorate le nostre libertà.
Luigi Sturzo, Discorso, 1957

Chi dice parlamento, dice guastamento.
Proverbio
Essere governato significa essere comandato da parte di esseri
che non hanno né il titolo, né la scienza, né la virtù. (Pierre-Joseph Proudhon)
3. Governare / Essere governati
© Aforismario

Chi più di ogni altra cosa desidera governare la gente è, proprio per questo motivo, il meno adatto a governarla.
Douglas Adams, Ristorante al termine dell'universo, 1980

La gente e il suo bisogno di essere governata sono una gran rogna.
Douglas Adams, Ristorante al termine dell'universo, 1980

Uno stato è governato meglio da un uomo ottimo che da un'ottima legge.
Aristotele, Politica, IV sec. a.e.c.

È una buona scusa per quelli che non riescono a governare la propria casa o i popoli, dire che sono ingovernabili.
Jacinto Benavente, XX sec. [2]

La politica, come tutti sanno, ha cessato da molto tempo di essere scienza del buon governo, ed è diventata invece arte della conquista e della conservazione del potere.
Luciano Bianciardi, La vita agra, 1962

Chi non sa governare, è sempre un usurpatore.
Carlo Bini, Manoscritto di un prigioniero, 1833

Con cattive leggi e buoni funzionari si può pur sempre governare. Ma con cattivi funzionari le buone leggi non servono a niente
Otto von Bismarck, Discorsi, 1862/66

La cultura rende un popolo facile da guidare, ma difficile da trascinare; facile da governare, ma impossibile a ridursi in schiavitù.
Henry Brougham, Discorso alla Camera dei Comuni, 1828

È un peccato che le persone che sanno come far funzionare il paese siano troppo occupate a guidare taxi o a tagliare capelli.
George Burns, su Life magazine, 1979

Non è la politica che governa un Paese, ma la sua cultura.
Pino Caruso, Appartengo a una generazione che deve ancora nascere, 2014

È impossibile governare senza mentire.
Guido Ceronetti, Insetti senza frontiere, 2009

Gli uomini si governano con la testa. Non si gioca a scacchi col buon cuore.
Nicolas de Chamfort, Massime e pensieri, 1795 (postumo)

Se, al limite, si può anche governare senza delitti, non si può assolutamente governare senza ingiustizie. Si tratta tuttavia di saper dosare gli uni e le altre.
Emil Cioran, Storia e utopia, 1960

Se uno stato è governato secondo i princìpi della ragione, povertà e miseria sono oggetto di vergogna; se uno stato non è governato secondo i princìpi della ragione, ricchezze e onori sono oggetto di vergogna.
Confucio, Dialoghi, ca. 479/221 a.e.c. (postumo)

Il rischio non è che una particolare classe sia inadatta a governare. Tutte le classi sono inadatte a governare.
John Emerich Edward Dalberg-Acton, Lettera a Mary Gladstone, 1881

Non si governa con le chiacchiere.
Alcide De Gasperi [2]

Governare vuol dire fare dei malcontenti.
Anatole France, Il signor Bergeret a Parigi, 1901

L'uomo è un animale assurdo, e perciò chi vorrà governarlo con la ragione, lo governerà malissimo.
Ferdinando Galiani, Lettere, XVIII sec.

Che importa che sia una sciabola, un aspersorio o un ombrello che ci governi? È sempre un bastone e mi meraviglio che gli uomini, i quali credono nel progresso, stiano lì ad accapigliarsi per la scelta del randello che deve accarezzar loro le spalle.
Théophile Gautier, XIX sec. [2]

Ciò che rende ingovernabile l'Italia è che troppi vogliono governarla.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Sarebbe bello conquistare il mondo se poi non lo si dovesse governare.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Governare se stessi è più difficile che governare uno stato perché la coscienza è un suddito che non ammette trasgressioni.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Ci sono tanti modi di governare. Il migliore e il più duraturo è con laconicità. Si parli il meno possibile e si faccia – se necessario – l'impossibile; ci si rimbocchi le maniche e si tiri diritto, infischiandosi di chi cerca di mettere i bastoni, e non i bastoni soltanto, fra le ruote.
Roberto Gervaso, Peste e corna, 1996

Governare l'Italia è come vestire un gobbo.
Giovanni Giolitti, XX sec. [2]

I deboli hanno spesso idee rivoluzionarie; essi pensano che starebbero bene se non fossero governati e non si rendono conto che non sarebbero capaci di governare né sé né gli altri.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

Imparare a dominare è facile; difficile è governare.
Johann Wolfgang Goethe (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Chi non vale a governare sé, potrà violentare, non governare gli altri.
Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

Ci sono due categorie di televisione: la televisione intelligente che fa dei cittadini difficili da governare, e la televisione imbecille che fa dei cittadini facili da governare.
Jean Guéhenno (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Chi va in giro a persuadere la gente che non è così ben governata come dovrebbe, non mancherà mai di ascoltatori attenti e benevoli.
Richard Hooke [2]

Tutta l'arte del governo consiste nell'arte di essere onesti.
Thomas Jefferson, Esposizione sommaria dei diritti dell'America britannica, 1774

Gli uomini son difficili a governarsi perché sanno troppo.
Lao Tzu, Tao Te Ching, ca. V sec. a.e.c.

Poche sono le regole generali e le misure sicure per governare bene; basta seguire il tempo e le circostanze, e ciò si basa sulla prudenza e sulle prospettive di chi regna; sicché il perfetto governo è il capolavoro dell’ingegno; e forse non sarebbe una cosa realizzabile se i popoli, abituati come sono alla dipendenza e alla sottomissione, non effettuassero metà dell’impresa.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

Governare, cioè gestire l'esistente, cioè rimescolare l'immutabile fogna.
Antonio La Penna, Aforismi e autoschediasmi, 2005

L'arte di governare richiede più carattere che intelligenza.
Thomas Edward Lawrence (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Circa il governare non v'ha pur troppo che due partiti veramente savi, o astenersi dal governo, sia pubblico sia privato, o amministrarlo totalmente a vantaggio proprio e non de' governati.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

Gli uomini governati in pubblico o in privato da altri, e tanto più quanto il governo è più stretto, (i fanciulli, i giovani ec.) accusano sempre, o tendono naturalmente ad accusare de' loro mali o della mancanza de' beni, delle noie e scontentezze loro, quelli che li governano, anche in quelle cose nelle quali è evidentissima l'innocenza di questi, e la impossibilità o d'impedire o rimediare a quei mali o di proccurar quei beni, e la totale indipendenza e irrelazione di queste cose con loro. La cagione è che l'uomo essendo sempre infelice, naturalmente tende ad incolparne altresì sempre non la natura delle cose e degli uomini, molto meno ad astenersi dall'incolpare alcuno, ma ad incolpar sempre qualche persona o cosa particolare in cui possa sfogar l'amarezza che gli cagionano i suoi mali, e che egli possa per cagione di questi fare oggetto e di odio e di querele, le quali sarebbero assai men dolci di quello che sono a chi soffre se non cadessero contro alcuno riputato in colpa del suo soffrire.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

Nessuno è in grado di governare un altro senza il suo consenso.
Abraham Lincoln, Discorso a Peoria, Illinois, 1854

Vi sono degli stati sociali in cui governano i più intelligenti: è il caso dei babbuini.
Konrad Lorenz, XX sec. [2]

Governare è far credere.
Niccolò Machiavelli, Il Principe, 1513

Governare una famiglia è poco meno difficile che governare un regno.
Giulio Raimondo Mazzarino, XVII sec. (attribuito a Michel de Montaigne - vedi "Citazioni errate" su Aforismario)

Chi vuol governare, deve imparare a dire "no". 
Benito Mussolini, Scritti e discorsi, 1914/39

La massa per me non è altro che un gregge di pecore, finché non è organizzata. Non sono affatto contro di essa. Soltanto nego che essa possa governarsi da sé. Ma se la si conduce, bisogna reggerla con due redini: entusiasmo e interesse.
Benito Mussolini, in Emil Ludwig, Colloqui con Mussolini, 1932

Governare gli italiani non è difficile, è inutile.
Benito Mussolini (attribuito anche a Giovanni Giolitti - vedi "Citazioni errate" su Aforismario)

Gli uni governano per il piacere di governare, gli altri per non essere governati; questi hanno solo il più piccolo dei due mali.
Friedrich Nietzsche, Aurora, 1881

Governare non è poi così difficile; basta dare ascolto al popolo e poi fare l'esatto contrario.
Marco Oliverio (Aforismi inediti su Aforismario)

Saper governare è saper scegliere.
Filippo Pananti, Avventure e osservazioni sopra le coste di Barberia, 1817 

Lasciate che la gente creda di governare e sarà governata.
William Penn, XVII-XVIII sec. [2]

La pena più grave, nel caso non si voglia governare di persona, sta nell'essere governati da chi è moralmente inferiore; questo è il timore che a mio parere spinge gli uomini onesti a governare, quando lo fanno.
Platone, Repubblica, IV sec. a.e.c.

Forse, se esistesse una città di uomini buoni, si farebbe a gara per non governare come adesso per governare, e allora sarebbe evidente che il vero uomo di governo non è fatto per mirare al proprio utile, ma a quello del cittadino.
Platone, Repubblica, IV sec. a.e.c.

Essere governato significa essere guardato a vista, ispezionato, spiato, diretto, legiferato, regolamentato, incasellato, indottrinato, catechizzato, controllato, stimato, valutato, censurato, comandato da parte di esseri che non hanno né il titolo, né la scienza, né la virtù.
Pierre-Joseph Proudhon, L'idea generale di rivoluzione nel XIX secolo, 1851

Essere governati, significa essere, a ogni operazione, o ogni transazione, a ogni movimento, annotati, registrati, recensiti, tariffati, timbrati, tosati, quotati, patentati, diplomati, autorizzati, ammoniti, impediti, riformati, raddrizzati, corretti. Significa, col pretesto dell'utilità pubblica e in nome dell'interesse generale, essere messi a contribuzione, addestrati, taglieggiati, sfruttati, monopolizzati, concussi, spremuti, mistificati, derubati; poi, alla minima resistenza, alla prima parola di protesta, repressi, multati, vilipesi, braccati, strapazzati, picchiati, disarmati, legati, imprigionati, fucilati, mitragliati, giudicati, condannati, deportati, sacrificati, venduti, traditi e, come se non bastasse, presi in giro, beffati, oltraggiati, disonorati. Ecco il governo, ecco la sua giustizia, ecco la sua morale! E dire che ci sono tra noi dei democratici che pretendono che il governo abbia del buono; dei democratici che sostengono, in nome della Libertà, dell'Eguaglianza, della Fraternità, quest'ignominia.
Pierre-Joseph Proudhon, L'idea generale di rivoluzione nel XIX secolo, 1851

Bisogna ascoltare molto e parlare poco per governare bene uno Stato.
Cardinale Richelieu (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Gli uomini governano il mondo. Le donne governano gli uomini.
Guido Rojetti, L'amore è un terno (che ti lascia) secco, 2014

Si libererà l'energia dell'atomo, si viaggerà fra gli astri, si prolungherà la vita, si guarirà la tubercolosi e il cancro, ma non si troverà il segreto di farsi governare da uomini meno indegni.
Jean Rostand, Pensieri di un biologo, 1954

Chi governa gli uomini ed è giusto, chi governa con timore di Dio, è come la luce del mattino al sorgere del sole, in un mattino senza nubi, che fa scintillare dopo la pioggia i germogli della terra.
Samuele, Secondo libro, Antico Testamento, VI-V sec. a.e.c.

Chi più governa meno chiacchiera.
John Selden, XXII sec. [2]

Che io debba essere governato: ecco da dove inizia lo scandalo della politica. Solo per canaglie e miserabili, incapaci di autogovernarsi e decidere, c’è la politica come unica via di scampo.
Manlio Sgalambro, Dell'indifferenza in materia di società, 1994

Gli uomini debbono essere governati. Lasciati liberi di fare quello che vogliono significa incrementare la bestialità e il disordine.
Mario Sironi, Pensieri, ca. 1930/60

Gli italiani si governano da soli.
Alberto Sordi [1]

Aver sempre ragione, farsi sempre strada, calpestare tutto, non aver mai dubbi: non sono queste le grandi qualità con cui la stoltezza governa il mondo?
William Makepeace Thackeray, La fiera della vanità, 1848

Il sommo dell' abilità è di governare senza la forza.
Luc de Clapiers de Vauvenargues, Riflessioni e massime, 1746

L'arte più difficile è quella del governo.
Karl Weber [2]

Proverbi sul Governare
  • Chi governa troppo governa male.
  • Chi poco governa, bene governa.
  • Chi vuol governare deve fidarsi e non si deve fidare.
  • Chi vuol governare deve punire e deve premiare.
  • Chi vuol governare deve vedere e non vedere, udire e non udire, sapere e non sapere.
  • Con un po' di buon senso si governa il mondo.
  • Dove si governa male si obbedisce poco.
  • È più facile governare un regno che una casa.
  • La nave si governa secondo il vento.
Non è vero che siamo governati da un branco di poveri imbecilli;
siamo governati da imbecilli ricchissimi. (Hanns-Hermann Kersten © Baldinger)
4. Governanti e Ministri
© Aforismario

Un governante che ha bisogno della religione è un debole. Ma nessun debole dovrebbe mai governare.
Mustafa Kemal Atatürk, in Harold Courtenay Armstrong, Grey Wolf: Mustafa Kemal, 1932 

Un bravo comico deve sempre difendere il suo paese da chi lo governa.
Roberto Benigni, su Corriere della sera, 2007

Ministro. Agente con molto potere e poca responsabilità.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Che cosa occorre per essere deputato? Insistenza nel farsi avanti e sottomissione davanti agli elettori. Per essere Ministro? Il senso dell'equilibrio e l'arte di promettere le stesse cose a persone diverse. Inoltre, quando si possiede il potere, non si ha più che un terrore: quello di perderlo servendosene.
Alfred Capus [2]

Non so concepire maggiore sventura per un popolo colto che vedere riunito in una sola mano, in mano de’ suoi governanti, il potere civile e il potere religioso.
Camillo Benso, conte di Cavour, Discorsi parlamentari, 27 marzo 1861

Per politica s’intende l’arte di conservare in vita lo Stato. L’abilità [...] di restare al governo mentre lo Stato precipita non può essere chiamata politica.
Confucio, Dialoghi, ca. 479/221 a.e.c. (postumo)

Civiltà è ciò che è miracolosamente scampato allo zelo dei governanti.
Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, 1977/92

Affinché i governanti siano educati in un clima di idee disinteressate c'è bisogno di una classe sociale oziosa.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

Il governante intelligente deve proporsi sistematicamente di risolvere soltanto il minor numero di problemi.
ibidem

L'immoralità del governante è l'ultimo baluardo del cittadino contro il crescente dominio dello Stato.
ibidem

Quando i governanti si reputano mandatari dell'intera umanità, il terrore è alle porte.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

È sui governanti che bisogna vigilare) non sui governati! 
Friedrich Dürrenmatt, XX sec. [2]

Ministro. Ultimo termine della gloria umana.
Gustave Flaubert, Dizionario dei luoghi comuni, 1913 (postumo)

I veri governanti sono i milioni che faticano.
Mohandas Gandhi, su Harijan, 1947

Ingovernabile non è l'Italia: sono i suoi governanti.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

I nostri governanti non fanno quello che, al loro posto, quasi tutti noi non faremmo.
ibidem

Quando, in Italia, i governanti cadono, a farsi male sono i governati.
ibidem

Nelle democrazie, i governanti raramente sono peggiori dei governati.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Chi dice che la politica è un' arte, non ha mai visto all'opera i nostri governanti.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

All'uomo di partito si richiede temperamento; all'uomo di governo, carattere.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Agli uomini politici che passano dalla critica all'azione, assumendo le responsabilità del governo, si muove spesso l'accusa di mutare le loro idee; ma in verità ciò che accade, non è che essi le mutino, ma le limitano adattandole alla realtà e alle possibilità dell'azione nelle condizioni in cui si deve svolgere necessariamente.
Giovanni Giolitti, Memorie della mia vita, 1922

Il miglior sedativo per le smanie rivoluzionarie consiste in una poltrona ministeriale, che trasforma un insorto in un burocrate.
Giovanni Giolitti (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

I governanti fanno credere, e il pregiudizio è antico, che il governo sia strumento di civiltà e di progresso per un popolo. Ma, per chi bene osservi, la verità invece è che tutto il movimento in avanti dell'umanità è dovuto allo sforzo dei singoli individui, della iniziativa anonima delle folle, dell'azione diretta del popolo.
Pietro Gori, Il vostro "ordine" e il nostro "disordine", conferenza alla Bersaglieri Hall, San Francisco, 1896

Il saper dissimulare è una gran dote per chi governa
Baltasar Gracián y Morales, Oracolo manuale e arte della prudenza, 1647

Quando i maligni e gli ignoranti governano, non è meraviglia che la virtù e la bontà non sia in prezzo; perché i primi l'hanno in odio, i secondi non la conoscono.
Francesco Guicciardini, Ricordi, 1512/30

Purtroppo, con le citazioni della Bibbia in bocca agli uomini di governo, finora non si sono fatte esperienze liete.
Hermann Hesse, Guerra e pace, 1946

Che fortuna per i governanti che i governati non pensino. 
Adolf Hitler, XX sec. [2]

I governi e i governanti hanno soltanto quel potere che loro si attribuisce; perché il potere non si dà, si piglia.
Auguste-Hilarion de Kératry, Alcuni pensieri, 1833 

Non è vero che siamo governati da un branco di poveri imbecilli; siamo governati da imbecilli ricchissimi.
Hanns-Hermann Kersten, Euphorismen und rosa Reime, 1978

Quanti amici, quanti parenti nascono in una notte al nuovo ministro! Gli uni fanno valere gli antichi legami, gli studi in comune, i diritti di vicinato; gli altri sfogliano la loro genealogia, risalendo fino a un trisavolo e richiamandosi alla linea paterna e a quella materna; si vuole essere in qualche modo legati a quest’uomo e si dice più volte al giorno che esiste un legame; lo si stamperebbe volentieri: è amico mio e sono lietissimo della sua promozione, devo congratularmene, mi è vicinissimo. Gente vana e devota alla fortuna, cortigiani insulsi, parlavate così otto giorni or sono? È forse diventato, da allora, una persona più giusta, più degna della scelta che il principe ha appena fatto? Aspettavate questa circostanza per conoscerlo meglio?
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

Chi governa in pubblico o in privato è sempre oggetto d'odio e di querele de' governati. Gli uomini sono sempre scontenti perché sono sempre infelici. Perciò sono scontenti del loro stato, perciò medesimo di chi li governa.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

Come non si può fare che gli uomini siano mai felici, e però né anche che siano contenti, così niun governante né pubblico né privato, qualunque amore abbia a' soggetti, qualunque cura del loro bene, qualunque sollecitudine di scamparli o sollevarli dai mali, qualunque merito insomma verso di loro, non può mai ragionevolmente sperare che essi non l'odino e non lo querelino, anche i più savi, perché è natura nell'uomo il lagnarsi di qualcuno, quasi altrettanto che l'essere infelice, e questo qualcuno è per l'ordinario e molto naturalmente quello che li governa.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

Che i ministri cambino spesso è un male; ma c'è di peggio, ed è quando un ministro cattivo non cambia mai.
Joseph Pelet de la Lozère, Pensieri morali e politici, 1873

L'occasione fa l'uomo ministro.
Marcello Marchesi, 100 neoproverbi, 1965/68

Ministro senza portafoglio non teme lo scippo.
Marcello Marchesi, Il malloppo, 1971

Spesso si osserva che un primo ministro, fuori del suo ufficio, non è altro che un pomposo retore, e il generale senza esercito somiglia al mite eroe di una fiera di villaggio.
William Somerset Maugham, La luna e sei soldi, 1919

Per la salute dei popoli il morbo più temibile è l'ambizione dei governanti.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Vuoi giudicare della vanità della vita politica? Guarda nelle anticamere dei ministeri i ritratti dei ministri appesi infila: X, Y, Z. Chi se li ricorda Più? La tristezza li soffoca. Una sala anatomica è più allegra: almeno riesci a distinguere un Piede da una testa.
Ugo Ojetti, XX sec. [2]

La storia ci fa conoscere che le classi governanti hanno sempre procurato di parlare al popolo il linguaggio che stimavano non il più vero, ma il più conveniente allo scopo a cui miravano.
Vilfredo Pareto, Manuale di economia politica, 1906

La faccia che hanno i governanti nelle foto di gruppo il giorno dell’investitura. La gioia dell’ambizione appagata, la fiera della vanità. Bisognerebbe misurare i battiti del loro cuore sotto l’abito di cerimonia. Vivono quel momento come un volo nuziale.
Luigi Pintor, Il nespolo, 2001

Il problema del controllo dei governanti e della limitazione dei loro poteri è in sostanza un problema istituzionale, il problema insomma di dar vita a istituzioni capaci di impedire anche ai cattivi governanti di fare troppo danno.
Karl Popper, La società aperta e i suoi nemici, 1945

I ministri non sono scelti perché persone competenti nell'agricoltura, nei lavori pubblici, nelle finanze, nelle poste e telegrafi, bensì perché piemontesi, liguri, lombardi, toscani, siciliani, abruzzesi; o perché appartenenti al gruppo a, b, c. Si è ministri non per quello che si è fatto, ma per il dialetto che si capisce, per il gergo parlamentare che si parla.
Giuseppe Prezzolini, Codice della vita italiana, 1921

Non è vero, in modo assoluto, che in Italia non esiste giustizia. È invece vero che non bisogna mai chiederla al giudice, bensì al deputato, al ministro, al giornalista, all'avvocato influente, eccetera. La cosa si può trovare: l'indirizzo è sbagliato.
Giuseppe Prezzolini, Codice della vita italiana, 1921

Il portaborse non è solo e sempre colui che accompagna un parlamentare, un sottosegretario o un ministro importante reggendogli la ventiquattrore piena di scartoffie. Nel ramo c'è, si, chi non sa far di meglio ma ci sono soprattutto coloro che, oltre a essere servizievoli, hanno anche un cervello, pensano alla carriera e, prima o poi, la fanno; nella politica o nei suoi dintorni.
Guido Quaranta [2]

A un ministro si addice meno dire delle sciocchezze che farne.
Cardinale di Retz, Memorie, 1675/77 (postumo, 1717)

Un ministro che escogita degli accorgimenti, un esattore delle imposte che fa un buon affare, un furfante che ottiene una borsa di denaro, fanno tutti all'incirca la stessa cosa, ma ognuno di loro cerca di nobilitarne l’idea con dei termini propri del suo mestiere. Se uno, spudoratamente, mi dichiarasse senza ambagi di aver appena commesso un’insigne furfanteria, forse troverei nelle sue parole un po’ più d’arroganza, ma di certo molto meno vigliaccheria.
Jean-Jacques Rousseau, Frammenti politici, XVIII sec.

I governanti italiani hanno un braccio lungo e uno corto: quello lungo serve a prendere e arriva dappertutto; quello corto serve a dare e non raggiunge che i più vicini.
Ignazio Silone [2]

Quale il governatore del popolo, tali i suoi ministri; quale il capo di una città, tali tutti gli abitanti.
Siracide, Antico Testamento, II sec. a.e.c.

Com'è potuto accadere che un qualunque ministro (da minus, ‘meno’) – in origine un dipendente, un sottoposto che assisteva un suo superiore –, da umile servitore dello Stato sia giunto – e in Italia forse piú che altrove – a considerarsene un privilegiatissimo padrone?
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Un ministro sarà pure un “servitore dello Stato” – il che, per molti, pare sia un titolo onorifico –, ma è pur sempre un servitore, e, peggio ancora, un politico.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

L’assunzione d’indebiti privilegi da parte della classe dirigente italiana, la sua pervasiva corruzione, la sua arroganza – per non dire la sua strafottenza –, il suo morboso attaccamento al potere, il suo sfrontato interesse privato a discapito di quello pubblico, non di rado la sua palese incapacità e ignoranza, e, cosa piú importante, la sua assoluta mancanza di decoro, hanno raggiunto livelli talmente elevati e si protraggono da cosí tanto tempo, che in un altro paese civile – ma civile davvero, non a parole – tutto ciò avrebbe sicuramente generato una grande rivolta popolare; cosa che in Italia non c’è mai stata, e c’è da disperare potrà mai esserci in futuro – se non, forse, per invidia –, perché, in fondo, gli italiani sono fatti della stessa pessima pasta dei loro governanti.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Tutti i governanti ogni due anni dovrebbero consultare uno psichiatra.
Stranky [2]

− Da quando c'è lui… treni in orario, e tutto in ordine!
 − Per fare arrivare i treni in orario, però se vogliamo mica c'era bisogno di farlo capo del governo. Bastava farlo capostazione.
Massimo Troisi, in Le vie del Signore sono finite, 1987

Tra il dire e il fare, c'è di mezzo il Ministro.
Dino Verde [2]

Le smentite del Ministro hanno le gambe corte.
Dino Verde [2]

Da noi, nessun ministro si rassegna a rassegnare le dimissioni.
Dino Verde [2]

L'unico consiglio che non porta mai a nulla di buono è il Consiglio dei Ministri.
Dino Verde [2]

Note
  1. Battuta tratta da Gino e Michele, Anche le formiche nel loro piccolo s'incazzano. Opera omnia, Baldini e Castoldi, 1995
  2. Citazione tratta da Sergio Pizzuti, L'arte della politica e i giochi di potere © Edizioni Simone 2004
  3. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  4. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Stato e Statisti

Nessun commento: