2016-01-02

Seduzione - Frasi su Attrazione e Civetteria

Raccolta di aforismi, frasi e battute divertenti sulla seduzione, l'attrazione sessuale e la civetteria. Il termine "sedurre" deriva dal latino sedŭcere, composto di se-, cioè "a parte, via" e ducĕre, cioè "condurre, trarre"; dunque: trarre in disparte. In senso letterale, sedurre è sinonimo di traviare, cioè distogliere dal bene con lusinghe e allettamenti, ma le citazioni riportate in questa pagina fanno riferimento all'accezione sessuale del termine, cioè all'uso del proprio fascino e di altre qualità personali per cercare di attrarre a sé un'altra persona col fine di avere rapporti sessuali.
Per quanto riguarda il termine "civettare", esso deriva dal nome della civetta, uccello che per la grazia dei movimenti viene addomesticato dai cacciatori, che lo utilizzano per attirare altri uccelli durante la caccia. Civettare, o fare la civetta, riferito in senso figurato a una donna, significa mettersi in mostra per attrarre gli sguardi e l’attenzione degli uomini (proprio come le civette attraggono gli uccelli nella caccia). Il Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana di Pietro Fanfani (1884) distingue, inoltre, tra civettina e civettuola: "Una ragazza civettina può piacere anche a persona seria, perché la sua civetteria è più nel brio che negli atti lusinghieri; la civettuola è, se non altro, molto leggera e porge speranze che non dà mai la civettina. Alla civettina basta esser guardata e ammirata: la civettuola vuol che le si faccia la corte e magari che i corteggiatori abbiano nome legione.
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sul flirt, il corteggiamento e la "conquista" di donne e uomini.
A ogni donna corrisponde un seduttore. La sua felicità sta nell'incontrarlo.
(Søren Kierkegaard)
1. Seduzione
© Aforismario

I migliori afrodisiaci per le donne sono le parole: il punto G si trova nelle orecchie.
Anonimo (citazione inesatta di Isabel Allende - vedi "Citazioni errate" su Aforismario)

La seduzione è un incantesimo, deve risvegliare il desiderio e fissarlo su di sé.
Francesco Alberoni, L'erotismo, 1986 [1]

La seduzione femminile mette in moto l'eccitamento erotico nell'uomo, genera in lui il desiderio, l'accende come si accende una torcia. Però la sua mèta ultima non è l'atto sessuale. Vuol produrre l'innamoramento dell'uomo, suscitare in lui un desiderio che si rinnova, come spasimo, nostalgia, per sempre.
Francesco Alberoni, L'erotismo, 1986

La seduzione femminile vuole qualcosa di più. Vuol farsi ricordare, farsi desiderare dopo. La seduzione femminile agisce tutta nel presente, ma riguarda il futuro.
Francesco Alberoni, L'erotismo, 1986

La donna desidera produrre una emozione erotica indelebile su ogni uomo, anche se poi si darà solo a chi lo merita, solo a chi è capace di rispondere in modo adeguato.
Francesco Alberoni, L'erotismo, 1986

Il grande sogno della seduzione femminile è la continuità dell'amore. Al centro dell'erotismo maschile e delle sue fantasie, invece, noi troviamo la discontinuità del piacere sessuale.
Francesco Alberoni, L'erotismo, 1986

La donna vuol essere sedotta, eccitata, ma seguendo i suoi tempi, i suoi ritmi, in modo armonioso. Vuol essere avvolta di emozioni. È questo ciò che fa il grande seduttore. Il seduttore s'installa al cuore dell'animo femminile, aderisce ad esso, si fonde con esso fino a scomparire.
Francesco Alberoni, L'erotismo, 1986

Nel profondo l'uomo non crede alla sua capacità di seduzione. La seduzione, per lui, è sempre un miracolo. Quando avviene, quando la donna vestita si spoglia, è perché lo ha deciso lei, e lui non può essere che stupefatto e felice.
Francesco Alberoni, L'erotismo, 1986

La seduzione, per l'uomo, non è mai motivo di trionfo, ma di meraviglia. Non produce mai un senso di superiorità, ma di riconoscenza.
Francesco Alberoni, L'erotismo, 1986

Il grande seduttore può avere un aspetto forte, virile, ma parla in modo rassicurante, suasivo, sicuro. Ha la sicurezza del padre e la conoscenza della madre.
Francesco Alberoni, L'erotismo, 1986

Il grande seduttore fa sentire la donna come si senta davanti allo specchio, quando si ammira, quando si scopre, quando fantastica. La fa cadere in adorazione della propria bellezza e del proprio
fascino.
Francesco Alberoni, L'erotismo, 1986

Il grande seduttore è tale solo se sa condurre il gioco fino alla fine. Anche lasciando la donna, deve
lasciarle un buon ricordo di sé. Ma ben pochi sono all'altezza di tanto.
Francesco Alberoni, L'erotismo, 1986

Sedurre, per l'uomo, non vuol dire provocare una emozione erotica indelebile, vuol dire andare a letto insieme, fare all'amore. Questo non significa allora, che all'uomo non piaccia il gioco della seduzione in se stesso, della seduzione senza scopo, come puro desiderio di piacere e di suscitare piacere. Questo bisogno di corteggiamento nell'uomo è anzi fortissimo e, se viene inibito, in genere cade anche la sua capacità di eccitamento erotico e subentra un penoso sentimento di frustrazione e di depressione.
Francesco Alberoni, L'erotismo, 1986 [1]

La seduzione suprema non è esprimere i propri sentimenti, è farli intuire.
Jules Barbey d'Aurevilly, XIX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Gli uomini che non cercano di sedurre le donne sono destinati a essere vittime di donne che cercano di sedurli. 
Walter Bagehot, Lord Althorp e l'atto di riforma del 1832, 1876

Non si è morti fin quando si desidera sedurre ed essere sedotti.
Charles Baudelaire (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La seduzione rappresenta il dominio dell'universo simbolico, mentre il potere non rappresenta che il dominio dell'universo reale.
Jean Baudrillard, Della seduzione, 1979

La donna si è sempre riservata la parte accattivante della seduzione (la seduttrice), lui si è sempre ritrovato con la parte un po' ridicola (il seduttore).
Jean Baudrillard, Cool memories, 1980/90

La seduzione non si basa sul desiderio o sull'attrazione: tutto questo è volgare meccanica e fisica carnale, nulla di interessante. Certo, il fascino della seduzione passa attraverso l'attrattiva del sesso. Ma, propriamente, vi passa attraverso, la trascende. Per la seduzione, infatti, il desiderio non è un fine, ma un'ipotetica posta in gioco. Anzi, più precisamente, la posta in gioco è provocare e deludere il desiderio, la cui unica verità è brillare e restare deluso.
Jean Baudrillard, Il destino dei sessi e il declino dell'illusione sessuale, 1992

Quanto più si deprimono socialmente i diritti della donna - e tanto più essa si rifà in privato con l'astuzia e la seduzione.
Ugo Bernasconi, Parole alla buona gente, ca. 1933 (postumo 1987)

Più parli a vanvera, più fai centro.
Arthur Bloch, Legge di Bevilacqua sulla seduzione verbale, La legge di Murphy sull'Amore, 1993

L'amore: un sentimento inventato. Ciò che conta è il gioco della seduzione, il rituale di piacere a qualcuno.
Gesualdo Bufalino, Il malpensante, 1987

L’amore, che sentimento difficile. Dove forse ciò che più conta è il teatrino della seduzione, il gioco di assoggettare qualcuno, di assoggettarsi a qualcuno.
Gesualdo Bufalino, Bluff di parole, 1994

Non essendo cattolico, detesto la seduzione classica dell'inganno, dell'intrigo, del ti-vedo-non-ti-vedo o tramite il dispiego di qualsivoglia carisma intellettuale o sociale al fine, risibile, di una scopata.
Aldo Busi, Grazie del pensiero, 1995

Le donne, anche le meno scaltre, hanno una sensibilità tremenda per avvertire ciò che avviene nell'uomo in certi casi, il misterioso scatto per cui l'animo si accende e brucia e può darsi l'uomo sul momento non se ne accorga neanche e non sospetti ma lei sì e in quel momento stesso sale invincibile sul trono, incominciando il delizioso gioco di farlo impazzire.
Dino Buzzati, Un amore, 1963

Non si riesce a sedurle dicendo loro: "Non sei niente male". Bisogna almeno spingersi a: "Sei l'unica al mondo". Per loro è il minimo tollerabile.
Louis-Ferdinand Céline, cit. in Agnès Michaux, Dictionnaire Misogyne, 1993

Era diventato un lavoro, fare gesti di avvicinamento e gesti di seduzione e di conquista, sfilare mutande e aprire cosce, con le parole e gli sguardi e i gesti giusti tutto il tempo, senza che mi importasse niente di nessuna, senza neanche pensare davvero a nessuna o riuscire a conoscerne davvero nessuna. Così ho deciso di smettere, e mi sono sposato
Andrea De Carlo, Tecniche di seduzione, 1991

Quando Ulisse si fa legare dai compagni all'albero della nave, per poter udire, lui solo, il magico canto delle sirene senza restare vittima di quella pericolosa seduzione, non fa che dare espressione a una dimensione tipica della razionalità umana: la consapevolezza della propria debolezza di fronte alla mutevolezza del desiderio e all'incalzare delle passioni.
Jon Elster, Ulisse e le sirene, 1993

La prossima volta che tenti di sedurre una donna, non farlo con i discorsi o con le parole. Le donne sulle parole ne sanno più di qualunque uomo. E sanno quanto poco possono significare.
William Faulkner, Soldier's Pay, 1926

La seduzione appartiene esclusivamente alla donna. L'uomo non ha mai sedotto nessuna. Può ben fare la ruota del pavone, colorare e lisciare le sue piume, stendere il tappeto con la sua mercanzia, ma a scegliere è sempre lei, secondo leggi imperscrutabili che non hanno nulla a che vedere con queste ridicole esibizioni.
Massimo Fini, Dizionario erotico, 2000

La seduzione nasce dall'armonia tra il dentro e il fuori: la scollatura deve corrispondere a una specie di decolleté interno, per essere seducente davvero... Altrimenti, è solo la messa in scena del ridicolo.
Anna Galiena, Civetta, mio malgrado, intervista su la Repubblica, 1995

La seduzione si esercita lasciando vedere il nascosto o, come dice Roland Barthes, «attraverso l'evidenza del "sotto"».
Umberto Galimberti, Le cose dell'amore, 2004

Le donne sono vulnerabili al sussurro dell'anima e l'arte della seduzione è fatta di delicatezza
Romain Gary, Les enchanteurs, 1973

Seduciamo usando le menzogne e pretendiamo che ci amino per quello che siamo.
Paul Géraldy, XX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La seduzione: lo sforzo che l'uomo fa per ottenere da una donna ciò che lei ha già deciso di concedergli.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Nell'arte della seduzione, il bacio, più che una necessità, è una comodità.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

L'istruzione per le donne è un lusso, il necessario è la seduzione.
Delphine Gay de Girardin, Lettres parisiennes, 1843

Sedurre un genio non è più difficile che sedurre un idraulico: il problema, semmai, è quello di trovarlo.
Françoise Giroud (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La principale difficoltà con le donne oneste non è sedurle, è portarle in un luogo chiuso. La loro virtù è fatta di porte semiaperte.
Jean Giraudoux, Anfitrione 38, 1929

Un seduttore non spegne e accende un potere di cui è dotato. Ogni occasione sociale, ogni interazione personale è vista come una potenziale seduzione. 
Robert Greene, L'arte della seduzione, 2001

Il potere che un seduttore ha su un uomo o su una donna funziona nei vari ambiti sociali perché lui ha imparato a minimizzare l'elemento sessuale tuttavia senza rinunciarvi.
Robert Greene, L'arte della seduzione, 2001

Nella seduzione si presenta spesso un dilemma: per sedurre bisogna pianificare e calcolare, ma se la vostra vittima sospetta motivi ulteriori, si metterà sulla difensiva. Inoltre, se apparirete eccessivamente controllati, ispirerete timore e non desiderio.
Robert Greene, L'arte della seduzione, 2001

Il seduttore, di fatto, vede il mondo come la sua camera da letto. 
Robert Greene, L'arte della seduzione, 2001

Il seduttore guarda alla vita come fa il guerriero. Vede in ogni individuo un castello cinto da mura da assediare.
Robert Greene, L'arte della seduzione, 2001

Non si possono fare generalizzazioni, come del resto ovunque. Tuttavia sospetto, anzi credo che gli italiani siano gli uomini più affascinanti del mondo. I più capaci di sedurre una donna, perché capiscono in ogni caso, sempre, che alla donna piace essere sedotta con le parole oltre che con il contatto fisico. E queste parole gli uomini italiani le conoscono da secoli, fin dai tempi dei troubadour. Sanno parlare, parlare, parlare...
Erica Jong, intervista di Mario Biondi, 1990

Quando non si tratta che di amarsi, non c'è nessun pericolo di lasciarsi reciprocamente sedurre dallo charme e dalle qualità l'uno dell'altro; ma quando si tratta di sposarsi, sarà utile che ciascuno sappia bene se potrà sopportare i difetti dell'altro.
Alphonse Karr, Le donne, 1853

Siamo tanto poveri di occasioni favorevoli che quando una si mostra conviene in verità approfittarne, visto che purtroppo non c'è nessuna arte nel sedurre una fanciulla, ma è solo questione di fortuna trovarne una degna d'essere sedotta. 
Søren Kierkegaard, Diario del seduttore, 1843

A ogni donna corrisponde un seduttore. La sua felicità sta nell'incontrarlo.
Søren Kierkegaard, In vino veritas, 1845

La seduzione più forte si ha quando la donna rifiuta a lungo prima di cedere.
Richard von Krafft-Ebing, Psicopatia sessuale, 1886

Il "seduttore" che si gloria di iniziare le donne ai misteri dell'amore: il turista che arriva alla stazione e si offre di mostrare alla guida turistica le bellezze della città. 
Karl Kraus, Detti e contraddetti, 1909

Sedurre una donna è alla portata del primo imbecille. Ma bisogna sapere anche rompere; ed è da questo che si riconosce un uomo maturo.
Milan Kundera, Il valzer degli addii, 1972

La seduzione è l'arte di dire ciò che non si fa per fare ciò che non si dice.
Löis Lancaster [3]

La miglior seduzione è non impiegarne alcuna.
Charles Joseph de Ligne, Scritti militari, letterari e sentimentali, 1795-1811

Non fate andare avanti e indietro un asparago nella vostra bocca, facendo gli occhi dolci al giovane che volete sedurre.
Pierre Louÿs, Piccolo galateo erotico per fanciulle, 1926

Non so mai quando fare la prima mossa. In genere aspettavo che la facesse lei. Ieri sera ad una festa una ragazza bellissima mi ha offerto da bere, e poi mi ha invitato a casa sua. Mi fa: «Scusa un attimo». Quando ritorna è completamente nuda. Si siede sulle mie ginocchia, comincia ad accarezzarmi, a baciarmi dappertutto, e allora ho pensato: «Daniele, questa occasione non fartela scappare!» E così mi sono fatto dare il suo numero di telefono.
Daniele Luttazzi (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Essere amati senza sedurre è uno dei bei destini dell'uomo. 
André Malraux, La speranza, 1937

Tutti i grandi amanti sono eloquenti, e la seduzione verbale è la via più sicura per una vera seduzione.
Marya Mannes, More in Anger, 1958

L’ansia di sedurre è ansia di potere.
Gianni Monduzzi, Orgasmo e pregiudizio, 1997

L’arte del seduttore consiste nell'offrirti gratis oggi quello che domani si farà pagare.
ibidem

La vera opera di seduzione non la si fa predicando, ma tacendo: il prodigio si compie in differita, quando l’altro ci fantastica sopra.
Gianni Monduzzi, Orgasmo e pregiudizio, 1997

La donna più difficile da sedurre è la stupida: non la si smuove con niente. La donna intelligente invece mette la sua fantasia al servizio del seduttore.
Gianni Monduzzi, Orgasmo e pregiudizio, 1997

I tempi della seduzione: chi li accelera annaspa, chi li rallenta fa colpo.
Gianni Monduzzi, Orgasmo e pregiudizio, 1997

Per molti l'alcova finisce per essere l'ultimo tassello dì un mosaico complesso e variegato. Si parte dalla valutazione intellettuale del partner, dei suoi interessi e la seduzione passa attraverso un serrato
confronto, verbale e culturale. Insomma, la dote più sexy è l'intelligenza.
Raffaele Morelli, Come risvegliare l'eros, 2003

Hanno sempre insuccesso quelle povere donne che alla presenza dell'essere amato si lasciano prendere dal turbamento e dall'insicurezza e si mettono a parlare troppo: gli uomini, infatti, sono sedotti a colpo sicuro da una certa dolcezza misteriosa e flemmatica.
Friedrich Nietzsche, La gaia scienza, 1882

Nell'impresa della seduzione tutto o quasi è ammesso: dai tatuaggi al ballo, dai profumi agli espedienti più astuti. E alla fine, fra tutti è proprio l'Homo Sapiens l'animale che corteggia più a lungo e in modo più fantasioso e sofisticato.
Willy Pasini, La seduzione è un'arma divina, 2011

Quanto meno amiamo una donna, tanto più le riusciamo attraenti, e tanto più sicuramente la roviniamo tra le nostre seduttrici.
Aleksandr Puškin, Evgenij Onegin, 1825/33

La seduzione è sempre stata una storia di manipolazione.
François Raux (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La seduzione intellettuale innesca la miccia; la polveriera sessuale la fa esplodere.
Guido Rojetti, L'amore è un terno (che ti lascia) secco, 2014

L’arte della seduzione tramuta un rifiuto in una concessione.
Guido Rojetti, L'amore è un terno (che ti lascia) secco, 2014

Gli uomini stanno ad ascoltare mettendoci tutta la loro pazienza perché lo considerano parte del lavoro di seduzione che porta ala scopata. È per questo che gli uomini parlano con le donne, di solito: per portarsele a letto.
Philip Roth, Inganno, 1990

Quando sei stato sedotto da qualcosa, è bello non pensarci troppo e cullarsi nel piacere della seduzione.
Philip Roth, L'animale morente, 2001

Attenti alla donna che accetta le avance che non le avete fatto.
Louis Scutenaire, Le mie iscrizioni, 1945/80

Ci sono donne che sanno comunicarti la loro voglia di scopare senza bisogno di parole.
Luis Sepúlveda, Diario di un killer sentimentale, 1996

Scrivere / parlare con efficacia è utile, affascinante e gratuito. In un mondo dove tutti sono sempre in cerca di costosi strumenti di seduzione sociale, il lessico - usato con intelligenza - costituisce una miniera d'oro.
Beppe Severgnini, L'italiano, 2007

È mai possibile che la modestia seduca i nostri sensi più che la leggerezza della donna?
William Shakespeare, Misura per misura, 1603 

Il bluff è il motore della nostra seduzione.
Paolo Sorrentino, Hanno tutti ragione, 2010

Sedurre è come scrivere una bella canzone, tutto tecnica e ritmo, tecnica e ritmo. Il talento dell'ironia è una freccia supplementare che non sempre potete avere al vostro arco. 
Paolo Sorrentino, Hanno tutti ragione, 2010

L'arte di piacere è l'arte di ingannare.
Luc de Clapiers de Vauvenargues, Riflessioni e massime, 1746

Non è sufficiente conquistare. Si deve imparare a sedurre!
Voltaire (attribuzione incerta - fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Una carriera [da seduttore], in mancanza d'estro, richiede una serie di attenzioni, persino di stratagemmi [...]. Tendere insidie sempre eguali, percorrere la solita strada, che si limita a perpetui approcci, e alla quale la conquista segna il traguardo.
Marguerite Yourcenar, Memorie di Adriano, 1951

Non esiste salvaguardia contro il senso naturale dell'attrazione. (Algernon Swinburne)
2. Attrazione
© Aforismario

Non è il viso che colpisce, ma le espressioni. Non è il corpo che ci piace, ma il modo in cui si muove. Spesso, non è l’aspetto fisico che ci attrae, ma sono i modi di fare di una persona.
Anonimo (attribuito a Marilyn Monroe)

Innamorarsi non è soltanto essere attratti da una persona, vederla bella e desiderabile. È un mutamento interiore di tutto l'essere. 
Francesco Alberoni, L'albero della vita, 1982

La donna è attratta dall'uomo capace di emozioni violente, di amore appassionato. È attratta dall'uomo capace di sentire e di volere, dall'uomo che sa gettarsi nell'avventura amorosa con decisione, con coraggio.
Francesco Alberoni, L'erotismo, 1986

La Bellezza, la grande bellezza, è attratta inesorabilmente dal potere ed il potere tende, inesorabilmente, a monopolizzarla.
Francesco Alberoni, L'erotismo, 1986

Le donne sono spesso attratte da uomini di successo, magari non più giovani, che sono "muscolosi" non per il loro fisico, ma per il loro potere, i loro soldi, la loro fama. Cioè uomini vincenti. È in questo che consiste la loro forza d'attrazione, la loro "bellezza".
Piero Angela, Ti amerò per sempre, 2005

Nella riservatezza c'è sicurezza, ma non attrazione. Non si può amare una persona riservata.
Jane Austen, Emma, 1815

Ogni persona, tutti gli eventi della tua vita sono lì perché tu li hai attratti lì. Quello che decidi di fare con essi dipende da te.
Richard Bach, Illusioni, 1977

Attrazione. Influenza che tende a stabilire rapporti di simpatia fra le cose. Ce ne sono di vari tipi, fra cui la più famosa è l'attrazione esercitata dalla gravità. Nelle donne, comunque, quest'ultima qualità è notevolmente inferiore al fascino della vivacità.
Ambrose Bierce, Il dizionario del diavolo, 1911

Gli uomini imparano ad amare la persona dalla quale sono attratti, le donne sono sempre più attratte dalla persona che amano. 
Graham Dalton (James Spader), in Sesso, bugie e videotape, 1989

L’attrazione sessuale crea, sul momento, un'illusione d'unione, eppure senza amore questa «unione» lascia due esseri estranei e divisi come prima.
Erich Fromm, L'arte di amare, 1956

L'attrazione fisica non si discute.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Tutti disponiamo del potere di attrarre, di quella capacità di attirare a noi gli altri e di mantenerli sotto il nostro incantesimo. Ben pochi, tuttavia, sono consapevoli di questo potenziale interiore, e immaginano il fascino come un tratto quasi mistico proprio di pochissimi, che gli altri sono condannati a non possedere.
Robert Greene, L'arte della seduzione, 2001

Ci sono donne talmente orgogliose che non si sentono attratte da un uomo neppure per disprezzo.
Karl Kraus, Di notte, 1918

Per piacere, non ci fidiamo sempre unicamente delle nostre qualità morali. Le donne sono così frivole! Un bel taglio d’abito esercita, ahimè, spesso su di loro più attrazione che una conversazione sostanziale.
Francis de Miomandre, La moda, 1927

C’è qualcosa in lui che attrae le donne verso gli altri uomini.
Robert Orben [2]

L’attrazione è nel desiderio, non nel possesso.
Guido Rojetti, L'amore è un terno (che ti lascia) secco, 2014

L’amore è un tiro alla fune: vince chi attrae a sé l’altro.
ibidem

Lo sposi per attrazione sessuale? Vuoi costruire la casa cominciando dal tetto?
Maria Luisa Spaziani, Aforismi, 1993

Non esiste salvaguardia contro il senso naturale dell'attrazione.
Algernon Swinburne (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Per legge di natura, nessuno è attratto dalle persone di cattivo umore, tanto bisognose di gentilezza e di coccole, riservate invece, e senza nessuna cattiva intenzione, a creature positive, cui non sarebbero così necessarie. 
Cesarina Vighy, Scendo. Buon proseguimento, 2010

La più eccitante attrazione è esercitata da due opposti che non si incontreranno mai.
Andy Warhol (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Tira più un pelo di donna che un carro di buoi.
Proverbio

La civetteria è lo champagne dell'amore. (Thomas Hood - Foto: Marilyn Monroe)
3. Civetteria
© Aforismario

Civetta. Dicesi di ragazza vanesia, sciocca e imprevidente che, dopo averci tenuto in prova a lungo, finisce con lo scegliere un altro.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Se la civetteria, quando lascia scorgere troppo chiaramente l’intenzione di eccitare l’uomo, non può che riuscire disgustosa, concepita invece con garbata delicatezza, è una proprietà caratteristica del sesso femminile.
Richard von Krafft-Ebing, Psicopatia sessuale, 1886

Chi conosce bene la vita e il mondo, sa che le donne non si mettono volentieri sul delicato lor petto il cilicio di un vero amore. Sa che non v'è nulla di più raro di un lungo sacrificio. Pensate quel che una donna deve immolare quando ama. Libertà, tranquillità, attraenti moti di un'anima libera, civetteria, spassi, piaceri: vi perde tutto. 
Anatole France, Il giglio rosso, 1894

L'infatuazione è un capriccio del sentimento e una civetteria del cuore.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

La civetteria è la femminilità che gioca a rimpiattino.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Dopo una certa età, la civetteria è patetica, la galanteria ridicola.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

La civetta, più che amata, vuol esser ammirata.
ibidem

La civetteria è una schermaglia amorosa in cui solo uno dei due contendenti - la donna - è armato.
ibidem

La civetteria è un'arma di seduzione che con l'abuso si spunta.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

La civetteria è lo champagne dell'amore. 
Thomas Hood (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La civetteria consiste nel rifiutare e poi concedere, nel mondo animale esattamente come nella nostra specie. La femmina di molti uccelli, ma anche di mammiferi, fugge il maschio, si ferma, apparentemente per lasciarsi prendere da lui, poi subito scompare di nuovo, finché da ultimo ha luogo l’accoppiamento. La stimolazione dell’istinto sessuale sorge appunto dal fatto che la femmina, anziché facilitare i rapporti col maschio, fugge apparentemente davanti a lui, stuzzicando così sempre maggiormente la sua voglia sessuale. Esattamente la stessa cosa avviene nella specie umana.
Richard von Krafft-Ebing, Psicopatia sessuale, 1886

Rifiutare e concedere, è il gioco in cui si riassume la civetteria, la quale, anche se ha un nome che a
tanti suona poco simpatico, può, se usata delicatamente, conferire alla donna una seduzione tutta speciale.
Richard von Krafft-Ebing, Psicopatia sessuale, 1886

La civetteria è puro talento. Ma ci sono certi sguardi che non dicono di amare, saziandosi soltanto dell'essere amati. Hanno tanto amore perché devono accogliere tanto amore. Il passante che si ferma incantato potrebbe credere che siano diretti a lui; ma è probabile che siano diretti al cane, cui la padrona fa traversare la strada con gesto indimenticabile sia per il cane sia per il passante.
Karl Kraus, Detti e contraddetti, 1909

Che cos'è la civetteria? Si potrebbe dire che è un comportamento che mira a suggerire la possibilità di un’intimità sessuale, senza che questa possibilità appaia mai come certezza. 
Milan Kundera, L'insostenibile leggerezza dell'essere, 1984 

Civetteria è una promessa di coito non garantita.
Milan Kundera, L'insostenibile leggerezza dell'essere, 1984

La donna civetta non cede sulla passione di piacere né sull'opinione che ha della propria bellezza: considera il tempo e gli anni come qualcosa che raggrinza e imbruttisce solo le altre donne; quanto meno dimentica che l’età è scritta sul volto. Gli stessi ornamenti che un tempo hanno abbellito la sua giovinezza finiscono per sfigurarne la persona, mettendo in luce i difetti della vecchiaia. Smancerie e affettazione l’accompagnano nel dolore e nella febbre: muore addobbata e tra nastri variopinti.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

Una donna avventuriera vuole che la si ami; a una civetta basta essere considerata amabile e passare per bella. Quella cerca di vincolare; questa si contenta di piacere. La prima passa successivamente da un vincolo all'altro; la seconda ha parecchie distrazioni in una volta sola. A dominare, nell'una sono la passione e il piacere; nell'altra, la vanità e la frivolezza. La seduzione è una debolezza del cuore o forse un vizio del temperamento; la civetteria è una sregolatezza della mente. La donna avventuriera si fa temere e la civetta si fa odiare. A questi due caratteri si può attingere di che forgiarne un terzo, il peggiore di tutti.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

È una forma di civetteria far notare che se ne è immuni.
François de La Rochefoucauld, Massime, 1678

L'invidia è distrutta dalla vera amicizia, e la civetteria dal vero amore.
ibidem

La civetteria è la base dell'indole femminile. Ma non tutte la mettono in pratica, perché in alcune la civetteria è frenata dal timore o dalla ragione.
François de La Rochefoucauld, Massime, 1678

Le civette si fanno un onore di essere gelose dei loro amanti, per nascondere che sono invidiose delle altre donne.
François de La Rochefoucauld, Massime, 1678

Le donne non conoscono tutta la loro civetteria.
ibidem

Le donne possono dominare più facilmente la passione che la civetteria.
François de La Rochefoucauld, Massime, 1678

Le donne credono spesso di amare anche quando non amano più. L'occupazione di un intrigo, l'emozione intellettuale che dà l'avventura galante, la naturale inclinazione al piacere di essere amate e la sofferenza di rifiutare le persuadono di nutrire una passione, mentre si tratta solo di civetteria.
François de La Rochefoucauld, Massime, 1678

L'amore di una selvaggia vale poco di più di quello di una signora dell'alta società: l'ignoranza e la semplicità dell'una vengono altrettanto a noia della civetteria dell'altra.
Michail Lermontov, Un eroe del nostro tempo, 1840

Si ripete spesso che la più grande prova d’affetto che una donna possa dare a un uomo è di sacrificargli la propria civetteria, di rinunciare alla moda. Nulla di più falso. Al contrario, la donna che ama si guarda bene dal lasciarsi distanziare da rivali. Segue fedelmente, rigorosamente le mode più di ogni altra cosa. Perché? Perché, innanzitutto, si tratta di rimanere la più bella, la più seducente, e perché, quando ci si trascura, s’invecchia, s’imbruttisce.
Francis de Miomandre, La moda, 1927

Spesso una donna brutta è più civetta di una bella; la prima provoca gli uomini e l'altra li aspetta.
Charles Augustin de Sainte-Beuve, I miei veleni, 1926 (postumo)

Né per la musica, né per la poesia, né per le arti figurative le donne, in verità, hanno realmente comprensione e sensibilità; ma è una mera scimmiottatura, ai fini della loro civetteria, se esse fingono e pretendono di averle. 
Arthur Schopenhauer, Parerga e Paralipomena, 1851

Il numero delle donne che civettano coi propri mariti a Londra è proprio scandaloso. Sta così male! È come lavare i propri panni puliti in pubblico.
Oscar Wilde, L'importanza di essere Onesto, 1895

Le donne son sante in chiesa, angeli in strada, diavole in casa, civette alla finestra e gazze alla porta.
Proverbio

Note
  1. Francesco Alberoni, L'erotismo © Garzanti, 1986.
  2. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  3. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Corteggiamento e Conquista di donne e uomini

Nessun commento: