2016-01-11

Stress e Nervosismo - Frasi sull'Esaurimento nervoso

Raccolta di aforismi e battute divertenti sullo stress (dal latino strictus "stretto"), inteso, secondo l'uso corrente, come condizione di tensione nervosa e affaticamento psicofisico dovuta a situazioni di difficoltà o in cui ci si sente "sotto pressione", ad esempio in campo lavorativo, nello studio o nella vita quotidiana in genere. Gli altri paragrafi della raccolta fanno riferimento al nervosismo, al cosiddetto "esaurimento nervoso" e alla tensione psicologica (nervosa o emotiva), cioè quella condizione di ansia mista a nervosismo che di solito si presenta quando si è in attesa di qualcosa, quando si è intenti al raggiungimento di uno scopo. Una caratteristica di quest'antologia è l'alternanza di citazioni letterarie e umoristiche con citazioni un po' più tecniche di carattere psicologico, il che la rende utile sia al lettore comune sia a chi è interessato a questo argomento per motivi di studio. Nella sezione "Psicologia" del sito Aforismario, trovi una raccolta di frasi correlata a questa dedicata all'ansia.
La realtà è la principale causa di stress − per coloro che sono in contatto con essa. (Jane Wagner)
1. Stress
© Aforismario

L'humour è un eccellente antidoto allo stress.
Patch Adams, Salute!, 1993

Non sai mai come sono veramente le persone fino a quando non sono sotto forte stress.
Tim Allen [3]

Un sondaggio rivela che l'83% degli italiani è stressato dal lavoro. Il restante 17% ne ha uno.
Stefano Andreoli e Alessandro Bonino (a cura di), Spinoza. Una risata vi disseppellirà, 2011

Stress piccolo borghese. Moglie? Bene. Lavoro? Bene-bene. Casa ? Bene. Figli? Bene. Salute? Bene. Palle? Piene.
Roberto "Freak" Antoni, Non c'è gusto in Italia ad essere intelligenti, 1991

I medici distinguono due diversi tipi di stress: quello «vitale», di breve durata, che accompagna molte nostre azioni e reazioni, e che fa parte del vivere quotidiano; e lo stress «prolungato», che non si può risolvere con la «lotta» o la «fuga», ma che rimane dentro l'individuo, girando in continuazione nei suoi circuiti cerebrali, senza trovare una via d'uscita. Queste situazioni di perdite di ruolo, o anche di perdite affettive, sono l'anticamera, per certi soggetti predisposti, di forme più o meno gravi di depressione.
Piero Angela, Premi e punizioni, 2000

Gli orologi facevano tic e tac; quelli di oggi fanno stress e relax, stress e relax... Sono questi lo yin e lo yang della contemporaneità.
Stefano Bartezzaghi, Sedia a sdraio, 2011

Il numero dei fattori di stress si è moltiplicato in modo esponenziale: il traffico, il denaro, il successo, l'equilibrio lavoro/vita, l'economia, l'ambiente, la genitorialità, i conflitti familiari, le relazioni, la malattia. Poiché la natura della vita umana è diventata molto più complicata, la nostra antica risposta allo stress non è stata in grado di tenere il passo.
Andrew Bernstein (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Ci sono persone talmente abituate a vivere lo stress da non ricordare più com'era la vita senza.
ibidem

La verità è che lo stress non viene dal tuo capo, dai tuoi figli, dal coniuge, dagli ingorghi del traffico, dai problemi di salute, o altre circostanze. Proviene dai tuoi pensieri su tutte queste cose.
Andrew Bernstein (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Ci sarà lo stress nella vita, ma è vostra la scelta se lasciarvi influenzare oppure no.
Valerie Bertinelli [3]

Il fatto che il termine stress sia entrato nell'ambito delle scienze bio-mediche da pochi decenni non significa, come spesso si sente dire, che lo «stress» è un fenomeno tipico «della vita moderna». In passato sono stati fonte di stress la paura di essere aggrediti, le carestie, le epidemie, i cataclismi naturali, ogni situazione, cioè, nella quale l'individuo perdeva il suo potere di controllo sulla realtà. Oggi le occasioni di stress sono diverse e forse addirittura minori rispetto a un tempo; tuttavia si rischia di cedere alla tendenza di considerare stressante ogni minimo accenno di allontanamento da una condizione di equilibrio. 
Simona Cabib e Stefano Puglisi Allegra, Lo stress, 1989

La risposta da stress è la risposta di un organismo in crisi. Se la crisi non viene risolta o viene risolta in modo inadeguato, la risposta da stress può diventare risposta patologica: malattia.
ibidem

L'osservazione dell'uomo così come dell'animale ci mostra che lo stress è un fenomeno che rientra nel più vasto rapporto tra l'organismo e l'ambiente che lo circonda, sia esso fisico che sociale. E in quanto tale non è sinonimo di malattia, bensì indica una particolare modalità del rapporto organismo-ambiente che sollecita nell'organismo determinate risposte fisiologiche che «possono», in alcune condizioni, implicare esiti patologici.
Simona Cabib e Stefano Puglisi Allegra, Lo stress, 1989

Lo stress non è altro che una forma socialmente accettabile di malattia mentale.
Richard Carlson (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La forza psichica è indispensabile alla sopravvivenza, perché permette di far fronte ai pericoli e alle situazioni stressanti; senza l'esperienza fondamentale del sentirsi protetti l'esistenza diventa davvero un cammino arduo.
Aldo Carotenuto, La nostalgia della memoria, 1988

A volte, quando le persone sono sotto stress, odiano pensare, ed è proprio il momento in cui avrebbero maggior bisogno di pensare.
William Clinton [3]

Tra lo stress e la noia preferisco lo stress.
Luciano De Crescenzo, I pensieri di Bellavista, 2005

Per lo stress manageriale: si guardano i pesci, si annaffiano le piante, ginnastica respiratoria speciale, si monitorizza la pressione del sangue, si ascoltano suoni gradevoli... ah, relax! Personalmente penso che siano un mare di stronzate ma quando sei a rischio bypass non puoi permetterti dubbi! 
Lou Donnelly (Peter Boyle), in Danko, 1988

Rimane un sogno inutile, anche se può essere di conforto, immaginare una vita priva di stress e di problemi vissuta in un mondo libero da preoccupazioni. L'uomo non può sperare di trovare sulla terra il Paradiso, perché il concetto di paradiso è statico, mentre la vita umana è un processo dinamico. 
René Dubos, Il miraggio della salute, 1959

Stress. Reazione emozionale intensa a una serie di stimoli esterni che mettono in moto risposte fisiologiche e psicologiche di natura adattiva. Se gli sforzi del soggetto falliscono perché lo stress supera le capacità di risposta, l'individuo è sottoposto a una vulnerabilità nei confronti della malattia psichica, di quella somatica ο di entrambe.
Umberto Galimberti, Dizionario di psicologia, 1992

La bandiera della libertà, che l'Occidente sventola ai quattro venti, ha come suo contraltare un sistema così rigoroso e minuzioso di controlli che assedia l'anima. Più l'assedio ci fa stringente, più i nostri comportamenti si fanno guardinghi e ossessivi. E se riusciamo a evitare la depressione [...], non riusciamo a evitare lo stress da lavoro, perché in Occidente bisogna essere benestanti, le fatiche delle diete e delle palestre perché bisogna essere magri, i sonniferi perché bisogna dormire, i weekend fuori casa perché bisogna riposare, la rigida sequenza delle nostre collaudate abitudini perché ci rassicurano.
Umberto Galimberti, I miti del nostro tempo, 2009

Tu non parli mai con il tuo corpo, non lo degni mai della tua attenzione, lo abbandoni sempre a se stesso, ai suoi processi automatici. Non devi stupirti poi se un giorno o l'altro il tuo corpo si ammala. Si è logorato nei suoi automatismi tensivi, nel suo stress solitario. Parla con il tuo corpo e digli di rilassarsi, perché non c'è niente che lo minaccia, è al sicuro nelle tue mani, tu lo assisti e lo proteggi. Vedrai che alla fine il tuo corpo imparerà a rilassarsi.
Giulio Cesare Giacobbe, Come smettere di farsi le seghe mentali e godersi la vita, 2003

Lo stress è uno stato d'ignoranza. Si crede che ogni cosa sia un'emergenza. Ma niente è così importante. Basta sdraiarsi.
Natalie Goldberg, Wild Mind, 1990

Quando gli individui sono turbati o sconvolti, non sono più in grado di ricordare, aspettare, imparare o prendere decisioni lucide. Come disse un consulente di organizzazione e direzione aziendale: “Lo stress rende la gente stupida”.
Daniel Goleman, Intelligenza emotiva, 1995

La ragione per la quale, se siamo già agitati, un piccolo battibecco può spingerci oltre i limiti è di natura biochimica. Quando l'amigdala innesca il panico nel cervello, induce una cascata che comincia con la liberazione di un ormone [...] e si conclude con un'inondazione di ormoni dello stress [...]. Gli ormoni che secerniamo in condizione di stress bastano per un unico episodio di combattimento o fuga – ma una volta secreti, rimangono nell'organismo per ore, e ogni successivo incidente tale da turbarci non fa che aumentare il loro livello. L'accumulo che ne deriva rende l'amigdala un meccanismo innescante estremamente sensibile, pronto a sequestrarci trascinandoci nella collera o nel panico alla minima provocazione.
Daniel Goleman, Lavorare con intelligenza emotiva, 1995

Non solo lo stress acuto può renderci momentaneamente inetti: quando è prolungato può avere, sull'intelletto, un effetto durevole e ottundente.
Daniel Goleman, ibidem

Se lo stress è prolungato, l'esito probabile è l'esaurimento – o anche peggio.
Daniel Goleman, Lavorare con intelligenza emotiva, 1995

I sistemi pressurizzati hanno bisogno di una valvola di sfogo. Ci dev'essere un modo per ridurre lo stress, la pressione, prima che diventi impossibile da sopportare. Ci dev'essere un modo per avere sollievo, perché se la pressione non trova una via d'uscita se ne procurerà una. Esploderà. È la pressione alla quale sottoponiamo noi stessi la più difficile da sopportare, la pressione per migliorare quello che siamo, la pressione per migliorare quello che pensiamo di poter essere.
Meredith Grey (Ellen Pompeo), in Grey's Anatomy, 2005/13

Lo stress è la spazzatura della vita moderna − tutti noi ne produciamo, ma se non la smaltiamo in modo appropriato, si accumula fino a sovrastare la vostra vita.
Terri Guillemets, su Quote Garden, 1998/...

La più grande arma contro lo stress è la nostra capacità di scegliere un pensiero piuttosto che un altro.
William James (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Se si è convinti di essere in grado di gestire lo stress, si producono reazioni stressanti di minore entità.
Richard Lazarus e Elizabeth Alfert, su The Journal of Abnormal and Social Psychology, 1964

Spesso lo stress dà a una piccola cosa una grande ombra.
Harvey Mackay, cit. su Startribune, 2008

Fare qualcosa di produttivo è un ottimo modo per alleviare lo stress emotivo.
Ziggy Marley [2]

Quando una donna non vuole soltanto partorire figli, allevare figli. quando una donna vuole anche lavorare, esser qualcuno. Be', è duro Duro, duro. [...] Sei al lavoro e pensi ai figli che hai lasciato a casa. Sei a casa e pensi al lavoro che non stai facendo. Si scatena una tale lotta dentro di te: il tuo cuore va a pezzi.
Golda Meir, in Oriana Fallaci, Intervista con la storia, 1974

Si lavora a ritmi serratissimi, senza mai un momento di stacco. E, una volta a casa, bisogna sbrigare le mille incombenze e responsabilità della gestione familiare. Il risultato è uno stato di stress costante: si "accumula" sempre più, fino ad esplodere per un nonnulla.
Raffaele Morelli, Come mantenere il cervello giovane, 2003

Lo stress genera altro stress.
ibidem

Stress ricorrenti e stati ansiosi protratti possono disgregare psicologicamente non soltanto l'individuo, ma anche il gruppo e un'intera società che, stretta nella morsa di una negatività protratta può sviluppare fobie, idiosincrasie, forme regredite di emotività e di pensiero sfocianti in manifestazioni distruttive e in veri e propri comportamenti di follia collettiva che si sostituiscono, annullandoli, ai raggiungimenti della ragione, della cultura e dell'organizzazione sociale.
Anna Oliverio Ferraris, Psicologia della paura, 1980

Lo stress uccide la coppia. Qualche tempo fa era solo un sospetto, oggi - dopo le numerose ricerche sull'argomento condotte da psicologi e sociologi - è un dato di fatto. Principale accusato, lo stress da lavoro, che contribuisce pesantemente a ridurre l'interazione e la comunicazione della coppia. Chi si porta l'ufficio a casa, insomma (e non solo nel senso di documenti da controllare, o di un telefonino sempre acceso), mette a dura prova l'intesa coniugale. Soprattutto quando allo stress professionale non si reagisce con grinta, quando la sera si rientra portando con sé frustrazioni, umiliazioni, discussioni, rassegnazione e «compensazioni» negative (come l'abuso di alcol o di psicofarmaci).
Willy Pasini, L'autostima, 2001

Lo stress quotidiano è un nemico clandestino e spesso sottovalutato di qualunque relazione intima. Perché provoca un lento ma continuo deterioramento dell'amore.
Willy Pasini, L'autostima, 2001

Nei momenti di stress, le donne parlano senza riflettere. Gli uomini, agiscono senza riflettere.
Allan Pease, Perché le donne non sanno leggere le carte stradali, 2000

Dopo anni di condizionamento, la maggior parte delle persone vede lo stress come un ostacolo, e non come la potente forza motrice che realmente è. La verità è che è attraverso la pressione o lo "stress" che ci evolviamo e che cresciamo.
Bill Phillips, Body for Life, 2015

Lo stress è veleno.
Agavé Powers [3]

C'è una differenza tra essere oppressi dallo stress e dominare lo stress. Usate lo stress buono per spingervi nella direzione che desiderate; esso può produrre una grandissima trasformazione dentro di voi. Imparando a utilizzare il senso di pressione e facendone non un nemico, ma un amico, un alleato, potete veramente affinarlo e farne un'arma, uno strumento che vi aiuti a vivere appieno la vita. 
Anthony Robbins, Come migliorare il proprio stato mentale, fisico e finanziario, 1991

Un piacere al giorno toglie lo stress di torno.
Ethel Roskies (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Lucy: Sai qual è il tuo problema, Charlie Brown? Non hai una filosofia personale... Devi elaborare una filosofia che ti sostenga nei periodi di stress... Lo puoi fare? Puoi elaborare una filosofia personale? Pensa, Charlie Brown! Pensa intensamente!
Charlie Brown: "La vita è come un cono gelato... devi imparare a leccarlo"!
Charles M. Schulz, Peanuts, 1950-2000 

Lo stress è la risposta non specifica dell'organismo a ogni richiesta effettuata a esso.
Hans Selye, Stress senza paura, 1971

Ogni stress lascia una cicatrice indelebile, e l'organismo paga per la sua sopravvivenza dopo una situazione stressante, diventando un po' più vecchio.
Hans Selye, Stress senza paura, 1971

Gli esseri umani sono stati progettati per affrontare con successo difficoltà e stress. E in questo campo sono molto più forti di quanto comunemente si creda. Generazione dopo generazione, l’evoluzione ha modellato i nostri progenitori perché fronteggiassero efficacemente ogni sorta di ostacolo o di problema.
Pietro Trabucchi, Resisto dunque sono, 2007

La sensibilità allo stress è in gran parte prodotta da noi stessi: essa dipende da come interpretiamo gli eventi. E da quanto ci pensiamo «forti»: cioè in grado di fare fronte a quel determinato problema.
Pietro Trabucchi, Resisto dunque sono, 2007

Le persone non sono vittime passive degli eventi stressanti. Reagiamo alle difficoltà (e ci stressiamo) in base a come le «leggiamo» e a come «leggiamo» le nostre capacità di farvi fronte. Questa «lettura» si chiama valutazione cognitiva. Quella che ci fa vedere lo stesso bicchiere mezzo pieno piuttosto che mezzo vuoto.
Pietro Trabucchi, Resisto dunque sono, 2007

Oggi, tra le tante promesse da rotocalco, c’è posto anche per chi parla di «eliminare lo stress». Non solo ciò è impossibile, ma sarebbe anche inutile: noi siamo costruiti per convivere quotidianamente con lo stress.
Pietro Trabucchi, Resisto dunque sono, 2007

Lo stress è come una spezia − nella giusta proporzione esalta il sapore di un piatto. Troppo poca produce un blando, noioso pasto; troppa può soffocarlo. 
Donald Tubesing (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La realtà è la principale causa di stress − per coloro che sono in contatto con essa.
Jane Wagner, The Search for Signs of Intelligent Life in the Universe, 1985

Non è ciò che facciamo oggi a provocarci maggiore stress, ma il rimpianto per qualcosa che non abbiamo fatto ieri.
Denis Waitley [3]

2. Nervosismo
© Aforismario

Viene definito nervosismo qualunque fenomeno negativo (irritabilità, diffidenza, timidezza ecc.) corrispondente a un tratto del carattere ostile alla vita e gravato da una marcata emotività. Tutti gli autori riconoscono che il nervosismo va di pari passo con la iperemotività.
Alfred Adler, Il senso della vita, 1933

Negli accessi d'ira tieni a portata di mano la considerazione che montare in collera non è virile, mentre un atteggiamento di mite pazienza come è più umano, così pure è più degno di un maschio, e chi lo pratica possiede vigore, nervi saldi e virilità, al contrario di chi si indigna ed è insofferente.
Marco Aurelio, Pensieri, ca. 166-179

La collera, nel civilizzato, rientra quasi sempre. Non viene espulsa, lo attossica (anche nella saliva, secondo Bichat). Siamo tutti botteghe chiuse di collere rientrate (rientrate, non dominate realmente, ringoiate sprecando tanta preziosa energia nervosa per soffocarle); le botteghe chiuse sono uno spettacolo triste.
Guido Ceronetti, Il silenzio del corpo, 1979

La vita se ne va dal cervello e dai nervi... Il nervosismo moderno è il grido dell'organismo che lotta con l'ambiente.
Rosolino Colella, Nervosismo e Civiltà, 1905

Più di uno crede di avere un buon cuore, invece ha soltanto nervi deboli. 
Marie von Ebner-Eschenbach, Aforismi, 1880

È il tipo di persona che rende nervoso il caffè.
Leopold Fechtner [3]

Uccidersi era una buona soluzione nelle epoche in cui il suicidio era rispettato in quanto protesta o ammissione di sconfitta. Oggi non significa niente. Ci si ammazza per disturbi nervosi o per difficoltà finanziarie.
Ennio Flaiano, Taccuino del marziano, 196o (postumo, 1974)

«È un fatto nervoso!». Dev’essere detto ogni volta che non si capisce niente di una malattia. E chi ascolta è soddisfatto.
Gustave Flaubert, Dizionario dei luoghi comuni, 1850/80 (postumo 1913)

I bambini partecipano sempre, per istinto mimetico, al nervosismo di chi sta con loro; e in particolare avvertono sempre ogni turbamento o ogni sovversione imminente, di qualunque genere, nella situazione familiare.
Nathaniel Hawthorne, La lettera scarlatta, 1850 

Gli uomini sono animali molto strani: un miscuglio del nervosismo di un cavallo, della testardaggine di un mulo e della malizia di un cammello.
Thomas Henry Huxley, Lettere, 1895

A Lourdes si può guarire. Ma quale magia dovrebbe emanare uno specialista in malattie nervose?
Karl Kraus, Detti e contraddetti, 1909

È strano come il carattere di una persona si rifletta nell'atto sessuale. Se uno è nervoso, timido, impacciato, pauroso, l'atto sessuale è lo stesso. Se uno è rilassato, l'atto sessuale è gradevole. 
Anaïs Nin, Il Delta di Venere, 1978 (prefazione)

Impossibile guardare un gatto che dorme e sentirsi nervosi.
Jane Pauley (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Per guarire da ogni nostalgia amorosa non c'è che sperimentare d'essere amato o voluto o bramato o quello che vuoi, da una persona che ci dia ai nervi. 
Cesare Pavese, Lettere, 1925/50 (postumo)

Nella patologia nervosa, un medico che non dice troppe stupidaggini è un malato guarito a metà.
Marcel Proust, Alla ricerca del tempo perduto, 1913/27

Le persone controllate sono sempre ansiose, perché in profondità si cela ancora il tormento. Se sei privo di controllo, se sei fluido e vivo, non sei nervoso. È impossibile: qualsiasi cosa accade
Osho, Discorsi, 1953/90

Voi avete i nervi, signora. Io ne ho uno solo, ma è un nervo di bue.
Jules Renard, Diario, 1887-1910 (postumo 1925/27)

3. Esaurimento nervoso
© Aforismario

L'innamoramento è una forma di esaurimento nervoso.
Luciano De Crescenzo, I pensieri di Bellavista, 2005

L’esperienza quotidiana ci insegna che nell’individuo sano ogni soluzione di un conflitto pulsionale vale soltanto per una determinata forza della pulsione, o, per essere più esatti, all’interno di un determinato rapporto tra forza della pulsione e forza dell’Io. Se per malattia, esaurimento o altro, cede la forza dell’Io, le pulsioni fino a quel momento felicemente imbrigliate, possono rinnovare le loro pretese e puntare a ottenere per vie anomale i loro soddisfacimenti sostitutivi.
Sigmund Freud, Analisi terminabile e interminabile, 1937

Esaurimento nervoso. Termine privo di un significato preciso, che serve a designare, in modo rassicurante e neutrale, qualsiasi disturbo psichico. Né il sistema nervoso in generale, né in particolare il cervello, sono sistemi ο organi che si "esauriscono": questo modo di dire non ha quindi significato scientifico.
Giovanni Jervis, Manuale critico di psichiatria, 1975

Solo un metro scarso di flanella sta tra me e un esaurimento nervoso!
Linus,  in Charles Schulz, Peanuts, 1950-2000

Un'équipe di psicoanalisti americani, dopo lunghi studi, è giunta a una sconvolgente conclusione: l'amore è una forma di esaurimento nervoso.
Gianni Monduzzi, Il manuale della Playgirl, 1985

Uno dei sintomi dell'arrivo di un esaurimento nervoso è la convinzione che il proprio lavoro sia tremendamente importante. Se fossi un medico, prescriverei una vacanza a tutti i pazienti che considerano importante il loro lavoro. 
Bertrand Russell, La conquista della felicità, 1930

Tutti gli organismi si distribuiscono su una linea, ad un capo della quale sta la malattia [...] che implica il generosissimo, folle consumo della forza vitale ad un ritmo precipitoso, il battito di un cuore sfrenato, e all'altro stanno gli organismi immiseriti per avarizia organica, destinati a perire di una malattia che sembrerebbe di esaurimento ed è invece di poltronaggine.
Italo Svevo, La coscienza di Zeno, 1923

4. Tensione psicologica
© Aforismario

Questo meccanismo delle otto ore di lavoro ogni giorno, produce da sempre tensioni sociali, nevrosi, depressioni, malattie e soprattutto la sensazione precisa di perdere per sempre l’occasione della vita.
Silvano Agosti, Lettere dalla Kirghisia, 2004

La differenza tra l'amore e il sesso, è che il sesso allevia le tensioni e l'amore le provoca. 
Woody Allen [3]

A cosa è dovuto quel lasciarsi andare che ogni tanto ci coglie, quella spossatezza, quel cedere volontariamente e voluttuosamente alla propria rassegnazione, se non a un pressante bisogno di riposo da una continua e faticosa tensione verso una felicità così difficile da raggiungere, ma che, nonostante tutto, si vuole raggiungere?
Vannuccio Barbaro, Scartafacci (postumo, 2012)

Non agite, eppure avvertite la febbre delle grandi cose; privi di nemici, combattete un duello spossante... È la tensione gratuita della nevrosi, che darebbe anche a un droghiere fremiti da generale sconfitto.
Emil Cioran, Sillogismi dell'amarezza, 1952

Lo scopo immediato del pensiero, quello per cui probabilmente si è originato, è scaricare la tensione eccessiva. Il pensiero è cioè fondamentalmente la versione mentale e diurna della ben nota «polluzione notturna».
Giulio Cesare Giacobbe, Come smettere di farsi le seghe mentali e godersi la vita, 2003 [1]

Anche il sogno è, come il pensiero, una specie di polluzione notturna mentale che ha lo scopo di scaricare un poco la tensione quando essa diviene eccessiva.
Giulio Cesare Giacobbe, ibidem

Il pensiero è fondamentalmente un surrogato dell'azione Infatti il pensiero consiste sostanzialmente nella simulazione immaginativa dell'azione. Per dirla in termini fisiologici, quando, a causa di un'aggressione ambientale, lo stato di tensione (e quindi di malessere) raggiunge un livello di guardia oltre il quale può diventare autodistruttivo per l'individuo, subentra a salvaguardia della sua sopravvivenza uno stato di benessere (caduta temporanea della tensione) provocato autogenamente mediante l'attivazione del pensiero, il quale simulando l'azione capace di scaricare la tensione simula una situazione ambientale gratificatoria.
Giulio Cesare Giacobbe, Come smettere di farsi le seghe mentali e godersi la vita, 2003 [1]

Il pensiero non soltanto è espressione della tensione che c'è dentro di te, ma esso stesso ti genera tensione. Perché riproduce e quindi rinnova quelle stesse emozioni che lo hanno generato.
Giulio Cesare Giacobbe, ibidem

Se sei agitato/a dalla tensione, fai semplicemente questo: non opporti alla tua tensione, impara a osservarla; accettala e osservala. Non fare altro: osservala e aspetta che ti passi.
Giulio Cesare Giacobbe, ibidem

La tensione causata da un problema immaginario non può essere eliminata. Anzi lo stesso problema immaginario diventa fonte di tensione. Da sistema di difesa dalla tensione, il pensiero si trasforma quindi, nel caso dei problemi immaginari, in sistema di incremento della tensione e quindi in un processo autolesivo che si protrae nel tempo e si accresce indefinitamente in quanto si autoalimenta.
Giulio Cesare Giacobbe, Come smettere di farsi le seghe mentali e godersi la vita, 2003 [1]

Si pensi alla facile eccitabilità di tutti gli esseri, a come il minimo cambiamento di condizioni, ogni soffio faccia apparire subito nei corpi la polarità che in realtà sonnecchia in tutti loro. La tensione è lo stato in apparenza indifferente di un essere energico che è pienamente pronto a manifestarsi, a differenziarsi, a polarizzarsi.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

Abbiamo attraversato gli oceani e i continenti / ci siamo abituati ai più grandi mutamenti / siamo stai pesci e poi rettili e mammiferi / abbiamo scoperto il fuoco e inventato i frigoriferi / abbiamo imparato a nuotare poi a correre / e poi a stare immobili / eppure ho questo vuoto tra lo stomaco e la gola / voragine incolmabile / tensione evolutiva.
Jovanotti, Tensione evolutiva, 2012

Quando i sentimenti hanno una qualità minacciosa, in genere vengono soppressi: per far questo si sviluppano delle tensioni muscolari croniche che non consentono lo sviluppo di nessun flusso di eccitazione e di nessun movimento spontaneo nelle zone interessate
Alexander Lowen, Bioenergetica, 1975 [2]

Il corpo non mente. Anche quando una persona cerca di nascondere i suoi veri sentimenti con un atteggiamento posturale artificiale, il corpo smentisce la posa con lo stato di tensione che si viene a creare.
Alexander Lowen, Bioenergetica, 1975 [2]

Le tensioni muscolari croniche che bloccano il libero fluire dell'eccitazione e dei sentimenti si trovano spesso nel diaframma, nei muscoli intorno alla pelvi e nella parte superiore delle gambe. Scaricando queste tensioni con l'aiuto di un approccio sia fisico che psicologico i soggetti cominciano a sentirsi "connessi". È il termine che usano loro stessi. Testa, cuore e genitali - o pensiero, sentimento e sesso - non sono più parti o funzioni separate.
Alexander Lowen, Bioenergetica, 1975 [2]

Non sono molte, nella nostra cultura, le persone libere dalle tensioni muscolari, che strutturano le loro reazioni e definiscono i ruoli che assumeranno nella vita. Questi schemi di tensioni riflettono i traumi subiti durante lo sviluppo.
Alexander Lowen, Bioenergetica, 1975 [2]

Troppe persone accettano come "naturali" le proprie tensioni corporee e le proprie distorsioni, non vedendo che appartengono all'ordine di una "seconda natura", che pare naturale solo a causa della lunga abitudine.
Alexander Lowen, Bioenergetica, 1975 [2]

Gli uomini moderni vivono in uno stato di perpetua tensione prodotta dall'insicurezza, dalla guerra sempre incombente, dall'incessante rumore; essi non possono liberare questa tensione in modo naturale, e così cercano distrazioni; ci sono alcuni uomini, specialmente gli introvertiti, che non possono liberarsi dalla loro tensione, e così tentano di darle un nome, di spiegarla. Che la chiamino nausée con Sartre o Angst con Heidegger non c'è grande differenza. La tensione comunque non si esaurisce.
Donald Nicholl, Il pensiero contemporaneo, 1952

Quando ci si cimenta in una gara, solo la vittoria libera dalla tensione della prova.
Pindaro, VI-V sec. a.e.c.

Adottando l'atteggiamento giusto si può mutare una tensione negativa in una positiva.
Hans Selye [3]

Tensione è chi pensi che dovresti essere. Rilassamento è quello che sei.
Proverbio cinese

Note
  1. Giulio Cesare Giacobbe, Come smettere di farsi le seghe mentali e godersi la vita © 2003 Ponte alle grazie.
  2. Alexander Lowen, Bioenergetica © 1996 Giangiacomo Feltrinelli Editore Milano. Traduzione di Lucia Cornalba.
  3. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  4. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: AnsiaRelax

Nessun commento: