2016-02-08

Cultura ed Erudizione - 160 Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta di frasi e aforismi sulla cultura, l'erudizione e i dotti. La cultura è qui intesa come l’insieme delle cognizioni intellettuali acquisite da un individuo attraverso lo studio e l’esperienza, e rielaborate secondo il proprio stile personale. In modo simile, l'erudizione si definisce come il complesso di cognizioni acquisite in uno o più campi del sapere, attraverso la ricerca ampia e minuta di dati e notizie, e ciò che la differenzia dalla cultura, secondo quanto riportato sul vocabolario Treccani, è il fatto di non essere sempre accompagnata da originalità di pensiero e finezza di gusto. Su Aforismario trovi anche una raccolta di citazioni correlata a questa dedicata al sapere.
Cultura è ciò che resta quando si è dimenticato tutto.
(Anonimo - immagine: San Girolamo nello studio, Ghirlandaio, 1480)
1. Cultura
© Aforismario

La cultura è un bene comune e primario, come l'acqua: i teatri, le biblioteche, i musei, i cinema sono come tanti acquedotti.
Claudio Abbado, a Che tempo che fa, Rai 3, 2010

Chi ama la cultura desidera conoscere tutte le culture e quindi è contro il razzismo.
ibidem

La cultura è come la vita, e la vita è bella!
Claudio Abbado, a Che tempo che fa, Rai 3, 2010

La cultura agli occhi del potere è meritevole di salamelecchi a non finire. Ma, tutto sommato, è ritenuta marginale.
Giuliano Amato, su Corriere della sera, 2009

La società di massa non vuole cultura, ma svago.
Hannah Arendt, La crisi della cultura, 1961

Gli uomini colti sono superiori agli incolti nella stessa misura in cui i vivi sono superiori ai morti.
Aristotele, in Diogene Laerzio, Vite dei filosofi, III sec.

La cultura è un ornamento nella buona sorte, un rifugio nell'avversa.
ibidem

Le radici della cultura sono amare, ma i frutti sono dolci.
Aristotele, in Diogene Laerzio, Vite dei filosofi, III sec.

La cultura è il miglior viatico per la vecchiaia.
Aristotele (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La cultura è la passione per la dolcezza e la luce, e (ciò che più conta) la passione di farle prevalere.
Matthew Arnold, Cultura e anarchia, 1869

La lettura fa l'uomo completo; il discorrere lo rende preparato e lo scrivere esatto.
Francis Bacon, Saggi, 1597/1625

Chi è per lo sport ha le masse al suo fianco, chi è per la cultura ha le masse contro, e per questo tutti i governi sono sempre per lo sport e contro la cultura.
Thomas Bernhard, L'origine, 1975

Cultura libresca. Termine derisorio usato dallo stupido per tutto il sapere che trascenda la sua impenitente ignoranza.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Il compito degli uomini di cultura è più che mai oggi quello di seminare dei dubbi, non già di raccogliere certezze.
Norberto Bobbio, Politica e cultura, 1955

La cultura ha la virtù di abbellire un volto più che il trucco e i cosmetici.
Jean Bousquet, Il mio amico Georges, 1960

Non c'è bisogno di bruciare i libri per distruggere una cultura. Basta convincere la gente a smettere di leggerli.
Ray Bradbury, intervista di Misha Berson, su The Seattle Times, 1993

La cultura rende un popolo facile da guidare, ma difficile da trascinare; facile da governare, ma impossibile a ridursi in schiavitù.
Henry Brougham, Discorso alla Camera dei Comuni, 1828

La cultura è un elemento stabilizzante, non c'è niente di meglio di un museo, di un'opera di Verdi o di un poeta con tanto di riconoscimenti ufficiali per ricacciare il progresso indietro.
Charles Bukowski, Compagno di sbronze, 1972

La guerra è il sistema più spiccio per trasmettere una cultura.
Anthony Burgess, 1985, 1978

Senza cultura e la relativa libertà che ne deriva, la società, anche se fosse perfetta, sarebbe una giungla. Ecco perché ogni autentica creazione è in realtà un regalo per il futuro.
Albert Camus, Il mito di Sisifo, 1942

Cultura: grido degli uomini davanti al loro destino.
Albert Camus, Taccuini, 1935/59 (postumo 1962/89).

L’ignoranza è il punto di vista che manca agli uomini di cultura.
Pino Caruso, Ho dei pensieri che non condivido, 2009

Senza quel minimo di cultura che ci fa conoscere noi stessi, vivremmo tutta la vita con uno sconosciuto.
ibidem

Quando il culto prevale sulla cultura, inizia il fanatismo.
Pino Caruso, Ho dei pensieri che non condivido, 2009

I tagli del governo alla cultura sono un aiuto all'ignoranza, la quale di tutto aveva bisogno, tranne che di un aiuto.
Pino Caruso, Appartengo a una generazione che deve ancora nascere, 2014

Il ministro dell'Economia ha detto: "La cultura non si mangia". Nemmeno l'aria! Purtroppo, senza, si muore.
Pino Caruso, Appartengo a una generazione che deve ancora nascere, 2014

La cultura, in Tv, è come la pornografia: trova spazio solo di notte.
ibidem

La cultura, in Tv, è come la pornografia: trova spazio solo di notte, quasi a voler certezza che tutti dormano. Sennonché, per la pornografia, molti rimangono svegli.
Pino Caruso, Appartengo a una generazione che deve ancora nascere, 2014

Non è la politica che governa un Paese, ma la sua cultura.
ibidem

Prima di tagliare i fondi alla cultura, ci sarebbero stati mille enti inutili da tagliare; ma forse erano utili a chi li doveva tagliare.
Pino Caruso, Appartengo a una generazione che deve ancora nascere, 2014

Non sembrare mai più istruito delle persone che stai frequentando. Indossa la tua cultura come un orologio da tasca, e tienila nascosta. Non tirarlo fuori per vedere l’ora, ma dai l’orario quando ti viene chiesto.
Philip Dormer Stanhope Chesterfield, Lettere al figlio, 1737/68 (postumo)

Chi si dedica a letture occasionali, raramente possiede una cultura molto rigorosa.
Arthur Conan Doyle, Uno studio in rosso, 1887

Il prestigio della "cultura" induce gli stupidi a mangiare senza avere fame.
Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, 1977/92

Uomo colto è colui per il quale nulla è privo di interesse e quasi tutto di importanza.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

Colto è l'uomo che non converte la cultura in professione.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

La cultura è il petrolio d'Italia, e deve essere sfruttata.
Gianni De Michelis, cit. su The New York Times, 1986

Che importa la cultura? Quando scrisse l'Amleto, Molière aveva letto Rostand? No!
Pierre Desproges, Vivono felicemente in attesa della morte, 1983

Il guaio di farsi una cultura è che il processo richiede molto tempo, ti brucia la parte migliore della vita, e quando hai finito l'unica cosa che sai è che ti sarebbe convenuto di più fare il banchiere.
Philip K. Dick, La trasmigrazione di Timothy Archer, 1981

L'uomo colto non è colui che sa quando è nato Napoleone, ma quello che sa dove andare a cercare l'informazione nell'unico momento della sua vita in cui gli serve, e in due minuti.
Umberto Eco, intervista di Stefano Bartezzaghi, su la Repubblica, 2003

Quando uno ha solo nozioni e non ha idee, diventa come un cavallo da monta, un'attrazione da telequiz. Quel nozionismo è allora per le nozioni quel che l'alcolismo è per l'alcool. Però una cultura priva di nozioni non potrebbe esistere: se tu non sai in che secolo collocare Raffaello non riesci neanche a capire perché era l'artista che era. E il sommelier che sa riconoscere i vini non è l'alcolista.
Umberto Eco, intervista di Stefano Bartezzaghi, su la Repubblica, 2003

Solo l'uomo colto è libero
Epitteto, in Arriano di Nicomedia, Diatribe, II sec.

La parola cultura, Cultura, Culture mi appare gigantesca, enorme, degna di non essere scomodata di continuo.
Giangiacomo Feltrinelli, su King, 1967

L'uomo molto ricco deve parlare sempre di poesia o di musica ed esprimere pensieri elevati, cercando di mettere a disagio le persone che vorrebbero ammirarlo per la sua ricchezza soltanto.
Ennio Flaiano, Autobiografia del blu di Prussia, 1974 (postumo)

Uno dei tratti salienti della nostra cultura è la quantità di stronzate in circolazione. Tutti lo sanno. Ciascuno di noi dà il proprio contributo.
Harry Frankfurt, Stronzate, 2005

La cultura ha guadagnato soprattutto da quei libri con cui gli editori hanno perso.
Thomas Fuller, The Holy State and the Prophane State, 1642

La cultura è l'unico bene dell'umanità che, diviso fra tutti, anziché diminuire diventa più grande.
Hans Georg Gadamer, XX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Cultura è una parola da adoperare sempre con estrema cautela, dal momento che tra il pronunciarla e sciacquarsene con sussiego la bocca ce ne corre pochissimo.
Ernesto Galli della Loggia, su Corriere della sera, 2009

Un popolo senza la conoscenza della propria storia, origine e cultura è come un albero senza radici.
Marcus Garvey, cit. su Symposium on Garveyism, 1981

"Più della metà della cultura moderna − diceva Oscar Wilde − si fonda su ciò che non si dovrebbe leggere." L'altra metà − diciamo noi − su ciò che non si è letto.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

È grave che si consideri la cultura "tempo libero". Come se le cose serie fossero produrre e consumare.
Fabrizio Gifuni, cit. in City, 2011

Bisogna smettere di considerare la cultura "tempo libero". Dovremmo iniziare a pensare che c'è un tempo unico, il tempo delle nostre vite, in cui nessuno deve permettersi di dirci qual è il "tempo delle cose serie", suggerendoci che le cose serie sono produrre e consumare, e il tempo che rimane è per gli spettacolini, i concertini, la cultura ridotta a faccenducole.
Fabrizio Gifuni, cit. su Io Donna, 2011

Comunicare è natura; accogliere ciò che comunicano gli altri, così come è dato; è cultura.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

Tutto ciò che è eccellente ci limita per un momento, perché non ci sentiamo alla sua altezza. Solo in quanto lo accogliamo poi nella nostra cultura, assimilandolo alle nostre forze intellettuali e sentimentali, esso ci diventa caro e prezioso.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

L'uomo nasce barbaro, e si redime dalla bestialità coltivandosi. La cultura è quella che fa gli uomini, e tanto meglio quanto più è grande.
Baltasar Gracián y Morales, Oracolo manuale e arte della prudenza, 1647

La cultura non sostenuta dal buon senso è raddoppiata follia.
ibidem

L'indole migliore rimane incolta, senz'arte, e alle perfezioni viene a mancar la metà, se son prive di cultura.
Baltasar Gracián y Morales, Oracolo manuale e arte della prudenza, 1647

È meglio non saper né leggere né scrivere che saper leggere e scrivere, e non esser capaci d’altro.
William Hazlitt, Sull'ignoranza delle persone colte, 1821/22

Parlare di cultura è sempre stato contro la cultura. Il denominatore comune «cultura» contiene già virtualmente la presa di possesso, l'incastellamento, la classificazione, che assume la cultura nel regno dell'amministrazione.
Max Horkheimer e Theodor Adorno, Dialettica dell'illuminismo, 1947

La vera cultura vive di simpatie e ammirazioni, non di antipatie e disprezzo.
William James, Memorie e studi, 1911

Quando sento la parola cultura... levo la sicura alla mia Browning. [1]
Hanns Johst, Schlageter, 1933 (attribuito a Joseph Goebbels e altri - vedi "Citazioni errate" su Aforismario)

Che la cultura sia la quintessenza di tutto ciò che si è dimenticato è una giusta nozione. Oltrepassato quel punto, la cultura è una malattia e un peso per chi sta intorno alla persona colta.
Karl Kraus, Detti e contraddetti, 1909

Il valore della cultura si rivela nel modo più chiaro quando una persona colta prende la parola a proposito di un problema che sta fuori dall'ambito della sua cultura.
ibidem

Una vasta cultura è una farmacia ben fornita: ma non c'è modo di avere la sicurezza che non ci venga porto del cianuro per curare un raffreddore.
Karl Kraus, Detti e contraddetti, 1909

Cultura è quella cosa che i più ricevono, molti trasmettono e pochi hanno.
Karl Kraus, Pro domo et mundo, 1912

Quando il sole della cultura è basso, i nani hanno l'aspetto di giganti.
Karl Kraus (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La cultura vera, non la confortevole semicultura che ci risarcisce del nostro vuoto interiore, è capacità di scelta e di giudizio, è soprattutto «critica». Altrimenti non emancipa né migliora gli esseri umani.
Gabriele La Porta, Meno letteratura, per favore!, 2010

La semicultura diffusa risulta assai perniciosa poiché dà l'illusione di sentirsi problematici, informati, consapevoli di sé, senza peraltro esserlo affatto. E dunque può predisporre alla barbarie.
Gabriele La Porta, Meno letteratura, per favore!, 2010

I colti amano imparare. Gli ignoranti preferiscono insegnare.
Edmond Le Berquier, XX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Per molti la cultura è la prima necessità che non è necessario appagare.
Stanisław Jerzy Lec, Nuovi pensieri spettinati, 1964

La donna è stata bloccata per secoli. Quando ha accesso alla cultura è come un’affamata. E il cibo è molto più utile a chi è affamato rispetto a chi è già saturo.
Rita Levi Montalcini (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La cultura ci si presenta come la conoscenza di ciò che rende l'uomo qualcosa di diverso da un incidente dell'universo.
André Malraux, Le voci del silenzio, 1951

La cultura non si eredita, si conquista.
André Malraux, Omaggio alla Grecia, 1959 (discorso ad Atene)

Una buona testa e un buon cuore sono una combinazione formidabile. Ma quando ci aggiungi una lingua o una penna colta, allora hai davvero qualcosa di speciale.
Nelson Mandela (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La capacità di godere richiede cultura, e la cultura equivale poi sempre alla capacità di godere.
Thomas Mann, Il piccolo signor Friedemann, 1897

La cultura è l'unica droga che crea indipendenza.
Paolo Marcesini, su MEMO Grandi Magazzini Culturali, 2013

Di cultura ci si può soffocare. Vuoi mettere il pensiero snello dell’ignorante?
Gianni Monduzzi, Orgasmo e pregiudizio, 1997

La cultura si è chiusa nella torre eburnea. Rimane lì, arroccata in sé stessa, perché ha orrore dei contatti col pubblico, si crede diminuita dai contatti col pubblico. Questa è la cultura italiana. È una cultura di cretini.
Indro Montanelli, Intervista di Roberto Arnaldi, su Radio Montecarlo, 1973.

Chi riesca ad assorbire e poi a smaltire la cultura ha raggiunto lo stato di grazia.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Si può essere istruiti e mancare di cultura.
ibidem

Una ricca biblioteca può servire a mascherare una cultura povera.
ibidem

Quando la cultura diventa bagaglio manca alla. sua funzione vivificante, si trasforma in intralcio e conviene sbarazzarsene come di zavorra.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

In un uomo di Stato, la cosiddetta "cultura" è in fin dei conti un lusso inutile.
Benito Mussolini, su Il Popolo d'Italia, 1919

Puoi leggere, leggere, leggere, che è la cosa più bella che si possa fare in gioventù: e piano piano ti sentirai arricchire dentro, sentirai formarsi dentro di te quell'esperienza speciale che è la cultura.
Pier Paolo Pasolini, su Vie Nuove, 1965

Per amare la cultura occorre una forte vitalità. Perché la cultura – in senso specifico o, meglio, classista – è un possesso: e niente necessita di una più accanita e matta energia che il desiderio di possesso.
Pier Paolo Pasolini, Lettere luterane, 1976 (postumo)

Quelle che che amo di più sono le persone che possibilmente non abbiano fatto neanche la quarta elementare, cioè le persone assolutamente semplici. Non lo dico per retorica, ma perché la cultura piccolo borghese, almeno nella mia nazione (ma forse anche in Francia e in Spagna), è qualcosa che porta sempre a delle corruzioni, a delle impurezze. Mentre un analfabeta, uno che abbia fatto i primi anni delle elementari, ha sempre una certa grazia che poi va perduta attraverso la cultura. Poi si ritrova a un altissimo grado di cultura, ma la cultura media è sempre corruttrice.
Pier Paolo Pasolini (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Cultura significa anzitutto creare una coscienza civile, fare in modo che chi studia sia consapevole della dignità. L’uomo di cultura deve reagire a tutto ciò che è offesa alla sua dignità, alla sua coscienza. Altrimenti la cultura non serve a nulla.
Sandro Pertini, in Oriana Fallaci, Intervista con il Potere, 2009

Cultura non è leggere molto, né sapere molto: è conoscere molto.
Fernando Pessoa, La divina irrealtà delle cose, 2003 (postumo)

Il culturismo fa malissimo, come la cultura del resto. In un caso o nell'altro ci si sente temporaneamente onnipotenti in via di miglioramento.
Andrea G. Pinketts, Ho fatto giardino, 2006

Cultura. Facile da definire. Tutto quello che non pensiamo sia cultura è cultura.
Giuseppe Pontiggia, Le sabbie immobili, 1991

La conoscenza NON è cultura. Il campo della cultura comincia quando si è «dimenticato-non-so-che-libro».
Ezra Pound, in G. Singh, Aforismi e detti memorabili, 1993

Ci sono uomini colti persino tra i professori.
Giuseppe Prezzolini, Ideario, 1967 [2]

La cultura è quel che rimane quando non si sa far niente.
Françoise Sagan, Tra un mese, tra un anno, 1957

La cultura è come la marmellata: meno se ne ha e più la si spalma.
Françoise Sagan (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Fare dono della cultura è fare dono della sete. Il resto verrà da sé.
Antoine de Saint-Exupéry, Cittadella, 1948

Aver scarsa cultura è male, ma averne troppa è peggio.
John Secondari, Tre soldi nella fontana, 1952

La cultura è, grosso modo, tutto ciò che noi facciamo e che le scimmie non fanno.
FitzRoy Somerset (barone di Raglan), cit. su Newsweek, 1964

L’ignoranza che si tramanda di generazione in generazione fa parte della cultura di un popolo.
Giovanni Soriano, Maldetti, 2007

Mostrava di possedere un gran rispetto per l’arte e per la cultura in genere tenendosene sempre a debita distanza.
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

Tutto il suo bagaglio culturale occupava suppergiù lo spazio di una ventiquattrore.
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

Una cultura autentica è caratterizzata dall'incoraggiamento di una formazione di base focalizzata sulla comprensione, sull'apprezzamento e sulla trasmissione delle opere migliori prodotte ieri e oggi dalla ragione e dalla fantasia.
George Steiner, Nessuna passione spenta, 1996

Essere a casa propria nel mondo della cultura significa essere a casa propria in molti mondi, in molti linguaggi: significa trovarsi a casa propria nella storia delle idee, nella letteratura, nella musica, nelle arti. Richiede erudizione e la capacità di cogliere i rapporti tra i diversi mondi.
George Steiner (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Bisogna trovare la cultura sostanziosa. Se la troviamo, la prenderanno tutti gli affamati.
Lev Tolstoj, Discorso sulle edizioni popolari, 1884

Il diploma è il nemico mortale della cultura.
Paul Valéry, Le bilan de l'intelligence, 1935 (conferenza)

Quale è mai certe volte la debolezza e l'illogicità degli uomini! Noi ci stupiamo della rozzezza dei nostri padri, che pur vige ancora nel popolo, cioè nella parte più numerosa della nazione: e disprezziamo nello stesso tempo le belle lettere e la cultura dello spirito, sole prerogative che ci distinguono dal popolo e dai nostri antenati.
Luc de Clapiers de Vauvenargues, Riflessioni e massime, 1746

Un po' di cultura e molta memoria, insieme a una certa arditezza nell'opinare e nell'andare contro ai pregiudizi, danno sembianza di vastità di mente.
Luc de Clapiers de Vauvenargues, Riflessioni e massime, 1746

Gli autodidatti sono considerati i contrabbandieri della cultura, ma proprio per questo essi forniscono la merce più rara e genuina.
Anacleto Verrecchia, Diario del Gran Paradiso, 1997

Leggere i giornali, ascoltare la radio, frequentare la gente, tenersi al corrente di quello che avviene nel mondo: tutto questo soddisfa la nostra curiosità, ma non aumenta la nostra cultura. Per pensare occorre il silenzio.
Anacleto Verrecchia, Diario del Gran Paradiso, 1997

Come l'amore va cercato fuori del matrimonio, così la cultura va cercata fuori delle sue istituzioni.
Anacleto Verrecchia, Rapsodia viennese, 2003

Ho sempre il sospetto che quelli che si riempiono la bocca di cultura siano dei ciarlatani. Le Muse sono discrete e non amano il proscenio.
Anacleto Verrecchia, Rapsodia viennese, 2003

La cultura non è una professione per pochi: è una condizione per tutti, e completa l’esistenza dell’uomo.
Elio Vittorini, epigrafe sulla collana “Corona” Bompiani, 1942/49

La cultura è uno strumento maneggiato da professori per fabbricare professori che, a loro volta, fabbricheranno professori.
Simone Weil, La prima radice, 1943

La cultura si chiude in casa e si fa rappresentare dalla sua serva ch’è la sottocultura.
Juan Rodolfo Wilcock, Il reato di scrivere, 2009

La cultura non è un lusso, è una necessità.
Gao Xingjian, La montagna dell'anima, 1989

Cultura significa creazione di vita.
Cesare Zavattini, cit. in Luce d'Eramo, Conversazione con Cesare Zavattini, XX sec.

Autori sconosciuti
  • Cultura è ciò che rimane quando si è dimenticato tutto il resto. (attribuito a Édouard Herriot e altri - vedi: "Citazioni errate" su Aforismario)
  • La cultura è tutto ciò che rimane quando si è dimenticato tutto quello che si è imparato. (ibidem)
  • La cultura è ciò che rimane quando si sono dimenticate tutte le nozioni. (ibidem)
  • La cultura rende liberi
  • La cultura serve a non servire.
  • Siamo un Paese di persone colte. Sul fatto.
Cultura è quella cosa che i più ricevono, molti trasmettono e pochi hanno. (Karl Kraus)
2. Erudizione
© Aforismario

C'è una sorta di stupidità che segue dappresso la grande erudizione.
Bonaventure d'Argonne, L'educazione, 1691

Erudizione. 1. Polvere di un vecchio libro versata in un cranio vuoto. 2. Il tipo di ignoranza che distingue lo studioso.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Un po' di filosofia induce al disprezzo dell'erudizione; molta, invece, spinge a stimarla.
Nicolas de Chamfort, Massime e pensieri, 1795/1953 (postumo)

Bisogna sforzarsi per capire molto, non per avere una molteplice erudizione. 
Democrito, Frammenti, V-IV sec. a.e.c.

Erudizione. Disprezzarla come indice di mentalità ristretta.
Gustave Flaubert, Dizionario dei luoghi comuni, 1913 (postumo)

Erudito è chi sa. Colto chi capisce.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

L'erudizione sta alla cultura come l'enunciato d'un teorema alla sua soluzione.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

La vera cultura è più intelligenza che erudizione, più spirito che nozioni.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Perfino nella cultura, l'eccesso degenera in saccenteria.
Baltasar Gracián y Morales, Oracolo manuale e arte della prudenza, 1647

Cultura, non è possedere un magazzino ben fornito di notizie,ma è la capacità che la nostra mente ha di comprendere la vita, il posto che vi teniamo, i nostri rapporti con gli altri uomini. Ha cultura chi ha coscienza di sé e del tutto, chi sente la relazione con tutti gli altri esseri.
Antonio Gramsci, Quaderni del Carcere, 1929-1935 (postumo, 1948/51)

Essere colto, essere filosofo lo può chiunque lo voglia. Basta vivere da uomini, cioè cercare di spiegare a se stessi il perché delle azioni proprie e altrui, tenere gli occhi aperti, curiosi su tutto e tutti, sforzarsi di capire; ogni giorno di più l’organismo di cui siamo parte, penetrare la vita con tutte le nostre forze di consapevolezza, di passione, dì volontà; non addormentarsi, non impigrire mai; dare alla vita il suo giusto valore in modo da essere pronti, secondo le necessità, a difenderla o a sacrificarla. La cultura non ha altro significato
Antonio Gramsci, Quaderni del Carcere, 1929-1935 (postumo, 1948/51)

Non c'è nulla che come un paio di citazioni molto erudite adorni un uomo.
Heinrich Heine, Idee, Il libro di Le Grand, 1827

La differenza tra la scienza e le discipline confuse è che la scienza richiede il ragionamento, mentre le altre discipline richiedono soltanto erudizione.
Robert Anson Heinlein, Lazarus Long l'Immortale, 1973 

La crudeltà nei confronti degli animali non è conciliabile né con una vera cultura né con una vera erudizione. Essa è una dei vizi caratteristici di un popolo rozzo e ignobile. 
Alexander von Humboldt (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

L’erudizione, ben lungi dall'essere un male, amplia il campo dell’esperienza e l’esperienza degli uomini e delle cose è la base del talento. Non è certo con i libri che si fanno le opere, ma in essi si tratta degli uomini e delle cose, e ciò si confronta. Del resto L’erudizione è memoria e la memoria è
immaginazione.
Max Jacob, Consigli a un giovane poeta, 1922

Ha la capoccia così zeppa di erudizione che non c'è più posto per il suo pensiero.
Stanisław Jerzy Lec, Nuovi pensieri spettinati, 1964

Per molti l'erudizione ha funzione di surrogato a idee proprie.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Nel libro di un erudito c’è quasi sempre anche qualcosa di opprimente, di oppresso: qualche punto in cui viene fuori lo specialista, il suo zelo, la sua serietà, la sua rabbia, la sua sopravvalutazione del cantuccio in cui se ne sta rintanato a filare, la sua gobba –ogni specialista ha la sua gobba. Il libro di un erudito rispecchia anche sempre un’anima incurvata: ogni mestiere incurva.
Friedrich Nietzsche, La gaia scienza, 1882

Voglio, sì, l'erudizione, ma una erudizione governata dal giudizio e organizzata dal gusto.
Charles Augustin de Sainte-Beuve, I miei veleni, 1926 (postumo)

La parrucca è il simbolo ben scelto dell'erudito puro in quanto tale. Essa è un ornamento del capo, formato da un'abbondante massa di capelli altrui, in mancanza dei propri; parimenti, l'erudizione consiste nel provvedere il capo d'una gran massa di pensieri altrui che, per la verità, non lo coprono in modo abbastanza sufficiente e naturale, ne sono adatti a tutti i casi e gli scopi, ne hanno radici abbastanza salde, e, quando son logori, non possono essere sostituiti da altri della stessa origine, come avviene per quelli nati dal proprio terreno; appunto perciò Sterne nel Tristram Shandy è così sfacciato da affermare: "Una sola oncia di spirito proprio ha lo stesso valore di una tonnellata di spirito altrui".
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Realmente la più completa erudizione è in confronto col genio, quel che un erbario è in confronto col mondo delle piante, che perpetuamente si rinnova ed è sempre fresco, sempre giovane, sempre mutevole, e non vi è maggior contrasto di quello fra l'erudizione del commentatore e l'ingenuità fanciullesca degli antichi.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Quando osservo l'imponente erudizione di quella gente che sa tutto, alle volte, mi vien da dire a me stesso: quanto poco deve aver avuto da pensare un simile tipo, se ha potuto leggere tanto!
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Anche la mente più erudita ha qualcosa da imparare.
George Santayana, La ragione nel senso comune, 1905

L’erudizione non è cultura, così come la bottega dell’erborista non è un giardino. Nell'uno e nell'altro caso troviamo solo foglie secche.
Anacleto Verrecchia, Diario del Gran Paradiso, 1997

Quando sento la parola cultura... tolgo la sicura alla mia Browning. (Hanns Johst)
3. Dotto
© Aforismario

Il mondo si troverà sempre nel disordine e nell'ignoranza, dal momento che i dotti non ne costituiscono tutt'al più che la centesima parte.
Giacomo Casanova, Storia della mia vita, 1960/62 (postumo)

I più gran dotti non sono gli uomini più saggi.
Geoffrey Chaucer, I racconti di Canterbury, 1386/1400 (postumo e incompiuto 1478)

La religione di Gesù Cristo, annunciata da ignoranti, ha fatto i primi cristiani. La stessa religione, predicata da dotti, oggi fa soltanto degli increduli.
Denis Diderot, Aggiunta ai pensieri filosofici, 1762

L'umiltà, rara tra i dotti, è ancor più rara fra gli ignoranti.
Anatole France, Il giardino di Epicuro, 1895

Niente fa tanto piacere a un autore quanto vedere le sue opere rispettosamente citate da altri dotti autori.
Benjamin Franklin, Gazzetta di Pennsylvania, 1723/1800

I dotti sono per lo più astiosi, quando confutano qualcuno; uno che sbaglia, essi lo vedono subito come un nemico mortale.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

Qualsivoglia scrittore asino, o dotto, / se di gloria il desio gli accende il petto/ Stampa, e il Ritratto ficcavi di botto. 
Antonio Guadagnoli, Ai lettori benevoli, in Poesie giocose, 1830

L'opera d'arte e il suo godimento immediato non sono per gli intenditori e i dotti, ma per il pubblico, e i critici non hanno bisogno di darsi tante arie, perché anche essi fanno parte del medesimo pubblico. 
Georg Wilhelm Friedrich Hegel, Lezioni di estetica, 1823/26

Spesso, allorquando il ricco parla, e parla di scienza, spetta ai dotti tacere, ascoltare, applaudire, se vogliono almeno passare per dotti.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

La condizione degli uomini disusatamente superiori di sapienza alla propria età, non è molto diversa da quella dei letterati e dotti che vivono in città o province vacue di studi: perocché né questi [...] da' lor cittadini o provinciali, né quelli da' contemporanei, sono tenuti in quel conto che meriterebbero; anzi spessissime volte sono vilipesi, per la diversità della vita o delle opinioni loro da quelle degli altri, e per la comune insufficienza a conoscere il pregio delle loro facoltà ed opere. 
Giacomo Leopardi, Il Parini ovvero della Gloria, Operette morali, 1827/34

I dotti cui manca buon senso imparano di più di quanto è necessario; i più ragionevoli di essi non imparano mai abbastanza.
Georg Lichtenberg, Aforismi, 1766/99 (postumo 1902/08)

La credulità è propria degli ignoranti, l'incredulità ostinata dei mezzi dotti, il dubbio metodico dei saggi.
Jean-François Marmontel, Critica, in Encyclopédie 1751/72

Ai dotti che diventano politicanti viene di solito assegnato il comico ruolo di essere la buona coscienza di una politica.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano, 1878

Praticando i dotti e gli artisti ci si sbaglia facilmente in direzione opposta: non di rado dietro un dotto degno di nota si trova un uomo mediocre, e dietro un mediocre artista si trova spesso addirittura - un uomo rilevantissimo.
Friedrich Nietzsche, Al di là del bene e del male, 1886

Quando una donna ha dotte inclinazioni, di solito qualcosa della sua sessualità non è in ordine. Già la sterilità predispone a una certa virilità del gusto; l'uomo è infatti, con vostra licenza, "l'animale sterile".
Friedrich Nietzsche, Al di là del bene e del male, 1886

Un dotto è colui che ha molto imparato, un genio, colui dal quale l'umanità impara ciò che il genio stesso non ha imparato da nessuno.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Gli spiriti mediocri, ma malriusciti, e soprattutto i mezzi dotti, sono i più inclini all'ostinazione. Soltanto gli animi forti sanno ricredersi e abbandonare un cattivo partito.
Madeleine de Souvré de Sablé, Massime, 1678 (postumo)

Un uomo dotto è un ozioso che ammazza il tempo studiando. State in guardia contro la sua falsa conoscenza: è più pericolosa dell'ignoranza.
George Bernard Shaw, Uomo e superuomo, 1903

A tal boria di Nazioni s'aggiugne qui la boria dei Dotti; i quali ciò ch'essi sanno, vogliono che sia antico quanto che 'l Mondo. 
Giambattista Vico, Degnità della Scienza nuova, 1725/44

La libreria non fa l'uomo dotto. 
Proverbio

Note
  1. Browning: marca statunitense di armi da fuoco. Nel caso specifico, s'intende una pistola.
  2. La citazione di Prezzolini si trova spesso attribuita a Benedetto Croce nella forma: "Ci sono persone colte persino tra i professori".
  3. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Sapere e Sapienza - Istruzione

Nessun commento: