2016-03-27

Apatia, Accidia, Indolenza - Frasi su Inerzia e Ignavia

Raccolta dei migliori aforismi e delle frasi più celebri su: apatia, accidia, ignavia, indolenza e inerzia. Tutti questi termini sono accomunati dal contraddistinguere coloro che sono privi di volontà e sono restii a prendere iniziative o a darsi da fare.
Nella filosofia antica (e in particolare per i cinici, gli stoici e gli epicurei) l'apatia era una virtù tipica della saggezza, caratterizzata da imperturbabilità, liberazione dalle passioni umane e dai piaceri materiali, che tengono in schiavitù la maggior parte degli esseri umani. Le citazioni riportate in questa pagina fanno però riferimento all'apatia secondo il significato moderno di stato d’indifferenza, di abulia e d'insensibilità abituale o prolungata nei confronti della realtà esterna, per cui si evita di agire.
In modo simile, l'indolenza è mancanza di volontà e di energia nell'operare; l'inerzia è indifferenza e disinteresse verso ogni forma di azione e iniziativa.
Per quanto riguarda l'accidia, essa costituisce uno dei sette vizi capitali secondo la morale cattolica, ed è caratterizzata da negligenza nell'operare il bene e nell'esercitare le virtù. Nel linguaggio comune indica uno stato di svogliatezza e pigrizia.
L'ignavia è caratterizzata da mancanza di volontà, torpore spirituale e viltà nell'agire. Il termine è noto anche perché i commentatori della Divina Commedia hanno definito come ignavi "l’anime triste di coloro che visser sanza infamia e sanza lodo", che Dante colloca nel vestibolo dell’inferno.
Su Aforismario trovi anche una raccolta di citazioni correlata a questa dedicata alla pigrizia e alla svogliatezza.
Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori,
ma per l'inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare.
1. Apatia
© Aforismario

Apatico. Sposato da sei settimane.
Ambrose Bierce, Il dizionario del diavolo, 1911

«L'uomo non ami nulla e sarà invulnerabile» (Zhuang-zi). Massima profonda quanto inoperante. Come giungere all'apogeo dell'indifferenza, quando la nostra stessa apatia è tensione, conflitto, aggressività?
Emil Cioran, La tentazione di esistere, 1956

Se tutte le nazioni diventassero contemporaneamente apatiche, non ci sarebbero più né conflitti, né guerre, né imperi. Ma la sfortuna vuole che ci siano popoli giovani, e individui giovani - ostacolo principale ai sogni dei filantropi.
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973

Vivi nell'atarassia, nella apatia, e troverai la tua felicità. Non preoccuparti mai; non volere gli entusiasmi, le forti emozioni. Siamo in un'epoca di egoismi senza individualità, e forse appunto per questo non si è inneggiato mai così forte al collettivismo.
Carlo Maria Franzero, Il fanciullo meraviglioso, 1920

L'apatia è una sorta di oblio vivente.
Horace Greeley (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Io non ho voglia di niente. Non ho voglia di camminare, ciò mi stanca; non ho voglia di sdraiarmi, perché o dovrei rimanere a lungo disteso e ciò non mi va, od alzarmi subito ed anche ciò non mi garba punto; non ho voglia di cavalcare, è un esercizio troppo duro per la mia apatia. Io non trovo gusto che a girare in vettura; cullato mollemente dalle ondulazioni uniformi, mi piace lasciarmi scivolar avanti una moltitudine di oggetti, soffermarmi ad ammirare ogni bel paesaggio, solo per sentire la mia fiacchezza.
Søren Kierkegaard, Diario, 1834/55 (postumo 1909/49)

Ciò che veramente caratterizza la vita moderna non è tanto la sua crudeltà, né il generale senso d'insicurezza che si avverte, quanto quel vuoto, quell'apatia incolore.
George Orwell, 1984, 1949

Si dedica tanta attenzione ai peccati aggressivi, come la violenza, la crudeltà e l'avarizia, con tutte le loro tragiche conseguenze, che scarsa attenzione rimane per i peccati passivi, come l'apatia e la pigrizia, che alla lunga possono avere effetti ancor più rovinosi.
Eleanor Roosevelt, You Learn by Living, 1960

Un uomo spirituale si trattiene egregiamente, nella piu completa solitudine, con i propri pensieri e le proprie fantasie, mentre un continuo mutamento di compagnia, di spettacoli, di gite e di divertimenti
non può difendere da una noia tormentosa un individuo ottuso e apatico.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Sono ugualmente da biasimare e quelli che sono sempre inquieti e quelli che sempre rimangono apatici. Infatti il continuo agitarsi di una vita tumultuosa non è sana operosità, ma irrequietezza di una mente esaltata; e il considerare molesta ogni attività non è vera quiete, ma sintomo di inettitudine.
Lucio Anneo Seneca, Lettere a Lucilio, 62/65

L'apatia è una soluzione, insomma è più facile stordirsi con qualche droga piuttosto che dover affrontare la vita; è più facile rubare quello che si vuole piuttosto che guadagnarselo. 
William Somerset (Morgan Freeman), in Seven, 1995 

Non bisogna buttarsi fra i morti.
Proverbio

2. Indolenza
© Aforismario

Ahi fiacca Italia, d'indolenza ostello, / cui niegan corpo i membri troppi e sparti, / sorda e muta ti stai ritrosa al bello? 
Vittorio Alfieri, Misogallo, 1799

Ci sono uomini così oppressi dall'inerzia e dall'indolenza che si sposano soltanto per svagarsi: dapprima li occupa la scelta di una moglie, poi le visite, gli incontri, i banchetti, le cerimonie; ma dopo la cerimonia estrema, li riprende più che mai la noia.
Charles Dufresny, Divertimenti seri e faceti, 1698/1707

L'incomprensione reciproca e l'indolenza fanno forse più male nel mondo della malignità e della cattiveria. Almeno queste due ultime sono certo più rare.
Johann Wolfgang Goethe, I dolori del giovane Werther, 1774

Al di sopra di ogni altra cosa imparerai ad apprezzare il valore dell'indolenza. A un uomo pieno di vitalità occorre, per conquistarla, il lavoro di tutta una vita. Una volta che se n'è gustata la dolcezza, non si può più staccarsene, anche se ciò costa lotte continue.
Alfred Kubin, L'altra parte, 1909

La mia amante è l’indolenza.
Louis Scutenaire, Le mie iscrizioni, 1945/80

Guai ai cuori pavidi e alle mani indolenti e al peccatore che cammina su due strade! Guai al cuore indolente perché non ha fede; per questo non sarà protetto.
Siracide, Antico Testamento, II sec. a.e.c.

Mi piace la parola "indolenza". Fa sembrare la mia pigrizia di classe.
Bern Williams (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

I padri indolenti hanno figli pigri.
Proverbio

3. Accidia
© Aforismario

L'accidia tiene gli uomini così inebriati e oscuri, come il fumo tiene quelle parti alle quali egli si avvolge.
Giovanni Boccaccio (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Guardati similemente che l’animo accidia non ti occupi, la quale in pensieri suole altrui mettere molto sconci, e per consequente alle operazioni: ella fa gli uomini molli e miseri di cuore, e pigri alli loro beni, le quali cose in signore né in alcuno altro sono in alcuna maniera da consentire.
Giovanni Boccaccio, Il Filocolo, 1336

L'accidia rea eh' anco inimica la natura e lo spirto, ed impossente l'uomo, che un sogno torbido affatica, aspira a'l niente.
Giovanni Boccaccio, Rime nuove, XIV sec.

Gola, accidia, lussuria: queste sono le tre virtù cardinali, le virtù della festa. Il paradiso sulla terra.
Jean-Louis Bory, Ma moitié d'orange, 1973

Colui che non si alza quando è tempo di alzarsi, che, sebbene giovane e forte, è pieno di accidia, la cui volontà e pensieri sono deboli, questo pigro e inutile uomo non troverà mai il percorso verso la conoscenza.
Siddhārtha Gautama Buddha, Dhammapada (Versi della Legge), V sec. a.e.c.

All'ombra dei monasteri una sorda tristezza faceva nascere nell'anima dei monaci quel vuoto che il Medioevo chiamava acedia. Questo disgusto, scaturito dal deserto del cuore e dalla pietrificazione del mondo, è lo spleen religioso. Non disgusto di Dio, ma tedio in Dio. Acedia è il pomeriggio delle domeniche vissuto nel silenzio pesante dei monasteri.
Emil Cioran, Lacrime e santi, 1937/86

L’estasi, nei suoi primi slanci, crea a sé stessa un paesaggio; l’accidia lo sfigura, rende esangue la natura, insipida l’esistenza, e genera un tedio velenoso che solo il nostro stato di mortali privati della grazia ci permette di capire.
Emil Cioran, Lacrime e santi, 1937/86

L’accidia moderna non è più la solitudine claustrale - benché ciascuno di noi si porti un chiostro nell'anima -, ma vuoto e spavento davanti a un Dio svigorito e disertato.
Emil Cioran, Lacrime e santi, 1937/86

Contro l'accidia, non rammento più quale Padre della Chiesa raccomandava il lavoro manuale. Mirabile consiglio, che ho sempre praticato spontaneamente: non c'è malinconia, questa accidia laica, che resista al bricolage.
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973

L'accidia è la pigrizia che ha rinunciato al piacere del proprio vizio.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

L'accidia è la pigrizia resa immorale dalla rassegnazione.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

L'accidia è pigrizia, negligenza nel fare il bene, nel compiere i propri doveri verso se stessi e verso la collettività.
Cesare Marchi, Quando siamo a tavola, 1990

Finché non avrai trovato l'umiltà, sarai provato più che da ogni altra cosa dall'accidia e l'accidia genererà in te continui pensieri e vedrai la moltitudine degli uomini mancare verso di te e, per quanto miri bene e secondo il dovuto alla meta, sarai quel che non è bene essere.
Isacco di Ninive, Discorsi spirituali, VII sec.

Talvolta, anche in una vita quieta, siamo inquieti! Ed ecco perché dobbiamo essere stimolati ad occuparci in qualche bella attività tutte le volte che ci tormenta un’accidia insofferente di sé.
Lucio Anneo Seneca, Lettere a Lucilio, 62/65

In casa dell’accidia si mangia una volta l’anno.
Proverbio

Nel campo dell’accidia non crescono che ortiche.
Proverbio

4. Inerzia
© Aforismario

Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l'inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare.
Anonimo (attribuito ad Albert Einstein)

Per negligenza il soffitto crolla e per l'inerzia delle mani piove in casa.
Ecclesiaste, Antico Testamento, sec. IV-III

L'azione affatica; l'inerzia fiacca.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

La pace interiore ci fa rischiare l'inerzia. Meglio una tregua.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

La disperazione non serve a nulla quando la realtà offre ancora margini di speranza. La disperazione non è che una forma di negazione, che spinge all'inerzia.
Al Gore, La scelta, 2009

Il miglior partito, quando c'è la possibilità di scegliere, è quello di affidarsi all'inerzia. È la più grande forza che ci sia al mondo.
Rex Stout, La traccia del serpente, 1934

L'inerzia è più sovente cagion di rovina, che l'abusata attività; la quale ha il suo rimedio, il suo confine in sé stessa.
Niccolò Tommaseo, Pensieri morali, 1845

Arriva sempre nella vita di un uomo che abbia avuto in gioventù un forte stimolo ideale, il momento in cui si prende atto definitivamente, senza più speranze né illusioni né sogni, dell'inerzia delle cose e del mondo. Il momento in cui si capisce che la fede non smuove le montagne; che le tenebre prevarranno sempre sulla luce, l'inerzia soffocherà il moto e così via.
Sebastiano Vassalli, La chimera, 1990

Anche l'abitudine contribuisce a far diventare vecchi; il processo mortale di fare la stessa cosa allo stesso modo alla stessa ora giorno dopo giorno, prima per trascuratezza, poi per inclinazione, e infine per codardia o inerzia. 
Edith Wharton, Uno sguardo indietro, 1935

5. Ignavia
© Aforismario

L'anime triste di coloro / che visser sanza 'nfamia e sanza lodo.
Dante Alighieri, Inferno, Divina Commedia, 1304/21

Fama di loro il mondo esser non lassa; / misericordia e giustizia li sdegna: / non ragioniam di lor, ma guarda e passa.
Dante Alighieri, Inferno, Divina Commedia, 1304/21

La necessità muove anche gli ignavi ad operare.
Quinto Curzio Rufo, I sec.

È meglio per noi la morte in battaglia per amore di Dio, che non la vita nella vergogna e nell'ignavia.
Isacco di Ninive, Discorsi ascetici, I sec.

Il fato che ci opprime è l'ignavia del nostro spirito.
Novalis (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La fatalità è la scusa che l'ignavia della non azione accampa a sua improbabile discolpa.
Marino Tarizzo, Aforismi, 2008

Nella pigrizia vi è povertà e miseria, perché l'ignavia è madre della fame.
Tobia, Antico Testamento, III sec. a.e.c.

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Pigrizia e Svogliatezza

Nessun commento: