Bianco - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sul bianco. Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sul contrasto tra bianco e nero, sul nero, il grigio, i colori e la pagina bianca. [I link sono in fondo alla pagina].
Noi diciamo bianco perché abbiamo bisogno di una parola,
ma la definizione giusta è «niente». (Stephen King)
Bianco
© Aforismario

Dicono ai bambini che Gesù era bianco, così come gli apostoli e gli angeli. Il posto in cui vive il presidente si chiama Casa Bianca. Perfino Tarzan è bianco. Ma come? Bianco uno nato e cresciuto nella giungla?
Muhammad Ali (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Il manicomio: immensi spazi vuoti, di un bianco gelido. Il bianco era il colore della morte. Il bianco era il colore della follia, della follia intesa come pre-morte.
Vittorino Andreoli, I miei matti, 2004

Ho sempre avuto una pessima reputazione: vedevo blu quel che era bianco.
Georges Brassens, Le strade che non portano a Roma, 2008 (postumo)

Un figlio di Re mangiava a tavola. Tagliando la ricotta, si ferì un dito e una goccia di sangue andò sulla ricotta. Disse a sua madre: "Mamma, vorrei una donna bianca come il latte e rossa come il sangue". "Eh, figlio mio, chi è bianca non è rossa, e chi è rossa non è bianca. Ma cerca pure se la trovi".
Italo Calvino, Fiabe italiane, 1956

Sebbene sia associato a quanto di più dolce, / onorevole e sublime / la bianchezza della balena / niente è più terribile di questo colore, / una volta separato dal bene.
Vinicio Capossela, La bianchezza della balena, 2011

Cosa atterrisce dell'aspetto dei morti se non il pallore  / bianco sudario colore?
Vinicio Capossela, ibidem

Nell'antartico, bianco sconfinato cimitero, / il bianco sogghigna nei suoi monumenti di ghiaccio / il pensiero del nulla si spalanca nella profondità lattea del cielo.
Vinicio Capossela, La bianchezza della balena, 2011

Bianco l'inverno bianco, la neve bianca, / bianca la notte / bianca l'insonnia bianca, la morte bianca / e bianca la paura è bianca / L'universo vacuo e senza colore / ci sta davanti come un lebbroso / anche questo è la bianchezza della balena / La bianchezza della balena / capite ora la caccia feroce? Il male abominevole, / l'assenza di colore.
Vinicio Capossela, La bianchezza della balena, 2011 [cfr. citazioni di Herman Melville]

Il bianco è un colore. Non è una mera assenza di colore;  si tratta di una brillante e affermativa cosa, feroce come il rosso, definitiva come il nero.
Gilbert Keith Chesterton, Un pezzo di gesso, su Daily News, 1905

Dio dipinge in molti colori; ma non dipinge mai così sontuosamente, stavo quasi per dire così vistosamente, come quando dipinge in bianco.
Gilbert Keith Chesterton, Un pezzo di gesso, su Daily News, 1905

La poesia non è fatta di quelle lettere che io pianto come dei chiodi, ma del bianco che rimane sulla carta.
Paul Claudel, Cinque grandi odi, 1911

Il silenzio è bianco. Il bianco infatti è un colore che non sopporto: non ha confini. Passare una notte in bianco, andare in bianco, alzare bandiera bianca, lasciare il foglio bianco, avere un capello bianco... Anzi, il bianco non è neanche un colore. Non è niente, come il silenzio. Un niente senza parole e senza musica. In silenzio: in bianco.
Alessandro D'Avenia, Bianca come il latte, rossa come il sangue, 2010

I sogni guariscono qualsiasi male, qualsiasi dolore. I sogni colorano qualsiasi bianco.
Alessandro D'Avenia, Bianca come il latte, rossa come il sangue, 2010

Diceva un foglio bianco come neve: «Sono stato creato puro, e così voglio rimanere per sempre. Preferirei essere bruciato e andare in cenere che cadere preda delle tenebre o venire toccato da ciò che è impuro». Una boccetta di inchiostro sentì ciò che il foglio diceva; rise nel suo scuro cuore, ma non osò mai avvicinarsi. Sentirono le matite colorate, ma anch'esse non gli si accostarono mai. E il foglio bianco come la neve rimase per sempre puro e casto, puro e casto - e vuoto.
Kahlil Gibran, Il precursore, 1920

Nell'ambito variopinto predomina la sorpresa; nel bianco, invece, una gioiosa e presaga inquietudine.
Ernst Jünger, Diario, 1949

Il bianco, di cui spesso si afferma che non è un colore vero e proprio (particolarmente a causa degli impressionisti, che non vedono "nessun bianco in natura"'), è come un simbolo di un mondo in cui tutti i colori, come proprietà e sostanze materiali, sono scomparsi. Questo mondo è cosi lontano sopra di noi che non possiamo percepirne alcun suono. Di là viene un grande silenzio che rappresentato materialmente, ci si presenta come un freddo muro insormontabile, indistruttibile, che si prolunga all'infinito.
Wassily Kandinsky, Lo spirituale nell'arte, 1910

Il bianco agisce sulla nostra psiche come un grande silenzio, che per noi è assoluto. Esso ha un suono interiore che è in realtà un'assenza dì suono e corrisponde abbastanza bene alle pause che in musica interrompono solo temporaneamente lo sviluppo di una frase o di un contenuto e non ne sono la conclusione definitiva. È un silenzio che non è morto, bensì ricco dì possibilità.
Wassily Kandinsky, Lo spirituale nell'arte, 1910

Il suono del bianco è come un silenzio di cui all'improvviso si riesce a capire il significato. È un nulla giovane o, più esattamente, un nulla anteriore al principio, alla nascita. Cosi risuonava forse la terra nei bianchi periodi dell'era glaciale.
Wassily Kandinsky, Lo spirituale nell'arte, 1910

Noi diciamo bianco perché abbiamo bisogno di una parola, ma la definizione giusta è «niente».
Stephen King, Duma Key, 2008

Il bianco è il colore sfacciato del pudore.
Tommaso Landolfi, Racconti, 1961

Super-Supergnomo fa il bucato bianco ma cosi bianco, ma così bianco che la neve si vergogna e il giglio va a cagare.
Marcello Marchesi, Il malloppo, 1971

Sebbene in molti oggetti naturali la bianchezza accresca raffinatamente la bellezza, quasi le impartisse una sua speciale virtù, come nei marmi, nelle camelie e nelle perle; sebbene vari popoli abbiano in certo modo riconosciuto una qualche supremazia regale a questo colore, [...] [1] con tutto ciò che è dolce e venerabile e sublime, sempre cova nell'intima idea di questo colore qualcosa di elusivo che incute più panico all'anima di quel rosso che atterrisce nel sangue.
Herman Melville, Moby Dick, 1851

[La bianchezza] è il simbolo più significativo di cose spirituali, il velo stesso, anzi, della Divinità Cristiana, e pure è insieme la causa intensificante nelle cose che più atterriscono l’uomo!
Herman Melville, Moby Dick, 1851

Il pensiero del bianco, quand'esso sia separato da più benigne associazioni e accoppiato con un qualunque oggetto in se stesso terribile, accresca questo terrore fino all'estremo limite. Testimoni, l’orso bianco polare e il pescecane bianco dei tropici: che cosa se non la loro levigata e fioccosa bianchezza li rende quei supremi orrori ch'essi sono? È quella spettrale bianchezza che dà una così orrenda benignità, anche più ripugnante che non spaventosa, alla muta fissità dei loro aspetti. Cosicché nemmeno la tigre dalle zanne feroci può col suo araldico mantello scuotere il coraggio come l’orso e il pescecane dal bianco sudario.
Herman Melville, Moby Dick, 1851

Simboleggi pure l’uomo, negli altri suoi umori, qualsiasi cosa magnifica o bella col bianco: nessuno può negare che questo colore nel suo più profondo significato spirituale evochi nell'anima una spettralità particolare.
Herman Melville, Moby Dick, 1851

Avviene che nella sua essenza la bianchezza non è tanto un colore quanto l’assenza visibile di colore e nello stesso tempo la fusione di tutti i colori: avviene per questo che c’è una tale vacuità muta e piena di significato in un paesaggio vasto di nevi, un incolore ateismo di tutti i colori, che ci fa rabbrividire?
Herman Melville, Moby Dick, 1851

Si fa presto a dire bianco, c'è quello raffinato e quello dozzinale, ogni sfumatura ha un suo carattere proprio.
Haruki Murakami, La fine del mondo e il paese delle meraviglie, 1985

Il bianco, ancora più del nero, laddove usato nella sua purezza, è uno dei colori più difficili che esistano, e meno imparziali. Usato in quantità massicce la sua forza ci si ritorce contro. Diventa indifferente solo in apparenza.
Roberto Peregalli, I luoghi e la polvere, 2010

I vetri, il bianco sono materia, colore, carne, vita.
Roberto Peregalli, ibidem

Il bianco è il profumo dei colori.
Roberto Peregalli, I luoghi e la polvere, 2010

La vecchiaia arriva all'improvviso, come neve. Una mattina, al risveglio, ci si accorge che tutto è bianco.
Jules Renard, Diario, 1887/1910 (postumo, 1925-27)

Perché il bianco è un non-colore? È come il silenzio in musica, anch'esso è un tempo musicale.
Jean-Jacques Schuhl, XXI sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Il mio cervello elabora il concetto di colore. Bianco, mi ha detto, il colore dell’origine e della fine. Il colore di chi sta per cambiare condizione. Bianco, mi ha detto, il colore del silenzio assoluto; non il silenzio della morte, ma quello del preludio a tutte metamorfosi possibili.
Marcela Serrano, Il tempo di Blanca, 1998

Dipingere uno spazio bianco dove nulla è disegnato: questo è il più difficile compito della pittura.
Ike no Taiga, XVIII sec. cit, in Ferruccio Masini, Pensare il Buddha, 1988

Con un abito da sera e una cravatta bianca, chiunque, anche un agente di cambio, può far credere di essere una persona civile.
Oscar Wilde, Il ritratto di Dorian Gray, 1891

Com'è soave l'amore quand'è sincero da entrambe le parti, è un airone bianco sulla neve: l'occhio non lo separa.
Anonimo

A testa bianca talvolta il senno manca.
Proverbio

Bianco di mattina buon tempo s’incammina.
Proverbio

Note
  1. Nel testo originale, Melville elenca un'intera pagina di associazioni sul colore bianco (che tra l'altro hanno ispirato la canzone di Vinicio Capossela La bianchezza della balena.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Bianco e Nero - NeroGrigio - Colori - Pagina Bianca

Nessun commento: