2016-03-29

Catastrofi e Disastri - Frasi sulle Calamità

Raccolta di aforismi e frasi sulle catastrofi, i disastri, le calamità naturali e i cataclismi. La "catastrofe" (parola che deriva dal greco e, letteralmente, significa "rivolgimento", "rovesciamento") indica una grave sciagura, una grande e improvvisa rovina che può colpire un piccolo gruppo di persone o un intero popolo, anche con perdita di vite umane, come accade spesso in caso di cataclismidisastri (che possono essere provocati da eventi naturali o da interventi umani) e calamità naturali (terremoti, alluvioni, frane, inondazioni, ecc.).
Su Aforismario trovi anche una raccolta di citazioni correlata a questa sulle disgrazie e le sciagure.
Non si vive "in attesa di una catastrofe",
la catastrofe è vivente nell'umanità contemporanea. (Guido Ceronetti)
1. Catastrofe
© Aforismario

Anche nelle catastrofi più gravi, dal profondo dell'essere ferito, viene la risposta di salvezza. Non è il tempo che cura, è la caduta stessa che ci libera.
Francesco Alberoni, Abbiate coraggio, 1998

C'è un quadro di Klee che si chiama Angelus Novus. Vi è rappresentato un angelo che sembra in procinto di allontanarsi da qualcosa su cui ha fisso lo sguardo. I suoi occhi sono spalancati, la bocca è aperta, e le ali sono dispiegate. L'angelo della storia deve avere questo aspetto. Ha il viso rivolto al passato. Là dove davanti a noi appare una catena di avvenimenti, egli vede un'unica catastrofe, che ammassa incessantemente macerie su macerie e le scaraventa ai suoi piedi. Egli vorrebbe ben trattenersi, destare i morti e riconnettere i frantumi. Ma dal paradiso soffia una bufera, che si è impigliata nelle sue ali, ed è così forte che l'angelo non può più chiuderle. Questa bufera lo spinge inarrestabilmente nel futuro, a cui egli volge le spalle, mentre cresce verso il cielo il cumulo delle macerie davanti a lui. Ciò che noi chiamiamo il progresso, è questa bufera.
Walter Benjamin, Scritti 1906-1940

Un esperto è una persona che evitando tutti i piccoli errori punta dritto alla catastrofe.
Arthur Bloch, La legge di Murphy, Definizione di Weinberg, 1977

Più lontano accade una catastrofe o un incidente, più alto deve essere il numero di morti e feriti perché faccia notizia.
Arthur Bloch, Legge di Fuller sul giornalismo, La legge di Murphy II, 1980

La simpatia... un sentimento da presidente del consiglio: si ottiene a buon mercato dopo le catastrofi.
Albert Camus, La caduta, 1956

La Storia non si arresta più, ne siamo travolti e l'inclinazione dei suoi piani ci vieta di sperare in un qualsiasi rallentamento, stiamo andando verso la catastrofe planetaria
Albert Caraco, Breviario del Caos, 1982 (postumo)

Tutti i problemi sarebbero risolti con l'obiettività, la misura e la coerenza, ma poiché la maggior parte degli uomini ne è incapace, lutti i problemi restano insolubili, la catastrofe sarà sempre l'unica scuola in cui gli indegni riceveranno l'insegnamento che la stupidità e la follia meritano loro.
Albert Caraco, Breviario del Caos, 1982 (postumo)

Non eluderemo la catastrofe, è insita nell'ordine delle cose e noi siamo suoi complici, preferiamo la catastrofe alla riforma, preferiamo immolarci piuttosto che ripensare il mondo, e lo ripenseremo soltanto in mezzo alle macerie.
Albert Caraco, Breviario del Caos, 1982 (postumo)

La catastrofe è necessaria, la catastrofe è desiderabile, la catastrofe è legittima, la catastrofe è provvidenziale, il mondo non si rinnova a minor prezzo, e se non si rinnova dovrà scomparire con gli uomini che lo infettano.
Albert Caraco, Breviario del Caos, 1982 (postumo)

I superstiti della prossima catastrofe chiameranno mondo alla rovescia quello che abitiamo, un mondo sempre più assurdo a forza di conformarsi a un ordine inaccettabile e che manteniamo a scapito del nostro fine ultimo.
Albert Caraco, Breviario del Caos, 1982 (postumo)

Il disordine non può andare avanti in eterno, perché lo spirito umano non lo sopporta senza esplodere. Allora la catastrofe appare preferibile, e l'uomo non esita a correrle incontro, nella speranza di forzare la mano all'avvenire.
Albert Caraco, Breviario del Caos, 1982 (postumo)

I nostri padroni sono o burloni o sofisti, sono o esorcisti o ipnotizzatori, cercano di guadagnar tempo sul caos e sulla morte, ma non possono più impedire l'irreparabile, e noi andiamo dritti alla catastrofe.
Albert Caraco, Breviario del Caos, 1982 (postumo)

L'ignoranza può dare luogo a vere e proprie catastrofi naturali.
Pino Caruso, Ho dei pensieri che non condivido, 2009

Nel non volere che siano posti limiti alle nascite, la Chiesa mostra che non si è estinta tutta la sua vocazione primitiva alla catastrofe.
Guido Ceronetti, Pensieri del tè, 1987

Non si vive «in attesa di una catastrofe», la catastrofe è vivente nell'umanità contemporanea come una divinità terribile nel proprio santuario, e ogni avanzamento della Tecnica è un suo movimento in avanti, un segno della sua attiva, della sua irreprimibile presenza.
Guido Ceronetti, Pensieri del tè, 1987

Fare a pezzi un giornale quotidiano è l'unico mezzo per liberarsi, d'un colpo, da ladri, assassini, truffatori, apostoli, catastrofi.
Guido Ceronetti, Insetti senza frontiere, 2009

Il piacere che si prova a prevedere una catastrofe va diminuendo a mano a mano ch'essa si avvicina e, non appena sia sopraggiunta, cessa del tutto.
Emil Cioran, Il funesto demiurgo, 1969

Poiché le cose continuano a degradare di generazione in generazione, predire catastrofi è un'attività normale, un dovere dell'intelligenza.
Emil Cioran, Il funesto demiurgo, 1969

Convocare un'assemblea che proponga riforme per evitare una catastrofe è il mezzo più efficace per renderla inevitabile.
Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, 1977/92

La divina provvidenza provoca catastrofi affinché i contemporanei più intelligenti scrivano stupidaggini.
Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, 1977/92

In una catastrofe il cristiano non ha nulla da perdere.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

Per l'uomo moderno le catastrofi non sono lezioni, ma insolenze dell'universo.
ibidem

Abbiamo liberato la potenza dell'atomo ed è cambiato tutto. Ma non il nostro modo di pensare e perciò stiamo andando verso catastrofi inaudite.
Albert Einstein, cit. su New York Times, 1964

Poiché i caratteri mercantili non conoscono effettivo attaccamento a se stessi o ad altri, mancano di sollecitudine, nel senso profondo del termine, e non già perché siano egoisti, ma perché i loro rapporti con gli altri e con se stessi sono impalpabili. Questo può anche spiegare perché non si preoccupino dei pericoli inerenti alle catastrofi nucleari ed ecologiche, benché siano in possesso di tutti i dati che denunciano tali pericoli.
Erich Fromm, Avere o essere?, 1976

Le inopinate catastrofi non sono mai la conseguenza o l’effetto che dir si voglia d’un unico motivo, d’una causa al singolare: ma sono come un vortice, un punto di depressione ciclonica nella coscienza del mondo, verso cui hanno cospirato tutta una molteplicità di causali convergenti.
Carlo Emilio Gadda, Quer pasticciaccio brutto de via Merulana, 1957

E se, tutti, non fossimo altro che i superstiti di una catastrofe già avvenuta, di cui abbiamo perduto la memoria, ma di cui continuiamo a subire le conseguenze?
Fausto Gianfranceschi, Aforismi del dissenso, 2012

Le catastrofi future si propagano fino al nostro presente?
Fausto Gianfranceschi, Aforismi del dissenso, 2012

Il privilegio dei grandi è vedere le catastrofi da una terrazza.
Jean Giraudoux, La guerra di Troia non si farà, 1935

Non le grandi e singolari catastrofi del mondo, le alluvioni che portan via i vostri villaggi, i terremoti che inghiottono le vostre città, mi commuovono; ciò che mi stringe il cuore è la forza distruttrice riposta nell'essenza stessa della natura; la quale non ha mai creato cosa alcuna che non sia destinata a distruggere il prossimo, a distruggere se stessa.
Johann Wolfgang Goethe, I dolori del giovane Werther, 1774

Quando le cose brutte arrivano, arrivano all'improvviso, senza avvertire. È raro vedere che la catastrofe si avvicina. Non importa quanto ci prepariamo ad affrontarla.
Meredith Grey (Ellen Pompeo), in Grey's Anatomy, 2005/13

In tutte le esistenze, si nota una data nella quale il destino si biforca, o verso una catastrofe o verso il successo.
Gabriel de La Rochefoucauld, Marie Leczinska, Les Livres Merveilleux, 1943

Gli atti non avvenuti provocano spesso una catastrofica mancanza di conseguenze.
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

Siamo di fronte alla possibilità di una tragedia umana di proporzioni globali, se non si porrà un freno alle nostre attuali attività. Dobbiamo aspettare che la catastrofe si compia prima di agire?
Göran Löfroth, cit. in Gordon Rattray Taylor, La società suicida, 1971

La gente continua a chiedersi come andrà a finire e non s'è accorta che la catastrofe è già avvenuta.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

La violenza non è in noi: la violenza è nel divenire. Quando qualcosa si muove, siamo già in presenza di una catastrofe.
Mario Andrea Rigoni, Variazioni sull'impossibile, 1993

L’umanità è messa talmente male, che ormai soltanto una catastrofe la può salvare.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

«Dov'è dio?», si domanda perplesso il credente ogni volta che si trova di fronte alla sofferenza e alla morte di tanti innocenti a causa della crudeltà umana, di una qualche catastrofe naturale o della “semplice” fatalità. Per un ateo, la domanda è senz’altro ingenua e la risposta scontata, ma per un credente questo è uno di quegli interrogativi capaci di tormentare una coscienza per una vita intera: «Dov’e dio?». Già, dov'era dio durante il grande terremoto di Lisbona o negli anni in cui imperversava l’influenza spagnola? Dov'era dio quando entravano in funzione i campi di concentramento di Auschwitz e Treblinka? Dov'era dio quando stavano per essere sganciate le bombe atomiche su Hiroshima e Nagasaki? Dov'era dio quando due aerei venivano fatti schiantare sulle Twin Towers di New York? Dov'era dio quando un bambino di sei anni moriva, sotto gli occhi della madre e nonostante i soccorsi, in fondo a un pozzo artesiano di Vermicino dopo quasi sessanta ore di agonia? Ebbene, se proprio non si vuole – o non si può – prescindere da quest’illusorio punto di riferimento chiamato “dio”, la risposta è molto semplice, e – dal mio punto di vista – non ce ne sono di altrettanto valide: ovunque morte e sofferenza imperversino in maniera inaudita e apparentemente inspiegabile, dio è lì a godersi lo spettacolo.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Le catastrofi politiche non vengono se non siano in qualche modo consentite o volute.
Filippo Turati, Discorso parlamentare, 1923

La vita è tremendamente deficiente nella forma. Le sue catastrofi avvengono nel modo sbagliato e alle persone sbagliate. V’è un orrore grottesco nelle sue commedie, e le sue tragedie sembrano culminare nella farsa. Si è sempre feriti quando ci avviciniamo alla vita. Le cose durano troppo, o troppo poco.
Oscar Wilde, Il critico come artista, 1889

L’umanità è l’unica calamità naturale capace di minacciare sé stessa. (Giovanni Soriano)
2. Calamità
© Aforismario

Calamità. Le calamità sono di due tipi: la nostra sfortuna e la fortuna degli altri.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

I flagelli fisici e le calamità naturali hanno reso necessaria la società. La società ha rincarato la dose dei malanni della natura. Gli inconvenienti della società, poi, hanno prodotto la necessità del governo, ed il governo a sua volta accresce i malanni sociali. Questa è la vera storia della natura umana.
Nicolas de Chamfort, Massime e pensieri, 1795/1953 (postumo)

Tutte le calamità − rivoluzioni, guerre, persecuzioni − derivano da un pressappoco iscritto su una bandiera.
Emil Cioran, Sillogismi dell'amarezza, 1952

Il mondo moderno non è una calamità definitiva. Esistono depositi clandestini di armi.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

La calamità sono le masse.
Ralph Waldo Emerson, Condotta di vita, 1860

I nostri tempi sono tristi e pieni di calamità, ma in fondo tutti i tempi sono essenzialmente gli stessi: finché c'è vita, c'è pericolo.
Ralph Waldo Emerson (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La fonte principale delle calamità sta nei rimedi sbagliati.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Copernico ha rovinato l’umanità, irrimediabilmente. Ormai noi tutti ci siamo a poco a poco adattati alla nuova concezione dell’infinita nostra piccolezza, a considerarci anzi men che niente nell'Universo, con tutte le nostre belle scoperte e invenzioni e che valore dunque volete che abbiano le notizie, non dico delle nostre miserie particolari, ma anche delle generali calamità? Storie di vermucci ormai le nostre.
Luigi Pirandello, Il fu Mattia Pascal, 1904

L’umanità è l’unica calamità naturale capace di minacciare sé stessa.
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

A ogni sorpresa siamo preparati. Solo le cose quotidiane ci cascano addosso come calamità naturali.
Anonimo (attribuito a Stanisław Jerzy Lec).

Calamità scopre amistà. [1]
Proverbio

Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori,
ma per l'inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare.
3. Disastro
© Aforismario

La gente dice che nessuno è indispensabile. È vero, tutti possiamo essere sostituiti. È connesso alla natura stessa della vita, in cui il mutamento avviene perché gli individui muoiono. Tutto va avanti lo stesso. Ma in quel singolo caso, per quella singola famiglia, città, nazione, che disastri, che catastrofe può provocare la morte di uno solo!
Francesco Alberoni, Abbiate coraggio, 1998

Fanno più disastri gli scienziati di quanti ne abbiano combinati gli ignoranti.
Giovanni Arpino (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Ci sono secoli inquieti, secoli sicuri, secoli disastrosi, secoli trionfali, secoli bui, secoli luminosi; secoli felici non ce n'è.
Riccardo Bacchelli, Cinquantadue pensieri, 1928

Il disastro, al microscopio, risulta formato da una catena di errori apparentemente senza conseguenze.
Dino Basili, Tagliar corto, 1987

Vi sono esseri sfortunati, la cui unica ambizione è, per tutta la vita, di perfezionare il disastro.
Gesualdo Bufalino, Il malpensante, 1987

Mentre i disastri naturali conquistano i titoli e l'attenzione nazionale in breve termine, i lavori di recupero e ricostruzione sono a lungo termine.
Sylvia Mathews Burwell (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

L'uomo secerne disastro.
Emil Cioran, Sillogismi dell'amarezza, 1952

Tutto considerato, è più gradevole farsi sorprendere dagli eventi che prevederli. Quando si esauriscono tutte le forze nella visione delle disgrazie, come affrontarle, poi, quando arrivano? Cassandra si tormenta doppiamente: prima e durante il disastro, mentre all'ottimista vengono risparmiate le torture della prescienza.
Emil Cioran, Il funesto demiurgo, 1969

La fortuna in battaglia è mutevole; a un disastro c'è rimedio.
Théophile Gautier, Il romanzo della mummia, 1858

Idee generali e grande presunzione sono sempre in procinto di provocare terribili disastri.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

La bontà disarmata, incauta, inesperta e senza accorgimento non è neppure bontà, è ingenuità stolta e provoca solo disastri.
Antonio Gramsci, Lettere dal carcere, 1926/37  (postumo, 1947/65)

Gli animali superiori hanno una capacità e una tendenza a combinar disastri direttamente proporzionale alla loro intelligenza.
Konrad Lorenz, L'anello di Re Salomone, 1949

In amore, non c'è disastro più spaventoso che la morte dell'immaginazione.
George Meredith, L'egoista, 1879

Fortunatamente per il mondo e per loro stessi, quasi tutti gli uomini sono vigliacchi e non agiscono secondo le loro convinzioni. I nostri disastri derivano da qualche sciocco che ha "il coraggio delle proprie opinioni".
Coventry Patmore, The Road, The Root, and the Flower, 1895

Gli orari della vita dovrebbero prevedere un momento, un momento preciso della giornata, in cui ci si potrebbe impietosire sulla propria sorte. Un momento specifico. Un momento che non sia occupato né dal lavoro, né dal mangiare, né dalla digestione, un momento perfettamente libero, una spiaggia deserta in cui si potrebbe starsene tranquilli a misurare l'ampiezza del disastro.
Daniel Pennac, Il paradiso degli orchi, 1991

La condizione naturale è una serie di ostacoli insormontabili sulla via dell'imminente disastro.
Geoffrey Rush, in Shakespeare in love, 1998

Laddove accadono enormi disastri naturali, con spargimento gratuito di sangue e sofferenza, dio si rivela inconfondibilmente in tutta la sua solida inesistenza.
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

Dando uno sguardo alla movimentata storia dell’umanità, e notando come questa – bene o male – sia sempre riuscita a venir fuori dalle situazioni piú disastrose, bisogna dirsi che comunque non tutto è perduto, poiché essa conserva ancora sufficienti riserve di stupidità e follia per finire in malora prima del tempo.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l'inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare.
Anonimo (attribuito ad Albert Einstein)

4. Cataclisma
© Aforismario

Si dovrebbe importunare qualcuno soltanto per annunciargli un cataclisma o per fargli un complimento che gli desse le vertigini.
Emil Cioran, Squartamento, 1979

Gli uomini debbono combattere su due fronti, se vogliono prepararsi un domani meno angustiato e crudele. Debbono combattere sì la reificazione, quella disumanizzazione che si sperava (e purtroppo pare non sia) contrassegno del solo mondo capitalistico. Ma anche seguitare a combattere lo struggle for life primordiale - contro la malattia, la vecchiaia, e le altre più generiche avversità della natura ostile, i vulcani e le valanghe, i terremoti e le tempeste, gli abissi divoratori del mare (e quanto prima quelli dello «spazio esterno» o cosmico), contro la siccità e il gelo, eccetera. Contro la morte, insomma, visto che la vita ancor oggi ha tutta l’aria di essere una situazione precaria, instabile e persino improbabile, in un universo la cui vocazione ultima è il silenzio e l’immobilità, il «grado zero» e cioè il livellamento al livello più basso: l’entropia.
Guido Morselli, Diario, 1938/73 (postumo 1988)

Note
  1. Amistà: amicizia (cfr. proverbio).
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Disgrazie e Sciagure - Fine del Mondo

Nessun commento: