2016-03-07

Fama, Celebrità, Gloria e Notorietà - Frasi famose

Raccolta di aforismi, proverbi e frasi divertenti sulla fama e sui suoi sinonimi: celebrità, notorietà e gloria. Su Aforismario trovi anche una raccolta di citazioni, che è un po' la continuazione di questa, dedicata al successo e alla popolarità.
Se sei famosa la gente crede di avere il diritto di dirti in faccia qualunque cosa,
come se questo non potesse ferirti. (Marilyn Monroe)
1. Fama / Famosi
© Aforismario

La fama è come un fiume, che porta a galla le cose leggere e gonfie e manda a fondo quelle pesanti e massicce.
Francis Bacon, Saggi, 1597/1625

La tanto bramata fama è quasi sempre una prostituta incoronata.
Honoré de Balzac, Illusioni perdute, 1843

Sono stata molto felice, molto ricca, molto bella, molto adulata, molto famosa e molto infelice.
Brigitte Bardot (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Famoso. Infelice in maniera cospicua.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

La fama, che è l'opinione che il mondo esprime sui pregi di alcuni uomini, è l'idolo al quale gli spiriti più fini hanno in tutti i secoli bruciato i loro incensi.
Richard Blackmore, The Lay Monastery, 1713/14

Molti dei ricchi e famosi erano in realtà solo troie e bastardi ottusi. Erano semplicemente capitati in qualche giro dove davano via i soldi. O magari si erano arricchiti grazie alla stupidità del pubblico. In genere non avevano talento, non avevano occhi, non avevano anima, erano pezzi di merda ambulanti, ma per il pubblico erano degli dèi, belli e riveriti. Il cattivo gusto crea molti più milionari di quello buono.
Charles Bukowski, Hollywood, Hollywood!, 1989

La fama è la sete della giovinezza.
George Gordon Byron, Il pellegrinaggio del cavaliere Aroldo, 1818

Insomma, per diventare famosi, basta ammazzare la portinaia.
Albert Camus, La caduta, 1956

La fama rastrella il doppio di ciò che l’invidia ha potato.
Elias Canetti, Il cuore segreto dell'orologio, 1987

Credere nella fama postuma è una sciocchezza necessaria allo scrittore.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

La fama degli eroi spetta un quarto alla loro audacia; due quarti alla sorte, e l'altro quarto, ai loro delitti.
Ugo Foscolo, Ultime lettere di Jacopo Ortis, 1801/17

L'aspirazione alla fama non è semplice vanità mondana: contiene in sé una qualità religiosa, agli occhi di coloro che non credono più al tradizionale aldilà, e lo si nota particolarmente nel caso dei leader politici. La pubblicità prepara la strada all'immortalità, e gli addetti alle pubbliche relazioni divengono i nuovi sacerdoti.
Erich Fromm, Avere o essere?, 1976

La fama è ciò che resta della popolarità, spenti gli applausi.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

I vantaggi della fama: tutti sapranno che sei morto.
ibidem

La fama è la popolarità tramandata ai posteri.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Per gli uomini buoni la morte è preferibile a una cattiva fama: l'una, infatti, è la fine della vita, mentre l'altra è una malattia per la vita.
Gorgia, Apologia di Palamede, V sec. a.e.c.

È assai facile farsi cattiva fama, perché il male è sempre credibile e si fatica molto a cancellarlo.
Baltasar Gracián y Morales, Oracolo manuale e arte della prudenza, 1647

Nuoce alla fama della più gran parte dogli uomini l'essere troppo intimamente conosciuti; a quella degli uomini veramente grandi, giova.
Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

Le donne hanno un organo delicato che aspira la fama come un effluvio del cielo.
Hugo von Hofmannsthal, Il libro degli amici, 1922

La cosa bella dell'essere famosi è che quando annoi le persone, queste pensano che sia colpa loro.
Henry Kissinger (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Quando un cantante è famoso lo si deve ai suoi pregi ma anche ai suoi difetti, quei difetti che agli occhi del pubblico sono divenuti qualità peculiari, un tratto distintivo di una personalità artistica ormai ben definita.
Alfredo Kraus (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Diventare famoso, per potersi permettere l'incognito.
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

Chi semina virtù fama ricoglie.
Leonardo da Vinci, Codici, XV-XVI sec. (postumo)

Nessuna cosa è da temere più che la sozza fama.
Leonardo da Vinci, Codici, XV-XVI sec. (postumo)

Io reputo che la fama degli scrittori ottimi soglia essere effetto del caso più che dei meriti loro.
Giacomo Leopardi, Il Parini ovvero della Gloria, in Operette morali, 1827/34

La via forse più diritta di acquistar fama è di affermare con sicurezza e pertinacia e in quanti più modi possibile, di averla acquistata.
Giacomo Leopardi, Pensieri, 1845 (postumo)

Il mezzo più efficace di ottener fama è quello di far creder al mondo di esser già famoso.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900) [attribuito erroneamente a Leonardo da Vinci - vedi "Citazioni errate").

La fama non è pianta che cresca su suolo mortale.
John Milton, Licida, 1638

Se sei famosa la gente crede di avere il diritto di dirti in faccia qualunque cosa, come se questo non potesse ferirti.
Marilyn Monroe, cit. su Ms. Magazine, 1972

La fama è la Borsa alla quale sono quotate le azioni degli uomini.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Quando la gratitudine di molti verso qualcosa getta via ogni pudore, nasce la fama.
Friedrich Nietzsche, La gaia scienza, 1882

La fama è il gioco al massacro della notorietà.
Sandro Pandolfi, Il tempo verticale, 2011

La nostra presunzione è tale che vorremmo essere conosciuti dal mondo intero e anche da quelli che verranno quando non ci saremo più. Ma siamo così vani che la stima di cinque o sei persone attorno a noi ci fa piacere e ci soddisfa.
Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo)

La fama non merita tutta la fama che ha.
Jean Paul, Setteformaggi, 1796/97

Per cento donne che si innamorano non di un uomo, ma della sua fama, della sua ricchezza, o anche delle sue predisposizioni criminali, non c'è neppure un uomo che desideri una donna perché è famosa, ricca o perché è una criminale. Ciascuna di queste peculiarità potrà forse rappresentare un'attrattiva in più, ma mai la vera ragione per amare una donna. È una caratteristica femminile quella di lasciarsi infiammare anche dal solo concetto.
Arthur Schnitzler, Il libro dei motti e delle riflessioni, 1927

La vita livella tutti gli uomini: la morte rivela il più eminente.
George Bernard Shaw, Uomo e superuomo, 1903

Nella connaturata imbecillità delle folle che si lasciano ammaliare dal personaggio ricco e famoso o che si fanno facilmente conquistare da quello di potere, si cela un fondo di onestà che si manifesta nel pensiero implicito – di belliana memoria – del: «Tu sei tu, e noi non siamo un cazzo».
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Fama e onore vanno talvolta più facilmente a chi non li ricerca.
Tito Livio, Ab urbe condita, 27 a.e.c. - 14 e.c.

In futuro, ognuno sarà famoso in tutto il mondo per quindici minuti.
[In the future, everyone will be world-famous for 15 minutes].
Andy Warhol, Catalogo della retrospettiva al Moderna Museet gallery di Stoccolma, 1968 [1]

Tra l'uomo famoso e l'infame non c'è che un passo e forse anche meno d'un passo.
Oscar Wilde, De Profundis, 1897 (postumo, 1962)

Essere famosi significa non dover mai dire: “Lei non sa chi sono io!”.
Aforismario, Taccuino elettronico, 2009/...

Proverbi sulla Fama
  • Acquista buona fama e mettiti a letto.
  • Chi è diffamato è mezzo impiccato.
  • Chi ha buona fama ha ciò che brama.
  • Chi ha fama d’alzarsi presto può dormire fino a tardi.
  • Chi ha perso la fama, è morto al mondo.
  • Chi mal cerca fama, se stesso diffama.
  • Chi non può vivere dopo la morte non ha vissuto.
  • Chi semina virtù, fama raccoglie.
  • Chi teme la morte, non stima la fama.
  • Come la gente vive, cosi suonano le campane.
  • Dalla fama, la fama è sotterrata.
  • Fama vola, e nave cammina.
  • La bocca della fama non si può chiudere, e presto o tardi divulga il vero.
  • La buona fama è come il cipresso, che una volta tronco, non rinverdisce mai più.
  • La buona fama è come il cipresso: morta una volta non rinasce più.
  • La buona fama non leva la buona fame.
  • La buona fama vale oro.
  • La fama e il suono fanno le cose più grosse di quanto siano.
  • La fama è un fiume che nel corso aumenta.
  • La fama nell'arte val più dell'oro.
  • La fama precede e la gloria segue.
  • La fama, come un fiume, è angusta alla fonte e larga alla foce.
  • Non è facile acquistar buona fama.
  • Ogni bello alfin svanisce, ma la fama mai perisce.
  • Ogni fama è pericolosa: buona, desta invidia e la cattiva, vergogna.
  • Pubblica fama non sempre vana.
  • Senza buona fama, la vita è vergognosa.
In futuro, ognuno sarà famoso in tutto il mondo per quindici minuti. (Andy Warhol)
2. Celebrità
© Aforismario

Gli uomini celebri sono sempre di cattivo umore. Si trasformano in articoli di mercato, diventano estranei e incomprensibili a se stessi e - immagini viventi di sé - tali e quali come morti.
Theodor Adorno, Minima moralia, 1951

Una celebrità è una persona che lavora duramente per tutta la vita al solo scopo di essere conosciuta, e poi indossa occhiali scuri per evitare di essere riconosciuta.
Fred Allen (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Celebrità: il vantaggio di essere conosciuti da chi non vi conosce.
Nicolas de Chamfort, Massime e pensieri, 1795 (postumo)

L'autore celebre vive soltanto in una diversa forma di oscurità dell'autore di cui nessuno parla.
Hugo von Hofmannsthal, Il libro degli amici, 1922

Lo sguardo dell'uomo che la ventura ha portato alla ricchezza o anche alla celebrità, inevitabilmente cambia e diventa un poco più duro. L'affabile eremita nella porpora cardinalizia e il dimesso intellettuale nelle vesti di ministro diventeranno persecutori feroci.
Fausto Melotti, Linee, 1975/78

Celebrità. Uno che è noto a molte persone che è felice di non conoscere.
Henry Louis Mencken, A Book of Burlesques, 1916

Una volta celebri, potete leggere cose sul vostro conto, le idee di qualcun altro su di voi; ma ciò che conta – per sopravvivere, per affrontare giorno per giorno ciò che vi capita – è quel che pensate di voi stessi.
Marilyn Monroe (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La grandezza dà celebrità ma la celebrità non è garante di grandezza.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Celebrità: affezione passeggera.
Charles Régismanset, Nuove contraddizioni, 1939

Meglio varrebbe non aver vissuto che vivere senza gloria.
(Napoleone Bonaparte - ritratto di Jacques-Louis David, 1801)
3. Gloria
© Aforismario

La gloria è il sole dei morti.
Honoré de Balzac, La ricerca dell'assoluto, 1834

La gloria è il risultato dell'adattamento di uno spirito alla stupidità nazionale.
Charles Baudelaire, Razzi e Il mio cuore messo a nudo (postumi 1887/1908)

La gloria presso il popolo, ecco ciò a cui bisogna aspirare. Niente varrà mai quanto lo sguardo sperduto della salumiera che ci ha visto in televisione.
Jean Baudrillard, Cool memories I 1980-1985, 1987

Meglio varrebbe non aver vissuto che vivere senza gloria.
Napoleone Bonaparte, Aforismi e pensieri politici, morali e filosofici, XIX sec.

Esaminando ciò che è la gloria, essa si riduce a piccola cosa. Che si sia giudicato dagli ignoranti, vantato dagl'imbecilli, applaudito o criticato dal popolaccio, non vi è in ciò di che addivenir gonfio.
Napoleone Bonaparte, Aforismi e pensieri politici, morali e filosofici, XIX sec.

La gloria è una forma d'incomprensione; forse la peggiore.
Jorge Luis Borges, La biblioteca di babele, 1941

La gloria è un ridicolo superamento della morte.
Hermann Broch, La morte di Virgilio, 1945

Se l'aspirazione alla gloria assume una forma sempre più affannosa, è perché ha preso il posto della fede nell'immortalità. La scomparsa di una chimera tanto inveterata quanto legittima non poteva che lasciare negli animi uno smarrimento, e un'attesa mista a frenesia. Nessuno può rinunciare a un simulacro di perennità, e ancor meno vietarsi di cercarlo dappertutto, in qualsiasi forma di reputazione, a cominciare da quella letteraria. Da quando la morte è apparsa a ognuno come un termine assoluto, tutti scrivono. Donde l'idolatria del successo, e di conseguenza l'asservimento al pubblico, potenza perniciosa e cieca, flagello del secolo, versione immonda della Fatalità .
Emil Cioran, La caduta nel tempo, 1964

Il bisogno di gloria deriva da un senso di totale insicurezza circa il proprio valore, dalla mancanza di fiducia in se stessi.
Emil Cioran, Quaderni, 1957-1972, (postumo, 1997)

Bellezza, eroismo e gloria si nutrono del cuore dell'uomo come fiamme silenziose.
Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, 1977/92

La risonanza di un nome nella memoria degli imbecilli: questa è la vera gloria.
ibidem

La gloria si dà soltanto a coloro che l'hanno sempre sognata.
Charles de Gaulle, Memorie di guerra, 1954/59

La gloria è effimera, specialmente per chi non l'ha conosciuta.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

La fortuna serve per vivere, la gloria giova dopo la morte: quella vale contro l'invidia, questa contro l'oblio.
Baltasar Gracián y Morales, Oracolo manuale e arte della prudenza, 1647

C'è da confondersi in pensare quanto applauso di uomini minimi ci vuole per fare la gloria di un uomo grande.
Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

La celebrità può anche venire a passo di corsa; ma la gloria non viene se non a piccoli passi.
ibidem

Tra la gloria e la celebrità passa la stessa differenza che tra una dea e una pettegola.
ibidem

La testimonianza d’aver scoperto alcune verità e d’aver distrutto alcuni errori, è, a mio giudizio, il miglior trofeo che la posterità possa elevare alla gloria d’un grand’uomo.
Federico II (il Grande), Su Voltaire, 1737

Osservando come gli uomini amano la vita, sarebbe possibile sospettare che possano amare qualche cosa più della vita, e che la gloria, da essi preferita alla vita, non sia spesso altro che una certa opinione di sé fissata nella mente di mille persone, o a loro ignote o da loro per nulla stimate?
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

La gloria dei grandi uomini si deve sempre commisurare ai mezzi di cui si sono serviti per raggiungerla.
François de La Rochefoucauld, Massime, 1678

Attento: quando la gloria getta splendore su di te, i tuoi nemici sono in vantaggio - stanno in agguato nell'ombra.
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

Chi è affamato di gloria divora anche l'uomo che è in lui.
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

Per cosa era famoso? Per la sua bramosia di gloria.
Stanisław Jerzy Lec, Nuovi pensieri spettinati, 1964

L'esibizionismo rappresenta l'idea di gloria dello sciocco.
Bruce Lee, Pensieri che colpiscono, 2000 (postumo)

Nell'universale miseria della condizione umana, e nell'infinita vanità di ogni suo diletto e vantaggio, la gloria è giudicata dalla miglior parte degli uomini il maggior bene che sia concesso ai mortali, e il più degno oggetto che questi possano proporre alle cure e alle azioni loro.
Giacomo Leopardi, Dialogo della Natura e di un'Anima, in Operette morali, 1827/34

La gloria degli scrittori, non solo, come tutti i beni degli uomini, riesce più grata da lungi che da vicino, ma non è mai, si può dire, presente a chi la possiede, e non si ritrova in nessun luogo.
Giacomo Leopardi, Il Parini ovvero della Gloria, in Operette morali, 1827/34

Quelli che sono desiderosi di gloria, ottenutala pure in vita, si pascono principalmente di quella che sperano possedere dopo la morte, nel modo stesso che niuno è così felice oggi, che disprezzando la vana felicità presente, non si conforti col pensiero di quella parimente vana, che egli si promette nell'avvenire.
Giacomo Leopardi, Il Parini ovvero della Gloria, in Operette morali, 1827/34

Se quei pochi uomini di valor vero che cercano gloria, conoscessero a uno a uno tutti coloro di cui è composto quel pubblico dal quale essi con mille estremi patimenti si sforzano d’essere stimati, è credibili che si raffredderebbero molto nel loro proposito e forse che l’abbandonerebbero.
Giacomo Leopardi, Pensieri, 1845 (postumo)

La gloria allora è dolce quando l’uomo se ne pasce nel silenzio del suo gabinetto e se ne serve di sprono a nuove imprese gloriose e di fondamento a nuove speranze; perché allora ella conserva la forza dell’illusione, sola forza ch’ella abbia. Ma goduta nel mondo e nella società, ordinariamente si trova esser cosa o nulla o piccolissima o insomma incapace di riempir l’animo e soddisfarlo.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

Aspirare alla gloria non è di tutti, ma chi ne è degno deve lavorare per essa.
Paolo Mantegazza, Il bene ed il male, 1861

Fu vera Gloria? Ai posteri l'ardua sentenza.
Alessandro Manzoni, Il cinque maggio, 1821

Tutte le glorie defunte di questo mondo non valgono un cane in vita.
Maxence van der Meersch, Perché non sanno quello che fanno, 1933

Senza belle donne intorno non è vera gloria.
Gianni Monduzzi, Orgasmo e pregiudizio, 1997

Che una cosa tanto evidente come la vanità del mondo sia così poco conosciuta, che risulti strano e sorprendente affermare la stoltezza di chi ricerca la gloria, questo è ammirevole.
Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo)

Così grande è la dolcezza della gloria che, a qualunque oggetto si riferisca, fosse pure la morte, la desideriamo.
ibidem

Qualsiasi sforzo abbia come obiettivo finale l'autoglorificazione è destinato a concludersi in un disastro.
Robert Maynard Pirsig, Lo Zen e l'arte della manutenzione della motocicletta, 1974

La gloria di ieri non conta più, quella di oggi è troppo insipida, e io non desidero che quella di domani.
Jules Renard, Diario, 1887/1910 (postumo, 1925/27)

La gloria non è più che un genere coloniale.
ibidem

Mi basta giusto un pochettino di gloria, proprio l'indispensabile per non aver l'aria di un imbecille quando attraverso le strade del mio villaggio.
Jules Renard, Diario, 1887/1910 (postumo, 1925-27)

La gloria assai spesso non è altro che un gran rumore che nasce non si sa come, e persiste non si sa perché.
Joseph Roux, Pensieri, 1866

La più alta forma di vanità è l'amore per la gloria.
George Santayana, La vita della ragione, 1905/06

La gloria degli spiriti eletti cresce col passare del tempo, e non soltanto essi vengono onorati, ma è sottratto all'oblio tutto ciò che è collegato alle loro persone.
Lucio Anneo Seneca, Lettere a Lucilio, 62/65

Ecco la differenza tra il buon nome e la gloria: la gloria risulta del giudizio di molti; il buon nome di quello dei galantuomini.
ibidem

La gloria è tanto più grande quanto più tardi arriva, una volta scomparsa l’invidia.
ibidem

La gloria è l'ombra della virtù, e l'accompagnerà sempre, anche se questa non vuole. Ma come l'ombra ora precede, ora segue i corpi, così la gloria talvolta si mostra visibile davanti a noi. talvolta ci viene dietro.
Lucio Anneo Seneca, Lettere a Lucilio, 62/65

Di tutti i beni della vita la gloria è il più alto; quando il corpo è diventato polvere, il gran nome vive ancora. Valoroso, lo splendore della tua gloria sarà immortale nel canto; poiché la vita terrestre svanisce e i morti vivono sempre.
Friedrich Schiller, La celebrazione della vittoria, 1803

La gloria è la sorella immortale del mortale onore.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Di regola la gloria si manifesterà tanto più tardi, quanto più a lungo essa dovrà durare, per il principio che tutto quanto ha un merito matura lentamente.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

La gloria che diventerà gloria della posterità assomiglia a una quercia, la quale cresce dal suo seme assai lentamente; la gloria facile ed effimera. è paragonabile a una pianta che dura un anno e cresce rapidamente, e la falsa gloria all'erbaccia dalla rapida vegetazione, che sarà subito estirpata.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

La gloria è come un cerchio nell’acqua, che non cessa mai di allargarsi, finché, a furia di spandersi, si sperde nel nulla.
William Shakespeare, Enrico VI, 1592

Chi disprezzerà la gloria vana, riceverà la gloria autentica.
Tito Livio, Ab urbe condita, 27 a.e.c. - 14 e.c.

Il desiderio di gloria è l'ultima aspirazione di cui riescono a liberarsi anche gli uomini più saggi.
Publio Cornelio Tacito, Storie, II sec.

Gli dèi non concedono facilmente né eccellenti cose / né belle; ma c'è gloria per l'impresa difficile.
Teognide, Elegie, V sec. a.e.c.

Chi cerca la gloria per mezzo della virtù non chiede che ciò che gli spetta.
Luc de Clapiers de Vauvenargues, Riflessioni e massime, 1746

I raggi dell' aurora non son così dolci come i primi sguardi della gloria.
ibidem

L'amor della gloria e la stupidità nascondono all'uomo la morte, senza peraltro trionfare di essa.
ibidem

L'amor della gloria fa, tra i popoli, le grandi fortune.
Luc de Clapiers de Vauvenargues, Riflessioni e massime, 1746

La gloria è la prova della virtù.
ibidem

Non è destinato alla gloria, chi non conosce il pregio del tempo.
ibidem

Quanti disgusti e noie potremmo evitare, se osassimo mirare alla gloria solo per la via del merito!
Luc de Clapiers de Vauvenargues, Riflessioni e massime, 1746

Se gli uomini non avessero amato la, gloria, non avrebbero avuto certo né abbastanza ingegno né abbastanza virtù da meritarsela.
ibidem

Siamo così poveri di virtù, che ci par d'essere ridicoli se amiamo la gloria.
Luc de Clapiers de Vauvenargues, Riflessioni e massime, 1746

Le piante che crescono rapidamente muoiono anche rapidamente. È così anche per la gloria del mondo?
Anacleto Verrecchia, Diario del Gran Paradiso, 1997

La gloria è come le lucciole, che da lontano brillano ma viste da vicino non hanno né testa né luce.
John Webster, La duchessa di Amalfi, 1614/23

O quam cito transit gloria mundi.
[Oh, quanto rapidamente passa la gloria di questo mondo].
Anonimo, Imitazione di Cristo (De Imitatione Christi - attribuito a Tommaso da Kempis e altri), XV sec.

Quando arriva la gloria, svanisce la memoria.
Proverbio

Sic transit gloria mundi
[Così passa la gloria del mondo].
Detto latino

4. Notorietà
© Aforismario

Notorietà. La fama del nostro rivale nella corsa ai pubblici onori. Il genere di celebrità più accessibile e soddisfacente per i mediocri. Una scala di Giacobbe che conduce al palcoscenico del "vaudeville", con angeli che salgono e scendono.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Vivi notoriamente nascosto.
Anselmo Bucci, Il pittore volante, 1930

Bisognerebbe poter riunire i contrari: l'amore delle virtù con l'indifferenza per la pubblica opinione, il gusto del lavoro con l'indifferenza per la notorietà, e la cura della propria salute con l'indifferenza per la vita.
Nicolas de Chamfort, Massime e pensieri, 1795 (postumo)

La notorietà senza merito ottiene una considerazione senza stima.
ibidem

Non ti crucciare di non essere conosciuto; preoccupati piuttosto di rendertene degno.
Confucio, Dialoghi, ca. 479/221 a.e.c. (postumo)

E pensare che non si conosce il nome del primo maiale che ha trovato un tartufo!
Edmond e Jules de Goncourt, Diario, 1851-96 (postumo, 1956).

Note
  1. La citazione di Andy Warhol, tradotta da Aforismario, è diffusa in italiano in questa forma: "In futuro, tutti saranno famosi per quindici minuti".
  2. Battuta tratta da Gino e Michele, Anche le formiche nel loro piccolo s'incazzano. Opera omnia, Baldini e Castoldi, 1995.

Nessun commento: