Prostitute - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta di frasi, aforismi e citazioni sulle prostitute (dal latino prostituĕre, cioè "mettere in vendita"). La prostituta è chiamata in vario modo; per citare solo i termini meno volgari: meretrice, etera, sgualdrina, donna da marciapiede, donna di strada, donna di malaffare, passeggiatrice, peripatetica, bella di notte, cortigiana, accompagnatrice, cocotte, ecc. Negli ultimi anni è stato introdotto anche in Italia il termine inglese "escort".
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulla prostituzione, le puttane, i bordelli, il sesso e la lussuria.
Mantenute ipocritamente ai margini della società,
le prostitute vi hanno un posto tra i più importanti. (Simone de Beauvoir)
Prostitute
© Aforismario

Togli le prostitute dalla società e ogni cosa verrà sconvolta dalla libidine. 
Agostino d'Ippona, L'ordine, 386

La donna può decidere di darsi sessualmente facendosi coinvolgere con intensità molto diverse. Ora pochissimo, un po' di più, ora molto, ora moltissimo. Il caso limite è la prostituta che si concede non dando nulla, e simbolizza la sua chiusura totale non baciando mai l'uomo sulla bocca.
Francesco Alberoni, L'erotismo, 1986

Sa, io vado a puttane... così non devo parlare di politica, di film, di Proust; quindi siamo "felici e clienti".
Woody Allen, in Harry a pezzi, 1997

Sono pericolose solo le cose che tolleri a lungo! Una relazione fissa, il matrimonio e i dolci! Il grasso e le puttane sono innocui.
Peter Altenberg, Raccolto, 1915

Quello che le brave ragazze dovrebbero sapere è che se una donna si sforza di diventare una buona casalinga, l'uomo continuerà a desiderare che dietro le porte chiuse si trasformi in una prostituta.
Sherry Argov, Falli soffrire. Gli uomini preferiscono le stronze, 2002

Preti e prostitute si danno a tutti e non amano nessuno.
Mirko Badiale (Aforismi inediti su Aforismario)

Per le puttane bastano cinquanta euro. Per le donne oneste ci vuole MasterCard!
Bilbo Baggins, su DrZap

Il cuore è come una puttana: quando smette di battere è finita.
Anatolj Balasz [1]

Le donne non sono più desiderabili, ma si offrono al desiderio. Si offrono come oggetti al desiderio aggressivo degli uomini. Non che in ogni donna si celi una prostituta in potenza, ma la prostituzione è la conseguenza dell'atteggiamento femminile.
Georges Bataille, L'erotismo, 1957

Una santa può cadere nel fango e una prostituta può salire alla luce, ma né l'una né l'altra potrà mai diventare una donna onesta.
Léon Bloy, La Femme pauvre, 1887

La prostituta è un capro espiatorio; l'uomo si scarica su di lei della propria turpitudine quindi la rinnega.
Simone de Beauvoir, Il secondo sesso, 1949

Mantenute ipocritamente ai margini della società, le prostitute vi hanno un posto tra i più importanti.
Simone de Beauvoir, Il secondo sesso, 1949

In molti casi, la prostituta avrebbe potuto guadagnarsi la vita con altri mezzi; ma se questo che ha scelto non le sembra il peggio, ciò non vuol dire ch'ella abbia il vizio nel sangue; piuttosto tale constatazione condanna una società in cui quel mestiere è ancora uno di quelli che paiono a molte donne tra i meno ripugnanti. La gente si chiede: perché l'ha scelto? E si dovrebbe domandare invece: perché non avrebbe dovuto sceglierlo?
Simone de Beauvoir, Il secondo sesso, 1949

La prostituta non ha i diritti della persona umana e in lei si riassumono tutti i simboli della schiavitù femminile.
Simone de Beauvoir, Il secondo sesso, 1949

La maggior parte delle prostitute è moralmente adattata alla sua condizione; ciò non significa che esse siano ereditariamente o congenitamente immorali ma che si sentono, giustamente, integrate ad una società che richiede i loro servizi. Sanno bene che i discorsi edificanti del poliziotto che segna il loro nome sono solo ciance e i sentimenti elevati che i loro clienti ostentano fuori del bordello le lasciano indifferenti.
Simone de Beauvoir, Il secondo sesso, 1949

La prostituta è considerata una paria, sia che uno statuto legale la ponga sotto la tutela della polizia, sia ch'ella lavori clandestinamente.
Simone de Beauvoir, Il secondo sesso, 1949

Poiché i loro rapporti con metà dell'umanità sono di natura commerciale e l'insieme della società le tratta come paria, le prostitute sono strettamente solidali tra di loro; accade che siano rivali, gelose l'una dell'altra, che si insultino e si battano; ma hanno un profondo bisogno le une delle altre per costituire un «contro-universo» in cui ritrovare la loro dignità umana
Simone de Beauvoir, Il secondo sesso, 1949

La prostituta che dà solo il suo corpo è forse meno schiava della donna che deve piacere per mestiere.
Simone de Beauvoir, Il secondo sesso, 1949

Tra la bassa prostituta e la grande etera, ci sono molti gradini. La differenza essenziale sta nel fatto che la prima fa commercio della sua pura generalità, dimodoché la concorrenza la mantiene ad un livello di vita miserabile, mentre la seconda si sforza di farsi riconoscere nella sua singolarità: se ci riesce, può aspirare ad alti destini. La bellezza, il fascino, il sex-appeal sono necessari per questo ma non bastano: è necessario che la donna sia distinta dall'opinione. Spesso il suo valore si rivelerà attraverso un desiderio di uomo; ma solo quando questo lo avrà proclamato di fronte al mondo, essa potrà dirsi «lanciata».
Simone de Beauvoir, Il secondo sesso, 1949

I politici, come le prostitute, vengono disprezzati. Ma chi non corre da loro, quando ha bisogno dei loro servigi?
Brendan Behan (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Essere un incrocio di suora e di prostituta, l'insulto scagliato da Zdanov contro Anna Achmatova, non è forse, tutto sommato, l'ambizione suprema d'ogni poeta?
Gesualdo Bufalino, Il malpensante, 1987

Ospedali e galere e puttane: ecco le università della vita. Ho preso diverse lauree. Chiamatemi dottore.
Charles Bukowski, A Sud di nessun Nord, 1973

La gente vorrebbe sentire il predicatore parlare di dio, ma lui si ostina a sparlare delle puttane. 
Erskine Caldwell (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Un uomo è sincero solo con una prostituta.
Matteo Calvano (Aforismi inediti su Aforismario)

Una puttana onesta non deve innamorarsi mai, né fare il suo lavoro per piacere ma soltanto per dovere. Amore è dolore.
Sveva Casati Modignani, E infine una pioggia di diamanti, 1989

Or non vedi tu che tu sei colei che ti dai nelle mani degli uomini a fare strazio, scherni e scempio delle carni tue? Or non vedi tu che sei amata e ami d'un amore mercenario che ti dà morte?
Caterina da Siena, Lettera a una meretrice in Perugia, XIV sec.

Fornicare è da fornice, perché è sotto le volte che stavano a Roma le puttane. Solo chi fornica all'aperto, sotto la volta del cielo, è vero fornicatore.
Guido Ceronetti, Il silenzio del corpo, 1979

Un fenomeno che la psicologia dovrà analizzare: molti, con le prostitute, "ci vogliono parlare".
Antonio Castronuovo, Se mi guardo fuori, 2008

Chi non conosce le prostitute, non può comprendere le donne fino in fondo.
Nicolas de Chamfort, Massime e pensieri, 1795 (postumo)

Il filosofo, disgustato dai sistemi e dalle superstizioni, ma ancora perseverante sulle strade del mondo, dovrebbe imitare il pirronismo da marciapiede che manifesta la creatura meno dogmatica: la prostituta. Lei che è distaccata da tutto e aperta a tutto; che sposa l'umore e le idee del cliente; che cambia tono e faccia a seconda dell'occasione; che è pronta a essere triste o gaia, pur restando indifferente; che prodiga sospiri per interesse commerciale; che rivolge al godimento sincero di colui che le sta addosso uno sguardo illuminato e falso - propone allo spirito un modello di comportamento che rivaleggia con quello dei saggi. Essere senza convinzioni riguardo agli uomini e a se stessi: questo è l'alto insegnamento della prostituzione, accademia ambulante di lucidità, al margine della società come della filosofia.
Emil Cioran, Sommario di decomposizione, 1949

Chi si uccide per una puttana fa un'esperienza più completa e più profonda dell'eroe che mette a soqquadro il mondo.
Emil Cioran, Sillogismi dell'amarezza, 1952

Vago attraverso i giorni come una puttana in un mondo senza marciapiedi.
Emil Cioran, Sillogismi dell'amarezza, 1952

Una «cocotte» è una signora che di solito fa in modo di ricevere più di quanto non dia.
Colette, Chéri, 1920

Ho sempre cercato di fare l’amore solo con le ragazze di cui ero innamorato. Siccome sono dieci anni che non mi innamoro, allora per un periodo ho cercato di fare all'amore anche con le ragazze di cui non ero innamorato. Ma, di solito, in questo caso erano loro ad innamorarsi di un altro. Cercavo delle ragazze di cui non ero innamorato e che non fossero innamorate di un altro, ma in questo caso se ci fossimo innamorati? Avremmo perso del tempo innamorandoci senza amarci... Insomma, alla fine ho preso ventimila lire e sono andato a puttane!
Antonio Cornacchione [1]

Vengono fuori gli animali più strani, la notte: puttane, sfruttatori, mendicanti, drogati, spacciatori di droga, ladri, scippatori. Un giorno o l'altro verrà un altro diluvio universale e ripulirà le strade una volta per sempre.
Robert De Niro, in Martin Scorsese, Taxi driver, 1976

Che differenza c'è tra un avvocato ed una prostituta? Quando sei morto la prostituta smette di fotterti.
Matt Damon, in Francis Ford Coppola, L'uomo della pioggia, 1997

La prostituzione era conosciuta da tempo in epoca precristiana. Ma non era degradata, era piuttosto sacra, veniva praticata perfino nei templi e specialmente là, da migliaia di ragazze. Il cristianesimo viceversa disprezzava le prostitute, ma in virtù di una morale da scorbutici senza pari aveva bisogno di una valvola di sfogo. La prostituzione crebbe letteralmente da essa.
Karlheinz Deschner, Sopra di noi... niente, 1997

Il cavaliere R. stramilionario sosteneva che tutte le donne cedevano ‹a lui› - e diceva il suo metodo. Egli cioè pedinava qualche bella ragazza in istrada, sussurrandole crudamente: per dieci lire me la dai? A questa profferta il più spesso riceveva una repulsa e qualche volta uno schiaffo. Ma egli senza scomporsi seguitava: e per venti? E se la ragazza rispondeva: neanche per mille! egli tosto: e per 2000? - E così via, si finiva ad arrivare a quella somma alla quale la ragazza cedeva. Aggiungeva il cavaliere R. che la maggiore onestà ch'egli avesse trovato a Milano era di 50.000 lire. Tutte cedevano. Era questione soltanto del prezzo. Con 5 lire, una prostituta: con un milione Lucrezia. Lucrezia è dunque 200.000 volte più puttana della puttana da 5.
Carlo Dossi, Note azzurre, 1870/1907 (postumo 1912/64)

Ovviamente anche le prostitute fanno dei bambini. Da dove salterebbero fuori i vigili altrimenti?
Dave Dutton (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

L'uomo insultava la prostituta e lei disse: Senti se vuoi farmi godere non devi chiamarmi puttana ma dirmi che mi vuoi sposare.
Ennio Flaiano, Frasario essenziale per passare inosservati in società, 1959/72 (postumo, 1986)

Sa come diceva quella prostituta? La fica non la vuole più nessuno, i pompino li fanno anche le mogli, gli dai il culo sembra che gli dai la merda!
Ennio Flaiano, Frasario essenziale per passare inosservati in società, 1959/72 (postumo, 1986)

Le prostitute sono più vicine a Dio delle donne oneste: han perduto la superbia e non hanno più l'orgoglio. 
Anatole France, Il giglio rosso, 1894 

Le prostitute sfruttano la stessa disposizione polimorfa, cioè infantile, ai fini della loro professione; e, considerando l'immenso numero di donne che esercitano la prostituzione o che dobbiamo supporre in possesso di una tendenza alla prostituzione, senza tuttavia esercitarla diventa impossibile non riconoscere che questa stessa disposizione a perversioni di ogni genere è una caratteristica umana generale e fondamentale.
Sigmund Freud, Tre saggi sulla teoria sessuale, 1905

La parola «criminale» dovrebbe essere tabù nel nostro vocabolario. O siamo tutti criminali. «Quelli tra voi che sono senza peccato, scaglino la prima pietra»: e non si trovò nessuno che osasse scagliare la pietra contro la prostituta peccatrice.
Mohandas Gandhi, Antiche come le montagne, 1958 (postumo)

Fra le bestie, mica c'è la prostituzione. Invece gli uomini, le prostitute, le più poveracce, le più battone, le insultano con tutti i nomi delle bestie.
Armanda Guiducci, Due donne da buttare, 1976

Il guaio è che le prostitute sono, fra le donne che non possono fare niente, quelle che possono fare meno di niente.
Armanda Guiducci, Due donne da buttare, 1976

Non si paga una prostituta per il sesso, la si paga perché poi se ne vada.
Dashiell Hammet (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Esattamente come le prostitute non hanno nulla a che fare con l’amore perché fanno dell’amore un affare, così gli artigiani non hanno nulla a che fare con l’arte.
Friedrich Hebbel, Diari, 1835/63 (postumo 1885/87)

Le puttane svolgono lo stesso lavoro dei preti ma molto più scrupolosamente.
Robert Anson Heinlein, Lazarus Long l'Immortale, 1973 

Una puttana deve essere giudicata secondo gli stessi criteri degli altri professionisti che offrono servigi contro pagamento... come i dentisti, gli avvocati, i parrucchieri, i medici, gli idraulici, ecc. È professionalmente efficiente? Dà una buona misura? È onesta con i clienti? È possibile che la percentuale delle puttane oneste e competenti sia superiore a quella degli idraulici e molto superiore a quella degli avvocati. Ed enormemente superiore a quella dei professori.
Robert Anson Heinlein, Lazarus Long l'Immortale, 1973 

Le puttane di una volta sono le donne di potere di oggi, quelle di oggi sono delle star... Se non è progresso questo! 
Gregory House (Hugh Laurie), in Dr. House - Medical Division, 2004/12

Anche per fare la puttana ci vuole un certo stile.
Erica Jong, Paura di volare, 1973

A fare un mucchio di puttane, è la Brava Gente che sfrutta le ragazze povere, credete a me .
Nell Kimball, Memorie di una maitresse americana, 1970 (postumo)

Le puttane per la strada si comportano così male che se ne può dedurre il comportamento dei borghesi a casa loro.
Karl Kraus, Di notte, 1918

Non è il sesso, in realtà, che si fa vendere alla prostituta: è la sua degradazione. E il compratore, il cliente, non sta comprando la sessualità, ma il potere.
Kate Millett, Prostituzione, 1973

L'andare a puttane è affare strettamente privato, e ognuno ne risponde (se vuole) alla propria coscienza, eventualmente alla propria donna.
Giampiero Mughini (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Poche cose sono certe e continuative nella storia dell'umanità come l'andare a puttane.
Giampiero Mughini, ibidem

Le prostitute sono oneste e fanno quel che loro piace, non rovinando l'uomo con il «vincolo del matrimonio» - questo nodo scorsoio!
Friedrich Nietzsche, Frammenti postumi, 1869/89

Amico, / ti sei fatto la barba, / ti sei messo il profumo, / hai comprato dei fiori... / È la prima volta che vieni a puttane, eh?
Flavio Oreglio, Poesie catartiche, 2003

Tu, dolce presente nel presente, / dove sei? Non sei qui. / Tu, freschezza della notte, / dove sei? Non sei qui. / Tu, calore della mia vita, / dove sei? Non sei qui... / Va be'! / Anche stasera vado a puttane!
Flavio Oreglio, Poesie catartiche, 2003

Ho scalato le montagne più alte / per cercare e trovare una stella alpina per te. / Mi sono tuffato nel mare profondo / per cercare e trovare delle conchiglie pazzesche per te. / Sono volato fino in Africa
per cercare e trovare una rosa del deserto per te. / Poi... / un giorno... / sotto casa... / senza cercare... / ho trovato un puttanone...
Flavio Oreglio, Non è stato facile cadere così in basso, 2007

Ti sposerò perché sei la rugiada della mia esistenza. / Ti sposerò perché dai un senso alla mia inquietudine. / Ti sposerò perché sei la luce delle mie notti... / Quante palle! / La verità è che ho finito i soldi per andare a puttane!
Flavio Oreglio, Non è stato facile cadere così in basso, 2007

Quella ragazza ha un sacco di talento e di personalità. Dammi due anni e te la trasformo in una puttana da bordello.
John Osborne [1]

La moglie fa risparmiare per qualche tempo la spesa delle puttane ma tutte le puttane del mondo non ci risparmiano il pericolo di prender moglie. 
Giovanni Papini, Schegge, 1913

Gli uomini sono tutti d'accordo per frequentare le prostitute, e lì si sfogano e non dànno più noia alle altre. Dunque le rispettino.
Cesare Pavese, La spiaggia, 1942

− Sono una puttana, ma non bacio sulle labbra.
− Ho un sacco di soldi.
− Smack!
Julia Roberts e Richard Gere, in Pretty Woman, 1990

I fiori sono come le sgualdrine, prostitute per le api.
Bruee Robinson (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Tutte le donne sono in qualche modo prostitute, è preferibile essere una prostituta libera piuttosto che una moglie schiava.
Nawal al Sa'dawi, Firdaus, storia di una donna egiziana, 1975

Le prostitute, forse, non sono null'altro che donne terribilmente danneggiate dall'istituzione monogamica, vere e proprie vittime umane sull'altare della monogamia.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Come disse una vecchia prostituta: “Non si vive di solo pene”…
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

Se eliminassimo le donne pubbliche dalla società, la dissolutezza la inquinerebbe con disordini di ogni genere. Le prostitute sono in una città ciò che la cloaca è in un palazzo: sopprimete la cloaca, il palazzo diventerà un luogo sporco e infetto.
Tommaso d'Aquino, De regimine principum (Del governo dei principi), XIII sec.

Vengo tacciata di «femminismo» tutte le volte che esprimo sentimenti che mi distinguono da uno zerbino o da una prostituta.
Rebecca West (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Una donna povera che non sia onesta è una prostituta, ma una ricca è una signora alla moda.
Oscar Wilde (in conversazione)

Una puttana mi ha detto che mi avrebbe fatto qualsiasi cosa per cinquanta dollari. Così glieli ho dati e le ho detto: «Dipingimi la casa!»
Henny Youngman [1]

Non fissare il tuo sguardo su una vergine, per non essere coinvolto nei suoi castighi. Non dare l'anima tua alle prostitute, per non perderci il patrimonio.
Siracide, Antico Testamento, II sec. a.e.c.

Vino e donne traviano anche i saggi, ancor più temerario è chi frequenta prostitute.
Siracide, Antico Testamento, II sec. a.e.c.

Chi ama la sapienza allieta il padre, ma chi frequenta prostitute dissipa il patrimonio.
Libro dei Proverbi, Antico Testamento, V secolo a.e.c. 

Note
  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Prostituzione - Puttane - BordelloSesso - Lussuria

Nessun commento: