2016-03-03

Prostituzione - 150 Frasi su Puttane e Bordello

Raccolta di frasi, aforismi e battute divertenti sulla prostituzione, le prostitute, i bordelli e le cosiddette "donne facili" o, volgarmente, "puttane". La prostituzione (dal latino prostituĕre, cioè "mettere in vendita") è l'attività abituale e professionale di chi (donne o uomini) offre prestazioni sessuali a scopo di lucro; in alcuni Paesi la prostituzione è legale e regolamentata, mentre in altri è illegale o (ipocritamente) tollerata. Il bordello è l'edificio in cui si esercita la prostituzione, ed chiamato in diversi modi: casa di appuntamenti, casa chiusa, casa di tolleranza, casino, lupanare o postribolo. Un paragrafo di questa raccolta di citazioni fa riferimento al termine "puttana" non per definire la prostituta professionista, ma in senso dispregiativo per indicare la donna che si concede sessualmente con facilità e a molti uomini diversi. I sinonimi di questi due termini sono davvero tanti; per citare solo quelli meno volgari: meretrice, etera, sgualdrina, donna da marciapiede, donna di strada, donna di malaffare, passeggiatrice, peripatetica, bella di notte, cortigiana, accompagnatrice, cocotte, ecc. Negli ultimi anni è stato introdotto anche in Italia il termine inglese "escort". Su Aforismario trovi anche una raccolta di citazioni correlata a questa dedicata al sesso e al rapporto tra uomini e donne.
Penso che il sesso sia la cosa più bella, naturale e pura
che i soldi possano comprare. (Steve Martin)
1. Prostituzione / Prostitute
© Aforismario

Togli le prostitute dalla società e ogni cosa verrà sconvolta dalla libidine. 
Agostino d'Ippona, L'ordine, 386

La donna può decidere di darsi sessualmente facendosi coinvolgere con intensità molto diverse. Ora pochissimo, un po' di più, ora molto, ora moltissimo. Il caso limite è la prostituta che si concede non dando nulla, e simbolizza la sua chiusura totale non baciando mai l'uomo sulla bocca.
Francesco Alberoni, L'erotismo, 1986

Sa, io vado a puttane... così non devo parlare di politica, di film, di Proust; quindi siamo "felici e clienti".
Woody Allen, in Harry a pezzi, 1997

Sono pericolose solo le cose che tolleri a lungo! Una relazione fissa, il matrimonio e i dolci! Il grasso e le puttane sono innocui.
Peter Altenberg, Raccolto, 1915

Ricordate che una meretrice non cambierà mai mestiere. Al massimo, cambia marciapiede.
Amedeo Ansaldi, Manuale di scetticismo, 2014

Quello che le brave ragazze dovrebbero sapere è che se una donna si sforza di diventare una buona casalinga, l'uomo continuerà a desiderare che dietro le porte chiuse si trasformi in una prostituta.
Sherry Argov, Falli soffrire. Gli uomini preferiscono le stronze, 2002

Per abolire la prostituzione bisognerebbe abolire gli uomini. 
Maria Teresa d'Asburgo, XVII sec. (attribuito)

Per le puttane bastano cinquanta euro. Per le donne oneste ci vuole MasterCard!
Bilbo Baggins, su DrZap

Il cuore è come una puttana: quando smette di battere è finita.
Anatolj Balasz [1]

Il privilegio di trovarsi dappertutto a casa propria appartiene solo ai re, alle puttane e ai ladri.
Honoré de Balzac, Splendori e miserie delle cortigiane, 1838/47

Le donne non sono più desiderabili, ma si offrono al desiderio. Si offrono come oggetti al desiderio aggressivo degli uomini. Non che in ogni donna si celi una prostituta in potenza, ma la prostituzione è la conseguenza dell'atteggiamento femminile.
Georges Bataille, L'erotismo, 1957

Che cos'è l’amore? Il bisogno di uscire da sé. L’uomo è un animale adoratore. Adorare, è sacrificarsi e prostituirsi. Così ogni amore è prostituzione.
Charles Baudelaire, Il mio cuore messo a nudo, 1859/66 (postumo 1887/1908)

L’essere più prostituito è l’essere per eccellenza, è Dio, poiché è l’amico supremo per ogni individuo, poiché è la riserva comune, inesauribile dell’amore.
ibidem

L'amore è il gusto della prostituzione. Non v'è piacere nobile che non possa ricondursi alla prostituzione.
Charles Baudelaire, Razzi, 1855/62 (postumo 1887/1908) 

Non ci sono che due luoghi in cui si paga per avere il diritto di dissipare: le latrine pubbliche e le donne.
Charles Baudelaire, Razzi, 1855/62 (postumo 1887/1908) 

La prostituta è un capro espiatorio; l'uomo si scarica su di lei della propria turpitudine quindi la rinnega.
Simone de Beauvoir, Il secondo sesso, 1949

Mantenute ipocritamente ai margini della società, le prostitute vi hanno un posto tra i più importanti.
Simone de Beauvoir, Il secondo sesso, 1949

In molti casi, la prostituta avrebbe potuto guadagnarsi la vita con altri mezzi; ma se questo che ha scelto non le sembra il peggio, ciò non vuol dire ch'ella abbia il vizio nel sangue; piuttosto tale constatazione condanna una società in cui quel mestiere è ancora uno di quelli che paiono a molte donne tra i meno ripugnanti. La gente si chiede: perché l'ha scelto? E si dovrebbe domandare invece: perché non avrebbe dovuto sceglierlo?
Simone de Beauvoir, Il secondo sesso, 1949

La prostituta non ha i diritti della persona umana e in lei si riassumono tutti i simboli della schiavitù femminile.
Simone de Beauvoir, Il secondo sesso, 1949

La maggior parte delle prostitute è moralmente adattata alla sua condizione; ciò non significa che esse siano ereditariamente o congenitamente immorali ma che si sentono, giustamente, integrate ad una società che richiede i loro servizi. Sanno bene che i discorsi edificanti del poliziotto che segna il loro nome sono solo ciance e i sentimenti elevati che i loro clienti ostentano fuori del bordello le lasciano indifferenti.
Simone de Beauvoir, Il secondo sesso, 1949

La prostituta è considerata una paria, sia che uno statuto legale la ponga sotto la tutela della polizia, sia ch'ella lavori clandestinamente.
Simone de Beauvoir, Il secondo sesso, 1949

Poiché i loro rapporti con metà dell'umanità sono di natura commerciale e l'insieme della società le tratta come paria, le prostitute sono strettamente solidali tra di loro; accade che siano rivali, gelose l'una dell'altra, che si insultino e si battano; ma hanno un profondo bisogno le une delle altre per costituire un «contro-universo» in cui ritrovare la loro dignità umana
Simone de Beauvoir, Il secondo sesso, 1949

La prostituta che dà solo il suo corpo è forse meno schiava della donna che deve piacere per mestiere.
Simone de Beauvoir, Il secondo sesso, 1949

La bassa prostituzione è un mestiere penoso, in cui la donna oppressa sessualmente ed economicamente, sottomessa all'arbitrio della polizia, ad un'umiliante sorveglianza medica, ai capricci dei clienti, esposta ai microbi e alle malattie, alla miseria, è veramente abbassata al livello di una cosa.
Simone de Beauvoir, Il secondo sesso, 1949

Tra la bassa prostituta e la grande etera, ci sono molti gradini. La differenza essenziale sta nel fatto che la prima fa commercio della sua pura generalità, dimodoché la concorrenza la mantiene ad un livello di vita miserabile, mentre la seconda si sforza di farsi riconoscere nella sua singolarità: se ci riesce, può aspirare ad alti destini. La bellezza, il fascino, il sex-appeal sono necessari per questo ma non bastano: è necessario che la donna sia distinta dall'opinione. Spesso il suo valore si rivelerà attraverso un desiderio di uomo; ma solo quando questo lo avrà proclamato di fronte al mondo, essa potrà dirsi «lanciata».
Simone de Beauvoir, Il secondo sesso, 1949

I politici, come le prostitute, vengono disprezzati. Ma chi non corre da loro, quando ha bisogno dei loro servigi?
Brendan Behan (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Mai versato un euro per una prestazione sessuale. Mai. La gioia e la soddisfazione più bella sono la conquista. Se tu paghi una donna, che soddisfazione può esserci?
Silvio Berlusconi, cit. su il Giornale,  2009

Una ragazza di vita sul letto di morte. Tanto lei che il suo cuore hanno cessato di battere.
Romano Bertola, Le caramelle del diavolo, 1991

Una santa può cadere nel fango e una prostituta può salire alla luce, ma né l'una né l'altra potrà mai diventare una donna onesta.
Léon Bloy, La Femme pauvre, 1887

Ospedali e galere e puttane: ecco le università della vita. Ho preso diverse lauree. Chiamatemi dottore.
Charles Bukowski, A Sud di nessun Nord, 1973

Se una donna vuol vendere parte del suo corpo probabilmente non è molto diverso da un violinista che dà un concerto... è la sopravvivenza nel modo che si conosce, la morte arriverà ma è meglio giocarla e farla aspettare ancora un po'.
Charles Bukowski, Shakespeare non l'ha mai fatto, 1979

La gente vorrebbe sentire il predicatore parlare di dio, ma lui si ostina a sparlare delle puttane. 
Erskine Caldwell (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Pare che la prostituzione sia un problema. Ma dov'è il problema? Scopare va bene. Vendere va bene. Allora che cosa c'è che non va nel vendere scopate?
George Carlin, Feminist Blowjob, in Parental Advisory, 1990

Ci chiamano donne di malaffare e hanno ragione. Perché troppe di noi praticano malamente la professione.
Sveva Casati Modignani, E infine una pioggia di diamanti, 1989

Una puttana onesta non deve innamorarsi mai, né fare il suo lavoro per piacere ma soltanto per dovere. Amore è dolore.
Sveva Casati Modignani, E infine una pioggia di diamanti, 1989

Un fenomeno che la psicologia dovrà analizzare: molti, con le prostitute, "ci vogliono parlare".
Antonio Castronuovo, Se mi guardo fuori, 2008

Fornicare è da fornice, perché è sotto le volte che stavano a Roma le puttane. Solo chi fornica all'aperto, sotto la volta del cielo, è vero fornicatore.
Guido Ceronetti, Il silenzio del corpo, 1979

Le poste stamperanno un francobollo per celebrare l'anniversario della prostituzione. Il francobollo costerà 60 centesimi ma se vuoi leccarlo sono 20 euro!
Chevy Chase [1]

Chi si uccide per una puttana fa un'esperienza più completa e più profonda dell'eroe che mette a soqquadro il mondo.
Emil Cioran, Sillogismi dell'amarezza, 1952

Vago attraverso i giorni come una puttana in un mondo senza marciapiedi.
Emil Cioran, Sillogismi dell'amarezza, 1952

Ho sempre cercato di fare l’amore solo con le ragazze di cui ero innamorato. Siccome sono dieci anni che non mi innamoro, allora per un periodo ho cercato di fare all'amore anche con le ragazze di cui non ero innamorato. Ma, di solito, in questo caso erano loro ad innamorarsi di un altro. Cercavo delle ragazze di cui non ero innamorato e che non fossero innamorate di un altro, ma in questo caso se ci fossimo innamorati? Avremmo perso del tempo innamorandoci senza amarci... Insomma, alla fine ho preso ventimila lire e sono andato a puttane!
Antonio Cornacchione [1]

Che differenza c'è tra un avvocato ed una prostituta? Quando sei morto la prostituta smette di fotterti.
Matt Damon, in Francis Ford Coppola, L'uomo della pioggia, 1997

La prostituzione avrebbe meno successo se gli uomini non avessero bisogno di confidarsi a ogni costo.
Frédéric Dard, Confezione regalo, 1971

Vengono fuori gli animali più strani, la notte: puttane, sfruttatori, mendicanti, drogati, spacciatori di droga, ladri, scippatori. Un giorno o l'altro verrà un altro diluvio universale e ripulirà le strade una volta per sempre.
Robert De Niro, in Martin Scorsese, Taxi driver, 1976

La prostituzione era conosciuta da tempo in epoca precristiana. Ma non era degradata, era piuttosto sacra, veniva praticata perfino nei templi e specialmente là, da migliaia di ragazze. Il cristianesimo viceversa disprezzava le prostitute, ma in virtù di una morale da scorbutici senza pari aveva bisogno di una valvola di sfogo. La prostituzione crebbe letteralmente da essa.
Karlheinz Deschner, Sopra di noi... niente, 1997

Il cavaliere R. stramilionario sosteneva che tutte le donne cedevano ‹a lui› - e diceva il suo metodo. Egli cioè pedinava qualche bella ragazza in istrada, sussurrandole crudamente: per dieci lire me la dai? A questa profferta il più spesso riceveva una repulsa e qualche volta uno schiaffo. Ma egli senza scomporsi seguitava: e per venti? E se la ragazza rispondeva: neanche per mille! egli tosto: e per 2000? - E così via, si finiva ad arrivare a quella somma alla quale la ragazza cedeva. Aggiungeva il cavaliere R. che la maggiore onestà ch'egli avesse trovato a Milano era di 50.000 lire. Tutte cedevano. Era questione soltanto del prezzo. Con 5 lire, una prostituta: con un milione Lucrezia. Lucrezia è dunque 200.000 volte più puttana della puttana da 5.
Carlo Dossi, Note azzurre, 1870/1907 (postumo 1912/64)

Pagare una donna per fare l'amore, c'è qualcosa di più insensato? Ma come, io faccio la fatica di scoparti e ti devo anche pagare?
Massimo Fini, Dizionario erotico, 2000

Più una società è stanca, più ammira nella prostituzione la caduta dei suoi stessi ideali.
Ennio Flaiano, Taccuino del marziano, 196o (postumo, 1974)

L'uomo insultava la prostituta e lei disse: Senti se vuoi farmi godere non devi chiamarmi puttana ma dirmi che mi vuoi sposare.
Ennio Flaiano, Frasario essenziale per passare inosservati in società, 1969 (postumo)

Sa come diceva quella prostituta? La fic* non la vuole più nessuno, i pompi** li fanno anche le mogli, gli dai il culo sembra che gli dai la merda!
Ennio Flaiano, Frasario essenziale per passare inosservati in società, 1969 (postumo)

Le prostitute sono più vicine a Dio delle donne oneste: han perduto la superbia e non hanno più l'orgoglio. 
Anatole France, Il giglio rosso, 1894 

Le prostitute sfruttano la stessa disposizione polimorfa, cioè infantile, ai fini della loro professione; e, considerando l'immenso numero di donne che esercitano la prostituzione o che dobbiamo supporre in possesso di una tendenza alla prostituzione, senza tuttavia esercitarla diventa impossibile non riconoscere che questa stessa disposizione a perversioni di ogni genere è una caratteristica umana generale e fondamentale.
Sigmund Freud, Tre saggi sulla teoria sessuale, 1905

In amore m'illudo facilmente. Mi basta che una donna mi sorrida e già penso che mio voglia fare lo sconto.
Teo Guadalupi, su DrZap

Non si paga una prostituta per il sesso, la si paga perché poi se ne vada.
Dashiell Hammet (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Le puttane svolgono lo stesso lavoro dei preti ma molto più scrupolosamente.
Robert Anson Heinlein, Lazarus Long l'Immortale, 1973 

Una puttana deve essere giudicata secondo gli stessi criteri degli altri professionisti che offrono servigi contro pagamento... come i dentisti, gli avvocati, i parrucchieri, i medici, gli idraulici, ecc. È professionalmente efficiente? Dà una buona misura? È onesta con i clienti? È possibile che la percentuale delle puttane oneste e competenti sia superiore a quella degli idraulici e molto superiore a quella degli avvocati. Ed enormemente superiore a quella dei professori.
Robert Anson Heinlein, Lazarus Long l'Immortale, 1973 

Le puttane di una volta sono le donne di potere di oggi, quelle di oggi sono delle star... Se non è progresso questo! 
Gregory House (Hugh Laurie), in Dr. House - Medical Division, 2004/12

Anche per fare la puttana ci vuole un certo stile.
Erica Jong, Paura di volare, 1973

La prostituzione del corpo ha in comune col giornalismo la capacità di non dover sentire, ma, rispetto a esso, ha in suo vantaggio la capacità di poter sentire.
Karl Kraus, Detti e contraddetti, 1909

Le puttane per la strada si comportano così male che se ne può dedurre il comportamento dei borghesi a casa loro.
Karl Kraus, Di notte, 1918

Il sesso femminile non ha un ammiratore più grande di me, e ho le ricevute che possono provarlo.
Alan Jay Lerner, The street where I live, 1978

Chi ama la sapienza allieta il padre, ma chi frequenta prostitute dissipa il patrimonio.
Libro dei Proverbi, Antico Testamento, V secolo a.e.c. 

Chi ricorre al sesso a pagamento non è una persona squallida da punire ma un libero cittadino, spesso solo, anziano, vedovo o non particolarmente attraente.
Vladimir Luxuria, cit. su Corriere della Sera, 2006

Io non so se sia nata prima la prostituzione o il capitalismo, ma Sombart [2] ha scoperto che la donna e il denaro sono due termini dipendenti l'uno dall'altro.
Mario Mariani, Il baro, 1922

Tra coloro che si vendono mediante la prostituzione e coloro che si vendono col matrimonio, la differenza consiste unicamente nel prezzo e nella durata del contratto.
Antoine Marro, La pubertà, 1901

Penso che il sesso sia la cosa più bella, naturale e pura che i soldi possano comprare.
Steve Martin [1]

Ricordo bene il mio primo rapporto sessuale. Ho ancora la fattura.
Groucho Marx (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La meretrice, a qualunque categoria si appartenga, e per quanto si voglia abbruttita nel cinismo del vizio, guarda sempre con invidia, con astio e con livore la donna onesta. Non potendo essa più innalzarsi all'altezza, dalla quale precipitò sì giù, vorrebbe trarre le altre donne nella medesima bassezza. 
Francesco Mastriani, I Vermi, 1864

Non è il sesso, in realtà, che si fa vendere alla prostituta: è la sua degradazione. E il compratore, il cliente, non sta comprando la sessualità, ma il potere.
Kate Millett, Prostituzione, 1973

La prostituzione è l'unico delitto del codice penale dove due persone fanno qualcosa per mutuo accordo ma soltanto uno dei due partner, la donna, è passibile di arresto.
Kate Millett, Prostituzione, 1973

L'andare a puttane è affare strettamente privato, e ognuno ne risponde (se vuole) alla propria coscienza, eventualmente alla propria donna.
Giampiero Mughini (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Poche cose sono certe e continuative nella storia dell'umanità come l'andare a puttane.
ibidem

Che cosa rende la prostituzione così dannosa, insidiosa, incerta? Non «il male in sé», bensì la cattiva opinione con cui essa è trattata. Ciò sia detto contro coloro che fanno le statistiche. Si dovrebbe imputare ai BUONI il fatto che l'effetto più o meno grossolano, più o meno sottile dei loro giudizi forma l'uomo internamente ed esternamente.
Friedrich Nietzsche, Frammenti postumi, 1869/89

Le prostitute sono oneste e fanno quel che loro piace, non rovinando l'uomo con il «vincolo del matrimonio» - questo nodo scorsoio!
Friedrich Nietzsche, Frammenti postumi, 1869/89

A conti fatti, il sesso più a buon mercato rimane quello che si fa a pagamento.
Marco Oliverio (Aforismi inediti su Aforismario)

Amico, / ti sei fatto la barba, / ti sei messo il profumo, / hai comprato dei fiori... / È la prima volta che vieni a puttane, eh?
Flavio Oreglio, Poesie catartiche, 2003

Tu, dolce presente nel presente, / dove sei? Non sei qui. / Tu, freschezza della notte, / dove sei? Non sei qui. / Tu, calore della mia vita, / dove sei? Non sei qui... / Va be'! / Anche stasera vado a puttane!
Flavio Oreglio, Poesie catartiche, 2003

Si dice che la prostituzione sia il mestiere più antico del mondo. Non è vero. Il mestiere più antico del mondo è il dentista; solamente dopo alcune donne hanno cominciato a prostituirsi per riuscire a pagare la parcella. Anzi, all'origine il proverbio era: “La donna batte quando il dente duole.”
Flavio Oreglio, Non è stato facile cadere così in basso, 2007

Ho scalato le montagne più alte / per cercare e trovare una stella alpina per te. / Mi sono tuffato nel mare profondo / per cercare e trovare delle conchiglie pazzesche per te. / Sono volato fino in Africa
per cercare e trovare una rosa del deserto per te. / Poi... / un giorno... / sotto casa... / senza cercare... / ho trovato un puttanone...
Flavio Oreglio, Non è stato facile cadere così in basso, 2007

Ti sposerò perché sei la rugiada della mia esistenza. / Ti sposerò perché dai un senso alla mia inquietudine. / Ti sposerò perché sei la luce delle mie notti... / Quante palle! / La verità è che ho finito i soldi per andare a puttane!
Flavio Oreglio, Non è stato facile cadere così in basso, 2007

Quella ragazza ha un sacco di talento e di personalità. Dammi due anni e te la trasformo in una puttana da bordello.
John Osborne [1]

La moglie fa risparmiare per qualche tempo la spesa delle puttane ma tutte le puttane del mondo non ci risparmiano il pericolo di prender moglie. 
Giovanni Papini, Schegge, 1913

Gli uomini sono tutti d'accordo per frequentare le prostitute, e lì si sfogano e non dànno più noia alle altre. Dunque le rispettino.
Cesare Pavese, La spiaggia, 1942

La politica è stata definita la seconda più antica professione del mondo. Certe volte trovo che assomigli molto alla prima.
Ronald Reagan, su Chigago Tribune, 1975

− Sono una puttana, ma non bacio sulle labbra.
− Ho un sacco di soldi.
− Smack!
Julia Roberts e Richard Gere, in Pretty Woman, 1990

Le prostitute, forse, non sono null'altro che donne terribilmente danneggiate dall'istituzione monogamica, vere e proprie vittime umane sull'altare della monogamia.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Non fissare il tuo sguardo su una vergine, per non essere coinvolto nei suoi castighi. Non dare l'anima tua alle prostitute, per non perderci il patrimonio.
Siracide, Antico Testamento, II sec. a.e.c.

Vino e donne traviano anche i saggi, ancor più temerario è chi frequenta prostitute.
Siracide, Antico Testamento, II sec. a.e.c.

Ogni mestiere è prostituzione.
Giovanni Soriano, Maldetti, 2007

In cambio di denaro, tu puoi offrire – e altri possono richiedere – le tue proprietà, le tue creazioni, le tue conoscenze, la tua intelligenza, la tua forza, il tuo coraggio, la tua fantasia, la tua abilità – tutto, ma non puoi offrire o richiedere, e questo in molti paesi del mondo, una prestazione sessuale. Puoi farlo gratis – sempre che tu non arrechi danno o oltraggio ad altri – con chiunque, ovunque e nel modo che piú ti aggrada – ma, legalmente, mai a pagamento. Leggi cosí ottuse puzzano di moralismo lontano un miglio, e spesso di moralismo religioso.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Quando si vuole gettare fango sulla prostituzione e screditarla piú di quanto non lo sia già agli occhi della gente – la tanto temuta e adulata “opinione pubblica” –, al punto da infondere una cattiva coscienza anche in chi si prostituisce liberamente, si suole definirla un’attività ignobile basata sulla “vendita del proprio corpo”. Simili pregiudizi sono tipici di bigotti e moralisti della peggior specie, la cui mente torbida e pruriginosa insudicia tutto ciò che ha a che fare con la sessualità. Chiunque abbia una mente libera non avrà alcuna difficoltà nel considerare la prostituzione come la semplice offerta di una prestazione (in questo caso sessuale) in cambio di denaro, né più né meno di quanto accade in altre professioni. Chi arriverebbe mai a pensare che un chirurgo, un fisioterapista o un parrucchiere nell'esercizio della loro professione vendano il proprio corpo?
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Se eliminassimo le donne pubbliche dalla società, la dissolutezza la inquinerebbe con disordini di ogni genere. Le prostitute sono in una città ciò che la cloaca è in un palazzo: sopprimete la cloaca, il palazzo diventerà un luogo sporco e infetto.
Tommaso d'Aquino, De regimine principum (Del governo dei principi), XIII sec.

Una donna povera che non sia onesta è una prostituta, ma una ricca è una signora alla moda.
Oscar Wilde (in conversazione)

La prostituzione, come la buona recitazione, è rovinata dai dilettanti.
Alexander Woollcott, XX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Mantenute ipocritamente ai margini della società,
le prostitute vi hanno un posto tra i più importanti. (Simone de Beauvoir)
2. Puttane
© Aforismario

Una vera e buona puttana non ama che il piacere.
Anonimo, La Cauchoise, ou Mémoires d'une courtisane célèbre, 1784

La vista di una puttana, anche se più bella di Venere, eccita abbastanza poco il desiderio di un uomo: la facilità che avrebbe a soddisfarlo sacrificando soltanto un po' di denaro, gliene toglie quasi sempre la voglia.
Anonimo, La Cauchoise, ou Mémoires d'une courtisane célèbre, 1784

Io continuo a ripetermi che non tutte le donne sono puttane, lo sono solo le mie.
Charles Bukowski, Factotum, 1975

Il mito della Madonna consegna la donna o alla castità e conseguente rinnegamento della sessualità o alla puttanaggine, che è l'altra faccia della medaglia della santità e dell'innocenza.
Aldo Busi, Manuale della perfetta Mamma, 2000

Vi sono delle puttane che trovano il modo di vendersi, ma non saprebbero trovare quello di darsi.
Nicolas de Chamfort, Massime e pensieri, 1795 (postumo)

Il massimo desiderio sessuale di un uomo è una vergine con l'esperienza di una puttana.
Edward Dahlberg, XX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Il pessimista pensa che tutte le donne siano puttane. L'ottimista lo spera. 
Chauncey Depew, in Franklin Pierce Adams, FPA Book of Quotations, 1952

Le ragazze che dicono “se mi sposi ti voglio bene” − equivalgono alle puttane che dicono “dammi 5 lire e sono tua” −.
Carlo Dossi, Note azzurre, 1870/1907 (postumo 1912/64)

Per quanto onesta una donna, un po' puttana l'è sempre.
Carlo Dossi, Note azzurre, 1870/1907 (postumo 1912/64)

Ci sono uomini così perversi che dicono che le donne sono tutte sgualdrine solo perché una non volle esserlo.
Benito Jerónimo Feijóo y Montenegro, XVII-XVIII sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Spesso la donna italiana è cuoca in salotto, puttana in cucina e signora a letto.
Ennio Flaiano, Diario notturno, 1956

Puttana non è chi si dà a tanti per piacere, ma chi non si dà a nessuno per calcolo.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983 

Alle furbe preferisco le puttane.
ibidem

La mantenuta è una puttana che sa il fatto suo.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Ci sono donne che vendono ciò dovrebbero donare e altre che donano ciò che potrebbero vendere. Le prime sono delle puttane, le seconde, delle sentimentali.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

La stessa donna che nuda, a letto, ama sentirsi dare della puttana, rivestita non tollera insinuazioni sulla sua virtù.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Una vera signora si spoglia della dignità assieme ai suoi vestiti e fa del suo meglio per fare la puttana. In altre occasioni, puoi essere pudica e dignitosa come richiede la tua immagine. 
Robert Anson Heinlein, Lazarus Long l'Immortale, 1973 

Il pensiero vola e va a posarsi sul davanzale di una casa, / sul confine tra il bene ed il male, / tra l'amore e il sesso, il corpo e la mente, / per concludere che, in fondo in fondo, / è divertente il continuo dondolare di tutte le cose, / questa falsa divisione tra puttane e spose.
Jovanotti, Puttane e spose, 1992

Le donne si dividono in tre categorie: le puttane, le stronze e le rompiballe. La puttane la dà a tutti. La stronza la dà a tutti meno che a te. La rompiballe la dà a te, solo a te, sempre a te.
Blanche Knott [1]

È più facile dare della puttana a qualcuno, che esserlo.
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

Sotto il sole non esiste essere più perfido e maligno di una puttana costretta per vecchiaia a diventar bigotta.
Georg Lichtenberg, Aforismi, 1766/99 (postumo 1902/08)

Mi sorge il dubbio che, nonostante tutto, la divisione tra «puttane» e «spose» non sia ancora considerata del tutto «falsa» [...]. Non perché, di fatto, le donne si dividano in due categorie. È assurdo anche solo pensarlo. Ma perché gli uomini, quasi inevitabilmente, tendono a giudicarle, classificarle e schedarle. Non accettano che i ruoli siano molteplici, che una donna possa essere al tempo stesso un'ottima madre di famiglia e un'amante piena di passione.
Michela Marzano, Sii bella e stai zitta, 2010

Le donne sono frigide se non lo fanno, puttane se lo fanno.
Kate Millett, La politica del sesso, 1970

Ho sempre trattato le puttane come principesse e le principesse come puttane. Hanno entrambe gradito. No. Le principesse più delle puttane.
Gianni Monduzzi, Orgasmo e pregiudizio, 1997

Era una ragazza onesta con se stessa: sapeva bene di essere un po’ troia.
Gianni Monduzzi, Orgasmo e pregiudizio, 1997

Non c'è puttana più puttana di una donna che fa la timida.
André-Robert Andréa de Nerciat, Félicia ou Mes Fredaines, 1772

Quelle ragazze che vogliono procurarsi col solo loro fascino giovanile una sistemazione per tutta la vita e la cui furberia viene ancor più aizzata da madri smaliziate, vogliono esattamente la stessa cosa delle etere, solo che sono più intelligenti e più disoneste di queste ultime.
Friedrich Nietzsche, Umano, troppo umano, 1878

Amore, il tuo viso mi ricorda / la bellezza scultorea di Poppea. / Amore, la tua tenacia mi ricorda / la forza eburnea di Cleopatra. / Amore, la tua astuzia mi ricorda / l'efebica astuzia di Messalina. / Amore, ci hai fatto caso che mi ricordi / solo delle grandissime puttane?
Flavio Oreglio, Poesie catartiche, 2003

Le puttane battono a soldi. Ma quale donna si dà altro che a ragion veduta?
Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935/50 (postumo 1952)

Nella vita succede a tutti di incontrare una troia. A pochissimi di conoscere una donna amante e onesta. Su cento, novantanove sono troie.
Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935/50 (postumo 1952)

L'uomo che mette in cinta una sgualdrinella e poi la sposa, è come se cacasse nel proprio cappello e poi se lo schiaffasse in testa.
Samuel Pepys, Diario, 1825 (postumo)

Per un porco tutte le donne sono puttane, per una puttana tutti gli uomini sono porci.
Emilio Rega, Oltre le stelle, 1997

La donna scaltra sa vendersi, dove l'ingenua si concede.
Mathurin Régnier, Satire, 1608/13

Gli uomini vogliono che tutte le donne si stendano come puttane e si alzino come vergini.
Isaac Bashevis Singer, XX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Adamo ed Eva: cosa mai poteva venire di buono dal primo coglione sulla Terra e da una puttana per antonomasia?
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

Si va in cerca d'una cortigiana lussuriosa e si trova una puttanella tutta maternità. Perciò l'immoralista molte volte è casto.
Italo Tavolato, Contro la morale sessuale, 1913

Puttaniere non è una parola offensiva, è uno stato (lo stesso si può dire per la donna), uno stato d'inquietudine, di curiosità e di bisogno di novità, soddisfatto dall'unione per il piacere non con una ma con molte. 
Lev Tolstoj, Diari, 1847-1910 (postumo, 1928/58)

Una puttana mi ha detto che mi avrebbe fatto qualsiasi cosa per cinquanta dollari. Così glieli ho dati e le ho detto: «Dipingimi la casa!»
Henny Youngman [1]

Non più puttane, non più madonne, finalmente donne.
Slogan femminista

Il pessimista pensa che tutte le donne siano puttane. L'ottimista lo spera. (Chauncey Depew)
Proverbi sulle Puttane
  • Amore di puttana, fuoco di paglia: subito brucia e subito muore.
  • Cani, cornuti e puttane in vecchiaia muoion di fame.
  • Chi porta la moglie a ogni festa e il cavallo a bere a ogni fontana, alla fine dell'anno avrà il cavallo bolso e la moglie puttana.
  • Far la puttana e` il mestiere più antico del mondo.
  • In ogni piazza ci son campane e in ogni razza ci son puttane.
  • La puttana e il mascalzone trovan sempre l’occasione.
  • La puttana e` come il carbone: o tinge o brucia.
  • La puttana non sa dire mai di no.
  • La puttana vuole caz** e quattrini.
  • Parola di puttana quasi menzogna.
  • Preti e puttane ci son sempre stati e sempre ci saranno.
  • Puttana, cavallo e pesco di trentanni hanno già il vecchio.
  • Quattrini di puttana non durano una settimana.
I bordelli... le uniche istituzioni italiane in cui la tecnica venisse rispettata
e la competenza riconosciuta. (Indro Montanelli)
3. Bordello / Casino / Casa chiusa
© Aforismario

Ahi serva Italia, di dolore ostello, / nave sanza nocchiere in gran tempesta, / non donna di provincie, ma bordello! 
Dante Alighieri, Purgatorio, Divina Commedia, 1304/21

Le prigioni sono costruite con le pietre della legge, i bordelli con i mattoni della religione. 
William Blake, Proverbi infernali, Il matrimonio del cielo e dell'inferno, 1790/93

A diciott'anni si entrava la prima volta in un bordello ed era per i più una cresima lieta, come prendere gli ordini di un sacerdozio profano. Per pochi, uno o due, significò scriversi sopra la carne il tatuaggio di un fiordaliso mortale.
Gesualdo Bufalino, Il malpensante, 1987

Mio fratello è così cretino che morirebbe assiderato davanti a un bordello aspettando che la luce da rossa diventi verde per passare!
Al Capone [1]

Il medico Benedetti dice di una donna melancolica e amenorroica, che una sera esce di casa nuda, entra in un bordello, e qui si fa possedere quindici volte. In seguito ritrova le mestruazioni perdute, guarisce completamente dalla Malinconia.
Guido Ceronetti, Il silenzio del corpo, 1979

Appena adolescente, la prospettiva della morte mi gettava nell'angoscia; per sfuggirvi mi precipitavo al bordello o invocavo gli angeli.
Emil Cioran, Sillogismi dell'amarezza, 1952

Chi non ha visto un bordello alle cinque del mattino non può immaginare verso quali prostrazioni si incammina il nostro pianeta.
Emil Cioran, Sillogismi dell'amarezza, 1952

Una nazione senza bordelli è come una casa senza bagni. 
Marlene Dietrich (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La continenza non si ottiene che a forza d'incontinenza. Il casino difende la casa.
Carlo Dossi, Note azzurre, 1870/1907 (postumo 1912/64)

Un governo d'onesti è come un bordello di vergini.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983 

Si trova: nell'albergo, nella scuola, nell'ufficio, nella strada, nel caffè, al cinematografo, in teatro, nella famiglia, da per tutto. Quindi, per esser giusti, e ad onore delle meretrici patentate e dei loro fedeli avventori, il bordello meno schifoso di tutti è il vero e proprio bordello.
Domenico Giuliotti e Giovanni Papini, Dizionario dell'omo salvatico, 1923

La perversità dei piaceri della vita ci mostra i suoi aspetti più spaventosi in casa e nella società, e crea l'esigenza di andare ogni tanto in un bordello dove poter ricordare che la purezza dei sentimenti è inestimabile. E dove mai la buona educazione borghese è tenuta in tanto onore, in questo nostro mondo che va in sfacelo, se non presso un paio di ruffiane?
Karl Kraus, Die Fackel, 1906/13

Una scienza che sa tanto poco del sesso quanto dell'arte ha messo in giro la voce che nell'opera d'arte la sessualità dell'artista verrebbe «sublimata». Che bella funzione dell'arte, quella di far risparmiare il bordello! Ma il bordello ha una funzione ancor più sottile, quella di risparmiare la sublimazione per mezzo di un'opera d'arte.
Karl Kraus, Di notte, 1918

Non si ha ogni momento sottomano un bordello o una bigotta, ma l'uccello c'è sempre per menarselo.
Jean-Charles Gervaise de Latouche, Histoire de Dom Bougre, portier des Chartreux, 1740

Un bordello ci vuole, in una città per bene: come ci vuole il Municipio, il Tribunale, le carceri, l'ospedale, il cimitero, e il Monte di Pietà.
Curzio Malaparte (Kurt Erich Suckert), Sangue, 1937

Si può essere innamorati di diverse persone per volta, e di tutte con lo stesso dolore, senza tradirne nessuna, il cuore ha più stanze di un bordello.
Gabriel García Márquez, L'amore ai tempi del colera, 1985

Famiglie in cui le lenzuola erano (in genere) pulite solo perché i maschi potevano sporcare quelle dei bordelli, dove peraltro imparavano a fare l'amore senza complessi e timidezze, i bordelli essendo le uniche istituzioni italiane in cui la tecnica venisse rispettata e la competenza riconosciuta.
Indro Montanelli, Addio, Wanda!, 1956

Una popolazione operaia ha bisogno di buoni bordelli.
Friedrich Nietzsche, Frammenti postumi, 1869/89

Non dite a mia madre che faccio il pubblicitario... Lei mi crede pianista in un bordello
Jacques Séguéla, Non dite a mia madre..., 1979

La virtù è qualcosa di alto, eccelso, regale, invincibile, infaticabile, invece il piacere è una cosa bassa, servile, debole, effimera e sta di casa nei bordelli e nelle taverne.
Lucio Anneo Seneca, Sulla felicità, I sec.

Le case [chiuse] erano soprattutto luoghi di dolcezza e di umanità. Le ragazze avevano toccato il fondo della realtà: ecco perché erano intelligenti e perché erano caritatevoli e gentili.
Mario Soldati, L'uscio del batticuore, in Giancarlo Fusco, Quando l'Italia tollerava, 1965

Se il mondo fosse come lo presenta un certo cinema d'oggi, sarebbe un incredibile bordello.
Alberto Sordi, su Il Monello, 1975

Da piccolo volevo fare o il suonatore di piano in un bordello, oppure il politico. E ora posso dirvi la verità: non c’è una gran differenza.
Harry Truman [1]

Proverbi sul Bordello
  • Bordello e processo, taverna e orinale mandan l’uomo all'ospedale.
  • Chi ha un piede in bordello ha l’altro in ospedale.
  • Da donna di bordello, da beccata di corvo e da gioco con tre dadi, Dio ci tenga liberati.
  • Tutti i predicatori si ritrovano al bordello.
Note
  1. Battuta tratta da Gino e Michele, Anche le formiche nel loro piccolo s'incazzano. Opera omnia, Baldini e Castoldi, 1995.
  2. Werner Sombart (1863-1941) economista e sociologo tedesco. [cfr. cit. di Mario Mariani].
  3. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Lussuria

Nessun commento: