2016-04-18

Adozione e Orfani - Le più belle frasi adottive

Raccolta dei migliori aforismi e delle frasi più toccanti sull'adozione e gli orfani. Il termine "adottare" deriva dal latino adoptare, composto da ad- e optare, cioè "desiderare", "scegliere", e scegliere di adottare un bambino è sicuramente qualcosa di ammirevole. In termini giuridici, "l'adozione è la pratica che consente di formarsi una filiazione civile, che sorge cioè non già per vincolo di sangue, ma per un rapporto giuridico costituito mediante il consenso di un adottante e di un adottato, con le forme e le condizioni stabilite dalla legge". [Vocabolario Treccani].
In questa raccolta si segnalano alcune osservazioni del grande pedagogo Alexander Neill, che risponde ad alcune delle domande più inquietanti per i genitori adottivi: bisogna dire al bambino che è stato adottato? E se la risposta è affermativa, a quale età è preferibile farlo?
In appendice, la consolazione per la morte di una madre di Edmondo De Amicis. Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa dedicate alla famiglia e al rapporto tra genitori e figli.
L'adozione è quando un bambino cresce nel cuore della sua mamma, invece che nella sua pancia.
1. Adozione
© Aforismario

L'adozione è quando un bambino cresce nel cuore della sua mamma, invece che nella sua pancia.
Anonimo

È una crudele ironia che mentre altre donne evitano di avere figli o abortiscono, a [lei] il destino li negasse. Dovette rassegnarsi a non averli, perché persino il fantastico metodo di impiantarle nel ventre un ovulo estraneo fertilizzato risultò inutile, ma rimaneva la possibilità dell’adozione. C’è un’infinità di creature senza famiglia che attendono che qualcuno offra loro una casa generosa.
Isabel Allende, La somma dei giorni, 2007

La nascita è un evento straordinario, di grande portata, ma anche il primo incontro col bambino adottato può toccare vette inusitate di intensità emozionale e dare inizio ad una indimenticabile esperienza emotiva.
Anna Maria Bacherini, in Corrado Bogliolo e Camillo Loriedo, Famiglie e psicopatologia infantile, 2005

È meglio che un bambino resti in Africa piuttosto che sia adottato da una coppia omosessuale.
Rosy Bindi, su la Repubblica, 2007

Per un bambino africano, come per ogni altro bambino, l'adozione è sempre l'ultima istanza, dopo che sono fallite tutte le altre possibilità.
Rosy Bindi, su la Repubblica, 2007

L’adozione è la paternità-maternità adeguata all'attuale esplosione demografica, l’unica degna di una coscienza che riflette.
Guido Ceronetti, La carta è stanca, 1976

Se si rinuncia, per generosità morale e sociale, per rispetto di un impedimento naturale, ad avere figli di sangue, niente – se non il solito law’s delay di Amleto – vieta che si prendano dappertutto figli abbandonati, i respinti, i maleamati, per dargli un cuore, una casa e un nome.
Guido Ceronetti, La carta è stanca, 1976

Nell'adozione cadono i limiti morali al numero: uno, due, o dodici come le tribù di Giacobbe, o cento come i prepuzi di Filistei ordinati a Davide da Saulle. Chi fa questo, di rado li assassina col disamore.
Guido Ceronetti, La carta è stanca, 1976

Ho quattro figli. Due sono stati adottati. Non ricordo quali.
Bob Constantine (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario) [1]

Lo studio dell'origine etimologica del verbo adottare ci richiama al bisogno di uscire dalle categorie di 'genitori', 'figli', 'nazionale', 'internazionale', ecc. per meglio comprendere il gesto di due persone che decidono di condividere un orizzonte di prossimità.
Monica Crotti, Adottare e lasciarsi adottare, 2006

Ogni bambino che considerate come vostro, diventa il vostro se date voi stessi per quel bambino.
Dale Evans (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario) [1]

Da un punto di vista etico, l'adozione di un bambino che non ha genitori, o che è stato abbandonato, è un atto molto nobile: chi educa e fa crescere un orfano in casa sua è come se l'avesse procreato.
Marinella Ferranti, Adozioni, 2003

Un bambino è felice quando è desiderato e accettato e questo vale sia per quelli naturali che per quelli adottati.
Marinella Ferranti, Adozioni, 2003

L'adozione mette bene in luce che i legami di sangue non sono i soli in grado di stabilire delle relazioni di amore materno, paterno e filiale.
Marinella Ferranti, Adozioni, 2003

Madre adottiva? Sono una mamma. Non ho bisogno di nessun altra etichetta.
Joanne Greco (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario) [1]

In qualche modo entra in gioco il destino. Dei bambini finiscono con te e tu vai a finire con loro. È qualcosa di magico.
Nicole Kidman (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario) [1]

Dovresti proprio prendere in considerazione l’adozione [...], al giorno d’oggi è l’unico modo responsabile di avere un figlio.
Sophie Kinsella, I love shopping, 2010

Mi chiedo se coloro che sostengono che sia giusto dare l’opportunità a delle famiglie gay di adottare un bambino, preferirebbero affidare (nel caso vi fossero costretti) un loro figlio ad una coppia eterosessuale o ad una coppia gay. Premesso, chiaramente, che si trattasse di due coppie composte da persone affidabili e pronte a donare tutto ciò che un bambino necessita; credo che tutti sceglierebbero la prima opzione.
Menotti Lerro, Aforismi di una notte, 2008

Il loro matrimonio durava nel tempo, nonostante la dolorosa assenza di un figlio. Qualche volta lei gli aveva parlato di una adozione, ma lui si era rivoltato scandalizzato; «Il sangue di un altro, la carne di un altro, le memorie ataviche magari di un'altra cultura, no non se ne parla!». E chiudeva rancoroso la questione.
Dacia Maraini, L'amore rubato, 2012

I genitori che hanno adottato un bambino devono dirgli la verità sull'adozione. Una madre adottiva che lascia credere al bambino di essere la vera madre va in cerca di guai, e in molti casi li avrà veramente.
Alexander Neill, Summerhill, 1960

Dobbiamo dire al bambino che siamo i suoi genitori adottivi? Certamente, sì. Se il vostro bambino ha ricevuto il vostro affetto fin dall'infanzia, avete poco da temere.
Alexander Neill, Il genitore consapevole, 1966

Si deve dire la verità a un bambino adottato, senza tener conto dell'età a cui è stato adottato. Se si dice a una bambina di sei anni che è adottiva, con dei bravi genitori affettuosi è probabile che dimentichi la cosa... se i genitori sono buoni ed affettuosi; se si evita di dire la verità, lo shock di una scoperta tardiva può avere gravi conseguenze.
Alexander Neill, Il genitore consapevole, 1966

Alcuni genitori adottivi pensano: « Il bimbo è stato adottato a sei settimane. Non può assolutamente saperne nulla. Non è il caso di dirglielo. » Questa via può essere pericolosa, poiché i bambini hanno tutti i mezzi ed i modi per scovare i segreti. Ho conosciuto un ragazzo che aveva sedici anni quando
scoprì la verità. I suoi genitori adottivi mi dissero che dopo quello shock era diventato freddo e riservato nei rapporti verso di loro. Molto più sicuro dire la verità.
Alexander Neill, Il genitore consapevole, 1966

Il bambino adottivo quando è un bambino difficile non protesta in realtà contro i genitori adottivi; va molto più indietro sentendo, non pensando: «Mia madre non mi ha mai voluto. Mi ha abbandonato e io la odierò sempre».
Alexander Neill, Il genitore consapevole, 1966

Alcuni dei miei allievi che erano stati adottati hanno cercato di incontrare la madre naturale per stabilire un rapporto personale; l'esperimento non ha mai avuto successo. La madre che vedevano era un'estranea, non la madre affettuosa e piena di calore dei loro sogni infantili.
Alexander Neill, Il genitore consapevole, 1966

Il mio figlio adottivo era il ragazzino più sveglio che avessi mai visto, ma una vocina continuava a ronzarmi nella testa: «Ricordati del sassofono, dopo un mese te ne sei stancata e l'hai ficcato nell'armadio».
Paula Poundstone [2]

Mia madre mi ha dato alla luce in questo mondo, ma sono stati i miei genitori adottivi a darmi la vita.
Christina Romo (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario) [1]

Attraverso l'adozione andiamo oltre le nostre cerchie immediate e, per giunta, troviamo un inaspettato senso di appartenenza con gli altri.
Isabella Rossellini (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario) [1]

Adottare un figlio è un'esperienza decisiva per la propria vita, esattamente come metterne uno al mondo.
Monica Toselli, Adottare un figlio, 2008

La decisione di adottare un figlio rientra negli avvenimenti non banali, ancora relativamente privi di modelli di riferimento, ma è caratterizzata dal fatto di essere un evento previsto, scelto. In questo senso può essere definita un "rischio ben calcolato".
Monica Toselli, Adottare un figlio, 2008

L'atto di adottare solitamente ripara due dolori: quello dei genitori di non aver potuto avere figli (coppia senza figli) e quello del bambino di non aver avuto una famiglia.
Monica Toselli, Adottare un figlio, 2008

La biologia è l'ultima cosa che rende qualcuno una madre.
Oprah Winfrey (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario) [1]

Io non ti ho fatto il dono della vita, ma in cuor mio so che l'amore che provo è profondo e sincero, come se ciò fosse accaduto. Per noi, essere l'uno con l'altro è come un sogno che si avvera. No, non ti ho dato la vita, ma la vita mi ha donato te.
Anonimo (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario) [1]

L'adozione da parte di un altro paese è un mezzo alternativo di assistenza, qualora il bambino non trovi accoglienza in una famiglia affidataria o adottiva del proprio paese d'origine, né altra soddisfacente sistemazione.
Dichiarazione dei diritti del fanciullo (art. 21), 1959/89

L’adozione è la paternità-maternità adeguata all'attuale esplosione demografica,
l’unica degna di una coscienza che riflette. (Guido Ceronetti)
2. Orfani / Orfanotrofio
© Aforismario

Per una battuta di spirito sarei capace di uccidere mio padre e mia madre. Per fortuna sono orfano.
Marcel Achard, Patate, 1954

Orfano. Essere vivente cui la morte ha tolto ogni chance di esprimere sentimenti di ingratitudine filiale. Questa sventura suscita particolare commiserazione in tutte le persone di buoni sentimenti. Da giovane l’orfano è in genere ospitato in un istituto, dove un rapido corso di geografia provvede a insegnargli quale sia il suo posto in società. Una volta apprese le arti dell’umiltà e del servilismo, l’orfano è lasciato libero di andare alla conquista del mondo, magari come lustrascarpe o sguattero.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Praticate il diritto e la giustizia, liberate l'oppresso dalle mani dell'oppressore, non fate violenza e non opprimete il forestiero, l'orfano e la vedova, e non spargete sangue innocente.
Geremia, Antico Testamento, V sec. a.e.c.

Il trovatello è un bimbo che la madre ha concepito fra l’amore e la fede, che lo ha partorito fra la paura e il delirio della morte. Lo ha nutrito con ciò che di vivo restava nel suo cuore e lo ha lasciato davanti al cancello dell’orfanotrofio con la testa china sotto il peso della sua croce. E per completare
la tragedia di lei, tu ed io l’abbiamo insultata: «Scellerata, Scellerata!».
Kahlil Gibran, Massime spirituali, 1962 (postumo)

È estinta o si sta estinguendo la stirpe dei padri. Da tempo orfani, noi generiamo degli orfani, essendo stati incapaci di diventare noi stessi dei padri.
Natalia Ginzburg, Mai devi domandarmi, 1970

Le tracce del suo amore sono vive, popolano gli orfanotrofi.
Stanisław Jerzy Lec, Nuovi pensieri spettinati, 1964

Se avete fratelli piccini o sorelle giovinette, ed avete la sventura d’esser orfani, dovete essere per essi più che fratelli, dovete essere ‘loro padre. Sono creature deboli e sole, legate a voi per i vincoli santi del sangue e dell’affetto; e che, appoggian dosi a voi, come la vite all'olmo, da voi aspettano protezione contro le bufere della vita, da voi la mano che li guidi e li sorregga. L’affetto diventa in questo caso uno dei più cari doveri, uno degli obblighi più sacrosanti, e dovete esser fieri d’adempierlo.
Paolo Mantegazza, Il bene e il male, 1861

La donna che non ha figli può esser madre nel cuore e nel pensiero, anzi lo è sempre. Essa ama i figli degli altri, ama gli infelici, ama i deboli, gli orfani, i derelitti; ama sempre qualcuno che possa chiamar creatura.
Paolo Mantegazza, Le estasi umane, 1887

Io e colui che ha protetto degli orfani (fossero gli orfani della sua famiglia, di parenti lontani o di stranieri anche) saremo nello stesso posto nell'altro mondo; come le mie due dita, quasi toccandosi l’uno con l’altro.
Maometto, in Abdullah Al-Mamun Suhrawardy, I detti del Profeta, 1905

Non è affatto cosa ridicola il sentirsi, anche a sessant'anni, dei poveri orfani.
Fausto Melotti, Linee, 1975/78

Non sono mai stata felice in quegli anni [in orfanotrofio]. Avevo solo nove anni, ma quello che ho provato è indimenticabile. Il mondo intorno a me si era sbriciolato. Quando una ragazzina si sente sola e persa con nessuno che la voglia è qualcosa che non potrà mai dimenticare fino all'ultimo giorno di vita.
Marilyn Monroe (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Non tutti possono essere orfani.
Jules Renard, Pel di Carota, 1894

Non tutti i bambini hanno la fortuna di essere orfani.
Jules Renard, Diario, 1887/1910 (postumo, 1925-27)

Il sogno della madre è il tepore dei letti, / è il nido ovattato dove i fanciulli stretti, / come uccelli belli nella culla dei rami, / dormono un sonno dolce di bianchi reami. / Qui c'è solo un nido senza piume e calore, / dove i bimbi non dormono, han freddo e timore; / un nido gelato da quegli amari venti...
Arthur Rimbaud, Le strenne degli orfani, 1870

Sii come un padre per gli orfani e come un marito per la loro madre e sarai come un figlio dell'Altissimo, ed egli ti amerà più di tua madre.
Siracide, Antico Testamento, II sec. a.e.c.

È vero, ho rubato per venticinque anni, ma l'ho fatto per alleviare le sofferenze di un orfano, povero, senza casa, senza madre, né padre: io.
Totò (Antonio de Curtis), in Totò sceicco, 1950

La perdita di un genitore si può considerare una disgrazia; la perdita di entrambi rasenta la sbadataggine.
Oscar Wilde, L'importanza di chiamarsi Ernesto, 1895

Orfano non è colui che ha perso i genitori, ma chi non ha né scienza né educazione.
Anonimo

Un bambino senza madre è come un nido senza piume, senza calore.
Anonimo (attribuito ad Arthur Rimbaud)

Proverbi sugli Orfani
  • Chi ha mamma non è orfano.
  • Il padre vecchio genera orfani.
  • L’orfano non è mai bambino.
  • Meglio orfano di padre che di madre.
L'orfano ha Dio per padre.
Proverbio africano

Consolazione per la morte di una madre
Edmondo De Amicis, Cuore, 1886 (parole attribuite a Giuseppe Mazzini)

Amico, tu non vedrai mai più tua madre su questa terra. Questa è la tremenda verità. Io non mi reco a vederti, perché il tuo è uno di quei dolori solenni e santi che bisogna soffrire e vincere da sé soli. Comprendi ciò che voglio dire con queste parole: – Bisogna vincere il dolore? – Vincere quello che il dolore ha di meno santo, di meno purificatore; quello che, invece di migliorare l’anima, la indebolisce e l’abbassa. Ma l’altra parte del dolore, la parte nobile, quella che ingrandisce e innalza l’anima, quella deve rimanere con te, non lasciarti più mai. Quaggiù nulla si sostituisce a una buona madre. Nei dolori, nelle consolazioni che la vita può darti ancora, tu non la dimenticherai mai più. Ma tu devi ricordarla, amarla, rattristarti della sua morte in un modo degno di lei. O amico, ascoltami. La morte non esiste, non è nulla. Non si può nemmeno comprendere. La vita è vita, e segue la legge della vita: il progresso. Tu avevi ieri una madre in terra: oggi hai un angelo altrove. Tutto ciò che è bene sopravvive, cresciuto di potenza, alla vita terrena. Quindi anche l’amore di tua madre. Essa t’ama ora più che mai. E tu sei responsabile delle tue azioni a Lei più di prima. Dipende da te, dalle opere tue d’incontrarla, di rivederla in un’altra esistenza. Tu devi dunque, per amore e riverenza a tua madre, diventar migliore e darle gioia di te. Tu dovrai d’ora innanzi, ad ogni atto tuo, dire a te stesso: – Lo approverebbe mia madre? – La sua trasformazione ha messo per te nel mondo un angelo custode al quale devi riferire ogni cosa tua. Sii forte e buono; resisti al dolore disperato e volgare; abbi la tranquillità dei grandi patimenti nelle grandi anime: è ciò che essa vuole.

Note
  1. Citazione tradotta dall'inglese a cura di Aforismario.
  2. Battuta tratta da: Sol Brodski, Siamo seri, ridiamoci sopra, Pan, 2006
  3. Lo sapevi? Per ingrandire le immagini presenti su Aforismario basta cliccarci sopra.
  4. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Genitori e Figli - Famiglia - Amore materno

Nessun commento: