2016-04-12

Ombelico - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta dei migliori aforismi e delle frasi più significative sull'ombelico, cioè la formazione cicatriziale, localizzata sulla superficie anteriore dell'addome, corrispondente al punto di inserzione del cordone ombelicale che, durante lo sviluppo intrauterino, collega il feto al corpo materno, garantendogli il rifornimento di sangue ossigenato e principi nutritivi. L'ombelico, in quanto centro geometrico del corpo, è divenuto, in varie culture, simbolo della centralità. In alcune citazioni riportate in questa pagina, l'ombelico è considerato anche in senso figurato per esprimere atteggiamenti egocentrici, come nell'espressione "contemplare il proprio ombelico"..
L'ombelico femminile ha anche una valenza erotica, al punto che, come osserva Desmond Morris: "L'ombelico [...] non solo veniva cancellato dalle prime fotografie, ma la sua esibizione era esplicitamente proibita dall'originale "Codice di Hollywood", così che le danzatrici degli harem dei film anteguerra dovevano sempre apparire con qualche ornamento che lo coprisse. Nessuna spiegazione fu mai fornita per questo tabù, a parte la zoppicante scusa che la vista dell'ombelico avrebbe potuto indurre i bambini a chiedere a che cosa servisse e così anticipare la tormentosa spiegazione dei "fatti della vita". Tra adulti, tuttavia, è chiaramente un pretesto irragionevole; la vera ragione era evidentemente che l'ombelico ricorda moltissimo l'"orifizio segreto". (Il comportamento intimo, 1971).
Su Aforismario trovi anche una raccolta di citazioni correlata a questa dedicata al cordone ombelicale.
Il mondo gira sull'ombelico della donna. (Anacleto Verrecchia)
1. Ombelico
© Aforismario

L'ombelico è una lapide che ricorda, invece della morte, la nascita
Vittorino Andreoli, L'uomo di superficie, 2012

Le donne che mantengono l'interesse di un uomo non sono quelle che si sentono sicure perché portano la minigonna, il piercing all'ombelico o un abitino nero con la scollatura profonda. Una stronza non fa mai affidamento su queste cose per sentirsi a proprio agio. Fa affidamento su ciò che è come donna.
Sherry Argov, Falli soffrire, 2002

Le curve dei tuoi fianchi sono come monili, / opera di mani d'artista. / Il tuo ombelico è una coppa rotonda / che non manca mai di vino drogato. / Il tuo ventre è un mucchio di grano, / circondato da gigli.
Cantico dei Cantici, Antico Testamento, IV sec. a.e.c.

Che cosa ci trovassero di tanto straordinario nel mio ombelico, ci ha pensato mia madre a svelarlo: "Piace perché è un ombelico alla bolognese".
Raffaella Carrà (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La scienza sa perché la calamita attira il metallo, la scienza non sa però perché l'ombelico attira tutti i pelucchi di lana.
Maurizio Crozza, a Crozza Italia, 2006/09

Ai ragazzi d'oggi l'ombelico scoperto delle ragazze non fa alcun effetto. A noi invece, over settanta, fa un effetto pazzesco.
Luciano De Crescenzo, I pensieri di Bellavista, 2005

Il cervello è il principio della mente; il cuore, dell'anima e del senso; l'ombelico, del radicarsi e crescere dell'embrione
Filolao di Crotone, IV sec. a.e.c.

Avrei voluto farmi un delfino sull'ombelico. [...] Entrammo da un tatuatore, e quello, gentile, mi disse: «Sei proprio sicura? Sull'ombelico? Guarda che quando resterai incinta, il delfino diventerà una balena, e quando dimagrirai, si trasformerà in un'acciuga».
Michelle Hunziker, intervista di Fabrizio Roncone, su Io Donna, 2011

Osservava le ragazze, che mettevano tutte in mostra l'ombelico tra i pantaloni a vita molto bassa e la maglietta molto corta. Era affascinato; affascinato e persino turbato: come se il loro potere di seduzione non fosse più concentrato nelle cosce, nelle natiche o nel seno, ma in quel buchetto tondo situato al centro del corpo.
Milan Kundera, La festa dell'insignificanza, 2013

Tutte le aperture del corpo al di sopra dell'ombelico sono pure, quelle sotto l'ombelico sono impure. Soltanto nella fanciulla l'intero corpo è puro.
Codice di Manu (Manusmrti), ca. II sec. a.e.c. - II sec. e.c.

Ti prometto di dire sempre sì, quando mi chiederai "mi stanno bene i capelli stasera?". Darò un nuovo significato alla parola coccole, sarò così premuroso da leggerti l'oroscopo tutti i giorni, conserverò tutti i biglietti d'auguri che mi manderai e ti scriverò delle lettere vere quando saremo lontani. Non pretenderò mai che tu sappia dove ho lasciato le chiavi della macchina e non lascerò mai i calzini per terra. Con me, il tappo sarà sempre sul tubetto del dentifricio, comincerò a usare gli slip se ti piacciono. Il mio ombelico sarà sempre senza lanuggine.
Matthew (Jonathan Tucker), in 100 ragazze, 2000

Di fatto, se c’è in noi una parte debole e che sembri dover temere il freddo, dovrebbe essere lo stomaco, dove avviene la digestione; i nostri padri lo portavano scoperto, e le nostre dame, così tenere e delicate come sono, poco manca ormai che vadano mezzo scoperte fino all'ombelico.
Michel de Montaigne, Saggi, 1580/88

Le ragazze ancheggiano, ridacchiano e ostentano il loro corpo morbido e le loro chiome tentatrici. Le pance scoperte, ornate di lucide borchiette all'ombelico e di tatuaggi violacei più giù, chiedono: Che altro c'è da vedere?
John Updike, Terrorista, 2006

Il mondo gira sull'ombelico della donna. Dio, se c'è, è sicuramente una donna.
Anacleto Verrecchia, Diario del Gran Paradiso, 1997

Il ponte che lega l’uomo e la donna non è molto alto. Di solito non supera il livello dell’ombelico.
Anacleto Verrecchia, Diario del Gran Paradiso, 1997

Adamo aveva l'ombelico?
Anonimo

Il vecchio fa alla giovane quel che una pulce fa nell'ombelico.
Proverbio

Troppo grande è il numero delle persone che oggi passano il tempo
a considerare il loro ombelico come se fosse il centro dell’universo. (Marcel Proust)
2. Ombelico (in senso figurato)
© Aforismario

Se lo scrittore non racconta la realtà viene accusato di guardare solo il suo ombelico, se la racconta gli dicono che denigra.
Giuseppe Culicchia, su Corriere della sera, 2009

Per attorcigliarsi intorno al proprio ombelico e pretendere di farne [...] un'opera, bisogna avere l'ombelico, e anche piuttosto grosso come Proust o come Bergman, sennò si fa solo dell'onanismo.
Massimo Fini, Il conformista, 1990 [1]

L'uomo nuovo dev'essere elastico, muscoloso, saltante, rimbalzante, rotolante, caprioieggìanttì, muìtìgiocolante e guerreggiante. Non è più l'ora di contemplarsi l'ombelico né di perdere il tempo a leggere a scrivere o, peggio ancora, a meditare.
Domenico Giuliotti e Giovanni Papini, Dizionario dell'omo salvatico, 1923

Questo è l'ombelico del mondo / è qui che nasce l'energia / centro nevralgico del nuovo mondo / da qui che parte ogni nuova via.
Jovanotti, L'ombelico del mondo, 1995

Nulla è più pericoloso né più paralizzante per un uomo dell'isolarsi sprofondandosi in sé stesso. Allora la storia del mondo, la vita degli uomini, la società, tutto svanisce e si finisce in un circolo egoistico e a non vedere che il proprio ombelico.
Søren Kierkegaard, Diario, 1834/55 (postumo 1909/49)

Non importa se uno scrittore ha lo sguardo fisso unicamente sul proprio ombelico, purché riesca a ipnotizzarlo in modo creativo.
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

Quanti sono quelli che in cambio del poter rimirare il proprio ombelico acconsentono a piegare il capo?
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

La gente fa bene alla salute. Stando in mezzo agli altri ti confronti, ti metti in discussione, eviti di parlare solo con te stesso fissando assiduamente il tuo ombelico.
Gianni Monduzzi, Salire al cielo fermando le donne in ascensore, 2004

Non sapete quante persone brutte fanno scintille dal punto di vista erotico, mentre i belli non fanno altro che contemplarsi l'ombelico, più interessati al proprio corpo che alla relazione con l'altro.
Willy Pasini, L'autostima, 2001

Credo sia troppo grande il numero delle persone che oggi passano il tempo a considerare il loro ombelico come se fosse il centro dell’universo.
Marcel Proust, Alla ricerca del tempo perduto, 1913/27

Grande è la mia modestia. Quando si alza sulle punte, arriva quasi all'ombelico del mio orgoglio.
Paul Valéry, Quaderni, 1894/1945 (postumi, 1957/61)

Note
  1. La citazione di Massimo Fini fa riferimento al regista Nanni Moretti.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Piercing - Parto e Cordone ombelicale

Nessun commento: