2016-04-06

Partenza, Arrivo e Ritorno - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta dei migliori aforismi e delle frasi più significative sul partire, l'arrivare e il ritornare, cioè le tre tappe fondamentali del viaggio ideale. Su Aforismario trovi anche una grande raccolta di citazioni correlata a questa dedicata al viaggiare.
Partire è vincere una lite contro l'abitudine. (Paul Morand)
1. Partenza
© Aforismario

Non c'è niente di più bello dell'istante che precede il viaggio, l'istante in cui l'orizzonte del domani viene a renderci visita e a raccontarci le sue promesse.
Anonimo (attribuito a Milan Kundera)

In me ci son sempre stati due pagliacci, oltre agli altri, quello che chiede soltanto di starsene dov'è e quello che s'immagina che più lontano si stia un po' meno peggio.
Samuel Beckett, Molloy, 1951

Come il novanta per cento dell'umanità, vorrei sempre essere altrove, dove non sono, nel luogo dal quale sono or ora fuggito.
Thomas Bernhard, Il nipote di Wittgenstein, 1982

Partire è come partorire: all'inizio fa male, ma dopo sei contento.
Syusy Blady e Patrizio Roversi (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

L'unico modo di viaggiare, almeno per noi, è di andarsene quando senti che è tempo di ripartire e di restare dove ti va di fermarti.
Paul Bowles, Tè nel deserto, 1949

Il passo più lungo del viaggio è quello per uscire di casa. O dall'albergo.
Enrico Brizzi, L'inattesa piega degli eventi, 2008 (cfr. detto latino) [11]

Le radici sono importanti nella vita di un uomo, ma noi uomini abbiamo le gambe, non le radici e le gambe sono fatte per andare altrove.
Pino Cacucci, Un po' per amore, un po' per rabbia, 2008

Partire è morire un po', andare alla stazione è partire un po', far la valigia è un po' andare alla stazione, riunire la propria biancheria è un po' far la valigia, aprire il cassettone è un po' riunire la biancheria, pigliar la chiave è un po' aprire il cassettone, frugarsi nelle tasche è un po' pigliar la chiave, ergo: frugarsi nelle tasche è morire un po'. 
Achille Campanile, In campagna è un'altra cosa, 1931

Chi è abituato a spostarsi, come le pecore, sa che arriva sempre il giorno in cui bisogna partire.
Paulo Coelho, L'alchimista, 1988

Amore mio comunque vada / fai le valigie / e chiudi le luci di casa / coraggio lasciare tutto indietro e andare / partire per ricominciare / non c'è niente di più vero / di un miraggio / e per quanta strada ancora c'è da fare / amerai il finale.
Cesare Cremonini, Buon viaggio, 2015

Ulisse non è un personaggio ma una mania. Una mania che costringe l'uomo a partire. Sempre. Una mania che alcuni hanno e altri no. Se anche tu ce l'hai, sappi che nel porto c'è una nave che ti aspetta. Non preoccuparti per la valigia. Non chiedere il prezzo del biglietto. Non chiedere la destinazione. L'importante è partire.
Luciano De Crescenzo, Nessuno, 1997

Partire è la più bella e coraggiosa di tutte le azioni. Una gioia egoistica forse, ma una gioia, per colui che sa dare valore alla libertà. Essere soli, senza bisogni, sconosciuti, stranieri e tuttavia sentirsi a casa ovunque, e partire alla conquista del mondo.
Isabelle Eberhardt (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Talvolta è meglio perdersi sulla strada di un viaggio impossibile che non partire mai.
Giorgio Faletti, Fuori da un evidente destino, 2006

Armiamoci e partite.
Olindo Guerrini, Agli Eroissimi, 1897

Partire è un po' morire, / è morire rispetto a ciò che si ama: / si lascia un po' di sé stessi / a ogni ora e in ogni luogo. / È sempre il lutto d'un voto, / l'ultimo verso di un poema; / partire è un po' morire. / E si parte, come per gioco, / e fino all'ultimo addio / è la propria anima che si semina, / che si semina a ogni addio.
Edmond Haraucourt, La canzone dell'addio, 1890

Se un giorno mi facessero l'autopsia sono sicura che troverebbero tracce della tensione terribile causata dal dolore di ogni partenza.
Magdeleine Hutin (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Ordinai di andare a prendere il mio cavallo dalla stalla. Il servo non mi capì. Andai io stesso nella stalla, sellai il mio cavallo e vi montai. In lontananza sentii soffiare una tromba, chiesi al servo che cosa volesse dire. Egli non lo sapeva e non aveva sentito niente. Presso il portone mi trattenne e domandò: «Signore, dove vai?». «Non lo so», dissi, «solo via di qui, solo via di qui. Sempre via di qui, solo così posso raggiungere la mia meta». «Conosci allora la tua meta?», chiese. «Sì», risposi, «io l'ho detto: "via-di-qui", è la mia meta». «Non hai viveri con te», disse. «Io non ne ho bisogno», dissi, «il viaggio è così lungo, che dovrò morire di fame, se non ricevo nulla sulla via. Nessuna provvista mi può salvare. Per fortuna è veramente un viaggio immenso».
Franz Kafka, La partenza, 1922 (postumo 1932)

– Dobbiamo andare e non fermarci mai finché non arriviamo.
– Per andare dove, amico?
– Non lo so, ma dobbiamo andare.
Jack Kerouac, Sulla strada, 1949

Che cos'è quella sensazione quando ci si allontana dalle persone e loro restano sulla pianura finché le si vede appena come macchioline che si disperdono?...È il mondo troppo vasto che ci sovrasta, ed è l'addio. Ma noi puntiamo avanti verso la prossima pazzesca avventura sotto i cieli.
Jack Kerouac, Sulla strada, 1949

Tutto sommato, ci sono soltanto due tipi di persone al mondo − quelle che restano a casa e quelle che non lo fanno. Le seconde sono le più interessanti.
Rudyard Kipling, Lettere di viaggio, 1892-1913, 1920

Ogni partenza non è solo la tristezza dell'addio, ma fa pensare anche al ritorno.
Claudio Magris, Microcosmi, 1997

Partire è anche un lasciarsi andare, mollare la zavorra, socchiudere gli occhi come quando si guarda il sole, pigliare quel che viene.
Claudio Magris, L'infinito viaggiare, 2005

Ogni volta che mi accingo a partire lo faccio come se stessi per morire. Lascio tutto in ordine. Ciò è quanto mi ha insegnato la vita.
Katherine Mansfield, Diario, 1922

Chi parte sarà combattuto, ma chi resta cadrà a pezzi.
Paul Morand, Il viaggio, 1927

Partire è vincere una lite contro l'abitudine.
ibidem

Rimanere a casa è una negligenza di cui, presto o tardi, ci si vedrà puniti.
Paul Morand, Il viaggio, 1927

Partire è un po' morire, ma è meglio partire.
Buck Murdock (William Shatner), in L'aereo più pazzo del mondo... sempre più pazzo, 1982

Desidero partire – non per le Indie impossibili, o per le grandi isole a Sud di tutto, ma per qualsiasi luogo, villaggio o eremo, – che abbia in sé il non essere questo luogo.
Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

Lascia i tuoi luoghi e cerca altri lidi, o giovane, e ti si apriranno più vasti orizzonti.
Petronio Arbitro, Frammenti, I sec.

Se uno facesse tutto ciò che deve fare veramente prima di partire per le vacanze, terminerebbero senza neppure essere iniziate.
Beryl Pfizer (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Il mondo è rotondo. Chi parte, perde tempo.
Ignazio Silone, Una manciata di more, 1952 

Chi viaggia solo può partire anche subito; ma chi viaggia con un altro deve aspettare che il suo compagno sia pronto, e allora potrebbe anche passare molto tempo prima che si mettano in viaggio insieme.
Henry David Thoreau, Diario, 1837/61

Cento motivi reclamano la partenza. Si parte per entrare in contatto con altre identità umane, per riempire una mappa vuota. Si ha la sensazione che quello sia il cuore del mondo. Si parte per incontrare le molteplici forme della fede. Si parte perché si è ancora giovani e si desidera ardentemente essere pervasi dall'eccitazione, sentire lo scricchiolio degli stivali nella polvere; si va perché si è vecchi e si sente il bisogno di capire qualcosa prima che sia troppo tardi. Si parte per vedere quello che succederà.
Colin Thubron, Ombre sulla Via della seta, 2006

Anche un viaggio di mille miglia inizia con un passo.
Lao Tzu, Tao Te Ching, ca. V sec. a.e.c.

Non si parte per andare da nessuna parte senza aver prima di tutto sognato un posto. E vice versa, senza viaggiare prima o poi finiscono tutti i sogni, o si resta bloccati sempre nello stesso sogno.
Wim Wenders, su la Repubblica, 2004

A piedi e con cuore leggero m'avvio per la libera strada, / In piena salute e franchezza, il mondo offertomi innanzi, / Il lungo sentiero marrone pronto a condurmi ove sia.
Walt Whitman, Foglie d'erba, 1855/92

Andiamo! La strada è per noi! / È sicura – io l'ho provata – i miei piedi l'hanno bene provata. / nulla più vi trattenga!
Walt Whitman, Foglie d'erba, 1855/92

Sembra esserci nell'uomo, come nell'uccello, un bisogno di migrazione, una vitale necessità di sentirsi altrove.
Marguerite Yourcenar, Il giro della prigione, 1991

Porta itineris dicitur longissima esse.
(Si dice che la porta sia la parte più lunga di un viaggio).
Detto latino [11]

Proverbi sul Partire
  • Chi parte e torna ha fatto un buon viaggio.
  • Chi parte in valigia ritorna in baule.
  • Chi matto parte, savio non torna.
  • Chi parte presto si dimentica.
  • Partire è come morire.
  • Partire è un po' morire.
Talvolta è meglio perdersi sulla strada di un viaggio impossibile
che non partire mai. (Giorgio Faletti)
2. Arrivo
© Aforismario

Io sono il più felice degli uomini ogni volta che viaggio, mi muovo, parto, vado via, ma fra gli uomini che arrivano non ce n'è uno più infelice di me.
Thomas Bernhard, Il nipote di Wittgenstein, 1982

Ci sono molti modi di arrivare, il migliore è di non partire.
Ennio Flaiano, D'ont forget, 1967/72 (postumo, 1976)

Questa gioia d'allontanarsi! / Londra, Madrid, Ponferrada, / così belli... per andarsene. / Il brutto è l'arrivo.
Antonio Machado, Campi di Castiglia, 1907/17

In definitiva, il piacere specifico del viaggiare non consiste nel poter scendere durante il tragitto e nel fermarsi quando si è stanchi: sta nel rendere non già il più inavvertita ma il più profonda possibile la differenza tra la partenza e l'arrivo, nel sentirla nella sua totalità, intatta, qual era nel nostro pensiero quando la nostra immaginazione ci portava dal luogo dove si viveva fin nel cuore d'un luogo desiderato.
Marcel Proust, Alla ricerca del tempo perduto, 1913/27

− Ha qualcosa da dichiarare?
− Solo il mio genio.
Oscar Wilde, ai doganieri al suo arrivo a New York, 1881 (aneddoto)

Dona a chi ami: ali per volare, radici per tornare e motivi per rimanere. (Dalai Lama)
3. Ritorno
© Aforismario

Adorava gli aeroporti: le piacevano l'odore, il rumore, l'atmosfera, la gente che correva qua e là con le valigie, felice di partire, felice di tornare. Le piaceva vedere gli abbracci, cogliere la strana commozione dei distacchi e dei ritrovamenti. L'aeroporto era il posto ideale per osservare le persone.
Cecelia Ahern, Ps: I Love You, 2004

Quando ti hanno chiamato ‘vagabondo’, hai capito ch’eri finalmente ritornato a casa.
Amedeo Ansaldi, Manuale di scetticismo, 2014

Un pretesto per tornare bisogna sempre seminarselo dietro, quando si parte.
Alessandro Baricco, Oceano mare, 1993

Il viaggio perfetto è circolare. La gioia della partenza, la gioia del ritorno.
Dino Basili, Tagliar corto, 1987

Ritornare [...] è rientrare in un déjà vu, in un universo già vissuto, ma senza l’incanto di una vita anteriore. Lo si era lasciato là nella speranza che nel frattempo si trasformasse, ma non è successo niente. Ha fatto benissimo a meno di voi, e ugualmente bene si adatta al vostro ritorno. Cose e persone si arrangiano per fare come se non foste mai partiti.
Jean Baudrillard, L'America, 1986

Molta gente al tuo ritorno troverà di ottimo gusto qualunque cosa provenga da un paese straniero. É
buona norma lasciare attaccati i cartellini del prezzo. (Dodici milioni di bot tailandesi sembra una somma strabiliante. Loro non sanno che al cambio ufficiale corrispondono a tre dollari e trentanove centesimi.)
Erma Bombeck, Quando in vacanza la tua faccia comincia a somigliare alla foto sul passaporto, è ora di tornare a casa, 1991

La cosa più dura: tornare sempre a scoprire ciò che già si sa.
Elias Canetti, La provincia dell'uomo, 1973
  
Se non dovessi tornare, / sappiate che non sono mai / partito. / Il mio viaggiare / è stato tutto un restare / qua, dove non fui mai.
Giorgio Caproni, Biglietto lasciato prima di non andar via, Il franco cacciatore, 1982

Anche il ritorno, come la partenza, ha le sue precoci tristezze.
Gustave Flaubert, Attraverso i campi e lungo i greti, 1886

Dona a chi ami: ali per volare, radici per tornare e motivi per rimanere.
Tenzin Gyatso (Dalai Lama), Il nostro bisogno d'amore, 2009

La nostalgia è la sofferenza provocata dal desiderio inappagato di ritornare.
Milan Kundera, L'ignoranza, 2001

L'odissea è lunga, ogni ritorno è difficile.
Claudio Magris, Microcosmi, 1997

Il viaggio è sempre un ritorno, il passo decisivo è quello che rimette il piede a terra o in casa.
Claudio Magris, Microcosmi, 1997

Il viaggio [...] è circolare; si parte da casa, si attraversa il mondo e si ritorna a casa, anche se a una casa molto diversa da quella lasciata, perché ha acquistato significato grazie alla partenza, alla scissione originaria.
Claudio Magris, L'infinito viaggiare, 2005

Il viaggio è anzitutto un ritorno.
Claudio Magris, L'infinito viaggiare, 2005

Il viaggio più affascinante è un ritorno, un'odissea, e i luoghi del percorso consueto, i microcosmi quotidiani attraversati da tanti anni, sono una sfida ulissiaca.
Claudio Magris, L'infinito viaggiare, 2005

Ulisse torna a Itaca, ma Itaca non sarebbe tale se egli non l'avesse abbandonata per andare alla guerra di Troia, se egli non avesse infranto i legami viscerali e immediati con essa, per poterla ritrovare con maggiore autenticità.
Claudio Magris, L'infinito viaggiare, 2005

"Perché cavalcate per queste terre?" chiede nella famosa ballata di Rilke l'alfiere al marchese che procede al suo fianco. "Per ritornare" risponde l'altro.
Claudio Magris, L'infinito viaggiare, 2005

Niente come tornare in un luogo rimasto immutato ci fa scoprire quanto siamo cambiati. 
Nelson Mandela, Lungo cammino verso la libertà, 1995

Sai qual è il bello di ogni partenza? Sapere che tornerai.
Sam Neill (Lo sconosciuto), in Perfect Strangers, 2003

Ho fatto un terribile scherzo alle Ferrovie. Ho acquistato un biglietto andata e ritorno Roma-Firenze e poi non sono tornato.
Ettore Petrolini [1]

C'è un solo viaggio possibile: quello che facciamo nel nostro mondo interiore. Non credo che si possa viaggiare di più nel nostro pianeta. Così come non credo che si viaggi per tornare. L'uomo non può tornare mai allo stesso punto da cui è partito, perché, nel frattempo, lui stesso è cambiato. Da sé stessi non si può fuggire.
Andrej Tarkovskij, Tempo di viaggio, 1983 
  
La vita è un viaggio non voluto al quale manca pure la speranza e la dolcezza del ritorno.
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

Note
  1. Battuta tratta da Gino e Michele, Anche le formiche nel loro piccolo s'incazzano. Opera omnia, Baldini e Castoldi, 1995
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Viaggio e Viaggiatori - Turismo e Turisti

Nessun commento: