2016-04-10

Sensibilità e Insensibilità - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta dei migliori aforismi e delle frasi più delicate sulla sensibilità d'animo e sul suo contrario: l'insensibilità. In senso generico, la sensibilità è la facoltà di sentire, di percepire stimoli esterni attraverso i sensi. Nelle seguenti citazioni, però, la sensibilità è considerata ne suo significato di particolare disposizione a sentire vivamente ogni stato emotivo, delicatezza d'animo e finezza di giudizio. Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulla bontà, la permalosità e la suscettibilità.
Non potrai fare che il cielo non sia il cielo, che un bel viso diventi brutto,
e il cuore umano insensibile. (Albert Camus)
1. Sensibilità
© Aforismario

Una grande sensibilità d’animo non è che il riflesso di una grande delicatezza fisiologica.
Vannuccio Barbaro, Scartafacci (postumo, 2012)

Non disprezzate la sensibilità di alcuno. La sensibilità di ogni uomo è il suo genio.
Charles Baudelaire, Razzi, 1855/62 (postumo 1887/1908) 

Essere una persona sensibile vuol dire percepire un tono di voce distante durante una telefonata, riconoscere l’ansia, la paura e la tristezza nella faccia degli altri. Essere sensibile vuol dire fare caso a tutto, e con “tutto” intendo veramente qualsiasi cosa: un fiore sconfitto dal vento, un cane solo, un colore diverso del cielo, un sorriso più sentito, una parola colorata in mezzo a tante parole anonime. Essere sensibili vuol dire vivere dieci, cento, mille vite ogni giorno. Quando sei sensibile non puoi fregartene, farti gli affari tuoi, lasciar perdere. Chi è sensibile, se sa di aver ferito qualcuno si tortura per ore ed ore pensando alla sensazione che gli ha fatto provare. Chi è sensibile dura una fatica immensa. Si dovrebbe aver cura di chi è sensibile, potrebbe morire per una carezza in meno.
Susanna Casciani (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Non vi è alcuno che si faccia più nemici di un uomo diritto, fiero e sensibile, pronto ad abbandonare persone e cose piuttosto che prenderle per quello che non sono.
Nicolas de Chamfort, Massime e pensieri, 1795/1953 (postumo)

Quando si è stati a lungo tormentati e fiaccati dalla propria sensibilità, ci si accorge che bisogna vivere alla giornata, dimenticare molto e dare un colpo di spugna alla vita a mano a mano che passa.
Nicolas de Chamfort, Massime e pensieri, 1795/1953 (postumo)

Negli individui, come nelle collettività, la sensibilità evolve meno rapidamente delle idee. I popoli mutano filosofia ogni cent’anni, e religione ogni diecimila.
Malcolm de Chazal, Senso plastico, 1948

La sensibilità, a creder mio, è l'idea dispiacevole del bisogno, in cui si trova il nostro simile; e nel tempo stesso la compiacenza che nasce dalla sicurezza di poterlo soccorrere. 
Domenico Cirillo, Discorsi accademici, 1787

Gli uomini che passano per essere i più duri sono in realtà molto più sensibili di quelli di cui si vanta sensibilità espansiva. Essi si fanno duri perché la loro sensibilità, essendo vera, li fa soffrire.
Benjamin Constant, Diario intimo, XIX sec.

Le persone sensibili vivono in punta di piedi per non disturbare nessuno. Attraversano la vita senza fare rumore, perché tutto il "rumore" ce l'hanno dentro.
Antonio Curnetta (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La sensibilità è una condanna ma ti consente di cogliere migliaia di colori in un viaggio in bianco e nero. 
Michelangelo Da Pisa (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Nella cultura autentica la ragione diventa sensibilità.
Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, 1977/92

Un'estrema sensibilità fa gli attori mediocri; una sensibilità mediocre fa la folla dei cattivi attori; e l'assoluta mancanza di sensibilità è il presupposto per gli attori grandissimi.
Denis Diderot, Paradosso sull'attore, 1830 (postumo)

La sensibilità non è mai disgiunta da una certa debolezza di organizzazione.
Denis Diderot, Paradosso sull'attore, 1830 (postumo)

La sensibilità non è la qualità di un grande genio.
Denis Diderot, Paradosso sull'attore, 1830 (postumo)

Quella stessa squisita sensibilità che mi fà avvertire del mondo esteriore sentimenti ed espressioni cui altri non giunge, il che forma la mia intellettuale fortuna, mi fa pure avvertire qualunque più lieve fenomeno della mia interna compagine, e ciò fa la massima mia disgrazia e disperazione.
Carlo Dossi, Note azzurre, 1870/1907 (postumo 1912/64)

Esiste della gente fortunata, fornita di doti eccezionali, di sensibilità e di immaginazione, che è sempre all'altezza delle circostanze, che piange sempre ai funerali, ride sempre ai matrimoni.
Gustave Flaubert, Attraverso i campi e lungo i greti, 1886

Rinunciare alla supremazia della ragione sull'istinto cieco è rinunciare alla condizione di uomo. Nell'uomo la ragione stimola e indirizza la sensibilità, nel bruto l'anima è sempre addormentata.
Mohandas Gandhi, Antiche come le montagne, 1958 (postumo)

La maggior parte degli uomini dotati di fine sensibilità si affrettano a ferire i tuoi sentimenti per paura che tu ferisca il loro per primo.
Kahlil Gibran, Massime spirituali, 1962 (postumo)

Ciò che rende l'esistenza preziosa e piacevole sono soltanto i nostri sentimenti e la nostra sensibilità.
Hermann Hesse (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Sono un sensibile. Mi commuovo anche per i moscerini schiacciati sul parabrezza delle automobili. 
Enzo Iacchetti (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

I beni e i mali che ci capitano non ci colpiscono in ragione della loro entità, ma della nostra sensibilità.
François de La Rochefoucauld, Massime, 1678

Molti sono che dalla lettura de' romanzi, libri sentimentali, ec. o acquistano una falsa sensibilità non avendone, o corrompono quella vera che avevano.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

L'origine del sentimento profondo dell'infelicità, ossia lo sviluppo di quella che si chiama sensibilità, ordinariamente procede dalla mancanza o perdita delle grandi e vive illusioni.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

La sensibilità, benché assolutamente considerata sia disposta indifferentemente a sentire ogni sorta di sensazioni, in sostanza però non viene a esser altro che una maggior capacità di dolore. Quindi è che necessariamente l'uomo sensibile, sentendo più vivamente degli altri, e quel che l'uomo può vivamente sentire in sua vita non essendo altro che dolore, dev'esser più infelice degli altri.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

All'uomo sensibile e immaginoso, che viva, come io sono vissuto gran tempo, sentendo di continuo ed immaginando, il mondo e gli oggetti sono in certo modo doppi. Egli vedrà cogli occhi una torre, una campagna; udrà cogli orecchi un suono d’una campana; e nel tempo stesso coll'immaginazione vedrà un’altra torre, un’altra campagna, udrà un altro suono. In questo secondo genere di obbietti sta tutto il bello e il piacevole delle cose. Trista quella vita (ed è pur tale la vita comunemente) che non vede, non ode, non sente se non che oggetti semplici, quelli soli di cui gli occhi, gli orecchi e gli altri sentimenti ricevono la sensazione.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

Quanto più si procede nella scala morale, cresce la sensibilità, che è massima negli elevati ingegni, ed è fonte delle loro sventure come dei loro trionfi.
Cesare Lombroso, Genio e follia, 1864/77

La sensibilità deriva sempre da pochezza sanguigna, è una specie di convalescenza che anche l'uomo sano può procurarsi facilmente prendendo una purga.
Arturo Martini, La scultura lingua morta, 1945

La sensibilità non è donna, la sensibilità è umana. Quando la trovi in un uomo diventa poesia. 
Alda Merini (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Il cuore del sensibile soffre troppo per amare.
Henri Michaux, Face aux verrous, 1954

L’intensità dell’amore è proporzionale alla sensibilità di chi ama e all'insensibilità dell’amato.
Gianni Monduzzi, Orgasmo e pregiudizio, 1997

C'è gente tanto sensibile da non gettare una briciola di pane, mentre con animo tranquillo ti getta in pasto alla disperazione.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Mentre si fanno più sensibili gli strumenti cala la sensibilità dei sentimenti.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Non tutti gli uomini sono capaci di grandi cose, ma tutti sono sensibili alle grandi cose.
Alfred de Musset, Lorenzaccio, 1833

Una persona sensibile, secondo me, è una persona che ha il sentimento aperto, che ha una forte reazione sentimentale a quello che gli succede intorno.
Paolo Nori, Bassotuba non c'è, 1999

Solo l'uno per cento della gente va un po' più a fondo. Poeti, pittori, musicisti, ballerini, cantanti hanno una sensibilità che permette loro di percepire qualcosa oltre il corpo. Possono percepire le bellezze della mente, le sensibilità del cuore, perché vivono su quel piano anche loro.
Osho, Discorsi, 1953/90

La sensibilità è l’abito più elegante e prezioso di cui l’intelligenza possa vestirsi.
Osho (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Quello che identifichiamo come la nostra sensibilità è solo la più alta evoluzione del terrore di un agnello al suo sacrificio.
Mario Puzo, I folli muoiono, 1978

La sensibilità si smussa presto in coloro che vivono col cuore in mano.
Jean Rostand, Pensieri di un biologo, 1939

Sono così, sai, le persone sensibili. Sentono il doppio, sentono prima. Perché, esattamente un passo avanti al loro corpo, cammina la loro anima.
Serena Santorelli, In punta di cuore, 2014

Coloro che, dotati di una certa sensibilità d’animo, sono propensi a una vita di tipo spirituale, dedita alla conoscenza, all'arte, alla meditazione, ecc., ma che per necessità sono costretti a lavorare, sono sicuramente da compiangere: per essi il lavoro è davvero una condanna.
Giovanni Soriano, Maldetti, 2007

Bisogna essere dotati di una certa sensibilità estetica per poter cogliere ed apprezzare il bello del brutto.
Giovanni Soriano, Maldetti, 2007

Soltanto un essere umano dotato della sensibilità di un pachiderma può sentirsi del tutto a proprio agio in questo mondo.
Giovanni Soriano, Maldetti, 2007

Pochi hanno abbastanza occhio – e tempo, e interesse – per accorgersene, ma tra le crepe dell’utilitarismo, dell’affarismo, dell’attivismo, dell’arrivismo e dell’esibizionismo della nostra epoca, si annidano delle strane creature riservate, la cui aberrante sensibilità le induce spesso a preferire le parole ai fatti, piuttosto che il contrario: sono gli amanti della conoscenza, della lettura, della filosofia.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Che cosa significa una persona sensibile? [...] Una persona che, avendo dei calli, pesta sempre il piede al prossimo.
Oscar Wilde, Il razzo eccezionale, 1888

Chi è più sensibile, è più infelice.
Proverbio

Tre conducono una cattiva vita: il sensibile, il debole e l'iracondo.
Proverbio

2. Insensibilità
© Aforismario

L'uomo di questo tempo ha il cuore duro e la pancia sensibile.
Georges Bernanos, I grandi cimiteri sotto la luna, 1938

− Vi faccio notare che il revolver è puntato al cuore. 
− È il posto meno sensibile che io ho. 
Humphrey Bogart e Claude Rains, in Casablanca, 1942

Non potrai fare che il cielo non sia il cielo, che un bel viso diventi brutto, e il cuore umano insensibile.
[Tu ne pourrais pas faire que le ciel ne soit pas le ciel, qu'un beau visage devienne laid, un coeur d'homme insensible].
Albert Camus, Caligola, 1944

L'insensibile non saprà mai di essere stato infelice tutta la vita. E nemmeno saprà di avere avuto rari momenti di felicità.
Antonio Castronuovo, Se mi guardo fuori, 2008

La passione per la musica è già da sola una confessione.  Sappiamo di più su uno sconosciuto appassionato di musica che su qualcuno che alla musica è insensibile e che incontriamo ogni giorno.
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973 

Che stupida e insensibile bestia è l'uomo, che pure vuol signoreggiare su tutto il resto!
John Dryden, Saggio sulla Satira, 1692

La razza non è data dal colore della pelle ma dall'insensibilità al rumore.
Ennio Flaiano, D'ont forget, 1967/72 (postumo, 1976)

Coloro che leggono molti libri sono come i masticatori d'hashish: vivono in un sogno, e il veleno sottile che penetra nei loro cervelli li rende insensibili al mondo reale. Verrà il giorno che saremo tutti bibliotecari, e allora sarà finita per noi.
Anatole France, La vita letteraria, 1888/92

Noi ci sforziamo di acquistare sicurezza e di diventare insensibili alla fondamentale drammaticità del nostro destino, versando su di esso l'abitudine, l'uso, il luogo comune, tutti i cloroformi.
José Ortega y Gasset, La ribellione delle masse, 1930

Il responsabile del personale deve possedere un orecchio sensibile, un cuore generoso e una pelle da rinoceronte.
Priscille Goss (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

L'uomo deve mostrare bontà di cuore già verso gli animali, perché chi usa essere crudele verso di essi è altrettanto insensibile verso gli uomini.  
Immanuel Kant, Lezioni di etica, 1775-81 (postumo 1924)

Una donna insensibile è quella che non ha ancora incontrato l’uomo da amare.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

Anche del genio, pur troppo si disse, come del pazzo, che nasce e muore solitario, freddo, insensibile agli affetti di famiglia e ai convegni sociali.
Cesare Lombroso, Genio e follia, 1864/77 

L'incomprensione non è dovuta quasi mai all'incapacità di comprendere, bensì a mancanza di sensibilità.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Nella vita attuale il mondo appartiene solo agli stupidi, agli insensibili e agli agitati. Il diritto a vivere e trionfare oggi si conquista quasi con gli stessi requisiti con cui si ottiene il ricovero in manicomio: l’incapacità di pensare, l’amoralità e l’ipereccitazione.
Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

La vanità non è altro che l'esser sensibili alla eventuale opinione degli altri su di noi. L'orgoglio nell'essere insensibili ad essa.  
Paul Valéry, Cattivi pensieri, 1942

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Permalosità e Suscettibilità

Nessun commento: