2016-04-27

Spiaggia e Riva del Mare - Frasi sulla battigia

Raccolta di aforismi, frasi e battute divertenti sulla spiaggia e sulla riva del mare. Su Aforismario trovi altre raccolte di frasi e citazioni correlate a questa dedicate al mare, al bikini e alle vacanze.
Se esiste un Paradiso, sono sicuro che dispone di una spiaggia. (Jimmy Buffett)
1. Spiaggia
© Aforismario

Gli uomini di fatica, di affari, di pensieri, nello stato di riposo, su una spiaggia, per esempio, sembrano di quelle belve in cattività dei giardini zoologici.
Corrado Alvaro, Quasi una vita, 1930

La spiaggia. E il mare. Potrebbe essere la perfezione - immagine per occhi divini - mondo che accade e basta, il muto esistere di acqua e terra, opera finita ed esatta, verità - verità - ma ancora una volta è il salvifico granello dell’uomo che inceppa il meccanismo di quel paradiso, un’inezia che basta da sola a sospendere tutto il grande apparato di inesorabile verità, una cosa da nulla, ma piantata nella sabbia, impercettibile strappo nella superficie di quella santa icona, minuscola eccezione posatasi sulla perfezione della spiaggia sterminata.
Alessandro Baricco, Oceano mare, 1993

Sono logoro di anni, e stanco. Ma non posso escludere che esista vicino a me una spiaggia, e una giornata piena di sole, e una disobbedienza che mi farà balzare come da giovane dalla mia poltrona di vecchio, e mi farà correre verso quel mare, gioioso e accogliente, anche se fosse l’ultima ora della mia vita.
Stefano Benni, L'ora più bella, 2010

Se esiste un Paradiso, sono sicuro che dispone di una spiaggia.
Jimmy Buffett (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

C'è un piacere nei boschi senza sentieri, / c'è un'estasi sulla spiaggia desolata, / c'è vita, laddove nessuno s'intromette, / accanto al mare profondo, e alla musica del suo sciabordare:/ non è ch'io ami di meno l'uomo, ma la Natura di più.
George Gordon Byron, Il pellegrinaggio del giovane Aroldo, 1812/18

Ha preso una medaglia al valore sulla spiaggia. Ha salvato una ragazza da un bagnino.
Johnny Carson [1]

La società di massa si vede ad occhio nudo e si sperimenta nella vita quotidiana: le strade sono affollate, così come i mezzi di trasporto, le spiagge, i locali pubblici e via discorrendo. La nostra vita quotidiana si svolge immersa nella massa, ed è sempre più pesantemente condizionata da quest'ultima. La massa non è dunque un concetto astratto di cui si occupino specialisti di saperi esoterici, bensì una realtà esperita quotidianamente, spesso dolorosamente, sempre faticosamente, dall'uomo della strada.
Massimo Corsale, L'autunno del Leviatano, 1998

Avete un problema fisico? E risolvetevelo! Non ce l'avete? Createvelo, che tanto, anche se siete magre, i vostri fidanzati i culi delle altre in spiaggia li guardano lo stesso.
Geppi Cucciari, a Zelig Circus, 2005

La totale inerzia fisica e mentale sono molto gradevoli, molto più di quanto ci consentiamo d'immaginare. Una spiaggia non solo permette tale inerzia ma la impone, eliminando completamente tutti i sensi di colpa. Oggi è l'unico posto nel nostro mondo iperattivo che lo consenta.
John Kenneth Galbraith, prefazione a Gloria Steinem, Il libro della spiaggia, 1963

Ascolterò il linguaggio della tua anima come la spiaggia ascolta la storia delle onde.
Kahlil Gibran, Le ali spezzate, 1912

Per sempre camminerò su questi lidi, / tra la sabbia e la spuma, / l’alta marea cancellerà le mie orme, / e il vento soffierà via la spuma. / Ma il mare e la spiaggia dureranno. / Per sempre.
Kahlil Gibran, Sabbia e spuma, 1926

Con queste pentole, ci diceva il venditeur, sei l'ultima ad andar via dalla spiaggia. Ci metti così poco tempo a cucinare. .. Be' sì, se passi dal Pronto Pizza, però ce ne metti ancora meno.
Luciana Littizzetto, La principessa sul pisello, 2002

Per quest'anno non cambiare / stessa spiaggia stesso mare / per poterti rivedere / per tornare per restare insieme a te / e come l'anno scorso / sul mare col pattino / vedremo gli ombrelloni / lontano lontano / nessuno ci vedrà vedrà vedrà.
Mina, Stessa spiaggia, stesso mare, 1963

Non si può essere infelici quando si ha questo: l'odore del mare, la sabbia sotto le dita... l'aria, il vento...
Irène Némirovsky, Il vino della solitudine, 1935

Non so come io appaia al mondo, ma per quel che mi riguarda, mi sembra d'essere stato soltanto come un fanciullo sulla spiaggia che si diverte nel trovare qua e là una pietra più liscia delle altre o una conchiglia più graziosa, mentre il grande oceano della verità giace del tutto inesplorato davanti a me.
Isaac Newton, Principi matematici della filosofia naturale, 1687

Osserva un bambino che raccoglie conchiglie sulla spiaggia: è più felice dell'uomo più ricco del mondo. Qual è il suo segreto? Quel segreto è anche il mio. Il bambino vive nel momento presente, si gode il sole, l'aria salmastra della spiaggia, la meravigliosa distesa di sabbia. È qui e ora. Non pensa al passato, non pensa al futuro. E qualsiasi cosa fa, la fa con totalità, intensamente; ne è così assorbito da scordare ogni altra cosa.
Osho, intervista di Enzo Biagi, Rai Uno, 1986

Gli orari della vita dovrebbero prevedere un momento, un momento preciso della giornata, in cui ci si potrebbe impietosire sulla propria sorte. Un momento specifico. Un momento che non sia occupato né dal lavoro, né dal mangiare, né dalla digestione, un momento perfettamente libero, una spiaggia deserta in cui si potrebbe starsene tranquilli a misurare l'ampiezza del disastro.
Daniel Pennac, Il paradiso degli orchi, 1991

In spiaggia se non potete rinunciare alla vostra femminilità evitate almeno di mettere le pinne coi tacchi.
Valerio Peretti [1]

Il viaggio non finisce mai. Solo i viaggiatori finiscono. E anche loro possono prolungarsi in memoria, in ricordo, in narrazione. Quando il viaggiatore si è seduto sulla sabbia della spiaggia e ha detto: "Non c'è altro da vedere", sapeva che non era vero.
José Saramago, Viaggio in Portogallo, 1981

Esiste una sottile linea di confine tra il pescare e lo stare sulla spiaggia come un idiota.
Steven Wright (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Ho una vasta collezione di conchiglie, che tengo sparse per le spiagge di tutto il mondo. Forse ne avete vista qualcuna.
Steven Wright (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Spiagge, immense ed assolate, / spiagge già vissute, amate poi perdute, / in questa azzurrità, fra le conchiglie e il sale, / quanta la gente che ci ha già lasciato il cuore.
Renato Zero, Spiagge, 1983

Spiagge, / di corpi abbandonati, / di attimi rubati, / mentre la pelle brucia, / un'altra vela va, fino a che non scompare, / quanti segreti che appartengono al mare.
ibidem

Spiagge, / di cocco e di granite, / di muscoli e di bikini, / di stranieri e di bagnini, / quel disco nel jukebox, / suona la tua canzone, / per la tua storia che, / nasce sotto l'ombrellone.
Renato Zero, Spiagge, 1983

Un'altra estate qui e un'altra volta qui / più disinvolta e più puttana che mai, / mille avventure che non finiranno se / per quegli amori esisteranno nuove / spiagge.
ibidem

Spiagge, / dipinte in cartolina, / ti scrivo tu mi scrivi, / poi torna tutto come prima, / l'inverno passerà, / tra la noia e le piogge, / ma una speranza c'è, / che ci siano nuove / spiagge.
Renato Zero, Spiagge, 1983

Da piccolo i miei mi mandavano in una colonia di bambini così poveri che sulla spiaggia, invece dei castelli, facevamo le case popolari di sabbia.
Mario Zucca [1]

Sulla riva deserta del mio cuore di sabbia
a piccole onde si frange il tuo amore salmastro. (Vannuccio Barbaro)
2. Riva del Mare
© Aforismario

Sulla riva deserta / del mio cuore di sabbia / a piccole onde si frange / il tuo amore salmastro.
Vannuccio Barbaro, Sogno d’estate, 1997

Noi camminiamo, lasciamo tutte quelle orme sulla sabbia, e loro restano lì, precise, ordinate. Ma domani, ti alzerai, guarderai questa grande spiaggia e non ci sarà più nulla, un'orma, un segno qualsiasi, niente. Il mare cancella, di notte. La marea nasconde. È come se non fosse mai passato nessuno. È come se noi non fossimo mai esistiti. Se c'è un luogo, al mondo, in cui puoi pensare di essere nulla, quel luogo è qui. Non è più terra, non è ancora mare. Non è vita falsa, non è vita vera. È tempo. Tempo che passa. E basta.
Alessandro Baricco, Oceano mare, 1993

Sulla riva del mare è scritta la storia della vita che si rinnova di continuo, come le onde che cancellano le impronte sulla sabbia oppure vi lasciano nuovi oggetti venuti da chissà dove.
Romano Battaglia, Notte infinita, 1989

Spesso cerchiamo disperatamente la felicità rincorrendo chimere, senza accorgerci che sono le semplici cose a rallegrarci il cuore: la natura con le sue stagioni, gli amici, l'amore, le risate, una passeggiata sulla riva del mare.
Romano Battaglia, Sulla riva dei nostri pensieri, 2000

I pensieri sono spiriti in movimento come le onde del mare che fanno sentire la loro voce infrangendosi sulla riva.
Romano Battaglia, Sulla riva dei nostri pensieri, 2000

Quelli che vivono in riva al mare difficilmente possono formare un solo pensiero di cui il mare non faccia parte.
Hermann Broch, The Spell, 1987

Le conversazioni assomigliano ai viaggi per mare: ci si stacca da terra quasi senza accorgersene, per avvedersi poi di aver lasciato riva solo quando si è già molto lontani.
Nicolas de Chamfort, Massime e pensieri, 1795 (postumo)

Sulle rive del mare l’aridità interiore dei giorni deserti totalizza – nella medesima sete – il desiderio di felicità e di dolore.
Emil Cioran, Il crepuscolo dei pensieri, 1940

Vi piace il mare? Io ne vado pazzo − dalla riva.
Douglas Jerrold, Wit e opinioni di Douglas Jerrold, 1859 (postumo)

La vita è un po’ come un’onda che ti trascina e ti trasporta… Poi, però, raggiunge la riva e… sembra morta! Invece no: si rinnova! Arriva un’altra onda ancora! E ancora…!
Vasco Rossi (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Fare una passeggiata lungo la riva del mare e annegare in una pozzanghera lì accanto: ecco un destino davvero tragicomico.
Arthur Schnitzler, Il libro dei motti e delle riflessioni, 1927

La terrificante gioia del naufrago nel momento in cui, dopo essere stato lungamente in balia del mare in tempesta e più volte sul punto di essere travolto e sommerso dalle onde, raggiunta la riva, da qui – si volta indietro.
Giovanni Soriano, Maldetti, 2007

I bambini sulla spiaggia
Rabindranath Tagore, Gitanjali, 1910

I bambini s’incontrano / sulla spiaggia di mondi sconfinati. / Su di loro l’infinito cielo / è silenzioso, l’acqua s’increspa. / Con grida e danze s’incontrano i bambini / sulla spiaggia di mondi sconfinati. / Fanno castelli di sabbia / e giocano con vuote conchiglie. / Con foglie secche intessono barchette / e sorridendo le fanno galleggiare / sull'immensa distesa del mare. / I bambini giocano sulla riva dei mondi. / Non sanno nuotare, / non sanno gettare le reti. / I pescatori si tuffano a pescare / le perle dal fondo del mare, / sulle navi viaggiano i mercanti, / mentre raccolgono i bambini / sassolini che poi gettano via. / Non cercano tesori nascosti / non sanno gettare le reti. / Il mare s’increspa di sorrisi / e la spiaggia dolcemente risuona. / Le onde che portano, la morte / cantano ai bambini nenie senza senso, / come fa la madre / quando culla la sua creatura. / Il mare gioca coi bambini / e la spiaggia dolcemente risuona. / S’incontrano i bambini / sulla riva di mondi sconfinati. / Vaga la tempesta / per il cielo dai molti sentieri, / naufragano le navi / nell'acqua dai molti sentieri, / la morte è in giro e giocano i bambini. / C’è un grande convegno di bambini / sulla spiaggia di mondi sconfinati.

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Mare - SabbiaBikini e Abbronzatura

Nessun commento: