2016-04-22

Superstizione - Frasi e detti Superstiziosi

Raccolta dei migliori aforismi e delle frasi più significative sulla superstizione e le persone superstiziose. In fondo alla pagina è riportata una raccolta di detti superstiziosi, alcuni dei quali, benché facciano sorridere, sono in uso ancora oggi.
Con il termine "superstizione" s'intende il complesso delle credenze e delle pratiche rituali prive di fondamento razionale, volte a propiziare eventi desiderati, a esorcizzare disgrazie temute o a influenzare negativamente la sorte di qualcuno. Secondo una seconda accezione, la superstizione è la tendenza a interpretare fatti e fenomeni quotidiani come segni di una volontà superiore e occulta che si ritiene in grado di influenzare direttamente la vita degli esseri umani.
Tra le credenze superstiziose più diffuse in Italia, vi sono quelle che associano a un evento, a un oggetto o a un'azione, effetti negativi o positivi. Per esempio, secondo la credenza popolare sono presagio di eventi funesti o comunque portatori di sfortuna: passare sotto una scala, rompere uno specchio (sette anni di guai!), versare l'olio o il sale, incrociare tra loro le posate o altri oggetti, scendere dal letto dalla parte sinistra, posare un cappello sul letto, aprire un ombrello in casa, mettere sul tavolo il pane capovolto, vedere un gatto che ci attraversa la strada, un quadro che si stacca dalla parete di casa, il numero 17. All'opposto, sempre secondo la credenza popolare, sono di buon auspicio e propiziatori di buona fortuna: vedere una stella cadente o un arcobaleno, trovare una moneta, il numero 13 (per alcuni porterebbe sfortuna), tenere in casa un ferro di cavallo, ecc.
Su Aforismario trovi anche una raccolta di citazioni correlata a questa dedicata all'astrologia.
Essere superstiziosi è da ignoranti, ma non esserlo porta male. (Eduardo De Filippo)
Superstizione
© Aforismario

Quando cala la fede aumenta la superstizione.
Gabriele Amorth, su 30Giorni, 2001

C'è della superstizione nel rifuggire da ogni forma di superstizione.
Francis Bacon, Saggi, 1597/1625

La superstizione è l'eredità di persone abili di un secolo agli stupidi dell'avvenire.
Honoré de Balzac, Massime e pensieri di Napoleone, 1838 

Magia. L’arte di convertire la superstizione in denaro.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Zingara. Persona che desidera predire la vostra fortuna ricevendone in cambio una piccola fetta.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Quando c'e' bisogno di toccar ferro o legno, ci si accorge che il mondo è fatto di alluminio e vinile.
Arthur Bloch, Legge di Flugg, La legge di Murphy II, 1980

La superstizione è la religione degli spiriti deboli.
Edmund Burke, Riflessioni sulla rivoluzione francese, 1790

Le superstizioni sono la vera religione del popolo, mica il cattolicesimo o l'islamismo!
Aldo Busi, Le persone normali, 1992

Ai gatti neri porta sfortuna essere attraversati da un’auto?
Paolo Cananzi [3]

A chi viene a dirvi che qualcuno porta male, confidategli che lo si dice anche di lui. Impallidirà e forse capirà.
Pino Caruso, Ho dei pensieri che non condivido, 2009

I gatti neri portano fortuna. Il mondo va male perché tutti li evitano.
Pino Caruso, Ho dei pensieri che non condivido, 2009

Non è vero, ma prendo le mie precauzioni.
Benedetto Croce (attribuito)

Pregiudizi, superstizioni, scrupoli sono germogli dello spirito nascente in anime semplici. Estirparli, per liberarle da ciò che «soffoca la libera espressione dello spirito», favorisce soltanto l'erosione di questi suoli poveri. Liberare l'uomo comune dalle ossessioni meschine che lo affliggono non significa redimerlo da un'esistenza spiritualmente sordida, ma proibirgli l'unica spiritualità alla sua portata.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

Non bisogna essere superstiziosi. Oltre tutto porta male.
Luciano De Crescenzo, I pensieri di Bellavista, 2005 

Essere superstiziosi è da ignoranti, ma non esserlo porta male. 
Eduardo De Filippo (attribuito - fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La superstizione fa più ingiuria a Dio dell'ateismo.
Denis Diderot, Pensieri filosofici, 1746

Verrà il tempo nel quale si adempirà la profezia di Lichtenberg, nel quale la fede in un Dio razionalistico verrà considerata superstizione, proprio come ora è già considerata superstizione la fede in un Dio di carne, miracoloso, cioè nel Dio cristiano.
Ludwig Feuerbach, L’essenza della religione, 1845

La superstizione è, in fondo, la più tangibile delle fedi.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983 

La superstizione aiuta a vivere più di quanto la religione aiuti a morire.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983 

La superstizione è la poesia della vita.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

La superstizione fa parte della natura umana e si rifugia, quando si crede di scacciarla in tutto e per tutto, negli angoli e cantucci più impensati, da dove poi risalta fuori all'improvviso non appena si sente in qualche modo rassicurata.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

Un tempo i cieli erano popolati da Dei che oggi consideriamo alla stregua di proiezioni umane più o meno ingenue. Ma per secoli, anzi per millenni, essi apparvero più potenti degli uomini, se non addirittura i loro creatori. C'è una parola latina che rende bene questo sovrastare: superstitio.
Giulio Giorello, Di nessuna chiesa, 2005

La superstizione porta sfortuna. 
Saul Gorndel, cit. in Raymond Smullyan, 5000 avanti Cristo... e altre fantasie filosofiche, 1983 (attribuito erroneamente a Umberto Eco - vedi "Citazioni errate" su Aforismario)

È possibile il caso, e non punto infrequente, che una superstizione sia più giovevole che la verità scientifica che la condanna. 
Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

La superstizione occupa quello spazio che c'è tra ciò che possiamo controllare e ciò che non possiamo controllare. 
Meredith Grey (Ellen Pompeo), in Grey's Anatomy, 2005/13

Ci affidiamo alle superstizioni perché siamo abbastanza intelligenti da sapere che non abbiamo tutte le risposte. E che la vita segue dei percorsi misteriosi. Mai rifiutare una pozione, da qualunque parte arrivi! 
Meredith Grey (Ellen Pompeo), in Grey's Anatomy, 2005/13

Ognuno di noi compie dei piccoli gesti scaramantici e quando non si crede nelle statue magiche magari si evitano le fessure sui marciapiedi o ci si infila sempre per prima la scarpa sinistra o si tocca ferro.
Meredith Grey (Ellen Pompeo), in Grey's Anatomy, 2005/13

Ai gatti neri porta sfortuna essere attraversati da un'auto.
Giordano Bruno Guerri, Pensieri scorretti, 2007

La superstizione è l'unica religione di cui siano capaci le anime volgari.
Joseph Joubert, Pensieri, 1838 (postumo)

L'incredulità come la superstizione sono l'angoscia della fede.
Søren Kierkegaard, Il concetto dell'angoscia, 1844

Il culto senza morale produce ipocriti o superstiziosi. La morale senza culto produce filosofi e saggi mondani. Per essere cristiani, bisogna unire insieme le due cose.
Marguerite Hessein de La Sablière, Massime cristiane, 1705 (postumo)

La satira, in fondo, non fa che trattare la religione come ogni religione tratta le altre. Ogni religione pensa che le altre siano una superstizione. La satira pensa che TUTTE siano una superstizione.
Daniele Luttazzi, La guerra civile fredda, 2009

La superstizione è una debolezza dello spirito umano, che trova alimento solo nell'ignoranza.
Louis Joseph Mabire, Dizionario di massime, 1830

La superstizione reca in sé qualche immagine della pusillanimità.
Michel de Montaigne, Saggi, 1580/95

La religione è superstizione.
Multatuli, Idee, 1862/77

Ciò che prova, a mio avviso, la necessità di una rivelazione è l’insufficienza della religione naturale, derivante dal timore e dalla superstizione propri degli uomini: se infatti oggi li poneste semplicemente in uno stato di religione naturale, domani cadrebbero in qualche grossolana superstizione.
Charles-Louis de Montesquieu, I miei pensieri, 1716/55 (postumo 1899/01)

Superstizione: filosofia dell'ignorante suggestione.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Superstizioso è chi crede ancora in un mito che è già stato superato dalla storia.
Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935/50 (postumo 1952)

Saper essere superstiziosi è ancora una di quelle arti che, realizzate al massimo grado, contraddistinguono l’uomo superiore.
Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

La maggior parte degli uomini chiamano "superstizione" tutto ciò che non è la propria religione.
Charles Régismanset, Nuove contraddizioni, 1939

Occorre limitarsi a sorridere bonariamente della superstizione saldamente regnante che c'è, senza indignarsi né sforzarsi di combatterla, consci che ciò sarebbe inutile, perché la vita dell'umanità non ha mai dato altro spettacolo che questo: una ridicola superstizione dall'immensa maggioranza ravvisata con assoluta certezza e ardente intolleranza come l'evidente realtà.
Giuseppe Rensi, Cicute, 1931

Così forte è nel volgo la necessità di credere, che alla caduta di un qualsiasi sistema di mitologia seguirà con ogni probabilità l’avvento di una qualche altra forma di superstizione.
Carl Sagan, Il mondo infestato dai demoni, 1996

Religione semplice e pura è quella delle persone savie; la superstizione è quella degli ignoranti e degli stolti.
Joseph Sanial-Dubay, XIX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La superstizione è l’errore di una mente non sana: teme quegli dèi che dovrebbero amare, e fa del culto una profanazione.
Lucio Anneo Seneca, Lettere a Lucilio, 62/65

Ancora qualche millennio soltanto, e le religioni di oggi saranno le superstizioni di domani.
Giovanni Soriano, Maldetti, 2007

Punti di vista: credere che un gatto nero che ci attraversi la strada porti sfortuna è superstizione; credere che una donna “sempre vergine” abbia concepito il “figlio di dio” per opera dello “spirito santo” è fede.
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

Tanto piú si abbassa il sole della ragione, quanto piú si allunga l’ombra della superstizione.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Superstizione: la religione degli altri.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Nessuno è più superstizioso degli scettici.
Lev Trotsky, Letteratura e rivoluzione, 1923

L'ingegno può coesistere con le superstizioni più grossolane.
Paul Valéry, Lettere, XX sec.

La filosofia, la sola filosofia, questa sorella della religione, ha disarmato le mani che la superstizione aveva così a lungo macchiate di sangue; e lo spirito umano, destatosi dalla sua ebbrezza, è rimasto stupito degli eccessi cui l'aveva tratto il fanatismo.
Voltaire, Trattato sulla tolleranza, 1763

La superstizione è per la religione ciò che l'astrologia è per l'astronomia, la figlia pazza di una madre molto saggia.
Voltaire, Trattato sulla tolleranza, 1763

Può esistere un popolo esente da ogni pregiudizio superstizioso? È come chiedere: Può esistere un popolo di filosofi?
Voltaire, Dizionario filosofico, 1764

Meno superstizioni, meno fanatismo; e meno fanatismo, meno disgrazie.
ibidem

È difficile fissare i limiti della superstizione. Un Francese che viaggia in Italia trova che quasi tutto è superstizione, e non si sbaglia di molto. L’arcivescovo di Canterbury sostiene che l’arcivescovo di Parigi è superstizioso: i presbiteriani muovono lo stesso rimprovero al signore di Canterbury e, a loro volta, vengono trattati da superstiziosi dai quaccheri, che, agli occhi degli altri cristiani, sono i più superstiziosi di tutti.
Voltaire, Dizionario filosofico, 1764

È la religione di una setta in ciò che ha di sostanziale che è giudicata superstizione da un’altra setta. I musulmani accusano tutte le confessioni cristiane di essere superstiziose, e vengono accusati di esserlo. Chi deciderà in questo importante processo? La ragione forse? Ma ogni setta sostiene di avere la ragione dalla propria parte.
Voltaire, Dizionario filosofico, 1764

Due ladri vengono sorpresi durante un furto in una camera d'albergo.
− Dai buttati dalla finestra!
− Sei matto, siamo al tredicesimo piano!
− E allora? Ti pare il momento di essere superstizioso?
Gino Bramieri, Io Bramieri vi racconto 400 barzellette, 1976

Essere superstiziosi porta male.
Anonimo
Tanto piú si abbassa il sole della ragione,
quanto piú si allunga l’ombra della superstizione. (Giovanni Soriano)
Detti Superstiziosi
  • A versare l'olio o il sale, porta male.
  • Chi fa le boccacce allo specchio fa piangere la Madonna (e ridere il diavolo).
  • Chi lecca il piatto trova il marito matto.
  • Chi mette le posate in croce chiama il diavolo commensale.
  • Chi passa sotto una corda tesa non cresce più.
  • Chi piscia nell'acqua e nel foco all'inferno trova loco.
  • Chi ride il venerdì piange la domenica e il lunedì.
  • Chi rompe uno specchio ha sette anni di guai.
  • Chi si cuce i panni addosso in capo a tre giorni si trova nel fosso.
  • Chi si fa scopare i piedi non trova marito.
  • Chi starnuta di lunedì regalo aspetti.
  • Chi vuol morire si pettina e va a dormire.
  • Corredo finito non trova marito.
  • Cosa che punge amor disgiunge.
  • Di venerdì si pettinano le streghe.
  • Formiche, questioni o brighe.
  • I gobbi portano fortuna e le gobbe disgrazia.
  • In tredici non si va a tavola. [2]
  • Né di venere, né di marte non si sposa né si parte, (né si dè principio all'arte).
  • Quel che taglia e quel che punge non si regala.
  • Quelli che sbadigliano insieme si maritano.
  • Se ti fischia un orecchio qualcuno ti pensa. [1]
  • Specchio rotto, sett’anni di disgrazie.
  • Testamento fatto, morte vicina.
  • Tredici non si conta. [2]
Note
  1. Antica superstizione, riferita anche da Plinio, secondo la quale se si sente fischiare un orecchio vuol dire che qualcuno ci sta pensando o sta parlando di noi: se fischia il sinistro vuol dire che sta pensando o parlando male, se fischia il destro e` il contrario. Facendosi poi dire un numero da qualcuno, si può anche cercare di indovinare chi e` la persona che ci sta pensando: dal numero si ricava la corrispondente lettera dell’alfabeto che sarebbe l’iniziale del nome della persona in questione. [Carlo Lapucci, Dizionario dei proverbi italiani © Mondadori 2007].
  2. Per antica superstizione il numero tredici, soprattutto quando tanti sono i commensali a tavola, è considerato di cattivo augurio. Pare che la ragione sia da ricercare nel numero di persone che sedettero intorno alla tavola nell'Ultima Cena. [Carlo Lapucci, Dizionario dei proverbi italiani © Mondadori 2007].
  3. Battuta tratta da Gino e Michele, Anche le formiche nel loro piccolo s'incazzano. Opera omnia, Baldini e Castoldi, 1995.
  4. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Malocchio e Iettatura - Magia e Maghi

Nessun commento: