2016-04-25

Vanità - Frasi e citazioni sui Vanitosi

Raccolta dei migliori aforismi e delle frasi più ironiche sulla vanità e sulle persone vanitose. Il termine "vanità" (dal latino vanĭtas, che deriva da vanus, cioè "vano, vuoto") è qui considerato come ostentazione, da parte di una persona, di un’alta opinione di sé stessa, dei propri meriti e delle proprie doti, non di rado accompagnata da "vuotezza" interiore.
Su Aforismario trovi anche una raccolta di frasi e citazioni correlata a questa sulla presunzione, l'egocentrismo, il narcisismo e il vantarsi.
Apprezzatemi adesso, eviterete la fila. (Ashleigh Brilliant)
1. Vanità
© Aforismario

Sotto alle più belle azioni ci è la vanità, come sotto a' più bei ricami ci è lo spago.
Francesco Algarotti, Pensieri diversi, 1765

Le persone più insopportabili sono gli uomini che si credono geniali e le donne che si credono irresistibili.
Henry Asselin, Il portacenere, 1907

La vanità è il difetto di chi non ha pregi.
Mirko Badiale (Aforismi inediti su Aforismario)

Senza lo stimolo della vanità, la maggior parte degli uomini vivrebbe nel più profondo anonimato e le donne morirebbero di noia.
Romano Battaglia, L’uomo che vendeva il cielo, 2011

Sciocchezza e vanità sono compagne inseparabili.
Pierre-Augustin Caron de Beaumarchais, La madre colpevole, 1792

L'unica cura contro la vanità è il riso, e l'unico difetto ridicolo è la vanità.
Henri Bergson, Il riso, 1899

Gratta la modestia del grande uomo, e verrà fuori la vanità della sciantosa.
Libero Bovio, Don Liberato si spassa, 1937

Apprezzatemi adesso, eviterete la fila.
Ashleigh Brilliant, Appreciate me now, and avoid the rush, 1981

I piaceri della vanità non durano in genere più di un orgasmo maschile.
Gesualdo Bufalino, Il malpensante, 1987

Talvolta amare è solo vanità di amare. Nessuno si rassegna all'idea che agli altri succeda e a lui no.
Gesualdo Bufalino, Il malpensante, 1987

Non si riceverà mai tanto aiuto dalla generosità altrui quanto se ne ottiene dalla altrui vanità.
Francesco Burdin, Un milione di giorni, 2001

Esiste anche la vanità della modestia.
Pino Caruso, Ho dei pensieri che non condivido, 2009

È più facile disfarsi dei vizi che delle vanità.
Giacomo Casanova, Storia della mia vita, 1960/62 (postumo)

Non esiste vanità intelligente.
Louis-Ferdinand Céline, Viaggio al termine della notte, 1932

L’orgoglio è altero, calmo, fiero, tranquillo, irremovibile; la vanità è vile, incerta, irrequieta, vacillante. L’uno ingrandisce l’uomo, l’altra lo gonfia. L’uno è la fonte di mille virtù, l’altra di quasi tutti i vizi e di tutte le insidie.
Nicolas de Chamfort, Massime e pensieri, 1795 (postumo)

L'orgoglio è una bestia feroce che vive nelle caverne e nei deserti; la vanità invece è un pappagallo che salta di ramo in ramo e chiacchiera in piena luce.
Gustave Flaubert, Epistolario, 1830/80 (postumo)

L'orgoglio che si pasce di vanità finisce nel disprezzo.
Benjamin Franklin, Almanacco del povero Riccardo, 1732/58

La vanità sovente, come la gelosia, coincide con l'orgoglio.
Carlo Maria Franzero, Il fanciullo meraviglioso, 1920

La vanità è l'ambizione degli sciocchi.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

La vanità sta all'ambizione come la gassosa allo champagne.
ibidem

Quel che non facciamo per interesse, lo facciamo per vanità.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Agli occhi degli uomini intelligenti la vanità ci fa sembrare peggiori di quel che siamo.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Agli uomini vogliamo piacere per ambizione; alle donne, per vanità.
ibidem

Ci sono difetti che confessiamo per vanità, e virtù che per vanità preferiamo tacere.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

La vanità corrompe l'uomo più del denaro perché l'uomo ama più se stesso che la ricchezza.
ibidem

La vanità, quanto più ci consola, tanto più ci rende insopportabili.
ibidem

Nessun difetto ci riconosciamo più a malincuore della vanità perché, essendo questa una magagna dello spirito, può esporci al ridicolo.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Un uomo che ha della vanità, non può essere mai assolutamente rozzo; poiché desidera piacere e si accomoda agli altri.
Johann Wolfgang Goethe, Conversazioni con Riemer, 1811

Zero, non volendo andar nudo, s'è vestito di vanità.
Victor Hugo, I  miserabili, 1862

Se la vanità è il motore dell'umanità, l'adulazione ne è il lubrificante.
Jerome Klapka Jerome, Pensieri oziosi di un ozioso, 1886

L'ambizione è semplice vanità passata di grado.
ibidem

Per l'uomo lo specchio serve solo alla sua vanità; la donna ne ha bisogno per assicurarsi della propria personalità.
Karl Kraus, Detti e contraddetti, 1909

Il ridicolo della vanità, e che vizio vergognoso essa sia, meglio non si potrebbe vedere se non nella sua reticenza a mostrarsi, celandosi spesso sotto le apparenze del suo contrario.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

La falsa modestia è l’estremo raffinamento della vanità; essa consente all’uomo vano di non apparire affatto tale, e di farsi valere al contrario per la virtù opposta al vizio costitutivo del suo carattere: è una menzogna. La vanagloria è lo scoglio della vanità; essa ci porta a voler esser stimati per cose che, è vero, albergano in noi, ma che sono frivole e non degne di essere esaltate: è un errore.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

Dove ci conduce la vanità? Il savio ha mille ragioni quando afferma che la vanità è la nemica della felicità.
Pierre-Ambroise-François Choderlos de Laclos, Le relazioni pericolose, 1782

La virtù non farebbe tanta strada, se la vanità non le tenesse compagnia.
François de La Rochefoucauld, Massime, 1678

Quel che ci rende insopportabile la vanità degli altri, è il fatto che offende la nostra.
François de La Rochefoucauld, Massime, 1678

L'adulazione è una moneta falsa che ha corso solo grazie alla nostra vanità.
ibidem

Le passioni più violente ci concedono qualche volta delle pause, ma la vanità ci tormenta sempre.
François de La Rochefoucauld, Massime, 1678

La vanità è per gli imbecilli una potente fonte di soddisfazione. Essa permette loro di sostituire alle qualità che non acquisteranno mai, la convinzione di averle sempre possedute.
Gustave Le Bon, Aforismi dei tempi presenti, 1913

Tutte le relazioni umane sprofondano nelle paludi della vanità e dell'egoismo.
Sándor Márai, Le braci, 1942

La sola superiorità dell'orgoglio sulla vanità sta nel fatto che la vanità si aspetta tutto mentre l'orgoglio non si aspetta niente.
Henry de Montherlant, Servizio inutile, 1935

La vanità è la passione dominante dell'uomo.
Henry de Montherlant, Le ragazze da marito, 1936

La vanità si pasce di sciocca presunzione, malinteso orgoglio e immotivata superbia. Finché scoppia.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

La vanità è un diritto d'autore che il vanitoso ritiene gli sia dovuto in termini di lode e ammirazione e che intende riscuotere di persona.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

La vanità di parecchi uomini che non avrebbero necessità di essere vani, è l’abitudine rimasta e sviluppatasi dal tempo in cui non avevano ancora diritto di credere in sé ed elemosinavano tale fede solo dagli altri in moneta spicciola.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano, 1878

Si sbaglierà di rado se si ricondurranno le azioni estreme alla vanità, quelle mediocri all'abitudine e quelle meschine alla paura.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano, 1878

Chi nega la vanità in sé la possiede di solito in forma così brutale, da chiudere istintivamente gli occhi di fronte a essa, per non doversi disprezzare.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano II, 1879/80

La cosa più vulnerabile e tuttavia più invincibile è la vanità umana: anzi, con le ferite la sua forza cresce e può divenire alla fine gigantesca.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano II, 1879/80

Come sarebbe povero lo spirito umano senza la vanità! Così invece somiglia a un magazzino di merci, che è ben riempito e che si riempie continuamente, attirando compratori di ogni sorta: essi vi possono trovare quasi tutto, tutto avere, purché portino con sé la specie di moneta valida (l’ammirazione).
Friedrich Nietzsche, Al di là del bene e del male, 1886

La altrui vanità urta il nostro gusto solo allorquando urta la nostra vanità.
ibidem

Non fate nulla per spirito di rivalità o per vanagloria, ma ciascuno di voi, con tutta umiltà, consideri gli altri superiori a se stesso, senza cercare il proprio interesse, ma anche quello degli altri.
Paolo di Tarso, Lettera ai Filippesi, ca. 50-60

Spesso la curiosità non è che vanità; si vuole sapere per poterne parlare.
Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo)

Chi non vede la vanità del mondo è vano a sua volta.
ibidem

La vanità è a tal punto radicata nel cuore dell'uomo che un soldato, un attendente, un cuciniere, un vessillifero si vantano e vogliono degli ammiratori. E anche i filosofi li vogliono, e quelli che scrivono contro tutto ciò vogliono la gloria di avere scritto bene, e quelli che leggono vogliono la gloria di averli letti, e anch'io che sto scrivendo ho forse questo desiderio, e forse quelli che lo leggeranno...
Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo)

La vanità è la fiducia nell'effetto del nostro valore, l'orgoglio la fiducia nel nostro valore.
Fernando Pessoa, La divina irrealtà delle cose, 2003 (postumo)

L’anima umana è un abisso scuro e vischioso, un pozzo che non si usa nel mondo superficiale. Nessuno amerebbe se stesso se si conoscesse, e così, se non ci fosse la vanità, che è il sangue della vita spirituale, moriremmo di anemia nell’anima.
Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

L’orgoglio è la certezza emotiva della propria grandezza. La vanità è la certezza emotiva del fatto che gli altri in noi vedono, o ci attribuiscono, tale grandezza. I due sentimenti non sono necessariamente uniti, ma per natura non sono neanche opposti. Sono diversi ma coniugabili.
Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

Sentirsi superiori e vedersi trattato dal Destino come inferiore agli infimi – chi può vanagloriarsi di essere uomo in una tale situazione?
Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

La vanagloria è un nemico proprio delle anime che si sono consacrate al Signore e che si sono date alla vita spirituale.
Padre Pio da Pietrelcina, Epistolario (postumo)

Senza quella sciocca vanità che è il mostrarci e che è di tutti e di tutto, non vedremmo nulla e non esisterebbe nulla.
Antonio Porchia, Voci, 1943

Un uomo pieno di sé è sempre vuoto.
Charles Régismanset, Nuove contraddizioni, 1939

L'egoismo è lo stato naturale dell'uomo; la vanità quello delle donne.
Henri de Régnier, Lui o le donne e l'amore, 1928

Se non proprio col respiro, la vanità nasce con la stazione eretta...
Mario Andrea Rigoni, Vanità, 2010

La storia della vanità è la storia del mondo.
ibidem

Ciò che non si ottiene dalla generosità degli uomini spesso si ottiene dalla loro vanità.
Mario Andrea Rigoni, Vanità, 2010

L'adulazione è un commercio di menzogne, fondato da una parte sull'interesse, dall'altra sulla vanità.
Charles Rollin, Storia antica, 1730/38

Purché un uomo non sia pazzo, si può guarirlo d'ogni follia tranne la vanità.
Jean-Jacques Rousseau, Emilio o Dell'educazione, 1762

Se mai la vanità fece felice qualcuno sulla terra, quel qualcuno non poteva essere altri che uno sciocco.
Jean-Jacques Rousseau, La nuova Eloisa, 1761

La più alta forma di vanità è l'amore per la gloria.
George Santayana, La vita della ragione, 1905/06

Che animale vorace è la vanità! Si nutre sia del successo che dell'insuccesso, della fortuna come della disgrazia, dell'amore come dell'odio, e in caso di necessità riesce a vivere del proprio grasso, diventando anzi ancora più grassa.
Arthur Schnitzler, Il libro dei motti e delle riflessioni, 1927

La superbia è la convinzione, già esistente, della propria superiorità in un senso o nell'altro; la vanità è. invece, il desiderio di suscitare quella convinzione negli altri, accompagnato, per lo più, dalla segreta speranza di poterla poi fare anche propria. Cosi, la superbia è una grande stima di sé stessi che procede dal proprio interno, ed è quindi diretta, mentre la vanità è un'aspirazione a ottenerla dal di fuori, cioè indirettamente. In conformità con ciò, la vanità rende loquaci, e la superbia rende taciturni. Ma il vanitoso dovrebbe sapere che quell'alta opinione degli altri, alla quale aspira, è assai più facile a ottenersi con un assiduo silenzio che col parlare, quand'anche uno avesse da dire le cose più belle.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

La frivola vanità, cormorano insaziabile, non esita a pascersi di sé stessa.
William Shakespeare, Riccardo III, ca. 1592

Farsi notare con la propria assenza e ascoltare col proprio silenzio, sono due piccoli capolavori della vanità.
Giovanni Soriano, Maldetti, 2007

La vanità è come l’idiozia: non ha limiti.
ibidem

Il commercio più lucroso sarebbe quello di comprare la gente per quel che vale e di rivenderla per quel che crede di valere.
Véra de Bénardaky de Talleyrand-Périgord

Invidia e vanità sono le radici del benessere sociale.
Italo Tavolato, Frammenti, 1913

La vanità non è altro che l'esser sensibili alla eventuale opinione degli altri su di noi. L'orgoglio nell'essere insensibili ad essa.
Paul Valéry, Cattivi pensieri, 1942

È strano che tra le nove Muse non ci sia la Vanità, che è in assoluto la più prolifica. Senza la vanità le biblioteche diminuirebbero del 99%.
Anacleto Verrecchia, Diario del Gran Paradiso, 1997

Le principali molle della vita sono la noia e la vanità.
ibidem

Se l’Odio acceca gli occhi, la Vanità cuce le palpebre con del filo di ferro.
Oscar Wilde, De Profundis, 1897 (postumo, 1962)

Dimmi di cosa ti vanti e ti dirò di cosa sei privo.
Carlos Ruiz Zafón, Il gioco dell'angelo, 2008

La storia della vanità è la storia del mondo. (Mario Andrea Rigoni)
2. Vanitosi
© Aforismario

È curioso notare come le persone piú piene di sé siano anche le piú vanitose, cioè le piú vuote.
Vannuccio Barbaro, Scartafacci (postumo, 2012)

Dire che un uomo è vanitoso significa semplicemente che si compiace dell'effetto che produce sugli altri. Un presuntuoso si contenta dell'effetto che produce su sé stesso.
Max Beerbohm, Quia Imperfectum, 1918

Il vanitoso è un ubriacone a secco.
Malcolm de Chazal, Senso plastico, 1948

La società di solito è ingiusta, ma non come immaginano i vanitosi.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

La differenza tra il vanitoso e il superbo è che il primo ha bisogno più degli altri che di se stesso.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Gli artisti hanno il diritto di essere modesti e il dovere di essere vanitosi.
Karl Kraus, Detti e contraddetti, 1909

Essere sdegnosi e vanitosi in società suscita proprio il contrario di ciò che si cerca, se la tal cosa consiste nel farsi stimare.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

Se il vanesio potesse temere di parlare erroneamente, si liberebbe del suo carattere.
ibidem

Vanesio è uno che gli sciocchi scambiano per un uomo di merito.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

L'adulazione è il grimaldello universale che consente di entrare nelle grazie dei vanitosi (quindi di tutti).
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Il vanitoso si rallegra di ogni buona opinione che sente su di sé (del tutto indipendentemente da ogni punto di vista circa la sua utilità, e anche prescindendo dalla sua verità o falsità), allo stesso modo che soffre di ogni opinione cattiva: giacché si sottomette a entrambe, si sente ad esse sottomesso per quell'antichissimo istinto di soggezione che prorompe in lui. È «lo schiavo» nel sangue del vanitoso; un resto della smaliziatezza dello schiavo.
Friedrich Nietzsche, Al di là del bene e del male, 1886

Siamo talmente presuntuosi che vorremmo essere conosciuti da tutta la terra, anche dalla gente che verrà quando non ci saremo più. Siamo talmente vanitosi, che la stima di cinque o sei persone che ci stanno intorno, ci allieta e ci appaga.
Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo)

È vero che alcuni amano starsene appartati e inosservati: allo scopo di essere, per questo, finalmente notati.
Mario Andrea Rigoni, Vanità, 2010

I più sensibili e i più vulnerabili alla vanità altrui sono proprio i più vanitosi.
Giovanni Soriano, Maldetti, 2007

I vanitosi non possono essere accorti, perché non hanno la forza di tacere.
Luc de Clapiers de Vauvenargues, Riflessioni e massime, 1746

Per quanto vanitosi possiamo essere, abbiamo talvolta bisogno che ci rassicurino sul nostro merito.
Luc de Clapiers de Vauvenargues, Riflessioni e massime, 1746

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Narcisismo - Egocentrismo - Ostentazione - Vantarsi - Esibizionismo

Nessun commento: